Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...eventi aisnapoli
Gli eventi dell'AIS Napoli
    • dal 07 lug 2015 al 14 lug 2015 alle ore:21:00

      7 e 14 Luglio, #GIAPPOdiVINO, il VINO incontra il SUSHI (e i suoi fratelli) da GIAPPO Pozzuoli

      Mancano: 5 giorni e 14:39 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
  • Video

    Tags

    Ciliegiolo d'ItaliaCILIEGIOLO D’ITALIA
    I mille volti di un vitigno da riscoprire

    Narni (Terni), sabato 16 e domenica 17 maggio 2015

    Banchi di assaggio:
    Auditorium di San Domenico, Via Giuseppe Mazzini, 20
    sabato ore 12-21
    domenica ore 12-19
    ingresso euro 10 (con bicchiere in omaggio)

    Degustazioni guidate del sabato con Antonio Boco e della domenica con Giampaolo Gravina:
    Sala del Camino, Museo della Città – Palazzo Eroli, Via Aurelio Saffi, 1
    gratuite, su prenotazione

    Presentiamo la prima edizione di Ciliegiolo d’Italia, rassegna dedicata interamente a questo vitigno.
    L’idea è nata a seguito della costituzione dell’Associazione dei Produttori di Ciliegiolo di Narni, dall’esigenza da parte dei soci di comunicare a un pubblico ampio l’esistenza e il valore di questo vitigno autoctono.
    Ciliegiolo d’Italia sarà il primo evento dedicato al Ciliegiolo, non solo del comprensorio, ma di tutte le regioni che lo coltivano. Saranno presenti i vini provenienti da diversi territori, i produttori che lo coltivano e ci saranno dei seminari per approfondire la conoscenza di questo vitigno, tanto diffuso quanto ancora poco esplorato.
    Banchi di assaggio gastronomici con i presidi Slow Food Terre dell’Umbria Meridionale

    PROGRAMMA

    Sabato 16 maggio – Auditorium di San Domenico

    - ore 10.30 – Conferenza: Ciliegiolo: la storia, le caratteristiche, le prospettive di mercato. Introduzione al bere consapevole. Interverranno Roberto Luneia (Presidente e Direttore del Laboratorio Analysis), Massimiliano Tanchi (Responsabile marketing Food&Beverage Coop Centro Italia), Sandro Camilli (Presidente Ais Umbria).
    - ore 12.00 – Apertura dei banchi di assaggio di Ciliegiolo e dei presidi Slow Food Terre dell’Umbria Meridionale
    - ore 13.00 – Cooking Show a cura di Slow Food Terre dell’Umbria Meridionale
    - ore 15.00 – Degustazione guidata “Il Ciliegiolo in Italia: differenze di territorio e di stili, con una riflessione sul ruolo del tempo nella bottiglia”. A cura di Antonio Boco, giornalista del Gambero Rosso (Sala Camino, Palazzo Eroli)
    - ore 18.00 – Cooking Show a cura di Paolo Trippini (Ristorante Trippini, Civitella del Lago)
    - ore 21.00 – Chiusura dei banchi di assaggio

    Domenica 17 maggio – Auditorium di San Domenico

    - ore 10.30 – La valenza dei vitigni identitari nella Strada del Vino. Incontro a cura della Strada dei Vini Etrusco Romana
    - ore 12.00 – Apertura dei banchi di assaggio di Ciliegiolo e dei presidi Slow Food Terre dell’Umbria Meridionale
    - ore 13.00 – Cooking Show, con lo chef Roberto Agostini.
    - ore 16.00 – Degustazione guidata da Giampaolo Gravina, giornalista Guida Vini d’Italia L’Espresso: “Il Ciliegiolo in Umbria: un vino e i suoi diversi territori”. (Sala Camino, Palazzo Eroli)
    - ore 17.00 – Cooking Show, con la chef Edi Dottori (La sala della Comitissa, Baschi)
    - ore 18.30 – Presentazione e degustazione dei Vignaioli Resistenti Umbri, a cura di Giampaolo Gravina, giornalista Guida Vini d’Italia L’Espresso (Sala Camino, Palazzo Eroli)
    - ore 19.00 – Chiusura dei banchi di assaggio

    ELENCO DEI PRODUTTORI:

    LIGURIA
    Pino Gino (Castiglione Chiavarese, GE)
    Bisson (Chiavari, GE)

    TOSCANA
    Castellani Tenuta Santa Lucia ( Pontedera, PI)
    Fattoria di Caspri (Montevarchi, AR)
    Podere San Ferdinando (Civitella Val di Chiana, AR)
    Cappella di Sant’Andrea (San Gimignano, SI)
    Motta Vini (Alberese, GR)
    Mantellassi (Magliano in Toscana, GR)
    Rascioni&Cecconello (Fonteblanda, GR)
    Sassotondo (Sovana, GR)
    Antonio Camillo (Manciano, GR)
    Vignaioli Morellino di Scansano (Scansano, GR)
    Marco Salustri (Cinigiano, GR)
    La Selva (Albinia, GR)

    UMBRIA
    Leonardo Bussoletti (Narni, TR)
    Giro di Vento (Narni, TR)
    Tenuta Casale Milli (Narni, TR)
    Ruffo della Scaletta (Narni, TR)
    Tenuta Frabbucciano (Narni, TR)
    Agricola Ponteggia (San Gemini, TR)
    Cantina Sandonna (Giove, TR)
    La Palazzola (Stroncone, TR)
    Cantina Colli Amerini (Amelia, TR)
    San Cristoforo (Amelia, TR)
    Zanchi (Amelia, TR)
    Fuccelli (Montefalco, PG)
    Fontesecca (Città della Pieve , PG)

    MARCHE
    Vini Gagliardi (Matelica, MC)

    LAZIO
    Mara Olivieri (Gallese, VT)

    PUGLIA
    Primis (Stornarella, FO)

    Per contatti ed info:
    info@ciliegioloditalia.it
    Davide Bonucci – 328-5436775
    Marina Ciancaglini – 339-8199734

    La primavera di Casa Lerario interpretata da Torsiello

    Pubblicato da aisnapoli il 11 - maggio - 2015 Commenta

    laura pietro giampieroDi Fosca Tortorelli

    Siamo al due Maggio, la Primavera è finalmente arrivata, ce ne rendiamo subito conto percorrendo la strada che porta a Melizzano, nello splendido agriturismo di Casa Lerario; l’orto è rigoglioso e il glicine che copre il piccolo pergolato di accesso rende il contesto invitante.

    Protagonista di quest’ultimo incontro, che conclude 8rto X 4uattro – ciclo di appuntamenti ideato dai giornalisti enogastronomici Laura Gambacorta e Giampiero Prozzo nell’agriturismo Casa Lerario – è il giovane Cristian Torsiello, chef-patròn dell’Osteria Arbustico altra piccola “oasi” situata a Valva, nell’Alta valle del Sele.

    patè trotaIl cambiamento dello scenario naturale va di pari passo con gli ingredienti proposti nel menù, che si adattano perfettamente alla stagione; un piacere per la vista e per il palato. Non appena tutti gli ospiti si sono accomodati, ci viene offerto un piccolo benvenuto, Paté di trota affumicata su crostino di pane”. Un piacevolissimo boccone composto da due sottili cialdine di pane croccante, al cui interno è contenuto un delicato paté di trota leggermente affumicata; a completare il piatto una delicata spuma di cavolfiore e il fiore di erba cipollina, due dettagli che rendono armoniosa la composizione gustativa.

    Anche stavolta i vini protagonisti sono quelli della Fattoria La Rivolta 1812 di Torrecuso di Paolo Cotroneo, una delle realtà territoriali rappresentativa dell’areale sannita.

    In abbinamento a questo piacevole amuse-bouche e all’antipasto viene versata la “Falanghina del Sannio” Dop Taburno 2013, vino caratterizzato da un naso di frutta fresca e succosa, con una piacevole nota minerale e che al sorso dimostra verticalità e persistenza.

    Trionfo primaverile – emblematico anche della filosofia del ciclo di incontri – è l’antipasto proposto, “Tartelletta salata con fonduta di provola e verdure di stagione”. Carciofi, asparagi, melanzane e pomodori dal colore e dalla consistenza perfetti sono accolti in un guscio friabile reso elegante dalla presenza della scioglievole fonduta alla provola.  Un piatto estremamente semplice ma reso unico per la perfetta esecuzione che rende evidente la genuinità e la riconoscibilità dei prodotti a Km 0.

    Segue il Mischiato potente del “Pastificio dei Campi” con piselli, basilico e pomodoro. Non una semplice pasta e piselli, bensì un primo piatto dove la pasta – dalla cottura perfetta – ben si integra con la dolcezza della crema di piselli e con l’acidità della salsa di pomodoro (una emulsione di pomodorini, capperi fritti, aglio e basilico) che viene completata dalla presenza dei piselli freschi inseriti a crudo nella preparazione e dalla pancetta e le scorze di parmigiano inserite in cottura.

    Piatto delicato, ma consistente, che viene accompagnato dalle note più complesse del “Fiano Taburno Sannio” Beneventano Bianco IGP 2012.

    ci-polloAnche il secondo piatto si distingue, non solo per il simpatico nome scelto, si tratta del “Ci-pollo: petto e coscia, salvia e insalatina di cipolle all’arancia”, ma per l’estrema succulenza della carne. Il pollo viene cotto a bassa temperatura per due ore e mezza mantenendo una incredibile morbidezza e viene impreziosito da patate croccanti e da un letto di cipolle arricchite in cottura con buccia e succo d’arancia, il tutto legato con salsa di soia e pepe.

    Come sapiente abbinamento la scelta ricade sul “Sogno di Rivolta” Beneventano Bianco IGP 2012, blend di uve bianche, falanghina, fiano e greco; vino piacevole, in cui il legno si integra perfettamente con il frutto, con sentori speziati che si fanno sentire in seconda battuta lasciando il palato ampio e soddisfatto.

    “Mela annurca e cioccolato bianco”, ecco il nome del piatto, che per la sua essenzialità non fa presagire un dessert che riesca a stupire e regalare forti emozioni, al contrario si rivela emozionante per la sua esplosività di sapori e per il perfetto equilibrio.

    Le mele sono cotte con un pizzico di sale, rese a purea e servite con un croccante alle arachidi, un crumble di nocciole e la polvere di radice di liquirizia ed un tocco di cioccolato bianco.

    Sapori che non stancano e invitano ad un successivo bis.

     

    A conclusione del pranzo arriva un inaspettato fuoriprogramma: gli “Elisir di Casa Lerario”; gradevoli liquori al rosmarino, liquirizia e al cioccolato (con cioccolato fondente al 90%)., quest’ultimo arricchito dalla grappa di aglianico.

     

    Un saluto e un arrivederci ad un 8rto x 4uattro bis, come annuncia Pietro Lerario, (proprietario della farmhouse sannita) vista la riuscita del format proposto, che nel suo piccolo è stato utile per scoprire una delle tante belle realtà del nostro territorio.

     

     

    PRIMAVERA

     

    Fior che s’aprono alla vista in profumo d’amor

    insieme al canto del passero è allegria nell’aria;

    scorrono i ruscelli, s’aprono i fiori

    vibra la terra che s’è data ad un bacio

    violento di sole inebriante ;

    laggiù l’acacia s’ubriaca di verde,

    le foglie sembrano amanti bramosi d’azzurro;

    profumi che inebriano come essenze celesti

    e il cuore per un attimo assapora l’infinito.

     

    Versi di B.Bruno, S. Trabanelli, F.Maccioni .

     

     

    invito Iovino - 22 maggio 2015-page-001

    Concours Mondial de Bruxelles 2015: ecco i vini premiati

    Pubblicato da aisnapoli il 9 - maggio - 2015 Commenta

    I giurati del Concours Mondial de Bruxelles Concours Mondial de Bruxelles 2015:
    ecco i premiati

    I risultati del Concours Mondial de Bruxelles 2015 sono appena stati resi noti e disponibili qui.
    Ancora una volta il Concours s’impone come rivelatore delle ultime tendenze del pianeta vitivinicolo di cui fornisce una panoramica istantanea e annualmente aggiornata.

    Quest’anno il concorso, proseguendo il suo periplo attraverso i grandi vigneti europei, si è svolto nella città balneare italiana di Jesolo nelle date 1, 2 e 3 Maggio. Oltre 8.000 vini provenienti da 45 paesi produttori sono stati analizzati da alcuni tra i migliori degustatori di tutto il mondo. Masters of Wine, sommelier, enologi, buyers, importatori, giornalisti e scrittori di vino – in tutto 299 degustatori da 49 nazionalità diverse si sono riuniti per una entusiasmante maratona durata 3 giorni. La diversità sia dei prodotti che dei profili dei degustatori rappresenta proprio una delle principali peculiarità di questa competizione che nell’arco di pochi anni è riuscita a diventare un vero «campionato del mondo» della degustazione di vini.

    Allo scopo di aiutare il consumatore nelle sue scelte di acquisto, sono state attribuite tre tipi di medaglie: Gran Oro, Oro e Argento.

    Oltre alle medaglie, il Concorso conferisce anche premi speciali ai vini che hanno ottenuto il miglior punteggio nella loro categoria. Ecco la lista :

    Best Sparkling : Champagne Charles Heidsieck Rosé Millésimé 1999 (Francia, Champagne)
    Best White : Kleine Zalze Family Reserve Chenin Blanc 2013 (Sudafrica, Stellenbosch)
    Best Rosé : Cote des Roses 2014 (Francia, Languedoc-Roussillon)
    Best Red : Nican 2008 (Italia, Abruzzo)
    Altri premi speciali
    Best Cava : Juvé & Camps Reserva de la Familia Gran Reserva Brut Nature 2010
    Best Spanish wine : Muro Reserva 2006 (Rioja)
    Best Chilean Wine : Sol de Chile Reserva Cabernet Sauvignon 2014 (Valle del Maule)
    Best Portuguese Wine : Quinta da Sequeira Grande Reserva Tinto 2009 (Douro)
    Best French Wine : Château Grand Pontet 2012 (Saint-Émilion)
    Rivelazioni 2015:
    Portogallo: Kopke Porto 1941 (Porto Colheita)
    San Marino: Sterpeto 2009 (Vini Tipici Di San Marino)
    Italia: Sichivej 2011 (Piemonte)
    Croazia : Korlat Merlot 2011 (Dalmatinska Zagora)
    Stati Uniti: Beringer Founders Estate Chardonnay 2012
    Repubblica di Macedonia: Kamnik Cuvée de Prestige 2013 (Povardarski)
    La 23ª edizione del Concours Mondial de Bruxelles si svolgerà dal 29 aprile al 1 maggio 2016 a Plovdiv (Bulgaria). Un’occasione unica per scoprire la diversità dei vini bulgari e la ricchezza di Plovdiv, capitale culturale europea nel 2019.

    12 Maggio, Degusto con Grangusto con Proposta Vini

    Pubblicato da aisnapoli il 7 - maggio - 2015 Commenta

    11062645_10205069809399501_835753727262650176_nMartedì 12 maggio, dalle ore 16:30 alle ore 19:30, Grangusto proporrà uno dei suoi incontri: “Degusto con Grangusto” in collaborazione con Associazione Italiana Sommelier Delegazione di Napoli.

    In degustazione  vini e birre della selezione Proposta Vini.

    Interverranno alcuni dei produttori delle aziende menzionate nella locandina.

    L’incontro è gratuito ma è necessaria la prenotazione. Posti limitati.

    Per info e prenotazioni: 081-19376800info@gran-gusto.it

    Grangusto, Via Nuova Marina n.5 Napoli

     

    1427987888-catacombe-di-san-gennaro

    ASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER Delegazione di Napoli 

    CATACOMBE DI NAPOLI: ROSSO&SANGENNARO

    10 maggio ore 20 e 21

    Catacombe di Napoli Via Capodimonte, 13

    Rosso & San Gennaro” è l’iniziativa organizzata dall’Associazione Italiana Sommelier delegazione di Napoli, in collaborazione con la giornalista enogastronomica Monica Piscitelli, nella Basilica di San Gennaro fuori le Mura. L’evento prevede la visita agli spettacolari sotterranei, tra i più belli della città, e la degustazione dei vini dell’azienda agricola Mario Portolano. Intermezzo della serata sarà “Vico Esclamativo”, il video realizzato da Creatiivi Tee Shirt che testimonia la straordinaria vitalità e abilità dei giovani della Sanità ma anche la bellezza di un Rione ancora poco conosciuto di Napoli al quale la Basilica è legata a doppio filo. I turni di visita sono due: alle 20 e alle 21. Alla fine del precorso la degustazione dei vini Aglianico e Piedirosso dell’azienda agricola Mario Portolano raccontati dai sommelier Ais Napoli, Anna Ciotola ed Enzo Bianco, con i ragazzi de La Bottega dei Semplici Pensieri.

    Accedono al percorso guidato 60 persone per turno.

    Due turni di visita alle 20 e alle 21

    Ticket di ingresso: € 12 con visita alle Catacombe di San Gennaro e alla Basilica e degustazione di vino.

    Il ricavato dell’evento sarà devoluto alla Fondazione di Comunità San Gennaro Onlus, ente che rappresenta la sinergia nata tra le diverse realtà operanti da anni all’interno del Rione Sanità.

    Si consiglia la prenotazione al Tel: +39 081.744.37.14. Email: prenotazioni@catacombedinapoli.it

    Info: www.catacombedinapoli.it
    Rosso&SanGennaro é un evento del circuito Wine&Thecity, il più prestigioso fuori salone del vino in Italia.

    11169713_10205269284706674_7493697371043763393_oL’ARTE INCONTRA IL VINO

    I Tableaux Vivant dall’opera di Caravaggio al Complesso di Donnaregina

    Un affascinante viaggio tra il gotico e il barocco nell’antica area dei Decumani: sette attori comporranno sotto gli occhi degli spettatori 21 tele del Caravaggio, un lavoro di grande impatto scenico ed emotivo, scandito dalle musiche di Mozart, Vivaldi, Bach e Sibelius, nella seicentesca chiesa di Donnaregina Nuova che ospita il Museo Diocesano. Seguirà la degustazione del Neroametà dell’azienda Mastroberardino, un aglianico vinificato in bianco, raccontato da Tommaso Luongo, delegato dell’Associazione Italiana Sommelier di Napoli. Il tour continua, volendo, con la visita alla collezione museale – composta da 300 opere con le recenti acquisizioni delle tele di Luca Giordano e Agostino De Bellis -, e alla trecentesca chiesa di Donnaregina Vecchia tra le poche a conservare immutato lo stile gotico con importanti affreschi attribuiti alla scuola di Pietro Cavallini.

    Domenica 10 maggio 2015

    Dalle Ore 11.30

    Ingresso al Museo Diocesano con spettacolo “Tableaux Vivants ” e degustazione vini Mastroberardino € 10,00 a persona.

    Il solo ingresso al Museo Diocesano con spettacolo Tableaux Vivants: € 8,00 a persona.

    Tel. 081 5571365 www.museodiocesanonapoli.it

    Neroametà rappresenta un omaggio all’origine varietale della nera uva Aglianico, che si esprime con suadente eleganza quando vinificata in bianco.

    L’Arte incontra il Vino é un evento del circuito Wine&Thecity, il più prestigioso fuori salone del vino in Italia.

    image2Nuova stagione, nuovi gusti in arrivo a Casa Infante Artigiani del Gelato. La dieta vegana è sempre più diffusa, a tal proposito il maestro gelatiere napoletano Marco Infante ha deciso di creare una linea vegana di gelati per soddisfare le richieste dei propri clienti. Sei i nuovi gusti che entreranno nei punti vendita Casa Infante a partire da giovedì 7 Maggio: sorbetto di nocciola, sorbetto di pistacchio, sorbetto di Cantalupo, sorbetto di limoni di Sorrento Igp, sorbetto di fragoline di bosco, sorbetto di frutti di bosco, tutti realizzati con olio extra vergine di oliva del frantoio Torretta prodotto a Battipaglia (Sa) a marchio garantito. I nuovi gusti saranno riconoscibili grazie a un prezzino vegan style. Sono prodotti certificati VeganOK, non contengono grassi o altri ingredienti di origine animale né grassi idrogenati, sono gluten free e contengono inulina, una fibra vegetale che regola l’equilibrio della flora intestinale e aiuta a migliorare l’aspetto e la consistenza dei gelati. Le nuove proposte di Casa Infante Artigiani del Gelato saranno presentate alla stampa giovedì 7 maggio alle ore 18 presso il punto vendita di Via Chiaia 189.
    Il Frantoio Torretta, dal 1960, diffonde sul territorio nazionale un’arte antica, che la famiglia Provenza esercita da tempo: l’arte di produrre con passione e professionalità uno dei migliori oli italiani. Tradizione ed innovazione si fondono insieme per garantire un prodotto di eccellente qualità. La famiglia Provenza, di generazione in generazione, tramanda l’arte della raccolta delle olive, coniugandola con i più rigorosi controlli richiesti dalla certificazione di qualità; un impianto attrezzato con le migliori tecnologie all’avanguardia le trasforma in un olio eccellente, apprezzato per le sue qualità organolettiche ed inserito tra i migliori oli al mondo.
    L’azienda è dotata di un impianto di molitura moderno, realizzato con tecnologie innovative. Uno staff di tecnici qualificati segue il processo di trasformazione delle olive, che provengono dagli ulivi secolari del vasto territorio della provincia di Salerno, nel paesaggio collinare che si estende tra Battipaglia, Montecorvino Rovella, Serre ed Eboli. Il Frantoio, che deve il nome alla località in cui sorge, oggi produce più tipologie d’olio, dalle etichette differenti ma di uguale eccellenza: il Diesis Dop Colline Salernitane, fruttato e leggermente piccante al palato, il Dedalo Dop Colline Salernitane, dal sapore piacevolmente amaro e il Dione Extra Vergine di Oliva Torretta elegante e delicato come il nome che porta.

    Fabio e Marco Infante sono i nipoti di Leopoldo Infante, colui che negli anni Quaranta ha creato il famoso Tarallo di Leopoldo. Sin da piccoli hanno sempre vissuto nell’azienda di famiglia a stretto contatto con il padre Patrizio che ha trasmesso loro il segreto dei taralli e l’arte pasticcera. Oggi Fabio segue la parte amministrativa delle aziende di famiglia, mentre Marco è diventato pasticciere e gelatiere. Dall’unione delle loro competenze è nata la gelateria artigianale Casa Infante Artigiani del Gelato. Una attenta selezione di prodotti di prima qualità, sperimentazione, valorizzazione della tradizione napoletana, creatività ed innovazione: sono queste le chiavi del successo dei fratelli Infante.

    Ufficio stampa:
    Dora Sorrentino
    e-mail: dodosorre@libero.it
    telefono: 3282467520