Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...eventi aisnapoli

Pozzuoli applaude la “Eat Parade” di Bruno Gambacorta

Pubblicato da aisnapoli il 16 - marzo - 2012 Versione PDF

Di Mauro Illiano

La cultura eno-gastronomica è nuovamente di stanza a Pozzuoli, con Bruno Gambacorta ed il suo ultimo libro “Eat Parade”

Sul fare e sul discutere di “cibo” si cimentano in tanti. Tuttavia, coloro che dal semplice atto di cucinare o parlare di ciò che bolle in pentola riescono ad estrarre un valore più profondo, beh, sono veramente pochi.

Dietro ogni pietanza, dietro ogni preparazione, dietro ogni uomo o donna di cucina, si nasconde  una storia; ricca o povera, banale o misteriosa, ma comunque unica e da raccontare. Bruno Gambacorta, lo sa, e non lo ha scoperto da poco.

Pioniere del giornalismo gastronomico, e fondatore della rubrica televisiva Eat Parade (per Rai 2), Bruno percorre l’Italia dal 1998, e lo fa nella duplice veste di giornalista e scopritore di emozioni per il palato.

Il suo obiettivo, com’egli stesso afferma, è quello di sostenere la cultura del gusto, mettendo a disposizione di tutti  le informazioni tratte dai suoi viaggi, onde donare al magnifico mondo del cibo il più nobile ruolo di pianeta del sapere.

Così, dal passo alla penna, i racconti prendono la forma di un libro (Eat Parade – di Bruno Gambacorta – Vallardi Editore), quello che l’autore ci ha raccontato nei suggestivi scenari di Villa di Livia in Pozzuoli. Accanto allo scrittore non poteva esservi miglior Cicerone di Rosario Mattera –  Presidente dell’associazione “Campi flegrei a tavola” nonché organizzatore di “Malazè”, un vero must della cultura eno-gastronomica flegrea – che, in veste di rappresentante degli ardenti Campi, ha accolto con grande gioia lo sforzo letterario del giornalista.

Parole solenni e onorevoli intenti, discorsi animati e storie accattivanti, hanno tenuto sintonizzata l’attenzione dei presenti. E vini, e vivande hanno allietato il tempo scorso sopra le teste dei partecipanti, creazioni per metà appartenenti alla natura, per l’altra metà frutto delle sapienti mani degli chefs dei Ristoranti Abraxas  e  La Cucina di Ruggiero, nonché del connubio tra le vigne e i vignaioli delle cantine Quartum.

Durante il corso dell’evento ho avuto modo di porre qualche domanda allo Scrittore, ecco a voi la mini intervista:

Domanda: Lei fu pioniere del giornalismo gastronomico televisivo, con la sua rubrica introdusse un luogo d’incontro tra i sapori della terra e le tavole degli italiani. Quale crede possa essere oggi il nuovo punto d’incontro? E’ cambiato qualcosa?

Risposta: Credo che la televisione sia, ancora oggi, uno straordinario mezzo di comunicazione. Il problema, tuttavia, non sta nel mezzo, ma nel modo che si adopera per comunicare. Questo libro, ad esempio, nasce dalla voglia di raccontare più in profondità le storie che ho raccolto sul percorso durante la mia carriera di giornalista, storie complesse, che non avrei potuto racchiudere nei tempi televisivi.

Domanda: Durante i 14 anni trascorsi a “vagabondare” in tutta Italia, tante cose sono cambiate in ambito gastronomico, dalla sofisticazione dei piatti alla ricerca del prodotto a kilometro zero, quale crede sia la prossima frontiera del gusto?

Risposta: Beh, la vera scommessa è quella di riuscire a saldare tradizione e modernità. E’ uno dei problemi più annosi della gastronomia. Sarebbe bello e produttivo al tempo stesso se gli interpreti della vecchia scuola ed i rappresentanti della nuova cultura gastronomica riuscissero, finalmente, ad unire i propri sforzi. Oltre tutto, ritengo che questo sia anche un gap dell’Italia verso gli altri Paesi. E’ come se, in qualche modo, la nostra immensa cultura in campo culinario fosse, al contempo, un elemento di  distinzione ed un fardello da portarsi dietro.

Domanda: Parliamo un po’ di Pozzuoli e dei Campi Flegrei. A quale dei tanti prodotti di questa terra, vera fucina di emozioni per gaudenti, si sente legato? Può dirci il perché?

Risposta: Risponderò a questa domanda dicendo che il vero miracolo di questa terra è lo straordinario quanto unico mix di valori in campo, ovvero la possibilità, senza eguali, di offrire ai visitatori un connubio tra arte, gusto, ed incantevoli paesaggi naturalistici. Quando si posseggono tutte queste cose non si abbisogna di null’altro, ed i Campi Flegrei hanno il pregio della completezza.

Commenta

Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): aisnapoli.it nel rispetto della legge italiana n. 196/2003 per la tutela della privacy ti informa che i dati personali che desideri comunicare al sito tramite gli appositi moduli (non obbligatori) saranno utilizzati unicamente per rispondere alle domande ed alle richieste inviate nonché per la normale gestione del forum e della newsletter. aisnapoli.it è il titolare della gestione di tali dati che non verranno ceduti a terzi, tuttavia potrebbero essere utilizzati da aisnapoli.it per future comunicazioni, anche a scopo promozionale di servizi esterni a aisnapoli.it. Inviando i tuoi dati, insieme alle richieste, all'iscrizione al forum ed alla newsletter, autorizzi aisnapoli.it ad utilizzarli come appena descritto. Tutti i dati personali disponibili a aisnapoli.it sono quindi raccolti direttamente online, all'atto della registrazione ad un servizio (a titolo di esempio: sito, newsletter, forum) e solo previa presa visione dell'informativa. Il conferimento di tali dati personali non ha carattere obbligatorio, ma l'eventuale rifiuto a fornirli impedisce, in relazione al rapporto tra il dato ed i servizi richiesti, l'esecuzione del servizio. Qualora deciderai di fornire i tuoi dati personali per utilizzare i servizi del sito, come espresso in questa pagina, dichiari di accettare e fornire il consenso al trattamento con l'atto dell'invio. Come richiesto dalla legge sulla privacy hai sempre diritto di ottenere da aisnapoli.it la conferma dell'esistenza o meno dei tuoi dati personali negli archivi di aisnapoli.it e la loro messa a disposizione in forma intellegibile, inoltre puoi richiedere di conoscere l'origine dei dati (aisnapoli.it registra l'indirizzo IP, la data e l'ora di ogni invio di dati), nonché la logica e le finalità su cui si basa il trattamento. Puoi sempre richiedere ed ottenere la cancellazione dei tuoi dati personali, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, nonché l'aggiornamento, la rettifica o, se vi è interesse, l'integrazione dei dati. Puoi infine opporti, per motivi legittimi, al trattamento stesso il che avvierà la procedura di cancellazione dei tuoi dati dai sistemi di aisnapoli.it.

Gli eventi dell'AIS Napoli
    • dal 03 mag 2014 al 03 mag 2014 alle ore:09:30

      Dal 3 Maggio, “20 ANNI di DOC”, Auguri Campi Flegrei! Ciclo di appuntamenti in vigna con Ais Napoli e Malazè

      Mancano: 8 giorni e 20:35 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
    • dal 10 mag 2014 al 31 mag 2014 alle ore:09:00

      “Il Corpo del Vino”, corso di aggiornamento Ais Campania per sommelier a cura di Armando Castagno

      Mancano: 15 giorni e 20:05 ore.
  • Video

    Tags