Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...corsi sommelier in partenza

Il Mare e il Vino sul CastelloDi Mauro Illiano

Gabbiani inebriati dal profumo di fondi di bicchieri ebbri di promiscue gocce d’uva, il sibilo prodotto dal lamento del vento che nel fendere le solcate vie di un castello porta, di soglia in soglia, il profumo del sale. La metà di un arco disegnata da un sole docile di inizio Giugno, e scintillanti calici puntellanti ora di paglierino, ora di rosa, poi di porpora, impalmati come candele ad illuminare un percorso di qualche migliaio di passi. Gioco e lavoro, diletto e professione, questo è il Vitigno Italia, alla sua IX edizione.

Ancora Napoli, ancora le enormi stanze del Castel dell’Ovo, ricche di evocazione e di storia, a fare da palcoscenico al più importante evento vinicolo del Sud Italia. Tante, tantissime le aziende presenti in fiera, a rappresentare tutto il Paese, ma non solo. Quest’anno, oltre al consueto spazio destinato al Sigaro Toscano, hanno fatto capolino gli stands dedicati alla Pasta, rappresentata dal Pastificio Di Martino, al Formaggio, rappresentato dai consorzi Mozzarella di Bufala Campana dop, Gorgonzola, Parmigiano Reggiano e Pecorino Romano, ed ai salumi, egregiamente rappresentati dall’azienda Levoni. Interessanti anche i corners dedicati alle acque, ai distillati, ai calici, al caffè, e ad una serie di altre aziende in diverso modo collegate al mondo del vino.

Enoteca regionale con Ais CampaniaIl tutto concentrato in una tre giorni da brivido. Immensa la scelta per i visitatori che, come accennato, hanno avuto l’opportunità di visitare ed assaggiare quanto di più interessante prodotto da circa cento aziende vinicole, intervallando tali assaggi del bere con altrettanto interessanti saggi di prodotti gastronomici. Ed oltre al libero assaggio, un fittissimo programma di conferenze e degustazioni guidate ha impreziosito la tre giorni partenopea. Focus su vini campani, toscani o piemontesi, parentesi dedicate ai formaggi, storia ed arte ad incrociare il vino, tutto sublimemente condotto dalle più abili figure delle tre associazioni di sommelier più radicate in Italia, accompagnati da altrettanto valide figure dei più svariati settori, dal giornalismo all’arte contemporanea.

L’evento, patrocinato dalla Regione Campania, dal Comune di Napoli e da Unioncamere Campania, è stata l’occasione, ancora una volta, per mostrare al pubblico il più bel volto di Napoli.

La sigaraia nello stand del Club del ToscanoVenendo ad una sintesi di quanto percepito, aggirandomi nelle affollate vie del Castello, tendo ad evidenziare il fatto che la manifestazione è stata, senza alcun dubbio, portatrice di gioia. Tanti i volti, italiani e non, visibilmente appagati colti in giro, e positiva anche l’opinione degli espositori, sempre più soddisfatti dell’enorme affluenza all’evento e, a dir loro, sempre più stimolati dalla presenza di un pubblico qualificato.

Positivo, a mio avviso, il segnale lanciato dalla presenza di diverse new entry alla manifestazione, soprattutto in considerazione della eterogeneità delle zone di provenienza degli stessi produttori, a testimoniare la crescita complessiva del Salone, anche in termini di sdoganamento da una dimensione sud italiana per l’approdo ad una nuova portata decisamente nazionale.

Che sia occasione per promuovere i propri vini, che valga da spunto a nuove forme di turismo, sia esso il vanto di una città in costante metamorfosi, o financhePaolo Cotroneo illustra i vini di Fattoria La Rivolta il crocevia in cui gli amanti del vino si ritrovano, anno dopo anno, per incrociare destini e calici, non importa, poiché il Vitigno Italia è un bene da custodire, un momento da conservare, l’eterna opportunità di esporre l’abilità e la cordialità di un popolo.

La calma regna sul cielo di Napoli, ed uno sciame di gabbiani è ora riunito in volo a simulare un sacro cerchio. Nell’aria non v’è che il ricordo di una tre giorni entusiasmante, figlia di una creatura mentale di soli nove anni d’età. Volge, così, al termine un momento di festa e cultura cittadina, ed io meglio non saprei congedarmi da questo vivere, che con un piccolo passo del più noto dei canti carnascialeschi del Magnifico Lorenzo:

“Quant’è bella giovinezza,

Che si fugge tuttavia!

Chi vuol essere lieto, sia:

Di doman non c’è certezza”

Canzona di Bacco – Lorenzo de’ Medici

 

Al prossimo Vitigno Italia…

2 Commenti a “Vitigno Italia 2013: Un volo di tre giorni volge al termine…”

  1. massimo dice:

    Prosit

  2. L’articolo sul Vitigno Italia ha sempre un sapore particolare per me… Mi ricordo tutto, dalla prima edizione. La mia passione per il vino è indissolubilmente legata a questo evento, che ogni anno rappresenta un test del mio evolvere.. Il mio approccio ad ogni edizione è la fotografia del mio rapporto con quel magnifico mondo che è il vino.

Commenta

Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): aisnapoli.it nel rispetto della legge italiana n. 196/2003 per la tutela della privacy ti informa che i dati personali che desideri comunicare al sito tramite gli appositi moduli (non obbligatori) saranno utilizzati unicamente per rispondere alle domande ed alle richieste inviate nonché per la normale gestione del forum e della newsletter. aisnapoli.it è il titolare della gestione di tali dati che non verranno ceduti a terzi, tuttavia potrebbero essere utilizzati da aisnapoli.it per future comunicazioni, anche a scopo promozionale di servizi esterni a aisnapoli.it. Inviando i tuoi dati, insieme alle richieste, all'iscrizione al forum ed alla newsletter, autorizzi aisnapoli.it ad utilizzarli come appena descritto. Tutti i dati personali disponibili a aisnapoli.it sono quindi raccolti direttamente online, all'atto della registrazione ad un servizio (a titolo di esempio: sito, newsletter, forum) e solo previa presa visione dell'informativa. Il conferimento di tali dati personali non ha carattere obbligatorio, ma l'eventuale rifiuto a fornirli impedisce, in relazione al rapporto tra il dato ed i servizi richiesti, l'esecuzione del servizio. Qualora deciderai di fornire i tuoi dati personali per utilizzare i servizi del sito, come espresso in questa pagina, dichiari di accettare e fornire il consenso al trattamento con l'atto dell'invio. Come richiesto dalla legge sulla privacy hai sempre diritto di ottenere da aisnapoli.it la conferma dell'esistenza o meno dei tuoi dati personali negli archivi di aisnapoli.it e la loro messa a disposizione in forma intellegibile, inoltre puoi richiedere di conoscere l'origine dei dati (aisnapoli.it registra l'indirizzo IP, la data e l'ora di ogni invio di dati), nonché la logica e le finalità su cui si basa il trattamento. Puoi sempre richiedere ed ottenere la cancellazione dei tuoi dati personali, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, nonché l'aggiornamento, la rettifica o, se vi è interesse, l'integrazione dei dati. Puoi infine opporti, per motivi legittimi, al trattamento stesso il che avvierà la procedura di cancellazione dei tuoi dati dai sistemi di aisnapoli.it.

Gli eventi dell'AIS Napoli
    • dal 09 nov 2017 al 09 nov 2017 alle ore:20:00

      9 Novembre, Non solo Oktoberfest al Renaissance Mediterraneo

      Mancano: 20 giorni e 23:06 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
  • Video

    Tags