Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...corsi sommelier in partenza

La Vendemmia nell’Arcipelago con Giardini Arimei

Pubblicato da aisnapoli il 26 - settembre - 2014 Versione PDF

DSC_8620Di Roberta Porciello
Il Vino è l’acqua di Ischia” lo scriveva Norman Douglas nel 1931, e lo hanno capito i fratelli Muratori quando nel 2000 hanno puntato su Ischia e sulle sue cantine scavate nel tufo per creare la Tenuta Giardini Arimei. Alla fine di via Montecorvo, nel comune di Forio e di fronte all’isola di Ventotene questa cantina del 1700 ha una posizione e un panorama mozzafiato tra il verde del tufo e il blu del mare. Riportata agli antichi splendori dalla famiglia Muratori che ha creduto sulle potenzialità dell’isola e sulle sue originali varietà autoctone con il recupero di Biancolella, Forastera e  Uva Rilla. Quest’anno tre cantine dell’Arcipelago Muratori hanno aperto le porte per far vendemmia, hanno iniziato in Franciacorta, proseguito a Suvereto e finito a Ischia con Giardini Arimei e certo non potevamo mancare. Siamo sul versante di Forio, salendo verso il monte Epomeo troviamo la via Pietra Brox con il civico 51 Bis; tra casette in tufo, una cantina scavata in un unico masso di pietra nel 1700, palmenti in bella mostra e vigne che si diramano a terrazzamenti verso il mare con le parracine (muri a secco in tufo verde) a far da cornice. Selfie in vendemmiaCon due guide d’eccezione Michela Muratori e Serena Gusmeri, direttore tecnico dei due poli campani dell’”Arcipelago”, ci incamminiamo nei viottoli che disegnano un paesaggio unico di vite e rocce nel versante sud-ovest del monte Epomeo, tra tralci rigogliosi di Uva Rilla con i grappoli compatti, succosi e molto zuccherini e il Fiano che concorrerà, con sua piccola percentuale di circa il 10%, nel Pietra Brox Ischia Bianco Superiore DOC, per un sorso fresco che non tradisce le sue origini e la sua terra: un vino che fa della semplicità il suo punto di forza, perfetto come aperitivo o su piatti a base di pesce non troppo elaborati. Ed e’ proprio con il Fiano che ci accingiamo a vendemmiar con guanti e cesoie. Una dopo DSC_8643l’altra le cassette si riempiono e il piccolo trattore ci raggiunge, tra terrazzamenti e piccole stradine tra le viti, la raccolta diventa una piccola impresa di cui siamo orgogliosi. Si torna su dove ancora si usano i tradizionali palmenti, rimodernati e rigenerati, per un vino dal sapore antico. Come antica e piena di fascino è la cantina con la bottaia avvolta dalla “pietra verde”, e mentre siamo lì arrivano le nostre cassette e la nostra fatica, e parte spedita la vinificazione con l’utilizzo di una pressa soffice pneumatica. Dopo tanto “sudore”, ci godiamoci il piacere della tavola, tra bruschette con pomodorini isolani e  la famosa insalata cafona ischitana a base di patate, cipolle, pomodorini, sedano e melanzane sott’olio: una delizia accompagnata dalla piacevole sapidità del PietraBrox. A seguire apprezziamo la pasta e fagioli e finiamo con il fiore all’occhiello dell’azienda, l’idea sul quale ha puntato Giardini Arime: l’omonimo passito secco. Un vino unico con le sue cinque tipologie di uve autoctone: Forastera, Biancolella, Uva Rilla, San Lunardo e Coglionara, raccolte in tre stagioni con sette vendemmie consecutive per un vino passito dove la struttura e la morbidezza si abbracciano in una piacevole armonia. Attenzione può creare dipendenza, ormai io non ho speranze ☺.

Grazie 1000 a Michela per averci accolto e fatto sbirciare un po’ la vita del vignaiolo.

Commenta

Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): aisnapoli.it nel rispetto della legge italiana n. 196/2003 per la tutela della privacy ti informa che i dati personali che desideri comunicare al sito tramite gli appositi moduli (non obbligatori) saranno utilizzati unicamente per rispondere alle domande ed alle richieste inviate nonché per la normale gestione del forum e della newsletter. aisnapoli.it è il titolare della gestione di tali dati che non verranno ceduti a terzi, tuttavia potrebbero essere utilizzati da aisnapoli.it per future comunicazioni, anche a scopo promozionale di servizi esterni a aisnapoli.it. Inviando i tuoi dati, insieme alle richieste, all'iscrizione al forum ed alla newsletter, autorizzi aisnapoli.it ad utilizzarli come appena descritto. Tutti i dati personali disponibili a aisnapoli.it sono quindi raccolti direttamente online, all'atto della registrazione ad un servizio (a titolo di esempio: sito, newsletter, forum) e solo previa presa visione dell'informativa. Il conferimento di tali dati personali non ha carattere obbligatorio, ma l'eventuale rifiuto a fornirli impedisce, in relazione al rapporto tra il dato ed i servizi richiesti, l'esecuzione del servizio. Qualora deciderai di fornire i tuoi dati personali per utilizzare i servizi del sito, come espresso in questa pagina, dichiari di accettare e fornire il consenso al trattamento con l'atto dell'invio. Come richiesto dalla legge sulla privacy hai sempre diritto di ottenere da aisnapoli.it la conferma dell'esistenza o meno dei tuoi dati personali negli archivi di aisnapoli.it e la loro messa a disposizione in forma intellegibile, inoltre puoi richiedere di conoscere l'origine dei dati (aisnapoli.it registra l'indirizzo IP, la data e l'ora di ogni invio di dati), nonché la logica e le finalità su cui si basa il trattamento. Puoi sempre richiedere ed ottenere la cancellazione dei tuoi dati personali, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, nonché l'aggiornamento, la rettifica o, se vi è interesse, l'integrazione dei dati. Puoi infine opporti, per motivi legittimi, al trattamento stesso il che avvierà la procedura di cancellazione dei tuoi dati dai sistemi di aisnapoli.it.

Gli eventi dell'AIS Napoli
    • dal 21 nov 2018 al 21 nov 2018 alle ore:20:30

      21 Novembre, Le annate storiche di Terlano all’Enoteca Scagliola

      Mancano: 3 giorni e 17:31 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
  • Video

    Tags