Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...eventi aisnapoli

Archivio per la categoria: ‘News dalle aziende & Comunicati stampa’

Presentazione Panino Luxury alla Scuola Dolce e Salato

Pubblicato da aisnapoli il 30 - marzo - 2014Versione PDF

10151476_10203028783187984_131719192_nIn 200 hanno partecipato alla kermesse gastronomia di martedì 25 Marzo alla Scuola Dolce e Salato di Maddaloni con la Gma Import Specialita e Bovinus Luxury.

Arriva dall’America il concetto di carne tritata, assemblata e ribattezzata Hamburger. In Francia è diventato Gourmet. Con la Gma Import Specialità diventa Panino Luxury. Un progetto nato dalla partnership con la società Bovinus Luxury di David Poblador Rodríguez, ricettato dallo chef Giuseppe Daddio della Scuola di Cucina Professionale Dolce e Salato di Maddaloni e presentato con il giornalista Vincenzo D’Antonio di Gusto Mediterraneo. Ingredienti principali? Il panino Petra, con farina di tipo 1 macinata a pietra, altamente digeribile e più gustoso, e l’hamburger Luxury, 100% di polpa di coscia di Bovino adulto di razza Frisona Alpina, finemente macinata e con forma interamente elaborata a mano, in modo da assicurare la tenerezza del prodotto, e come aggiunta la variante con guanciale di suino iberico.

Alla presentazione ufficiale di martedì 25 Marzo hanno partecipato circa 200 gestori di pub della Campania,1624254_10203028783267986_1979548474_n marchi storici del settore Pub, che da sempre puntano sul concetto di buono. Alla Scuola di Cucina Professionale Dolce&Salato di Maddaloni, per l’occasione sono intervenuti Giuseppe Acciaio, patron della Gma Import Specialità e ideatore del Menù Panini Luxury, David Poblador Rodríguez della Bovinus Luxury, importatore delle carni pregiate selezionate per il menù dei panini, Giuseppe Daddio, chef patron della Scuola Professionale Dolce&Salato di Maddaloni che ha creato il ricettario e i panini da presentare agli operatori di settore, in una giornata finalizzata al confronto con tutta la categoria dei Pub Gourmet che hanno costruito la storia in Campania in termini di birre e specialità gastronomiche.

Abbiamo invitato i clienti delle varie province campane – commenta Giuseppe Acciaio della Gma Import Specialità – per questo menù che sposa pienamente la nostra filosofia aziendale, che punta a porre in primo piano grandi prodotti, concetti di buono e genuino ma soprattutto dai sapori unici ed eccezionali, partendo dai panini con farina di tipo 1, preparati per noi dallo storico panificio di Gragnano Malafronte, e carne di frisona alpina, accompagnati da prodotti agricoli, verdure, formaggi e salumi di altissima qualità del marchio Orto di Lucullo“.

Tutti riuniti dunque per confrontarsi sul nuovo menù panino Luxury. Attualmente sono 6 le varianti create, con l’abbinamento di vari prodotti selezionati in Italia e all’estero dalla Gma Import Specialità. Da qui la scelta di ortaggi e verdure di L’Orto di Lucullo, dai friarielli sott’olio Dop alle pacchetelle del Vesuvio rosse e gialle, dai funghi porcini ai carciofi rustici, dal formaggio al pepe verde alla crema di tonno, dal lardo di Patanegra al guanciale spagnolo stagionato. Il paniere è ampio e rispecchia le caratteristiche principali di tutti i prodotti selezionati dalla Gma Import Specialità, oggi marchio di garanzia in termini di qualità nel mondo del gusto.

Siamo orgogliosi di questa partnership – commenta David Poblador Rodríguez – che ci permette di confrontarci con il mondo della ristorazione, sui nostri prodotti e sui potenziali abbinamenti, questo ci permette di capire come sta crescendo il settore ed essere sempre al passo con il mercato. Ringrazio Acciaio per averci dato la possibilità di intervenire e con lui stiamo ragionando su altre tappe da costruire, lavorando sempre sui concetti di buono e Luxury in termini di pregiato perché appunto parliamo di prodotti selezionati e genuini“.

E seguendo le linee guida di buono e selezionato lo chef Giuseppe Daddio della Dolce e Salato ha creato un ricettario ad hoc per di panini definiti luxury e che si potranno ora gustare nei pub campani a partire da domani.

Mangiare bene deve essere per noi tutti un concetto fisso di garanzia per vivere bene – spiega lo chef Giuseppe Daddio – la nostra cucina, nella formazione e nei ristoranti, come Scuola pone sempre questi elementi in primo piano. Il Panino Luxury risponde dunque pienamente al nostro modo di pensare, cucinare, mangiare e far mangiare e su questo percorso continueremo a lavorare in collaborazione con tutti gli operatori del settore, sensibili a questa filosofia“.

Ufficio Stampa a cura di Luisa Del Sorbo – www.gmasrl.it – info@gustomediterraneo.it

10014609_10202256700396449_1605376258_nEcco la quarta stella in cantina al Quartum Store! Peppe Guida dell’Osteria Nonna Rosa di Vico Equense proporrà un menu a base di pesci e crostacei!
Martedi’ 01 aprile presso Quartum Store UNA STELLA IN CANTINA … Chef Peppe Guida

Euro 40

per info e prenotazioni Rosa Di Criscio 335.5479723 e-mail quartumstore@gmail.com

Martedi 1 Aprile 2014

Quartum Store via G.De Falco 7/9 Quarto (Na)

999127_862263527122780_1877397466_nEuro 50 Per info e prenotazioni: 081 19376832 info@gran-gusto.it

villa matildeBuone nuove dal mondo del vino campano: Matì, lo spumante rosè di Villa Matilde debutta al Vinitaly Verona 6-9 aprile – Pad. 6 – Stand D4

L’Aglianico in una nuova e sorprendente forma è la sorpresa che l’azienda vinicola campana Villa Matilde presenterà al prossimo Vinitaly di Verona dal 6 al 9 aprile: arriva Matì, il primo spumante firmato Villa Matilde, un rosato ottenuto al 100% da uve del più nobile vitigno autoctono campano, prodotto con Metodo Classico. Le uve 100% Aglianico provengono dalle Tenute storiche di San Castrese nel territorio dell’Ager Falernus, lungo le pendici del vulcano spento di Roccamonfina, in provincia di Caserta. La vendemmia è quella del 2011. Dal colore rosa chiaro, con perlage fine, Matì si apre in degustazione con sentori di frutti a bacca rossa accompagnati da piacevoli note floreali. Al palato è fresco e di buono spessore con finale avvolgente e setoso, ideale come aperitivo, versatile a tutto pasto. “Gran parte del nostro lavoro – ha raccontato Salvatore Avallone, titolare con sua sorella Maria Ida di Villa Matildeconsiste nella ricerca degli strumenti praticabili per la valorizzazione del nostro grande patrimonio enologico. I nostri vitigni, la nostra storia meritano nuove forme. È per questo che abbiamo deciso di investire su questo progetto, perchè crediamo che anche dalla Campania, e da vitigni importanti come l’Aglianico possano nascere vini spumanti interessanti. E speriamo che Matì possa divenire uno di questi.” Con Matì, Villa Matilde inaugura il “Progetto spumanti” e aggiunge al suo già ricco e variegato portfolio vini una nuova gamma – entro la fine del 2014 sarà presentato un secondo spumante da uve Falanghina – in linea con il trend positivo del consumo delle bollicine italiane.

  Qualità, cultura del territorio e della tradizione, rispetto dell’Ambiente e uno sguardo spalancato sull’innovazione sono oggi i punti di forza di Villa Matilde. L’aver riportato in vita l’antico Falerno e la grande attenzione prestata al territorio e ai vitigni autoctoni pongono i vini Villa Matilde nel solco di una robusta tradizione; la ricerca costante, il ricorso a tecnologie all’avanguardia, colorano la tradizione con un’innovazione intelligente e dinamica. Villa Matilde – S.S. Domitiana, 18 – 81030 Cellole (CE) tel. +39 0823.932 088 www.villamatilde.it ufficio stampa: dipunto studio tel. 081 681505 www.dipuntostudio.it marina martino marina.martino2@gmail.com marina@dipuntostudio.it

25 Marzo, presentazione Panino Luxury da Dolce&Salato

Pubblicato da aisnapoli il 20 - marzo - 2014Versione PDF

Panini Gourmet di Angelo Florio fotografo still-life food napoli roma 005Il 25 marzo ore 11, alla Scuola di Cucina Professionale Dolce&Salato di Maddaloni è in programma la presentazione del Panino Luxury della Gma Import Specialità con l’azienda Bovinus Luxury

Interverranno:
Giuseppe Acciaio
Gma Import Specialità
David Poblador Rodríguez
Bovinus Luxury
chef Giuseppe Daddio
Scuola di Cucina Dolce&Salato.

Modera Vincenzo D’Antonio
Giornalista di Gusto Mediterraneo

Arriva dall’America il concetto di carne tritata, assemblata e ribattezzata Hamburger. In Francia è diventato Gourmet. Con la Gma Import Specialità diventa Panino Luxury. Un progetto nato dalla partnership con la società Bovinus Luxury di David Poblador Rodriguez. Ingredienti principali? Il panino Petra, con farina di tipo 1 macinata a pietra, altamente digeribile e più gustoso, e l’hamburger Luxury, 100% di polpa di coscia di Bovino adulto di razza Frisona Alpina, finemente macinata e con forma interamente elaborata a mano, in modo da assicurare la tenerezza del prodotto.

La presentazione ufficiale con degustazione è in programma martedì 25 marzo alle ore 11 alla Scuola di Cucina Professionale Dolce&Salato di Maddaloni, dove per l’occasione interverrà Giuseppe Acciaio, patron della Gma Import Specialità e ideatore del Menù Panini Luxury, David Poblador Rodríguez della Bovinus Luxury, importatore delle carni pregiate selezionate per il menù dei panini, Giuseppe Daddio, chef patron della Scuola Professionale Dolce&Salato di Maddaloni che ha creato il ricettario e i panini da presentare agli operatori di settore, in una giornata finalizzata al confronto con tutta la categoria dei Pub Gourmet che hanno costruito la storia in Campania in termini di birre e specialità gastronomiche.

Abbiamo invitato i clienti delle varie province campane – commenta Giuseppe Acciaio della Gma Import Specialità – per questo menù che sposa pienamente la nostra filosofia aziendale, che punta a porre in primo piano grandi prodotti, concetti di buono e genuino ma soprattutto dai sapori unici ed eccezionali. Parleremo di panini con farina di tipo 1 e carne di frisona alpina, accompagnati da prodotti agricoli, verdure, formaggi e salumi di altissima qualità“.

Tutti riuniti dunque per confrontarsi sul nuovo menù panino Luxury. Attualmente sono 6 le varianti create, con l’abbinamento di vari prodotti selezionati in Italia e all’estero dalla Gma Import Specialità. Da qui la scelta di ortaggi e verdure di L’Orto di Lucullo, dai friarielli sott’olio Dop alle pacchetelle del Vesuvio rosse e gialle, dai funghi porcini ai carciofi rustici, dal formaggio al pepe verde alla crema di tonno, dal lardo di Patanegra al guanciale spagnolo stagionato. Il paniere è ampio e rispecchia le caratteristiche principali di tutti i prodotti selezionati dalla Gma Import Specialità, oggi marchio di garanzia in termini di qualità nel mondo del gusto.

28 Marzo, Progetto Defram alla Masseria Giòsole

Pubblicato da aisnapoli il 20 - marzo - 2014Versione PDF

lauragambacorta009378_v

Il 28 marzo alla Masseria Giòsole di Capua (Ce)
succhi di frutta e confetture naturali del progetto Derfram
con un nuovo dolce della stellata Rosanna Marziale,
giovani barmen in gara e tante attività didattiche per i bambini
Presente alla giornata finale del progetto Daniela Nugnes, Assessore regionale all’Agricoltura

Programma molto ricco venerdì 28 marzo alla Masseria Giòsole di Capua (Ce) per la giornata di presentazione dei risultati finali del progetto DERFRAM. Il progetto, partito nel novembre 2010, grazie alle ricerche effettuate nell’ambito del Programma di Sviluppo Rurale (PSR) della Regione Campania e attuate da Università e CNR, ha dato vita a confetture e succhi naturali particolarmente sani con un contenuto ridottissimo di residui di fitofarmaci e micotossine tra cui la patulina. La Masseria Giòsole , capofila del progetto e responsabile dei processi di trasformazione della frutta, aprirà le sue porte per accogliere un pubblico molto variegato. La giornata avrà inizio con una mattinata intensa caratterizzata da tante attività didattiche a cura di Agrigiochiamo per gli alunni del 2° Circolo Didattico Capua, affiancate da un avvincente concorso per giovani barmen rivolto agli studenti degli Istituti alberghieri di Caserta e provincia che si sfideranno a colpi di shaker nella preparazione di cocktail, analcolici o a bassa gradazione alcolica, a base di succhi di frutta. Star della mattinata sarà Rosanna Marziale, chef stellata de Le Colonne di Caserta che presenterà “ConciatoGiò”, la sua nuova creazione dolce realizzata con la confettura di albicocca del progetto Derfram e con il conciato romano, altra grande eccellenza di Terra di Lavoro. Nel pomeriggio, alle ore 15,30, alla presenza dell’Assessore all’agricoltura della regione Campania Daniela Nugnes si entrerà nel vivo del progetto DERFRAM con la presentazione dei risultati finali seguita da un convegno tecnico in cui si tireranno le somme del PSR in fase di ultimazione e si esporranno le opportunità offerte dal nuovo PSR 2014 – 2020 nel campo dell’innovazione e della cooperazione.

PROGRAMMA

- Il Progetto spiegato ai bambini

Ore 9,00 – 13,00 Format “Strega patulina” e altre attività didattiche a cura di Agrigiochiamo
con gli alunni del 2° Circolo Didattico Capua

- Uso e degustazione dei nuovi prodotti a base di frutta
Con la presenza della Stampa, degli istituti alberghieri e delle Istituzioni

Ore 10,30 – “Cocktail sani con i succhi di frutta del progetto Derfram”
Concorso per giovani bartender riservato agli studenti degli istituti alberghieri di Caserta e provincia che presenteranno nuovi cocktail analcolici o a bassa gradazione alcolica a base di succhi di frutta valutati da una giuria composta da giornalisti ed esperti del settore enogastronomico

Ore 13,00 – “Le confetture interpretate da una chef stellata”
Rosanna Marziale, chef de Le Colonne di Caserta (1 Stella Michelin), presenta la sua nuova creazione dolce realizzata con la confettura di albicocca del progetto Derfram

Ore 13,30 – Pranzo a buffet

Ore 14,30 – Premiazione vincitori concorso cocktail

Ore 15,00 – Visita delle aree dell’azienda interessate dal progetto e della zona di trasformazione

- Risultati del progetto e nuove opportunità
Incontro con gli operatori, le OO.PP., la stampa e le Istituzioni

ORE 15.30 – SALUTI DELL’ ASSESSORE REGIONALE ALL’AGRICOLTURA ON. D. NUGNES

15. 45 – I PRODOTTI OTTENUTI COL PROGETTO DERFRAM E LE LORO CARATTERISTICHE
Dott. Alessandro Pasca di Magliano (Capofila Progetto DERFRAM)
Prof.ssa Elena Sorrentino (Università del Molise – Responsabile Scientifico del Progetto)

Ore 16.00 – DAI PROGETTI 124 ALLA NUOVA PROGRAMMAZIONE DEL PSR IN CAMPANIA: Nuove opportunità per le filiere tipiche e per l’innovazione in agricoltura
Dott. Italo Santangelo – Dott. Emiddio de Franciscis – Regione Campania, DG 06 UOD 09

Ore 16.15 – dibattito e Coffee break

ORE 16.35 – UN NUOVO PROTOCOLLO DI LOTTA ANTIPARASSITARIA PER LE SPECIE FRUTTICOLE
Dott. Filippo De Curtis (Università del Molise)

Ore 16.45 – “PAESAGGI E SUOLI DEL BASSO VOLTURNO” – Anticipazioni sulla pubblicazione scientifica redatta sulla base dell’Indagine Territoriale.
Dott. Antonio Leone (CNR – Isafom)

ORE 17.00 – CONCLUSIONE DEI LAVORI

INFORMAZIONI:
MICAELA PASCA
MOB. 3383346622

Ufficio stampa evento:
Laura Gambacorta (mob. 349 2886327 – email: laugam@libero.it)

LOCANDINA 2 PDF GAMBRINUSI luoghi del vino – Come bere un territorio – Il 5 Marzo al Gran Caffè Gambrinus Piero Mastroberardino racconta i vini dell’Irpinia.

Lo storico Gran Caffè Gambrinus di Napoli inaugura mercoledì 5 Marzo la serie di incontri “I luoghi del vino – Come bere un territorio” con Piero Mastroberardino che racconta l’Irpinia e i suoi vini. L’azienda Mastroberardino ha alle spalle 10 generazioni di produttori ed è presente in ben sessanta paesi nel mondo. Piero illustrerà al pubblico nella prestigiosa sala del Gambrinus, importante centro di cultura e del gusto in città, la storia imponente di questo territorio di produzione che raggruppa le tre docg campane, fiano di Avellino, greco di Tufo e Taurasi. Seguirà la degustazione del suo Fiano di Avellino 2013 e del Taurasi Radici 2008 guidata dalla wine writer Marina Alaimo. Lo chef Paolo Gramaglia del ristorante President sarà ospite speciale in questo incontro dove preparerà dei piatti in abbinamento ai vini Mastroberardino accompagnati da alcuni dei suoi pani dell’antica Pompei. Il Gambrinus mette a disposizione una interprete per gli ospiti stranieri.

Il costo della serata è di 30 €. Entrata ore 19.

natiL’azienda Sorrentino sostiene con ferma convinzione la viticoltura vesuviana certa del fatto che le particolari caratteristiche pedoclimatiche del vulcano diano una impronta fortemente identitaria ai vini. Nel proprio splendido vigneto a Boscotrecase si allevano esclusivamente le uve autoctone del territorio, con grande rispetto della tradizione supportata dalle tecniche di produzione più avanzate. I Sorrentino hanno rilanciato con successo l’uva catalanesca, ormai quasi scomparsa in zona, come pure si sono impegnati a vinificare in purezza i vitigni del Vesuvio raggiungendo risultati molto interessanti.Con il progetto PRODIVI l’azienda agricola Sorrentino ha intrapreso diversi studi e ricerche viticolo-enologiche dedicate alla varietà caprettone, tipica di quest’area e spesso confusa con la coda di volpe. Si è provato quindi di trovare le migliori condizioni perché si percepisse il potenziale espressivo varietale unitamente al territorio vesuviano anche con il passare degli anni. I risultati di tanto impegno sono molto soddisfacenti e la famiglia Sorrentino intende condividerli con gli appassionati del settore conducendo una verticale del caprettone Natì nelle annate 2007, 08, 09, 10, 11, 12 condotta in collaborazione con Luciano Pignataro, responsabile per Campania e Basilicata della guida ai vini Slow Wine.
Partecipa all’incontro l’ampelografa Antonella Monaco, docente della facoltà di Agraria dell’Università Federico II di Napoli.
Seguirà alla degustazione la visita ai bellissimi vigneti che risalgono la china del Vesuvio e guardano il panorama mozzafiato sul golfo di Napoli. Sarà quindi possibile ammirare la tipica pergola vesuviana che qui affonda le radici su uno spesso strato di lapilli.
Appuntamento in azienda alle ore 10,30. L’indirizzo è via Fruscio n° 2 Boscotrecase (NA).

La degustazione è solo su invito. Accreditarsi ai numeri 081 8584963 3381354415

Ideazione e organizzazione evento
a cura di Marina Alaimo
marina@libero.it
340.1815881

Gli eventi dell'AIS Napoli
    • dal 03 mag 2014 al 03 mag 2014 alle ore:09:30

      Dal 3 Maggio, “20 ANNI di DOC”, Auguri Campi Flegrei! Ciclo di appuntamenti in vigna con Ais Napoli e Malazè

      Mancano: 10 giorni e 01:51 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
    • dal 10 mag 2014 al 31 mag 2014 alle ore:09:00

      “Il Corpo del Vino”, corso di aggiornamento Ais Campania per sommelier a cura di Armando Castagno

      Mancano: 17 giorni e 01:21 ore.
  • Video

    Tags