Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...corsi sommelier in partenza

20 Febbraio Il vino Falerno a Napoli a Villa Domi

Pubblicato da aisnapoli il 18 - febbraio - 2012 Versione PDF

Campaniachevai blog Monica Piscitelli e Luciano Pignataro Wine Blog

presentano

IL FALERNO A NAPOLI

Napoli, 20 febbraio 2012



VILLA DOMI


Salita Scudillo 19/a


Ore 18,00

Mai il gran vino è stato versato tutto insieme con uno sguardo sulla città. Sono una ventina, ormai, le cantine che propongono nei 5 comuni dell’areale di produzione (Carinola, Cellole, Falciano del Massico, Mondragone, Sessa Aurunca) questa denominazione, il Falerno del Massico Doc, che ancora si affaccia sul mercato mondiale con ingiustificata timidezza.
IL FALERNO A NAPOLI, articolato in un incontro con i produttori e gli attori del territorio, in una orizzontale tecnica (su prenotazione, max 30 posti) e nei banchi d’assaggio, sarà l’occasione per fare, con gli addetti al settore, gli appassionati e i produttori, il punto sullo stato dell’arte della Denominazione.

PROGRAMMA(Ingresso gratuito – Degustazione vini 5 euro)

Ore 18,00 – accrediti e presentazione della iniziativa


con Luciano Pignataro; Monica Piscitelli; Giuseppe Bellone e Maria Teresa Lanza (organizzatori del Premio Falerno Primo Romanzo); Elena Maria Curzio (presidente dell’Associazione Cuoche a Domicilio); Salvatore Avallone (Presidente del Consorzio di tutela dei vini Doc Falerno del Massico, Asprinio e Galluccio ); Giuseppe Garozzo Zannini Quirini (priore della Confraternita del Falerno); Maria Rossi (proprietaria di Villa Domi); Nicola Trabucco (enologo e agronomo autore di Le Terre del Falerno) e Walter Viglianti (rappresentante Condotta Slow Food Massico e Roccamonfina).

 

Ore 19,00 –intermezzi gustosi

- “Gli sfizi di Terra di Lavoro” a cura dell’Associazione delle Cuoche a domicilio, delegazione campana


- “L’olio extravergine di oliva Dop Terre Aurunche e il pane napoletano” a cura delle Condotte Slow Food di Napoli e del Massico e Roccamonfina (in degustazione gli oli delle aziende Badevisco, De Ruosi e Monte della Torre).

 

Ore 19,30 apertura dei banchi d’assaggio

Nutrita la partecipazione delle aziende rappresentative della più felice espressione della Doc casertana.

Sono 18 le cantine che proporranno in degustazione le proprie etichette:

 

Bianchini Rossetti


Brunigi Galco


Cantina Zannini


Capizzi


Foro Claudio


Masseria Felicia


Moio Michele


Nugnes

Podere San Domenico


Pagano


Paonessa


Papa


Regina Viarum


Tenuta Scialla della Sellecola


Trabucco


Villa Matilde


Viticoltori Migliozzi


Volpara

 

Ore 20,30 orizzontale il FALERNO A NAPOLI


In degustazione con Luciano Pignataro, Monica Piscitelli, Maria Teresa Lanza (consigliera nazionale Fisar) e Marco Ricciardi (delegato Ais Caserta) 6 campioni di Falerno del Massico Doc dell’annata 2004:

 

MASSERIA FELICIA- “Etichetta Bronzo”

PAPA – “Campantuono”

REGINA VIARUM – Primitivo “Barone”,

TRABUCCO – “Rapicano”

VILLA MATILDE – “Camarato”

VOLPARA – Riserva “Tuoro”

 

Orizzontale su prenotazione (max 30 posti – 10 euro) a: campaniachevai@gmail.com.Per informazioni: campaniachevai@gmail.com – Monica Ambrosino di Bruttopilo (3283316300) – Monica Piscitelli (3480063619) e Novella Talamo (ntalamo@gmail.com).

Nell’ambito della iniziativa, ospitata nelle sale della panoramica Villa Domi, alcuni momenti di approfondimento.
Giuseppe Bellone, direttore artistico, illustrerà in anteprima la terza edizione del Premio Falerno Primo Romanzo, kermesse che nasce nel 2010 nell’ambito del Capua il Luogo della Lingua festival con l’obiettivo di coniugare il “nettare di Bacco” con la letteratura. Nel suggestivo scenario del Palazzo Lanza di Capua, da marzo a giugno, si avvicendano gli scrittori esordienti valutati da una giuria di scrittori di fama nazionale di origine campana. Ad ognuno scrittore è abbinata un’azienda produttrice di Falerno tra quelle che aderiscono all’iniziativa.L’agronomo e enologo Nicola Trabucco darà un’anticipazione delle interessanti scoperte che ha fatto sul Massico nel corso delle sue ricerche per la stesura del suo ultimo libro “Le Terre del Falerno” che sarà presentanto in anteprima al Vinitaly 2012.

Il presidente del Consorzio di tutela dei vini Doc Falerno del Massico, Asprinio e Galluccio Salvatore Avallone descriverà i progetti dell’organizzazione della quale è alla guida dal gennaio dello scorso anno.

Farà il suo esordio a Napoli, nel corso della kermesse, l’Associazione Nazionale Cuoche a domicilio guidata da Elena Maria Curzio. La delegazione campana dell’Associazione proporrà i suoi “Sfizi di Terra di lavoro” ricercando l’abbinamento con i Falerno protagonisti grazie alla consulenza degli organizzatori e della sommelier Magda Garufi, membro della Associazione. Il debutto napoletano della Associazione sarà salutato dallo scrittore Pino Imperatore che tra il Rione Sanità e la Salita Scudillo, scenario della kermesse, ha ambientato il suo “Benvenuti in casa Esposito”, testo ricco di ricette e racconti in uscita in queste settimane. L’autore sarà presente.

A testimonianza la vitalità del territorio casertano, saranno presenti due nuove realtà associative:

- “Ager Campanus”, presieduta da Nino Scano. Nata nel 2011, l’Associazione, attraverso attività culturali, didattiche ed editoriali, punta a diffondere e valorizzare tutte le eccellenze campane e l’immagine dell’intera regione in Italia e all’Estero riservando particolare attenzione alla tradizione enologica e al patrimonio storico – culturale.


- “Confraternita del Falerno”, nata nel 2010, per iniziativa di un gruppo di amici appassionati e bevitori ha la sua sede in Carinola (Caserta), nel cuore del territorio dell’Ager Falernus. Guidata da Giuseppe Garozzo Zannini Quirini, priore, la Confraternita è autrice di una serie di incontri itineranti per appassionati e addetti al settore con tema il Falerno.

Nel corso dell’iniziativa le Condotte Slow Food di Napoli, guidata da Giuseppe Mandarano, e quella del Massico e Roccamonfina, guidata da Giuseppe Orefice, proporanno un incontro all’insegna del buono, pulito e giusto tra il tradizionale pane artigianale dell’area cittadina di Napoli e la nuovissima Dop Terre Aurunche della quale darà alcuni dettagli il fiduciario della Condotta Slow Food Massico e Roccamonfina.

Una grande orizzontale FALERNO A NAPOLI. Il millesimo 2004. Un momento tecnico di svolgerà alle ore 20,30 con la grande orizzontale dei Falerno partecipanti.
Il fil rouge della degustazione che interesserà il Falerno del Massico Doc prodotto da uve a bacca nera sarà la valutazione del millesimo 2004 e il confronto tra Primitivo e Aglianico, i due vitigni utilizzati per la realizzazione delle etichette in commercio, e spesso considerati antagonisti.
Ad accompagnarla saranno i giornalisti Luciano Pignataro e Monica Piscitelli con Maria Teresa Lanza.(consigliera nazionale Fisar) e Marco Ricciardi (delegato Ais Caserta).

La Villa Domi
Ad ospitare la rassegna è la magnifica Villa di Via Scudillo, location non nuova alle iniziative del vino e della cultura del vivere e mangiare bene grazie alla sensibilità della patron Maria Rossi.
Le sale dell’edificio settecentesco che fu la residenza napoletana del banchiere di Goethe, e il giardino punteggiato di alberi monumentali con vista spettacolare sulla città, saranno lo scenario dell’appuntamento.

L’Associazione Cuoche a domicilio
Altro partner della iniziativa è l’Associazione presieduta da Maria Elena Curzio. La delegazione campana dell’Associazione nata lo scorso anno proporrà in occasione della rassegna uno stuzzicante banchetto di Sfizi con tema i prodotti di Terra di Lavoro.
E’ l’esordio della Associazione che annovera 5 socie in Campania e circa 25 in tutta Italia e i cui scopi sono la promozione della cultura delle ricette tradizionali.

IL FALERNO A NAPOLI è realizzata da Campaniachevai blog Monica Piscitelli www.campaniachevai.it e Luciano Pignataro Wine Blog www.lucianopignataro.itIn collaborazione con:


Villa Domi

www.villadomi.it


Associazione Nazionale Cuoche a Domicilio

www.associazionenazionalecuocheadomicilio.itCon la partecipazione di:


Ager Campanus
- Confraternita del Falerno
- Consorzio di tutela dei vini D.O.C. Falerno del Massico, Asprinio e Galluccio
- Premio Falerno Primo Romanzo
- Condotta Slow Food Massico e Roccamonfina
- Condotta Slow Food Napoli.

 

Per raggiungere la location:

Villa Domi – Salita Scudillo 19/a Napoli – www.villadomi.it – tel. 081. 5922233. La struttura è dotata di ampio parcheggio interno.

 

Dall’uscita della tangenziale di Capodimonte, salire in direzione della Reggia di Capodimonte. Proseguire ai semafori a sinistra sul Viale Colli Aminei per circa 1,5 km fino alla rotonda. Qui, all’altezza del negozio OVIESSE INDUSTRY, svoltare a sinistra imboccando la Salita Scudillo. Percorrerla fino alla Villa Domi

Commenta

Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): aisnapoli.it nel rispetto della legge italiana n. 196/2003 per la tutela della privacy ti informa che i dati personali che desideri comunicare al sito tramite gli appositi moduli (non obbligatori) saranno utilizzati unicamente per rispondere alle domande ed alle richieste inviate nonché per la normale gestione del forum e della newsletter. aisnapoli.it è il titolare della gestione di tali dati che non verranno ceduti a terzi, tuttavia potrebbero essere utilizzati da aisnapoli.it per future comunicazioni, anche a scopo promozionale di servizi esterni a aisnapoli.it. Inviando i tuoi dati, insieme alle richieste, all'iscrizione al forum ed alla newsletter, autorizzi aisnapoli.it ad utilizzarli come appena descritto. Tutti i dati personali disponibili a aisnapoli.it sono quindi raccolti direttamente online, all'atto della registrazione ad un servizio (a titolo di esempio: sito, newsletter, forum) e solo previa presa visione dell'informativa. Il conferimento di tali dati personali non ha carattere obbligatorio, ma l'eventuale rifiuto a fornirli impedisce, in relazione al rapporto tra il dato ed i servizi richiesti, l'esecuzione del servizio. Qualora deciderai di fornire i tuoi dati personali per utilizzare i servizi del sito, come espresso in questa pagina, dichiari di accettare e fornire il consenso al trattamento con l'atto dell'invio. Come richiesto dalla legge sulla privacy hai sempre diritto di ottenere da aisnapoli.it la conferma dell'esistenza o meno dei tuoi dati personali negli archivi di aisnapoli.it e la loro messa a disposizione in forma intellegibile, inoltre puoi richiedere di conoscere l'origine dei dati (aisnapoli.it registra l'indirizzo IP, la data e l'ora di ogni invio di dati), nonché la logica e le finalità su cui si basa il trattamento. Puoi sempre richiedere ed ottenere la cancellazione dei tuoi dati personali, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, nonché l'aggiornamento, la rettifica o, se vi è interesse, l'integrazione dei dati. Puoi infine opporti, per motivi legittimi, al trattamento stesso il che avvierà la procedura di cancellazione dei tuoi dati dai sistemi di aisnapoli.it.

Gli eventi dell'AIS Napoli
    • Nessun evento da mostrare
  • Video

    Tags