Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...eventi aisnapoli

Archivio per la categoria: ‘News dalle aziende & Comunicati stampa’

invito Iovino - 22 maggio 2015-page-001

30 Aprile, Calici di Mare da Tartufi che Passione

Pubblicato da aisnapoli il 26 - aprile - 2015Versione PDF

copertina eventoUna serata sul lungomare di Napoli è come un momento racchiuso in un tempo indefinito tra le ultime luci del tramonto poggiate su Castel Sant’Elmo e i colorati palazzi della collina di Posillipo, mentre la sera si stende entrando nei vicoli di Riviera di Chiaia.In uno di questi, Vico Satriano 8/C, dove più lontani sembrano i rumori della strada c’è Tartufi che Passione, elegante locale guidato dal talentuoso Chef Simone Profeta, dove il 30 Aprile alle ore 21:00, la sua interpretazione della cucina mediterranea incontrerà la raffinatezza delle bollicine di Contadi Castaldi, celeberrima azienda vinicola del consorzio Franciacorta.
La serata sarà l’occasione per l’incontro tra i calici del nord e pescato del sud.
Tartufi che Passione il crocevia tra bollicine d’eccellenza e il Mediterraneo…Calici di Mare.

Menù:

Antipasto
Entrée nighiri di tonno partenopeo
Gamberi di Mazara del Vallo in tempura su salsa di Pistacchio di Bronte

Primo
Trofie Pastificio dei Campi su salsa di pomodorini gialli “così com’è” con scorfano, menta e pepe rosa

Secondo
Involtini di pesce spada avvolti in foglia di limone e brunoise di pomodorini

Dolce
Opera al Marchia con crema al limone e cioccolato Araguani

In abbinamento ai piatti Contadi Castaldi Franciacorta Brut, Rosé, Satèn .

Prezzo della serata € 40,00 per persona (posti limitati)

Per prenotazioni ed informazioni
Tartufi che Passione
Vico Satriano 8/C
081.2455057
338.6527048
tartufichepassione@gmail.com

Gennaro Miele
339-6961180

image002Luis Wine & Dine Events
con il Patrocinio
del Comune di Pertosa e della Fondazione MIdA
presenta
Il Carciofo Bianco di Pertosa
interpretato e presentato nelle creazioni di 8 Chef e 1 Maestro Pasticciere

Lunedì 27 aprile 2015 alle ore 20:30 presso il Museo MIdA 01 di Pertosa

La serata rientra nelle attività di promozione del territorio, delle sue bellezze e dei suoi prodotti agroalimentari di eccellenza, che ricadono nel periodo dedicato alla Sagra del Carciofo Bianco di Pertosa realizzata su iniziativa e grazie al supporto del Comune di Pertosa e della Fondazione MIdA.

Questo il menu con i piatti preparati dai relativi chef:

Aperitivo

Crocchette di patate e carciofi con maionese di acciughe e insalata tiepida di carciofi, asparagi, fave e cipollotto
Cristian Torsiello dell’Osteria Arbustico di Valva

Seppia e carciofo
Uovo, carciofo e lardo
Tommaso Morone del ristorante Panorama di Caggiano

Antipasti

Carciofo bianco al crudo di mare
Nando Melileo del ristorante Emozionando di Ogliara di Salerno

Carciofo fritto e baccalà
Giuseppe Misuriello dell’Antica Osteria Marconi di Potenza

Primi

Fusilloni carciofo, gamberi e ricci di mare
Michele de Martino e Riccardo Faggiano del ristorante Evù di Vietri sul Mare

Mischiato con carciofi, provola e bottarga
Antonio Petrone del ristorante Pensando a te di Acquamela di Baronissi

Secondo

Carciofo arrostito liquido con mugliatiello di agnello da latte
Raffaele Vitale del ristorante Casa del Nonno 13 di Mercato San Severino

Dolci

Il mio carciofo bianco
Mirko Balzano di Assoapi Formazione di Roma

Piccola pasticceria
Domenico Manfredi della Pasticceria D’Elia di Teggiano

In abbinamento i vini delle migliori aziende vinicole campane e nazionali.

Coloro che partecipano alla serata potranno visitare le spettacolari Grotte di Pertosa-Auletta, seguendo il percorso completo, al prezzo speciale di 10 € anziché 20 € (la visita potrà essere effettuata prima della cena oppure nel corso della settimana immediatamente successiva). Prima dell’evento sarà anche possibile visitare il Museo Multimediale geo-speologico MIdA 01.

Costo della serata: 50 €

Per info e prenotazioni: 340.1864627

La Fondazione MIdA è a Pertosa in via Muraglione 18/20

20 marzo Tuna Alici come primaIl 20 marzo al Tuna restaurant di Bacoli (Na) “ALICI come prima”,
serata dedicata alla regina del pesce azzurro

La regina del pesce azzurro protagonista di un intero percorso gastronomico da vivere a due passi dal mare. Inizia così venerdì 20 marzo alle ore 20,30 con “Alici come prima” (da un’idea di Vincenzo D’Antonio) il ciclo di serate a firma della giornalista Laura Gambacorta presso il Tuna restaurant di Bacoli (Na) gestito dal giovane Alessandro Costigliola. Pesci di grande versatilità che si prestano a preparazioni di ogni genere le alici verranno proposte in tantissime versioni dallo chef Giulio Radice. Ad arricchire il menu anche alcuni piatti classici del ristorantino che affaccia sul porticciolo di Bacoli.
Partner della serata l’azienda vitivinicola flegrea Cantine Di Criscio di Quarto che proporrà in abbinamento ai piatti l’Asprinio Spumante brut V.S.Q. Quartum e la Falanghina Campi Flegrei Doc 2013 Quartum.

Menu
Antipasto di mare con 8 assaggini a base di alici e pescato del giorno
Spaghetto con alici e tarallo napoletano
Alici fritte con verdurine dell’orto
Cassatina infornata
Semifreddo alla nocciola

In abbinamento
Asprinio Spumante brut V.S.Q. Quartum
Falanghina Campi Flegrei Doc 2013 Quartum

Ticket cena: 35 euro (vini inclusi) – Ingresso solo su prenotazione

Info e prenotazioni:
Tuna Restaurant
Via della Shoah – Loc. Casevecchie
Bacoli (Na)
Tel. 081 5235646

Contatti stampa:
Laura Gambacorta
cell. 349/2886327
email: laugam@libero.it

Il crowdfunding di Wine&Thecity ad un passo dal traguardo!

Pubblicato da aisnapoli il 16 - marzo - 2015Versione PDF

securedownload-129Il crowdfunding di Wine&Thecity ad un passo dal traguardo!
In meno di 60 giorni sono stati raccolti quasi 5.000 euro.

È stato lanciato il 23 gennaio scorso e in meno di due mesi il crowdfunding di Wine&Thecity ha quasi tagliato il primo traguardo di 5.000 euro, raggiungendo il 91% dell’obbiettivo. 113 supporters ad oggi hanno contribuito a costruire la più originale e vivace rassegna di creatività urbana. Dal 6 al 20 maggio, Napoli accoglierà l’VIII edizione di Wine&Thecity: due settimane di performance d’arte, flash mob, teatro, itinerari urbani, degustazioni itineranti e tanto altro. Il crowdfunding è la grande novità di questa edizione: una vera e propria campagna di partecipazione collettiva che ha registrato anche un contributo dalla Svezia! Su KissKissBankBank.com, piattaforma internazionale dedicata alla creatività e all’ innovazione, si può contribuire al progetto donando anche solo 5 euro. Tante le ricompense messe in palio dall ’organizzazione e dai partner della rassegna: opere d’arte, lezioni con lo chef, bike tour, gadget griffati Wine&Thecity ed una bottiglia di Taurasi in edizione limitata prodotta da Feudi di San Gregorio e personalizzata per Wine&Thecity. Gli obiettivi della campagna, che ha una durata di 60 giorni, sono tre: 5.000 euro per sostenere azioni di comunicazione virale; 10.000 euro per raccontare Wine&Thecity su tutto il territorio nazionale e favorire l’incoming in città e 20.000 euro, il traguardo più ambizioso, per portare a Napoli un grande chef, un grande scrittore e un grande artista a parlare di #ebbrezza, il tema di questa prossima edizione. L’ultimo giorno per poter contribuire alla campagna sarà il 23 Marzo fino alle ore 10:00 : http://www.kisskissbankbank.com/wine-thecity-2015, ha commentato Donatella Bernabò Silorata, ideatrice della rassegna.

Wine&Thecity è una festa mobile, un evento diffuso e in movimento, una rassegna di creatività urbana che si reinventa ogni anno. È un’azione collettiva che mette in rete menti creative e in moto la città di Napoli. Azioni di arte pubblica, vernissage, performance, aperitivi, cene e degustazioni in case private, teatro in spazi non convenzionali, itinerari urbani insoliti, mostre di fotografia e di design, happening musicali invadono e animano la città per quindici giorni nel mese di maggio. Contaminazione, nomadismo, convivialità nutrono la rassegna. Partecipano oltre 100 location: palazzi storici e siti museali, boutique e ristoranti, gallerie d’arte e design. L’edizione 2015 rientra nel calendario degli eventi di NAPOLIperEXPò e punta all’internazionalizzazione e a una serie di azioni per favorire l’incoming turistico in città, grazie anche alla partnership con Federalberghi. Col patrocinio di Comune di Napoli, Movimento Turismo del Vino, Federalberghi; con il contributo di Pastificio dei Campi, Cupiello, Molino Caputo e il supporto di Ais Napoli, ADI Campania, Yelp, Contadi Castaldi.

www.wineandthecity.it #ebbrezza
Organizzazione e comunicazione: dipuntostudio.it | 081 681505 |


manuela giordano
manuelagiordano4@gmail.com
tel. +39 3388152020

13 Marzo, il Trio VadiNho al Cieddì di Portici

Pubblicato da aisnapoli il 11 - marzo - 2015Versione PDF

JAZZ IN CANTINA AL CIEDDII VENERDI’ DI JAZZ IN CANTINA AL CIEDDI’ DI PORTICI

Venerdì 13 marzo è di scena il Brasile con il

Trio VadiNho

Vincenzo Correale: Voce
Pasquale Panico: chitarra (lo conoscete vero?)
Domenico Benvenuto: batteria e percussioni

Da Napoli a Rio, passando per Bahia…
Le diverse anime del Brasile raccontate di venerdì da tre grandi musicisti…
…solo al Cieddì

Piatto unico + calice di vino 15 euro
Inoltre nei locali della cantina offriamo una scelta ricca di taglieri di salumi e formaggi, piatti golosi e carta dei vini molto curata.
Nella sala ristorante i piatti dello chef Nunzio Spagnuolo

Sempre 100% Passione, 100% Qualità, 100% Cieddì,
Vi aspettiamo

Quelli del Cieddì
Marina Alaimo
comunicazione & eventi nell’enogastronomia
alaimo.marina@libero.it
mob. 3401815881

10385283_732562670197956_703926197344577268_nL’invito alla cena esclusiva che si terrà presso il Bistrò di Gourmeet è rivolto ai grandi appassionati dell’eccellenza in tavola e a quanti vogliano trascorrere una serata conviviale con gli esperti del settore. Ad attendervi, il menu a 4 mani del resident chef Mario Loina e di Mimmo de Simone, executive chef del Bikini Restaurant, ospite di questo primo lunedì.
Non mancherà una selezione di vini in abbinamento a cura dei sommelier di Gourmeet.

Regina indiscussa della serata: la pasta.

Grazie al Pastificio dei Campi, scoprirete che i gioielli non sono solo da indossare!
Lo speciale costo della cena è di 30 euro.

Gourmeet Italia

Via Alabardieri, 8, 80121 Napoli

Info e prenotazioni: 081.7944131

P1050453-2Con l’apertura del primo Pithos e l’assaggio del nettare frutto della vendemmia 2014, è stato presentato alla stampa internazionale, nell’ambito della rassegna Campania Stories, il primo Falerno del Massico vinificato in anfora dall’azienda Villa Matilde di Cellole, Caserta.

Nell’anno delle celebrazioni del Cinquantenario, Villa Matilde presenta il primo Falerno del Massico vinificato in anfora: un progetto che riallaccia i fili con la memoria e la storia del vino degli antichi Romani.
Nella cantina dell’azienda di Cellole, una serie di Pithoi e Dolia grandi giare in terracotta realizzate proprio per il progetto e in esclusiva per Villa Matilde, accolgono il primo esperimento di Falerno fermentato e affinato in anfora per 12 mesi.

Abbiamo iniziato a lavorare con le uve rosse e contiamo di aprire il primo pithos di vino sperimentale a marzo di quest’anno; ma il Falerno in anfora che sarà imbottigliato, arriverà sul mercato nel 2016” spiega Salvatore Avallone che con la sorella Maria Ida è alla guida dell’azienda familiare fondata dal padre, l’Avvocato Francesco Paolo Avallone, cui si deve la riscoperta del Falerno in tempi moderni.

La storia dell’azienda Villa Matilde nasce proprio con la sfida di Avallone di riportare in vita il vino raccontato da Plinio e Marziale, ritenuto ardens e fortis, scelto dagli Imperatori romani e andato via via dimenticato nel corso dei secoli, quasi del tutto scomparso nell’Ottocento in seguito alla diffusione della fillossera.
Il progetto del vino in anfora nasce circa due anni fa con la consulenza scientifica di Riccardo Cotarella enologo di fama internazionale e dell’archeologo Luigi Crimaco Direttore dei musei di Sessa Aurunca e di Mondragone e viene presentato nel 2015, anno in cui ricorre la cinquantesima vendemmia di Villa Matilde.

<Tornare a vinificare una piccola quantità di Falerno nelle giare come veniva fatto nell’antichità è un omaggio alla sua storia e a nostro padre che dedicò anni di studi e ricerche a questo vino straordinario, il più antico d’Italia, che oggi è ambasciatore del nostro territorio nel mondo>, aggiunge Maria Ida Avallone.

Villa Matilde
S.S. Domitiana, 18 – 81030 Cellole (CE)
tel. +39 0823.932 088
www.villamatilde.it
Facebook: Villa Matilde Azienda Vinicola

ufficio stampa: dipunto studio tel. 081 681505 www.dipuntostudio.it
Facebook: Di Punto


manuela giordano
manuelagiordano4@gmail.com
tel. +39 3388152020

Gli eventi dell'AIS Napoli
    • dal 30 ott 2015 al 18 giu 2016 alle ore:19:30

      Ais Campania, Master Borgogna con Armando Castagno:

      Mancano: 91 giorni e 07:09 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
  • Video

    Tags