Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...corsi sommelier in partenza

Radici Vesuviane in Masseria

Pubblicato da aisnapoli il 12 - novembre - 2017 Versione PDF

Di Roberta Porciello

Siamo sulle pendici del vulcano avvolti dall’odore di pietra pomice frammisto a quello di roccia lavica; dove i colori sono quelli più intensi del bosco con intense pennellate di un vivo marrone che fanno spazio ad alberi da frutto come la crisommola, l’albicocca del Vesuvio, diventata presidio Slow Food e più conosciuta come pellecchiella. Qui tra mare e terra vi è Masseria Guida, immersa tra le campagne di Ercolano, salendo verso il Vesuvio ma nello stesso tempo facilmente raggiungibile dall’uscita autostradale. In questo scenario, in una piacevolissima serata ottombrina, abbiamo avuto la possibilità di assaggiare eccellenze del food and wine, in una finalità benefica: raccogliere fondi per acquistare alberi da ripiantare sul Vesuvio e il Monte Somma, devastato dagli incendi della scorsa estate…“Radici Vesuviane”, questo il bellissimo nome che è stato dato a questa manifestazione. In una serata sotto lo stesso cielo, uno accanto all’altro, alcuni dei migliori chef dell’area vesuviana, pizzaioli e pasticcieri, veri artigiani del gusto che hanno realizzato un percorso dal buon cibo all’ottimo vino: tutto made in Vesuvio. Accompagnati, nel nostro viaggio nelle eccellenze vesuviane, da un calice di bollicine come il Caprettone spumante metodo classico di Casa Setaro, coinvolti da un naso dai piacevoli profumi agrumati e di erbe medidterranee, un sorso dalla freschezza verticale con accenti salati e minerali. Passando poi al Dorè Lacryma Christi bianco spumante di Sorrentino vini, un calice di denso giallodsc_1716-1 paglierino, con un naso intenso di albicocca e nocciola, e una bocca di grande mineralità sorretta da un’ottima freschezza. La lista dei piatti e delle bontà è lunga e ogni piatto ha una propria peculiarità. Siamo partiti dall’ottima Margherita di Giuseppe Pignalosa della pizzeria Le Parùle, per poi farci coccolare dalle carni e dai piatti di Francesco Veneruso della Fattoria Veneruso con una salsiccia di maiale nero affumicata alla nocciola su crema di parmigiano e cacao: una droga. Non potevamo non onorare Angelina Ceriello de ‘E Curti con il suo cuzzetiello con polpetta al ragù: sublime. Un morso tutto di gusto e bontà con il miniburger di Metamorfosi con farina di segale, baccalà arrostito, stracotto di pollo, mozzarella di bufala e albicocca del vesuvio: saporito. Un piatto da bis quello ideato da Luigi Salomone di Piazzetta Milù: pasta, patate e cenere. Per finire il nostro giro, il tanto acclamato, a giusta causa, sartù di Angelo Falanga de La Casa del Massaro, insieme al ragù con la pasta del pastificio Di Martino firmata D&G di Basilio Avitabile di Masseria Guida: strepitosi. Non poteva mancare il dolce con il passaggio allo stand della Pasticceria Mennella con il suo storico ciambellone alla nocciola: da capogiro. Insomma un’ottima serata, un’organizzazione eccellente, una realtà giovane che sa fare, sa ciò che vuole e che ha riscoperto l’amore per il proprio territorio.

Alè vesuvio.

Commenta

Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): aisnapoli.it nel rispetto della legge italiana n. 196/2003 per la tutela della privacy ti informa che i dati personali che desideri comunicare al sito tramite gli appositi moduli (non obbligatori) saranno utilizzati unicamente per rispondere alle domande ed alle richieste inviate nonché per la normale gestione del forum e della newsletter. aisnapoli.it è il titolare della gestione di tali dati che non verranno ceduti a terzi, tuttavia potrebbero essere utilizzati da aisnapoli.it per future comunicazioni, anche a scopo promozionale di servizi esterni a aisnapoli.it. Inviando i tuoi dati, insieme alle richieste, all'iscrizione al forum ed alla newsletter, autorizzi aisnapoli.it ad utilizzarli come appena descritto. Tutti i dati personali disponibili a aisnapoli.it sono quindi raccolti direttamente online, all'atto della registrazione ad un servizio (a titolo di esempio: sito, newsletter, forum) e solo previa presa visione dell'informativa. Il conferimento di tali dati personali non ha carattere obbligatorio, ma l'eventuale rifiuto a fornirli impedisce, in relazione al rapporto tra il dato ed i servizi richiesti, l'esecuzione del servizio. Qualora deciderai di fornire i tuoi dati personali per utilizzare i servizi del sito, come espresso in questa pagina, dichiari di accettare e fornire il consenso al trattamento con l'atto dell'invio. Come richiesto dalla legge sulla privacy hai sempre diritto di ottenere da aisnapoli.it la conferma dell'esistenza o meno dei tuoi dati personali negli archivi di aisnapoli.it e la loro messa a disposizione in forma intellegibile, inoltre puoi richiedere di conoscere l'origine dei dati (aisnapoli.it registra l'indirizzo IP, la data e l'ora di ogni invio di dati), nonché la logica e le finalità su cui si basa il trattamento. Puoi sempre richiedere ed ottenere la cancellazione dei tuoi dati personali, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, nonché l'aggiornamento, la rettifica o, se vi è interesse, l'integrazione dei dati. Puoi infine opporti, per motivi legittimi, al trattamento stesso il che avvierà la procedura di cancellazione dei tuoi dati dai sistemi di aisnapoli.it.

Gli eventi dell'AIS Napoli
    • dal 23 nov 2017 al 23 nov 2017 alle ore:20:00

      23 Novembre, Napoli si tinge di giallo con il Collio day

      Mancano: 1 giorno e 22:00 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
  • Video

    Tags