Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...eventi aisnapoli
Gli eventi dell'AIS Napoli
    • Nessun evento da mostrare
  • Video

    Tags

    foto la selezione web

    A Gragnano nasce “La Selezione”, prima Rete di Impresa
    che riunisce 5 eccellenze pastaie artigianali
    Presentazione ufficiale il 6 giugno presso l’Agriturismo Casa Scola

    Cinque dei più storici e noti pastifici di Gragnano che producono i migliori formati artigianali e custodiscono i segreti della lavorazione della pasta da poco si sono riuniti sotto un nuovo marchio che vuole racchiudere tradizione e qualità.
    “La Selezione” è il nome scelto per identificare il nuovo brand e l’iniziativa imprenditoriale che con entusiasmo e determinazione ha visto la luce dopo mesi di intenso lavoro e di confronto.
    Il nuovo progetto, che affianca al sapore della tradizione il gusto dell’eccellenza, unisce 5 pastifici di Gragnano, la città della pasta per eccellenza; questi i nomi dei marchi protagonisti: Faella, Gentile, Gerardo Di Nola, Carmiano e il Vecchio Pastaio.
    Le aziende promotrici, pur mantenendo le proprie singole identità commerciali, potranno contare sui vantaggi generati dall’unione di più realtà produttive, per vincere le sempre più complesse sfide competitive del mondo della pasta.
    Per presentare ufficialmente il nuovo brand “La Selezione” i 5 pastifici di Gragnano, in collaborazione con Laura Gambacorta, organizzano il 6 giugno presso l’agriturismo Casa Scola una degustazione che coinvolgerà gli chef gragnanesi Giulio Coppola de La Galleria, Vincenzo Vaccaro di Cucina 82 e Ciro Coticelli di Borgo di Castello

    Ingresso solo su invito

    Per accrediti e contatti stampa:
    Laura Gambacorta
    Cell. 349 2886327
    Email: laugam@libero.it – lauragambacorta@gmail.com

    Insieme per Pantelleria

    Pubblicato da aisnapoli il 1 - giugno - 2016 Commenta

    13322163_1221301301215416_2359022814827720566_nIl cuore verde di Pantelleria tornerà a pulsare!


    Le Cantine Pellegrino, strettamente legate all’isola per la produzione delle uve zibibbo, hanno coinvolto il mondo del vino per soccorrere l’isola: INSIEME PER PANTELLERIA è la raccolta fondi che contribuirà a riportare su Montagna Grande e Monte Gibele i boschi distrutti dal fuoco.

    Condividi insieme a noi questa campagna a favore di Pantelleria!

    Dal 4 Giugno tornano gli appuntamenti del Jazz in vigna

    Pubblicato da aisnapoli il 1 - giugno - 2016 Commenta

    4 vigna genteSABATO 4 GIUGNO 2016 A PARTIRE DALLE 21.00 TORNANO GLI APPUNTAMENTI DEL JAZZ IN VIGNA CON MARIO ROMANO QUARTIERI JAZZ ALL’AZIENDA VITIVINICOLA MONTESPINA DI ANTONIO IOVINO.

    L’appuntamento è per Sabato 4 Giugno alle ore 21.00, presso l’Azienda Vitivinicola Montespina di Antonio Iovino (Via San Gennaro Agnano,63)

    Azienda Vitivinicola Montespina di Antonio Iovino
    L’Azienda Vitivinicola Montespina Iovino gode di una ottima posizione geografica, favorita dagli apporti benefici del suolo vulcanico. Il clima mite e la brezza marina costante fanno sì che questa terra non abbia bisogno di concimazioni continue.
    Il terreno è ricco di fosforo, ferro e magnesio; elementi indispensabili alla vita delle piante. Una terra così vitale ha permesso ai vitigni autoctoni Montespina di evitare l’innesto su vite americana per difendersi dalla fillossera, un vero flagello per le viti. Si tratta di un afide che, all’inizio del secolo, ha causato enormi catastrofi in tutta Europa.
    Le vite Montespina fu coltivata fin da epoca pre-romana. La coltivazione risale ai primi insediamenti dei greci, che producevano vini apprezzati e famosi.
    Oggi, l’Azienda Vitivinicola Iovino offre una gamma pregiata di vini DOP, tra cui Piedirosso del Campi Flegrei e la Falanghina dei Campi Flegrei prodotti dell’orto e frutta ottenuti con metodi tradizionali e una ristorazione con ricette tipiche napoletane nell’Agriturismo “Il Gruccione “, in cui esaltano sapori, profumi e aromi unici…

    Neapolitan gipsy jazz
    Il valente chitarrista e compositore napoletano Mario Romano ha dato vita al progetto Quartieri Jazz giunto nel Gennaio 2013 (ed. GRAF) al felice esordio discografico intitolato “E strade cà portano a mare”. Una produzione e un progetto in cui si fondono e incontrano in maniera originale il jazz manouche e la tradizione napoletana nel suo ricco retaggio classico e contemporaneo. Un’intensa attività concertistico contraddistingue negli ultimi anni il percorso di questo progetto, che nell’album d’esordio appena citato si arricchisce di illustri ospiti e noti esponenti della scena musicale partenopea quali Joe Amoruso (storico pianista di Pino Daniele), Daniele Sepe, Antonio Onorato e Marco Zurzolo. Il gruppo è composto da Mario Romano alla chitarra manouche, Alberto Santaniello alla chitarra classica e Ciro Imperato al basso. Talenti che come Mario Romano provengono dai “Quartieri Popolari” di Napoli e che nel loro sound frizzante e sanguigno hanno saputo riprodurre colori e umori di quella magica e vivace realtà. Oltre ai brani estratti dal lavoro discografico “‘E strade ca portano a mare”, saranno anche presentati ed eseguiti in esclusiva alcuni pezzi del nuovo lavoro attualmente in corso d’opera dal titolo “Le 4 giornate di Napoli” ed alcuni omaggi al grande Pino Daniele, ispiratore del progetto.

    FORMULA DELLA SERATA
    Saranno servite delle croccanti zeppoline di benvenuto in pastella. A seguire un primo piatto tipico della tradizione campana, che costituisce un ponte tra mare e monti: pasta e fagioli con le cozze. Prodotti della terra, di Campagna Amica della Coldiretti, e del mare. Alle 22.00, poi, gli alberi frondosi faranno da degno e suggestivo palcoscenico alla performance di note di Mario Romano Quartieri Jazz con il loro neapolitan gipsy jazz.

    La degustazione enomusicale si chiude con il dolce della buonanotte, per salutarsi con allegria e dolcezza.

    Ad annaffiare il tutto calici di Piedirosso e Falanghina di produzione propria.

    La serata, in formula all inclusive, degustazione e concerto, prevede una quota di partecipazione di 15 euro.
    Per maggiori informazioni e prenotazioni, telefonare al 340.489.38.36 e/o mandare una mail a quartierijazz@live.it.

    Promoter Quartieri Jazz: Dott.ssa Carmen Cerchiaro
    Mobile 340.489.38.36 — e_mail: quartierijazz@live.it

    Uànema, la prima creperia a portafoglio

    Pubblicato da aisnapoli il 31 - maggio - 2016 Commenta

    Uànema creperia a portafoglioA Napoli arriva la prima creperia a portafoglio: si chiamerà Uànema ed aprirà il prossimo 3 Giugno alle ore 18 in Via Scarlatti 65 A. Uànema nasce dalla collaborazione di Massimiliano Manzo, che vanta una lunga esperienza nel settore ristorazione, con Dario Meo, il papà della Galamella, la crema alle nocciole napoletana senza olio di palma. “Uànema” è la tipica espressione napoletana per indicare un senso di stupore per qualsiasi tipo di evento. E “Uànema” è il commento adatto quando si assaggiano le crêpes di Massimiliano Manzo. La crêpe, che è un prodotto tipico francese, con Uànema si trasforma e diventa napoletana, perché sarà piegata a portafoglio, proprio come la pizza. Ogni crêpe si chiamerà Uà e sarà identificata con un numero. Saranno ventiquattro le versioni proposte, venti salate e quattro dolci e gli ingredienti, tutti di grande eccellenza, cambieranno in base alla stagionalità.
    «A Napoli è difficile trovare una crêpe alla francese, che si regga in piedi – spiega Massimiliano Manzo – per questo l’idea di Uànema nasce con l’intenzione di trasformare la crêpe francese in versione napoletana, presentandola piegata come una pizza a portafoglio, farcita con buona parte di prodotti provenienti dal territorio campano».
    Alle crêpes di Uànema sarà abbinata Kbirr, la prima birra napoletana, ideata e progettata da Fabio Ditto, fatta con metodo artigianale, non filtrata e non pastorizzata. Tre tipologie – la Lager NATAVOT, la Scotch ale JATTURA, la Imperial Stout PALIAT- per offrire un buon ventaglio di degustazione. Visto che il nome della birra nasce dall’esclamazione tipica partenopea “Uà ch’ birr’”, l’associazione crêpe Uà e Kbirr è d’obbligo.
    Uà, così come non le avete mai mangiate!

    CBS, le cene stellate del Bufala Fest

    Pubblicato da aisnapoli il 31 - maggio - 2016 1 Commento

    cbs8 chef stellati per 8 appuntamenti d’eccezione nell’area riservata del Bufala Fest. Alcuni dei maestri della ristorazione campana interpreteranno piatti e pietanze con i prodotti della Filiera Bufalina, proponendo 8 menu speciali in esclusiva per la manifestazione. L’appuntamento è in riva al mare, sull’incantevole spiaggia della rotonda Diaz, con accoglienza e servizio a “cinque stelle”. Un’esperienza gastronomica irripetibile dedicata al pubblico più esigente. servizio a cura dei sommelier dell’Associazione Italiana Sommelier Delegazione di Napoli.

    La cene si terranno presso la kosmosfera alla Rotonda Diaz, nel Villaggio del Bufala Fest.
    Costo Euro 50 Info e prenotazioni 3917117768

     

    paolo_gramagliaMenu del 1 Giugno Chef Paolo Gramaglia ore 20:30
    Una Bufala verso il mare
    Polpo cotto lentamente, servito con zuppetta ai tarallucci di Agerola, agretto di pomodorini del piennolo, ricotta di Bufala, burrata e polvere di caffè

    “Il pacchero”
    Paccheri in trafila di bronzo, serviti con vongole veraci, salsa broccoli friarielli, gamberi crudi e limone candito
    Straccetti di bufalo

    “Porgi l’altra guancia”
    Brasato di Guancia di Bufalo, clorofilla di
    erbe di campo patate alla colatura di alici e salsa di peperoncini verdi

    Il Limone amalfitano in acqua di arance con frutti di bosco,
    cetriolo e ravanello

    peppe_aversaMenu del 2 Giugno, ore 13:30 Chef Peppe Aversa, Il Buco Sorrento

    Carpaccio di bufalo marinato con mozzarella in carrozza e fuso di blu di Bagnoli Irpino

    Riso carnaroli mantecato con burrata alle erbe spontanee su polpa di pomodoro S.Marzano e confit di limone

    Terrina di bufalo, mela annurca e nocciole di Giffoni

    Mousse di babà e cioccolato bianco glassata all’arancia con salsa al rum

    giuseppe_stanzioneMenu del 2 Giugno, ore 20:30 Chef Giuseppe Stanzione, Trabe di Paestum

    Un insolita bruschetta,pomodoro,robiola di bufala e yogurt croccante.

    Insalatina di seppia ,lattuga di mare, yuzu, maionese di latte di bufala e bottarga.

    Risotto mantecato al caciocavallo di bufala,nocciola di Giffoni,cenere di verdure bruciate.

    Salsiccia di bufalo arrosta,profumi d’oriente,cipollotti fondenti e cremoso di patate e provola.

    Bufala e lamponi


    Alfonso-Crisci-1vitantonio_lombardo3  Giugno ore 20,30 Vitantonio Lombardo Locanda Severino Caggiano

    4 Giugno ore 13,30 Alfonso Crisci Taverna Vesuviana

    giuseppe_daddioMenu del 4 Giugno ore 13,30 Chef Giuseppe Daddio, fondatore e direttore della scuola “Dolce & Salato”, Maddaloni

    Zuppa di provola e patate con involtini di bufalo, mortadella, peperoncini verdi e mozzarella affumicata

    Risotto con cipolla ramata fondente alla birra, salsicce di annutolo a punta di coltello e caciocchiato di latte di bufala

    Lombo di bufalo alle erbe con salsa di ciliegie affogate al vino rosso

    Lasagnetta di patate viola, zucchine alla menta e pomodori datterini

    Tortino caldo di ricotta di bufala salsa di fragole fresche Cioccolato bianco e lime

    lino_scarallo5 Giugno ore 13,30 Chef Lino Scarallo, Palazzo Petrucci”, Napoli

     

     

     

     

     

     

     

     

     

    cristian_torsielloMenu del 5 Giugno ore 20,30 Chef Cristian Torsiello, Osteria Arbustico Valva

    Sfera di ricotta di bufala su salsa di acciughe pomodori passiti e erbe spontanee.

    Cannellone di salsiccia stufata di bufalo al finocchietto zucchine e bufala affumicata.

    Stinco di bufalo patate mantecate al burro di bufala e piselli alla menta.

    Ricotta , pera, frutto della passione e gelato al cioccolato fondente.

    tshirt_magnà_festaavicoA me me piace Magnà!
    Il progetto “Magnà, gli ingredienti giusti” del Rione Sanità
    con la sua maglietta nella collezione delle shirt di
    Gennaro Esposito per Festa a Vico.

    Un progetto per finanziare le attività della Casa dei Cristallini, associazione che, dal 2002, si occupa di minori e famiglie nella parte più interna del Rione Sanità.
    E’ questo Magnà “Magnà gli ingredienti giusti”, il laboratorio delle artiste Assunta D’Urzo e Mary Cinque, che insegna ai bambini a coniugare il saper mangiare e la creatività.
    “Degusti? … no a me me piace Magnà!” dice la maglietta ideata per l’occasione prestigiosa e che va a ruba in queste ore insieme alle altre in vendita per beneficenza a Marina di Equa, nei negozietti sul lungomare dominato dalla Torre del Saracino.
    La più importante e coinvolgente festa della gastronomia italiana, con centinaia di chef da tutta Italia a partecipare, ideata e organizzata dal pluristellato chef Gennaro Esposito, ha sposato il progetto dei piccoli designer del difficile e vitale Rione Sanità grazie al ponte creativo creato dalla giornalista enogastronomica Monica Piscitelli che con la grafica Ilaria Grimaldi e il gruppo di lavoro composto dalla vicepresidente della Casa Gina Bonsangue e il giornalista Walter Medolla trasforma i disegni dei bambini per realizzare progetti di comunicazione integrata allo scopo di far si che la struttura e il progetto possano andare avanti.
    Il tutto grazie alla generosità dello chef Gennaro Esposito e ai suoi preziosissimi collaboratori che lo supportano nella organizzazione della gran Festa che andrà avanti fino a domani, quando alle 10 all’Hotel MOON VALLEY (Corso Caulino, 5, Seiano) ci sarà la conferenza stampa alla quale interverrà una delegazione di Magnà per raccontare questa splendida esperienza: la prima volta a Festa Vico del progetto dei bimbi del Rione Sanità!
    Ma Magnà in queste settimane ha trovato anche altri donatori e si propone di andare avanti per assicurarsi la sopravvivenza della casa dei Cristallini sul lungo termine come altre associazioni hanno fatto ricercando l’autonomia. Tra i suoi benefattori ci sono già la PIZZERIA UMBERTO, l’ASSOCIAZIONE DONNE DEL VINO REGIONE CAMPANIA, la PASTICCERIA GELATERIA MENNELLA, la PIZZERIA DA MICHELE I CONDURRO di Fuorigrotta, il gruppo ROSSOPOMODORO, il pizzaiolo Ciro Oliva della PIZZERIA CONCETTINA AI TRE SANTI, oltre Wine and the city e Associazione Italiana Sommelier delegazione di Napoli che gli hanno offerto la propria collaborazione.

    Franciacorta in festa in omaggio a Christo

    Pubblicato da aisnapoli il 30 - maggio - 2016 Commenta

    LagoIseoFabioCattabiani.143110Franciacorta in festa in omaggio a Christo

    18 giugno – 3 luglio, 2016

    È sempre più vicino il 18 giugno, e con esso l’inaugurazione dell’ultima e attesissima opera di Christo, The Floating Piers.

    Tutta la Franciacorta è in fermento per il grande evento, soprattutto ora che il bel tempo permette di ammirare l’installazione che prende forma espandendosi, un pezzo alla volta, nelle acque del lago d’Iseo. I comuni lacustri sono già da tempo preparati ad accogliere curiosi e turisti, molti dei quali già attirati sin dalle prime fasi preparatorie della spettacolare passerella lunga 3 km per una superficie di circa 70.000 metri quadrati.

    Grazie alla stretta collaborazione con il Comune di Sulzano, Franciacorta sarà protagonista per tutta la durata dell’evento con l’esclusivo Wine Bar, ospitato sul lungo lago di Sulzano (Lido di Sulzano) in una struttura autoportante di 55 mq coperti, creata nel 2015 per l’evento di Expo Milano.
    Il grande pubblico potrà trovare qui e nell’ampio patio frontale, il luogo perfetto per degustare varie tipologie di Franciacorta in abbinamento a raffinati piatti del territorio, sotto l’esperto servizio della gestione Lanzani Bottega & Bistrot.

    Per meglio comprendere l’opera evento di Christo, c’è l’imperdibile visita al Museo Santa Giulia dove è stata inaugurata già il 7 aprile la mostra Water Project, di cui Franciacorta è partner, realizzata a cura di Germano Celant, che fino al 18 settembre presenterà i progetti realizzati dall’artista ungherese e da Jeanne-Claude legati all’elemento dell’acqua.

    In perfetta sintonia con l’atmosfera di festa, ci saranno anche gli appuntamenti con i concerti di Note di Franciacorta, dove la magia della musica e la poesia del vino si incontreranno nel cuore delle più suggestive cantine di Franciacorta.

    Ma le proposte non finiscono qui: spettacoli, happening, mostre e degustazioni avranno il loro clou nel weekend del 25-26 giugno con il Festival Franciacorta d’Estate (www.festivalfranciacorta.it), che coinvolgerà cantine, ristoranti, chef e musicisti per la realizzazione di eventi a tema dedicati alla scoperta del territorio, dei suoi vini, cibi e prodotti.
    I prati della nobile dimora di Palazzo Monti della Corte faranno da cornice alla grande festa conclusiva del Festival, dove domenica 26 giugno, gli ospiti potranno stendersi per un raffinato pic nic e provare le tante prelibatezze proposte nelle aree dedicate allo street food realizzato da rinomati chef, al barbecue e, ovviamente, al banco d’assaggio per la degustazione dei Franciacorta di oltre 60 cantine.

    Al fine di raccogliere tutte le meravigliose proposte che il nostro territorio offrirà durante il periodo dell’installazione, Franciacorta ha creato un sito web dedicato agli eventi di The Floating Piers.
    Cliccando il link http://www.franciacorta.net/it/floating-piers/ il visitatore potrà conoscere tutti i dettagli e le curiosità legate alle manifestazioni in programma e scoprire giorno per giorno il ventaglio di attività disponibili: dalle visite in cantina, alla scoperta di monumenti e luoghi d’interesse, dai menù studiati ad hoc nei ristoranti, alle strutture ricettive disponibili, fino allo sport. Stay tuned!

    ‪#‎TDAY 10TAURASI80YEARS‬

    13248445_1321900507825082_7329187468369238487_o
    La più ampia degustazione verticale di #Taurasi mai organizzata in Italia. Un selezionato e ristretto panel dei degustatori, ripercorrerà circa 80 anni della storia di questo grande vino della Campania, attraverso 10 ANNATE.

    Ciascuna annata è stata scelta da Piero Mastroberardino tra quelle più significative dal punto di vista enologico e più premiate a livello nazionale e internazionale.

    Eccole:

    2009 RADICI TAURASI DOCG RISERVA
    2008 RADICI TAURASI DOCG RISERVA Antonio
    2005 RADICI TAURASI DOCG RISERVA
    1999 TAURASI DOCG RISERVA CentoTrenta
    1996 RADICI TAURASI DOCG RISERVA
    1986 TAURASI DOC RISERVA
    1977 TAURASI DOC RISERVA
    1968 TAURASI DOC RISERVA
    1958 TAURASI DOC
    1934 TAURASI

    Grazie alla magia del vino e alla storia della famiglia #Mastroberardino torneremo indietro nel tempo fino alla vendemmia del 1934.

    Passando, solo per citare alcune annate, per la mitica RISERVA 1968 e la pluripremiata RISERVA ANTONIO del 2008.