Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...corsi sommelier in partenza

snaphot 014-002Di Karen Phillips
Dopo 3 anni di Vineyard Hopping, ho voluto provare qualcosa di nuovo … e un po’diverso. Un modo per unire il mio amore per la fotografia e il vino in diretta, sotto lo stesso tetto. Un modo per condividere le mie esperienze nei vigneti con gli appassionati del vino . Un’istantanea di un territorio, si fa per dire …
Circa un mese fa, dopo un pomeriggio di relax sulla spiaggia con alcuni produttori di vino mi è venuta l’idea. Perché non una degustazione di vino / mostra fotografica /serata intima con gli amici che vogliono scavare più in profondità nel territorio. Il territorio dei Campi Flegrei.
snaphot 029-001Quattro cantine … quattro produttori, che hanno giocato un ruolo fondamentale nella mia crescita come blogger e alla fine come sommelier, sono stati più che felici di partecipare a questa avventura … La Sibilla, Grotta del Sole, Cantine Astroni, e Azienda Agricola Agnanum. Quando la data della degustazione si avvicinava, il nostro intento iniziale di condividere quattro vini è cresciuto, così come il nostro entusiasmo. Da parte mia, ho deciso di visitare nuovamente tutte e quattro le aziende vinicole e di scattare nuove foto di un territorio vario che non smette mai di stupirmi. Quattro cantine a 15/20 minuti l’una dall’altra. I diversi sistemi di allestimento, altitudini e suoli differenti, e le filosofie. Quattro cantine che erano disposte, ancora una volta, a rispondere alle mie domande, soddisfare la mia curiosità e, quando necessario, mi hanno permesso di stare del tempo da sola nei loro vigneti o in cantina dove mi potevo rilassare e sentire a casa.
snaphot 036-001Allora, il 24 luglio, una degustazione sold out, la prima degustazione a La Sibilla nella rinnovata Sala di deguastazione. Una stanza piena di amici ha contribuito a sciogliere i miei nervi e ho perfino introdotto me stessa, le cantine, i vini. In realtà, non avevo bisogno di dire molto, perché al mio fianco erano i miei 4 amici / enologi: Vincenzo di Meo (La Sibilla), Francesco Martusciello Jr (Grotta Del Sole), Gerardo Vernazzaro (Gerry) (Cantine Astroni) e Raffaele Moccia (Agnanum). Quattro amici che non ho potuto fare a meno di coinvolgere con un ricordo o due di come ci siamo incontrati, o con quello che abbiamo condiviso insieme in questi anni, ecc, ecc, ecc ..

E’ tempo di versare i vini .. a cominciare da Colle Imperatrice 2012 Cantine Astroni. Gerry ha parlato di questa annata calda mentre ho preso qualche appunto e osservato che in quel momento ha espresso un particolare salinità, una mineralità interessante. Ho ripensato alle mie varie visite.
Raffaele ha poi presentato la sua Falanghina 2011 Agnanum. Un colore giallo dorato grazie alla vendemmia tardiva (in ottobre). Il suo territorio, il suo suolo lunare, la sua snapshot ci ha consegnato tutto un vino che in quel particolare momento, a mio parere era morbido, piacevole, con un bella persistenza.
snaphot 042-001Francesco ha presentato il suo Coste di Cuma 2011 Grotta del Sole da vigneti che si siedono accanto alla casa di famiglia a Monteruscello. Questa riserva ha trascorso 6 mesi in barrique di legno, il tempo giusto per dare al vino quello che stavano cercando in quel dato momento, per quella annata. Abbiamo discusso di come non fosse facile giocare con il legno per i bianchi che sono così delicati, così meridionali. La mia fotografia istantanea di questo vino mi ha evidenziato aromi floreali che si sono ben abbinati con la salinità che ha colpito il mio palato.

Vincenzo, “padrone di casa” della serata, era quindi pronto per presentare il suo Cruna Delago 2011 La Sibilla. Vino della sua famiglia, cru dal vigneto di famiglia “Cruna del Lago” che circonda la cantina. Un vino che, in quel momento ha espresso la mineralità, figlia delle radici di un terreno che si affaccia sul Lago Fusaro … che gode della brezza del mare salato dei Campi Flegrei.
Poi … poi è arrivato il momento per, come Vincenzo ha detto, la degustazione clandestina … vini che sono stati aggiunti alla lista di vini proporzionalmente al nostro entusiasmo che è cresciuto nel corso delle settimane precedenti … il dopo festival .. the after party.
Cominciando con una anteprima di Agnanum Falanghina 2012, campione di vasca. Moccia ha spiegato che questo vino non era pronto, non era stata filtrato, non aveva riposato in bottiglia. In realtà non sarebbe stato a disposizione del pubblico almeno fino al prossimo ottobre… Questa istantanea ha dimostrato un promettente futuro… aspetteremo con (im)pazienza. :-) Assaggiando questo vino non ho potuto fare a meno di ripensare a novembre quando ho visitato Moccia nella sua cantina mentre decantava questo vino.
Poi l’opportunità esclusiva di provare di il Coste di Cuma 2007. Non ho potuto fare a meno di commuovermi quando Francesco ha spiegato che ha portato 3 bottiglie delle rimanenti 18 bottiglie della cantina solo per questa istantanea. Un snaphot che ha mostrato a tutti noi che questo vino, nonostante la sua età, aveva ancora un’acidità veramente interessante. Un segno sicuro del potenziale di invecchiamento futuro. E un mythbuster per chi ancora crede che la Falanghina debba essere bevuta giovane, entro un anno dalla vendemmia. E, per la cronaca, un’ottima evoluzione nel bicchiere nel prosieguo della serata, con l’innalzamento della temperatura di servizio.
snaphot 034-001Gerry era prossimo … pronto a presentare ancora una diversa interpretazione della Falanghina: Strione 2009 Cantine Astroni. Un vino su cui ha lavorato negli ultimi anni a Cantine Astroni (il primo ha visto la luce nel 2006). Una Falanghina con macerazione sulle bucce, che brillava nel bicchiere. Elegante al palato.
Vincenzo poi ha parlato della sua Domus Guilii 2009 La Sibilla, una Falanghina che lascia macerare per 5 mesi con le bucce, sur lies. Un giallo bellissimo accompagnato da affascinanti aromi speziati…
L’ultimo vino. Moccia con la Falanghina dei Campi Flegrei 2003. Un’ altra exclusive, questo vino non è disponibile nella sua cantina. Il vino perfetto per concludere la degstazione. Una Falanghina, nonostante la sua età, aveva ancora un aroma esagerato… maturo, ma non troppo. Sapido al palato. Siamo sicuri che ha 10 anni? Ho sorriso dentro, ripensando alle sfide di Moccia in vigna.
Ho pensato a tutte e quattro le aziende vinicole. Quattro diverse aziende vinicole, che per questa sera, hanno condiviso con me una fotografia di un territorio che ho chiamato casa per 20 anni. Ciascuno con il desiderio di raccontare il loro territorio in un ambiente informale, leggero e facile e con un buffet in giardino, dove erano esposte le mie foto. Uno o due bicchieri di spumante (Falanghina, ovviamente). Un momento o due per apprezzare e cominciare a capire il territorio.
Un’istantanea di un territorio …
Versione in Inglese

Commenta

Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): aisnapoli.it nel rispetto della legge italiana n. 196/2003 per la tutela della privacy ti informa che i dati personali che desideri comunicare al sito tramite gli appositi moduli (non obbligatori) saranno utilizzati unicamente per rispondere alle domande ed alle richieste inviate nonché per la normale gestione del forum e della newsletter. aisnapoli.it è il titolare della gestione di tali dati che non verranno ceduti a terzi, tuttavia potrebbero essere utilizzati da aisnapoli.it per future comunicazioni, anche a scopo promozionale di servizi esterni a aisnapoli.it. Inviando i tuoi dati, insieme alle richieste, all'iscrizione al forum ed alla newsletter, autorizzi aisnapoli.it ad utilizzarli come appena descritto. Tutti i dati personali disponibili a aisnapoli.it sono quindi raccolti direttamente online, all'atto della registrazione ad un servizio (a titolo di esempio: sito, newsletter, forum) e solo previa presa visione dell'informativa. Il conferimento di tali dati personali non ha carattere obbligatorio, ma l'eventuale rifiuto a fornirli impedisce, in relazione al rapporto tra il dato ed i servizi richiesti, l'esecuzione del servizio. Qualora deciderai di fornire i tuoi dati personali per utilizzare i servizi del sito, come espresso in questa pagina, dichiari di accettare e fornire il consenso al trattamento con l'atto dell'invio. Come richiesto dalla legge sulla privacy hai sempre diritto di ottenere da aisnapoli.it la conferma dell'esistenza o meno dei tuoi dati personali negli archivi di aisnapoli.it e la loro messa a disposizione in forma intellegibile, inoltre puoi richiedere di conoscere l'origine dei dati (aisnapoli.it registra l'indirizzo IP, la data e l'ora di ogni invio di dati), nonché la logica e le finalità su cui si basa il trattamento. Puoi sempre richiedere ed ottenere la cancellazione dei tuoi dati personali, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, nonché l'aggiornamento, la rettifica o, se vi è interesse, l'integrazione dei dati. Puoi infine opporti, per motivi legittimi, al trattamento stesso il che avvierà la procedura di cancellazione dei tuoi dati dai sistemi di aisnapoli.it.

Gli eventi dell'AIS Napoli
    • Nessun evento da mostrare
  • Video

    Tags