Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...corsi sommelier in partenza

Bello averti qui: omaggio a Roberto Anesi

Pubblicato da aisnapoli il 13 - aprile - 2019 Versione PDF

55803381_2767423576602937_8260972236366675968_nDi Maria Grazia Narciso

Per noi sommelier, ma immagino per molti, assistere a una lectio magistralis di Roberto Anesi è una esperienza unica. Fin qui nulla di strano visto che il signore in questione si fregia del titolo di Miglior Sommelier d’Italia 2017, ma lui nel titolo non ci sta del tutto…
Ogni volta che assisto a un suo seminario non so mai bene se sia meglio ascoltarlo, guardarlo, prendere appunti o fotografare le slide. Ma di certo so di non voler perdere nemmeno una goccia, come farei con un Romanée-Conti del 1945. A un certo punto dello speech, sempre lo stesso, il dubbio iniziale svanisce, catturata come sono dall’incedere elegante e modulato del racconto, dalla progressione ordinata dei contenuti, dalle slide didascaliche in sync perfetto con il passaggio successivo. E puntualmente mi ritrovo a formulare una analisi cinesica, a osservare la prossemica, ad annotare il percorso dello sguardo che non trascura mai nessuno in sala. La pronuncia perfetta indifferentemente in inglese, tedesco o francese, musica per le orecchie.
55614007_2767420593269902_4303875436129026048_nÉ trascorso qualche giorno dalla sua visita a Napoli, quando ci ha condotti sulle tracce del Pinot Noir in Alto Adige. Il pinot noir, perfettamente a suo agio in Borgogna, è uno dei vitigni più esigenti, delicati e volubili, ma, come tutti i ribelli, dai risultati sorprendenti quando si lascia domare. Come è avvenuto in in Alto Adige, dove ha trovato una sua dimensione precisa e identitaria, quella che Roberto ha scelto di raccontare.

Si sente che siamo a casa di Roberto: conosce gli orari di ogni raggio di sole, distingue le cantine dai profumi, e a quale punto della salita ti chinerai per allacciarti le scarpe.
La gallery con le foto dei vigneti di Gleno, Montagna e Mazzon è selezionata con cura perchè non ci sfugga la precisa percezione del terroir. Così, passo dopo passo, scopri che i Pinot Noir di Mazzon sono maschili mentre quelli di Gleno più femminili e che avrai solo l’imbarazzo della scelta (magari questa l’editor me la cancella! – Tranquilla te l’ho lasciata, NdR).

Anche il nostro Delegato offre uno spunto di riflessione quando evidenzia ai presenti l’accuratezza e la precisione di Roberto, la dedizione nella preparazione dei contenuti e la premura nel riesaminare temi a lui già abbondantemente noti, per essere certo di non aver tralasciato nulla. E’ una caratteristica – sottolinea Tommaso Luongo – che da sola dice la levatura del nostro ospite. Sia di esempio a chi si prepara a sostenere l’esame di relatore AIS.

Per giocare l’importante partita di questa sera Roberto ha convocato una squadra di soli titolari:
Alto Adige Pinot Nero Cortaccia 2017
Alto Adige Pinot Nero Franz Haas 2016
Alto Adige Pinot Nero Stroblhof Pinot Nero Pigeno 2016
Alto Adige Pinot Nero Carlotto 2016
Alto Adige Pinot Nero Castelfeder Burgum Novum Riserva 2016
Alto Adige Pinot Nero Trattman Girlan Riserva 2016
Alto Adige Pinot Nero Schloss Englar Riserva 2016

Il coach li ha mandati in campo ognuno nel suo ruolo, puntando su uno schema ben collaudato e portando a casa il risultato.Tutti bravi i ragazzi, grande partita, ma la sala ha dato all’Alto Adige Pinot Noir, Carlotto 2016 il Pallone d’Oro, con l’avallo condiviso di Tommaso e Steffen (la giuria d’onore).

Anche io ho eletto il campione della serata: indovinate chi è? ;-)

Foto di Gabriella Imparato

Per l’album completo cliccare qui

Commenta

Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): aisnapoli.it nel rispetto della legge italiana n. 196/2003 per la tutela della privacy ti informa che i dati personali che desideri comunicare al sito tramite gli appositi moduli (non obbligatori) saranno utilizzati unicamente per rispondere alle domande ed alle richieste inviate nonché per la normale gestione del forum e della newsletter. aisnapoli.it è il titolare della gestione di tali dati che non verranno ceduti a terzi, tuttavia potrebbero essere utilizzati da aisnapoli.it per future comunicazioni, anche a scopo promozionale di servizi esterni a aisnapoli.it. Inviando i tuoi dati, insieme alle richieste, all'iscrizione al forum ed alla newsletter, autorizzi aisnapoli.it ad utilizzarli come appena descritto. Tutti i dati personali disponibili a aisnapoli.it sono quindi raccolti direttamente online, all'atto della registrazione ad un servizio (a titolo di esempio: sito, newsletter, forum) e solo previa presa visione dell'informativa. Il conferimento di tali dati personali non ha carattere obbligatorio, ma l'eventuale rifiuto a fornirli impedisce, in relazione al rapporto tra il dato ed i servizi richiesti, l'esecuzione del servizio. Qualora deciderai di fornire i tuoi dati personali per utilizzare i servizi del sito, come espresso in questa pagina, dichiari di accettare e fornire il consenso al trattamento con l'atto dell'invio. Come richiesto dalla legge sulla privacy hai sempre diritto di ottenere da aisnapoli.it la conferma dell'esistenza o meno dei tuoi dati personali negli archivi di aisnapoli.it e la loro messa a disposizione in forma intellegibile, inoltre puoi richiedere di conoscere l'origine dei dati (aisnapoli.it registra l'indirizzo IP, la data e l'ora di ogni invio di dati), nonché la logica e le finalità su cui si basa il trattamento. Puoi sempre richiedere ed ottenere la cancellazione dei tuoi dati personali, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, nonché l'aggiornamento, la rettifica o, se vi è interesse, l'integrazione dei dati. Puoi infine opporti, per motivi legittimi, al trattamento stesso il che avvierà la procedura di cancellazione dei tuoi dati dai sistemi di aisnapoli.it.

Gli eventi dell'AIS Napoli
    • Nessun evento da mostrare
  • Video

    Tags