Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...corsi sommelier in partenza

pizza-e1451919208217-801x480Primo consensus internazionale a Napoli

Si svolge a Napoli il 25 e il 26 gennaio a Palazzo Caracciolo il convegno scientifico organizzato da Formamentis in collaborazione con Luciano Pignataro Wine Blog, LSDM e Corteseway.

L’obiettivo è quello di indagare sull’evoluzione della pizza napoletana, il piatto italiano più amato e conosciuto al mondo, proprio in un momento in cui conosce la massima espansione qualitativa e quantitativa.

Storici, antropologi, professori universitari, giornalisti, comunicatori, esperti, rappresentanti delle associazioni e alcuni dei migliori maestri pizzaioli si incontreranno per un libero confronto riflettendo in particolare sullo strumento di cottura. L’obiettivo è comprendere quanto il forno, a legna, a gas o elettrico, influisce sulla corretta esecuzione di una pizza napoletana e se esistono modelli replicabili che si vadano ad adattare ai diversi contesti di lavoro.

In una parola: è lo strumento che fa l’artigiano o il contrario? Cosa si intente per tipicità, fino a che punto è necessario difendere la tradizione come elemento identitario senza aprirsi alle novità in un mondo sempre più piccolo e veloce nei cambiamenti? Cosa si può cambiare affinché nulla cambi e la pizza resti una icona di Napoli  e dell’Italia nel mondo anche in questo secolo come nei due precedenti?

Non abbiamo risposte, ma solo tanta voglia di mettere in campo le idee, libere da condizionamenti commerciali e ideologici, incrociare i contirbuti di chi a questo tema dedica la propria vita e la propria passione.

Formamentis è la società leader nel Sud Italia nel ramo della formazione che mira con questo convegno a gettare le basi per una riflessione permanente sugli assi portanti dell’economia campana in campo agroalimentare.

Il programma della due giorni di interventi è scaricabile su www.pizzaformamentis.it.

Si ringraziano “Eccellenze Campane” , Palazzo Caracciolo, Izzo Forni e Stefano Ferrara Forni per la collaborazione

IL PROGRAMMA

Lunedì 25 gennaio

Ore 10,00

APERTURA DEI LAVORI

Benvenuto da parte degli organizzatori e saluto di Paolo Scudieri Presidente di Eccellenze Campane

 

Ore 10,15

LA PIZZA, LA RICERCA SCIENTIFICA E LE ASSOCIAZIONI

Presiede Luciano Pignataro

LA RICERCA

Elisabetta Moro – La Pizza simbolo della Dieta Mediterranea

Luigi Moio – Il Concetto di tipicità nell’enogastronomia

Annalisa Romano – La pizza e la ricerca scientifica

 

LE ASSOCIAZIONI E IL DISCIPLINARE

Sergio Miccù – Il pizzaiolo oggi. Dinamiche del cambiamento

Antonio Pace – La Tradizione e il disciplinare. Che cos’è una pizza Stg

Tommaso Luongo – La nuova frontiera degli abbinamenti

Antonio Mattozzi – Forni, Panettieri Pizzaiuoli Pizzarie. La storia napoletana

Massimo Di Porzio – Pizzeria e ristorante, il connubio difficile

 

Ore 15.00

IMPASTO, FARCITURA E COTTURA

 

PRIMA SESSIONE

Presiede Maurizio Cortese

Eugenio Signoroni – Pizzerie Slow, esistono e ve le racconto

Marco Lungo – Tecniche di impasto e di cottura

 

INTERVENGONO

Enzo Coccia – La Notizia-Napoli

Guglielmo Vuolo – Eccellenze Campane -Napoli

Corrado Scaglione – Lipen – Triuggio

Salvatore Kosta – L’Incrocio – Torre Annunziata

 

Ore 16.30

SECONDA SESSIONE

Presiede Albert Sapere

Francesco Aversano – La tutela giuridica della pizza napoletana

Paolo Masi – Il futuro del forno a legna tra costi e sostenibilità      

Antonio Limone – Effetti salutistici delle tre cotture

 

INTERVENGONO

Franco Pepe – Pepe in Grani – Caiazzo

Salvatore Salvo – Francesco&Salvatore Salvo – San Giorgio a Cremano

Giancarlo Casa – La Gatta Mangiona – Roma

Gianfranco Iervolino – Palazzo Vialdo – Torre Annunziata

 

Ore 18.00

TERZA SESSIONE

Presiede Tommaso Esposito

Marino Niola – Identità Identitario: il brand Pizza Napoletana

Antonio Lucisano – La pizza come sistema territoriale

INTERVENGONO

Attilio Bachetti – Da Attilio – Napoli

Davide Civitiello – Rosso Pomodoro – Napoli

Ciro Oliva – Concettina ai tre Santi – Napoli

Ciro Salvo – 50 Kalò – Napoli

Salvatore Santucci – Ammaccàmm – Pozzuoli

 

Discussione

 

Martedì 26 gennaio

 

Ore 10.00

IL FUTURO DELLA PIZZA NAPOLETANA LONTANO DA NAPOLI

Presiede Barbara Guerra

 

Franco Manna – Pizza Napoletana tra tipicità e replicabilità nel mondo (esperienza ad ovest)

Salvatore Cuomo – Pizza Napoletana tra tipicità e replicabilità nel mondo (esperienza ad est)

Giuseppe Melara – Saperi, talenti e know how. Le nuove frontiere della formazione

 

Intervengono:

Gino Sorbillo – Lievito Madre – Napoli/Milano

Antonio Starita – Starita – Napoli/New York

Gennaro Nasti – La Famiglia di Rebellato – Parigi

 

Ore 11.30

CONCLUSIONI. LA PIZZA NAPOLETANA. QUALE FUTURO?

 

Tavola Rotonda moderata da Guido Barendson

Luigi Cremona Paolo Marchi  Gaetano Pascale Luciano Pignataro Enzo Vizzari  Daniel Young

Per scaricare il programma e accreditarsi
www.pizzaformamentis.it

Le strade della mozzarella

In collaborazione con

Luciano Pignataro WineBlog

Corteseway

2 Commenti a “25 e 26 Gennaio, A Palazzo Caracciolo “Il Futuro della pizza napoletana: forno a legna, a gas o elettrico?””

  1. marcello dice:

    salve abbiamo una associazione pizzaioli vesuviani possiamo partecipare al evento lunedi 25 gennaio

Commenta

Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): aisnapoli.it nel rispetto della legge italiana n. 196/2003 per la tutela della privacy ti informa che i dati personali che desideri comunicare al sito tramite gli appositi moduli (non obbligatori) saranno utilizzati unicamente per rispondere alle domande ed alle richieste inviate nonché per la normale gestione del forum e della newsletter. aisnapoli.it è il titolare della gestione di tali dati che non verranno ceduti a terzi, tuttavia potrebbero essere utilizzati da aisnapoli.it per future comunicazioni, anche a scopo promozionale di servizi esterni a aisnapoli.it. Inviando i tuoi dati, insieme alle richieste, all'iscrizione al forum ed alla newsletter, autorizzi aisnapoli.it ad utilizzarli come appena descritto. Tutti i dati personali disponibili a aisnapoli.it sono quindi raccolti direttamente online, all'atto della registrazione ad un servizio (a titolo di esempio: sito, newsletter, forum) e solo previa presa visione dell'informativa. Il conferimento di tali dati personali non ha carattere obbligatorio, ma l'eventuale rifiuto a fornirli impedisce, in relazione al rapporto tra il dato ed i servizi richiesti, l'esecuzione del servizio. Qualora deciderai di fornire i tuoi dati personali per utilizzare i servizi del sito, come espresso in questa pagina, dichiari di accettare e fornire il consenso al trattamento con l'atto dell'invio. Come richiesto dalla legge sulla privacy hai sempre diritto di ottenere da aisnapoli.it la conferma dell'esistenza o meno dei tuoi dati personali negli archivi di aisnapoli.it e la loro messa a disposizione in forma intellegibile, inoltre puoi richiedere di conoscere l'origine dei dati (aisnapoli.it registra l'indirizzo IP, la data e l'ora di ogni invio di dati), nonché la logica e le finalità su cui si basa il trattamento. Puoi sempre richiedere ed ottenere la cancellazione dei tuoi dati personali, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, nonché l'aggiornamento, la rettifica o, se vi è interesse, l'integrazione dei dati. Puoi infine opporti, per motivi legittimi, al trattamento stesso il che avvierà la procedura di cancellazione dei tuoi dati dai sistemi di aisnapoli.it.

Gli eventi dell'AIS Napoli
  • Video

    Tags