Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...corsi sommelier in partenza

DSC_3325Di Roberta Porciello

Ritornano “Le Signore dei Fornelli” e  si ritorna a Villa Palmentiello con una chef che ci accompagna tra i sapori della Toscana. E’ il momento di Marta Guerrini, titolare de “Il Quinto gusto” di Pistoia. Protagonista indiscusso del pranzo è uno degli elementi più tradizionali della cucina toscana: il cinghiale.

Con la veduta sul Vesuvio e il sole caldo che illumina la terrazza di Villa Palmentiello cambia veste e accoglie, con la brigata capeggiata dalla chef resident Maria Cannavacciuolo, i sapori e la cucina toscana per un percorso di gusto dove nulla è lasciato al caso. Piatti di tradizione, rivisitati dalle mani e dalla testa di Marta Guerrini, giovane e umile chef che ci ha regalato occasioni di gusto, armonia e piacevolezza durante tutto il pranzo. Ogni piatto abbinato e valorizzato in modo sublime grazie all’azienda umbra Castello delle Regine, con i suoi vini pluripremiati dalla critica ed apprezzati dagli appassionati. Siamo partiti dal Poggio delle Regine, Sangiovese Umbria Igt 2013, passando per un blend, il Rosso di Podernovo Umbria Igt 2011, fino al Merlot Umbria Igt 2005. Per il cibo ha aperto le danze una polpetta di cinghiale su vellutata di zucca e pancetta croccante, semplice e delicata, ideale per “introdurre” un pranzo sontuoso in cui, qua e là, la Toscana ha incontrato anche le suggestioni dei colori e dei sapori campani come nel caso, riuscito, della salsiccia di cinghiale e friarielli su crostone di pane casereccio, e ti senti subito a casa…divino!

Aspettando i primi, continuiamo a sorseggiare Poggio delle Regine, in un’atmosfera conviviale e rilassata, siamo sorpresi dall’arrivo del tagliere di formaggi e salumi di cinghiale e poi subito dopo compaiono le tagliatelle fresche al cacao con stracotto di cinghiale e gli gnocchi di castagne al ragù bianco di cinghiale. Cala il silenzio con il tintinnio delle forchette che riecheggia in sala, a sottolineare, semmai ce ne fosse bisogno, che le tagliatelle sono perfette, per cottura e millimetrica assonanza di sensazioni gustative, con l’amaro del cacao che nel lungo finale di bocca richiama le persistenti nuance tostate del Rosso di Podernovo.

DSC_3275

Per il secondo arriva in tavola uno dei grandi classici citato da Pellegrino Artusi, storico della cucina ottocentesca: il cinghiale in dolce e forte,  piatto a cui la chef è molto legata, un sincero legame affettivo, era, infatti, quello che la madre preparava in occasione del suo compleanno. Ed ecco che fa bella mostra di sé una cocotte che racchiude e cela, allo stesso tempo, il gusto e il sapore di una terra magica, con un’ottima crosta di pane che all’apertura lascia esprimere i profumi di un piatto che ci incuriosisce molto proprio perché lontano dalle nostre tradizioni culinarie. Ci colpisce  l’intrigante aromaticità della salsa agrodolce che abbraccia i cubetti di cinghiale e ben si sposa al merlot di Castello delle Regine…sublime. Il tutto è accompagnato da patate al forno e da un’invitante polenta che nasce da un raro mais, originario della Garfagnina chiamato “otto file”; una polenta macinata a pietra che ha la caratteristica di mantenere spessore, consistenza e ruvidità. Il dolce è nuovamente un incrocio di cucine con un golosissimo sanguinaccio e chiacchiera con tortino di mele e crema calda: una chiusura tutta in dolcezza che esprime appieno l’incontro tra due culture e due autentiche Signore dei fornelli!

Commenta

Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): aisnapoli.it nel rispetto della legge italiana n. 196/2003 per la tutela della privacy ti informa che i dati personali che desideri comunicare al sito tramite gli appositi moduli (non obbligatori) saranno utilizzati unicamente per rispondere alle domande ed alle richieste inviate nonché per la normale gestione del forum e della newsletter. aisnapoli.it è il titolare della gestione di tali dati che non verranno ceduti a terzi, tuttavia potrebbero essere utilizzati da aisnapoli.it per future comunicazioni, anche a scopo promozionale di servizi esterni a aisnapoli.it. Inviando i tuoi dati, insieme alle richieste, all'iscrizione al forum ed alla newsletter, autorizzi aisnapoli.it ad utilizzarli come appena descritto. Tutti i dati personali disponibili a aisnapoli.it sono quindi raccolti direttamente online, all'atto della registrazione ad un servizio (a titolo di esempio: sito, newsletter, forum) e solo previa presa visione dell'informativa. Il conferimento di tali dati personali non ha carattere obbligatorio, ma l'eventuale rifiuto a fornirli impedisce, in relazione al rapporto tra il dato ed i servizi richiesti, l'esecuzione del servizio. Qualora deciderai di fornire i tuoi dati personali per utilizzare i servizi del sito, come espresso in questa pagina, dichiari di accettare e fornire il consenso al trattamento con l'atto dell'invio. Come richiesto dalla legge sulla privacy hai sempre diritto di ottenere da aisnapoli.it la conferma dell'esistenza o meno dei tuoi dati personali negli archivi di aisnapoli.it e la loro messa a disposizione in forma intellegibile, inoltre puoi richiedere di conoscere l'origine dei dati (aisnapoli.it registra l'indirizzo IP, la data e l'ora di ogni invio di dati), nonché la logica e le finalità su cui si basa il trattamento. Puoi sempre richiedere ed ottenere la cancellazione dei tuoi dati personali, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, nonché l'aggiornamento, la rettifica o, se vi è interesse, l'integrazione dei dati. Puoi infine opporti, per motivi legittimi, al trattamento stesso il che avvierà la procedura di cancellazione dei tuoi dati dai sistemi di aisnapoli.it.

Gli eventi dell'AIS Napoli
    • dal 27 mar 2017 al 27 mar 2017 alle ore:15:00

      Campania – Salento Andata & Ritorno

      Mancano: 2 giorni e 10:09 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
    • dal 31 mar 2017 al 31 mar 2017 alle ore:20:00

      31 Marzo, ASTORIA si presenta: 30 anni, 40 ettari e 9 vini

      Mancano: 6 giorni e 15:09 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
    • dal 06 apr 2017 al 06 apr 2017 alle ore:20:00

      6 Aprile, Trappist-10, 10 birre per 10 birrifici trappisti all’Hotel Renaissance

      Mancano: 12 giorni e 15:09 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
  • Video

    Tags