Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...corsi sommelier in partenza

Mercoledì 22 febbraio h.18:00 alla LIBRERIA MONDADORI di Piazza Trieste e Trento, 52, Napoli, Presentazione del libro “Partenope in pizzeria”: Viaggio affascinante nella storia della pizza. Pizzaioli e locali celebri a Napoli dal ’700 ad oggi ” di Giuseppe Giorgio (Edizioni Fi S.r.l.).
Con l’autore Giuseppe Giorgio interverranno:
Pietro Gargano (giornalista-storico musicale)
Giovanni Lucianelli (giornalista-direttore editoriale Forum Italia)
Giuseppina Scognamiglio (docente di letteratura italiana Università degli Studi di Napoli Federico II)
Aldo Di Mauro (scrittore filosofo)

Inoltre leggeranno alcuni brani tratti dal libro:
Gigi Savoia (attore e regista)
Umberto Bellissimo (attore e regista)
Massimo Masiello (attore e cantante)
“Partenope in Pizzeria”, è questo il titolo del nuovo libro dello scrittore e giornalista Giuseppe Giorgio, pubblicato dalle “Edizioni FI”. “Amorevole e sentito compendio sulla storia della pizza, dei locali e dei pizzaioli che l’hanno resa celebre nel tempo – così come afferma lo stesso autore – il lavoro intende dimostrare, viaggiando tra racconti, ricordi di grandi personaggi del passato ed inimitabili sapori fatti di fiere memorie ed identità culturali, quanto, per tutti i napoletani, la leggendaria specialità al forno non sia soltanto un tipico elemento culinario”. Per i lettori, così come recita lo stesso sottotitolo del volume, “un viaggio affascinante nella storia della pizza” capace di chiamare all’appello, grazie ad una sorta di appassionante passerella, tutti quei personaggi ad essa collegati dal ’700 ai giorni nostri. Con la prefazione di Pietro Gargano ed un pensiero introduttivo di Mimmo Liguoro, il libro in vendita nelle migliori librerie, nelle edicole e presente nelle pizzerie storiche della città, ribadisce quindi, così come afferma lo stesso Giorgio, un concetto della pizza inteso come prestigioso sinonimo di tradizione e storia sociale. “La pizza – scrive l’autore – è ciò che lo stesso popolo partenopeo ha creato con i sentimenti dell’anima e la forza delle mani, è saggezza, è la città racchiusa in un simbolo. La pizza rappresenta ogni avvenimento, ogni stato d’animo, ogni ostacolo superato, ogni conquista, soddisfa bisogni e necessità trasformandosi, a tavola in un largo piatto o tra i vicoli piegata a libretto tra le ribollenti mani, nella vera protagonista della celebrazione di un rito. Nasconde in sé i segreti di ogni napoletano e di ogni pizzaiolo, che custodendone con fermezza e attaccamento i prodigiosi misteri, la sospinge giorno dopo giorno al di là del concetto del tempo”. Con “Partenope in Pizzeria”, insomma, il noto “Critico Buongustaio” (così è anche conosciuto Giuseppe Giorgio per la sua lunga attività di attento critico teatrale da sempre affiancata da approfondite incursioni giornalistiche, televisive ed editoriali nel mondo dell’enogastronomia e delle eccellenze campane) osserva la pizza napoletana come una storia che continua ed ancora, come si può leggere tra le pagine del coinvolgente volume, come l’immagine del bene che trionfa sul male. “La pizza- ribadisce ancora l’autore- è ciò che segna la strada di chiunque la incontri, è ciò che rende speciale la città di Napoli da sempre solido scrigno della sua magia e dell’antica ed impareggiabile soavità”. Analizzando le varie versioni sulle origini della pizza “Margherita” dai Borbone al Risorgimento, rispolverando autorevoli brani dedicati alla leggendaria specialità firmati da personaggi del calibro di Salvatore Di Giacomo, Matilde Serao ed Emmanuele Rocco, ricordando le canzoni e le poesie celebri dedicate alla pizza da E.A. Mario a Viviani e da Aurelio Fierro a Giorgio Gaber ed effettuando una coinvolgente passeggiata tra tutti i più celebri locali di ieri e di oggi narrando le vicende di quelle famiglie che hanno saputo rendere la pizza famosa nel mondo, Giuseppe Giorgio, compie una vera e propria missione di salvaguardia e difesa nel nome di un prodotto che meglio di tutti riesce ad incarnare la vera essenza del popolo napoletano. Rivolgendosi infine, per quelle che lui stesso definisce “autorevoli conclusioni” ai più rappresentativi personaggi del mondo della cultura, dello spettacolo e dell’imprenditoria napoletana, per raccogliere nelle pagine finali del suo libro una nutrita serie di considerazioni e risposte scaturite dalla domanda “cosa rappresenta secondo lei la pizza per i napoletani?” Giuseppe Giorgio, riesce a formulare una sorta di moderno breviario filosofico che tirando in ballo autorevoli e popolari personalità tra cui, Marino Niola, Luigi De Filippo, Aldo Di Mauro, Manlio Santanelli, Marisa Laurito, Peppino Di Capri, Renato De Falco, Gino Rivieccio e Lello Esposito, meglio di tutti descrive l’immagine di una pizza non solo sinonimo di bontà e specialità tradizionale ma antico emblema di una città da sempre lavoratrice e produttrice che ancora non dimentica di essere stata la capitale di uno dei Regni più potenti d’Europa.

Commenta

Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): aisnapoli.it nel rispetto della legge italiana n. 196/2003 per la tutela della privacy ti informa che i dati personali che desideri comunicare al sito tramite gli appositi moduli (non obbligatori) saranno utilizzati unicamente per rispondere alle domande ed alle richieste inviate nonché per la normale gestione del forum e della newsletter. aisnapoli.it è il titolare della gestione di tali dati che non verranno ceduti a terzi, tuttavia potrebbero essere utilizzati da aisnapoli.it per future comunicazioni, anche a scopo promozionale di servizi esterni a aisnapoli.it. Inviando i tuoi dati, insieme alle richieste, all'iscrizione al forum ed alla newsletter, autorizzi aisnapoli.it ad utilizzarli come appena descritto. Tutti i dati personali disponibili a aisnapoli.it sono quindi raccolti direttamente online, all'atto della registrazione ad un servizio (a titolo di esempio: sito, newsletter, forum) e solo previa presa visione dell'informativa. Il conferimento di tali dati personali non ha carattere obbligatorio, ma l'eventuale rifiuto a fornirli impedisce, in relazione al rapporto tra il dato ed i servizi richiesti, l'esecuzione del servizio. Qualora deciderai di fornire i tuoi dati personali per utilizzare i servizi del sito, come espresso in questa pagina, dichiari di accettare e fornire il consenso al trattamento con l'atto dell'invio. Come richiesto dalla legge sulla privacy hai sempre diritto di ottenere da aisnapoli.it la conferma dell'esistenza o meno dei tuoi dati personali negli archivi di aisnapoli.it e la loro messa a disposizione in forma intellegibile, inoltre puoi richiedere di conoscere l'origine dei dati (aisnapoli.it registra l'indirizzo IP, la data e l'ora di ogni invio di dati), nonché la logica e le finalità su cui si basa il trattamento. Puoi sempre richiedere ed ottenere la cancellazione dei tuoi dati personali, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, nonché l'aggiornamento, la rettifica o, se vi è interesse, l'integrazione dei dati. Puoi infine opporti, per motivi legittimi, al trattamento stesso il che avvierà la procedura di cancellazione dei tuoi dati dai sistemi di aisnapoli.it.

Gli eventi dell'AIS Napoli
    • dal 18 ott 2018 al 18 ott 2018 alle ore:20:30

      18 Ottobre all’Enopanetteria, #Bevolution: lunga vita ai bianchi all’Enopanetteria

      Mancano: 1 giorno e 03:43 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
  • Video

    Tags