Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...corsi sommelier in partenza
Gli eventi dell'AIS Napoli
    • dal 07 mag 2019 al 07 mag 2019 alle ore:20:00

      Corso Sommelier della Birra n.10, in partenza il primo livello da Babette dal 7 Maggio

      Mancano: 15 giorni e 04:24 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
  • Video

    Tags

    55963146_2777716155573679_6322092628787593216_nDi Maria Grazia Narciso

    La “Convenzione ONU per i diritti delle persone con disabilità” fa riflettere su come la condizione di disabilità non sia autodeterminante ma sia dovuta alla interazione tra il deficit di funzionamento della persona e il contesto sociale.

    Ergo il problema siamo noi, siamo noi il “contesto sociale” e quindi ne abbiamo piena responsabilità.

    Ma cosa possiamo fare perché quella che percepiamo come diversità si trasformi invece in “speciale normalità”?

    Masseria Guida di Ercolano Laura Gambacorta da un po’ di tempo su questo tema eseguono a quattro mani piccoli capolavori di armonica inclusione. Il più recente? Il  “Picnic solidale” sui prati della struttura, per raccogliere fondi da destinare ai corsi di panificazione rivolti ai bambini autistici assistiti dalla “Cooperativa Padre Ferdinando Brachini” presso l’Istituto Antoniano di Ercolano.  Grazie a questi percorsi i partecipanti avranno l’opportunità di cimentarsi, attraverso modalità compatibili con le proprie difficoltà di apprendimento, in tutti i passaggi tipici del processo di panificazione, acquisendo così competenze utilizzabili in futuro.

    Le somme raccolte in occasione del Pic-nic di sabato 30 marzo, che ha visto tanti ospiti di tutte le età godere di una splendida giornata di sole, sui teli stesi sull’erba per l’occorrenza, immersi tra orti e frutteti, con la possibilità di accedere ai banchi di delizie preparate dagli chef dei due ristoranti della casa e dalle aziende partners, serviranno alla copertura dei costi vivi dei corsi tenuti dal maestro Domenico Filosa di San Sebastiano al Vesuvio a titolo gratuito.

    Nunzia Parrotcake-designer della Masseria Guida, conosce bene l’autismo, perché ne è affetto Isidoro, il suo bambino di 13 anni, ed è impegnata con tutto il cuore nella riuscita del progetto, così come tutti i suoi colleghi. L’intimo coinvolgimento di tutta l’azienda in questo impegno è percepibile dalle voci e dagli occhi emozionati dei responsabili di funzione, quando raccontano, ognuno per la propria area di pertinenza, i perché e i come di ogni singola iniziativa posta in essere.56208351_2777720398906588_907433311545065472_n

    Giorgio, Tommaso, Francesco e Maria Guida, proprietari di Masseria Guida, non sono nuovi infatti a progetti solidali. Nel mese di giugno dello scorso anno con “Territori da Gustare” hanno messo a disposizione la struttura per un’altra raccolta fondi, fermamente convinti che il sano divertimento possa essere una leva potente.

    Certo, un Picnic non può essere “la” soluzione! Ma non è da sempre il simbolo e l’esempio di interazione e contatto tra esseri umani e di questi con la Madre Terra?  Se a questo metapensiero poi si aggiungono contributi e supporti, nulla osta al successo dell’opera, alla quale applaudiamo tutti.

    Un plauso va anche alle aziende “inclusive” che hanno contribuito al successo dell’evento: Panificio Doc di Domenico Filosa, La Nuova Masseria, Mercatino delle Carni, Provisiero Carni, Carmasciando, Azienda Agricola Mele, Acqua Panna e San Pellegrino, Birra Menabrea by Il Torchio, Pago Succhi di frutta, Espresso Italiano, Liquori Maurizio Russo, Focus Animation Group e AdHoc Gruppo Festante. 

    Foto di Gabriella Imparato

    Per l’album completo clicca qui

    8 Aprile, Enzo Coccia: Savini Tartufi Pizza on tour

    Pubblicato da aisnapoli il 2 - aprile - 2019 Commenta

    55483186_1388770941275443_7916052432256237568_nIl Tartufo in viaggio da Sud a Nord verso alcune delle pizzerie-icona delle più importanti città Italiane per diffondere il messaggio del “tartufo tutto l’anno”

    Negli ultimi anni Savini Tartufi si impegna fortemente nella diffusione del messaggio che il tartufo è un frutto del bosco, reperibile e apprezzabile tutto l’anno. Certamente le peculiarità delle sette specie che Savini Tartufi lavora, si distinguono sia per caratteristiche che per qualità, esaltando l’una o l’altra tipologia a seconda delle pietanze a cui vengono abbinate.
    La famiglia Savini si occupa di tartufi da ben quattro generazioni; una passione tramandata di padre in figlio; una realtà basata sia sul tartufo fresco che su prodotti a base di tartufo, tutte ricette pensate e preparate dalle sapienti mani di Luciano Savini.

    Grazie alla sua posizione privilegiata, l’azienda è riuscita a fare del “tartufo tutto l’anno” la sua filosofia. Si trova infatti a metà tra Pisa, Firenze e Siena, un’area in cui si possono trovare diverse tipologie di tartufo che variano durante tutto l’anno. Questo territorio, consente non solo di avere continua reperibilità, ma anche il totale controllo della qualità e della provenienza dei tartufi conferiti da oltre 650 tartufai di fiducia.

    Le varietà vanno dal Tartufo Nero Pregiato al Tartufo Nero Uncinato, dal Tartufo Bianchetto, al Tartufo Nero Scorzone Estivo, per arrivare al Tartufo Bianco per eccellenza, il Tuber Magnatum Pico.

    Per questa ragione il tour che inizierà in primavera, ha l’obiettivo di diffondere non solo la conoscenza del Tuber Magnatum Pico, ma anche delle sue diverse tipologie ed utilizzi e sfatare il mito che il tartufo sia un ingrediente prettamente autunnale o invernale.

    Negli ultimi anni, alcuni chef-pizzaioli, spinti dalla curiosità di abbinare un ingrediente tanto prezioso ad uno dei piatti più rappresentativi della cultura Italiana, hanno iniziato a ricercare tartufo fresco o prodotti specifici al tartufo per farcire le pizze. L’azienda ha quindi letto questa necessità del mercato, sviluppando una linea di prodotti valida per tutto l’anno, ideali per farcire pizze bianche e rosse, in aggiunta al già apprezzato tartufo fresco.

    Creazioni che oggi divengono protagoniste di un Pizza Tour, dal Sud al Nord. Un viaggio in 6 tappe che toccherà alcune delle pizzerie-icona delle città più importanti d’Italia, dove si andranno a creare eventi dedicati all’unione di pizza e tartufo. L’obiettivo è fare cultura riguardo al famoso diamante del bosco liberandolo dai luoghi comuni e, al contempo, sulla pizza, senza mai snaturarla e senza influenzare lo stile di ogni pizzaiolo. Le pizze che si caratterizzano per gusti di farcitura e impasti particolari, rappresentano un capitolo importante nell’offerta di ogni pizzeria: seguono le stagioni e valorizzano i singoli ingredienti, aiutando a definire l’immagine del locale agli occhi del cliente. Savini Tartufi propone al mondo della pizza, una serie di prodotti ideali per la guarnizione, dalla unica ed inimitabile Peschiola (piccola pesca al tartufo), al Diamante Nero (scaglie di sale nero al tartufo) e tante salse sfiziose.

    La pizza è una delle eccellenze della cucina italiana e l’unione con il tartufo non può che rappresentare l’incontro tra due grandi icone gastronomiche.
    Questo Road Show ha come obiettivo la diffusione della cultura del Tartufo pensato, non solo come ingrediente costoso e lussuoso, ma anche come un prodotto versatile, da accostare a diversi tipi di cucina, da consumare tutto l’anno e in ogni tipo di situazione. Il tartufo ed i prodotti confezionati che proponiamo, sono frutto di un’attenta ricerca, volta a completare una ricetta, renderla più gustosa o semplicemente, speciale. La pizzeria è culturalmente, un luogo “per tutti” ed è proprio qui che, a nostro avviso, è fondamentale diffondere la conoscenza di questo famoso frutto del bosco” afferma Cristiano Savini.

    Il tour partirà dalla città patria della Pizza: Napoli con Enzo Coccia. Proseguirà poi a Torino, Milano, Verona e Roma per finire in Toscana. Cristiano Savini insieme a Francesca Barberini, nota esperta gastronoma e volto televisivo, condurranno gli ospiti in un viaggio immaginario all’interno del bosco alla scoperta della storia e delle caratteristiche del diamante del bosco.

    Queste le date:

    *NAPOLI, Pizzaria La Notizia – Enzo Coccia, 08/04
    *TORINO, Sestogusto – Massimiliano Prete, 15/04
    *MILANO, Lievità – Giorgio Caruso, 07/05
    * VERONA, Saporè San Martino Buon Albergo
    – Renato Bosco, 23/05
    * ROMA, Seu Pizza Illuminati – Daniele Seu, 03/06
    * VERSILIA, Apogeo – Massimo Giovannini con Giovanni Santarpia e Tommaso Vatti, 11/06

    diapositiva1ASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER Delegazione di Napoli
    La Sfida n.4
    Aglianico vs Nebbiolo
    Marco Fasciglione vs Paolo Fasciglione

    Venerdì 12 Aprile ore 20.30
    Enopanetteria I Sapori della Tradizione
    Corso Europa n.125 Melito (Na)
    Euro 25. Info e prenotazioni: 081.7117410
    Prenotazione obbligatoria e impegnativa

    In degustazione 

    Aglianico beneventano IGT Turrunpiso 2017, Canlibero 
    Aglianico del Vulture DOC Il Sigillo 2012, Cantine del Notaio
    Irpinia Aglianico DOC Serpico 2012, Feudi di San Gregorio

    Rosso di Valtellina doc 2015 Arpepe
    Lunas Nebbiolo Colli del Limbara IGT forse 2014, Muscazega
    Barolo DOCG 2012 Giovanni Rosso

    Una squadra di agguerriti degustatori ufficiali pronti a raccogliere il guanto di sfida fronteggiandosi uno contro l’altro a colpi di degustazioni.
    In ogni appuntamento un territorio da raccontare attraverso i suoi vini: un viaggio sensoriale che coinvolgerà la platea che poi dovrà decretare l’esito della sfida esprimendo il suo voto, coadiuvata da una giuria tecnica.
    Chiamatelo storytelling…la narrazione di un territorio attraverso immagini, storie ed emozioni nel bicchiere.

    Pronti per il quarto appuntamento?

    La sfida fraticida più cruenta dai tempi di Romolo e Remo…

    Marco e Paolo Fasciglione, uno contro l’altro, Kramer vs Kramer, ovvero Aglianico vs Nebbiolo.

    Sud contro Nord in una degustazione che mette a confronto i rossi che si contendono la scena enologica italiana.

    Intanto segnatevi la data, 12 Aprile, e il luogo della sfida: Enopanetteria I Sapori della Tradizione.
    Non mancherà, naturalmente, il tradizionale buffet di pizze di Stefano Pagliuca e Raffella Verde ad allietare i partecipanti a questa avvincente sfida.

    La Campania del vino al Vinitaly

    Pubblicato da aisnapoli il 2 - aprile - 2019 Commenta

    campania al vinitalyLa Campania porta a Vinitaly il suo immenso patrimonio enologico. Presso lo Spazio Campania di Milano, Franco Alfieri, consigliere del Presidente della Regione Campania per le Politiche agricole, alimentari e forestali, caccia e pesca, Tommaso De Simone, presidente della Camera di Commercio di Caserta e vice presidente di Unioncamere, Filippo Diasco, direttore generale Politiche agricole, alimentari e forestali della Regione Campania e Tommaso Luongo per la sezione campana dell’Associazione Italiana Sommelier (AIS) hanno illustrato i dettagli della presenza di Regione Campania e Unioncamere presso il salone internazionale del vino in programma a Verona dal 7 al 10 aprile.

    Oltre 200 aziende presenti e numerosi momenti di approfondimento sulle diverse aree viticole della Campania, ormai tra più importanti regioni d’Italia per qualità di vini prodotti: Masterclass con giornalisti di rilievo internazionale sui vini vulcanici, i vini dell’Appennino campano, i vini della Dieta Mediterranea, i vini dei Borbone; seminari sui vigneti storici ed eroici, biodiversità, sostenibilità, innovazione in Campania, la bellezza dei paesaggi del vino in Campania; degustazioni a cura di AIS Campania; premio fotografico “Paesaggio di…vino”; Concorso enologico Lucio Mastroberardino; “Eruzioni del gusto” al Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa; degustazione a cura dell’associazione nazionale “Le Donne del Vino“; degustazione di prodotti tipici dell’enogastronomia campana; presentazione della Carta dei Vini dei Parchi nazionali della Campania e momenti organizzati dai Consorzi. Spazio anche agli incontri b2b, dove le aziende incontreranno buyer ed operatori commerciali di settore.

    Particolarmente rilevante a Vinitaly sarà la presenza di Sannio Falanghina Città Europea del Vino. L’assessore regionale alla formazione Chiara Marciani, il presidente del Consorzio di Tutela Vini del Sannio Libero Rillo, il vice presidente della Commissione Agricoltura, Erasmo Mortaruolo e il consigliere del Presidente De Luca Franco Alfieri hanno illustrato le attività in programma delle iniziative a Vinitaly per valorizzare il comparto vinicolo del Sannio che, da solo, rappresenta il 50% della produzione campana: 120 eventi organizzati dai comuni, progetti dedicata a sostenibilità, urbanistica, modernità in agricoltura e per il bassissimo impatto ambientale.

    L’assessore Marciani ha lanciato l’Accademy del Vino, un polo di alta formazione per la creazione di figure professionali sull’agricoltura 4.0, dalla sostenibilità all’efficientamento energetico e alla modernizzazione delle aziende agricole.

    A suggellare l’importanza del riconoscimento ricevuto da RECEVIN – European Network of Wine Cities, il logo di Sannio Falanghina Città Europea del Vino presentato per l’occasione, donato da Mimmo Paladino a testimonianza del legame che lega l’artista al suo territorio d’origine.

    thumbnail-81I dolci di Pasqua saranno i protagonisti del prossimo incontro con Sal De Riso, in programma per sabato 6 aprile presso il bistrot di Minori, il “Sal De Riso Costa d’Amalfi”.

    Durante la giornata, che inizierà alle 10.00 e proseguirà fino alle 16.00, si approfondirà la conoscenza degli ingredienti e delle tecniche necessarie alla realizzazione di un must della pasticceria pasquale partenopea: la Pastiera classica. Subito dopo si passerà a una delle rielaborazioni più apprezzate da grandi e piccini: la Pastiera al cioccolato. In programma anche la spiegazione e la realizzazione di una specialità di De Riso, il Principe siciliano e, infine, è previsto un focus sulle crostate con frutta di stagione.

    Come di consueto, il corso prevede anche l’aperitivo e il pranzo presso il bistrot in compagnia del maestro Sal De Riso.

    Al termine dell’incontro, i partecipanti riceveranno le ricette dettagliate di tutti i dolci realizzati e un attestato di partecipazione.

    Per i corsisti, inoltre, sono previsti cadeaux offerti da: Agrimontana, Mulino Caputo e Pavoni Italia oltre a un originale grembiule voluto, in esclusiva, da De Riso per i suoi allievi.

    Per prenotazioni e informazioni: 089. 85.64.46 oppure info@deriso.it

    Campania Stories Day – 1 Aprile Costiera Amalfitana

    Pubblicato da aisnapoli il 30 - marzo - 2019 Commenta

    Invito_C_S_Web_operatori
    L’edizione 2019 di Campania Stories – presentazione alla stampa nazionale ed internazionale delle ultime annate dei vini campani – apre le porte al pubblico di operatori, appassionati e a tutti coloro che amano la Campania del vino.

    Nello scenario unico al mondo della Costiera Amalfitana il giorno lunedì 1 aprile 2019, presso l’Hotel Cetus di Cetara (Salerno), si terrà l’appuntamento annuale con CAMPANIA STORIES DAY, degustazione di tutte le etichette presentate in assaggio dalle aziende con postazione fissa riservata con diverse fasce orarie: dalle 10 alle 12, dalle 15 alle 17 e dalle 18 alle 20.

    Per informazioni e prenotazioni: tel. 347.9904955 – info@campaniastories.com

    Vinitaly 2019

    Pubblicato da aisnapoli il 30 - marzo - 2019 Commenta

    mail-4Cari Soci,
    a tutti Voi è riservata una condizione di assoluto privilegio per l’acquisto dei biglietti di ingresso a Vinitaly (7-10 Aprile 2019):
    INGRESSO RISERVATO a € 40,00 IVA COMPRESA anziché € 85,00

    CLICCATE QUI PER ACCEDERE ALL’AREA RISERVATA, specificando NUMERO DI TESSERA, COGNOME, NOME, EMAIL (campi obbligatori). L’inserimento del CODICE FISCALE è facoltativo.

    IMPORTANTE!

    L’acquisto dei Codici Coupon sul PORTALE DI AISITALIA sarà disponibile fino alla mezzanotte del giorno 01/04/2019.

    Ogni socio potrà acquistare un massimo di 4 biglietti. Ogni biglietto è nominale e valido per una persona (corrispondente al nome e cognome indicato sul biglietto) e per un solo ingresso. Un socio potrà entrare una sola volta per ogni giorno di manifestazione e pertanto i 4 biglietti emessi potranno essere utilizzati solo in giornate differenti.
    Ogni operatore/ socio dovrà effettuare una registrazione al portale WWW.VINITALY.COM con codice fiscale (obbligatorio) per poter convalidare il COUPON e accettare il regolamento per il visitatore. Nel campo “Ragione sociale” consigliamo di inserire “Associazione Italiana Sommelier”. Una volta convalidato il socio riceverà via mail all’indirizzo di posta elettronica comunicato in fase di registrazione il biglietto print@home. La stampa dei biglietti in formato cartaceo pertanto deve essere effettuata dai visitatori prima di recarsi in fiera. In caso di mancata ricezione della mail di conferma con allegato il biglietto in formato pdf è possibile recuperare lo stesso accedendo al proprio profilo nell’AREA RISERVATA del sito di Vinitaly.

    Il servizio di attivazione dei codici Coupon forniti dall’Associazione Italiana Sommelier sul portale di Verona fiere sarà attivo fino al 05/04/2019.

    L’ingresso alla manifestazione è riservato agli operatori. È vietato l’ingresso ai minori di anni 18, anche se accompagnati. La registrazione è obbligatoria.

    I biglietti acquistati non potranno essere rimborsati.

    PER USUFRUIRE DI QUESTE AGEVOLAZIONI È NECESSARIO ESSERE IN REGOLA CON IL PAGAMENTO DELLA QUOTA ASSOCIATIVA.

    La Segreteria AIS
    Viale Monza 9 – 20125 Milano
    Tel. 02-2846237
    www.aisitalia.it

    thumbnail-7Opera Wine Lab
    La lirica e il vino: laboratorio multisensoriale
    Teatro San Carlo e Wine&Thecity

    Sabato 30 marzo 2019, ore 18

    Continuano i laboratori multisensoriali di Opera Wine Lab, il progetto realizzato da Teatro San Carlo di Napoli in collaborazione con l’Associazione culturale Wine&Thecity: dopo i primi due incontri dedicati ad Ascolto e Corpo poetico, Sabato 30 marzo alle ore 18, Filomena Piccolo, formatrice del Teatro di San Carlo guiderà il Laboratorio Musica Insieme, un percorso pratico e teorico alla scoperta de “Le vie del Vino” nell’opera lirica. Al centro dell’incontro, della durata di circa un’ora, due grandi opere: “La Traviata” e “Cavalleria Rusticana”. I partecipanti, guidati dalla formatrice, si cimenteranno in esercizi vocali per esplorare le potenzialità e l’espressività della voce nel “parlato” e nel “cantato” attraverso varie tecniche – respirazione, tono, timbro, espressività, vocalizzi – arricchite da elementi di dizione, di fonetica e canto. Al termine della lezione musicale un Sommelier dell’Ais Napoli stimolerà, attraverso la degustazione, gusto e olfatto dei partecipanti: nei calici i vini di Cantine Federiciane che presenterà per l’occasione il suo Flegreo, uno spumante di Falanghina Doc caratterizzato dal gusto asciutto e fresco e il Gragnano un vino rosso rubino dalle note fruttate e intense. Ad accompagnare la degustazione una selezione di prodotti offerti da I love Murtadell.

    Costo di partecipazione 20 euro a persona. I biglietti sono acquistabili attraverso i canali ufficiali del Teatro di San Carlo.

    INFORMAZIONI PRATICHE

    Convocazione partecipanti – Opera Cafè San Carlo (Piazza Trieste e Trento): ore 17.45
    Laboratorio (Sala Giardini): ore 18.00
    Trasferimento al MeMUS per degustazione

    Struttura. Ogni incontro avrà la durata di circa due ore e sarà suddiviso in due parti: un laboratorio guidato da un Formatore del Teatro di San Carlo (in Sala Giardini) e la degustazione di vino (al MeMUS).

    Materiali. Tappetini da yoga, oggetti e materiale musicale a cura dei Formatori del Teatro di San Carlo. Ai partecipanti è consigliato un abbigliamento comodo.

    Spazi. Teatro di San Carlo (Sala Giardini) e MeMUS – Museo Memoria e Musica del Teatro di San Carlo

    www.teatrosancarlo.it