Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...corsi sommelier in partenza
Gli eventi dell'AIS Napoli
    • dal 27 mar 2017 al 27 mar 2017 alle ore:15:00

      Campania – Salento Andata & Ritorno

      Mancano: 1 giorno e 10:36 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
    • dal 31 mar 2017 al 31 mar 2017 alle ore:20:00

      31 Marzo, ASTORIA si presenta: 30 anni, 40 ettari e 9 vini

      Mancano: 5 giorni e 15:36 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
    • dal 06 apr 2017 al 06 apr 2017 alle ore:20:00

      6 Aprile, Trappist-10, 10 birre per 10 birrifici trappisti all’Hotel Renaissance

      Mancano: 11 giorni e 15:36 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
  • Video

    Tags

    Un vicino di casa speciale

    Pubblicato da aisnapoli il 19 - gennaio - 2017 Commenta

    IMG_5930Di Marco Tramontano

    A volte, passeggiando tra i vicoli e le strade di una città infinitamente grande e variegata come Napoli, capita di incontrare le persone più strane, le situazioni più incredibili, i personaggi più iconici del nostro folklore.
    E poi, a volte, ma raramente, capita di incontrare folletti del nord Europa, pronti ad accoglierci e a condividere la loro vita e le loro idee.
    E questo è davvero successo sabato, tra le case dell’entroterra napoletano, all’ombra, ma non troppo, di un Vesuvio silenzioso ed osservatore.
    Beh, non è accaduto per caso, a dirla tutta. In fondo la gita mattutina, come se ne dovrebbero fare di più nel mondo dell’enogastronomia, ha portato un infreddolito gruppo di futuri sommelier della birra, nel microbirrificio Okorei, cooperativa di produzione e lavoro di Marigliano, come tappa del percorso di formazione organizzato dall’AIS Napoli.
    Ad accoglierci, oltre ad un energico ed emozionato Alberto Mochetti, uno dei soci dell’azienda, c’erano piante di luppolo a fare da cornice all’insegna del Birrificio, un gatto con enormi occhi che… ma questa storia ve la racconto dopo.
    Una volta entrati la curiosità di vedere una simile realtà è stata sostituita dalla voglia di saperne il più possibile sulla produzione della birra.
    IMG_5956Ed è lì che tra magici e tecnologici strumenti moderni i nostri birrai hanno speso più di mille parole per raccontare come possano malto e acqua essere trasformati dal lievito in una delle bevande più amate del mondo. A volte, ma non sempre, in compagnia del verde luppolo.
    Ed è andata così la mattinata, tra chiacchiere ed argomentazioni scientifiche, tra taralli e degustazioni informali che il nostro piccolo gruppo ha potuto saperne ancora di più su cosa voglia dire produrre la birra, con emozione e con passione, con forza e coscienza dei rischi sempre dietro l’angolo, tra temperature imprevedibili e lieviti capricciosi.
    Ah il gatto, vero… so che non mi crederete, che darete la colpa agli effetti della bianca Beermana, della scozzese Tramalti, dell’Amarilla che strizza un occhio alle Ipa e della “biondissima” Nunenapils, ma io, nel frattempo, tra una foto e l’altra ho avuto la netta sensazione di scorgere un dispettoso diavoletto che provava a rubare le birre. Ed un gatto che, sornione e nero, la proteggeva per noi.
    Ora, che sia vero o no ciò che vi ho detto, penso davvero che nel nostro territorio ci sia bisogno di più folletti che, certo, possono anche sbagliare talvolta, ma che provino a rischiare molto per portare sommessamente un po’ di coraggio e di orgoglio lì dove si è già detto molto ma fatto ancora troppo poco.

    TIMELINE CENA 2“Un angelo tra le stelle 3”

    Giovedì 26 gennaio ore 20.30
    Circolo Nautico Posillipo/ Via Posillipo, 5 (Na)

    Giovedì 26 gennaio, alle ore 20.30, il Circolo Nautico Posillipo ospita la terza edizione di “Un angelo tra le stelle” la cena solidale organizzata dall’Associazione Progetto Abbracci Onlus insieme a Nati per Leggere Campania e alla Fondazione Pol.i.s a sostegno del progetto socio-culturale Liber – Aria di Lettura presso L’Istituto Penale Minorile di Nisida.
    Le stelle protagoniste della serata sono Peppe Aversa del Ristorante il Buco di Sorrento, Paolo Barrale del Ristorante Marennà Feudi di San Gregorio, Michele Deleo del Ristorante Rossellinis di Palazzo Avino Ravello, Danilo Di Vuolo del Ristorante La Caletta dello Scrajo di Vico Equense, Peppe Guida dell’Antica Osteria Nonna Rosa di Vico Equense e Enzo Piccirillo de La Masardona di Napoli, sei grandi maestri che si cimenteranno in una esclusiva performance gastronomica di solidarietà.
    Una cena per 160 ospiti, il cui ricavato sarà impiegato integralmente per l’allestimento di Liber – Aria di Lettura un punto di lettura all’interno dell’Istituto penale per i minorenni di Nisida, accessibile a tutti i minori ospiti della struttura e alle loro famiglie in visita: non una semplice biblioteca ma un luogo di ritrovo dove trascorrere del tempo con le ragazze e i ragazzi dell’isola, dove poter ascoltare una storia letta dalla voce accogliente di una mamma o di uno zio e perdersi tra le pagine di un libro coltivando immaginazione e fantasia.
    Alla sua terza edizione, “Un angelo tra le stelle” si prende cura dei ragazzi di Nisida, l’isola che non c’è per tanti napoletani, luogo di recupero e non di mera detenzione, luogo dove coltivare progetti e speranze per un futuro possibile. <L’idea di poter sostenere con i ricavati della nostra cena la realizzazione di un punto accogliente di libera lettura all’interno del carcere di Nisida ci piace molto perché con Liber getteremo semi di conoscenza, di bellezza, di curiosità e di emozione, semi che un giorno daranno i loro frutti, in un futuro vicino o lontano che sia>, spiega Claudio Zanfagna presidente di Progetto Abbracci Onlus.

    Liber – Aria di Lettura, realizzato da Nati Per Leggere Campania e Fondazione Pol.i.s., è un progetto di grande impatto educativo pensato per avvicinare genitori e ragazzi attraverso una lettura di relazione: gli effetti positivi (migliore sviluppo dal punto di vista cognitivo, emotivo e sociale, educazione alla socialità, dell’ascolto e del dialogo) ricadono infatti anche sui giovani detenuti, spesso già genitori, che imparano in questo modo a sviluppare relazioni solide e durature attraverso il linguaggio delle emozioni e dei sentimenti mediati dal libro. Un progetto sociale che mira a risanare il gap sociale garantendo a tutti i bambini, figli di detenuti, le stesse opportunità di sviluppo e di educazione.

    PROGETTO ABBRACCI ONLUS

    In tre anni Progetto Abbracci Onlus ha realizzato opere importanti a Napoli e in Africa: nel novembre 2016 è stata completata la Scuola elementare/media Andrea Zanfagna nel villaggio Lulamba in Tanzania, regione di Shenanigan Tanzania.

    Si ringraziano per il supporto: Galleria d’Arte l’Ariete; Plose Acqua Minerale Naturale; Gran Caffè la Caffettiera; Marotta & Marotta Editori, Circolo Nautico Posillipo.

    Ufficio stampa Dipunto studio tel. 081 681505 www.dipuntostudio.it

    Un 2017 ricco di novità per la pizzeria 10 di Diego Vitagliano

    Pubblicato da aisnapoli il 19 - gennaio - 2017 Commenta

    orto a km 0 Un 2017 ricco di novità per la pizzeria 10 di Diego Vitagliano

    Nel menù “Sapori d’Inverno”: le pizze dell’orto a KM 0, I Fritti del Re, i dolci di Casa Infante ed il Prodry, vino frizzante alla spina.

    Da Martedì 17 Gennaio nuovo menu ricco di novità sul lungomare di Pozzuoli alla pizzeria 10 di Diego Vitagliano. Si procede seguendo la stessa filosofia che fino ad ora ha caratterizzato il percorso gastronomico della pizzeria: la valorizzazione dei prodotti del territorio flegreo nello specifico e campano in genere.

    Si comincia dalle verdure e dai frutti di stagione coltivati nell’orto che Diego Vitagliano ha realizzato grazie alla preziosa collaborazione dei fratelli Colandrea, titolari dell’azienda agricola KM0 Flegreo di Monte di Procida.
    Da questa unione, nata lo scorso settembre, nascono le nuove pizze legate al territorio: la Torzella che farà scoprire i sapori di una antica verdura campana, la Maritata che rivisita in chiave moderna la minestra delle feste napoletane e la 3 Agrumi che mette insieme la pizza con gli agrumi dei Campi Flegrei.

    Un’altra novità riguarda la scelta di legare in esclusiva la pizzeria all’ultimo Monzù Gerardo Modugno proponendo un ricercato fuori menù, “I Fritti del Re”, una selezione di quattro pezzi di frittura legati alla cucina aristocratica del ‘700 napoletano.
    Tra le specialità che verranno proposte da 10 pizzeria ci saranno: l’uovo alla monachina e la crostatina di tagliolini alla finanziera, fritture che per la loro unicità vale la pena di assaggiare. Saranno disponibili da febbraio.

    Infine i dolci, che nel nuovo menù vengono affidati alle sapienti mani di Marco Infante che con il brand “Casa Infante” ha saputo rendere giovane e gustoso il mondo dei gelati e della pasticceria in Campania. 10 pizzeria proporrà ai suoi clienti i rinomati buccaccielli che tanto successo hanno riscosso tra i giovani, grazie alle gustosissime creme al pistacchio, alle nocciole e alle mandorle e le torte Toledo con pan di Spagna al cioccolato farcito con crema di latte e crema alle nocciole e uno dei must della pasticceria, la Crostata di fragoline.

    Anche nella sezione bibite ci saranno buone nuove: Prodry, un vino frizzante a fermentazione naturale metodo Charmat, dalle caratteristiche aromatiche tipiche del territorio. Il vino viene fatto rifermentare in autoclave dopo l’aggiunta di lieviti selezionati. Ottenuta la pressione desiderata, il vino viene refrigerato, centrifugato e messo nei fusti. Di colore giallo paglierino, ha un profumo fruttato e delicato, leggermente aromatico. Ha un’acidità gradevole, è brioso e sapido. Ottimo come aperitivo, è indicato come vino da tutto pasto, specialmente con fritture miste di pesce o di verdura.

    10 Pizzeria
    Corso Umberto I, 167/169 (lungomare di Pozzuoli)
    Pozzuoli
    Telefono: 08119369713
    Aperto tutti i giorni a cena

    18 Gennaio, Pacapè si presenta ad Aversa

    Pubblicato da aisnapoli il 17 - gennaio - 2017 Commenta

    15941153_10211767892581993_1652405824267128155_nIl 18 Gennaio, un evento a inviti per presentare al pubblico e alla stampa il Pacapè: acronimo di pasta, carne e pesce. Una struttura che si candida a diventare polo di riferimento della ristorazione normanna e non solo. Un progetto fortemente voluto dallo chef Nino Cannavale, che unisce l’attenzione alla biodiversità e alle eccellenze del territorio con la formazione di tanti giovani che vogliono avvicinarsi al mondo dei fornelli.

    Stampa“Un angelo tra le stelle 3”
    Sei chef a sostegno del progetto Liber Aria di Lettura
    presso l’Istituto Penale Minorile di Nisida

    Conferenza Stampa
    Martedì 17 gennaio ore 11,00 – Circolo Posillipo Napoli

    Martedì 17 gennaio, alle ore 11, presso il Circolo Nautico Posillipo (via Posillipo, 5) sarà presentata alla stampa la terza edizione di “Un angelo tra le stelle”, la cena solidale – in programma giovedì 26 gennaio -organizzata da Progetto Abbracci Onlus per raccogliere fondi per la realizzazione di un’area di libera lettura che sarà inaugurata presso l’Istituto Penale Minorile di Nisida a cura di Nati per Leggere Campania e Fondazione Pol.i.s.

    Intervengono
    Paolo Siani, Presidente Fondazione Pol.i.s.
    Gianluca Guida, Direttore Istituto penale minorile di Nisida
    Claudio Zanfagna, Presidente Progetto Abbracci Onlus

    Modera
    Donatella Bernabò Silorata, Giornalista

    15991680_10210186101442667_1777512470_o

    16 Gennaio, Wine&Flight Il vino è storia con Villa Matilde

    Pubblicato da aisnapoli il 15 - gennaio - 2017 Commenta

    Wine & FlightLunedì 16 gennaio dalle ore 19.00 Il vino è storia
    Il Falerno decantato da Plinio, Ovidio e Marziale. Lettura performativa a cura di Marialuisa Firpo e accompagnamento musicale (arpa) e degustazione commentata con il Falerno di Villa Matilde.

    terredoraASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER CAMPANIA

    I due volti di CampoRe a distanza nel tempo
    Ex Libris Palazzo Lanza
    con Terredora
    giovedì 26 gennaio 2017 ore 19,30
    Capua, Corso Gran Priorato di Malta 25

    Giovedì 26 gennaio nell’elegante cornice di Ex Libris Palazzo Lanza a Capua, Corso Gran Priorato di Malta 25, “I due volti di CampoRe a distanza nel tempo” serata di degustazione con Terredora.

    Due vini in degustazione per due annate:

    Fiano di Avellino CampoRe Docg 2010
    Fiano di Avellino CampoRe Docg 2008
    Taurasi Riserva CampoRe Docg 2007
    Taurasi Riserva CampoRe Docg 2006
    Conduce la degustazione Nicoletta Gargiulo, Presidente Ais Campania.

    Costo 40 euro

    La prenotazione è obbligatoria e impegnativa a: Mariateresa Lanza 393 1571655
    mariateresalanza@virgilio.it
    Ex Libris Palazzo Lanza, Corso Gran Priorato di Malta 25, Capua (Ce)

    info@aiscampania.it 0823/345188

    Terredora è passione per una terra celebrata nell’antichità come Campania felix, per i vitigni autoctoni che sono tracce viventi di quella che è la grande eredità greco-latina.

    Capostipite è Walter Mastroberardino che nel 1994, a sessant’anni quando altri avrebbero deciso di ritirarsi a vita privata, intraprende un nuovo percorso imprenditoriale nel mondo del vino, con i figli Paolo, Lucio e Daniela e la moglie, Dora Di Paolo.

    Nasce così Terredora i cui prodotti sono quasi tutti ottenuti dalle uve delle tenute di famiglia, site nelle aree più vocate dell’Irpinia, terra d’eccellenza per la coltivazione della vite, e dalle cui vigne, nel 1978, partì il Rinascimento dei vitigni aglianico, fiano e greco, cui si aggiunse più tardi la falanghina.