Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...corsi sommelier in partenza
Gli eventi dell'AIS Napoli
    • Nessun evento da mostrare
  • Video

    Tags

    Paisà, un forno contadino a via Chiaia

    Pubblicato da aisnapoli il 20 - dicembre - 2017 Commenta

    paisa_5“PAISÀ”
    Forno contadino

    Pizza al taglio con prodotti premium e ‘O panzarotto

    In via Chiaia il fast food recupera il sapore della tradizione e si presenta alla stampa e al pubblico con un abbinamento delle pizze con i vini delle Cantine Alois

    Nel rispetto dell’epoca contemporanea, con i suoi tempi rapidi e frenetici, Paisà, in via Chiaia 83, cerca e propone una conciliazione con la tradizione e i suoi sapori.

    “Paisà nasce da una ricerca di due anni, impiegati per centrare la ricettazione dei prodotti, sia sotto il profilo del processo produttivo che delle materie prime da utilizzare – spiega Ciro Ienco, amministratore unico di Paisà Srl –. Il punto di partenza, per la realizzazione di questo progetto, è la constatazione che la pizza al taglio non ha beneficiato dell’attenzione che merita. Così si è pensato di dare dignità a questo prodotto, offrendo alla stregua delle buone pizzerie, una pizza caratterizzata dal ridottissimo contenuto di lievito e da una lievitazione molto lenta (24 ore a una temperatura controllata, con una percentuale di idratazione pari al 65%), che contribuisce a sfornare una pizza leggera e digeribile”.

    Paisà, che le persone impareranno ad apprezzare anche per il sorriso di Angela Sorrentino, è un luogo che esprime la sua artigianalità, attraverso un’esperienza multisensoriale: dal profumo tipico dei prodotti panificati, al gusto genuino, alla vista di elementi storici degli antichi forni. Il bancone è realizzato in legno, che richiama alla mente la Madia del pane, il mobile più caratteristico della cucina nelle modeste famiglie contadine di un tempo. Sul ripiano della Madia si usava impastare il pane, che poi veniva conservato nel mobile, insieme a fiaschi di vino, olio, lievito, farina, avanzi di cibo e sacchi di granaglie.

    In quest’atmosfera di forno contadino, viene servita una pizza al taglio preparata con farine macinate a pietra e a bassa raffinazione e in tante varietà che si affiancano alle classiche e immancabili marinara e margherita, fatte con farina 0. I prodotti utilizzati per la farcitura sono tutti premium. La farina integrale ai 5 cereali è utilizzata per la pizza con crema di zucca e pistacchi e cacio cavallo a julienne, la ciambotta arrostita (con melenzane, zucchine, peperoni e fior di latte), la pizza con pere e formaggio, la pizza con speck e melenzane arrostite, la pizza con crema di cavolo. La farina di Chia è utilizzata per la pizza verza trifolata con salsiccia e la pizza con scarole e noci. Completa la rosa di proposte la farina di zucca, con cui vengono preparate le pizze con mousse di ceci e broccoli e la pizza ortolana (con melenzane, zucchine, peperoni rossi e gialli, funghi trifolati e fior di latte).

    Un menu ricercato, dove il must diventa ’O Panzarotto, un crocchè di 100 grammi, in 5 varietà: crocchè con 100% patate dell’Avezzano, ripieno con fior di latte di Agerola DOP e impanato con pangrattato; crocchè con 100% patate, ripieno con fior di latte di Agerola DOP e impanato con pangrattato e granella di pistacchi; crocchè con 100% patate, ripieno con fior di latte di Agerola DOP e impanato con pangrattato e mandorle; crocchè con 100% patate, ripieno con fior di latte di Agerola DOP e spinaci, impanato con pangrattato; crocchè con 100% patate, ripieno con fior di latte di Agerola DOP, salsicce e friarielli e impanato con pangrattato. Il pangrattato è ottenuto dalla tostatura del pane ed è arricchito, nelle diverse variabili, con granella di pistacchi, granella di mandorle, granella di nocciola.

    Qui, il sapore della pizza al taglio incontra gli aromi dei vini delle cantine Alois, che propongono abbinamenti con il Caulino, una Falanghina di colore giallo-verde, minerale e luminoso, con una vivace acidità, poi mela appena tagliata, pera e sapori di agrumi maturi; il Settimo, un Casavecchia-Pallagrello rosso chiaro, in cui Il carattere di ciliegia si sposa a moderati tannini con intensità buona e fresca sul lungo finale; il Trebulanum (2010), un Casavecchia, dove grasso, liquirizia, fumo, catrame e incenso sono alcune delle note che esplodono dal bicchiere in questo ricco, esuberante rosso; il Cunto, un Pallagrello nero, rosso dalla luminosità scintillante, che vanta sapori minerali sul finale lungo e costante, dove un terroso piacevole esalta il fruttato con sentori di nucleo di ciliegia e mora.

    Per la presentazione alla città di Paisà, ai sapori buoni e genuini e al gusto del vino ricercato, si è unita la musica di Mediterranean Duo, ovvero Carmine Scialla (chitarra, chitarra battente, mandolino, bouzouki greco) e Alessandro De Carolis (flauti), che hanno proposto un repertorio di musica popolare del bacino mediterraneo. In scaletta, tra le altre esecuzioni, la tarantella napoletana del ’600, la pizzica di Santu Paulu e Aide Jano.

    Ufficio stampa
    Francesca Scognamiglio Petino | francesca.sco@gmail.com | 3493553036
    Antonia Fiorenzano | antoniafiorenzano@gmail.com | 3392648704

    master-of-wineVINO, L’ISTITUTO GRANDI MARCHI RIPORTA IN ITALIA I MASTER OF WINE: A MARZO IL VIA ALLA 7^ EDIZIONE DEI CORSI PER ASPIRANTI AL TITOLO. LA SEDE SARA’ UMANI RONCHI

    Si tratta della prima tappa del percorso per aspiranti Masters of Wine: il corso “introductory”, della durata di 3 giorni, si terrà dal 2 al 4 Marzo 2018 nelle Marche, presso Umani Ronchi
    Un’opportunità importante per l’Italia: nel mondo i MW sono, ad oggi, 368 di cui ancora nessun italiano. Nel 2012 IGM ha portato i corsi introductory nel nostro Paese

    Verona, 18 Dicembre 2017 – Prosegue la collaborazione fra l’Istituto Grandi Marchi e l’Institute of Masters of Wine nell’organizzazione in Italia della Master Class per aspiranti MW. Per il 2018 sarà la cantina Umani Ronchi, a Osimo nelle Marche, a ospitare dal 2 al 4 marzo la 7^ edizione della Master Class per coloro che ambiscono ad essere ammessi al corso di studi per diventare Master of Wine (MW), il titolo più ambito per chi lavora nel settore vitivinicolo, o che comunque sono interessati ad approfondire l’approccio di degustazione dei MW.

    Il corso, interamente in lingua inglese, si rivolge a operatori che abbiano almeno tre anni di esperienza in ambito vitivinicolo o che siano in possesso di una qualifica di settore. Nel corso delle tre giornate saranno approfondite diverse tematiche legate al mondo del vino e al programma d’esame dell’IMW, con attenzione particolare al potenziamento delle abilità di scrittura e degustazione richieste a un futuro MW.
 Inoltre, anche quest’anno tutti coloro che parteciperanno alla Masterclass introductory potranno usufruire di uno sconto sulla quota di iscrizione allo Study Programme che partirà a giugno 2018.

    La collaborazione fra l’Istituto londinese e i Grandi Marchi è iniziata nel 2011; nel 2012 si è tenuta la prima edizione della Master Class in Toscana presso Antinori per poi proseguire negli anni successivi presso Chiarlo in Piemonte, Masi in Veneto, Lungarotti in Umbria, Mastroberardino in Campania e lo scorso anno Donnafugata in Sicilia. Ad oggi i MW nel mondo sono 368 e appartengono a 29 nazionalità diverse e tra queste manca l’Italia. Grazie alle Master Class organizzate negli anni scorsi gli studenti italiani attualmente iscritti per diventare MW sono oltre 25 e si spera di poter avere a breve il primo Master of Wine italiano.

    La segreteria organizzativa è affidata alla IEM, International Exhibition Management.

    Per informazioni, contattare: Giovanna Zullo, g.zullo@iem.it – tel. +39 045 8303264.

    Per maggiori informazioni sui requisiti di ammissione, è possibile visitare questa pagina: http://www.mastersofwine.org/en/education/who-can-apply.cfm

    Istituto del Vino Grandi Marchi:

    Alois Lageder, Argiolas, Biondi Santi Greppo, Cà del Bosco, Michele Chiarlo, Carpenè Malvolti, Donnafugata, Ambrogio and Giovanni Folonari, Gaja, Jermann, Lungarotti, Masi, Marchesi Antinori, Mastroberardino, Pio Cesare, Rivera, Tasca D’Almerita, Tenuta San Guido and Umani Ronchi.

    Media Relations – Istituto del Vino Grandi Marchi:

    Alessia Panzeca +39 335 6522242, panzeca.alessia@gmail.com

    PizzaioliMAGNA’nimi per la Casa dei Cristallini

    Pubblicato da aisnapoli il 19 - dicembre - 2017 Commenta

    magna_pizzadesigners_2LA CASA DEI CRISTALLINI FESTEGGIA I MAESTRI CHE SUPPORTANO IL PROGETTO MAGNA’ PER I PICCOLI DELLA SANITA’ OSPITANDOLI ALLA SANITA’

    Con la presentazione, ad ottobre scorso, ad Host della iniziativa, si è concluso per il 2018, PizzaioliMAGNA’nimi, l’iniziativa di solidarietà promossa dalla Inpact in collaborazione con la giornalista enogastronomica Monica Piscitelli, ponte creativo tra il settore food e il Rione, a favore della Associazione che che si occupa di minori e famiglie nella parte più interna del Rione Sanità, nel cuore di Napoli.
    Il prossimo 18 dicembre (ore 16,00) con un speciale “Mani in pasta” dei piccoli designers di “Magnà. Gli ingredienti Giusti” – il laboratorio di disegno de La Casa dei Cristallini che i 30 PizzaioliMAGNA’nimi di tutta Italia, interessati dalla iniziativa solidale, contribuiscono a finanziare – si festeggia, in vista delle imminenti festività natalizie, la consegna del dono che contribuisce a finanziare il laboratorio di disegno alimentare.
    Il settore food ci sta dando negli ultimi tempi una grossa mano per sostenere le attività pomeridiane della Casa. I materiali di cancelleria, le merende sane, le uscite, il corso di inglese e così via. Siamo felici che i PizzaioliMAGNA’nimi ci abbiamo dedicato il loro tempo e che i cartoni disegnati dai nostri bambini anno girato tutta Italia con questa iniziativa” dichiara Gina Bonsangue, vicepresidente de La Casa dei Cristallini.

    Cosa è “Magnà”

    Ideato Assunta D’Urzo e Mary Cinque, Magnà. Gli ingredienti Giusti è il laboratorio di disegno del cibo della Casa dei Cristallini che propone anche la preparazione di merende per bambini dai 6 ai 10 anni fatte con ingredienti di stagione.
    Dai disegni dei piccoli della Casa – guidata da Gina Bonsangue e Walter Medolla – nasce, grazie all’aiuto di creativi professionisti, come la giornalista enogastronomica Monica Piscitelli dell’art director Ilaria Grimaldi, una linea bella ed elegante di prodotti per la ristorazione e l’agroalimentare.
    Sono nati così i piatti da pizza per Ciro Oliva, la cartolina augurale per Da Umberto, il box pizza per Michele I condurro, il packaging per la torta di Mennella, la immagine coordinata delle Donne del Vino della Campania per Vitigno Italia 2016, le degustazioni con Ais Napoli e Wine and the city e così via.

    Qui la Casa dei Cristallini sul web https://www.facebook.com/La-casa-dei-Cristallini-213224479008698/?fref=ts
    Qui Magnà: https://www.facebook.com/magnaGIG/?fref=ts
    https://www.instagram.com/magnagliingredientigiusti/

    18 Dicembre, PizzaioliMagnànimi a La Casa dei Cristallini

    Pubblicato da aisnapoli il 16 - dicembre - 2017 Commenta

    box_arte_immaginecartonePIZZAIOLImagnàNIMI

    FESTA NATALIZIA CON I PIZZAIOLI SOLIDALI
    LA CASA DEI CRISTALLINI FESTEGGIA I MAESTRI CHE SUPPORTANO IL PROGETTO MAGNA’ PER I PICCOLI DELLA SANITA’ OSPITANDOLI ALLA SANITA’

    Con la presentazione, ad ottobre scorso, ad Host della iniziativa, si è concluso per il 2018, PizzaioliMAGNA’nimi, l’iniziativa di solidarietà promossa dalla Inpact in collaborazione con la giornalista enogastronomica Monica Piscitelli, ponte creativo tra il settore food e il Rione, a favore della Associazione che che si occupa di minori e famiglie nella parte più interna del Rione Sanità, nel cuore di Napoli.
    Il prossimo 18 dicembre (ore 16,00) con un speciale “Mani in pasta” dei piccoli designers di “Magnà. Gli ingredienti Giusti” – il laboratorio di disegno de La Casa dei Cristallini che i 30 PizzaioliMAGNA’nimi di tutta Italia, interessati dalla iniziativa solidale, contribuiscono a finanziare – si festeggia, in vista delle imminenti festività natalizie, la consegna del dono che contribuisce a finanziare il laboratorio di disegno alimentare.
    “Il settore food ci sta dando negli ultimi tempi una grossa mano per sostenere le attività pomeridiane della Casa. I materiali di cancelleria, le merende sane, le uscite, il corso di inglese e così via. Siamo felici che i PizzaioliMAGNA’nimi ci abbiamo dedicato il loro tempo e che i cartoni disegnati dai nostri bambini anno girato tutta Italia con questa iniziativa” dichiara Gina Bonsangue, vsepresidente de La Casa dei Cristallini.

    Cosa è “Magnà”

    Ideato Assunta D’Urzo e Mary Cinque, Magnà. Gli ingredienti Giusti è il laboratorio di disegno del cibo della Casa dei Cristallini che propone anche la preparazione di merende per bambini dai 6 ai 10 anni fatte con ingredienti di stagione.
    Dai disegni dei piccoli della Casa – guidata da Gina Bonsangue e Walter Medolla – nasce, grazie all’aiuto di creativi professionisti, come la giornalista enogastronomica Monica Piscitelli dell’art director Ilaria Grimaldi, una linea bella ed elegante di prodotti per la ristorazione e l’agroalimentare.

    Qui la Casa dei Cristallini sul web https://www.facebook.com/La-casa-dei-Cristallini-213224479008698/?fref=ts
    Qui Magnà: https://www.facebook.com/magnaGIG/?fref=ts
    https://www.instagram.com/magnagliingredientigiusti/

    Christmas Party al Cala Moresca

    Pubblicato da aisnapoli il 14 - dicembre - 2017 Commenta

    genovese-caracolCHRISTMAS PARTY AL CALA MORESCA
    GIFT BOX DEI CAMPI FLEGREI

    Al Cala Moresca di Bacoli, lunedì 18 dicembre alle 21, si anima il Christmas Party del Gruppo alberghiero Laringe. Per l’occasione si presentano le prime gift box concepite esclusivamente per i Campi Flegrei e i dati di Federalberghi, che evidenziano un notevole incremento dei matrimoni in questo territorio, che si propone da anni come la più ambita wedding destination della Campania. Il turismo stanziale, allo stesso modo, registra un aumento ormai costante negli anni, in particolar modo per la clientela straniera: francese e tedesca su tutte.
    La continua e incessante attività di promozione della brand destination, che da anni facciamo nelle più importanti fiere europee di settore, unita a una costante attenzione al miglioramento qualitativo, all’innovazione e alla differenziazione rispetto ai nostri competitor, sta dando i suoi frutti – spiega Roberto Laringe Presidente di Federalberghi. – L’obiettivo ambizioso è quello di estendere gli standard qualitativi di riferimento in tutte le strutture dei Campi Flegrei; organizzare un’unica offerta, creare un marchio di qualità a cui tutti dovranno pedissequamente attenersi; sarebbe un’omologazione positiva che ci farebbe così ulteriormente crescere come brand destination a vantaggio di tutti gli associati. Le gift box sono un primo passo, perché saranno aperte a nuovi inserimenti accuratamente selezionati per gli standard offerti. Solo così potremo competere con colossi internazionali presenti in tutti i mercati che però presentano offerte generaliste e non sempre di qualità. Inoltre, peculiarità tutta nostra, in ogni cofanetto abbiamo inserito una speciale guida con i diversi itinerari da percorrere e i luoghi da visitare. Come sempre turismo enogastronomico, culturale e una archeologia sommersa che vede una domanda in costante significativa crescita sono i contenuti predominanti della nostra offerta“.
    Durante la serata ai finger food del resident chef Enzo Giovanni, si accompagneranno quelli dello Chef Camillo Pandolfi de Il Gabbiano, Luciano Coppola di Villa Eubea e Giovanni Marotta deI Kora. È prevista inoltre la degustazione di particolari salse gourmet preparate dallo Chef del ristorante Caracol Angelo Carannante, che saranno presentate nel 2018 e prodotte in vasetti di vetro da offrire ai clienti o acquistabili on line: genovese di mare, passatina di cicerchie e chutney di pomodoro.

    15 Dicembre, Bollicine del Principe 2017 al Museo Filangieri

    Pubblicato da aisnapoli il 13 - dicembre - 2017 Commenta

    bollicine-del-principe-infoodation

    Bollicine del Principe 2017
    L’arte spumantistica italiana incontra i Tesori del Principe di Satriano
    Napoli, Museo Civico Gaetano Filangieri, 15 dicembre ore 19.00

    Città del gusto Napoli Gambero Rosso e il Museo Civico Gaetano Filangieri – in via Duomo 288, Napoli-, presentano nell’ambito del progetto culturale “Intrecci” incontri fra arte, design e cultura enogastronomica “Bollicine del Principe”, Napoli 15 dicembre 2017.
    Bollicine del Principe verrà realizzato per la presentazione in anteprima nazionale dell’Abito di Corte di Maria Argentina Caracciolo Duchessa di Martina e il Manto dell’Ordine di San Gennaro, donato al museo dal duca Riccardo De Sangro.
    Bollicine del Principe nasce con l’intento di coniugare l’arte spumantistica italiana con i Tesori del Principe di Satriano con l’obiettivo di voler contribuire sia al recupero e al sostegno di un patrimonio storico ed artistico da preservare, sia a divulgare la migliore produzione enologica italiana.
    Un evento esclusivo, il primo dedicato ad una serie di appuntamenti tra arte ed eccellenze enogastronomiche, Bollicine del Principe vede le migliori aziende della spumantistica che avranno modo di presentare e far conoscere i loro prodotti d’eccellenza; il grande pubblico sarà coinvolto nella suggestiva location per conoscere il mondo dell’arte più ricercata e il gotha della viticoltura made in Italy.
    Il Museo Civico Gaetano Filangieri fu fortemente voluto da Gaetano Filangieri, convinto sostenitore della funzione sociale dell’arte e della cultura; egli impiegò gran parte della sua vita viaggiando in Europa, a confronto con le più moderne esperienze del collezionismo e delle realizzazioni museali d’arte industriale, incontrando le nuove realtà di industria e artigianato, alla ricerca di splendidi e rari oggetti artistici.
    Il principe profuse tutto il suo impegno per la realizzazione dell’ambizioso programma di esportare a Napoli il modello europeo del Museo Artistico Industriale.
    Un appuntamento atteso in cui sarà presente una selezione dell’enologia italiana alla scoperta di vitigni autoctoni e poco conosciuti; realtà vitivinicole tutte da conoscere insieme ad una degustazione di dessert d’autore e sfarinati alla scoperta di grani antichi e tipicità partenopee.
    Angelo Grippa, direttamente dalla sua pasticceria di Eboli e docente della Gambero Rosso Food&Wine Academy Napoli, presenterà i suoi rinomati panettoni in diverse sfaccettature. Tra i maestri pasticcieri con la vocazione per i lievitati, Angel Grippa ha creato per l’evento Bollicine del Principe un elegante bouquet di sapori fatto di tradizionalità ed estro creativo.
    Salvatore Capparelli, dalla sua pasticceria in via Tribunali a Napoli, detto anche “Il Principe del babà”, delizierà il pubblico con i suoi speciali babà in diverse versioni: dal grande classico all’ultima rivisitazione di uno dei dolci simbolo della napoletaneità nel mondo.
    Tra i “dolci protagonisti” dell’evento Bollicine del Principe ci sarà l’azienda Vincenzo Di Iorio con la sua produzione di torroni dal 1750, perché l’arte del torrone è una cosa seria!
    Di nascita Irpina, l’azienda Di Iorio lavora le migliori materie prime che la terra mette a disposizione; dalle nocciole avellane ai mieli di collina. Un’attività di oltre 250 anni che continua, senza mai interruzioni, a deliziare tutti i palati con ricette tramandate di padre in figlio; rese, per alcuni prodotti, moderne e caratteristiche.
    Fra grani antichi e prodotti della tradizione, tutta la fragranza della panetteria La Fattoria degli Esposti di Napoli accompagnerà il pubblico in questo percorso multisensoriale di eccellenze con una selezione di pani, biscotti, freselle e tutti i loro prodotti di punta, frutto di una salda esperienza ispirata non solo ai sapori mediterranei ma anche alle novità gastronomiche.
    I banchi di assaggio saranno curati dai sommelier della delegazione AIS Campania; garanzia di professionalità ed esperienza.

    Le aziende presenti in degustazione ad oggi:
    Azienda Agricola Ricchi Biasiotto Cantine Federiciane Fattoria di Montechiari Fattoria la Rivolta Ferghettina Fontanavecchia La Guardiense La Manèga Masseria Campito Nettare dei Santi Tenuta Cavalier Pepe Tenuta Montelio Tenuta Sarno Villa Matilde Villa Raiano

    Bollicine del Principe
    Venerdì 15 dicembre, dalle ore 17.00.
    Napoli, Museo Civico Gaetano Filangieri, via Duomo 288
    Prezzo del biglietto 25 €
    Per informazioni e prenotazioni:
    Città del gusto Napoli
    tel. 0813119800/13 – 338.169.17.87
    email napoli@cittadelgusto.it – eventi.na@cittadelgusto.it

    EVENTO “I PRIMI” DI #3DMAGAZINE
    A PALAZZO CARACCIOLO

    image-3

    Presentazione del numero Winter Edition di #3D Magazine
    Evento con Premiazione di personalità di spicco nel mondo del giornalismo, cultura, imprenditoria e moda.
    Il Party, inaugurato dalla cantante Claudia Megrè, avrà inizio con aperitivo japanese food con show cooking di Ignacio Hidemasa Ito, Chef Executive di JapOne e sarà caratterizzato da una performance di 10 chef, dei più noti ristoranti campani, giudicata dagli chef stellati:
    Gennaro Esposito, Michele Deleo, Giovanni de Vivo e Danilo di Vuolo.
    Durante la serata ci sarà una raccolta fondi per l’associazione Sorridi Konou Konou Africa Onlus

    Palazzo Caracciolo
    14 DICEMBRE 2017 ore 18.30
    Via Carbonara 112
    Dj set di Irina Kant music selector del Capri Palace Hotel di Capri

    Tutto pronto per la presentazione del nuovo numero “Winter Edition” di #3D Magazine. Giovedì 14 dicembre, presso Palazzo Caracciolo Napoli – MGallery by Sofitel, dalle ore 18.30 alle 23.30 ci sarà il Winter Party, organizzato e promosso da 3DAgency, per la prima distribuzione del numero 15 di #3D Magazine, il cui editore è Palma Sopito, direttore responsabile Manuela Giuliano e direttore editoriale Carmine Bonanni.

    Il Winter Party #3D Magazine sarà animato da due momenti speciali. Alle 18.30 ci sarà la Premiazione a personaggi del mondo della cultura, della musica, dello spettacolo, del giornalismo, dell’enogastronomia e dell’imprenditoria. La redazione di #3D Magazine ha selezionato i nomi che meglio hanno rappresentato, per la loro unicità, i loro ambiti e settori di competenza assegnandogli il premio “I Primi”.

    #3D Magazine che, da sempre, ama valorizzare personalità che si sono distinte per il loro modo #suigeneris e personale di vivere la propria professione, ha scelto di assegnare il premio, realizzato dall’architetto designer Giuseppe Emblema dell’Opificio Emblema, a: Ottavio Lucarelli, Gianfranco Coppola, Chiara e Giancarlo Di Gennaro, Giovanni D’Antonio, Federica Tortora, Barbara Saracino, Sara Bilotti, Enzo Battarra, Angela Carruba, Nelson, Massimiliano Gallo, Martina Villamajna, Team Jap One, Gennaro Esposito, Bruno Caruso, Mena Marano.

    Dopo la premiazione il Party si aprirà con la cantante Claudia Megrè, in un’esibizione live del suo ultimo singolo “Ti ringrazio”. Seguirà un aperitivo japanese food con uno show cooking di Ignacio Hidemasa Ito, Chef Executive di JapOne e una performance di 10 chef, dei più noti ristoranti partenopei con 4 Maestri pasticceri, 2 Maestri fornai e un Maestro tagliatore di prosciutto, organizzata con la collaborazione di Alfonsina Longobardi, food event manager di Cenare Sotto un Cielo Diverso.

    Gli chef che realizzeranno piatti gourmet mediterranei in stile “food innovation 2.0″, con ricette ispirate al tema della stagionalità, sono: Alessandro Tormolino Sensi Restaurant; Marco Del Sorbo Terrazza Marziale; Enrico Ruggiero Caupona; Angelo Borghese Settanta Neo Bistrot; Gian Marco Carli Il Principe; Gabriele Martinelli I Machiavelli; Fabio Ometo Villa Trabucco; Luigi Sorrentino La Bettola Del Gusto; Alfonso Crisci Taverna Vesuviana San Gennarello; Riccardo Faggiano Ristorante Evu’. In programma anche una sessione speciale dedicata alla pasticceria, lievitati, salumi e caseari con Gerardo Di Dato Pasticceria Di Dato; Francesco Palladino Pasticceria Palladino; Guglielmo Mazzaro Pasticceria Mazz, Raffaele Capparelli Pasticceria Capriccio; Filippo Cascone Panificio Cascone; Massimiliano Malafronte Panificio Malafronte; Carmine De Cristofaro Salumeria-Sapori Al Corso e Matteo Ruocco – Caseificio RUOCCO.

    Una giuria di chef stellati, capitanata da Gennarino Esposito, 2 stelle Michelin Torre del Saracino, Michele Deleo Stella Michelin del Rossellinis Palazzo Avino Ravello, Giovanni de Vivo Stella Michelin e chef executive del Mosaico Hotel Terme Manzi e Spa, Danilo Di Vuolo chef executive de La Caletta delle Terme, sarà chiamata ad aggiudicare il Premio al miglior piatto della serata.

    Il food sarà accompagnato dalla degustazione dei migliori vini campani selezionati da tre consorzi: Consorzio Tutela Vini Vesuvio Presidente Ciro Giordano, Consorzio Vita Salernum Vites Presidente Luigi Scorziello e Consorzio Tutela Vini Sannio Presidente Libero Rillo. L’abbinamento dei cibi e dei vini sarà a cura dell’AIS Associazione Italiana Sommelier Delegazione di Napoli.
    Non mancheranno ottimi cocktail grazie alla presenza di “BarinMovimento” e si potrà ammirare l’ultimo concept di Casa Maserati con l’accattivante e sportiva Ghibli GranSport.

    Nella location di Palazzo Caracciolo, in occasione dell’evento “I Primi”, ci sarà anche un’area in cui saranno esposte moto customizzate da Café Racer Napoli di proprietà di alcuni noti calciatori.

    Durante la serata ci sarà una raccolta fondi per l’associazione Sorridi Konou Konou Africa Onlus e si potrà assistere alla mostra fotografica “Napoli Svelata”, sei scatti a cura di Mario Zifarelli.

    Sottofondo musicale della serata: dj set di Irina Kant music selector del Capri Palace Hotel di Capri.

    Thanks to SoleRicevimenti S.r.l, Fornitura allestimenti, Acquabrand S.r.l., Goeldlin collection s.r.l., Forma Aperta Sabox S.r.l.

    NO DRESS CODE, EXPRESS YOURSELF.
    PARTECIPAZIONE SU INVITO – INSERIMENTO IN LISTA.
    Info e contatti:
    info@magazine3d.it
    346 269 1429

    14 dicembre, da Metamorsi “Incontri vulcanici”

    Pubblicato da aisnapoli il 12 - dicembre - 2017 Commenta

    14-dicembre-metamorsi-incontri-vulcaniciIl 14 dicembre da Metamorsi “Incontri vulcanici”
    con Alfonso Crisci e Giuseppe Pignalosa

    Incontro di talenti vesuviani giovedì 14 dicembre alle ore 20,30 al Metamorsi di Nola (Na). Protagonisti dell’evento intitolato “Incontri vulcanici” saranno Alfonso Crisci, chef di Taverna Vesuviana e fondatore di Metamorsi, e Giuseppe Pignalosa, maestro pizzaiolo e patron de Le Parùle. Ad affiancarli il giovane team del locale nolano che vede al banco pizzeria Giovanni Ostetrico e Carmine Nunziata e ai fornelli Gennaro Caggiano e Rossella Panico.
    L’approssimarsi del Natale ha ispirato in maniera quasi naturale il tema di gran parte del menu della serata. Si inizierà con la pizza in teglia con scarole di Ostetrico e Nunziante per proseguire con la nota pizza Le Parùle di Pignalosa. Verrà, poi, presentato in anteprima il nuovissimo panino “Black Meat” creato da Crisci per il menu invernale del Metamorsi. Chiusura sempre in tema natalizio con la cassata siciliana di Caggiano e Panico.
    Partner dell’evento, realizzato in collaborazione con Laura Gambacorta, sarà Perrella distribuzione che proporrà in abbinamento tre tipologie di birre Fravort e il liquore ai fichi del Cilento Passulara.

    Menu
    Pizza in teglia con scarole (by Metamorsi)
    Pizza Parùle (by Giuseppe Pignalosa)
    Panino “Black Meat” (by Alfonso Crisci e Metamorsi)
    Cassata Siciliana (by Metamorsi)

    In abbinamento:
    Fresh Beer – Fravort
    La Bionda del Brenta – Fravort
    La Rossa del Brenta- Fravort
    Liquore ai fichi del Cilento – Passulara

    Ticket cena: euro 25,00

    Info e prenotazioni:
    Metamorsi
    Via Madonna delle Grazie, 161
    Nola (Na)
    Tel. 081 8295369

    Contatti stampa:
    Laura Gambacorta
    Mob. 349 2886327
    Email: laugam@libero.it