Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...corsi sommelier in partenza

Il piacere di essere blind…

Pubblicato da aisnapoli il 5 - luglio - 2008 Versione PDF

 ”Copio ed incollo” per il nostro etilico Zibaldone un’interessante riflessione enoica…(T.L)

Di Monica Piscitelli

bendata3.jpgLo chiamerei “il piacere di essere cieca”, se non fosse irriguardoso per chi vive al buio. “The pleasure to be blind” è forse meno crudo. Ma è così. Ci ho riflettuto in questi giorni di lavori a Paestum presso il Savoy Beach, che anche quest’anno mi hanno vista parte di quell’armata professionale e scanzonata insieme di degustatori che il giornalista Luciano PIgnataro, neo Premio Veronelli, ha selezionato per la conduzione delle due sessioni di lavori di selezioni dei vini candidati alle finali dell’edizione 2009 della Guida dei Vini Buoni d’Italia del TCI.
Molto lavoro e molta gioia.
Cosa può volere di più un amante del vino, un professionista della cronaca enoica, un sommelier, un degustatore: il ben di Dio della produzione vitivinicola del Sud Italia, una parte di essa, per l’esattezza, quella di Basilicata, Campania e Calabria, servita in batterie da sei, per tre, quattro giorni di lavori?
E soprattutto: rigorosamente coperte!
Perfette le condizioni operative garantite dal sempre eccellente lavoro organizzativo di Diodato Buonora, delegato dell’Amira di Paestum e dei suoi collaboratori: una sala luminosa, una giusta temperatura, un servizio alla giusta velocità che consente di degustare con calma, di discutere, di provare e riprovare fino a che non si è giunti ad un responso. Un gruppo fantastico di professionisti. Alcune preliminari raccomandazioni e indicazioni di Luciano Pignataro, che continuamente verifica l’andamento delle degustazioni e il gradimento dei campioni presso le commissioni. Assaggia, analizza, commenta e annota.
A noi solo il compito-piacere di sentir parlare i vini con orecchie, naso, bocca e stomaco.
Un’ubriacatura di eccellenza che merita una scrupolosa attenzione e analisi e l’assoluta imparzialità. E’ questa, pensavo, la parte più bella, più inebriante: coperte queste bottiglie sono tutte figlie solo di Dioniso e di Demetra. Di nessun altro.
Non so immaginare come ci si possa, viceversa, privare del piacere di spogliarle poco a poco, di scoprirne le potenzialità, le modalità di espressione, il futuro.
Senza avere la minima idea, fino alla fine, di chi possa esserne la loro mano creativa, ci si sente (questa la sensazione) liberi di spingere “a manetta” i sensi, di godersi fino in fondo il piacere della degustazione. Una sfida contro se stessi, mediata solo dagli esiti delle sfide che, a loro volta, conducono i nostri compagni di lavoro. Ma quello, l’accordo, (è quasi matematico, ormai l’ho verificato.) c’è sempre.
Se un vino è eccellente, se risponde a determinati parametri, non si sbaglia mai. Diciamo quasi. Per scaramanzia.
Non credo che mai lo verifichero’ , eppure posso immaginare che il piacere di un blind tasting di questo genere possa essere paragonabile a quello che provano molti nel lanciarsi bendati nel vuoto da un ponte con una molla ai piedi. Del resto: non è bendato Amore? E non lo è Fortuna?
A conclusione della degustazione, poi, la verifica, la rivelazione della identità delle bottiglie. Conferme, molte. Piacevoli scoperte. Ma, soprattutto: tanta soddisfazione.
Sette commissioni, 21 degustatori, 900 etichette, tre giorni di selezioni più uno per la semifinale: sono i numeri della guida curata da Mario Busso e Luigi Cremona. Quest’anno la selezione è stata più crudele per la Campania: delle 58 bottiglie che avevano superato la soglia degli 85/100 una seconda degustazione svoltasi mercoledì 2 luglio ne ha confermate in finale 24. Si batteranno per avere la corona alla finale del Centro-sud di Caserta. Leggi tutto sul sito del giornalista Luciano Pignataro (qui).

Fonte:Campania che vai

Un Commento a “Il piacere di essere blind…”

  1. luca m bolondi dice:

    grazie alla penna felice di monica piscitelli, il fascino comunicato di un’esperienza che chiude la vista per aprire altri cinque (5) sensi (la vista, cacciata dall’etichetta, rientra dal calice).

Commenta

Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): aisnapoli.it nel rispetto della legge italiana n. 196/2003 per la tutela della privacy ti informa che i dati personali che desideri comunicare al sito tramite gli appositi moduli (non obbligatori) saranno utilizzati unicamente per rispondere alle domande ed alle richieste inviate nonché per la normale gestione del forum e della newsletter. aisnapoli.it è il titolare della gestione di tali dati che non verranno ceduti a terzi, tuttavia potrebbero essere utilizzati da aisnapoli.it per future comunicazioni, anche a scopo promozionale di servizi esterni a aisnapoli.it. Inviando i tuoi dati, insieme alle richieste, all'iscrizione al forum ed alla newsletter, autorizzi aisnapoli.it ad utilizzarli come appena descritto. Tutti i dati personali disponibili a aisnapoli.it sono quindi raccolti direttamente online, all'atto della registrazione ad un servizio (a titolo di esempio: sito, newsletter, forum) e solo previa presa visione dell'informativa. Il conferimento di tali dati personali non ha carattere obbligatorio, ma l'eventuale rifiuto a fornirli impedisce, in relazione al rapporto tra il dato ed i servizi richiesti, l'esecuzione del servizio. Qualora deciderai di fornire i tuoi dati personali per utilizzare i servizi del sito, come espresso in questa pagina, dichiari di accettare e fornire il consenso al trattamento con l'atto dell'invio. Come richiesto dalla legge sulla privacy hai sempre diritto di ottenere da aisnapoli.it la conferma dell'esistenza o meno dei tuoi dati personali negli archivi di aisnapoli.it e la loro messa a disposizione in forma intellegibile, inoltre puoi richiedere di conoscere l'origine dei dati (aisnapoli.it registra l'indirizzo IP, la data e l'ora di ogni invio di dati), nonché la logica e le finalità su cui si basa il trattamento. Puoi sempre richiedere ed ottenere la cancellazione dei tuoi dati personali, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, nonché l'aggiornamento, la rettifica o, se vi è interesse, l'integrazione dei dati. Puoi infine opporti, per motivi legittimi, al trattamento stesso il che avvierà la procedura di cancellazione dei tuoi dati dai sistemi di aisnapoli.it.

Gli eventi dell'AIS Napoli
    • Nessun evento da mostrare
  • Video

    Tags