Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...corsi sommelier in partenza

Archivio per la categoria: ‘Ardenti Spiriti’

Grapperie Aperte il 2 Ottobre con l’ING in tutta Italia

Pubblicato da aisnapoli il 30 - agosto - 2011Versione PDF

Si scaldano i motori per l’ottava edizione. E’ arrivata l’estate e insieme al clima inizia a scaldarsi anche il motore dell’ottava edizione di Grapperie Aperte, l’imperdibile appuntamento annuale che l’Istituto Nazionale Grappa organizza per domenica 2 ottobre 2011 grazie alla collaborazione dei soci produttori di grappa di tutta Italia. “Per un’intera giornata si aprono le porte delle distillerie al grande pubblico per far conoscere non solo i prodotti ma anche i segreti su come nasce il distillato di bandiera del Bel Paese – afferma Cesare Mazzetti, Presidente dell’Istituto Nazionale Grappa -. Sempre di più i consumatori sono interessati a conoscere di persona come nasce un prodotto, la storia e la cultura che lo ha tramandato fino a noi. Infatti il turismo esperienziale, è quello che ha registrato una notevole crescita anche in un periodi di crisi economica. L’emozione del ‘toccar con mano’ ciò che tu assaggi, riporta a ricordi ancestrali. Si tratta anche di una esperienza storica e culturale: la maggior parte delle 136 grapperie italiane funziona ancora con alambicchi antichi, e sono tutti diversi l’uno dall’altro.È per questo motivo che Grapperie Aperte che ogni anno porta nelle nostre distillerie migliaia di visitatori. L’obiettivo di ING – conclude Mazzetti – è proprio quello di trasferire emozioni, cultura e storia legate al distillato italiano per eccellenza”. L’appuntamento in tutta Italia è domenica 2 ottobre, per una giornata alla scoperta del nostro distillato principe tra alambicchi, tradizione e cultura. Numerose le adesioni da parte dei soci di ING che sono già pervenute alla segreteria organizzativa evidenziando un forte coinvolgimento che si rinnova anno dopo anno, così come forte è anche l’interesse che ogni edizione della manifestazione raccoglie tra appassionati di grappa, intenditori e semplici curiosi. Domenica 2 ottobre, insieme alle tradizionali degustazioni e alle visite guidate in distilleria, i produttori offriranno una ricca agenda di eventi ed intrattenimenti che coinvolgeranno visitatori di ogni età e genere: dalle vere e proprie escursioni alla scoperta di tutti gli aspetti produttivi, dalla vigna all’alambicco, fino alle degustazioni di prodotti tipici in abbinamento alla grappa, senza tralasciare l’aspetto più “spettacolare” fatto da dimostrazioni con sommeliers e barman, preparazione di ricette a base di grappa insieme a chef illustri e presentazione di nuovi prodotti.

14 Maggio, Un Sabato ad Alta Tensione (alcolica)…

Pubblicato da aisnapoli il 5 - maggio - 2011Versione PDF

ASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIERS Delegazione di Napoli

 

“Un Sabato ad ALTA TENSIONE (alcolica)”

A spasso tra Malti, Luppoli e Vinacce…

 

Un’intensa giornata ad alta gradazione alcolica ci aspetta il 14 Maggio… Tre tappe in rigorosa successione etilica. Sincronizziamo gli orologi: partiamo da Napoli (appuntamento presso il Punto Blu prima della A16 Napoli-Bari) alle ore 9.00.

Raggiungeremo il microbirrificio St. John Bier di Faicchio (Bn), la prima tappa della nostra scampagnata fuoriporta intorno alle 10.30: una realtà brassicola orgogliosamente campana per un tuffo tra malti e luppolo; poi ci rimettiamo in moto alla volta di Palazzo Paladino in quel di Montemiletto (Av) per un buffet ristoratore con un menu aperitivo a base di prodotti tipici irpini: culatello di Venticano “Ciarcia”, caciocavallo di Calitri stagionato in grotta “Di Cecca”, bocconcini di Vaccino di Montella “Granese” e Rigatoni in salsa di pomodorini,basilico e caciocavallo di Bufala affumicato.

A seguire, ultima tappa a Venticano (Av) con la distilleria Antonellis  e le grappe rigorosamente, made in Campania,  del  mastro distillatore Paolo Saverio Antonellis.

 

 

Per concludere finale fumoso con un invitante sigaro toscano per allietare il meritato riposo del nostro fegato messo a dura prova dall’estenuante maratona…

Astenersi astemi.

 

Ticket di partecipazione euro 10

Info e prenotazioni: Anna Ciotola 347.6687800

annaciotola@hotmail.com

 

Tommaso Luongo

Delegato Ais Napoli

www.aisnapoli.it

Corso Anag di Primo Livello a Casalnuovo

Pubblicato da aisnapoli il 18 - aprile - 2011Versione PDF

PRIMA  LEZIONE : Apertura ed illustrazione del programma, consegna del materiale didattico e presentazione dell’Anag. Introduzione alla degustazione. Il metodo e la scheda d’assaggio.
 SECONDA LEZIONE:  Gli scopi, la tecnica, i sensi. Principi di degustazione. Analisi attraverso la vista, l’olfatto, retrolfatto e  gusto.
 TERZA  LEZIONE:  Origine, la Legge ed i Regolamenti. Grappe Regionali, Etichetta. Le vie dell’Uva.
 QUARTA LEZIONE:  l’acino dell’uva, la chimica. La distillazione, impianti e disposizioni legislative. Tipologie delle Grappe.
 QUINTA LEZIONE: Alcol e cultura. Conoscere l’alcol, limiti e consigli. Alcol come alimento.

Durante ciascun incontro sono  effettuati assaggi guidati di grappe ed acquaviti
Al termine del corso si svolgerà una visita in distilleria con data da concordare.
Frequenza obbligatoria ai fini dell’ottenimento dell’Attestato di Assaggiatore di Primo Livello.

Nel prezzo sono compresi: la tessera dell’associazione valida per tutto il 2010, valigetta con  bicchieri, libro, dispense e quaderno degli assaggi.

Accademia Del Gusto, Nautilus, and Single Malt

Pubblicato da aisnapoli il 4 - aprile - 2011Versione PDF

Di Karen Phillips

Accademia Del Gusto … una serie ideata da Francesco D’Alena di Nautilus. Un interessante ciclo di appuntamenti con un format familiare … una cena, il vino e la discussione. Ma la serata organizzata  da Francesco il 25 marzo ha attirato la mia attenzione con queste due sole parole … single malt. Due parole che non mi hanno lasciato in pace da quando ne hanno parlato durante il mio corso di sommelier di primo livello. Così, dopo una cena preparata da Francesco, ero pronta a riscoprire il meraviglioso mondo del whisky single malt … 

Mi sono accomodata  al mio posto al tavolo, al primo piano del Nautilus, un luogo che sembra a tante miglia di distanza dal trafficato incrocio di Varcaturo, dove questo ristorante ha la sua casa. Un arredamento che fa sentire come se ci si trova nella cabina di una nave da crociera con le sue pareti di legno liscio e gli oblò. Sono arrivata in tempo per ricevere uno dei tanti piatti che Francesco aveva immaginato per la cena. Il primo piatto che mi sono ritrovata davanti a me è stato chiamato il Tre: croccante pane tostato al fianco di gamberetti in cima ad un cremoso purè di patate. La Falanghina del Taburno di Masseria Frattasi era il vino scelto quella sera per accompagnare una cena dedicata al baccalà. Dal primo morso del mio antipasto, carpaccio di baccalà con pomodori secchi e sedano croccante, ho capito che questa sera sarebbe stata molto interessante. Ho ritrovato il baccalà trovato in una torta di patate oppure a condire la pasta di Gragnano. O da solo, cotto in olio d’oliva su un letto di peperoni rossi . A finire un flan al cioccolato con gelato come dessert ed ero pronta per la mia lezione.

Ero pronta ad affrontare ancora una volta questo whisky single malt e Francesco ha presentato ai suoi ospiti un uomo che, speravo, avrebbe chiarito le cose per me, Michelangelo Di Toma.
Michelangelo ci ha portato 4 whisky di malto scozzese. Una spiegazione veloce come il single malt è distillato, e poi eravamo pronti per la degustazione. Simile ad una degustazione di vino, abbiamo guardato i colori nel nostro bicchiere … abbiamo percepito gli aromi, ma quando era il momento di assaggiare: non bere… masticare!  era il consiglio di Michelangelo. Lasciando il whisky sulla lingua, muovendolo come se si mangia. Questo mette in evidenza i sapori e i complessi aromi del single malt molto meglio. Abbiamo anche aggiunto un po’ acqua per ogni bicchiere per migliorare ed ampliare i profumi.

Quattro whisky single malt. Ognuno diverso per età, ciascun produttore con la suo stile di invecchiamento ed una specifica tecnica di distillazione. Così ogni bicchiere sprigionava il suo particolare profumo. Leggero o intenso. Smoky o fruttato. Aromi giovanili di frutta giovani o quelli più maturi. Ho provato un bicchiere di 10 anni, Glen Grant, che esprimeva profumi di mela, albicocche e pesche. Un whisky di 18 anni, Glenfiddich ,che ha trascorso 16 anni in botte con il metodo solera. Dopo aver aggiunta l’acqua è stata poteva quasi far pensare ad un vino invecchiato a causa delle nuances di cilegia sotto spirito. Il  Balvenie presentato da Michelangelo aveva 12 anni, due dei quali trascorsi in una botte usata per l’invecchiamento dello sherry. E così i suoi aromi sono stati di uva passa e di ciliegie dolci. Il nostro l’ultimo bicchiere è stato un Laphroaig di 10 anni . Ancora una volta profumi dolci, ma amari, secco e morbido in bocca.
E ‘difficile scegliere quale whisky mi è piaciuto… ma posso certo dire che questa Accademia del Gusto ha chiarito alcune cose per me.

E poi ho fatto pace con il single malt …

Nautilus Enoristorante
Via Ripuaria, 259
Giugliano in Campania 80014

Versione in Inglese

Aibes 35° Concorso campano per cocktail e long drink

Pubblicato da aisnapoli il 27 - marzo - 2011Versione PDF

35° CONCORSO CAMPANO PER COCKTAIL E LONG DRINK

                           Un tuffo nel passato per approdare al futuro                       

 Quest’anno, la scelta della location per lo svolgimento del 35° Concorso regionale per cocktail e long drink, è caduta non a caso, sulla città di Pompei. Laddove la presenza diffusa di tracce del passato, nonché una evidente tradizione religiosa, testimoniano un’identità turistica e ricettiva preziosa, celebrata già nell’antichità come città residenziale e di svago del “bel mondo” dell’antica Roma, ed attualmente, come sede indiscussa di una religiosità che affascina chi oggi ama cogliere dall’antico, sensazioni nuove ed originali del moderno Cristianesimo.

Immaginate che, nelle rovine di Pompei antica, si contano più di duecento bar e thermopolia (taverne), specie di snack bar aperti sulla strada, dove si potevano ordinare cibi caldi al banco a tutte le ore. La bevanda prediletta era soprattutto il vino, che si beveva allungato con acqua, a volte con acqua di mare, e nella stagione fredda, il vino annacquato veniva servito caldo.

In una di queste vie, nei pressi dei bagni pubblici, se ne contano otto in un solo isolato. Ciò mi fa  venir in mente la Via Veneto dei tempi della Dolce Vita, considerato che, Pompei allora, era meta ambita da Patrizi romani dediti alla bella vita. Questi destinavano parecchio del loro tempo alle terme, per rinfrancarsi  dopo, nei bar con “cucumae” (caraffe) di vino che, Pompei  produceva in grandi quantità e di ogni tipo.

All’interno, al riparo della luce della strada, uno di questi bar silenziosi e impolverati sembra quasi pronto ad aprire i battenti. Il banco di mescita ha bisogno di una buona strofinata per ravvivare il colore del marmo. In uno scaffale dietro al banco, sono coricate una dozzina di anfore senza tappo, come se l’oste fosse in attesa di mescere ai primi avventori che uscivano dai bagni pubblici di fronte all’osteria.(Il vino, di Hugh Johnson, Muzzio ed.) 

Il Santuario è oggi meta di pellegrinaggi religiosi ma anche di molti turisti affascinati dalla sua maestosità. L’otto maggio, e la prima domenica di ottobre, decine di migliaia di pellegrini affollano la città di Pompei per partecipare alla Supplica alla Beata Vergine del Rosario.  

Dopo questo modesto exursus storico-religioso, torniamo ai giorni nostri ed al futuro della storia del buon bere,  per annunciare la notizia che interessa ai moderni fruitori appassionati di beverage.

 

L’evento particolare è il 35° Concorso Regionale per Cocktail e Long drink del 2011, che sarà organizzato da Francesco Reder – Fiduciario, in collaborazione con il consigliere Giovanni Di Somma della sezione Campana dell’AIBES (ass. italiana barmen e sostenitori) che raggruppa più di trecento barmen e barlady di tutta la regione. Il giorno sarà lunedi 28 marzo dalle ore 14,00 in poi. La location, l’Hotel Pompei Resort, in via Acquasalsa, 16a, struttura moderna, pratica e confortevole, molto adatta a feste e convegni, situato appena all’uscita della autostrada, tra gli Scavi ed il Santuario

 A. I.   B.   E.   S.

Associazione Italiana Barmen e Sostenitori

Alfonso Cascella  add. Stampa sez.Campania

Via s. Giacomo dei capri, 125 Napoli – Tel. 081/7705340 – 347 0884936

e-mail  alfonsocascella@tiscali.it

 Le gare si svolgeranno all’insegna della massima professionalità tra barmen e barlady dell’Aibes, che si cimenteranno nella creazione di nuove ricette composte da liquori, distillati, amari,vermout, succhi di frutta, acque gassate, spumanti e…tanto ghiaccio!!!, il tutto messo a disposizione dai Soci Sostenitori dell’Aibes, produttori ed importatori delle migliori marche nazionali ed internazionali di prodotti destinati al mercato dell’ Horeca, il cui presidente è l’instancabile Danilo Bellucci.

 

Diverse saranno le specialità di miscele da preparare: Gli aperitivi, detti Pre-dinner, i digestivi detti After-dinner, i Long-drink, i Frozen , gli Sparkling, mentre le tecniche di preparazione sono: Classic, Skill e Flair. Le giurie saranno diverse: una segreta per la degustazione e la valutazione delle miscele, altre palesi per l’osservazione del rispetto delle regole delle diverse tecniche di lavoro.

Il miglior punteggio per ogni categoria oltre a ricevere il prezioso primo premio, si aggiudicherà il diritto all’accesso al Concorso Nazionale, che prevede poi, la selezione per l’I.C.C. International Cocktail Competition (Campionato Mondiale).

Inoltre ci sarà anche una competizione tra i giovani “Emergenti” dei corsi di formazione che vengono svolti numerosi durante l’anno, sotto la guida del docente Francesco Reder e  la selezione per il “Premio Angelo Zola”destinato ad un giovane barman/lady, dopo aver superato una serie di prove scritte, orali e pratiche in lingua inglese, attinenti specificamente alla professione Barman. Il premio per quest’ultimo è la partecipazione al Training Centre per 15 giorni, insieme a giovani barmen di tutto il mondo, che si svolgerà a Singapore.

Un premio speciale viene destinato all’Arte della Scultura di frutta ed ortaggi, che richiede a completamento della professione del barman, questa particolare formazione per la decorazione dei drink, elemento indispensabile, oltremodo, per l’allestimento di fantastici e spettacolari buffet nella alta Ristorazione.

 

L’ingresso alla manifestazione sarà libero, ma per gli addetti ai lavori si concluderà con una cena di gala ad invito personale

Con L’Anag Caserta alla Locanda delle Trame

Pubblicato da aisnapoli il 25 - marzo - 2011Versione PDF

Vaccheria, 31 Marzo 2011 ore 20,30

Serata a Tema

alla Locanda nella Sala superiore:

 

   Cena degustazione

  “Cucinata con la grappa”

 

Pregustativo:

Gnocchi fritti con crema di carciofi alla grappa di Fiano  

e mandorle caramellate

 

Antipasto:

Stinco di maiale ricomposto e panato su carpaccio di mela annurca marinato

con grappa giovane di Aglianico    

 

Primo:

Risotto alla grappa affinata, rosmarino

 e ragù anatra 

 

Secondo:

                                    Sella di coniglio con funghi gialletti e finocchietto selvatico

Salsa di ciliegie alla grappa affinata

 

Pre – dessert:

granita all’acquavite di pera servita con brioche calda

all’uvetta macerata in grappa 

 

Dolce al piatto:

Zuppa di cioccolato extra fondente 85% alla grappa invecchiata

e cannolo di crespella croccante farcita di rabarbaro

 

I petit four:  

La pera alla grappa

Pasta di mandorla all’olio di mandarino e grappa

Tartufino al cioccolato al latte e grappa

Gelatina di ribes e grappa

Tartelletta con crema alla grappa e fragoline

 

Nella preparazione di tutti i piatti verrà utilizzata la grappa della Distilleria ANTONELLIS di Venticano (AV)

 

I vini:

Falerno Bianco Azienda Bianchini Rossetti

Rosato del Varo Azienda Tenuta Cavalier Pepe

Casavecchia Azienda Vigne Chigi

Presenti alla serata tutti i produttori

 

Prezzo per persona €. 50,00 comprensivo di vini, acqua naturale e minerale

 

Per Info e prenotazioni: tel:0823304055 fax:0823303930 email info@locandadelletrame.it

Bloody Mary Day alla Città del Gusto di Napoli

Pubblicato da aisnapoli il 22 - marzo - 2011Versione PDF

Il cocktail bar della Città del gusto presenta CELEBRITY, una serie di appuntamenti dedicati ai grandi classici del mondo del drink , rivisitati in chiave Drinkexeperience.
Il primo appuntamento prevede un appuntamento dedicato al celebre cocktail : BLOODY MARY.

Molto conteso per la sua origine, questo cocktail creato ispirandosi alla vita di Maria I d’Inghilterra, ricordata nella storia come la “sanguinaria” , è oggetto di disputa (come d’altronde succede spesso per i grandi cocktail) per la sua origine.

Al cocktail bar della Città del gusto, giovedi 31 marzo, il nostro barchef Sebastiano giocherà con uno questo drink da sempre uno dei più conosciuti e amati rivisitandolo con fantasia ed ingredienti di qualità.

Molto amato , e consumato principalmente durante l’aperitivo, il Bloody Mary – nel romanzo Il diario di Bridget Jones, divenne per Bridget e le sue amiche un’ sana ossessione pomeridiana per il suo gusto molto femminile!

Molto richiesto tradizionalmente durante l’ inverno – si prepara con succo di pomodoro, vodka, sale, pepe, limone,tabasco, salsa Worcester.

Il Blood Mary verrà presentato alla Città del gusto -oltre che in chiave classica- in modo rivisitato con curiose varianti, tutte da assaggiare, mettendo alla prova Sebastiano nella spiegazione delle sue preparazioni.

Nel corso della serata sarà possibile, inoltre, degustare tutti i drink classici e quelli sinora presentati per DRINKEXEPERIENCE.

CELEBRITY inoltre, come tutti gli eventi di Città del gusto, sarà accompagnato dalle suggestioni della musica di Radio Capri , la costa della Musica, ed i dj di Lunare Project.

Costo della serata CELEBRITY – IL BLOODY MARY : 8 euro a consumazione ( è gradita la prenotazione)

Il cocktail bar della Città del gusto, poi, e’ aperto tutte le sere dal mercoledì al sabato dalle 18 per un Happy Hour dove oltre ai deliziosi drink potrete degustare finger food dal dolce al salato, stuzzichini caldi e freddi, fatti per voi dagli Chef del Gambero Rosso. Dalle 20:30 invece potrete concedervi tranquille chiacchierate in coppia o tra amici degustando la nostra DRINEXPERIENCE e qualche prelibatezza per un rilassante dopocena o un inebriante pre-cena poi eventualmente decidere poi se fermatvi o meno al nostro Wine bar.

Per info&prenotazioni

Città del gusto Via Coroglio 104/E

80124 Napoli tel: 081/19808900

fax: 081/19808911 napoli@cittadelgusto.it

Gli eventi dell'AIS Napoli
    • Nessun evento da mostrare
  • Video

    Tags