Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...eventi aisnapoli

Corteseway e il presepe degli chef

Pubblicato da aisnapoli il 22 - ottobre - 2013 Versione PDF

Donatella Bernabò Silorata e Maurizio CorteseDi Donatella Bernabò Silorata

C’erano E’Curti di Sant’Anastasia, la signora Angelina in cucina ed il figlio Enzo col suo nucillo e il chinotto biologico; c’era Luciano Di Meo con i suoi prosciutti di nero casertano, dalla Masseria dei Trianelli al centro antico di Napoli. E poi le ricottine, le provole e la mozzarella di Mimmo La Vecchia del Casolare di Alvignano. Nei calici il Fiano di Fattoria La Rivolta. Tutti insieme nel cortile dell’hotel Piazza Bellini (luogo magico nella Napoli che non t’aspetti), davano il benvenuto a Corteseway.it, il nuovo progetto di Maurizio Cortese che, dalla scrittura ha deciso di passare alla consulenza, per regalare agli altri “personal food experience”. È questa la base line di Corteseway che nasce come indirizzo web per viaggi su misura, itinerari tailor made, consulenze e corsi di cucina. Di food experience, Maurizio Cortese ne ha collezionate negli anni; ha allenato il palato con Alfonso Iaccarino, il suo maestro: tra gli orti e i giardini di limone della Penisola Sorrentina è cresciuto, con gli anni è diventato amico di grandi chef e piccoli produttori; ha scovato i talenti nelle pizzerie della Campania, quando ancora nessuno ne parlava; ha valorizzato gli artigiani del gusto, quelli che coltivano sogni e passioni, Il Presepe degli Chefche non imboccano scorciatoie. Negli anni ha inanellato incontri, storie, esperienze. Un patrimonio che oggi, al giro di boa dei 50 anni, ha deciso di mettere in Corteseway: il progetto è un work in progress, sarà disponibile presto in sette lingue per accogliere richieste da tutto il mondo. Al centro c’è la Campania bella e buona da viaggiare, scoprire, godere: non solo sapori, ma anche arte, archeologia, artigianato. Non a caso, ad accompagnare Corteseway, c’era il Presepe degli chef: idea originale e invenzione di Maurizio Cortese, realizzata dal maestro Marco Ferrigno di San Gregorio Armeno. Il primo ed unico presepe popolato dalle star dei fornelli: da Vissani a Bottura, da Marchesi a Iaccarino. Venticinque cuochi italiani. Tutti in giubba da chef, ciascuno con un dettaglio da scoprire: Ciccio Sultano con la cassata, Niko Romito circondato di capre e pecore; Alfonso Iaccarino con un piatto di spaghetti al pomodoro e il suo cane da caccia che solleva la gamba e fa pipì sule scarpe rosse di Vissani (a ricordare una vecchia querelle tra i due chef sull’utilizzo del pomodoro in cucina). E poi Andrea Berton col carretto del trasloco; gli chef divi televisivi Cracco, Scabin e Cannavacciuolo; il nostrano Alfonso Caputo e Angelina Ceriello dell’osteria E’Curti di Sant’Anastasia. Ed ancora Uliassi che mostra la guida Gambero Rosso ben cancellata. E sopra tutti, in bella vista su un balcone, a godersi lo spettacolo anche le statuine dei critici gastronomici di Enzo Vizzari e Stefano Bonilli. L’idea è quella di creare una sorta di guida gastronomica in 3D, <sarà “aggiornato” con volti nuovi ogni anno>, dice Maurizio Cortese. Le foto intanto hanno fatto il giro del web, gli chef si sono divertiti e già si domandano: chi ci sarà il prossimo anno?


Foto di DP Studio

Commenta

Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): aisnapoli.it nel rispetto della legge italiana n. 196/2003 per la tutela della privacy ti informa che i dati personali che desideri comunicare al sito tramite gli appositi moduli (non obbligatori) saranno utilizzati unicamente per rispondere alle domande ed alle richieste inviate nonché per la normale gestione del forum e della newsletter. aisnapoli.it è il titolare della gestione di tali dati che non verranno ceduti a terzi, tuttavia potrebbero essere utilizzati da aisnapoli.it per future comunicazioni, anche a scopo promozionale di servizi esterni a aisnapoli.it. Inviando i tuoi dati, insieme alle richieste, all'iscrizione al forum ed alla newsletter, autorizzi aisnapoli.it ad utilizzarli come appena descritto. Tutti i dati personali disponibili a aisnapoli.it sono quindi raccolti direttamente online, all'atto della registrazione ad un servizio (a titolo di esempio: sito, newsletter, forum) e solo previa presa visione dell'informativa. Il conferimento di tali dati personali non ha carattere obbligatorio, ma l'eventuale rifiuto a fornirli impedisce, in relazione al rapporto tra il dato ed i servizi richiesti, l'esecuzione del servizio. Qualora deciderai di fornire i tuoi dati personali per utilizzare i servizi del sito, come espresso in questa pagina, dichiari di accettare e fornire il consenso al trattamento con l'atto dell'invio. Come richiesto dalla legge sulla privacy hai sempre diritto di ottenere da aisnapoli.it la conferma dell'esistenza o meno dei tuoi dati personali negli archivi di aisnapoli.it e la loro messa a disposizione in forma intellegibile, inoltre puoi richiedere di conoscere l'origine dei dati (aisnapoli.it registra l'indirizzo IP, la data e l'ora di ogni invio di dati), nonché la logica e le finalità su cui si basa il trattamento. Puoi sempre richiedere ed ottenere la cancellazione dei tuoi dati personali, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, nonché l'aggiornamento, la rettifica o, se vi è interesse, l'integrazione dei dati. Puoi infine opporti, per motivi legittimi, al trattamento stesso il che avvierà la procedura di cancellazione dei tuoi dati dai sistemi di aisnapoli.it.

Gli eventi dell'AIS Napoli
    • dal 08 lug 2016 al 08 lug 2016 alle ore:21:00

      8 Luglio, I Vini “storti” da Granafine

      Mancano: 8 giorni e 00:40 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
  • Video

    Tags