Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...corsi sommelier in partenza

Pouring Pallagrello: Vinitaly with Terre Del Principe

Pubblicato da aisnapoli il 29 - aprile - 2011 Versione PDF

Di Karen Phillips

Se decido di fare una lista delle mie ‘esperienze nel  mondo del vino’ degli ultimi 12 mesi, l’ utimo Vinitaly sarebbe certo tra le prime. Vinitaly 2011 non era la mia prima visita a Verona, ma sarebbe stata  piena di ricordi.

Ricordi che sono iniziati con una telefonata dello scorso autunno da parte della mia amica Manuela Piancastelli. Manuela, insieme con il marito Peppe Mancini, sono i proprietari di un’azienda vitivinicola che si chiama Terre del Principe. A  Castel Campagnano, in provincia di Caserta. Manuela mi ha chiesto se sarei stata disponibile ad aiutarla nei loro stands durante Vinitaly. La mia conoscenza della cantina e dei loro vini sarebbe stata utile, disse, per i visitatori non-italiani o durante gli incontri con i buyer. Ci sono voluti circa 5 secondi per rispondere in senso affermativo. Ma circa 5 mesi per iniziare di capire che razza di avventura sarebbe stata. E così, il 7 aprile, ero pronta a versare … pouring Pallagrello.

Terre del Principe fa vino con tre vitigni che non sono molto conosciuti: Pallagrello Nero, Pallagrello Bianco, e Casavecchia, ed è stato un onore per me ”spiegare” queste uve e questi vini ad un pubblico di giornalisti, appassionati di vino, buyer e importatori … italiani e non.

Sette sono i vini tra cui poter scegliere. Terre del Principe ne fa due con Pallagrello Bianco. Ho iniziato la mia avventura versando il Fontagnavigna 2010. Un bianco prodotto con 100% Pallagrello Bianco, un bianco tutt’acciaio. Poi il prossimo bianco, Le Sèrole 2010, che fermenta in barrique di rovere francese. Legno che coccola senza sopraffazione, conferendo aromi di miele e di mela con un tocco di mandorle tostate al palato. Quindi, un rosato, il Roseto del Volturno 2010. Mentre versavo questo vino, non ho potuto fare a meno di godere del luminoso colore rosa che dalla bottiglia e nel bicchiere si sprigionava. Una rosa a base di Pallagrello Nero e Casavecchia , pochi minuti di macerazione con le bucce per dare questo colore stupefacente, poi viene vinificato in bianco. Dopo questo rosato, era giunto il momento di cominciare con la sfilata dei rossi: Castello della Femmine 2009 (Pallagrello Nero e Casavecchia). Poi è stato il turno di Ambruco 2008, fatto con il 100% Pallagrello Nero, che si è guadagnato recentemente da Decanter Magazine  il prestigioso riconoscimento di miglior vino rosso del Sud Italia dopo una prova di degustazione alla cieca di 141 vini. Centomoggia 2008, 100% di uve Casavecchia, un vino che il Gambero Rosso ha premiato con i 3 Bicchieri. Entrambi i vini trascorrono 12 mesi in barriques e 12 mesi in bottiglia prima di uscire.

Vigna Piancastelli 2007, un blend delle migliori uve del pregiato vigneto … Vigna Piancastelli. 70% Pallagrello Nero ( di cui il 10% è raccolto nel mese di dicembre quindi ha più tempo per addolcire riposandosi sulla vite) e il restante 30% è di Casavecchia. 12 mesi in barrique e fino a due anni in bottiglia prima della commercializzazione. A questo è stato conferito l’ambito premio dei 5 Grappoli AIS (), il più alto riconoscimento per un vino per l’Associazione Italliana Sommeliers.

E così ho continuato a  versare nei bicchieri Pallagrello e Casavecchia. A coloro per cui  erano molto familiari e a coloro per cui non lo erano affatto. Ci sono stati molti che volevano provare l’intera gamma di tutti i 7 vini. Altri che volevano i bianchi-only. Alcuni, invece,  il rosso-only. Altri ancora che chiedevano direttamente un vino. Ho assistito giornalisti, italiani e non, amanti del vino, altri produttori di vino, enologi e sommeliers. Per quelli interresati, ho versato le annate precedenti e anche quelle in ‘anteprima’. Ho partecipato a incontri con i buyer e gli importatori provenienti da Canada, Singapore, Svizzera e Polonia.
E mentre spiegavo ogni vino con le informazioni di base sulla vite e vinificazione, mi sono assicurata che il vino facesse il resto.  Lasciavo che il vino parlasse, come ogni buon vino dovrebbe fare. I bianchi ad esprimere la loro freschezza, i loro aromi tenui e la leggera acidità. Ogni rosso avrebbe raccontato la propria storia speciale con i loro colori ricchi, i loro tannini, l’equilibrio e il loro potenziale di invecchiamento.
Non avevo bisogno di dire molto altro. E quindi sorridevo insieme a quelli che stavano scoprendo Terre del Principe per la prima volta. Sorridevo con coloro che conoscevano bene i loro vini. Ripenso ancora a quella telefonata di Manuela dello scorso autunno che mi chiede di aiutarla durante il Vinitaly. E io sono contenta di aver accettato. Pouring Pallagrello: un’esperienza che non dimenticherò mai.
Versione in Inglese

Commenta

Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): aisnapoli.it nel rispetto della legge italiana n. 196/2003 per la tutela della privacy ti informa che i dati personali che desideri comunicare al sito tramite gli appositi moduli (non obbligatori) saranno utilizzati unicamente per rispondere alle domande ed alle richieste inviate nonché per la normale gestione del forum e della newsletter. aisnapoli.it è il titolare della gestione di tali dati che non verranno ceduti a terzi, tuttavia potrebbero essere utilizzati da aisnapoli.it per future comunicazioni, anche a scopo promozionale di servizi esterni a aisnapoli.it. Inviando i tuoi dati, insieme alle richieste, all'iscrizione al forum ed alla newsletter, autorizzi aisnapoli.it ad utilizzarli come appena descritto. Tutti i dati personali disponibili a aisnapoli.it sono quindi raccolti direttamente online, all'atto della registrazione ad un servizio (a titolo di esempio: sito, newsletter, forum) e solo previa presa visione dell'informativa. Il conferimento di tali dati personali non ha carattere obbligatorio, ma l'eventuale rifiuto a fornirli impedisce, in relazione al rapporto tra il dato ed i servizi richiesti, l'esecuzione del servizio. Qualora deciderai di fornire i tuoi dati personali per utilizzare i servizi del sito, come espresso in questa pagina, dichiari di accettare e fornire il consenso al trattamento con l'atto dell'invio. Come richiesto dalla legge sulla privacy hai sempre diritto di ottenere da aisnapoli.it la conferma dell'esistenza o meno dei tuoi dati personali negli archivi di aisnapoli.it e la loro messa a disposizione in forma intellegibile, inoltre puoi richiedere di conoscere l'origine dei dati (aisnapoli.it registra l'indirizzo IP, la data e l'ora di ogni invio di dati), nonché la logica e le finalità su cui si basa il trattamento. Puoi sempre richiedere ed ottenere la cancellazione dei tuoi dati personali, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, nonché l'aggiornamento, la rettifica o, se vi è interesse, l'integrazione dei dati. Puoi infine opporti, per motivi legittimi, al trattamento stesso il che avvierà la procedura di cancellazione dei tuoi dati dai sistemi di aisnapoli.it.

Gli eventi dell'AIS Napoli
    • dal 21 set 2018 al 21 set 2018 alle ore:18:00

      21 Settembre, Il Tempo della Falanghina, tredici anni nel bicchiere alla Maison Toledo per Malazè 2018

      Mancano: 2 giorni e 17:34 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
  • Video

    Tags