Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...corsi sommelier in partenza

Archivio per la categoria: ‘Eventi’

93b10f5f-c0f4-4cd6-9ef9-57bac3d9c7e8

Cantina Mori Colli Zugna in anteprima nazionale presenta a Napoli i suoi Trentodoc con Morus Rosè e Morus dosaggio zero 2010.
Le bollicine saranno protagoniste della serata assieme a musica live e vari finger (pizza di scarole, mozzarelline e taglieri di salumi).

Calici e…
Via Morosini nn.30/32
Costo di € 15,00
Prenotazione obbligatoria

Info e prenotazioni 3482597055

26 Novembre, Anteprima Vitigno Italia all’Hotel Excelsior

Pubblicato da aisnapoli il 22 - novembre - 2018Versione PDF

thumbnail-51LUNEDÌ 26 NOVEMBRE 2018 DALLE ORE 17.30 ALLE 22.30,
PRESSO L’HOTEL EXCELSIOR, IN VIA PARTENOPE 48

ANTEPRIMA VITIGNOITALIA 2019:
A NAPOLI GRANDE DEGUSTAZIONE
CON 90 AZIENDE E 500 ETICHETTE DA TUTTA ITALIA

Alle ore 11.00 l’interessante convegno “Vino e Ambiente, quale futuro?”:
sostenibilità e cambiamenti climatici
al centro del dibattito tra importanti personalità del mondo enologico e non solo

Manca davvero poco al via di uno degli appuntamenti enogastronomici più attesi d’autunno, entrato ormai di diritto nelle agende degli appassionati campani e non solo. Lunedì 26 novembre, dalle ore 17.30 (già dalle 16.00 per stampa e operatori di settore) alle 22.30, andrà infatti in scena a Napoli, nelle eleganti sale con vista lungomare dell’Hotel Excelsior (in via Partenope, 48), Anteprima VitignoItalia 2019, golosa preview del Salone dei Vini e dei Territori Vitivinicoli Italiani.
Per l’occasione saranno presenti nel capoluogo partenopeo ben 90 aziende vitivinicole provenienti da Nord a Sud della Penisola, per un totale di circa 500 etichette top level disponibili in degustazione. Ben 16 le regioni rappresentate, per un quadro esaustivo del variegato vigneto italiano, con una naturale predominanza per le cantine di casa, quella Campania sempre più ‘Felix’, dove biodiversità e qualità danno vita a un connubio vincente. Altra regione esplorata a fondo, storicamente terra di grandi vini, sarà il Friuli Venezia Giulia, grazie soprattutto alla presenza del Consorzio DOC – FVG, che parteciperà con una interessante selezione di etichette in rappresentanza delle aziende consorziate.
Un assaggio sostanzioso – sottolinea Maurizio Teti, direttore di VitignoItalia – di quella che sarà, dal 19 al 21 maggio 2019, la nostra edizione numero 15. Un’avventura che ci ha visti crescere di anno in anno, fino a diventare uno degli eventi a tema vino più significativi dell’intero Paese, sicuramente quello di rilevanza maggiore nel Mezzogiorno. Anche per questa Anteprima la componente business avrà un ruolo di primo piano: sono molti infatti gli addetti ai lavori accreditati che, insieme ai giornalisti, potranno godere dell’apertura anticipata a partire dalle ore 16.00.
Importante novità di questa edizione sarà la possibilità di acquistare online, al momento dell’assaggio, alcuni dei vini presenti grazie al media partner Enosocial. L’innovativa App per smartphone e tablet che consentirà agli appassionati di avere a casa, con un semplice clicknbuy®, le etichette più apprezzate delle cantine aderenti all’iniziativa.
Naturalmente grande spazio sarà dato anche alle eccellenze gastronomiche del territorio campano e italiano, a partire dai prodotti gourmet dell’Azienda Agricola Nonna Rosa di Francesco e Peppe Guida, chef stellato di Vico Equense (NA). Non saranno da meno le delizie dell’Az. Agr. Il Moera, di Avella (AV), come il pesto all’aglio selvatico dei Monti del Partenio, o quelle dell’Az. Agr. Biodiversa Nonno Andrea di Villorba (TV), gustose conserve di vario genere. E ancora, gli eccezionali salumi e affettati del Salumificio Cillo di Airola (BN), l’Aceto Balsamico Tradizionale di Reggio Emilia DOP firmato Venturini Baldini, il salmone Up Stream di Claudio Cerati, cresciuto in mare aperto, alimentato in modo naturale e lavorato artigianalmente. Per i più golosi ci sarà solo l’imbarazzo della scelta, potendo assaporare le praline di cioccolato fondente con gocce di vino di Calaf Dolci Misteri (Firenze), gli squisiti mignon napoletani della Pasticceria Di Costanzo (Napoli), i biscotti artigianali Pintaudi (Trieste) e il cioccolato del maestro partenopeo Mario Gallucci (Napoli). Accanto al food non mancheranno espositori tecnici come Horecaa, fornitore di soluzioni altamente customerizzate per la Tavola, Sala e Camera d’Hotel, e Soluzioni Sistemi, specializzato in software aziendali.
La crescita di VitignoItalia – conclude Maurizio Teti – è testimoniata anche dal nuovo assetto societario e dalla presenza di sponsor importanti, provenienti da diversi settori, che contribuiscono in modo sostanziale al nuovo percorso intrapreso. Stiamo parlando di autentici gioielli come Farine Caputo, Fiart Rent, Pastificio Di Martino, Solania, ai quali si sono aggiunti recentemente due brand leader come Kimbo e UniCredit. Un dream team con il quale stiamo valutando diverse iniziative tutte orientate a un upgrade di VitignoItalia”.
E un primo passo importante in questo processo evolutivo è rappresentato certamente dal convegno dedicato a un tema sensibile come quello della sostenibilità e del cambiamento climatico. Con il titolo “Vino e Ambiente, quale futuro?” si aprirà infatti la giornata dell’Anteprima (Hotel Excelsior, ore 11.00) con un parterre di relatori di assoluto valore moderati dal giornalista Luciano Pignataro. Al tavolo dei lavori si alterneranno: Franco Alfieri (Capo della Segreteria del Presidente della Regione Campania), Raffaele Borriello (Direttore Generale ISMEA), Emilio Renato De Filippi (Vicepresidente Assoenologi), Carlos Santos (Amministratore Delegato Amorim Cork Italia), Michele Buonomo (Presidente Greener Italia), Valerio Calabrese (Direttore Museo Dieta Mediterranea), Luigi Frusciante (Professore di Genetica Agraria presso l’Università Federico II di Napoli) e Raffaele Papa (Presidente Associazione Spazio alla Responsabilità).
Anteprima VitignoItalia si svolge con il contributo di Regione Campania, con la collaborazione di ICE e Unioncamere Campania e con il patrocinio del Comune di Napoli, Mipaaf e Ismea.

ANTEPRIMA VITIGNOITALIA
Hotel Excelsior, Napoli – Via Partenope, 48
Lunedì 26 novembre 2018
Orario evento: dalle 17,30 alle 22,30
Ticket ingresso: € 20,00 presso l’Hotel Excelsior (€ 15,00 se acquistato online entro venerdì 23 novembre)
Ticket sommelier: € 10,00 (acquistabile soltanto in hotel con presentazione tessera dell’associazione di riferimento)
www.vitignoitalia.it – Tel 0814104533; segreteria@vitignoitalia.eu
Ufficio Stampa MG Logos – Tel 06/45491984; comunicazione@mglogos.it

polpette-al-ragu-in-coccio-made-in-campaniaAl Food for Life restaurant di Casoria l’inverno si celebra
con le polpette al ragù “100% made in Campania”

Carne di manzo del Sannio e pomodori San Marzano Dop per le polpette in coccio al ragù che da giovedì 22 novembre entreranno nel menu invernale del Food for Life restaurant di Casoria (Na). Ingredienti 100% made in Campania per interpretare uno dei classici della cultura culinaria napoletana. Originale anche la presentazione della pietanza che viene servita in un coccio ricoperto da un sottile disco di pasta per pizza che preserva il calore delle polpette fino al momento dello “scoperchiamento”. Il ricco patrimonio agroalimentare regionale è, però, protagonista dell’intero menu in cui, tra le tante novità, spiccano la Parmigiana di zucca con cotto affumicato, pomodorini del piennolo gialli e provola di Agerola e i Tonnarelli con crema di carciofi, julienne di pancetta alla zingara e scaglie di provolone del monaco Dop.
Il Food for Life sin dalla sua apertura, avvenuta nel luglio 2017, ha puntato sui prodotti del territorio e sui piatti della tradizione napoletana ispirati alla cucina delle nonne ma reinterpretati con un tocco di originalità. Quattro i soci fondatori del locale, amici sin da quando erano ragazzini, uno dei quali è lo chef Mario Troia, con ventennale esperienza in importanti realtà ristorative, che funge da supervisore della giovane brigata di cucina composta da Domenico Sepe, Claudio Baratto e Pasquale Perrotta. Alla proposta di cucina si affianca anche una selezione di pizze, apprezzate per la loro leggerezza. Molta attenzione anche agli ospiti under 10 ai quali è dedicata la proposta bimbi del menu.

Food for Life restaurant & pizza
Via Monti del Matese, 74
Casoria (Na)
Tel. 081 5404140
Aperto tutti giorni a pranzo e a cena

Contatti stampa:
Laura Gambacorta
Mob. 349 2886327
Email: laugam@libero.it

5 Dicembre, Wine Underground, Borgogno al Museo del sottosuolo

Pubblicato da aisnapoli il 21 - novembre - 2018Versione PDF

diapositiva1ASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER

Delegazione di Napoli

Enoteca Scagliola

in collaborazione con Ais Napoli

presentano

WINE UNDERGROUND, il vino sottoterra Degustazioni nel ventre di Napoli

Borgogno  al Museo del Sottosuolo

Derhona Timorasso 2016

Barolo 2003

Barolo 1982

Mercoledi  5 Dicembre ore 20

Museo del sottosuolo, Piazza Cavour n.140

Ticket di partecipazione 40 euro Info e prenotazioni: Info e prenotazioni: 081.459696 / 334.9698115 

Posti limitati (solo 50 posti) Si prega la massima puntualità

Napoli è una città porosa, vuota sotto il suolo quasi quanto è “piena” in superficie. A trentacinque metri sotto il livello stradale ci accoglierà il ventre più antico e misterioso della nostra città. Saremo nel Museo del Sottosuolo per vivere un’esperienza suggestiva: una degustazione tra le pareti di tufo dell’antico acquedotto della Neapolis greco romana, in totale assenza di luci e suoni in compagnia di Andrea Farinetti, patron di Borgogno, tra le più prestigiose aziende vitivinicole del paese.

Performance artistica Les Taties by Maison Santoro

Un assaggio di street food della Trattoria Campagnola

Degustazione a cura di Tommaso Luongo e Franco De Luca, Ais Napoli.

46524358_10213878052320965_2252991387937013760_n
La pasta più di qualunque altro prodotto o settore rappresenta con forza il made in Italy nel mondo. Non si sa esattamente dove nasca, di certo nel bacino del Mediterraneo, ma è tra Gragnano e Napoli che diventa un prodotto di altissima qualità ed è qui che raggiunge il successo. Protagonista della cucina italiana, simbolo di piacere, straordinario promotore di convivialità fino a diventare culla di una cultura che ha fatto storia. Sono i pastai di Gragnano, i maccaronari, ad affermarsi come i migliori. Questo miracolo si compie nella notte dei tempi, già in epoca romana, nella famosa Valle dei Mulini di Gragnano, dove il torrente Vernotico faceva girare le grandi pale che davano energia alle macine a pietra per lavorare il grano. I porti di Castellammare e Torre Annunziata sono stati di importanza fondamentale per l’arrivo in grandi quantitativi dei grani utilizzati poi per la fabbricazione della pasta. Il metodo dei gragnanesi di essiccazione è riconosciuto come il migliore e da qui l’estro napoletano ha dato poi vita ad una cucina golosissima, con una ricchezza straordinaria di ricette per ogni formato di pasta. Questo importante patrimonio culinario è stato raccolto dal pastificio artigianale Gerardo di Nola, oggi rappresentato da Giovanni Assante che con una certa verve di simpatia, mista ad una buona dose di cultura, ha riprodotto i vecchi formati di pasta, trafilati al bronzo, con il metodo napoletano. La Pasta di Gragnano si afferma in maniera importante durante il Regno di Ferdinando II di Borbone che la vuole a corte, nei banchetti istituzionali e quelli di puro piacere, dove incontra poi l’abilità dei monsù, dando forma a timpani (timballi) che fondano l’alta cucina napoletana, la prima in Italia. Insomma, tanta roba. Giovanni Assante, laureato in lettere e filosofia, ha le mani in pasta dal 1978, quando entra come dipendente nel pastificio Gerardo di Nola. Ha rilevato il marchio nel 2000 dopo aver lungamente contribuito a rilanciare questo pastificio a conduzione familiare che da anni è simbolo della pasta artigianale gragnanese di altissima qualità. Giovedì 22 novembre i vecchi formati ritrovati da Giovanni incontrano i sapori della cucina di mare di San Pietro Bistrot del Mare a Torre del Greco. Mariano Panariello è il giovane ristoratore che sulla piccola spiaggia nera della costa vesuviana, quella che accolse San Pietro durante il suo viaggio di fede, ha rilanciato con grande successo la ristorazione torrese. Ritroveremo una pasta dimenticata,il PELUSIELLO,i maccaronari la producevano per uso proprio con una semola molto ricca di fibra, poco raffinata e quindi dai grandi valori nutrizionali. Pelusiello nel loro linguaggio ricorda il velluto, è una fettuccia liscia e porosa, molto versatile in cucina. Poi ancora il PACCHERO popolarissimo nelle famiglie napoletane e abbandonato dalla stragrande maggioranza dei pastifici. E la MESCAFRANCESCA, la pasta più povera di tutte, che raccoglie ogni rimanenza dei tanti formati dopo la vendita, mischiandoli tutti insieme, confermandosi ancora oggi un cult nella nostra cucina. Come le abbinerà Mariano? Lui è un appassionato conoscitore dei frutti di mare e pesci meno noti, quelli che sceglie solo chi sa bene come valorizzarli in cucina. Alcuni dei piatti di questo pranzo dai sapori intensi legati alla memoria vedranno l’accompagnamento di un’altra eccellenza del territorio partenopeo, il POMODORINO DEL PIENNOLO DEL VESUVIO, sia rosso che giallo, dell’azienda agricola Ferrara di San Sebastiano al Vesuvio.

In abbinamento i vini vesuviani dell’azienda Sorrentino con sede a Boscotrecase, una delle zone più vocata, le vigne sono in un contesto di estrema bellezza, guardano sul golfo di Napoli e alle spalle sono sorvegliate dalla maestosità del vulcano.

MENU’
Fiori di zucca al vapore ripieni di tartara di ricciola -su vellutata pomodorino giallo Ferrara - 
Triglie ripiene con fior di latte e olive con pomodorino giallo del Vesuvio Ferrara
Polpetti affogati
con Benita 31 Caprettone del Vesuvio bio 2017 Sorrentino Vini
Tagliatelle pelusiello crema di melanzane e canocchie con polvere di pomodorino Ferrara
con Vigna Lapillo Lacryma Christi bianco 2014 Sorrentino
Mescafrancesca con cavolfiore mantecato al provolone del Monaco e ricci di mare
con Vigna Lapillo 2014
Paccheri al ragù di ricciola, pomodorini del Vesuvio Ferrara e salsa al basilico
con 7 Moggi Piedirosso Vesuvio bio 2017


Cheese cake alla vaniglia, pomodorini gialli Canditi ferrara, capperi caramellati e origano
San Pietro Bistrot del mare è in via Calastro 14 Torre del Greco (NA)
Tel. 081 1890 9292 bistrotdelmare.it

diapositiva1ASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER Delegazione di Napoli

Umani Ronchi, I vini della Costa Adriatica

Hotel Mediterraneo Renaissance

30 Novembre ore 20

Ingresso riservato ai soci Ais: 15 Euro

Prenotazione obbligatoria e impegnativa

Info e prenotazione: 

info@aiscampania.it

Umani Ronchi, Produttori di Vino in Marche e Abruzzo. La storia di Umani Ronchi è una storia di vite, viti, terre e valori. Di stagioni che si rinnovano, di vendemmie che ogni anno regalano frutti diversi e unici, di vini che nascono e viaggiano nel mondo. Una storia che inizia più di cinquanta anni fa, a Cupramontana, dove pulsa il cuore del Verdicchio classico… e si declina nei vini della costa adriatica.

In degustazione

La Hoz Rosè – Metodo Classico a base di uve Montepulciano della zona del Conero

Plenio – Castelli di Jesi Verdicchio Riserva DOCG Classico

Vecchie Vigne – Verdicchio dei Castelli di Jesi DOC Classico Superiore

Centovie – Colli Aprutini IGT Pecorino – Biologico

Cumaro – Conero Riserva DOCG

Pelago – Marche Rosso IGT

Campo San Giorgio – Conero Riserva DOCG

Maximo – Marche IGT Muffato

Degustazione a cura di Tommaso Luongo e Franco De Luca, Ais Napoli.

 

20 Novembre, La Cena del Professore da Cisterna Bistrot

Pubblicato da aisnapoli il 17 - novembre - 2018Versione PDF

46101419_915116782211090_3988020057962708992_nMartedi 20 novembre alle 20.30, Cisterna bistrot in collaborazione con Il JerryThomas Project di Roma presentano “La Cena del Professore”, una cena degustazione con abbinamento il Gin del Professore.
Ospiteremo per l’ occasione LEONARDO LEUCI, Jerry Thomas Speakeasy’s owner , Brand owner & Global Brand Ambassador Vermouth del Professore.

Un menù  degustazione di quattro portate con  l’abbinamento di quattro cocktail a base Gin.

Per partecipare all’ evento è necessaria la prenotazione
Info :081 185 90 609

Cisterna Bistrot

Via Cisterna dell’olio n.6 a

20 Novembre ore 20.30

18 Novembre, Degustazione@BandaLarga da Calici e…

Pubblicato da aisnapoli il 17 - novembre - 2018Versione PDF

46438331_10156272508119221_6293416811484413952_n

Vino pazzo che suole spingere anche l’uomo molto saggio a intonare una canzone,
e a ridere di gusto, e lo manda su a danzare,
e lascia sfuggire qualche parola che era meglio tacere.”
(Omero)

Pazzia, canzoni, amici e risate non ci mancano ma tuttavia perché rinunciare a un buon bicchiere di vino o a una bottiglia da condividere?

La SesSioneRicreAttiva, investita di ispirazione eno – artistica, propone questa volta una bella jam in enoteca!

Non mancheranno sommelier in grado di interpretare e suggerire nuove esperienze vinose

Per chi va dritto al fondo (del bicchiere).

Calici e…
Via Morosini nn.30-32
18 Novembre, dalle 19.
Non è necessaria la prenotazione.
FORMULA 3 calici 10€

Gli eventi dell'AIS Napoli
    • dal 20 dic 2018 al 20 dic 2018 alle ore:20:30

      20 Dicembre, Tempo di Bolle…all’Enopanetteria

      Mancano: 8 giorni e 06:32 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
  • Video

    Tags