Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...corsi sommelier in partenza

Rossana Marziale  e Laura GambacortaDi Mauro Illiano

Una perfezione ultraterrena sembra brillare dal cielo terso di Febbraio in Quarto, e luci calde di prima sera si espandono a voler continuare l’opera Divina disegnata più in alto. Da un firmamento ammantato di Stelle si scorge una scia, finissimo tratto di raccordo tra il celeste ed il terreno. Così, la Cantina del Quartum Store, già dimora d’astri in passato, si riveste di lusso per ospitare le superbe mani della Chef Rosanna Marziale, patron del Ristorante Le Colonne di Caserta insignito di una Stella Michelin. Laura Gambacorta, mirabile giornalista, creatrice e regista dell’originalissimo ciclo di cui l’evento intitolato “Bufala e Bufalo” è parte, è già pronta a rivestire di storia ed aneddoti le pietanze che prendono forma in cucina. Gli ospiti, tutti quelli che il “teatro” del gusto costruito dalla famiglia Di Criscio riesce a contenere, giungono con il loro miglior abito, ed una serata indimenticabile inizia a scorrere goccia a goccia, porzione dopo porzione.

Asprinio QuartumFacile indovinare il tema di serata: la Bufala in tutte le sue declinazioni. Mai alcun altro ingrediente rese sì leggendaria la cuoca, cotanto legata al bianco siero da essere nominata Ambasciatrice nel mondo della Mozzarella di Bufala DOP.

Scocca l’ora di scoprire le carte, il tipico brusio dell’attesa si spegne, le luci si alzano, si va in scena. La prima interpretazione è una Minestra maritata al latte di mozzarella e acciughe, difficilissimo quanto equilibratissimo gioco di contrasto tra dolce e salato, esaltato dalle fini note acide dell’Asprinio Spumante Brut della Cantina Di Criscio.

mozzapepeSi procede, poi, con un vero capolavoro di fantasia, il Mozzapepe e Limone, ennesimo sforzo della Chef di assemblare elementi in apparenza antipodici. Il risultato strappa applausi istintivi, e chiama a sé flutes di Aprinio in serie.

Lo spazio per i commenti a caldo degli astanti, raccolti distrattamente accarezzando i tavoli disposti per accogliere le sapienti parole di Madame Gambacorta, poi di nuovo a indovinar sapori.

stracotto di bufalaStracotto di Bufalo all’Aglianico su purea di patate, variazione rossa in forma di seconda portata, dimostrazione dell’arte di cuocere. Questo è l’ultimo piatto salato di serata. Al calice l’Asprinio lascia il testimone ad un rampante Aglianico I.g.t. Barrique 2010, degno compagno di abbinamento all’impegnativa portata.

I frammenti della Stella incantano i fortunati presenti, che a malincuore accettano il destino di doversi staccare dalla propria seduta di lì a poco. Ma non è ancora finita, un’ultima geniale creazione è pronta a regalare un finale da raccontare. Sfilano i piatti in sala, su mozzarella cakedi essi posa il Mozzarella cake su salsa di frutta rossa, che come una colonna di marmo sembra svettare da fondamenta coloratissime. Il naso si invaghisce mentre l’occhio fa già festa, ma è la bocca ad avere la migliore parte. Salato, poi dolce, e poi ancora dolce incontra la lingua nell’attraversare il bosco dove siede la bianca regina…

Si spengono le luci, tutte tranne una. La cena è finita al Quartum, si torna a casa con in gola il segno di una passeggiata… ga-Lattica !

Durante la serata ho rivolto alcune domande alla Chef Rosanna Marziale, ecco di seguito il resoconto dell’intervista:

Perché la Mozzarella è così famosa nel mondo secondo lei?

Credo che in parte il suo successo dipenda dal binomio consistenza/siero, ovvero quella capacità che essa ha di riempire la bocca. Inoltre, ritengo che la Mozzarella abbia in sé la capacità di rievocare qualcosa di primordiale, qualcosa di materno, vale a dire l’atto della suzione..

Qual è il piatto per cui va più fiera?

Faccio due nomi: La palla di Mozzarella e La Pizza al contrario

Quale ingrediente le piacerebbe interpretare un giorno come ha fatto con la Mozzarella?

Ce ne sono diversi. Direi che il Provolone del Monaco mi attira molto, così come la Pasta di Gragnano. Volendo sconfinare oltre Regione, invece, mi piacerebbe lavorare con il Grana Padano

Dovendo progettare un Menù interamente dedicato alla Mozzarella, incide il tipo di Mozzarella usato? E, se si, quale tipologia lei usa?

La tipologia di Mozzarella, così come la zona di provenienza, incide molto sul gusto. Personalmente uso solo Mozzarella della zona Casertana proveniente da due o tre caseifici, e ciò perché ne conosco meglio le caratteristiche. Quanto al peso, io in cucina uso Mozzarelle di più pezzature e lavorazioni, quindi spazio dai bocconcini da 125 gr. fino ad arrivare alla Pettola. Ciò mi consente di lavorare con elementi di differente consistenza e concentrazione di siero, in modo da ottenere risultati ottimali

     

Un Commento a “Oltre i confini della Bufala – Una serata “Ga-Lattica” al Quartum Store…”

  1. marisa orlandi dice:

    Il cibo è poesia, ma tu lo fai diventare un fantastico romanzo

Commenta

Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): aisnapoli.it nel rispetto della legge italiana n. 196/2003 per la tutela della privacy ti informa che i dati personali che desideri comunicare al sito tramite gli appositi moduli (non obbligatori) saranno utilizzati unicamente per rispondere alle domande ed alle richieste inviate nonché per la normale gestione del forum e della newsletter. aisnapoli.it è il titolare della gestione di tali dati che non verranno ceduti a terzi, tuttavia potrebbero essere utilizzati da aisnapoli.it per future comunicazioni, anche a scopo promozionale di servizi esterni a aisnapoli.it. Inviando i tuoi dati, insieme alle richieste, all'iscrizione al forum ed alla newsletter, autorizzi aisnapoli.it ad utilizzarli come appena descritto. Tutti i dati personali disponibili a aisnapoli.it sono quindi raccolti direttamente online, all'atto della registrazione ad un servizio (a titolo di esempio: sito, newsletter, forum) e solo previa presa visione dell'informativa. Il conferimento di tali dati personali non ha carattere obbligatorio, ma l'eventuale rifiuto a fornirli impedisce, in relazione al rapporto tra il dato ed i servizi richiesti, l'esecuzione del servizio. Qualora deciderai di fornire i tuoi dati personali per utilizzare i servizi del sito, come espresso in questa pagina, dichiari di accettare e fornire il consenso al trattamento con l'atto dell'invio. Come richiesto dalla legge sulla privacy hai sempre diritto di ottenere da aisnapoli.it la conferma dell'esistenza o meno dei tuoi dati personali negli archivi di aisnapoli.it e la loro messa a disposizione in forma intellegibile, inoltre puoi richiedere di conoscere l'origine dei dati (aisnapoli.it registra l'indirizzo IP, la data e l'ora di ogni invio di dati), nonché la logica e le finalità su cui si basa il trattamento. Puoi sempre richiedere ed ottenere la cancellazione dei tuoi dati personali, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, nonché l'aggiornamento, la rettifica o, se vi è interesse, l'integrazione dei dati. Puoi infine opporti, per motivi legittimi, al trattamento stesso il che avvierà la procedura di cancellazione dei tuoi dati dai sistemi di aisnapoli.it.

Gli eventi dell'AIS Napoli
    • dal 08 nov 2017 al 08 nov 2017 alle ore:20:30

      Dall'8 Novembre, Sommelier del Whisky in quattro lezioni all'Enoteca Scagliola

      Mancano: 18 giorni e 01:38 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
    • dal 09 nov 2017 al 09 nov 2017 alle ore:20:00

      9 Novembre, Non solo Oktoberfest al Renaissance Mediterraneo

      Mancano: 19 giorni e 01:08 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
  • Video

    Tags