Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...corsi sommelier in partenza

Premio Riesling 2010 a Roma

Pubblicato da admin il 11 - settembre - 2010 Versione PDF

Per la prima volta è stata l’Italia il luogo della premiazione del più grande concorso dedicato al Riesling “best of riesling”.Nel magnifico parco dell’Accademia Tedesca di Villa Massimo a Roma il ministro dell’Agricoltura del Rheinland-Pfalz, Hendrik Hering, ha potuto consegnare gli eleganti trofei in vetro per le quattro categorie in concorso, secco, semisecco, fruttato e dolce, arricchendo così l’orgoglio dei vincitori. La serata è stata condotta dalla splendida, ma allo stesso tempo molto preparata, “regina del vino”, Sonja Christ. È stata lei stessa a definire il Riesling, per la sua ricchezza di profumi e per le sue peculiarità, “mondiale”.
Prima della premiazione si è tenuto sempre a Villa Massimo un seminario specialistico sulla stilistica del Riesling. Sono venuti da tutta Italia più di 120 persone tra esperti di vino, sommeliers, commercianti di vino e giornalisti del settore per seguire le spiegazioni e le degustazioni guidate dei vini vincitori, tenute dagli esperti, il prof. Ulrich Fischer e il dott. Steffen Maus. Il sempre maggior interesse degli amatori italiani del vino nei confronti del Riesling fa sì che questo vino si stia diffondendo a livello di ristoranti ed enoteche. “Con l’aumento delle richieste cresce il numero degli amatori di Riesling, che lo annoverano come uno dei vini più affascinanti e più ricchi di sfaccettature” ha dichiarato il ministro Hendrik Hering. Ha aggiunto inoltre l’organizzatrice dell’evento, la dott.ssa Benigna Mallebrein che “il Riesling si può dimostrare un ottimo accompagnatore anche per la cucina italiana”.
I vincitori del più grande concorso ufficiale dedicato al Riesling “best of riesling” sono stati selezionati da esperti vinicoli di tutto il mondo con una degustazione alla cieca. Più di 1900 vini da dieci paesi dei quattro continenti erano presenti alla partenza del concorso nel castello di Hambacher (Neustadt/Weinstrasse), dove, in un suggestivo contesto, si è tenuta nel luglio 2010 la selezione. Ogni due anni, in occasione del concorso, vengono degustati i vini in tre fasi eliminatorie. “Quando nell’ambito del “best of Riesling” si assegna una medaglia bisogna essere sicuri che si siano portati in finale realmente i migliori Riesling” ha dichiarato il prof. Ulrich Fischer, che ha partecipato anche alla degustazione per la scelta dei vincitori.Più di 21.000 ettari di terra sono occupati in Germania da vigneti e più del 60 % proprio dal Riesling; la maggior area produttiva è concentrata nelle aree del Rheinland-Pfalz: Mosel (Mosella), Nahe, Mittelrhein, Rheinhessen e Pfalz (Palatinato).La cerimonia di premiazione dei Riesling si è svolta alla presenza di più di 150 ospiti nell’accogliente ambiente di Villa Massimo. Nello splendido parco si è potuto non solo apprezzare i vini vincitori, ma anche parlare con i produttori. Al termine dell’evento si è provveduto al taglio della torta del Riesling, che si è dimostrata in perfetta simbiosi con i Riesling fruttati. Alla fine di questa giornata dedicata al Riesling si spera che un appuntamento vinicolo di questo tipo possa spianare la strada per altri eventi futuri.
Fonte: Benigna Mallebrein

Commenta

Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): aisnapoli.it nel rispetto della legge italiana n. 196/2003 per la tutela della privacy ti informa che i dati personali che desideri comunicare al sito tramite gli appositi moduli (non obbligatori) saranno utilizzati unicamente per rispondere alle domande ed alle richieste inviate nonché per la normale gestione del forum e della newsletter. aisnapoli.it è il titolare della gestione di tali dati che non verranno ceduti a terzi, tuttavia potrebbero essere utilizzati da aisnapoli.it per future comunicazioni, anche a scopo promozionale di servizi esterni a aisnapoli.it. Inviando i tuoi dati, insieme alle richieste, all'iscrizione al forum ed alla newsletter, autorizzi aisnapoli.it ad utilizzarli come appena descritto. Tutti i dati personali disponibili a aisnapoli.it sono quindi raccolti direttamente online, all'atto della registrazione ad un servizio (a titolo di esempio: sito, newsletter, forum) e solo previa presa visione dell'informativa. Il conferimento di tali dati personali non ha carattere obbligatorio, ma l'eventuale rifiuto a fornirli impedisce, in relazione al rapporto tra il dato ed i servizi richiesti, l'esecuzione del servizio. Qualora deciderai di fornire i tuoi dati personali per utilizzare i servizi del sito, come espresso in questa pagina, dichiari di accettare e fornire il consenso al trattamento con l'atto dell'invio. Come richiesto dalla legge sulla privacy hai sempre diritto di ottenere da aisnapoli.it la conferma dell'esistenza o meno dei tuoi dati personali negli archivi di aisnapoli.it e la loro messa a disposizione in forma intellegibile, inoltre puoi richiedere di conoscere l'origine dei dati (aisnapoli.it registra l'indirizzo IP, la data e l'ora di ogni invio di dati), nonché la logica e le finalità su cui si basa il trattamento. Puoi sempre richiedere ed ottenere la cancellazione dei tuoi dati personali, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, nonché l'aggiornamento, la rettifica o, se vi è interesse, l'integrazione dei dati. Puoi infine opporti, per motivi legittimi, al trattamento stesso il che avvierà la procedura di cancellazione dei tuoi dati dai sistemi di aisnapoli.it.

Gli eventi dell'AIS Napoli
    • dal 18 ott 2018 al 18 ott 2018 alle ore:20:30

      18 Ottobre all’Enopanetteria, #Bevolution: lunga vita ai bianchi all’Enopanetteria

      Mancano: 1 giorno e 03:00 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
  • Video

    Tags