Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...corsi sommelier in partenza

10151987_10203799936707223_146959807045483331_nDi Ernesto Colicino
Deliziosa serata quella dello scorso lunedi 14 aprile alla Trattoria dell’Oca, tenutasi in occasione della tradizionale cena di fine corso, organizzata dal direttore Tommaso Luongo congiuntamente a Gabriele Pollio, sommelier del corso. Singolare e divertente l’idea di suggerire a tutti i partecipanti, poi, di presentarsi ciascuno con almeno una bottiglia di vino a scelta. La trattoria dell’Oca è una gradevolissima location, le cui piccole salette dalle tinte calde, grazie ai colori pastello delle pareti e dai mobili in legno, sembrano donare un senso di casalingo abbraccio all’ospite. Nell’ultima di queste salette, occupata dall’allegra brigata di trenta e più anime dell’AIS, fa mostra di sè anche una buona selezione di bottiglie non banali, che induce a pensare che la proprietà dedica un’attenzione speciale all’offerta enologica (altro bonus). I futuri sommelier arrivano alla spicciolata, qualcuno anche con ritardi mostruosi… Nel frattempo vengono consegnate e assiepate le bottiglie (una addirittura coperta con carta stagnola….mah!): su un bancone i rossi, in un contenitore colmo di ghiaccio i bianchi e qualche vino dolce. Guido FuscoFranco De Luca, Ernesto Lamatta, Andrea Cerino, Gabriele e Tommaso, i professionisti del settore cominciano a scambiarsi battute e apprezzamenti per le scelte e ad indagare su chi abbia portato cosa. Anche se maggiore curiosità continua a destare la bottiglia “con la carta stagnola”…. Dopo più di un’ora e mezza di attesa di un paio di “studenti”, ancora non giunti sul posto e con un discreto languore sempre meno educatamente celato dal gruppo, il suddetto Direttore Tommaso decide di aprire le danze. Si comincia con l’apertura di un jeroboam di champagne Thienot, che ben si coniuga ad una fritturina all’italiana assolutamente non untuosa, corredata di cornetto di bresaola ripieno. Buona la prima. Si prosegue con seconda frittura di alici e calamari, sempre cucinati perfettamente. Comincia la “tracchiata” di bottiglie. Ovviamente si parte dai bianchi. Chi scrive ricorda un Sauvignon di Franz Haas, un 1607084_10203799937107233_8028296050245785419_nGewurtztraminer dell’Abbazia di Novacella, altri splendidi prodotti che vanno dalla Puglia, alla Campania, fino ad un piemontesissimo Blangé Arneis di Ceretto…. il trionfo di un’Italia unita almeno per una sera… Arrivano gli ospiti ritardatari. Continua il valzer dei calici (sempre troppo poco pieni!), aumenta il volume delle voci, si comincia a sentire qualche risata scomposta…. Nel frattempo qualcuno aveva pensato di togliere la carta stagnola dalla bottiglia e di stapparla per far ossigenare il suo contenuto e, vista l’età della “bimba” è stata una mossa saggia: trattavasi di Barbaresco di Gaja 1997 (‘o frato tuoio! – ndr). I maccheroncelli al sugo e un risottino mantecato al profumo di mare ci confermano l’iniziale sensazione che alla Trattoria dell’Oca si mangia proprio bene! Il roast beef con salsa di prugne porta inevitabilmente al clou della serata: i rossi…. Lo scrivente, a questo punto della serata, ha qualche black out di memoria (giustificato) sulla sequenza di bottiglie di calibro che vengono servite. Vale assolutamente la pena di citare almeno un superbo Barolo Spinetta 2007, un Barbaresco dei Produttori, mentre comincia ad essere portato ai nasi degli astanti, a mo’ di Santo Graal, il primo calice di Gaja, almeno per un primo esame olfattivo. Pare che convinca tutti della sua aura regale. Non è dato sapere se alla fine tutti abbiano degustato il Piemontesone in questione, anche se si parla di millilitri, ma a giudicare dalle facce, contente e sufficientemente eloquenti, sì. Ad ogni modo sarebbe occorso maggior tempo per la decantazione. Il vino si è mostrato un pò reticente. Con una pastiera “comm’a faceva mammà”, innaffiata da un Muffato della Sala 2005 e da uno Chateau Rieussec 2003, si chiude in bellezza la serata, lasciando a tutti un finale di bocca dolcissimo, in attesa di rivedersi ad ottobre per una nuova galoppata verso la meta.

Commenta

Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): aisnapoli.it nel rispetto della legge italiana n. 196/2003 per la tutela della privacy ti informa che i dati personali che desideri comunicare al sito tramite gli appositi moduli (non obbligatori) saranno utilizzati unicamente per rispondere alle domande ed alle richieste inviate nonché per la normale gestione del forum e della newsletter. aisnapoli.it è il titolare della gestione di tali dati che non verranno ceduti a terzi, tuttavia potrebbero essere utilizzati da aisnapoli.it per future comunicazioni, anche a scopo promozionale di servizi esterni a aisnapoli.it. Inviando i tuoi dati, insieme alle richieste, all'iscrizione al forum ed alla newsletter, autorizzi aisnapoli.it ad utilizzarli come appena descritto. Tutti i dati personali disponibili a aisnapoli.it sono quindi raccolti direttamente online, all'atto della registrazione ad un servizio (a titolo di esempio: sito, newsletter, forum) e solo previa presa visione dell'informativa. Il conferimento di tali dati personali non ha carattere obbligatorio, ma l'eventuale rifiuto a fornirli impedisce, in relazione al rapporto tra il dato ed i servizi richiesti, l'esecuzione del servizio. Qualora deciderai di fornire i tuoi dati personali per utilizzare i servizi del sito, come espresso in questa pagina, dichiari di accettare e fornire il consenso al trattamento con l'atto dell'invio. Come richiesto dalla legge sulla privacy hai sempre diritto di ottenere da aisnapoli.it la conferma dell'esistenza o meno dei tuoi dati personali negli archivi di aisnapoli.it e la loro messa a disposizione in forma intellegibile, inoltre puoi richiedere di conoscere l'origine dei dati (aisnapoli.it registra l'indirizzo IP, la data e l'ora di ogni invio di dati), nonché la logica e le finalità su cui si basa il trattamento. Puoi sempre richiedere ed ottenere la cancellazione dei tuoi dati personali, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, nonché l'aggiornamento, la rettifica o, se vi è interesse, l'integrazione dei dati. Puoi infine opporti, per motivi legittimi, al trattamento stesso il che avvierà la procedura di cancellazione dei tuoi dati dai sistemi di aisnapoli.it.

Gli eventi dell'AIS Napoli
    • dal 08 nov 2017 al 08 nov 2017 alle ore:20:30

      Dall'8 Novembre, Sommelier del Whisky in quattro lezioni all'Enoteca Scagliola

      Mancano: 18 giorni e 11:01 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
    • dal 09 nov 2017 al 09 nov 2017 alle ore:20:00

      9 Novembre, Non solo Oktoberfest al Renaissance Mediterraneo

      Mancano: 19 giorni e 10:31 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
  • Video

    Tags