Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...corsi sommelier in partenza

dsc_9437Di Roberta Porciello
Ogni appuntamento a Casa di Pietro ormai è una garanzia. Casa Lerario apre le porte, per il suo nuovo appuntamento del ciclo di incontri “L’acqua, la terra, l’aria e il… cuoco”, al cuciniere di campagnalo stellato “alternativo” Salvatore Tassa. Un uomo di campagna appunto, un uomo della tradizione, un uomo concreto, insomma un cuoco, magari schivo e riservato fino ad apparire burbero ma che preferisce che siano i piatti a parlare. E a proposito di piatti scopriamo che stavolta a Casa Lerario il menù è segretissimo, e arriviamo a Melizzano iniziamo, come dei segugi, a cercare indizi e a decifrare i profumi che iniziano a infiltrarsi in sala dalla cucina dove sta lavorando un artista dei fornelli definito “sanguigno come un abbacchio, ruspante come un pollastrello, terragno come una rapa dell’orto”. I piatti e vini in abbinamento saranno un mix di carattere e personalità, e saranno serviti secondo le indicazioni rigorose dello chef. Partiamo con una crema di cavolfiore e aceto balsamico, assieme a un involtino di verza e marchigiana,  con la foglia di verza che nasconde un cuore gentile di polpettina di carne locale, a cui la cottura nel forno a legna ha conferito quel tocco stuzzicante di affumicato che amplifica la sensazione di croccantezza.  E beviamo in abbinamento il Sannio Greco Doc 2015 dell’azienda17630074_10212606558425007_3980509753239712942_n Fontanavecchia di Torrecuso. Si prosegue con il piatto simbolo della sua cucina…signore e signori, ecco a voi la,  tanto attesa, Cipolla fondente. Una cipolla che viene svuotata e riempita con una crema sempre a base di cipolla, una ricetta segreta con ingredienti semplici ed essenziali ma che colpisce tutti per la setosa consistenza che unisce alla delicatezza e alla dolcezza dei primi bocconi il sapore incisivo e corposo del finale di bocca: un piatto straordinario per gusto e armonia che si sposa perfettamente, tra l’altro, con la filosofia bucolica di Casa Lerario. Lo chef ha “preteso” qui la Falanghina 2001 e ha avuto ragione: un calice denso di colore, con un giallo ambra luminoso e ricco nei profumi che si svelano lentamente nel bicchiere fino a incontrare una spiccata nota di mela cotogna e miele e delle più lievi nuance di frutta tostata; un vino studiato e pensato per attraversare il tempo come ha raccontato con passione e coinvolgimento il produttore Libero Rillo. E’ il turno del primo piatto, espressione della tradizione ciociara più autentica con i classici e gustosissimi Bigoli all’amatriciana; il tutto abbinato a un Sannio Piedirosso Doc 2015 Fontanavecchia  dal sorso fresco e scorrevole, che si è fatto apprezzare per la sua verve giovanile. Per il secondo piatto lo chef fa un giro nel bosco per farcire il maialino autoctono con radici, piante ed erbe aromatiche in compagnia di una patata, tutto rigorosamente cotto nel forno a legna di Casa Lerario. Qui, il matrimonio d’amore è con l’Aglianico del Taburno Doc 17629925_10212606558585011_6518759353434470266_nGrave Mora 2004 Fontanavecchia, che gioca al naso tra frutta e  speziatura su uno sfondo balsamico; la beva è scorrevole e piacevole, con una bella freschezza iniziale che segna l’ingresso e una chiusura raffinata. Si termina con un tipico dolce contadino rivisitato però in chiave moderna: Mela annurca con sedano nero, crema di borragine e fiori di rosmarino. Poteva finire qui? Una sorpresa finale, anche questa nel segno della tradizione ciociara, con Salvatore Tassa al centro della sala a mescolare con maestria una Cacio e Pepe extra size, agitando con estrema naturalezza la pasta con il cacio e delle manciate molto generose di pepe, inebriandoci con un profumo assai invitante…e poi nel rispetto del rito tradizionale tutti a mangiare con le mani…e il gioco è fatto.

Clicca qui per tutte le altre foto

Commenta

Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): aisnapoli.it nel rispetto della legge italiana n. 196/2003 per la tutela della privacy ti informa che i dati personali che desideri comunicare al sito tramite gli appositi moduli (non obbligatori) saranno utilizzati unicamente per rispondere alle domande ed alle richieste inviate nonché per la normale gestione del forum e della newsletter. aisnapoli.it è il titolare della gestione di tali dati che non verranno ceduti a terzi, tuttavia potrebbero essere utilizzati da aisnapoli.it per future comunicazioni, anche a scopo promozionale di servizi esterni a aisnapoli.it. Inviando i tuoi dati, insieme alle richieste, all'iscrizione al forum ed alla newsletter, autorizzi aisnapoli.it ad utilizzarli come appena descritto. Tutti i dati personali disponibili a aisnapoli.it sono quindi raccolti direttamente online, all'atto della registrazione ad un servizio (a titolo di esempio: sito, newsletter, forum) e solo previa presa visione dell'informativa. Il conferimento di tali dati personali non ha carattere obbligatorio, ma l'eventuale rifiuto a fornirli impedisce, in relazione al rapporto tra il dato ed i servizi richiesti, l'esecuzione del servizio. Qualora deciderai di fornire i tuoi dati personali per utilizzare i servizi del sito, come espresso in questa pagina, dichiari di accettare e fornire il consenso al trattamento con l'atto dell'invio. Come richiesto dalla legge sulla privacy hai sempre diritto di ottenere da aisnapoli.it la conferma dell'esistenza o meno dei tuoi dati personali negli archivi di aisnapoli.it e la loro messa a disposizione in forma intellegibile, inoltre puoi richiedere di conoscere l'origine dei dati (aisnapoli.it registra l'indirizzo IP, la data e l'ora di ogni invio di dati), nonché la logica e le finalità su cui si basa il trattamento. Puoi sempre richiedere ed ottenere la cancellazione dei tuoi dati personali, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, nonché l'aggiornamento, la rettifica o, se vi è interesse, l'integrazione dei dati. Puoi infine opporti, per motivi legittimi, al trattamento stesso il che avvierà la procedura di cancellazione dei tuoi dati dai sistemi di aisnapoli.it.

Gli eventi dell'AIS Napoli
    • dal 24 lug 2017 al 24 lug 2017 alle ore:19:00

      24 Luglio, #teledoiolebollicine 2017 Nona edizione al Nabilah

      Mancano: 1 giorno e 01:13 ore.
  • Video

    Tags