Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...corsi sommelier in partenza

Le Olimpiadi della Pizza a Napoli

Pubblicato da aisnapoli il 8 - luglio - 2012 Versione PDF

Di Vincenzo Busiello

La Città della Scienza è stata la location perfetta per ospitare la prima edizione delle Olimpiadi della Verace Pizza Napoletana, la prima Convention Internazionale dell’Associazione Verace Pizza Napoletana con la partecipazione di oltre 100 pizzaioli provenienti da 4 continenti che hanno gareggiato ai giochi olimpici della pizza e hanno partecipato ai laboratori del gusto e incontri scientifici.

La conferenza di apertura delle Olimpiadi ha avuto come protagonisti Antonio Pace, Presidente dell’Associazione Verace Pizza Napoletana che ha parlato dell’importanza dell’evento e di continuare con la diffusione della Verace pizza Napoletana nel mondo, il prof. Vincenzo Fogliano, Dipartimento di Scienza degli Alimenti Università Federico II, Nino Pascale, Presidente Slow Food Campania, Tommaso Luongo, Delegato AIS Napoli, Lello Surace, Vicepresidente AVPN e responsabile concorsi delle Olimpiadi della Verace Pizza Napoletana, gli interventi sono stati moderati da Massimo di Porzio, Vicepresidente Vicario AVPN.

Gli oltre 100 pizzaioli, si sono sfidati nelle 5 diverse discipline:

Pizza Classica, Pizza fantasia, Pizza artistica, Pizza fritta, e Pizza Mastunicola, gli elementi indispensabili sono stati il talento, la creatività, e il rispetto dei valori dell’Associazione Verace Pizza Napoletana.

La serata conclusiva ha visto la partecipazione anche di personaggi famosi del mondo dello spettacolo (Julija Majarčuk, Massimiliano Gallo), artistico (Lello Esposito), imprenditoriale (Maurizio Marinella) e sportivo (Davide Tizzano) e delle professioni (Umberto Masucci), che si sono cimentati nella preparazione della classica pizza margherita sotto l’aiuto di esperti maestri pizzaioli (Lello Surace, Gino Sorbillo, Guglielmo Vuolo, Enzo Coccia, Ciro Salvo) a giudicare le pizze delle Stelle è stata una giuria di esperti del settore presieduta da Alfonso Iaccarino.

È Ohoka Shushei il vincitore della prima edizione delle Olimpiadi della Verace Pizza Napoletana, organizzate dall’Associazione Verace Pizza Napoletana a Città della Scienza, dal 3 al 5 luglio. Il pizzaiolo giapponese ha trionfato nella disciplina “Pizza Classica”. Classe 1979, Shushei vive a Hiroshima, dove lavora alla pizzeria “Pizza Riva”. Secondo e terzo posto per il napoletano Alberto Arino (“La Caraffa”), e per Noda Hironori del ristorante “Magazzino” di Kashiba (Giappone).È l’Italia il Paese che, invece, si aggiudica il maggior numero di medaglie, posizionandosi al primo posto nel Medagliere Internazionale. In seconda posizione il Giappone, terzi gli Stati Uniti.

La migliore “Pizza Fantasia” (l’innovazione della tradizione secondo il disciplinare dell’AVPN) è, invece, quella realizzata da Giuseppe Cravero de “Il Babà” di Vetralla (Viterbo). Seguono Fujiwara Hideo (Giappone – “Pizzeria del Re”) e Josè Barrios (Usa – Vpn Americas).

Per la “Mastunicola”, secondo molti la vera antenata della pizza, ha vinto Salvatore Gatta del “Fandango Cafè” di Scalera di Filiano (Potenza). Argento per Cristiano De Rinaldi (“Sasà Pizza Mia – Napoli) e bronzo per Nakamura Takumi (Giappone).

Re della “Pizza Fritta” è l’italoamericano Dino Santonicola (Stati Uniti – Pizzeria “Il cane rosso”). Al secondo posto Michele Esposito (“Mo te magn a pizza” – Napoli), terzo Alfredo Jr Fico (Antica Pizzeria Donnaregina – Napoli).

Il più creativo è stato il giapponese Komatsu Masakazu (Pizzeria “Da Masaniello), medaglia d’oro per la “Pizza Artistica”. Il pizzaiolo nipponico ha incantato la giuria presieduta dall’artista Lello Esposito con un Pulcinella fatto di pasta di pizza. Argento e bronzo per due Maestri de “La Caraffa” di Napoli: Alberto Arino e Stanislao Marra.

È, infine, l’attore Massimiliano Gallo il vincitore di “Pizza con le Stelle”, la gara che ha visto protagonisti nell’inedito ruolo di impastatori artisti, imprenditori e campioni sportivi. L’attore napoletano, in coppia con il Pizza Trainer Lello Surace, ha avuto la meglio sugli altri concorrenti: Maurizio Marinella, Lello Esposito, Umberto Masucci, Davide Tizzano e Julija Majarčuk.

Questa manifestazione durata 3 giorni è stata veramente sorprendente dal punto di vista dei seminari e laboratori del Gusto tenuti da esperti del settore, come il primo Master of Food Pizza condotto da Vito Trotta, responsabile regionale Presidi Slow Food con la collaborazione di Attilio Bachetti, o il laboratorio “Come il cacio sulla pizza” di Antonio Puzzi, membro del consiglio nazionale Slow Food Italia, o come i due laboratori sull’abbinamento pizza/vino organizzati dall’AIS “Bollicine e pizza fritta” e ” abbinamento di vini campani con la pizza” coordinati dal delegato AIS Napoli, Tommaso Luongo, inoltre l’Associazione Italiana Sommelier di Napoli ha organizzato banchi di degustazione di vini durante tutte le Olimpiadi con la presenza di Grotta del Sole e Feudi di San Gregorio.

album 1 giorno

album 2 giorno

album 3 giorno

Commenta

Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): aisnapoli.it nel rispetto della legge italiana n. 196/2003 per la tutela della privacy ti informa che i dati personali che desideri comunicare al sito tramite gli appositi moduli (non obbligatori) saranno utilizzati unicamente per rispondere alle domande ed alle richieste inviate nonché per la normale gestione del forum e della newsletter. aisnapoli.it è il titolare della gestione di tali dati che non verranno ceduti a terzi, tuttavia potrebbero essere utilizzati da aisnapoli.it per future comunicazioni, anche a scopo promozionale di servizi esterni a aisnapoli.it. Inviando i tuoi dati, insieme alle richieste, all'iscrizione al forum ed alla newsletter, autorizzi aisnapoli.it ad utilizzarli come appena descritto. Tutti i dati personali disponibili a aisnapoli.it sono quindi raccolti direttamente online, all'atto della registrazione ad un servizio (a titolo di esempio: sito, newsletter, forum) e solo previa presa visione dell'informativa. Il conferimento di tali dati personali non ha carattere obbligatorio, ma l'eventuale rifiuto a fornirli impedisce, in relazione al rapporto tra il dato ed i servizi richiesti, l'esecuzione del servizio. Qualora deciderai di fornire i tuoi dati personali per utilizzare i servizi del sito, come espresso in questa pagina, dichiari di accettare e fornire il consenso al trattamento con l'atto dell'invio. Come richiesto dalla legge sulla privacy hai sempre diritto di ottenere da aisnapoli.it la conferma dell'esistenza o meno dei tuoi dati personali negli archivi di aisnapoli.it e la loro messa a disposizione in forma intellegibile, inoltre puoi richiedere di conoscere l'origine dei dati (aisnapoli.it registra l'indirizzo IP, la data e l'ora di ogni invio di dati), nonché la logica e le finalità su cui si basa il trattamento. Puoi sempre richiedere ed ottenere la cancellazione dei tuoi dati personali, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, nonché l'aggiornamento, la rettifica o, se vi è interesse, l'integrazione dei dati. Puoi infine opporti, per motivi legittimi, al trattamento stesso il che avvierà la procedura di cancellazione dei tuoi dati dai sistemi di aisnapoli.it.

Gli eventi dell'AIS Napoli
    • dal 31 mar 2017 al 31 mar 2017 alle ore:20:00

      31 Marzo, ASTORIA si presenta: 30 anni, 40 ettari e 9 vini

      Mancano: 3 giorni e 10:47 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
    • dal 06 apr 2017 al 06 apr 2017 alle ore:20:00

      6 Aprile, Trappist-10, 10 birre per 10 birrifici trappisti all’Hotel Renaissance

      Mancano: 9 giorni e 10:47 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
  • Video

    Tags