Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...corsi sommelier in partenza

Missione in Usa e Canada per l’Istituto Grandi Marchi

Pubblicato da aisnapoli il 11 - ottobre - 2017 Versione PDF

istituto-grandi-marchiVINO, ISTITUTO GRANDI MARCHI IN MISSIONE IN USA E CANADA, RISPETTIVAMENTE PRIMO E TERZO MERCATO DI SBOCCO DEL GRUPPO
Destinazione Vancouver, Calgary e New York per incontrare oltre 300 operatori. Mastroberardino, Presidente IGM: “Mercati strategici che continuano a darci grandi soddisfazioni”

Dopo il successo dell’evento istituzionale in Svizzera dello scorso 25 Settembre, l’Istituto Grandi Marchi è già pronto a ripartire per il prossimo appuntamento e questa volta vola oltreoceano per atterrare in Canada, prima, e negli USA, poi.

La missione si articola in 3 tappe: il 16 Ottobre, all’hotel Fairmont di Vancouver, dove è previsto un seminario moderato da Barbara Philip, MW, incentrato sulla scoperta dei vini “Icon” dell’Istituto e a seguire una degustazione walk-around riservata al trade e alla stampa locale. Il giorno successive (17 Ottobre) tappa per seminario e walk-around tasting al Ranchmen’s Club di Calgary, dove lo stesso tema verrà presentato da Tom Firth, fondatore di Cowtown Wine e apprezzato opinion leader canadese.

Infine, il 19 Ottobre a New York dove, in concomitanza con la Wine Experience , si terra’ un esclusivo sommelier lunch presso il Ristorante “Del Posto”.

“Stati Uniti e Canada sono due piazze strategiche rappresentando il primo e il secondo mercato di sbocco extra-UE per i nostri vini, totalizzando in valore circa il 25% e il 13% delle esportazioni complessive dell’Istituto” afferma Piero Mastroberardino, Presidente dell’Istituto Grandi Marchi. “Il Canada è un mercato molto articolato e composito, perchè ogni provincia segue regole di importazione diverse, ma continua a darci grandi soddisfazioni. I canadesi destinano al vino oltre il 30% della spesa totale delle bevande alcoliche e la penetrazione del prodotto sembra essere in costante crescita negli ultimi anni. Il consumo è tradizionalmente orientato al vino rosso, che copre oltre il 50% del valore, ma sono i vini bianchi e gli spumanti a mostrare ultimamente i tassi di crescita più interessanti. Per quanto riguarda gli Stati Uniti una recente ricerca realizzata per noi da Wine Monitor – e di cui daremo notizia a breve – evidenzia come continui il predominio dell’export italiano: l’Italia detiene un marketshare del 32% a valore precedendo così la Francia, la Nuova Zelanda e l’Australia. Fra i dati più significativi, è interessante notare una crescita in valore di oltre il 20% negli ultimi 5 anni (2016/11) del vino italiano, crescita significativa in quanto sostenuta dall’aumento del prezzo medio”.

L’Istituto del Vino di Qualità – Grandi Marchi, nasce nel 2004 dall’intuizione di un gruppo di produttori storici del Belpaese: formare una compagine di aziende vitivinicole particolarmente affini fra loro per caratteristiche interne, storia, tradizioni e comunione di intenti, al fine di promuovere la viticoltura e il vino di qualità, diffondendo e sostenendo la cultura enologica italiana, soprattutto oltreconfine.

Le 19 aziende riunite intorno al progetto rappresentano l’eccellenza delle espressioni vinicole regionali del nostro paese che, con i suoi 642.000 ettari di vigneto, la sua incredibile varietà di contesti pedoclimatici e una vendemmia che va da fine luglio a fine novembre, è in grado di offrire vini con caratteristiche uniche ed eterogenee. Un’alleanza in cui ciascuna azienda, senza rinunciare alle proprie peculiarità, pone a disposizione del gruppo elementi convergenti verso finalità comuni, con l’intento dichiarato di generare valore per l’intero comparto.

Da allora, l’Istituto, che esprime il 7% dell’export vinicolo nazionale e vanta ben 12 regioni rappresentate, ha portato i suoi vini a visitare quasi tutto il mondo: ha toccato 23 Paesi vicini e lontani, è stato 63 volte in Russia, 42 volte negli Stati Uniti, 31 volte in Giappone, 29 in Canada e 28 in Cina per un totale complessivo di oltre 330 eventi e 62.000 operatori incontrati. E ha stretto rapporti duraturi con organi e istituzioni nazionali e internazionali, incluso l’Institute of Masters of Wine, l’associazione più esclusiva di esperti di vino esistente al mondo, portandola finalmente in Italia a celebrare il suo 8° Simposio.

Istituto del Vino Grandi Marchi:

Alois Lageder, Argiolas, Biondi Santi Greppo, Ca’ del Bosco, Michele Chiarlo, Carpenè Malvolti, Donnafugata, Ambrogio e Giovanni Folonari Tenute, Gaja, Jermann, Lungarotti, Masi, Marchesi Antinori, Mastroberardino, Pio Cesare, Rivera, Tasca D’Almerita, Tenuta San Guido, Umani Ronchi.

Media Relations – Istituto del vino Grandi Marchi: Alessia Panzeca +39 335 6522242, panzeca.alessia@gmail.com

Commenta

Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): aisnapoli.it nel rispetto della legge italiana n. 196/2003 per la tutela della privacy ti informa che i dati personali che desideri comunicare al sito tramite gli appositi moduli (non obbligatori) saranno utilizzati unicamente per rispondere alle domande ed alle richieste inviate nonché per la normale gestione del forum e della newsletter. aisnapoli.it è il titolare della gestione di tali dati che non verranno ceduti a terzi, tuttavia potrebbero essere utilizzati da aisnapoli.it per future comunicazioni, anche a scopo promozionale di servizi esterni a aisnapoli.it. Inviando i tuoi dati, insieme alle richieste, all'iscrizione al forum ed alla newsletter, autorizzi aisnapoli.it ad utilizzarli come appena descritto. Tutti i dati personali disponibili a aisnapoli.it sono quindi raccolti direttamente online, all'atto della registrazione ad un servizio (a titolo di esempio: sito, newsletter, forum) e solo previa presa visione dell'informativa. Il conferimento di tali dati personali non ha carattere obbligatorio, ma l'eventuale rifiuto a fornirli impedisce, in relazione al rapporto tra il dato ed i servizi richiesti, l'esecuzione del servizio. Qualora deciderai di fornire i tuoi dati personali per utilizzare i servizi del sito, come espresso in questa pagina, dichiari di accettare e fornire il consenso al trattamento con l'atto dell'invio. Come richiesto dalla legge sulla privacy hai sempre diritto di ottenere da aisnapoli.it la conferma dell'esistenza o meno dei tuoi dati personali negli archivi di aisnapoli.it e la loro messa a disposizione in forma intellegibile, inoltre puoi richiedere di conoscere l'origine dei dati (aisnapoli.it registra l'indirizzo IP, la data e l'ora di ogni invio di dati), nonché la logica e le finalità su cui si basa il trattamento. Puoi sempre richiedere ed ottenere la cancellazione dei tuoi dati personali, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, nonché l'aggiornamento, la rettifica o, se vi è interesse, l'integrazione dei dati. Puoi infine opporti, per motivi legittimi, al trattamento stesso il che avvierà la procedura di cancellazione dei tuoi dati dai sistemi di aisnapoli.it.

Gli eventi dell'AIS Napoli
    • dal 16 dic 2017 al 16 dic 2017 alle ore:19:00

      16 Dicembre, Gran Galà di Natale dell’Ais Campania al Royal Continental

      Mancano: 3 giorni e 06:53 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
  • Video

    Tags