Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...corsi sommelier in partenza

A qualcuno piace…Vialdo

Pubblicato da aisnapoli il 25 - aprile - 2015 Versione PDF

DSC_5940

Di Roberta Porciello
Due protagonisti d’eccezione, per un abbraccio tra il nord e il sud nel nome della bontà, dell’eccellenza e delle novità,  Giuseppe Giordano in arte Giò Il Pizz’ino di origine campane, precisamente di Tramonti, ma nato e vissuto ad Alessandria dove dirige la pizzeria Piedigrotta 2 Express e il maestro pizzaiolo Gianfranco Iervolino di Palazzo Vialdo, insieme per il primo appuntamento “Pizze&Pizzini – stranezze nel mondo della pizza”, evento che apre un ciclo di serate alla scoperta della bontà campane…e non solo. “A qualcuno piace…Vialdo”: serate organizzate e condotte da Giustino Catalano e Laura Gambacorta che riescono ad attirare l’attenzione e a creare interessanti focus su prodotti e produttori sempre in prima linea a raccontare le loro storie. Una passeggiata golosa tra pizze e pizzini, che parte dalla storia del tegamino e della pizza nel ruoto  e arriva alla geniale idea del pizz’ino, che unisce la cottura tradizionale su pietra a quella in teglia, solo però con i bordi racchiusi non nel classico ruoto, ma in una corona, una sorta di ruoto senza fondo che crea una nuova cottura della pizza. Iniziamo con il primo pizzino “provola, carciofino violetto di Castellammare e ricotta di pecora”, bello l’equilibrio dell’abbraccio tra l’affumicatura della provola, la delicatezza del carciofo e il gusto pieno della ricotta di pecora o meglio del Fior di ricotta del Caseificio Aurora, che come il produttore Paolo Amato ci spiega proviene non dal siero bensì dal latte di pecora e consente quindi un prodotto finale più soffice e cremoso e con la giusta umidità. Per un boccone così appetitoso non poteva che esserci una bollicina in abbinamento: lo spumante brut di Falanghina del Sannio della Cantina di Solopaca, dal tenue colore paglierino, perlage fine e presistente, e accattivanti profumi fruttati. Un sorso secco, sapido e rotondo. A Giuseppe dà il cambio Gianfranco, e noi molto curiosi di assaggiare, la Margherita sott ‘ncopp, nata da un errore, un banale DSC_6003capovolgimento dopo l’uscita dal forno, e abbiamo ritrovato, come evidenziato da Gianfranco,  il sapore di una volta, quello delle “fugaci” pizza a libretto dove la pasta piegata manteneva il pomodoro e la mozzarella umidi e caldi, un perfetto involucro, che senza diventare protagonista aveva la capacità di esaltare il prezioso companatico. Altro giro, altra corsa e ritornano i pizzini: ed è il turno della versione “provola, scarola saltata con uva passa e pinoli con salsiccia di Nero casertano”, con i nostri sensi esaltati dall’impasto unico e dall’elevato tasso di umidità, marchio di fabbrica di Gianfranco Iervolino (ripensandoci adesso ci viene ancora l’acquolina in bocca). Poi l’ultima pizza…ci consolaiamo con una Marinara con la buzzonaglia di tonno, “Marzamemi – Torre del Greco solo andata”, in cui tutti gli ingredienti sono in un armonico e deciso intreccio di sensazioni. In abbinamento una Falanghina del Sannio Dop Taburno delle Cantine Iannella, un vino dalla struttura importante che riesce d accogliere lo spessore gustativo del capolavoro “pizzoso” di Gianfranco. Siamo ai piedi del Taburno e l’anima sapida e minerale si sente e come nel bicchiere. Per finire saluti, complimenti e ducis in fundo una chicca offerta da Palazzo Vialdo gestito da Vincenzo Di Prisco, le graffette calde. Al prossimo appuntamento “A qualcuno piace…Vialdo”.

Commenta

Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): aisnapoli.it nel rispetto della legge italiana n. 196/2003 per la tutela della privacy ti informa che i dati personali che desideri comunicare al sito tramite gli appositi moduli (non obbligatori) saranno utilizzati unicamente per rispondere alle domande ed alle richieste inviate nonché per la normale gestione del forum e della newsletter. aisnapoli.it è il titolare della gestione di tali dati che non verranno ceduti a terzi, tuttavia potrebbero essere utilizzati da aisnapoli.it per future comunicazioni, anche a scopo promozionale di servizi esterni a aisnapoli.it. Inviando i tuoi dati, insieme alle richieste, all'iscrizione al forum ed alla newsletter, autorizzi aisnapoli.it ad utilizzarli come appena descritto. Tutti i dati personali disponibili a aisnapoli.it sono quindi raccolti direttamente online, all'atto della registrazione ad un servizio (a titolo di esempio: sito, newsletter, forum) e solo previa presa visione dell'informativa. Il conferimento di tali dati personali non ha carattere obbligatorio, ma l'eventuale rifiuto a fornirli impedisce, in relazione al rapporto tra il dato ed i servizi richiesti, l'esecuzione del servizio. Qualora deciderai di fornire i tuoi dati personali per utilizzare i servizi del sito, come espresso in questa pagina, dichiari di accettare e fornire il consenso al trattamento con l'atto dell'invio. Come richiesto dalla legge sulla privacy hai sempre diritto di ottenere da aisnapoli.it la conferma dell'esistenza o meno dei tuoi dati personali negli archivi di aisnapoli.it e la loro messa a disposizione in forma intellegibile, inoltre puoi richiedere di conoscere l'origine dei dati (aisnapoli.it registra l'indirizzo IP, la data e l'ora di ogni invio di dati), nonché la logica e le finalità su cui si basa il trattamento. Puoi sempre richiedere ed ottenere la cancellazione dei tuoi dati personali, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, nonché l'aggiornamento, la rettifica o, se vi è interesse, l'integrazione dei dati. Puoi infine opporti, per motivi legittimi, al trattamento stesso il che avvierà la procedura di cancellazione dei tuoi dati dai sistemi di aisnapoli.it.

Gli eventi dell'AIS Napoli
    • dal 31 mar 2017 al 31 mar 2017 alle ore:20:00

      31 Marzo, ASTORIA si presenta: 30 anni, 40 ettari e 9 vini

      Mancano: 3 giorni e 14:40 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
    • dal 06 apr 2017 al 06 apr 2017 alle ore:20:00

      6 Aprile, Trappist-10, 10 birre per 10 birrifici trappisti all’Hotel Renaissance

      Mancano: 9 giorni e 14:40 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
  • Video

    Tags