Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...eventi aisnapoli

Archivio per la categoria: ‘News dalle aziende & Comunicati stampa’

Galamella day

Pubblicato da aisnapoli il 28 - ottobre - 2015Versione PDF

GALADayDavide ha lanciato la sfida contro Golia. Un impresario napoletano, Dario Meo, ha presentato ufficialmente a stampa, addetti al settore e clienti, la sua crema alle nocciole, chiamata Galamella, fatta di ingredienti tutti di provenienza campana: 43% di nocciole avellane ed olio extravergine d’oliva. Il pubblico, accorso numerosissimo alla presentazione del prodotto avvenuta il 24 ottobre da Gourmeet Italia in via Alabardieri, ha finalmente potuto testare di persona il sapore di questa crema che è volutamente realizzata senza olio di palma. «La mia filosofia è: amo il buon cibo, e cerco di trasmetterla a tutti, cominciando dai bambini. – spiega Dario Meo – Abbiamo iniziato con una linea di biscotti, senza conservanti, come fatti in casa, che ricordano quelli che ci preparavano le nostre nonne». Il processo produttivo si è poi allargato alla crema alle nocciole, alla pasta di farina integrale, perché più nutriente, al sugo ed ai succhi di frutta. «Ben vengano di queste iniziative fatte da giovani per i giovani – ha dichiarato Antonio Lucisano, partner di Gourmeet Italia – Finalmente una piccola azienda che osa sfidare il Golia del settore. Le grandi idee possono avere solo successo». Durante la manifestazione, è stata presentata l’iniziativa GALAspot, la campagna di comunicazione della Galamella, che vedrà come protagonisti i propri clienti. Basterà girare un video di massimo quindici secondi, in cui si dovrà commentare la Galamella in lingua napoletana, perché il napoletano è una lingua riconosciuta dall’Unesco, non un dialetto. E come rappresentante della napoletanità non poteva mancare Antonio Tubelli, il quale ha condiviso il progetto Galameo sin dagli albori. Il video poi dovrà essere pubblicato sulla pagina Facebook della Galamella, e quello che riceverà più “mi piace” e il più originale, verrà premiato il 28 novembre al Santa Claus Village alla Mostra d’Oltremare con una fornitura per sei mesi di Galamella. Tommaso Luongo, delegato Ais Napoli ed anche giudice internazionale del cioccolato, ha guidato i presenti in una magistrale degustazione per far conoscere le caratteristiche della Galamella. Ma non finisce qui. A breve partirà una nuova sfida: la campagna contro la pizza wurstel e patatine nelle pizzerie, un prodotto nato da una moda d’oltreoceano che non rappresenta né la città della pizza, Napoli, né le abitudini alimentari dei napoletani. Il pizzaiolo Gino Sorbillo si farà promotore, insieme a Dario Meo, di questa campagna, proponendo nelle pizzerie per i bambini la GALApizza, realizzata semplicemente con sugo Galameo, una passata di pomodoro dolce e profumata, olio extravergine d’oliva e parmigiano reggiano stagionato 36 mesi. Si lavora nel presente per salvare il futuro dei nostri figli.
Per info e contatti stampa:
Dora Sorrentino
3282467520
dora@galameo.it

c8625f4d-e628-4640-a7c7-f7f5e679823c

Galamella, per dire SI al gusto e NO all’olio di palma

Pubblicato da aisnapoli il 2 - ottobre - 2015Versione PDF

GalamellaAmo il buon cibo” è il motto di Galameo e con la Galamella l’obiettivo è stato centrato in pieno. Finalmente da Napoli arriva un nuovo prodotto che dice NO all’olio di palma, un’irresistibile crema spalmabile realizzata con il 43% di nocciole avellane ed olio extravergine d’oliva, senza aggiunta di conservanti e additivi. L’idea nasce da Dario Meo, imprenditore napoletano che da anni ha maturato una notevole esperienza nel settore gastronomico e che ha deciso di lanciare, attraverso una linea di prodotti pensati per i bambini, una vera e propria campagna di educazione alimentare per abituare i piccoli consumatori a nutrirsi in modo sano e a riconoscere il buon cibo sin dalla tenera età. Perché si chiama Galamella? Semplice, Dario Meo ha creato un nome fantasioso, mettendo insieme “Gala” di Galameo e “Mella” di caramella, un qualcosa di dolce che piace tanto ai bambini. Presto verrà lanciata una versione della Galamella 2.0, con una quantità di poco inferiore di nocciole rispetto alla precedente 1.0, per venire incontro alle esigenze economiche dei consumatori. La Galamella è una crema spalmabile dal sapore delicato, ne basta un velo su una fetta di pane per poterne gustare tutto il sapore. In alcune manifestazioni gastronomiche in giro dell’Italia si potrà assaggiare la Galacrep, una crêpe golosa realizzata con farina integrale, latte dell’Appennino Campano, uova biologiche e zucchero di canna integrale, farcita con la Galamella. Per conoscere i punti vendita dove è possibile acquistare la Galamella o per ordinarla direttamente a casa basta collegarsi al sito www.galameo.it oppure scrivere una mail all’indirizzo info@galameo.it. Per contatti stampa: Dora Sorrentino dodosorre@libero.it 3282467520

Hamburger_ puro vitellone irpino, provola fusa, pancetta croccante, pomodorini confit, cipolla di tropea caramellata alla senape e limoneMeatin’ Cuoco & Carbone saluta l’estate e presenta il menu dell’Autunno 2015
Ricerca e territorio protagonisti

Con l’arrivo dell’autunno cambia la carta di Meatin’ Cuoco e Carbone, il ristorante napoletano che coniuga cucina e carboni in un connubio gastronomico inedito avviato con la consulenza dello chef Peppe Guida, Una Stella Michelin.

La novità è l’inserimento della “zuppa del mese” e la proposta di piatti fortemente ancorati al territorio a base di prodotti che sono anche Presidi Slow Food come il Conciato Romano, la Cipolla di Alife e la Papaccella napoletana.

Ricerca gastronomica, stagionalità e territorio sono protagonisti del nuovo menu che presenta piatti come “Carpaccio di giovenca irpina, porcini crudi di Montella, julienne di Carmasciano, dressing all’aceto rosso e menta piperita” e “Filetto di manzo alla griglia ripieno di pomodori secchi ‘a pacchetelle’ e bardato con pancetta all’aglianico, chiodini di Sturno e salsa al tartufo nero di Bagnoli Irpino”.

Ampia la selezione di salumi e di formaggi che aprono la carta con le migliori produzioni irpine: soppressata, pancetta all’aglianico, prosciutto, salsiccia rossa di Gesualdo, caciocavallo podolico, pecorino di Carmasciano e pecorino irpino affinato in grotta. Tra i formaggi spicca anche il Conciato romano affinato nelle anfore di terracotta.

La “Zuppa del mese” va ad affiancare il “Delicato sorrentino dello chef Guida”, piatto cult del ristorante sin dalla sua apertura. Per il mese di Ottobre la zuppa proposta è Fagioli “Dente di Morto di Acerra”, scarola, salsiccia piccante fresca. Per il mese di novembre: “Cipolle di Alife con battuto di lardo di nero casertano e crostini al rosmarino in fiore”.

Le carni proposte sono tutte a Km 100, provengono ovvero dalla vicina provincia di Avellino, da allevamenti selezionati e certificati. La scelta è curata da Mario Carrabs, macellaio in Gesualdo, affinatore e selezionatore di carni di alta qualità. Con Mario Carrabs sono stati ideati anche due eventi speciali, due serate tematiche dedicate ai cultori della buona carne:

Giovedì 8 Ottobre ore 21.00 “30 Bistecche 30 Giorni”
per gli amanti della carne frollata: solo 30 bistecche frutto di una frollatura iniziata l’8 settembre.

Domenica 25 Ottobre ore 13.30: “Il quinto quarto” con Mario Carrabs:
evento speciale dedicato ai piatti perduti della tradizione irpina. Parte del menu sarà a base di interiora.

Meatin’ Via Timavo n°25-27, (traversa di Corso Europa) www.meatin.it Tel. 081 18893517
Orari: dal lunedì alla domenica dalle 19.30 alle 24.
Sabato e domenica anche dalle 12.00 alle 15.00.
Chiuso il martedì.

E bell’ e buon’ “Pà Nino” a Palazzo Vialdo

Pubblicato da aisnapoli il 22 - settembre - 2015Versione PDF

london_VialdoE bell’ e buon’ “Pà Nino”!

Al Vialdo arriva “Pa’ Nino”. Il nuovo concept di paninoteca che fonde i cibi della tradizione con il “junk” food americano.
Il nome “Pa’ Nino” è un gioco di parole tra la proposta gastronomica che gli imprenditori Vincenzo Di Prisco e fratelli portano verso il loro padre Carmine (Nino).
Un ossequio affettuoso verso chi, con coraggiose scelte e buoni insegnamenti, ha portato i propri figli a saper gestire realtà enogastronomiche di grande rilievo e successo.
Un “grazie” dei figli al proprio padre.
Una location particolarissima che ripropone l’ambientazione di una casa napoletana degli anni cinquanta con tanto di vecchia cucina e studiolo ben integrati in un arredamento chiaro e leggero.
Panini fatti in casa, con differenti impasti ottenuti da farine napoletane del Molino Caputo, materie prime selezionatissime da abbinare, secondo i propri gusti o proposte accuratamente pensate, accompagnati da una vasta selezione di birre artigianali alla spina e in bottiglia o anche con un’ampia selezione di vini.
Il menù spazia dai goduriosi fritti del Vialdo ormai noti per eccellenze come il crocchettone, il soffogotto o la frittatina, attraverso pizzini a marchio Giò il Pizzino, per giungere ai panini e sandwich sino ai dolci del Vialdo.
Un’offerta multipla che aggiunge un nuovo tassello all’offerta di ristorazione e pizzeria del Vialdo.
Pensata da Vincenzo Di Prisco che ha inteso la struttura come un sistema ristorativo e non un locale ad offerta multipla, Vialdo, in un ambiente bello e confortevole, si propone con “Pa’ Nino” di suggerire un ulteriore proposta per chi in gruppo vorrebbe soddisfare le richieste e aspettative dei propri commensali.
L’apertura è fissata per il giorno 24/09/2015.

www.palazzovialdo.it

Palazzo Vialdo
Via Nazionale n.981
Torre del Greco (NA)
Tel. 081 – 847 1624

Bloody Pizza, l’aperitivo che non c’era a Palazzo Petrucci

Pubblicato da aisnapoli il 18 - settembre - 2015Versione PDF

Bloody Pizza, foto di Luciano FuriaCi siamo!
Ideale come aperitivo, siamo ormai quasi al giorno del gran debutto della Bloody Pizza, il cocktail ispirato alla tradizione napoletana.
La supervisione del nostro chef stellato Lino Scarallo.
L’inconfondibile precisione di Alessandro Izzo.
Curiosi?

Foto di Luciano Furia

Abbruzzino_chef_Dal 19 settembre al 12 dicembre all’agriturismo Casa Lerario di Melizzano quattro appuntamenti con la cucina d’autore di rinomati chef che con i loro piatti condurranno gli ospiti in un viaggio tra i sapori di altri territori facendoli sposare con i prodotti dell’orto della farmhouse sannita. Registi di questo ciclo di pranzi i giornalisti enogastronomici Laura Gambacorta e Giampiero Prozzo in collaborazione con lo chef Mirko Balzano. Nei calici, ad accompagnare le creazioni degli chef, saranno i vini della sannita Cantina del Taburno di Foglianise, partner del ciclo di eventi..
A inaugurare “Orto d’Autore” sabato 19 settembre (ore 13,00) sarà il talentuoso stellato calabrese Luca Abbruzzino, da poco indicato dalla guida dell’Espresso come migliore giovane chef dell’anno, colonna portante del Ristorante “Antonio Abbruzzino – Alta cucina locale” di Catanzaro.
Appuntamenti successivi sabato 17 ottobre con lo chef siciliano Mimmo Alba, patron della Cantina San Teodoro di Napoli, sabato 14 novembre con lo stellato pugliese Felice Sgarra dell’Umami Ristorante di Andria (BT) e sabato 12 dicembre col teutonico Christoph Bob del Monastero Santa Rosa Hotel e Spa di Conca dei Marini (Sa).
Partner per la pasta il Pastificio Gentile di Gragnano.
Per i bambini è stato predisposto un menu ad hoc dal costo di 20 euro.

Menu
Panino e Murzeddhu
Tartare di Marchigiana, anemone di mare e salsa verde
Fusilli Gentile, nduja, pecorino e ricci di mare
Pollo al barbecue
Cioccolato bianco, kiwi e polline

In abbinamento:
“Albarosa” Rosato Docg 2014 Cantina del Taburno
“Cesco dell’Eremo” Falanghina 2014 Cantina del Taburno
“Sorba Nera” Aglianico Doc 2011 Cantina del Taburno
“Ruscolo” Passito di Falanghina 2004 Cantina del Taburno

Ticket di partecipazione: euro 35 (vini inclusi)

Info e prenotazioni:
Casa Lerario
Contrada Laura, 6
Melizzano (Bn)
www.casalerario.it
tel. 0824 944018

Come arrivare:

http://www.casalerario.it/la-posizione/

Contatti stampa:
Laura Gambacorta
Mob. 349 2886327
Email: laugam@libero.it

16 Settembre, In The Kitchen Tour 2015 in Campania

Pubblicato da aisnapoli il 16 - settembre - 2015Versione PDF

Chef CHIC al BtoBIn The Kitchen Tour 2015
IL CIRCUITO BTOB DELL’ASSOCIAZIONE CHIC TORNA IN CAMPANIA

A distanza di 2 anni dall’evento di successo che si è tenuto al Ristorante Marennà di Sorbo Serpico, In The Kitchen Tour torna in Campania. L’innovativo circuito BtoB, ideato ed organizzato dall’Associazione CHIC (www.charmingitalianchef.com), prosegue il tour 2015 con la quarta tappa a Nusco (AV) presso CENA Culinary School of Italy in via Stigmatine ex convento. Dopo gli eventi di Marche, Umbria e Friuli, l’evento riservato ai professionisti della ristorazione, approda in Irpinia per raccontare e far conoscere prodotti di qualità del territorio, studiarli, assaporarli e sperimentarli attraverso creazioni ed impieghi innovativi realizzati durante una vera e propria jam session dei sapori.
L’evento si svolgerà mercoledì 16 settembre dalle ore 11:00 presso CENA Culinary School of Italy, l’innovativo progetto di Ristorazione, Ospitalità e Scuola di Cucina, avviato dall’intraprendente Chef Antonio Pisaniello, un punto di riferimento per gli amanti della grande cucina irpini.
Saranno protagonisti della giornata i soci CHIC Paolo Barrale del Ristorante Marennà, Gianluca D’Agostino del Ristorante Veritas, Vincenzo Guarino del Ristorante L’Accanto, Rosanna Marziale Ristorante Le Colonne, Franco Pepe di Pepe in Grani, Antonio Pisaniello di Cena – La Locanda di Bu, Lino Scarallo della Locanda Petrucci, Angelo Sabatelli del Ristorante Angelo Sabatelli, Giuseppe Stanzione del Ristorante Le Trabe, Cristian Torsiello dell’Osteria Arbustico, Luciano Villani della Locanda del Borgo e alcuni tra i più grandi rappresentanti della cucina di eccellenza della Campania: oltre 20 chef insieme guidati da professionalità e passione per creare, conoscere, assaggiare e confrontarsi su prodotti e tecniche in un contesto di totale informalità.

Oltre alle aziende partners a livello nazionale quali Selecta, Koppert Cress, Riso Buono La Mondina , Acqua Valverde, FSG Italia con Steelite e Rona, Nespresso Italia, Trabo con Arcos, Kisag ed Isi, Mauviel, Birrificio Amarcord, Champagne Veuve Clicquot e Caviar Sturia saranno presenti alcune aziende d’eccellenza del territorio tra cui: Azienda Agricola di Francesco Vastola, Santomiele, Az. Gambale Soccorso, Ceramica Francesco De Maio, Agripiantel, Azienda Agricola Di Cecca, Masseria Valenzio, Cooperativa Castagne di Montella, Terratosta, Pasta Grano Armando (Pasta Baronia), Oasi Rurale, Macelleria San Giorgio La Molara , Pescherie Mare Vivo, Casa Maddi, Serro Croci, Lenzi Tartufi, Panificio Lanfranco, Scamurè, Hirpus, Le Campestre, Azienda Agricola De Maio, Acqua Pazza, Fattoria Rosabella, Antica Distilleria Petrone, Izzo Forni, Spirito Contadino.
La sera si proseguirà con un appuntamento imperdibile per tutti gli appassionati della buona cucina e gourmet campani: Cena – La Locanda Di Bu diventerà il palcoscenico per una CENA CHIC 8 MANI, per degustare un intero menu dedicato ai prodotti della Campania. Lo Chef Patron Antonio Pisaniello, Luciano Villani della Locanda Del Borgo, Francesco Fusco del Ristorante – Orto Il Moera e Franco Pepe della Pizzeria Pepe In Grani, ognuno nella sua “isola Gourmet”, cucineranno e sforneranno, direttamente sotto gli occhi dei fortunati ospiti della serata. Cucina D’autore e Pizze magistrali saranno accompagnati dai gelati della Maestra Gelatiera Pina Molitierno e il dessert di Carmen Vecchione di Dolciarte.
Alle ore 20.00 si alzerà il sipario con un aperitivo a base di finger food per poi proseguire con la cena accompagnata dai vini dell’Azienda Agricola Agostinetto e della Tenuta Cavalier Pepe e le birre Amarcord. Si concluderà con le miscele di caffè Nespresso e i liquori dell’Antica Distilleria Petrone. Una piacevole occasione per coinvolgere e stimolare un numero sempre maggiore di appassionati gourmet, dando l’opportunità di assaggiare piatti d’alta cucina e la migliore pizza d’Italia preparati con le migliori materie prime (tra cui i formaggi del Caseificio Il Casolare, la carne di Razza Marchigiana della Macelleria e non solo … Lombardi, il Pesce di Pescherie Mare Vivo, Riso Buono e verdure Spirito Contadino) ad un prezzo contenuto.

Prezzo della cena a persona € 60,00 bevande incluse.
Per prenotazioni si prega di contattare il numero 0827 64644.
Per maggiori informazioni contattare l’Ufficio Stampa dell’evento:
Laura Gambacorta 349 2886327 e Katia Piazzi 335 6658097.

Gli eventi dell'AIS Napoli
    • Nessun evento da mostrare
  • Video

    Tags