Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...corsi sommelier in partenza

whatsapp-image-2018-02-06-at-13-24-30-1Di Roberta Porciello
Nuovo appuntamento per “Storie di Vini e Vigne” con nuovo primato… la prima verticale storica in Italia dei vini di Nicola Chiaromonte con il suo volto più internazionale, amatissimo in America: il Primitivo Gioia del Colle Muro Sant’Angelo Contrada Barbatto, miglior vino dell’anno 2017 per la Guida ai vini d’Italia del Gambero Rosso. Nel bicchiere ritroviamo tutta la Murgia, con la sua antica e contraddittoria storia vitinicola, fatta di alberelli secolari da una parte; e vino sfuso dall’altra. Un ossimoro figlio di una territorio duro, difficile, dalle grandi potenzialità, bisognevole di grandi sacrifici ma capace di regalare grandi soddisfazioni.
Siamo ad Acquaviva delle Fonti, tra la costa adriatica e quella jonica, nella Puglia centrale, ben 45 ettari di cui 10 sono quelli con i vecchi alberelli, con più di ottanta primavere sulle spalle, che danno vita al cru Contrada Barbatto. Una degustazione spassosa e divertente, che si snoda dal 2009 al 2014, condita da racconti veraci di un vero uomo di terra.

Iniziamo il nostro percorso con il 2009: note speziate delicate che si fanno sentire senza mai essere invadenti; pienezza ed espressività con una bella spinta dell’acidità; un vino dinamico, riconoscibile e longevo anche grazie alla maturazione di 18 mesi in legno, in botti di terzo o quarto passaggio.

La 2010 è stata un’annata particolarmente calda in Murgia, il vino è concentrato e composto, con un sorso masticabile, piacevole ed equilibrato tra le whatsapp-image-2018-02-06-at-13-24-29varie componenti.

Compresso e reticente all’inizio il 2011, che va atteso e aspettato nel bicchiere, prima di aprirsi e regalare sentori intensi di frutta, con amarene e more in evidenza, conservando un’invidiabile bevibilità e ottima scorrevolezza.

Punta tutto sulle morbidezze il 2012, un vino rotondo con sensazioni avvolgenti e nuance fruttate di mora e ribes e un elegante timbro floreale di rosa, meno equilibrato nella struttura gustativa ma che si fa perdonare per la femminile piacevolezza con la quale si offre nel calice.

Interessante il 2013, con un gioco alternato tra le parti morbide e quelle più pungenti; entra in punta di piedi nel palato per poi mostrare in retrolfazione aromi di ciliegia, pepe e chiodi di garofano. Il finale è tutto orgoglio e carattere, con un sorso elegante e deciso allo stesso tempo; è questa l’annata premiata dalla guida ai vini Gambero Rosso.

Annata difficile la 2014, un vino non così giovane e immediato come sembrerebbe, con le note più dolci stemperate e ravvivate dalla grande acidità.

Una verticale dal respiro internazionale con un un vino giustamente definito “bello, potente ed equilibrato”.

Grazie a Nicola Chiaromonte per i suoi racconti di vita…E ora spazio all’oste Mario Lombardi, patron di Cap’Alice, che ci ha deliziato con una tradizionale lasagna napoletana di Carnevale, piacevole e godereccia, e la chiusura in dolcezza con chiacchiere e sanguinaccio.
Storie di vino e vigne….to be continued.

Commenta

Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): aisnapoli.it nel rispetto della legge italiana n. 196/2003 per la tutela della privacy ti informa che i dati personali che desideri comunicare al sito tramite gli appositi moduli (non obbligatori) saranno utilizzati unicamente per rispondere alle domande ed alle richieste inviate nonché per la normale gestione del forum e della newsletter. aisnapoli.it è il titolare della gestione di tali dati che non verranno ceduti a terzi, tuttavia potrebbero essere utilizzati da aisnapoli.it per future comunicazioni, anche a scopo promozionale di servizi esterni a aisnapoli.it. Inviando i tuoi dati, insieme alle richieste, all'iscrizione al forum ed alla newsletter, autorizzi aisnapoli.it ad utilizzarli come appena descritto. Tutti i dati personali disponibili a aisnapoli.it sono quindi raccolti direttamente online, all'atto della registrazione ad un servizio (a titolo di esempio: sito, newsletter, forum) e solo previa presa visione dell'informativa. Il conferimento di tali dati personali non ha carattere obbligatorio, ma l'eventuale rifiuto a fornirli impedisce, in relazione al rapporto tra il dato ed i servizi richiesti, l'esecuzione del servizio. Qualora deciderai di fornire i tuoi dati personali per utilizzare i servizi del sito, come espresso in questa pagina, dichiari di accettare e fornire il consenso al trattamento con l'atto dell'invio. Come richiesto dalla legge sulla privacy hai sempre diritto di ottenere da aisnapoli.it la conferma dell'esistenza o meno dei tuoi dati personali negli archivi di aisnapoli.it e la loro messa a disposizione in forma intellegibile, inoltre puoi richiedere di conoscere l'origine dei dati (aisnapoli.it registra l'indirizzo IP, la data e l'ora di ogni invio di dati), nonché la logica e le finalità su cui si basa il trattamento. Puoi sempre richiedere ed ottenere la cancellazione dei tuoi dati personali, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, nonché l'aggiornamento, la rettifica o, se vi è interesse, l'integrazione dei dati. Puoi infine opporti, per motivi legittimi, al trattamento stesso il che avvierà la procedura di cancellazione dei tuoi dati dai sistemi di aisnapoli.it.

Gli eventi dell'AIS Napoli
    • Nessun evento da mostrare
  • Video

    Tags