Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...corsi sommelier in partenza

Un uomo solo al comando… Andrea Zaccarini

Pubblicato da aisnapoli il 6 - settembre - 2014 Versione PDF

DSCN3999Di Mauro Illiano

Esistono persone che della propria vita fanno un uso ordinario, fatto di routine e consuetudini, persone che nascono con il destino segnato per percorrere determinate vie, maestre o minori. Esistono persone che si accontentano di attraversare il mondo passando dalle superfici piane, evitando le salite e rimanendo ben lontani dalle insidie.

E poi esistono le persone come Andrea Zaccarini, eroi di un mondo che scompare ogni giorno, allenatori e critici di sé stessi, amanti dell’estremo e della desuetudine.

In un mite pomeriggio di fine Agosto mi son ritrovato braccio a braccio col mio migliore amico sulla ridente collina di Bertinoro (FC), a fare visita ad un ragazzone barbuto dalle grandi idee e dal supremo coraggio.

Maglia polverosa, pantaloncini no-griffe e scarponi da collina, un occhio affilatissimo ed un cuscino di barba incolta in viso, spalle larghe e tanta voglia di vivere. Così si è presentato Andrea, a bordo della sua Panda 4×4 in cima alla via selvaggia da percorrere per giungere ai suoi vigneti…

DSCN4016La storia enologica di Andrea parte nel 2000, anno in cui decide di sfruttare il fazzoletto di collina di tre ettari appartenente al padre per farne una vigna. Prima di allora un passato da cuoco, da allora in poi un’avventura da percorrere insieme a sua moglie Elisa (Ellis come la chiamerebbe Andrea…)

Due persone, quattro mani, un mucchio di lavoro. E si, perché Andrea ed Elisa in vigna fanno tutto da sé, e lo fanno a mano. Dall’inizio del ciclo della vite all’imbottigliamento, passando per l’invecchiamento in botti d’acciaio e l’eventuale affinamento in bottiglia tutto accade in uno spazio limitatissimo.

DSCN4010Albana, Pagadebit, Trebbiano e Sangiovese i quattro vitigni lavorati, con qualche filare di Cabernet Sauvignon e Montepulciano, tutti sistemati a circa 180 metri s.l.m., tutti meravigliosamente affacciati sull’altro versante della collina di Bertinoro, e tutti in grandissima forma.

La vinificazione avviene secondo le idee ed il gusto di Andrea, massimo critico dei “succhi di frutta” spesso scambiati per vini, fervente sostenitore della “pianta” d’uva, dove a suo dire avviene il vero miracolo. E lì che secondo Andrea si fa la vera selezione, ed è sempre lì che si decide la sorte di ogni vino.

Andrea trasmette ai suoi vini il suo carattere, la sua forza ed il suo coraggio. Il suo Trebbiano è un inno alla diversità, un vino che nasce dalla perseveranza di Andrea e dalla voglia di donare un nuovo ruolo ad un vitigno spesso declassato e snobbato in Romagna. Così Andrea non si è limitato a migliorare il Trebbiano, non ha speso solo anni in vigna affinché il suo vino avesse finalmente il giusto carattere, egli ha bensì sfidato la sorte ed il pessimismo di chi lo aveva sconsigliato di menzionare in etichetta quel vitigno, lasciando al suo vino il solo e semplice nome di quell’uva. Oggi quel vino è una chicca, e chi “beve” la Romagna lo sa, così come lo sanno i custodi più colti del vino romagnolo.

DSCN3997Ebbene, nonostante il prodigio sul suo bianco, non è il Trebbiano il vino di punta di Andrea. Il suo fiore all’occhiello si chiama Indaco, un rosso proveniente da 4 qualità di uva Sangiovese, a cui di anno in anno viene assemblata una piccolissima quantità di Cabernet Sauvignon e di Montepulciano. Il risultato di tale alchimia è un vino dalla grande longevità e dall’equilibrio notevolissimo, sintomo, ancora una volta, della tenacia e della bravura di Andrea.

Non vi sono altre parole per descrivere l’operato di questi ragaazzi se non con il termine “impavido”, perché ciò che Andrea ed Elisa fanno non è comune agli altri, perché con le sole 7.500 bottiglie l’anno Andrea si limita a vivere, perché con la sola forza di due braccia più due Andrea ed Elisa tirano giù una collina una volta l’anno, e gli rimane giusto la forza di abbracciare i loro due splendidi figli alla fine della vendemmia…

Commenta

Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): aisnapoli.it nel rispetto della legge italiana n. 196/2003 per la tutela della privacy ti informa che i dati personali che desideri comunicare al sito tramite gli appositi moduli (non obbligatori) saranno utilizzati unicamente per rispondere alle domande ed alle richieste inviate nonché per la normale gestione del forum e della newsletter. aisnapoli.it è il titolare della gestione di tali dati che non verranno ceduti a terzi, tuttavia potrebbero essere utilizzati da aisnapoli.it per future comunicazioni, anche a scopo promozionale di servizi esterni a aisnapoli.it. Inviando i tuoi dati, insieme alle richieste, all'iscrizione al forum ed alla newsletter, autorizzi aisnapoli.it ad utilizzarli come appena descritto. Tutti i dati personali disponibili a aisnapoli.it sono quindi raccolti direttamente online, all'atto della registrazione ad un servizio (a titolo di esempio: sito, newsletter, forum) e solo previa presa visione dell'informativa. Il conferimento di tali dati personali non ha carattere obbligatorio, ma l'eventuale rifiuto a fornirli impedisce, in relazione al rapporto tra il dato ed i servizi richiesti, l'esecuzione del servizio. Qualora deciderai di fornire i tuoi dati personali per utilizzare i servizi del sito, come espresso in questa pagina, dichiari di accettare e fornire il consenso al trattamento con l'atto dell'invio. Come richiesto dalla legge sulla privacy hai sempre diritto di ottenere da aisnapoli.it la conferma dell'esistenza o meno dei tuoi dati personali negli archivi di aisnapoli.it e la loro messa a disposizione in forma intellegibile, inoltre puoi richiedere di conoscere l'origine dei dati (aisnapoli.it registra l'indirizzo IP, la data e l'ora di ogni invio di dati), nonché la logica e le finalità su cui si basa il trattamento. Puoi sempre richiedere ed ottenere la cancellazione dei tuoi dati personali, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, nonché l'aggiornamento, la rettifica o, se vi è interesse, l'integrazione dei dati. Puoi infine opporti, per motivi legittimi, al trattamento stesso il che avvierà la procedura di cancellazione dei tuoi dati dai sistemi di aisnapoli.it.

Gli eventi dell'AIS Napoli
    • dal 18 ott 2018 al 18 ott 2018 alle ore:20:30

      18 Ottobre all’Enopanetteria, #Bevolution: lunga vita ai bianchi all’Enopanetteria

      Mancano: 2 giorni e 11:27 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
  • Video

    Tags