Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...corsi sommelier in partenza

Timpani e Scammaro con Antonio Tubelli

Pubblicato da aisnapoli il 24 - ottobre - 2013 Versione PDF

Antonio TubelliDi Antonella Orsini

Un pugno di vicoli che vanno a congiungersi con Spaccanapoli, una delle arterie pulsanti di Napoli. Vico Quercia, uno dei tanti, in mezzo a graffiti vecchi e nuovi su un muro che ne ha ospitati parecchi, c’è una porta verniciata di azzurro, sopra un’insegna con un asso di bastone , simbolo scaramantico napoletano.Siete arrivati alla bottega di Antonio e Lucio Tubelli. Cosa vendono? Storia di Napoli e cucina napoletana, cibo pronto, quello povero, quello che oggi viene definito “street food”, tornato alla ribalta prepotentemente per la salute della “tasca” e del palato.
Antonio Tubelli vi accoglie con il calore che contraddistingue l’amico che non vi vede da tempo. Vi mostra i suoi prodotti, vino e formaggi, ma soprattutto le sue creature i Timpàni che fanno bella mostra nella piccola vetrinetta, polpette, verdure cotte e lo scammaro, piatti un po’ dimenticati ma ora ricercatissimi dai cultori della materia.
Lo ScammaroAntonio mi offre una fetta di scammaro , una specie di frittata di pasta senza uova condita con olio extra vergine, capperi, olive verdi e nere della Maggiarra Impero di Sonnino, aglio afragolese ( ribattezzato bassoliniano), spaghetti Gemme del Vesuvio, pecorino romano e tanto prezzemolo.
Ippolito Cavalcanti, duca di Buonvicino e discendente dal famoso Guido, amico di Dante, nel 1837 inserì questa ricetta nel suo libro Cucina Teorico Pratica, che possiamo definire una vera e propria enciclopedia della cucina napoletana..
La ricetta in lingua originale è la seguente :

tre rotole de vermicielle, ma teniente, teniente, li scule e li buote dinto a no tiano co tre mesurielle d’uoglio zoffritto, co miezo quarto d’alice salate, e pepe, quanno l’aje mbrogliate e asciuttate, ne miette na mità dinto a la tiella e nge miette na mbottonatura d’aulive senza l’osso,de chiapparielle, d’alice salate a meza a meza, passe e pignuole, nge miette l’auta mmità de li vermicielle e nge farraje fa la scorza sott’e ncoppa, facennola friere co la nzogna o co l’uoglio.

Come nacque lo scammaro:

durante il periodo della Quaresima i nobili osservavano il giorno del venerdì come giorno di magro nel quale dovevano essere serviti solo cibi privi di carne. I monaci invece, osservavano una dieta di magro per tutti i 40 giorni, tranne quei pochi fratelli che per motivi di salute dovevano avere anche le proteine della carne.
Per non stimolare peccati di gola nei fratelli a dieta, i piatti con la carne venivano consumati nelle celle, le cammere. Da qui la diversificazione, cammere e scammere cioè cibo grasso le prime e cibo magro le seconde. Per estensione scammere divenne scammaro, cioè cibo senza proteine anche se nella ricetta c’è l’acciuga salata, ma anticamente il pesce non era riconosciuto come “carne” animale.

Troverete questa ed altre ricette nel libro
La cucina Napoletana
L’ancora del Mediterraneo – di Antonio Tubelli

Timpàni & Tèmpura
Vico Quercia 17 (adiacente Piazza del Gesù)
Napoli

Un Commento a “Timpani e Scammaro con Antonio Tubelli”

  1. GENNARO dice:

    Complimenti per la Vostra bellissima attività in un Luogo glorioso della nostra amata Napoli.Spero venirVi a trovare e gustare sul posto i Vostri prodotti napoletani.Cordialità ed auguri di sempre maggiori successi di Vita e professionali.

Commenta

Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): aisnapoli.it nel rispetto della legge italiana n. 196/2003 per la tutela della privacy ti informa che i dati personali che desideri comunicare al sito tramite gli appositi moduli (non obbligatori) saranno utilizzati unicamente per rispondere alle domande ed alle richieste inviate nonché per la normale gestione del forum e della newsletter. aisnapoli.it è il titolare della gestione di tali dati che non verranno ceduti a terzi, tuttavia potrebbero essere utilizzati da aisnapoli.it per future comunicazioni, anche a scopo promozionale di servizi esterni a aisnapoli.it. Inviando i tuoi dati, insieme alle richieste, all'iscrizione al forum ed alla newsletter, autorizzi aisnapoli.it ad utilizzarli come appena descritto. Tutti i dati personali disponibili a aisnapoli.it sono quindi raccolti direttamente online, all'atto della registrazione ad un servizio (a titolo di esempio: sito, newsletter, forum) e solo previa presa visione dell'informativa. Il conferimento di tali dati personali non ha carattere obbligatorio, ma l'eventuale rifiuto a fornirli impedisce, in relazione al rapporto tra il dato ed i servizi richiesti, l'esecuzione del servizio. Qualora deciderai di fornire i tuoi dati personali per utilizzare i servizi del sito, come espresso in questa pagina, dichiari di accettare e fornire il consenso al trattamento con l'atto dell'invio. Come richiesto dalla legge sulla privacy hai sempre diritto di ottenere da aisnapoli.it la conferma dell'esistenza o meno dei tuoi dati personali negli archivi di aisnapoli.it e la loro messa a disposizione in forma intellegibile, inoltre puoi richiedere di conoscere l'origine dei dati (aisnapoli.it registra l'indirizzo IP, la data e l'ora di ogni invio di dati), nonché la logica e le finalità su cui si basa il trattamento. Puoi sempre richiedere ed ottenere la cancellazione dei tuoi dati personali, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, nonché l'aggiornamento, la rettifica o, se vi è interesse, l'integrazione dei dati. Puoi infine opporti, per motivi legittimi, al trattamento stesso il che avvierà la procedura di cancellazione dei tuoi dati dai sistemi di aisnapoli.it.

Gli eventi dell'AIS Napoli
    • dal 28 gen 2017 al 29 gen 2017 alle ore:09:00

      #INVIAGGIODATEO, Ais Napoli in tour: week end da Baladin

      Mancano: 10 giorni e 17:01 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
  • Video

    Tags