Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...corsi sommelier in partenza

Di Karen Phillips

Castel Campagnano. Una piccola paese nella provincia di Caserta. Con un piccolo centro storico. Con una piazza pulitissima che ospita il municipio. Ed una cantina che risale al 4 ° secolo. Una cantina che è stato scoperta e ha acquistata qualche tempo fa da Manuela Piancastelli e Peppe Mancini di Terre del Principe. E che scoperta! Perché al di sotto, a 15 metri di profondità, un’altra sorpresa. Uno spazio usato per la vinificazione e la conservazione del vino che risale al 10° secolo. Manuela e Peppe hanno pensato che questa zona … con una temperatura costante di 10 gradi centigradi, un tasso di umidità di circa il 75% sarebbe potuta essere  il luogo ideale per i loro rossi. E così la scorsa primavera hanno cominciato a spostare  le loro bottiglie  con oltre 100 barriques in questo piccolo luogo sotterraneo.

E Domenica, 1 ° maggio, hanno aggiunto un altro capitolo alla storia della loro cantina invitando tutti gli amici a condividere il loro entusiasmo. Mentre un emozionante sottofondo di musica medievale risuonava nella cantina, Manuela e Peppe sono stati raggiunti dal loro enologo, il professor Luigi Moio. Moio, che ha voluto spiegato ai presenti l’importanza di questo rifugio per i vini di Terra del Principe. Quanto è importante avere questa temperatura costante tutto l’anno. I bruschi sbalzi  delle temperature possono distruggere un vino, ha spiegato.Il vino è una cosa vivente. Come i vini non invecchiano … ma evolvono: sono in fase di affinamento…riposo.

Uno sguardo intorno alle pareti in pietra di tufo, ed era difficile non notare gli evidenti segni di strumenti fatti a mano, il tocco di umidità sui muri e le scale. Alzando gli occhi fino all’alto soffitto, si poteva quasi immaginare quello che succedeva tanti anni fa. Il pensiero corre al pericolo di una fermentazione sotterranea del vino. Pericoli che Luigi Moio ha menzionato nella sua breve presentazione. Pericoli che includevano, in passato,  la morte a causa dei vapori emessi.

Ma non c’era pericolo quel giorno. Siamo ritornati alla luce del sole, siamo arrivati in un cortile. Un cortile pieno di amici. Pieno di tante buone cose ristoratrici come il rosato del Terre del Principe, la pizza, la mozzarella ed il conciato romano. Ma ancor di più in particolare, un cortile pieno di auguri per Terre del Principe e la loro “nuova cantina antica”.

Versione in Inglese

Commenta

Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): aisnapoli.it nel rispetto della legge italiana n. 196/2003 per la tutela della privacy ti informa che i dati personali che desideri comunicare al sito tramite gli appositi moduli (non obbligatori) saranno utilizzati unicamente per rispondere alle domande ed alle richieste inviate nonché per la normale gestione del forum e della newsletter. aisnapoli.it è il titolare della gestione di tali dati che non verranno ceduti a terzi, tuttavia potrebbero essere utilizzati da aisnapoli.it per future comunicazioni, anche a scopo promozionale di servizi esterni a aisnapoli.it. Inviando i tuoi dati, insieme alle richieste, all'iscrizione al forum ed alla newsletter, autorizzi aisnapoli.it ad utilizzarli come appena descritto. Tutti i dati personali disponibili a aisnapoli.it sono quindi raccolti direttamente online, all'atto della registrazione ad un servizio (a titolo di esempio: sito, newsletter, forum) e solo previa presa visione dell'informativa. Il conferimento di tali dati personali non ha carattere obbligatorio, ma l'eventuale rifiuto a fornirli impedisce, in relazione al rapporto tra il dato ed i servizi richiesti, l'esecuzione del servizio. Qualora deciderai di fornire i tuoi dati personali per utilizzare i servizi del sito, come espresso in questa pagina, dichiari di accettare e fornire il consenso al trattamento con l'atto dell'invio. Come richiesto dalla legge sulla privacy hai sempre diritto di ottenere da aisnapoli.it la conferma dell'esistenza o meno dei tuoi dati personali negli archivi di aisnapoli.it e la loro messa a disposizione in forma intellegibile, inoltre puoi richiedere di conoscere l'origine dei dati (aisnapoli.it registra l'indirizzo IP, la data e l'ora di ogni invio di dati), nonché la logica e le finalità su cui si basa il trattamento. Puoi sempre richiedere ed ottenere la cancellazione dei tuoi dati personali, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, nonché l'aggiornamento, la rettifica o, se vi è interesse, l'integrazione dei dati. Puoi infine opporti, per motivi legittimi, al trattamento stesso il che avvierà la procedura di cancellazione dei tuoi dati dai sistemi di aisnapoli.it.

Gli eventi dell'AIS Napoli
    • Nessun evento da mostrare
  • Video

    Tags