Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...corsi sommelier in partenza

Un Vulcano di scienza a Napoli

Pubblicato da aisnapoli il 26 - novembre - 2012 Versione PDF

Di Mauro Illiano

Vulcania Napoli o, se vi par più consono, Vulcani-A Napoli.

E’ il 23 Novembre 2012, una giornata calda e placida avvolge come un mantello la città partenopea, mentre la scienza e la mitologia del vino cullano letteralmente i fortunati testimoni di un evento memorabile in ambito “vulcanenologico”.

Il forum internazionale dei vini bianchi da suoli di origine vulcanica per la prima volta approda a Napoli. Così, per una volta, lo storico Palazzo della Borsa si trasforma in un luogo in cui l’unico affare è esserci, per imparare, per raccontare, per scoprire la scienza che vive oltre il contenuto di un semplice calice di vino. Una scienza “terra terra”, come ironicamente descritto dai superlativi relatori in sala, lì dove c’è tanto da imparare ancora, ed altro non è dato all’uomo che di interpretare le rughe di ogni singola zolla vitata posta a ridosso di un vulcano.

Discussioni sulla peculiarità di terreni ardenti si alternano a riflessioni solo apparentemente più leggere, afferenti la straordinarietà in termini gustativi e strutturali delle uve ottenute da viti figlie del fuoco. Presidenti e professori, scienziati ed enologi, uniti nell’intento di fotografare l’immagine che il tempo ed il confronto, durante le ben cinque ore di vita e di vite scorse, hanno impresso su una diapositiva dal prodigioso potere contrastante. Un contrasto fatto di territori e di storie, di interpretazioni e di espressioni, un contrasto figlio dell’unione di sei esperienze eterogenee eppur germane.

E mentre diapositive raffiguranti icone sacre e luoghi dalla beata perfezione scorrono negli occhi dei presenti, le loro mani tastano materialmente il risultato di tante eruzioni, le dita sono ora sporche, e la teoria ha preso ad esistere sulla pelle dei partecipanti. Il risultato di tale binomio è un senso di completa partecipazione, quasi di appartenenza alla storia che va a formarsi. Un solo elemento manca affinché la compenetrazione sia completa, ovvero l’atto della consumazione della terra e dei suoi frutti. Il sigillo è apposto con il più semplice degli umani gesti, il giro di compasso rappresentato dal gomito che flettendosi porta il bicchiere alla bocca, il vino scorre in gola, la storia è ora nell’uomo, e l’uomo irrimediabilmente diventa parte della storia.

..Era il 23 Novembre 2012, e una giornata calda e placida avvolgeva come un mantello la città partenopea, sullo sfondo il contrasto tra un mare azzurro ed un pallido cielo pastellato in fiordaliso, dinanzi a tutto un enorme vulcano sembrava annuire all’uomo che catarticamente si inchinava alla natura dei luoghi..

Questo è solo l’inizio della storia, di una nuova storia d’amore tra l’uomo e la terra.

Hanno preso parte all’evento:

Maurizio Maddaloni, presidente della Camera di Commercio di Napoli

Pasquale Russo, presidente di Agripromos

Daniela Nugnes, consigliere regionale della Campania con delega all’agricoltura

Michele Farro, presidente consorzio vini dei Campi Flegrei

Attilio Scienza, ordinario Facoltà Viticoltura di Milano

Fabio Terribile, ordinario Facoltà di Agraria di Portici

Antonella Monaco, tecnico MUSA

Gerardo Vernazzaro, enologo Cantine Astroni – Campi Flegrei

Andrea D’Ambra, enologo D’Ambra Vini – Isola d’Ischia

Sergio Romano, enologo – Vesuvio

Laura Gambacorta, Ufficio stampa evento

Associazione Italiana Sommelier Napoli, servizio sommelier in sala

Foto di Michela Guadagno

Un Commento a “Un Vulcano di scienza a Napoli”

  1. deborah dice:

    Bonjorno gerardo! We are waiting for your new sparkling wine that we tasted in Aug. at your cantina…friends of Michele.

Commenta

Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): aisnapoli.it nel rispetto della legge italiana n. 196/2003 per la tutela della privacy ti informa che i dati personali che desideri comunicare al sito tramite gli appositi moduli (non obbligatori) saranno utilizzati unicamente per rispondere alle domande ed alle richieste inviate nonché per la normale gestione del forum e della newsletter. aisnapoli.it è il titolare della gestione di tali dati che non verranno ceduti a terzi, tuttavia potrebbero essere utilizzati da aisnapoli.it per future comunicazioni, anche a scopo promozionale di servizi esterni a aisnapoli.it. Inviando i tuoi dati, insieme alle richieste, all'iscrizione al forum ed alla newsletter, autorizzi aisnapoli.it ad utilizzarli come appena descritto. Tutti i dati personali disponibili a aisnapoli.it sono quindi raccolti direttamente online, all'atto della registrazione ad un servizio (a titolo di esempio: sito, newsletter, forum) e solo previa presa visione dell'informativa. Il conferimento di tali dati personali non ha carattere obbligatorio, ma l'eventuale rifiuto a fornirli impedisce, in relazione al rapporto tra il dato ed i servizi richiesti, l'esecuzione del servizio. Qualora deciderai di fornire i tuoi dati personali per utilizzare i servizi del sito, come espresso in questa pagina, dichiari di accettare e fornire il consenso al trattamento con l'atto dell'invio. Come richiesto dalla legge sulla privacy hai sempre diritto di ottenere da aisnapoli.it la conferma dell'esistenza o meno dei tuoi dati personali negli archivi di aisnapoli.it e la loro messa a disposizione in forma intellegibile, inoltre puoi richiedere di conoscere l'origine dei dati (aisnapoli.it registra l'indirizzo IP, la data e l'ora di ogni invio di dati), nonché la logica e le finalità su cui si basa il trattamento. Puoi sempre richiedere ed ottenere la cancellazione dei tuoi dati personali, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, nonché l'aggiornamento, la rettifica o, se vi è interesse, l'integrazione dei dati. Puoi infine opporti, per motivi legittimi, al trattamento stesso il che avvierà la procedura di cancellazione dei tuoi dati dai sistemi di aisnapoli.it.

Gli eventi dell'AIS Napoli
    • dal 24 lug 2017 al 24 lug 2017 alle ore:19:00

      24 Luglio, #teledoiolebollicine 2017 Nona edizione al Nabilah

      Mancano: 1 giorno e 01:22 ore.
  • Video

    Tags