Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...corsi sommelier in partenza

Archivio per la categoria: ‘News dalle aziende & Comunicati stampa’

E bell’ e buon’ “Pà Nino” a Palazzo Vialdo

Pubblicato da aisnapoli il 22 - settembre - 2015Versione PDF

london_VialdoE bell’ e buon’ “Pà Nino”!

Al Vialdo arriva “Pa’ Nino”. Il nuovo concept di paninoteca che fonde i cibi della tradizione con il “junk” food americano.
Il nome “Pa’ Nino” è un gioco di parole tra la proposta gastronomica che gli imprenditori Vincenzo Di Prisco e fratelli portano verso il loro padre Carmine (Nino).
Un ossequio affettuoso verso chi, con coraggiose scelte e buoni insegnamenti, ha portato i propri figli a saper gestire realtà enogastronomiche di grande rilievo e successo.
Un “grazie” dei figli al proprio padre.
Una location particolarissima che ripropone l’ambientazione di una casa napoletana degli anni cinquanta con tanto di vecchia cucina e studiolo ben integrati in un arredamento chiaro e leggero.
Panini fatti in casa, con differenti impasti ottenuti da farine napoletane del Molino Caputo, materie prime selezionatissime da abbinare, secondo i propri gusti o proposte accuratamente pensate, accompagnati da una vasta selezione di birre artigianali alla spina e in bottiglia o anche con un’ampia selezione di vini.
Il menù spazia dai goduriosi fritti del Vialdo ormai noti per eccellenze come il crocchettone, il soffogotto o la frittatina, attraverso pizzini a marchio Giò il Pizzino, per giungere ai panini e sandwich sino ai dolci del Vialdo.
Un’offerta multipla che aggiunge un nuovo tassello all’offerta di ristorazione e pizzeria del Vialdo.
Pensata da Vincenzo Di Prisco che ha inteso la struttura come un sistema ristorativo e non un locale ad offerta multipla, Vialdo, in un ambiente bello e confortevole, si propone con “Pa’ Nino” di suggerire un ulteriore proposta per chi in gruppo vorrebbe soddisfare le richieste e aspettative dei propri commensali.
L’apertura è fissata per il giorno 24/09/2015.

www.palazzovialdo.it

Palazzo Vialdo
Via Nazionale n.981
Torre del Greco (NA)
Tel. 081 – 847 1624

Bloody Pizza, l’aperitivo che non c’era a Palazzo Petrucci

Pubblicato da aisnapoli il 18 - settembre - 2015Versione PDF

Bloody Pizza, foto di Luciano FuriaCi siamo!
Ideale come aperitivo, siamo ormai quasi al giorno del gran debutto della Bloody Pizza, il cocktail ispirato alla tradizione napoletana.
La supervisione del nostro chef stellato Lino Scarallo.
L’inconfondibile precisione di Alessandro Izzo.
Curiosi?

Foto di Luciano Furia

Abbruzzino_chef_Dal 19 settembre al 12 dicembre all’agriturismo Casa Lerario di Melizzano quattro appuntamenti con la cucina d’autore di rinomati chef che con i loro piatti condurranno gli ospiti in un viaggio tra i sapori di altri territori facendoli sposare con i prodotti dell’orto della farmhouse sannita. Registi di questo ciclo di pranzi i giornalisti enogastronomici Laura Gambacorta e Giampiero Prozzo in collaborazione con lo chef Mirko Balzano. Nei calici, ad accompagnare le creazioni degli chef, saranno i vini della sannita Cantina del Taburno di Foglianise, partner del ciclo di eventi..
A inaugurare “Orto d’Autore” sabato 19 settembre (ore 13,00) sarà il talentuoso stellato calabrese Luca Abbruzzino, da poco indicato dalla guida dell’Espresso come migliore giovane chef dell’anno, colonna portante del Ristorante “Antonio Abbruzzino – Alta cucina locale” di Catanzaro.
Appuntamenti successivi sabato 17 ottobre con lo chef siciliano Mimmo Alba, patron della Cantina San Teodoro di Napoli, sabato 14 novembre con lo stellato pugliese Felice Sgarra dell’Umami Ristorante di Andria (BT) e sabato 12 dicembre col teutonico Christoph Bob del Monastero Santa Rosa Hotel e Spa di Conca dei Marini (Sa).
Partner per la pasta il Pastificio Gentile di Gragnano.
Per i bambini è stato predisposto un menu ad hoc dal costo di 20 euro.

Menu
Panino e Murzeddhu
Tartare di Marchigiana, anemone di mare e salsa verde
Fusilli Gentile, nduja, pecorino e ricci di mare
Pollo al barbecue
Cioccolato bianco, kiwi e polline

In abbinamento:
“Albarosa” Rosato Docg 2014 Cantina del Taburno
“Cesco dell’Eremo” Falanghina 2014 Cantina del Taburno
“Sorba Nera” Aglianico Doc 2011 Cantina del Taburno
“Ruscolo” Passito di Falanghina 2004 Cantina del Taburno

Ticket di partecipazione: euro 35 (vini inclusi)

Info e prenotazioni:
Casa Lerario
Contrada Laura, 6
Melizzano (Bn)
www.casalerario.it
tel. 0824 944018

Come arrivare:

http://www.casalerario.it/la-posizione/

Contatti stampa:
Laura Gambacorta
Mob. 349 2886327
Email: laugam@libero.it

16 Settembre, In The Kitchen Tour 2015 in Campania

Pubblicato da aisnapoli il 16 - settembre - 2015Versione PDF

Chef CHIC al BtoBIn The Kitchen Tour 2015
IL CIRCUITO BTOB DELL’ASSOCIAZIONE CHIC TORNA IN CAMPANIA

A distanza di 2 anni dall’evento di successo che si è tenuto al Ristorante Marennà di Sorbo Serpico, In The Kitchen Tour torna in Campania. L’innovativo circuito BtoB, ideato ed organizzato dall’Associazione CHIC (www.charmingitalianchef.com), prosegue il tour 2015 con la quarta tappa a Nusco (AV) presso CENA Culinary School of Italy in via Stigmatine ex convento. Dopo gli eventi di Marche, Umbria e Friuli, l’evento riservato ai professionisti della ristorazione, approda in Irpinia per raccontare e far conoscere prodotti di qualità del territorio, studiarli, assaporarli e sperimentarli attraverso creazioni ed impieghi innovativi realizzati durante una vera e propria jam session dei sapori.
L’evento si svolgerà mercoledì 16 settembre dalle ore 11:00 presso CENA Culinary School of Italy, l’innovativo progetto di Ristorazione, Ospitalità e Scuola di Cucina, avviato dall’intraprendente Chef Antonio Pisaniello, un punto di riferimento per gli amanti della grande cucina irpini.
Saranno protagonisti della giornata i soci CHIC Paolo Barrale del Ristorante Marennà, Gianluca D’Agostino del Ristorante Veritas, Vincenzo Guarino del Ristorante L’Accanto, Rosanna Marziale Ristorante Le Colonne, Franco Pepe di Pepe in Grani, Antonio Pisaniello di Cena – La Locanda di Bu, Lino Scarallo della Locanda Petrucci, Angelo Sabatelli del Ristorante Angelo Sabatelli, Giuseppe Stanzione del Ristorante Le Trabe, Cristian Torsiello dell’Osteria Arbustico, Luciano Villani della Locanda del Borgo e alcuni tra i più grandi rappresentanti della cucina di eccellenza della Campania: oltre 20 chef insieme guidati da professionalità e passione per creare, conoscere, assaggiare e confrontarsi su prodotti e tecniche in un contesto di totale informalità.

Oltre alle aziende partners a livello nazionale quali Selecta, Koppert Cress, Riso Buono La Mondina , Acqua Valverde, FSG Italia con Steelite e Rona, Nespresso Italia, Trabo con Arcos, Kisag ed Isi, Mauviel, Birrificio Amarcord, Champagne Veuve Clicquot e Caviar Sturia saranno presenti alcune aziende d’eccellenza del territorio tra cui: Azienda Agricola di Francesco Vastola, Santomiele, Az. Gambale Soccorso, Ceramica Francesco De Maio, Agripiantel, Azienda Agricola Di Cecca, Masseria Valenzio, Cooperativa Castagne di Montella, Terratosta, Pasta Grano Armando (Pasta Baronia), Oasi Rurale, Macelleria San Giorgio La Molara , Pescherie Mare Vivo, Casa Maddi, Serro Croci, Lenzi Tartufi, Panificio Lanfranco, Scamurè, Hirpus, Le Campestre, Azienda Agricola De Maio, Acqua Pazza, Fattoria Rosabella, Antica Distilleria Petrone, Izzo Forni, Spirito Contadino.
La sera si proseguirà con un appuntamento imperdibile per tutti gli appassionati della buona cucina e gourmet campani: Cena – La Locanda Di Bu diventerà il palcoscenico per una CENA CHIC 8 MANI, per degustare un intero menu dedicato ai prodotti della Campania. Lo Chef Patron Antonio Pisaniello, Luciano Villani della Locanda Del Borgo, Francesco Fusco del Ristorante – Orto Il Moera e Franco Pepe della Pizzeria Pepe In Grani, ognuno nella sua “isola Gourmet”, cucineranno e sforneranno, direttamente sotto gli occhi dei fortunati ospiti della serata. Cucina D’autore e Pizze magistrali saranno accompagnati dai gelati della Maestra Gelatiera Pina Molitierno e il dessert di Carmen Vecchione di Dolciarte.
Alle ore 20.00 si alzerà il sipario con un aperitivo a base di finger food per poi proseguire con la cena accompagnata dai vini dell’Azienda Agricola Agostinetto e della Tenuta Cavalier Pepe e le birre Amarcord. Si concluderà con le miscele di caffè Nespresso e i liquori dell’Antica Distilleria Petrone. Una piacevole occasione per coinvolgere e stimolare un numero sempre maggiore di appassionati gourmet, dando l’opportunità di assaggiare piatti d’alta cucina e la migliore pizza d’Italia preparati con le migliori materie prime (tra cui i formaggi del Caseificio Il Casolare, la carne di Razza Marchigiana della Macelleria e non solo … Lombardi, il Pesce di Pescherie Mare Vivo, Riso Buono e verdure Spirito Contadino) ad un prezzo contenuto.

Prezzo della cena a persona € 60,00 bevande incluse.
Per prenotazioni si prega di contattare il numero 0827 64644.
Per maggiori informazioni contattare l’Ufficio Stampa dell’evento:
Laura Gambacorta 349 2886327 e Katia Piazzi 335 6658097.

Logo Mimi'sParte il treno di Mimì alla Ferrovia con Mimi’s – La tradizione gastronomica di Mimì alla Ferrovia!
Domenica 13 settembre prossimo, alle ore 19.00, presso la Villa D’Angelo di Napoli, sarà presentato alla Stampa, con una conferenza e cena, il nuovo Marchio “Mimi’s – La tradizione gastronomica di Mimì alla Ferrovia” che porta sul mercato i prodotti simbolo del celebre ristorante partenopeo.
Tre le prime “fermate del Gusto” con le quali il nuovo marchio si collocherà sul mercato: peperone ripieno, melanzane alla parmigiana e sartù di riso.
Nei mesi precedenti la presentazione, i prodotti a marchio Mimi’s, già presenti nel Dubl Bar della Feudi di San Gregorio nello spazio dopo i cancelli dell’Aeroporto Internazionale di Capodichino, hanno riscosso grande interesse sul mercato nipponico e tra gli chef Giapponesi. Nel corso del mese di settembre il prodotto sarà collocato in diverse gastronomie e punti vendite della Campania come primo step della loro collocazione sul mercato nazionale.
La serata sarà condotta dal giornalista de Il Mattino Luciano Pignataro con la partecipazione di Michele Giugliano, Ida Giugliano, Nino Di Costanzo e l’intera compagine sociale. Seguirà una degustazione dei prodotti nell’ambito di una cena light.

Pomigliano Jazz 2015 e Note di Gusto

Pubblicato da aisnapoli il 1 - settembre - 2015Versione PDF

BANNER NOTE DI GUSTOIl matrimonio tra il buon cibo di Note di Gusto ed il Pomigliano Jazz festival si ripete per la terza volta nell’edizione 2015 visto il successo degli anni precedenti. La partecipazione delle condotte Slow Food Vesuvio, Napoli ed Agro Nolano è mirata soprattutto ad informare il pubblico sulla biodiversità agro alimentare dei nostri territori e sull’importanza di preservarla nel tempo. A tal fine sono previsti laboratori del gusto e la presenza di agricoltori ad ogni concerto che esporranno i prodotti identitari della propria terra, raccontandoli agli ospiti personalmente, spiegando la storia delle proprie famiglie dedite ad una agricoltura tradizionale e sostenibile nel rispetto dell’ambiente. Il Tema di questa edizione 2015 nello spazio Osteria Slow Food Note di Gusto, che tra l’altro celebra il ventesimo compleanno del Pomigliano Jazz, è lo Street Food di territorio, una tradizione secolare molto vivace a Napoli e poi diffusa in tutta la Campania. Chi non ricorda le meravigliose stampe dei fratelli Alinari con i mangiatori di maccheroni tra le strade della città, oppure la venditrice di caldarroste, di taralli sugna e pepe, e poi le pizze piegate a portafoglio o fritte vendute dalle donne tra i vicoli o sotto gli alti portoni dei palazzi. Così come i variopinti carretti con ‘o per’ e ‘o muss’ conditi con limone e pepe, il brodo di polpo d’inverno, i panini con la ricotta di fuscella ancora calda, i carretti con le granite fresche fresche, ‘o mellone e fuoco (anguria) venduto a fette generose. Camminare mangiando a Napoli e provincia rimane un piacere e privilegio al quale non si viole rinunciare, tanto che alcuni dolci tradizionali, come la sfogliatella ed il babà, sono stati ideati proprio per questo utilizzo. Lo street food è ritornato in voga un po’ in tutta Italia e quindi cavalchiamo il momento di celebrità per proporlo durante i concerti del Pomigliano Jazz e grande spazio avranno i panini golosi preparati con prodotti tipici dei territori campani.
Pomigliano Jazz – Calendario Concerti
29 Agosto | Ottaviano, Palazzo Mediceo| ore 20:30
Ingresso Gratuito
BOBO STENSON Trio
30 Agosto | Vesuvio, Cratere del Vesuvio| concerto al tramonto | ore 16
Posto Unico: 25 euro
MARIA PIA DE VITO, ENRICO RAVA, ROBERTO TAUFIC
1 Settembre | Sant’Anastasia, Chiostro del Santuario della Madonna dell’Arco | ore 20:30
Ingresso Gratuito
MARCO ZURZOLO Ex Voto
con FRANCESCO NASTRO, DARRYL HALL, GIUSEPPE LA PUSATA
ospite ARCHIE SHEPP
2 Settembre| Cimitile, Basiliche Paleocristiane | ore 20:30
Posto Unico: 15 euro
STEVE COLEMAN and Five Elements
6 Settembre | Pollena Trocchia, Conetti Vulcanici del Carcavone | concerto al tramonto | ore 16
Ingresso Gratuito
EIVIND AARSET Quartet
8 Settembre | Casoria, Parco delle Arti| ore 20:30
Ingresso Gratuito
ARUNDO DONAX e MOVIMENTO DANZA SQUAD Place is the Space
PASQUALE LAINO, PIETRO TONOLO, MARIA RAJA, ROSSANO EMILI
coreografie di GABRIELLA STAZIO
DON PASTA cooking dj set
10 Settembre | Somma Vesuviana, Villa di Augusto | ore 20:30
Posto Unico: 15 euro
ENRICO PIERANUNZI – GABRIELE MIRABASSI Canto Antico
11 Settembre | Pomigliano, Parco delle acque | ore 20:30
Ingresso Gratuito
AS ONE Quintet
OMAR SOSA Quarteto AfroCubano
FRANK DIANA DJ set
12 Settembre | Pomigliano, Parco delle acque | ore 20:30
Ingresso Gratuito
TULLIO DE PISCOPO Napoli Jazz Project
ONJ ORCHESTRA NAPOLETANA DI JAZZ
diretta da MARIO RAJA ospite JAMES SENESE
DON PASTA Artusi Remix
13 Settembre | Avella, Anfiteatro Romano | ore 20:30
Posto Unico: Platea 25 euro, Gradinata 15 euro
SIMONA DE ROSA Waves
GORAN BREGOVIC Wedding & Funeral Band
Per maggio info visitare il sito www.pomiglianojazz.com

Calendario dello Street Food

29 agosto Palazzo Mediceo Enoteca e Cucina Treqquarti di Somma Vesuviana: un appuntamento rinnovato ogni anno con Massimo Petrone che qui è di casa. Il suo locale è nel cuore del centro storico di Somma Vesuviana, è un’attività giovane che ha riscontrato un immediato successo. Un punto di riferimento e di incontro forse atteso a Somma, dove poter scegliere una buona bottiglia di vino che sappia raccontare il territorio di provenienza con sincerità, accompagnata da taglieri e piatti curati con competenza. La squisita accoglienza dei padroni di casa è l’altro elemento vincente che ha segnato la crescita costante di Treqquarti.
1 settembre Sant’Anastasia Santuario Madonna dell’Arco con Madrenatura – l’Orto va in città. Marialuisa Squitieri è considerata un esempio in Campania del ritorno dei giovani all’agricoltura. Laureata in storia medioevale, non ha saputo resistere al richiamo della terra così ha portato una ventata di novità e competenze precise nella piccola azienda di famiglia a Poggiomarino. Da qui il passo è stato breve per l’apertura del punto vendita L’Orto va in Città in via Santa Chiara a Napoli dove sono proposti i prodotti dell’azienda agricola Madrenatura, ma anche dei tanti amici agricoltori conosciuti nei tanti mercati della terra in giro per l’Italia e spesso invitati qui per raccontare agli ospiti la propria esperienza. Marialuisa si è specializzata anche nella preparazione di spuntini e piatti vegetariani e staremo a veder cosa si è inventata per Note di Gusto al Pomigliano jazz.
2 settembre Cimitile Basiliche Paleocristiane con Maurizio De Riggi del ristorante Markus di San Paolo Bel Sito. E’ giovane Maurizio ed ha già un bel bagaglio di esperienza in ristoranti importanti. La sua cultura del cibo si è formata prevalentemente frequentando contadini, aie e piccoli allevatori del suo territorio. Nei grandi ristoranti ha acquisito le tecniche di cucina che utilizza nella giusta misura per esaltare la grande tradizione agricola dell’area del nolano. Cucina a vista nel suo ristorante Markus perché tutto sia molto trasparente e perché la grande passione investita tra pentole e fuochi possa essere visibile in ogni momento ai suoi ospiti. Anche lui preparerà panini e street food di territorio per i visitatori del Pomigliano Jazz.
6 Settembre Pollena Trocchia Conetti Vulcanici del Carcavone con Yuri Buono di Vincanto Vinarium Pompei
Arriva da Pompei Yuri Buono, grande ricercatore di prodotti di eccellenza e sostenitore dei presìdi Slow Food. Vincanto Vinarium, come racconta il nome, è un è un wine bar dove, oltre al vino, pane e panini sono grandi protagonisti. Yuri ha cercato di riportare la grande tradizione del pane già vivissima nell’antica Pompei, che vantava numerosi forni e varietà di pane, nel suo locale accompagnandola con preparazioni e prodotti scelti con molta cura.

8 settembre Casoria Parco delle Arti con lo chef Venerando Valastro da “I Re della Griglia Dmax Italia”.
Don Pasta Cooking DJ Set
Venerando è ormai famosissimo per la sua competenza in fatto di cottura alla griglia alla quale ha abbinato in maniera divertente e gioiosa i prodotti tipici dell’area napoletana e della Campania in genere. E’ un cuoco itinerante, spesso ospite di eventi enogastronomici ed al suo banco degustazione si forma sempre una lunga fila. Per Note di Gusto ci saranno i sue due panini cult: panino con polpetta marchigiana in sugo di pomodori antichi di Napoli, e il pulled pork con papaccella. Non mancherà qualche sorpresa in fatto di street food.
DON PASTA cooking dj set
MERCATO DELLA TERRA con

- Spigabruna (Pietrelcina): farina e paste da grano duro senatore cappelli, coltivato da loro e trasformato nel loro pastificio
- Az. Agr. Savoia (Roccabascerana): allevatori di Pezzata Rossa Italiana, antica razza di vacca italiana
- Ciro Pirone (Sant’Agata de’ Goti): ortaggi, frutta, pane integrale con farine da loro prodotte
- Libera Feola (Somma Vesuviana): confetture e dolci con i prodotti tipici vesuviani
- Mario Infante (Sant’agata de’ Goti): ortaggi e frutta
- Peppino Polverino (Fuorigrotta – Na): ortaggi e frutta
- Sofia de Capoa (Posillipo – Na): agrumi
- Giovanni di Genua (Montella): farine da grani antichi, pane,
- Rafilina (Somma Vesuviana): una delle ultime artigiane dell’ammollatura dello stoccafisso
- Madrenatura e i prodotti straordinari dell’orto del Vesuvio

10 settembre Somma Vesuviana Villa Augustea con Venerando Valastro, il re della griglia – Concerto Enrico Pieranunzi e Gabriele Mirabassi

11 settembre Pomigliano d’Arco Parco delle Acque con il pizzajuolo Giuseppe Pignalosa di Le Parùle Ercolano
La pizza è sicuramente lo street food napoletano più conosciuto e presente nel mondo. Non c’è ormai paese dove non si faccia la pizza e questo ci deve inorgoglire. I grandi maestri di quest’arte rimangono comunque nel territorio di origine. Tra questi c’è Giuseppe Pignalosa, pizzajuolo e patròn del ristorante e pizzeria Le Parùle di Ercolano. Giuseppe propone una pizza napoletana di tradizione, esaltata da uno studio accurato sulla selezione di farine di qualità e sulla lievitazione. 30 ore tra lievitazione e maturazione della pasta rendono le sue pizze particolarmente soffici e digeribili. Oltre alle pizze tradizionali sempre in primo piano, come margherita, marinara, pizza fritta, il pizzaiolo del Vesuvio si è specializzato nel portare sul magico disco di pasta i prodotti delle vicine parùle, gli orti di zona che danno appunto il nome al suo locale.

12 settembre Pomigliano d’Arco Parco delle Acque Madrenatura
Torna con lo street food ed i panini di territorio Marialuisa Squitieri dell’azienda Agricola Madrenatura.

13 settembre Avella Anfiteatro Romano con Giovanni Arvonio di Taberna del Principe a Sirignano – concerto con Goran Bregovic
Sa sfidare il Gusto Giovanni Arvonio, avendo dedicato una vita alla cucina e alla cultura dei prodotti scelti. La sua cucina racconta il territorio che dall’agro nolano si spinge nella terra irpina. I suoi piatti sono raffinati, sanno giocare con piglio sicuro nella combinazione dei sapori e umori del buon cibo.
Le condotte Slow Food Vesuvio, Napoli, Agro Nolano sono partner dell’edizione 2015 del Pomigliano Jazz con un programma il cui tema conduttore è la difesa della biodiversità agro alimentare dei diversi territori. Ogni singola condotta curerà gli appuntamenti che si svolgono nell’area di competenza.
I Laboratori e visite in azienda
Una serie di incontri sono mirati a valorizzare e far conoscere al pubblico la ricchezza di biodiversità agricola presente nelle diverse aree.
Sabato 5 settembre con Slow Food Vesuvio ore 13 laboratorio sulla papaccella napoletana e sul pomodoro san marzano in occasione della visita all’azienda agricola Bruno Sodano, custode dei semi di molte varietà tipiche della provincia di Napoli e produttore di eccellenza in Pomigliano d’Arco.
Sabato 12 settembre ore 12 Laboratorio “la rivoluzione in un seme” – impariamo a conoscerli” con l’agronoma Patrizia Spigno presso Villa Augustea Somma Vesuviana dopo la visita al sito archeologico

Domenica 6 settembre, dopo la visita al Parco Nazionale del Partenio ad Avella, condotta Agro Nolano, ore 15,30 laboratorio sulla nocciola e visita al noccioleto di Francesco Colucci.
In degustazione i vini della Campania #pjazz2015 #notedigusto

Ad ogni concerto sarà abbinato un prodotto agricolo tipico dell’area nella quale si svolge la kermesse e annunciato sul palco con la jazz star.

Gelato Pizza Napoletana di Gino Sorbillo e Casa Infante

Pubblicato da aisnapoli il 6 - luglio - 2015Versione PDF

Gelato Pizza NapoletanaLa new generation fa storia. Dopo la Pizza Tarallo che potete trovare nelle pizzerie Sorbillo a Via Tribunali e a Via Partenope, dalla collaborazione tra Gino Sorbillo e Marco Infante della gelateria Casa Infante Artigiani del Gelato nasce il gelato al gusto Pizza Napoletana. Entrambi discendenti da due famiglie storiche della città, una affermatasi nel campo della pizzeria, l’altra in quello della produzione dei taralli e della pasticceria, insieme hanno ideato un gusto dedicato alla pizza: una base di fiordilatte di Vico Equense, ricoperta da confettura di Pomodoro San Marzano Dop Gustarosso, con spolverata di basilico disidratato e pezzetti di pizza bianca tostata, realizzata con farina di agricoltura biologica. Da due eccellenze campane non poteva che nascere un’idea innovativa che conquisterà i palati di tutti.

Da oggi in tutte le gelaterie Casa Infante.

Mozzarella di Bufala Campana DOP, quando il BUONO fa bene!

Pubblicato da aisnapoli il 4 - luglio - 2015Versione PDF

MOZZARELLA DI BUFALA CAMPANA DOP,

QUANDO IL BUONO FA BENE

 

 CONTENUTI LIMITATI DI SALE E LATTOSIO, PROPRIETA’ ANTIOSSIDANTI:

PER IL MONDO MEDICO LA MOZZARELLA DI BUFALA CAMPANA DOP

VERO SIMBOLO DI UN’ALIMENTAZIONE CHE CONIUGA GUSTO E BENESSERE

images-11Una cornice prestigiosa come quella del Reale Yacht Club Canottieri Savoia di Napoli. E’ qui che, nell’ambito della bellissima iniziativa dedicata alla vele d’epoca, il Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana DOP ha deciso, venerdì 3 luglio, di presentare i risultati di tre diverse ricerche legate da un minimo comune denominatore: lo studio delle proprietà salutistiche di uno dei più importanti e apprezzati formaggi al mondo.

“La nuova frontiera nel settore della scienza alimentare è quella di produrre alimenti salutari che mantengono la ricchezza e la complessità dei gusti tradizionali – ha spiegato Antonio Lucisano, Direttore del Consorzio – vale a dire lo studio relativo al modo in cui gli alimenti, oltre a nutrire, possano avere anche effetti positivi sul benessere dei consumatori. Noi eravamo persuasi delle proprietà benefiche della mozzarella di bufala campana ma di certo i risultati presentati forniscono un endorsement scientifico di valore assoluto. Il messaggio è ben preciso: il nostro prodotto non solo è buono ma può fare anche bene alla salute”.

E in effetti il convegno, piacevolmente intervallato a delle mini degustazioni, ha fornito dati che non solo sfatano alcuni luoghi comuni ma aprono scenari interessanti per quanto riguarda il consumo della mozzarella di bufala. Sul palco dei relatori si sono succeduti il Professor Germano Mucchetti, Docente di Tecnologia Alimentari presso l’Università di Parma; il Professor Vito Domenico Corleto, Docente di Gastroenterologia presso l’Università La Sapienza di Roma; e per l’Università Federico II di Napoli il Professor Ettore Novellino docente di Chimica Farmaceutica e Tossicologica, e il Professor Gian Carlo Tenore, docente di Chimica e Tossicologia degli Alimenti.

“E i dati emersi dai loro studi sono andati persino oltre le nostre aspettative – ha sottolineato Lucisano – La Mozzarella di Bufala Campana DOP, infatti, presenta un limitato contenuto di sale e noi tutti sappiamo come la comunità internazionale abbia alzato la soglia di attenzione su questo argomento. Abbiamo inoltre avuto conferma del fatto  che il nostro prodotto può molto spesso vantare un contenuto di lattosio addirittura inferiore a quello di prodotti proposti come “ad alta digeribilità”. A questo si aggiunge il fatto che, dagli studi presentati, risulta che durante la digestione della MBC si sviluppano dei peptidi che, agendo sulle cellule intestinali umane, esercitano un potente effetto antiossidante in grado di contrastare i radicali liberi e rigenerare la mucosa dell’apparato intestinale”.

Insomma, la Mozzarella di Bufala Campana DOP risulterebbe quindi una sorta di panacea con il quid plus di essere buonissima: poco sale, poco lattosio, proprietà antiossidanti, in pratica la quadratura del cerchio per un’alimentazione sana e corretta.

“In un momento come questo in cui il mondo lattiero-caseario è scosso dalla polemica sul latte in polvere – ha concluso il Presidente del Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana DOP, Domenico Raimondo – poter dire che il nostro prodotto, fatto con tutti i crismi, fa bene alla salute ci sembra un messaggio fortemente positivo per tutti i consumatori”.

Ufficio stampa nazionale MGLOGOS tel. (+39) 06 45491984 06.45491985 info@mglogos.it  www.mglogos.it

Ufficio stampa per la Campania DIPUNTO STUDIO tel. (+39) 081 681505 info@dipuntostudio.it www.dipuntostudio.it

Gli eventi dell'AIS Napoli
    • dal 09 dic 2016 al 09 dic 2016 alle ore:20:30

      9 Dicembre, Un “Angelo” a Melito…Si può fare!

      Mancano: 3 giorni e 13:44 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
  • Video

    Tags