Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...eventi aisnapoli
Gli eventi dell'AIS Napoli
    • dal 30 ott 2015 al 18 giu 2016 alle ore:19:30

      Ais Campania, Master Borgogna con Armando Castagno:

      Mancano: 00:00 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
    • dal 12 feb 2016 al 12 feb 2016 alle ore:20:30

      12 Febbraio, Il Pinot Nero, l’uva del sogno. Borgogna contro Italia: 12 vini alla cieca con Ais Napoli

      Mancano: 6 giorni e 21:32 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
    • dal 15 feb 2016 al 19 apr 2016 alle ore:20:00

      Sommelier della birra in otto lezioni da Babette

      Mancano: 9 giorni e 21:02 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
  • Video

    Tags

    12 Dicembre, Bollicine d’Italia a Palazzo Caracciolo

    Pubblicato da aisnapoli il 10 - dicembre - 2015 Commenta

    Bollicine d'italiaBOLLICINE D’ITALIA
    le più esclusive bollicine italiane…aspettando Natale.
    Napoli, sabato 12 dicembre

    Sabato 12 dicembre, dalle 20 alle 23, il Palazzo Caracciolo Napoli – MGallery Collection ospita il tradizionale evento di Natale della Città del gusto: BOLLICINE D’ITALIA dedicato alle più esclusive etichette frizzanti nazionali. Sulla scia del grande successo della serate Berebene e Tre Bicchieri del Gambero Rosso, Città del gusto Napoli ritorna ancora una volta negli spazi del Palazzo Caracciolo e invita gli estimatori del metodo classico e di quello charmat per un grande evento degustazione e per brindare insieme alle festività ed al nuovo anno.
    La serata Bollicine è un evento ormai fisso nell’agenda di Città del gusto che piace e che si rinnova ogni anno con nuove etichette da degustare e nuove chicche gastronomiche.
    I Sommelier dell’Ais Campania guideranno la degustazione con i finger food e le pizze degli Chef e dei Maestri Pizzaioli di Città del gusto.
    Chiusura in dolcezza con le prelibatezze dolci del Maestro Alfonso Pepe. Il noto Maître Patissier delizierà gli ospiti con una degustazione di panettoni, i famosi suoi panettoni preparati nel rispetto dei tempi e della lavorazione artigianale premiati con numerosi riconoscimenti e premi in Italia tra cui il recente 2 Torte sulla guida Pasticceri & Pasticcerie del Gambero Rosso ed il 1° posto alla manifestazione napoletana Re Panettone a Napoli.
    La maestria nella lavorazione del lievito madre e nel suo mantenimento, la preparazione dell’impasto lievitato, la definizione della forma, le rigorose 36 ore di lievitazione naturale, la lenta cottura e l’abilità nel raffreddamento sono questi gli “ingredienti” che hanno permesso ad un salernitano di realizzare il migliore dei preparati della tradizione lombarda, unico per fragranza, profumo e sapore.
    L’antica Antica Tradizione Norcina del Vallo di Diano, la genuinità e l’autenticità’ dei salumi racchiudono l’anima rurale della Campania montuosa. I prodotti della norcineria Tre Valli – Norcineria Bianculli sono il risultato di una filiera integrata a Km zero che si concentra fra i Monti appenninici della Maddalena e il Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. Coltivazione dei terreni senza concimi chimici o pesticidi, tra le campagne più alte della provincia di Salerno: le Valli di Magorno, Tardiano e Spigno. Macina in azienda dei cereali che aiutano ad alimentare al meglio i maiali che nascono nell’allevamento.
    I nostri prodotti traducono in esperienza sensoriale l’amore per il territorio e la passione per la tradizione”. I prodotti della Norcineria Bianculli non contengono conservanti, addensanti e aromi aggiunti e sono privi di glutine e lattosio. Nel laboratorio sono state codificate le antiche ricette tramandate oralmente, per riprodurre fedelmente i metodi di lavorazione tradizionali. Mani esperte selezionano le carni che vengono conciate con spezie di primissima qualità. Insaccati in budello naturale, pressati e legati a mano, i salumi sono sottoposti ad un lento e paziente processo di stagionatura che fa rivivere nei nostri prodotti l’antica tradizione norcina del Vallo di Diano.

    Le aziende aderenti ad oggi sono le seguenti:
    Astoria Ballabio Barone Pizzini Ca’ del Bosco Cantine Astroni Cantine Federiciane Monteleone Cantine Gallura Casebianche Ferghettina Ferrari Fontanavecchia Giorgi Vini
    Monsupello Mustilli Sella & Mosca Tenuta Cavalier Pepe Terrazze dell’Etna Vigneti Villabella Villa Raiano Valdo

    Ad accompagnare la serata le suggestioni musicali dei DJ di Lunare Project.

    Prezzo della degustazione : 25 euro;
    Prezzo Abbonati Speciali: 20 euro

    N.B. Possono usufruire dello sconto riservato agli Abbonati Speciali del Gambero Rosso anche i soci SLOW FOOD, AIS, FISAR, ONAV e ASPI, soci Cral TLC che potranno acquistare solo presso la Città del gusto il giorno dell’evento esibendo la tessera.

    E’ possibile altresì pagare il biglietto la sera dell’evento dopo aver prenotato

    L’ingresso su lista è valido sino alle 21

    Informazioni e prenotazioni: Tel. 0813119800-13//3381691727
    commerciale.na@cittadelgusto.it

    info Palazzo Caracciolo 389 9026703

    www.palazzocaracciolo.com/bollicine-ditalia

    12341198_10206567989056723_5819059984018566048_nChef ritratti fuori dalle loro cucine, circondati dalla moda, dal design, e dall’enogastronomia.

    Oggi, 10 dicembre alle 19, nel Complesso Museale San Domenico Maggiore il fotografo Salvio Parisi presenta il Calendario “Fashion & Food 2016 Aurum: l’oro di Napoli & dintorni!”. L’alto profilo di professionismo, industria e artigianato dal Sud Italia accompagna sei guru dei fornelli campani, che posano in dandy look sartoriale per un’immagine patinata, ma austera, in ambienti art design. Il set griffato da una Gold Collection Gianni Versace 100% napoletana. Kiton, Attolini, Isaia, Marinella, Brioni, Alessio Visone, Tramontano, Ciardi: ingredienti di façon eccellenti in palazzi o interni storici napoletani rimaneggiati con moderno “design taste”, dai due architetti Maurizio e Antonio Martiniello.

    Ecco i ritratti di chef celebrati e stellati, come: Rosanna Marziale, Nino Di Costanzo, Pasquale Marigliano, Salvatore Salvo, Giuseppe Iannotti e Alfonso Caputo (in ordine di apparizione).

    Un vezzo recuperato dalla cucina svela e racconta un tocco d’ironia per ciascuno di loro: bacche di vaniglia o una pochette di pasta dal taschino della giacca, polvere di cacao o farina per sporcare le dita, giocare a strani dadi, uno sgombro all’amo in salotto e un oculare di mozzarella. I piatti gourmet spiccano in ambienti opulenti dove si muove una donna voluttuosa. Rivivono i fasti e le atmosfere barocche di Gianni Versace a fine anni ‘80, raccolti nella collezione privata del napoletano Marco Antonio Caravano. Oro, pietre, stampe ipercolor, pelle e borchie preziose, volumi ridondanti e orpelli roccocò: dai pezzi unici metal mash (maglia in metallo) per Madonna, a quelli a edizione numerata delle top model Linda, Naomi o Christy, alle copie rare dell’home collection battute alle aste di Sotheby’s. Un colpo d’occhio eccentrico e surreale che ospita la pietanza come un accessorio, un castone in una cornice ricca e solenne. In questo inedito punto di vista il team F&F ha inteso rivisitare il contemporaneo connubio tra fashion & food! Senza scopo di lucro, il lunario è in distribuzione gratuita e F&F promuove e supporta le aziende del Sannio colpite dal pesante disagio del maltempo di un mese fa con l’hashtag #savesannio. Antonio Lucisano, esperto di eno-gastronomia italiana, coadiuva il progetto dalle fila di GOURMEET, il giovane spazio del gusto made in Naples di via Alabardieri.

    12342735_935227459887130_2163028947822995193_nASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER Delegazione di Napoli

    Semplici&Eccellenti

    17 Dicembre ore 20.30 euro 25

    Eccellenze Campane, il polo agroalimentare di via Brin 69, al fianco dell’associazione La bottega dei semplici pensieri, da sempre impegnata nella formazione professionale di ragazzi con sindrome di down. La cena di beneficenza, organizzata da Eccellenze Campane, La Bottega dei Semplici Pensieri e Associazione Italiana Sommelier Delegazione di Napoli, vedrà protagonisti i ragazzi con sindrome di down, impegnati ad affiancare gli chef del Ristorantino dell’Avvocato e della Taverna Vico Sorbo, i sommelier dell’Ais e i camerieri nel servizio ai tavoli.

    Menu 

    Fiore di zucca ripieno
    Gateau con salsicce, friarielli e provola
    Bocconcino di mozzarella di bufala del Caseificio La Baronia
    Frittelle di cavolfiori

    Pasta mista trafilata al bronzo con patate cancellesi e provola di bufala del Caseificio La Baronia

    Arista di maiale Nero casertano alla birra Maneba con patate rosolate al forno

    Flan al cacao dal cuore caldo

    In abbinamento i vini delle cantine di Eccellenze Campane

    Il costo della cena è di 25 euro, il ricavato sarà devoluto all’associazione guidata da Mariolina Trapanese. È possibile acquistare i biglietti in prevendita presso Eccellenze Campane o presso La Bottega dei Semplici Pensieri.

    Per info e prenotazioni:

    info@eccellenzecampane.it / 3338606521
    labottegadeisemplicipensieri@gmail.com / 3346538553

    11222951_1656460717965837_4456935046636940028_nLA LOCANDA DEL TESTARDO OSPITA IL MAESTRO PIZZAIOLO GENNARO LUCIANO DELL’ANTICA PIZZERIA PORT’ALBA.

    Proposta della serata:

    APERITIVO

    PIZZA
    (Quattro tranci)

    - Due Pizze dal menu di GENNARO LUCIANO

    “DON SALVATORE”: Provola, Scarola, Pecorino, Pomodorini ed Olive.
    (Abbinato all’OTTOUVE di Salvatore Martusciello, Gragnano della Penisola Sorrentina)

    “SAPORI E PROFUMI DI AMALFI“: Fior di latte di Agerola, Limone, Pomodorino giallo, Capperi di Salina, Colatura di alici di Cetara e Pecorino.
    (Abbinato al  TRENTAPIOLI Salvatore Martusciello Asprinio di Aversa Brut)

    - Due Pizze ideate da LUCA ESPOSITO

    “IL GAMBERO TESTARDO”: Fior di latte di Agerola, Gamberi di Mazara del Vallo, Lardo di Colonnata e Pistacchio.
    (Abbinato al ROSATO di Castello di Ama, Toscana)

    “LO SPADA TESTARDO”: Provola, Cuore di Riccia, Carpaccio di pancetta di Spada affumicato, Pomodorini ed Olive Caiazzane.
    (Abbinato al VIGNA CICOGNA di Benito Ferrara, Greco di Tufo)

    FRITTI
    (Abbinati allo CHAMPAGNE di Philippe Gonet, Cuvèe Brut)

    DESSERT

    in collaborazione con Ais Napoli 

    PREZZO
    € 30
    Posti Limitati
    E’ richiesta la prenotazione: 339 6931233

    Dall’11 Dicembre la pizzeria Franco cambia look

    Pubblicato da aisnapoli il 8 - dicembre - 2015 Commenta

    foto Francesco Gallifuoco webNuovo look per la pizzeria partenopea “Franco”
    del giovane Francesco Gallifuoco
    Dall’11 dicembre tante novità in carta e locale rinnovato

    L’11 dicembre, dopo un lungo percorso di sperimentazione sugli impasti e un lavoro di ricerca di materie prime selezionate, inizia la nuova vita della pizzeria Franco, a due passi dalla rinnovata Stazione Centrale di Napoli. Artefice di questo restyling, che ha riguardato anche il locale, è il pizzaiolo-patron Francesco Gallifuoco, giovane rampollo di una famiglia che da oltre un secolo tiene viva la tradizione gastronomica partenopea. Il rapporto dei Gallifuoco con la cucina inizia, infatti, già alla fine dell’800 col bisnonno di Francesco, per poi dare vita nel 1966 al “Ristorante Pizzeria Franco”, in cui la tradizione è garantita anche dalla lunga esperienza in cucina di Maria Calabrese, mamma dell’attuale titolare.
    Tante le novità in arrivo nel menu del locale di Gallifuoco a partire dall’impasto realizzato con un’attenta selezione di farine per recuperare gli antichi sapori della pizza napoletana. Un pizza leggera, digeribile e gustosa. Ampio il menu delle pizze contrassegnato dalla elevata qualità delle materie prime utilizzate. Altri intriganti novità in carta sono la sfogliatella con mozzarella di bufala, pomodoro San Marzano Dop e ricotta di pecora e la frittatina con salsicce e friarielli.
    Ampliata la carta dei vini e rinnovata quella delle birre con l’ingresso di produzioni artigianali frutto di una costante ricerca sul territorio nazionale.

    Pizzeria Ristorante Franco
    Corso Arnaldo Lucci, 195/197
    Napoli
    Tel. 081 5541892
    www.ristorantepizzeriafranco.it
    Aperto tutti i giorni a pranzo e a cena

    Ufficio stampa
    Laura Gambacorta
    Mob. 349 2886327
    Email: laugam@libero.it

    Casa lerario 2Il 12 dicembre a Casa Lerario lo chef
    chiude il ciclo “Orto d’Autore”

    Sabato 12 dicembre alle ore 13,30 ai fornelli dell’agriturismo Casa Lerario di Melizzano (Bn) per l’ultimo pranzo del ciclo Orto d’Autore arriva lo chef Christoph Bob, ai comandi delle cucine del Monastero Santa Rosa Hotel & Spa di Conca dei Marini (Sa). Protagonisti del menu, elaborato dallo chef tedesco di origine ma campano di adozione, saranno i prodotti dell’orto della residenza di campagna della famiglia Lerario che andranno a sposarsi con i sapori della costiera strizzando l’occhio all’imminente Natale.
    Anche per questo quarto appuntamento del ciclo, ideato da Laura Gambacorta e Giampiero Prozzo in collaborazione con lo chef Mirko Balzano, saranno i vini della Cantina del Taburno di Foglianise ad accompagnare le creazioni dello chef.
    Partner per la pasta il Pastificio Gentile di Gragnano.
    Per i bambini è stato predisposto un menu ad hoc dal costo di 20 euro.

    Menu
    Alici a beccafico
    Seppia scottata, insalata di rinforzo e crema di broccoli verdi al wasabi
    Pasta e fagioli con baccalà
    Guancia di vitello brasato con verza e castagne
    Mousse aux chocolat alle spezie di Natale con insalatina di agrumi

    In abbinamento:
    Amineo Coda di volpe IGP 2014 Cantina del Taburno
    Albarosa Rosato Docg 2014 Cantina del Taburno
    Fiano Beneventano IGP 2014 Cantina del Taburno
    Sorba Nera Aglianico Dop 2011 Cantina del Taburno
    Nucillo ‘E Curti

    Ticket di partecipazione: euro 35 (vini inclusi)

    Info e prenotazioni:
    Casa Lerario
    Contrada Laura, 6
    Melizzano (Bn)
    www.casalerario.it
    tel. 0824 944018

    Come arrivare:
    http://www.casalerario.it/la-posizione/

    Contatti stampa:
    Laura Gambacorta
    Mob. 349 2886327
    Email: laugam@libero.it

    champagnehenrigiraudHappy birthday Cru…do re’
    Come da tradizione per augurarci un sereno Natale Cru…do re’ fissa la data della Champagnata NO LIMITS. Quest’anno festeggiando anche il suo sesto compleanno …per ricordare come un sogno è divenuto realtà …come la follia di un visionario ha creato una piccola oasi felice in una gastronomia così consolidata. Cru…do re’ nasce dalla passione per il buon cibo e il buon bere di un giovane imprenditore che ha osato e ha scommesso sull’eccellenza dei Cru, del Crudo e del Restaurant, ristoro per palato e mente.

    Passo passo, anno dopo anno, la sua idea è divenuta realtà di molti a suon di piatti condivisi e di bottiglie stappate in compagnia è nata una storia non ancora scritta. Questa serata è dedicata a tutti gli amici che hanno creduto nel progetto… e dedicata ai sogni e alla tenacia, è dedicata all’amore ma soprattutto e dedicata a coloro che ci hanno seguito e che ci seguiranno nel nostro percorso. E per regalare piatti ancora più appassionati il patron Gianni Lotti ha deciso di aprire le porte del suo ristorante allo chef Alfonso Crisci di Taverna Vesuviana per una notte magica in una serata a quattro mani.
    In abbinamento gli champagne Henri Giraud.

    Stay tuned… 16 Dicembre 2015

    Colazione al Parker’s

    Pubblicato da aisnapoli il 4 - dicembre - 2015 Commenta

    20151127_102106Di Valeria Vanacore
    Ci sono cose a Napoli alle quali non si può proprio rinunciare. Una di queste è la colazione al Grand Hotel Parker’s. Tre sono le cose, un po’ come la canzone di Malika Ayane, che mi hanno colpita: la bontà delle materie prime, la classe e la cortesia del personale di sala e, in primis, la vista mozzafiato sul golfo di Napoli, uno dei più belli di sempre. Si, poiché la colazione al Parker’s, sia in versione dolce che salata, è servita nella sala del Bidder’s Bar al sesto piano dell’albergo, ampia e soleggiata, ideale per colazioni romantiche e meeting d’affari, aperta anche agli ospiti non residenti in hotel. Tutti i giorni, dalle 7 del mattino fino alle 10, è possibile degustare prodotti BIO, freschissimi e a km zero, come Mozzarella di Bufala Campana DOP, yogurt a base di Latte Nobile della piana delle Sele, pasticcini e torte dolci. Particolare attenzione è dedicata a celiaci, vegetariani e vegani, grazie a un menù studiato ad hoc a base di prodotti da forno senza glutine, frutta fresca, frutta secca e gustose insalate.
    Non mancano i prodotti freddi kosher, in linea con i dettami della dieta ebraica. Il George, ristorante panoramico del Grand Hotel Parker’s, è infatti il primo ristorante di Napoli ad aver ottenuto la certificazione della Comunità Ebraica sulla cucina e a poter servire piatti conformi alla religione ebraica.
    Durante l’ottima colazione, Antonio Maiorino, neo direttore della struttura, ha raccontato parte degli eventi in calendario per i prossimi giorni, fra i quali spiccano il tradizionale Shopping d’Autore, esposizioni e mostre di diversi artisti, spettacoli teatrali itineranti per le sale dell’albergo e golosi incontri gastronomici in abbinamento ai vini di Villa Matilde.
    Sarà insomma un periodo festivo molto impegnativo, sia per gli occhi che per il palato!