Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...corsi sommelier in partenza

Archivio per la categoria: ‘Eventi’

thumbnail-29La sostenibilità al centro del modello di sviluppo Mastroberardino.
L’azienda ottiene la certificazione VIVA – Sustainable Wine

Sostenibilità è per noi tenere insieme, inscindibilmente, i caratteri del territorio con la creatività e la sensibilità dell’uomo. Non c’è alcuna antinomia, nessuna alternatività, tra qualità del prodotto, qualità del processo produttivo e difesa del proprio territorio”.

Così, Piero Mastroberardino, interpreta il tema della sostenibilità per un’azienda vitivinicola che da dieci generazioni opera, ininterrottamente, in Irpinia, con i medesimi vitigni e la medesima visione imprenditoriale. L’intervista (il video integrale è su Vimeo: https://vimeo.com/149499333) è relativa all’adesione dell’azienda al progetto VIVA – La sostenibilità della Vitivinicoltura in Italia rispetto al quale, nello scorso mese di febbraio, l’azienda vinicola Mastroberardino ha ottenuto la certificazione di livello organizzativo, estendendo a tutti i prodotti e a tutti i processi la valutazione dei quattro indici di sostenibilità previsti dal disciplinare del protocollo di sostenibilità VIVA, riconosciuto dal Ministero dell’Ambiente.

Il progetto VIVA “La Sostenibilità della Vitivinicoltura in Italia”
http://www.viticolturasostenibile.org

Il progetto ha lo scopo di migliorare le prestazioni di sostenibilità della filiera vitivinicola attraverso l’analisi di quattro indicatori: Aria, Acqua, Territorio e Vigneto. Essendo l’Italia caratterizzata da condizioni climatiche e di suolo molto eterogenee, con significative differenze tra i territori posizionati nel Nord, Centro e Sud del Paese, il progetto VIVA ha inteso superare l’approccio comparativo tra aziende, valorizzando il fatto che l’impronta ambientale di ciascuna è caratterizzata e fortemente influenzata dal territorio nel quale opera. VIVA, dunque, ha la finalità di supportare il comparto vitivinicolo italiano a intraprendere un percorso di sostenibilità, fornendo alle aziende uno strumento di diagnosi degli impatti del prodotto vino, e al consumatore uno strumento di garanzia e trasparenza.
A tale fine, il Ministero dell’Ambiente e OPERA – Centro di Ricerca per lo sviluppo sostenibile in agricoltura dell’Università Cattolica del Sacro Cuore hanno sviluppato 4 indicatori per consentire alle aziende una auto-diagnosi delle proprie prestazioni di sostenibilità sotto molteplici profili: ambientale, economico, sociale e culturale. Gli indicatori, costituiti contemplando le differenze climatiche e territoriali del nostro paese, sono applicabili a tutte le realtà nazionali.

La certificazione VIVA è il più recente di tanti traguardi concreti sul tema della sostenibilità e della valorizzazione del territorio, rispetto ai quali l’azienda vitivinicola Mastroberardino investe da sempre ritenendoli valori qualificanti la sua stessa identità aziendale. Tutte le iniziative, le attività e i progetti di ricerca sulla sostenibilità ambientale sono rinvenibili sul sito web www.mastrogreen.com, uno spazio di comunicazione e di approfondimento esclusivamente dedicato alla sostenibilità per Mastroberardino.

paliat_kbirrGuida Birre d’Italia di Slow Food 2019: Kbirr di Loco for Drink vince il premio di “Grande Birra” con la Paliat

Kbirr nasce nel 2015 da un progetto di Fabio Ditto, general manager di Loco for Drink, grazie alla collaborazione con il maestro birraio Achille Certezza e con l’intento di produrre birre con una forte identità territoriale. Slow Food, da sempre attento a far conoscere le eccellenze italiane della birra, ha premiato Kbirr con il prestigioso premio di Grande Birra attribuendolo alla Paliat, una Imperial Stout creata con materie prime di alta gamma (dai malti tostati al luppolo). La birra ha un’elevata gradazione alcolica di oltre 9° che scuote piacevolmente, ma intensamente, chi la degusta. Paliat nel dialetto napoletano si traduce, infatti, in solenne bastonata, picchiare con forza. Nell’etichetta è raffigurato un mastino napoletano. Le grandi birre sono per Slow Food prodotti da non perdere, da assaggiare una volta nella vita, di grande espressività. Le grandi birre sono quei prodotti qualitativamente ineccepibili e di grande costruzione. Questa la menzione del premio: “la complessa miscela di aromi regala sfumature di liquirizie e cacao. Il primo assaggio è poderoso morbido e caldo. Le note del cacao si miscelano con quelle del caffè e dei frutti rossi sotto spirito. Nel finale appare la liquirizia che dona sensazioni fresche con la complessità della leggera acidità data dai malti scuri”.

“KBirr è un omaggio alla mia città”, spiega Fabio Ditto napoletano e fine conoscitore e importatore di birre, che un anno fa ha iniziato a produrre KBirr con l’idea di creare una birra che fosse 100% napoletana. “Questo riconoscimento mi rende orgoglioso e mi da la carica per impegnarmi ancora di più e per offrire delle birre con una forte personalità, equilibriate e tutte accumunate dalla stessa anima. Oltre alla Paliat Kbirr produce Natavot, una lager fresca e leggera, Jattura una Scotch Ale e #CUOREDINAPOLI, American Pale Ale.

Le birre Slow sono prodotti iconici, diventati o che diventeranno punti di riferimento per il mondo della birra italiana. Sono le birre- dicono i curatori Luca Giaccone e Eugenio Signoroni- che sceglieremmo se dovessimo riassumere cosa sta succedendo in Italia in questo momento (birrariamente parlando)”.

KBIRR è un progetto di Fabio Ditto ed è distribuita da Loco for Drink: Via Circumvallazione Esterna località Ponte Riccio (NA)| tel. 081 833 5518| info@locofordrink.it – locofordrink.it

29683855_10210008155755142_1586344215285059663_nWeisswurst con cetriolini
Kölsck, Saint John’s Bier

Spiedo di salsiccia e peperoni
Weiss, Saint John’s Bier

Salsiccia con provola e friarielli
Tripel, Saint John’s Bier

Salsiccia aromatizzata con finocchietto, aglio e prezzemolo
Marzen, Saint John’s Bier

Anello di pane al cacao amaro e
fricassée di salsiccia alla ‘nduja
Dark Ale, Saint John’s Bier

Ticket di partecipazione € 25,00 a p.

La Grotta vineria, grapperia e hostaria, C.so Umberto I° n. 174
Casalnuovo di Napoli

 

 

La Grotta Vineria in collaborazione con Ais Napoli

sabato 7 Aprile ore 21.00

È gradita la prenotazione, Tel. 0815224718– Cell. 3890039354

iginio-massari-e-pierluigi-dallagiovannaIl 9 aprile alla Città della Scienza alla prima tappa di “Meet Massari”

il Maestro dei Maestri della pasticceria presenta il “Sole di Napoli”,

omaggio al capoluogo campano

A Napoli la prima delle tre tappe del tour organizzato dal Molino Dallagiovanna.

Insieme al Maestro Iginio Massari anche il campano Salvatore De Riso

Meet Massari, il tour 2018 organizzato da Molino Dallagiovanna con Iginio Massari, sta per avere inizio. Sono già molti i professionisti dell’Arte Bianca ad essersi iscritti all’incontro con il Maestro dei Maestri della Pasticceria, che toccherà tre città, capitali del gusto e della tradizione della cucina italiana. Prima tappa Napoli il 9 aprile. Il tour proseguirà poi a Milano il 28 maggio e si concluderà a Roma il 24 settembre.

Durante gli eventi, il Maestro Massari sarà in showcooking, affiancato da altri grandi nomi della pasticceria italiana, per dare vita a creazioni originali, dove protagonisti saranno i prodotti del territorio e le farine Molino Dallagiovanna, con le Dolcissime per pasticceria: Frolla 130, Frolla, Sfoglia, Brioche, Brioche Soft, Panettone, Panettone Z e Rinfresco, la rivoluzionaria farina, nata dall’incontro tra il Maestro e il molino emiliano, studiata, creata e testata appositamente per rinfrescare il lievito madre.

“L’incontro con Molino Dallagiovanna è stato una comunanza d’intenti, di passione e di mestiere”, dice il Maestro. Rinfresco è la farina nata nel 2017, primo frutto di questa collaborazione: un prodotto innovativo, mai esistito sul mercato, molto bilanciato e in grado di assicurare un lievito sviluppato, profumato e con il giusto equilibrio di acidità.

In occasione della tappa di Napoli il 9 aprile alla Città della Scienza, il Maestro Massari renderà omaggio alla città partenopea e ai suoi prodotti con due diverse creazioni: “Sole di Napoli”, crostata moderna con crema di Limoni di Sorrento, e una monoporzione di massa montata alla ricotta.

Una giornata intera da Numeri Uno, alla quale parteciperà anche Salvatore de Riso, tra i nomi della pasticceria italiana, ambasciatore della sua amata terra, la Costiera Amalfitana. “Questo il mio mondo, la tavolozza dei sapori mediterranei che fa da bussola al mio quotidiano, nel rispetto della mia terra e di quello che generosamente dona”. In occasione dell’evento, Salvatore de Riso realizzerà il suo Soufflé stregato al cioccolato.

Molino Dallagiovanna ha pensato anche agli appassionati di pasticceria, riservando loro 50 posti per ciascuna tappa del tour. Il biglietto per i non professionisti è acquistabile direttamente sull’e-commerce Molino Dallagiovanna all’indirizzo:

https://www.shopdallagiovanna.it/it/articolo/item/107/meet-massari-napoli.html

Iscrizioni al tour Meet Massari su www.dallagiovanna.it fino a esaurimento posti.

MEET MASSARI NAPOLI
- QUANDO: il 9 Aprile 2018
- DOVE: “Città della Scienza”, Via Coroglio 57/104, 80124 Napoli (NA),

PROGRAMMA
Ore 9,30 Registrazione ospiti
Ore 10,15 Presentazione Molino Dallagiovanna
Ore 10,45 Demo Maestro Iginio Massari
Ore 13,00 Pausa pranzo
Ore 14,00 Demo Maestro Iginio Massari
Ore 16,00 Demo Salvatore De Riso
Ore 17,00 Degustazione dei prodotti

Ufficio Stampa Meet Massari Napoli
Laura Gambacorta
+39.349.2886327 – laura.gambacorta@drgcomunicazione.it

DRG COMUNICAZIONE – www.drgcomunicazione.it – www.kubox.it
PIACENZA » Via G. Galilei, n. 26 – 29027 Gariga di Podenzano (PC), Italia – Tel.
+39.0523.364107 – Fax +39.0523.552343

29598138_10215187402829453_4004247000386000121_n

29790980_1669580906462976_9094395382625183810_n

Felici di annunciare la candidatura al prestigioso Il Premio Strega di “Un giorno di questi” di Marco Ciriello (Rubbettino Editore)!

Festeggeremo presentando il libro in anteprima a Campania Stories, con un seminario-degustazione insieme a Paolo De Cristofaro, Mauro Erro e all’autore

Un grande libro e 12 tra i migliori vini campani: vi aspettiamo sabato 7 aprile a Palazzo Caracciolo Napoli – MGallery by Sofitel

Vini in assaggio:
1. Salvatore Martusciello Wines – Asprinio di Aversa Trentapioli Brut
2. Cantine Mustilli – Falanghina del Sannio Sant’Agata dei Goti Vigna Segreta 2016
3. Cantina “La Sibilla” – Campi Flegrei Falanghina Cruna DeLago 2015
4. Vadiaperti-Traerte – Irpinia Coda di Volpe 2016
5. Rocca del Principe – Fiano di Avellino 2016
6. Pietracupa – Greco di Tufo 2016
7. Casebianche – Aglianico Rosso Frizzante Pashkà 2017
8. Azienda Agricola Agnanum di Moccia Raffaele -Raffaele Moccia – Campi Flegrei Per’e Palummo 2016
9. Sorrentino Vesuvio-Vineyards – Vesuvio Lacryma Christi Rosso Vigna Lapillo 2015
10. Nanni Copè – Sabbie di Sopra il Bosco 2016
11. Montevetrano – Colli di Salerno Rosso Montevetrano 2014
12. Il Cancelliere Azienda Vitivinicola – Taurasi Nero Né Riserva 2010

Buona Pasqua dall’Ais Napoli

Pubblicato da aisnapoli il 1 - aprile - 2018Versione PDF

29572496_10217083088856394_467735570776892423_n

Taste – Nic: al Nabilah la Pasquetta è stellata

Pubblicato da aisnapoli il 31 - marzo - 2018Versione PDF

Musica, bontà e divertimento in riva al mare Taste – Nic: al Nabilah la Pasquetta è stellata Special guest dell’evento: lo chef stellato Vincenzo Guarino

pasquetta-al-nabilah

Una delle scelte più importanti da effettuare durante l’anno consiste nel decidere se trascorrere la Pasquetta all’aria aperta oppure comodamente seduti al tavolo di un ristorante. Quest’anno questa scelta potrebbe risolversi con il “Taste – Nic”, nuovo format lanciato dal Nabilah, esclusivo club sito nell’area flegrea (Napoli), recensito dal “The Guardian” come uno dei più bei locali sul mare d’Italia. Un format che fonde cultura, degustazioni e bellezze naturalistiche, una giornata immersiva all’insegna del relax e del sano divertimento … Un’area del gusto con diversi “Gourmet Points” che proporranno dalle ricette tradizionali a quelle innovative, dalla gastronomia locale alle pietanze vegetariane, dai panini in versione pasquale ai dolci da passeggio, dai pregiati vini del territorio alle fresche centrifughe di frutta. Un’isola di gusti e di sapori per soddisfare tutti i palati! “A Pasquetta la fame è alle stelle!”: questo il claim dell’evento che prevede la partecipazione di accreditati chef campani e non e di uno chef stellato, ovvero Vincenzo Guarino – stella Michelin del ristorante “Il Pievano” -, che non solo cucinerà un buonissimo piatto, ma farà anche uno show cooking illustrando a tutti la sua “cucina creativa mediterranea”. Taste Nic offrirà inoltre una raffinata colonna sonora a partire dalle ore 11 fino a mezzanotte, alla consolle: Vox Inside Live , Lunare Project, Bonky , Cerchietto e Paulus. Presente anche un’area per i più piccoli. Il tema che animerà l’appuntamento sarà il “buono” interpretato in due modi: attraverso l’intervento di chef di livello che prepareranno i piatti che saranno serviti a coloro che parteciperanno all’evento (ovviamente in una versione più easy, come vuole la tradizione pasquale), e attraverso la finalità dell’evento in quanto alcune delle pietanze proposte saranno donate in beneficenza a persone in difficoltà economica. Perché il “buono” non è appannaggio per pochi, ma – anzi – tutto quanto è buono sia per il palato che per il prossimo è alla portata di tutti!

Gli chef coinvolti e i piatti che proporranno - Chef Vincenzo Guarino (“Il Pievano”, Toscana) – Gnocchi farciti con provola su crema di piselli, gambero rosso crudo, latte cotto affumicato, pane saporito e i suoi germogli. - Chef Ray Arthey (Hadel Pask , Napoli) – Piatto unico composto da moro (riso con guandules e cocco) e secondi a scelta tra cotoletta di funghi, bistecca di soia alla genovese, o bocconcini di saitan e verdure. - Chef Marco Iavazzo - Panino con misticanza, agnello, piselli al lime e menta, crema di ricotta salata e granella di fava fritta. - Pasticciere Vincenzo Ferrieri (SfogliateLab , Napoli) – Sfogliatella rustica (3 gusti: fave e pancetta, melanzane e provola, e salsiccia e friarielli) e sfogliatella classica (3 gusti: limone, pistacchio, ricotta e pere). - Chef Vincenzo Ruggiero (ristorante “Il Falangone”, San Giuseppe Vesuviano) – Riccioli di seppia grigliata agli agrumi della costiera su passatina di piselli e praline di patata allo zafferano. - Chef Marco De Cesare (ristorante “Amabile”, Cercola) – Due proposte: mezzo spaghettone ondulato al soffritto di polpo verace, oppure mantecato di baccalà e patate con scarola napoletana e pane carasao. - Scuola Dolce & Salato (Maddaloni) – Gateau con salsicce e friggitelli e pizza rustica ripiena. - Chef Umberto Ventriglia – Crostone di pane ai cereali con misticanze orientali, burrata, champignon marinati, cipolla di Alife caramellata e bufalo affumicato. - Chef Vittorio Zigarelli (Panamar, Napoli) – SantanTonno: tonno rosso, maionese alle acciughe, friarielli in doppia consistenza. - Chef Rosario Matina (Serafino, Napoli) – Arancine, panelle e cannoli siciliani. - Spain – Burritos di pollo. E tante altre leccornie per grandi e piccini…

Il Nabilah Il Nabilah sorge ai piedi di un antico promontorio romano, custode dei resti della villa del console Servilio Vatia, perla del patrimonio storico e archeologico dei Campi Flegrei. Una location unica, complice i fantastici colori del tramonto, cangianti in tutte le tonalità dell’azzurro, del rosa e dell’arancio. Ai doni della natura si unisce la cura degli spazi che ospitano elementi di arredo e design: il risultato di tutto ciò culmina nell’inconfondibile “stile Nabilah”.Un luogo da vivere in qualsiasi momento della giornata (e della vita): dal beach club all’aperitivo al tramonto, con guest nazionali e internazionali in consolle e sul palco, dai party privati fino al giorno del matrimonio.

Vincenzo Guarino Vincenzo Guarino ha lavorato al fianco di prestigiosi chef stellati di fama nazionale ed internazionale quali Davide Oldani, Gualtiero Marchesi, etc. Ha conquistato la stella Michelin giovanissimo e continua a riconfermarla ogni anno indipendentemente dal ristorante ove lavora. Negli ultimi anni, oltre a ricoprire il ruolo di Executive Chef presso Il ristorante il Pievano nel Castello di Spaltenna in Toscana, è spesso in giro per il mondo in quanto ambasciatore della cucina italiana. Ha da poco pubblicato il suo primo libro, dal titolo “La Cucina creativa Mediterranea”, ove racconta la sua vita e, ovviamente, la sua cucina.

Nabilah Via Spiaggia Romana, 15 Bacoli Pagina Facebook dell’evento: Pasquetta al Nabilah More info: 3396391169 www.nabilah.it

Gli eventi dell'AIS Napoli
    • dal 15 feb 2019 al 15 feb 2019 alle ore:20:30

      15 Febbraio, La Sfida N.1: Alto Piemonte vs Sicilia all’Enopanetteria

      Mancano: 00:00 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
  • Video

    Tags