Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...eventi aisnapoli

Archivio per la categoria: ‘News dalle aziende & Comunicati stampa’

Logo Mimi'sParte il treno di Mimì alla Ferrovia con Mimi’s – La tradizione gastronomica di Mimì alla Ferrovia!
Domenica 13 settembre prossimo, alle ore 19.00, presso la Villa D’Angelo di Napoli, sarà presentato alla Stampa, con una conferenza e cena, il nuovo Marchio “Mimi’s – La tradizione gastronomica di Mimì alla Ferrovia” che porta sul mercato i prodotti simbolo del celebre ristorante partenopeo.
Tre le prime “fermate del Gusto” con le quali il nuovo marchio si collocherà sul mercato: peperone ripieno, melanzane alla parmigiana e sartù di riso.
Nei mesi precedenti la presentazione, i prodotti a marchio Mimi’s, già presenti nel Dubl Bar della Feudi di San Gregorio nello spazio dopo i cancelli dell’Aeroporto Internazionale di Capodichino, hanno riscosso grande interesse sul mercato nipponico e tra gli chef Giapponesi. Nel corso del mese di settembre il prodotto sarà collocato in diverse gastronomie e punti vendite della Campania come primo step della loro collocazione sul mercato nazionale.
La serata sarà condotta dal giornalista de Il Mattino Luciano Pignataro con la partecipazione di Michele Giugliano, Ida Giugliano, Nino Di Costanzo e l’intera compagine sociale. Seguirà una degustazione dei prodotti nell’ambito di una cena light.

Pomigliano Jazz 2015 e Note di Gusto

Pubblicato da aisnapoli il 1 - settembre - 2015Versione PDF

BANNER NOTE DI GUSTOIl matrimonio tra il buon cibo di Note di Gusto ed il Pomigliano Jazz festival si ripete per la terza volta nell’edizione 2015 visto il successo degli anni precedenti. La partecipazione delle condotte Slow Food Vesuvio, Napoli ed Agro Nolano è mirata soprattutto ad informare il pubblico sulla biodiversità agro alimentare dei nostri territori e sull’importanza di preservarla nel tempo. A tal fine sono previsti laboratori del gusto e la presenza di agricoltori ad ogni concerto che esporranno i prodotti identitari della propria terra, raccontandoli agli ospiti personalmente, spiegando la storia delle proprie famiglie dedite ad una agricoltura tradizionale e sostenibile nel rispetto dell’ambiente. Il Tema di questa edizione 2015 nello spazio Osteria Slow Food Note di Gusto, che tra l’altro celebra il ventesimo compleanno del Pomigliano Jazz, è lo Street Food di territorio, una tradizione secolare molto vivace a Napoli e poi diffusa in tutta la Campania. Chi non ricorda le meravigliose stampe dei fratelli Alinari con i mangiatori di maccheroni tra le strade della città, oppure la venditrice di caldarroste, di taralli sugna e pepe, e poi le pizze piegate a portafoglio o fritte vendute dalle donne tra i vicoli o sotto gli alti portoni dei palazzi. Così come i variopinti carretti con ‘o per’ e ‘o muss’ conditi con limone e pepe, il brodo di polpo d’inverno, i panini con la ricotta di fuscella ancora calda, i carretti con le granite fresche fresche, ‘o mellone e fuoco (anguria) venduto a fette generose. Camminare mangiando a Napoli e provincia rimane un piacere e privilegio al quale non si viole rinunciare, tanto che alcuni dolci tradizionali, come la sfogliatella ed il babà, sono stati ideati proprio per questo utilizzo. Lo street food è ritornato in voga un po’ in tutta Italia e quindi cavalchiamo il momento di celebrità per proporlo durante i concerti del Pomigliano Jazz e grande spazio avranno i panini golosi preparati con prodotti tipici dei territori campani.
Pomigliano Jazz – Calendario Concerti
29 Agosto | Ottaviano, Palazzo Mediceo| ore 20:30
Ingresso Gratuito
BOBO STENSON Trio
30 Agosto | Vesuvio, Cratere del Vesuvio| concerto al tramonto | ore 16
Posto Unico: 25 euro
MARIA PIA DE VITO, ENRICO RAVA, ROBERTO TAUFIC
1 Settembre | Sant’Anastasia, Chiostro del Santuario della Madonna dell’Arco | ore 20:30
Ingresso Gratuito
MARCO ZURZOLO Ex Voto
con FRANCESCO NASTRO, DARRYL HALL, GIUSEPPE LA PUSATA
ospite ARCHIE SHEPP
2 Settembre| Cimitile, Basiliche Paleocristiane | ore 20:30
Posto Unico: 15 euro
STEVE COLEMAN and Five Elements
6 Settembre | Pollena Trocchia, Conetti Vulcanici del Carcavone | concerto al tramonto | ore 16
Ingresso Gratuito
EIVIND AARSET Quartet
8 Settembre | Casoria, Parco delle Arti| ore 20:30
Ingresso Gratuito
ARUNDO DONAX e MOVIMENTO DANZA SQUAD Place is the Space
PASQUALE LAINO, PIETRO TONOLO, MARIA RAJA, ROSSANO EMILI
coreografie di GABRIELLA STAZIO
DON PASTA cooking dj set
10 Settembre | Somma Vesuviana, Villa di Augusto | ore 20:30
Posto Unico: 15 euro
ENRICO PIERANUNZI – GABRIELE MIRABASSI Canto Antico
11 Settembre | Pomigliano, Parco delle acque | ore 20:30
Ingresso Gratuito
AS ONE Quintet
OMAR SOSA Quarteto AfroCubano
FRANK DIANA DJ set
12 Settembre | Pomigliano, Parco delle acque | ore 20:30
Ingresso Gratuito
TULLIO DE PISCOPO Napoli Jazz Project
ONJ ORCHESTRA NAPOLETANA DI JAZZ
diretta da MARIO RAJA ospite JAMES SENESE
DON PASTA Artusi Remix
13 Settembre | Avella, Anfiteatro Romano | ore 20:30
Posto Unico: Platea 25 euro, Gradinata 15 euro
SIMONA DE ROSA Waves
GORAN BREGOVIC Wedding & Funeral Band
Per maggio info visitare il sito www.pomiglianojazz.com

Calendario dello Street Food

29 agosto Palazzo Mediceo Enoteca e Cucina Treqquarti di Somma Vesuviana: un appuntamento rinnovato ogni anno con Massimo Petrone che qui è di casa. Il suo locale è nel cuore del centro storico di Somma Vesuviana, è un’attività giovane che ha riscontrato un immediato successo. Un punto di riferimento e di incontro forse atteso a Somma, dove poter scegliere una buona bottiglia di vino che sappia raccontare il territorio di provenienza con sincerità, accompagnata da taglieri e piatti curati con competenza. La squisita accoglienza dei padroni di casa è l’altro elemento vincente che ha segnato la crescita costante di Treqquarti.
1 settembre Sant’Anastasia Santuario Madonna dell’Arco con Madrenatura – l’Orto va in città. Marialuisa Squitieri è considerata un esempio in Campania del ritorno dei giovani all’agricoltura. Laureata in storia medioevale, non ha saputo resistere al richiamo della terra così ha portato una ventata di novità e competenze precise nella piccola azienda di famiglia a Poggiomarino. Da qui il passo è stato breve per l’apertura del punto vendita L’Orto va in Città in via Santa Chiara a Napoli dove sono proposti i prodotti dell’azienda agricola Madrenatura, ma anche dei tanti amici agricoltori conosciuti nei tanti mercati della terra in giro per l’Italia e spesso invitati qui per raccontare agli ospiti la propria esperienza. Marialuisa si è specializzata anche nella preparazione di spuntini e piatti vegetariani e staremo a veder cosa si è inventata per Note di Gusto al Pomigliano jazz.
2 settembre Cimitile Basiliche Paleocristiane con Maurizio De Riggi del ristorante Markus di San Paolo Bel Sito. E’ giovane Maurizio ed ha già un bel bagaglio di esperienza in ristoranti importanti. La sua cultura del cibo si è formata prevalentemente frequentando contadini, aie e piccoli allevatori del suo territorio. Nei grandi ristoranti ha acquisito le tecniche di cucina che utilizza nella giusta misura per esaltare la grande tradizione agricola dell’area del nolano. Cucina a vista nel suo ristorante Markus perché tutto sia molto trasparente e perché la grande passione investita tra pentole e fuochi possa essere visibile in ogni momento ai suoi ospiti. Anche lui preparerà panini e street food di territorio per i visitatori del Pomigliano Jazz.
6 Settembre Pollena Trocchia Conetti Vulcanici del Carcavone con Yuri Buono di Vincanto Vinarium Pompei
Arriva da Pompei Yuri Buono, grande ricercatore di prodotti di eccellenza e sostenitore dei presìdi Slow Food. Vincanto Vinarium, come racconta il nome, è un è un wine bar dove, oltre al vino, pane e panini sono grandi protagonisti. Yuri ha cercato di riportare la grande tradizione del pane già vivissima nell’antica Pompei, che vantava numerosi forni e varietà di pane, nel suo locale accompagnandola con preparazioni e prodotti scelti con molta cura.

8 settembre Casoria Parco delle Arti con lo chef Venerando Valastro da “I Re della Griglia Dmax Italia”.
Don Pasta Cooking DJ Set
Venerando è ormai famosissimo per la sua competenza in fatto di cottura alla griglia alla quale ha abbinato in maniera divertente e gioiosa i prodotti tipici dell’area napoletana e della Campania in genere. E’ un cuoco itinerante, spesso ospite di eventi enogastronomici ed al suo banco degustazione si forma sempre una lunga fila. Per Note di Gusto ci saranno i sue due panini cult: panino con polpetta marchigiana in sugo di pomodori antichi di Napoli, e il pulled pork con papaccella. Non mancherà qualche sorpresa in fatto di street food.
DON PASTA cooking dj set
MERCATO DELLA TERRA con

- Spigabruna (Pietrelcina): farina e paste da grano duro senatore cappelli, coltivato da loro e trasformato nel loro pastificio
- Az. Agr. Savoia (Roccabascerana): allevatori di Pezzata Rossa Italiana, antica razza di vacca italiana
- Ciro Pirone (Sant’Agata de’ Goti): ortaggi, frutta, pane integrale con farine da loro prodotte
- Libera Feola (Somma Vesuviana): confetture e dolci con i prodotti tipici vesuviani
- Mario Infante (Sant’agata de’ Goti): ortaggi e frutta
- Peppino Polverino (Fuorigrotta – Na): ortaggi e frutta
- Sofia de Capoa (Posillipo – Na): agrumi
- Giovanni di Genua (Montella): farine da grani antichi, pane,
- Rafilina (Somma Vesuviana): una delle ultime artigiane dell’ammollatura dello stoccafisso
- Madrenatura e i prodotti straordinari dell’orto del Vesuvio

10 settembre Somma Vesuviana Villa Augustea con Venerando Valastro, il re della griglia – Concerto Enrico Pieranunzi e Gabriele Mirabassi

11 settembre Pomigliano d’Arco Parco delle Acque con il pizzajuolo Giuseppe Pignalosa di Le Parùle Ercolano
La pizza è sicuramente lo street food napoletano più conosciuto e presente nel mondo. Non c’è ormai paese dove non si faccia la pizza e questo ci deve inorgoglire. I grandi maestri di quest’arte rimangono comunque nel territorio di origine. Tra questi c’è Giuseppe Pignalosa, pizzajuolo e patròn del ristorante e pizzeria Le Parùle di Ercolano. Giuseppe propone una pizza napoletana di tradizione, esaltata da uno studio accurato sulla selezione di farine di qualità e sulla lievitazione. 30 ore tra lievitazione e maturazione della pasta rendono le sue pizze particolarmente soffici e digeribili. Oltre alle pizze tradizionali sempre in primo piano, come margherita, marinara, pizza fritta, il pizzaiolo del Vesuvio si è specializzato nel portare sul magico disco di pasta i prodotti delle vicine parùle, gli orti di zona che danno appunto il nome al suo locale.

12 settembre Pomigliano d’Arco Parco delle Acque Madrenatura
Torna con lo street food ed i panini di territorio Marialuisa Squitieri dell’azienda Agricola Madrenatura.

13 settembre Avella Anfiteatro Romano con Giovanni Arvonio di Taberna del Principe a Sirignano – concerto con Goran Bregovic
Sa sfidare il Gusto Giovanni Arvonio, avendo dedicato una vita alla cucina e alla cultura dei prodotti scelti. La sua cucina racconta il territorio che dall’agro nolano si spinge nella terra irpina. I suoi piatti sono raffinati, sanno giocare con piglio sicuro nella combinazione dei sapori e umori del buon cibo.
Le condotte Slow Food Vesuvio, Napoli, Agro Nolano sono partner dell’edizione 2015 del Pomigliano Jazz con un programma il cui tema conduttore è la difesa della biodiversità agro alimentare dei diversi territori. Ogni singola condotta curerà gli appuntamenti che si svolgono nell’area di competenza.
I Laboratori e visite in azienda
Una serie di incontri sono mirati a valorizzare e far conoscere al pubblico la ricchezza di biodiversità agricola presente nelle diverse aree.
Sabato 5 settembre con Slow Food Vesuvio ore 13 laboratorio sulla papaccella napoletana e sul pomodoro san marzano in occasione della visita all’azienda agricola Bruno Sodano, custode dei semi di molte varietà tipiche della provincia di Napoli e produttore di eccellenza in Pomigliano d’Arco.
Sabato 12 settembre ore 12 Laboratorio “la rivoluzione in un seme” – impariamo a conoscerli” con l’agronoma Patrizia Spigno presso Villa Augustea Somma Vesuviana dopo la visita al sito archeologico

Domenica 6 settembre, dopo la visita al Parco Nazionale del Partenio ad Avella, condotta Agro Nolano, ore 15,30 laboratorio sulla nocciola e visita al noccioleto di Francesco Colucci.
In degustazione i vini della Campania #pjazz2015 #notedigusto

Ad ogni concerto sarà abbinato un prodotto agricolo tipico dell’area nella quale si svolge la kermesse e annunciato sul palco con la jazz star.

Gelato Pizza Napoletana di Gino Sorbillo e Casa Infante

Pubblicato da aisnapoli il 6 - luglio - 2015Versione PDF

Gelato Pizza NapoletanaLa new generation fa storia. Dopo la Pizza Tarallo che potete trovare nelle pizzerie Sorbillo a Via Tribunali e a Via Partenope, dalla collaborazione tra Gino Sorbillo e Marco Infante della gelateria Casa Infante Artigiani del Gelato nasce il gelato al gusto Pizza Napoletana. Entrambi discendenti da due famiglie storiche della città, una affermatasi nel campo della pizzeria, l’altra in quello della produzione dei taralli e della pasticceria, insieme hanno ideato un gusto dedicato alla pizza: una base di fiordilatte di Vico Equense, ricoperta da confettura di Pomodoro San Marzano Dop Gustarosso, con spolverata di basilico disidratato e pezzetti di pizza bianca tostata, realizzata con farina di agricoltura biologica. Da due eccellenze campane non poteva che nascere un’idea innovativa che conquisterà i palati di tutti.

Da oggi in tutte le gelaterie Casa Infante.

Mozzarella di Bufala Campana DOP, quando il BUONO fa bene!

Pubblicato da aisnapoli il 4 - luglio - 2015Versione PDF

MOZZARELLA DI BUFALA CAMPANA DOP,

QUANDO IL BUONO FA BENE

 

 CONTENUTI LIMITATI DI SALE E LATTOSIO, PROPRIETA’ ANTIOSSIDANTI:

PER IL MONDO MEDICO LA MOZZARELLA DI BUFALA CAMPANA DOP

VERO SIMBOLO DI UN’ALIMENTAZIONE CHE CONIUGA GUSTO E BENESSERE

images-11Una cornice prestigiosa come quella del Reale Yacht Club Canottieri Savoia di Napoli. E’ qui che, nell’ambito della bellissima iniziativa dedicata alla vele d’epoca, il Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana DOP ha deciso, venerdì 3 luglio, di presentare i risultati di tre diverse ricerche legate da un minimo comune denominatore: lo studio delle proprietà salutistiche di uno dei più importanti e apprezzati formaggi al mondo.

“La nuova frontiera nel settore della scienza alimentare è quella di produrre alimenti salutari che mantengono la ricchezza e la complessità dei gusti tradizionali – ha spiegato Antonio Lucisano, Direttore del Consorzio – vale a dire lo studio relativo al modo in cui gli alimenti, oltre a nutrire, possano avere anche effetti positivi sul benessere dei consumatori. Noi eravamo persuasi delle proprietà benefiche della mozzarella di bufala campana ma di certo i risultati presentati forniscono un endorsement scientifico di valore assoluto. Il messaggio è ben preciso: il nostro prodotto non solo è buono ma può fare anche bene alla salute”.

E in effetti il convegno, piacevolmente intervallato a delle mini degustazioni, ha fornito dati che non solo sfatano alcuni luoghi comuni ma aprono scenari interessanti per quanto riguarda il consumo della mozzarella di bufala. Sul palco dei relatori si sono succeduti il Professor Germano Mucchetti, Docente di Tecnologia Alimentari presso l’Università di Parma; il Professor Vito Domenico Corleto, Docente di Gastroenterologia presso l’Università La Sapienza di Roma; e per l’Università Federico II di Napoli il Professor Ettore Novellino docente di Chimica Farmaceutica e Tossicologica, e il Professor Gian Carlo Tenore, docente di Chimica e Tossicologia degli Alimenti.

“E i dati emersi dai loro studi sono andati persino oltre le nostre aspettative – ha sottolineato Lucisano – La Mozzarella di Bufala Campana DOP, infatti, presenta un limitato contenuto di sale e noi tutti sappiamo come la comunità internazionale abbia alzato la soglia di attenzione su questo argomento. Abbiamo inoltre avuto conferma del fatto  che il nostro prodotto può molto spesso vantare un contenuto di lattosio addirittura inferiore a quello di prodotti proposti come “ad alta digeribilità”. A questo si aggiunge il fatto che, dagli studi presentati, risulta che durante la digestione della MBC si sviluppano dei peptidi che, agendo sulle cellule intestinali umane, esercitano un potente effetto antiossidante in grado di contrastare i radicali liberi e rigenerare la mucosa dell’apparato intestinale”.

Insomma, la Mozzarella di Bufala Campana DOP risulterebbe quindi una sorta di panacea con il quid plus di essere buonissima: poco sale, poco lattosio, proprietà antiossidanti, in pratica la quadratura del cerchio per un’alimentazione sana e corretta.

“In un momento come questo in cui il mondo lattiero-caseario è scosso dalla polemica sul latte in polvere – ha concluso il Presidente del Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana DOP, Domenico Raimondo – poter dire che il nostro prodotto, fatto con tutti i crismi, fa bene alla salute ci sembra un messaggio fortemente positivo per tutti i consumatori”.

Ufficio stampa nazionale MGLOGOS tel. (+39) 06 45491984 06.45491985 info@mglogos.it  www.mglogos.it

Ufficio stampa per la Campania DIPUNTO STUDIO tel. (+39) 081 681505 info@dipuntostudio.it www.dipuntostudio.it

1434124287586-A8WP7UTM-thumbnail-15739White summer, i colori e i sapori del bianco.

Mercoledì 24 giugno al PALAZZO CARACCIOLO la Città del gusto Napoli dà il benvenuto all’estate con una serata speciale e tutta in bianco.
White summer è il nome dell’evento che apre la stagione estiva degli appuntamenti di Città del gusto. Il tema è il bianco: da gustare, bere, ascoltare guardare! Una serata dove sapori e sensazioni della Città del gusto con la musica lunare di Radio Yacht Sunsation e il Dj set live di Lunare Project.
White Summer è una serata che coinvolge vista, olfatto, udito e palato in un’esperienza multisensoriale dove non potevano mancare allestimenti e dress code in bianco.

Dalle ore 2030 alle 24.

costo ingresso 20.00€

Per informazioni e prenotazioni: Città del gusto tel. 0813119800 mail eventi.na@cittadelgusto.it

costo ingresso 20.00€
ingresso disponibile su lista di prenotazione
invi una mail a
napoli@cittadelgusto.it

Eduardo Ore e Antonio FuscoIl 17 giugno alla Pizzeria del Pino di Cercola (Na) con “180…e non sentirli”
il Molino Dallagiovanna presenta la nuova farina “LaNapoletana”
In esclusiva per la serata pizze realizzate con lievito naturale da uva catalanesca
Ospite il campione del mondo di pasticceria Francesco Boccia

Una storia iniziata nel lontano 1832 a Gragnano Trebbiense, in provincia di Piacenza, quella del Molino Dallagiovanna che mercoledì 17 giugno, alle ore 20,00, presso la Pizzeria del Pino di Cercola (Na) sarà protagonista della serata dal titolo “180…e non sentirli”. L’appuntamento, organizzato dalla giornalista Laura Gambacorta, sarà l’occasione per presentare al pubblico la variegata linea di farine del Molino che spazia dalla pasticceria alla panificazione fino ad arrivare alla pizza napoletana con la nuovissima “LaNapoletana”. Quest’ultima farina, sviluppata dal maestro pizzaiolo Eduardo Ore in collaborazione con gli altri due tecnici del Molino Dallagiovanna, Mattia Masala e Alberto Campagnolo, è stata creata proprio per soddisfare le esigenze specifiche della pizza napoletana.
Nel corso della serata sarà Pierluigi Dallagiovanna, quinta generazione della famiglia alla guida del Molino, a ripercorrere i quasi due secoli di vita dell’azienda piacentina.
Le pizze saranno preparate a quattro mani dai maestri Eduardo Ore e Antonio Fusco, pizzaiolo di riferimento della bella struttura ai piedi del Vesuvio. Chicca esclusiva all’interno del percorso di degustazione saranno due pizze il cui impasto è realizzato con un lievito naturale ottenuto con una coltura starter da Catalanesca, l’uva bianca delle pendici del Monte Somma.
Ad accompagnare le pizze di Ore e Fusco saranno i vini dell’azienda vesuviana Sorrentino di Boscotrecase presente con Lacryma Christi Spumante DoRè Doc 2013 e Gragnano Penisola sorrentina Doc 2014.
Ospite d’onore della serata sarà il giovane pasticciere campione del mondo Francesco Boccia che si è aggiudicato a Lione col Team italiano la Coppa del Mondo della Pasticceria 2015. Sarà Boccia a firmare la torta finale e i due dolci al piatto accompagnati dai liquori dell’Antica Distilleria Petrone.

Partners della serata:
Caseificio Antonio Mandara, casa Barone, Danicoop, Frantoio Torretta, Ferrarelle, Sorrentino vini, Antica Distilleria Petrone

Menu
Pizza con pomodorini gialli del Vesuvio casa Barone, colatura di alici di Cetara, pepe nero, trito di basilico e menta, olio evo Torretta

Margherita dell’Appennino Meridionale: provola affumicata agerolese Antonio Mandara, pomodorini di Corbara Gustarosso, basilico e olio evo Torretta

Margherita STG: pomodoro San Marzano Dop Gustarosso, fiordilatte agerolese Antonio Mandara, pecorino romano Dop, basilico napoletano, olio evo Torretta

Marinara del Vesuvio: pomodorini del piennolo del Vesuvio casa Barone, aglio, origano selvatico del Vesuvio, olio evo Torretta

Dessert:
Mandorla, vaniglia e lime
Dolce ai 3 cioccolati

In abbinamento:
Lacryma Christi Spumante DoRè Doc 2013 – Sorrentino Vini
Gragnano Penisola sorrentina Doc 2014 – Sorrentino Vini
Liquori Antica Distilleria Petrone
Acqua Ferrarelle

L’ingresso è solo su invito.
Per richiesta accrediti: laugam@libero.it

Ristorante Pizzeria Del Pino
Via Don Minzoni, 225
Cercola (Na)

donne_del_vino_campaniaSorsi di lune
Il grande evento delle Donne del Vino della Campania
Il convegno Il Cibo, l’energia per la vita richiama la presenza di opinion leader, giornalisti e scrittori specializzati nel tema expo del food.

Circolo Canottieri Napoli

Lunedì 22 giugno dalle 17.30 alle 24.00

Lunedì 22 giugno, al Circolo Canottieri Napoli, le Donne del Vino della Campania presentano Sorsi di Lune ovvero il vino come occasione di incontro, confronto e convivialità: un grande appuntamento dedicato alla cultura del bere e al sodalizio rosa che vede insieme più di 50 donne tra vignaiole, ristoratrici, enotecarie, chef, sommelier.

Associazione Nazionale Donne del Vino: è nata nel 1988 per merito della produttrice toscana Elisabetta Tognana.  Oggi può contare su 650 iscritte che rappresentano tutte le categorie della filiera vitivinicola, dal vigneto alla cantina, dalla tavola alla comunicazione. E’ uno dei sodalizi più attivi e vivaci nel vasto scenario enogastronomico ed è tra le espressioni più interessanti dell’imprenditoria femminile tale da rappresentare un fenomeno unico al mondo. In particolare La delegazione campana dell’Associazione Nazionale Donne del Vino conta 63 iscritte. Nato nel 1988 con appena 4 socie è cresciuto negli anni in maniera esponenziale tanto da aggiudicarsi oggi il secondo posto nell’elenco nazionale per numero di iscritte e spirito di iniziativa. La loro missione è la promozione della cultura del vino campano nel senso più ampio.

 

Sorsi di Lune alla sua quinta edizione e con il patrocinio morale di Slow Food Campania, di NAPOLIperEXPo’ e dell’Unione Industriali di Napoli, l’evento – ideato nel 2010 da Maria Ida Avallone che guida la Delegazione campana delle Donne del Vino – si rinnova e dà spazio e voce a chef, ristoratori e produttori vitivinicoli “amici delle Donne del vino”.

 

Il convegno di questo anno “Cibo e Vino, energie del futuro” è linea con i temi rilanciati da Expò Milano 2015. Il convegno vede la partecipazione straordinaria di Sveva Casati Modigliani, scrittrice di fama internazionale, Anna Maria Colao, del dipartimento endocrinologia ed oncologia molecolare e clinica Università Federico II, Bianca D’Angelo, Assessore attività produttive, Licia Granello, giornalista e scrittrice, Sabina Martusciello, Professore associato di design, Giuseppe Orefice, Presidente Slow Food Campania, Marco Rossi, Brand Marketing manager.

Alle 20.00 si apre la Grande Degustazione “La cucina di tradizione, garanzia del futuro” con un percorso eno-gastronomico a più voci che lascia parlare territori, sapori ed esperienze diverse.

Vastissima la partecipazione di chef:

Special guest Rosanna Marziale del ristorante stellato Le Colonne Casagiove (CE)

Mario e Francesco Sposito Taverna Estia -Brusciano (Na) ed i prodotti biologici di Imma Migliaccio

Nicoletta Mannato di Monzu – Napoli

Fiorella Breglia Cucino per Amore  Napoli

Gabriella Ciolfi  Ristorante Alosclub Pozzuoli (Na)

Antonella Cosentino Ristorante Il Gabbiano, Bacoli (Na)

Lorella Di Porzio Ristorante Umberto Napoli

Lucia Di Somma Piazzetta Milu’ Castellammare (Na)

Rosaria Galdiero Ristorante Veritas Napoli

Eleonora di Pietro e Carlo Olivari Madame Bonbon Napoli

Antonietta Rossi Ristorante Napoli Mi Napoli

Fabiana Scarica Villa Chiara Vico Equense (Na)

Simona Varsallona e Lucia Turolla Ristorante Il Macello Napoli -

Panificio l’Arte Bianca Antonio Somma Bacoli (Na)

Anna Chiavazzo Il giardino di Ginevra Casapulla (CE)

Caterina D’Alessandro La locanda del Falerno Cellole (CE)

Maddalena Giuliano Ristorante Gli scacchi Casertavecchia (Na)

 

Ci sarà anche l’angolo delle pizze fritte realizzate da due detenute della Casa Circondariale di Pozzuoli che hanno seguito il corso per pizzaioli di Enzo Coccia e le pizze al forno di Maria Carmela Scola.

 

I vini sono i grandi protagonisti della serata: alla mescita ci saranno le Donne del vino sommelier e per la prima volta a Sorsi di Lune sarà possibile degustare i vini spagnoli di Torres, Pares Balta e Clos de l’Obac ma anche i toscani di Fattoria di Palazzo Vecchio, gli altoatesini di Terlano, gli abruzzesi di I Fauri.

In una sola serata si potranno assaggiare i vini dal nord al sud d’Italia e viaggiare in Spagna e in Borgogna:

Napoli: Astroni: Colle Imperatrice Falanghina Campi Flegrei doc 2014; Cantine di Criscio: Falanghina Campi Flegrei doc  2014, Asprinio d’ Aversa brut 2014; Cantine Scala: Lacrima Christi del Vesuvio doc rosé 2014, Falanghina Campania igp 2014;  Sorrentino: Vesuvio bianco doc 2014. Avellino: Terredora: Greco di Tufo Loggia della Serra docg 2014, Rosae Novae Irpinia doc 2013; Tenuta Cavalier Pepe: Oro Vino spumante di qualità, Irpinia Campi Taurasini doc;  Quintodecimo: Aglianico doc Irpinia Terra d’Eclano 2012; I favati: Fiano di Avellino docg, Aglianico Antico Castello Irpinia Falanghina doc 2013

Caserta: Villa Matilde: Mata Vino spumante di qualità, Falerno del Massico doc bianco 2014; Terre del Principe: Pallagrello Bianco doc 2014 Fontanavigna; Masseria Felicia: Falerno del Massico doc 2008 Aria Petrina. Salerno: Le vigne di Raito: Ragis rosso 2010 ed ancora dagli amici delle Donne del Vino I Borboni Castello di Petrolo  Abbruzzo I Fauri Terlano Pastranaaltes-Clos de l’obac. Spagna Torres – Vina Esmeralda -Doc Catalunya -Borgogna Francia La Chablusienne – Chablis.

Sorsi di Lune è realizzato con il supporto sponsor e partner amici delle Donne del Vino. Si ringraziano E.Marinella, Kiton, Amy Gee per le sacche portabicchiere; Albano; Grafica Metelliana; Pastificio dei Campi. La serata è a scopo sociale e sostiene l’Associazione onlus “Un dono per Valentino “.

 

Per info sulla partecipazione alla serata: info.ddvcampania@gmail.com o Associazione Onlus “Un dono per Valentino” Tel. 081 2205474.

Ufficio stampa dipunto studio | info@dipuntostudio.it | Tel. 081 681505

Riapre il 12 giugno Giuseppone a Mare

Pubblicato da aisnapoli il 11 - giugno - 2015Versione PDF

11406923_10206765073990167_6145470273572171067_nLa leggenda di Giuseppone a mare, il pescatore che amava la cucina e che diede inizio alla tradizione di uno dei ristoranti più importanti di Napoli, torna a vivere. Riapre il 12 giugno lo storico locale situato in uno dei luoghi più incantevoli della città: un’istituzione della cucina partenopea, un posto imperdibile per tutti quelli che amano la buona tavola.
E Giuseppone a mare riapre grazie all’impegno e alla volontà di due giovanissimi imprenditori, Giacomo Primo e Christian Gaudiosi. Poco più che ventenni, sono loro a rinverdire la tradizione dell’eccellenza gastronomica napoletana. Giacomo è componente di una nota famiglia di Marechiaro, parente lontana di Salvatore di Giacomo, che da cinque generazioni si occupa di ristorazione, mentre Christian, appartiene ad una famiglia di professionisti tra medici e farmacisti. Entrambi con la possibilità di investire all’estero hanno scelto di rimanere nella loro città, attaccati alle loro radici e con l’ottimismo di credere nelle forze positive di Napoli.
Insieme a loro, un team di professionisti della gastronomia: lo chef Giovanni Maniscalco, il pizzaiolo Massimo Gennarelli, il caposala Gaetano Salemme e venti unità lavorative. Fondato nel lontano 1889, Libero Bovio menziona il ristorante in una sua canzone “entro e jesco da Giuseppone nun pe magnà ma pe senti l’addore“, segno di una fama che risale agli inizi del ’900 quando anche la canzone napoletana rendeva omaggio alla più famosa taverna di Capo Posillipo.
Venerdì 12 giugno accoglieranno i loro fedelissimi clienti e tutti quelli che vorranno conoscere la nuova storia di Giuseppone a mare, in un ambiente completamente ristrutturato ispirato ai colori e ai decori del Mediterraneo con un buffet aperto e una degustazione a cura della storica maison francese Laurent Perrier. In occasione dell’evento sarà disponibile il parcheggio privato del locale fino ad esaurimento posti ed un servizio di navetta da e per via Posillipo a partire dalle 21.

Gli eventi dell'AIS Napoli
    • dal 27 lug 2016 al 27 lug 2016 alle ore:19:00

      27 Luglio, Te le do io le bollicine “ottima edizione” al Nabilah

      Mancano: 3 giorni e 22:45 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
  • Video

    Tags