Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...corsi sommelier in partenza
Gli eventi dell'AIS Napoli
    • Nessun evento da mostrare
  • Video

    Tags

    sommelier del rum

    ASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER Delegazione di Napoli


    Sommelier del Rum
    Corso n.4
    #Cinqueserate #20rum
    20 rum, con cioccolato, tè e sigaro TOSCANO®
    Wine Bar Scagliola via San Pietro a Majella n.15

    Euro 200. Info e prenotazioni: 081.459696 / 334.9698115
    Posti limitati. In collaborazione con Wine Bar Scagliola, Meregalli, Samaroli e Velier

    Un percorso finalizzato ad approfondire la conoscenza del principe “etilico” dei Caraibi, un distillato ricco di tradizioni e leggende che parla sempre e soltanto la lingua del suo luogo d’origine. Un viaggio che dura cinque serate, (quattro mercoledì e un martedì), venti rum in degustazione con l’abbinamento di tè, cioccolato e sigaro italiano.

    4 Ottobre Mercoledì Prima lezione ore 20.30
    La storia del Rum: La via del rum, il colonialismo e l’evoluzione del gusto.
    La filosofia aziendale Meregalli
    In degustazione 4 Rum
    Relatore Roberto D’Alessandro, Meregalli
    Con la partecipazione di Silvia Hübner, Williams and Humbert dos maderas

    11 Ottobre Mercoledì Seconda lezione ore 20.30
    La distillazione, tra storia e leggende: una questione di alambicchi.
    La tecnica di degustazione: aspetto visivo, olfattivo e gusto-olfattivo.
    In degustazione 4 Rum
    Relatore Gabriele Pollio, Ais Napoli

    18 Ottobre Mercoledì Quarta lezione ore 20.30
    Lo Stile Inglese
    L’arte del Tè con Giuseppe Musella, Qualcosa di tè.
    In degustazione 4 Rum
    Relatore Gabriele Pollio, Ais Napoli

    25 Ottobre Terza lezione ore 20.30
    La stile spagnolo: la “mezcla” e il metodo solera
    Il Rum e l’abbinamento: metodo e tecnica.
    L’abbinamento con il sigaro di tradizione italiana: il TOSCANO® ANTICA TRADIZIONE con Paride Cimbalo, Club Amici del TOSCANO®.
    In degustazione 4 Rum
    Relatore Tommaso Luongo, Ais Napoli

    31 Ottobre Martedì Quinta Lezione ore 20.30
    Lo stile francese.
    L’abbinamento con il cioccolato Claudio Corallo.
    In degustazione 4 Rum.
    Relatore Tommaso Luongo, Ais Napoli

    Alla conclusione della quinta serata verrà rilasciato agli iscritti l’Attestato di Partecipazione “Sommelier del Rum”

    foto-fr-sal1La passione di alcuni ristoratori per prodotti locali di particolare pregio ha spesso ricadute positive sull’economia e innesta processi virtuosi. Anni fa a “rilanciare” la pasta di Gragnano, utilizzandola e promuovendola, furono Livia e Alfonso Iaccarino del “Don Alfonso 1890″. Ora, anche grazie agli imprenditori del posto, è conosciuta in tutto il mondo.
    Allo stesso modo, bisogna dare atto ai maestri pizzaioli Francesco e Salvatore Salvo di essere stati i primi, già quattro anni fa, a scommettere sulle potenzialità della patata interrata del Taburno (conservata in buche di media/alta montagna e protetta da strati di foglie di felce) stringendo un patto di filiera con i produttori e acquistando tutta la loro produzione. Il risultato è stato una crescita immediata di notorietà di questo prodotto, anche con il contributo dello Slow Food e della Comunità del Cibo.
    Tutto ciò ha suscitato richieste da ogni dove, tanto che i fratelli Salvo, in accordo con i contadini, hanno deciso di sperimentare i primi, altre tipologie di patate, i secondi, di vendere in maniera frazionata a tanti altri la loro raccolta.
    Siamo felici che il lavoro congiunto con le associazioni abbia tutelato un prodotto antico e di eccellenza che stava scomparendo, facilitandone la ripresa e la diffusione, tanto che ora si possono anche organizzare manifestazioni in suo onore.” D’altra parte, lo studio e la selezione che i fratelli Salvo fanno sugli ingredienti e sui prodotti agricoli è ampio e articolato. I due giovani pizzaioli hanno stretto patti di filiera con diversi produttori, arrivando ad “adottare” alcuni orti particolari, nei quali seguono l’intero processo: dalla selezioni delle sementi fino alla scelta dei lotti di produzione. Così da assicurarsi, oltre alla genuinità del prodotto, una costanza nelle caratteristiche organolettiche (come per i loro pomodori ).
    Il nostro obiettivo è quello di seguire un percorso virtuoso e finalizzato all’ottenimento della qualità.” raccontano i fratelli Salvo “Proponiamo pizze e fritture nel rispetto della tradizione partenopea, utilizzando gli ingredienti migliori.
    Da qui nascono le collaborazioni con i produttori locali (e non solo), l’adozione di prodotti dei presidi Slow Food o addirittura di un’intera Comunità del Cibo. Nello stesso alveo si pone la cura che i Salvo mettono nella compilazione della carta degli oli, delle birre artigianali e dei vini, per la quale si sono recentemente aggiudicati Il Premio nazionale per la Miglior Carta dei Vini nell’ambito della 50 Top Pizza.
    Il tutto senza mai tradire le origini, guardando con intelligenza e apertura a quello che succede nel mondo della pizza, anche oltre i confini i regionali.

    18 Settembre, Ode al pomodoro a La Fescina con Malazè

    Pubblicato da aisnapoli il 9 - settembre - 2017 Commenta

    img_4050ASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER Delegazione di Napoli

    Malazè 2017

    La Fescina Nuova Hostaria Flegrea 

    con Monica Piscitelli e Tommaso Luongo, sommelier del pomodoro

    presentano

    Ode al Pomodoro (Cannellino e altri…)

    Lunedì 18 Settembre ore 20

    La Fescina Nuova Hostaria Flegrea

     Corso Italia, n° 261 – Quarto (NA)

    Ticket di partecipazione: euro 30 a persona

    Prenotazione obbligatoria:  081.8464977 

    Ode al pomodoro…flegreo: il Cannellino. Se Pablo Neruda avesse saputo che nei magnifici Campi Flegrei si coltiva un pomo d’oro straordinario, sarebbe stato per lui uno dei suoi componimenti. Secondo a nessuno per bontà, bellezza e utilizzo in cucina, il Cannellino flegreo è al centro di una intensa attività di valorizzazione, un cammino appena intrapreso già attraversato dal altre autorevoli varietà come il Piennolo del Vesuvio, il San Marzano e, parallelamente, dal Verneteco Sannita.

    Lunedì 18 Settembre Dario De Gaetano e Antonio Apa de La Fescina propongono un incontro tra pomodori con un menù a loro interamente dedicato. In degustazione una selezione di etichette della cantina quartese Carputo.

    Il Menu

    Pappa al pomodoro Verneteco sannita con baccalà al lemongrass e provola affumicata

    Falanghina frizzante Igp Carputo

    Rigatoni all’amatriciana di pomodoro cannellino

    Piedirosso dei Campi Flegrei Dop Carputo

    Guancia di manzo brasata all’Aglianico alla pizzaiola di pomodoro del piennolo

    Etalon Aglianico Campania Igt Carputo

    Pomodoro San Marzano, cioccolato bianco e crumble al rosmarino

    Lapilli Falanghina Spumante Extra Dry Carputo

    Benvenuto a Napoli Sven Otten!

    Pubblicato da aisnapoli il 8 - settembre - 2017 Commenta

    Stasera alle 23 salirà sul palco di Gragnano per la Festa della Pasta Igp il giovane ballerino tedesco Sven Otten che spopola nelle piazze e noto per aver fatto impazzire il web con il suo ballo inserito in uno spot della Tim. Intanto ha voluto celebrare il suo arrivo in città regalando ai napoletani il suo tradizionale balletto eseguito stavolta con lo sfondo del Caste dell’Ovo.

    Pasta, Amore e…Pomodoro, la festa della Pasta Igp di Gragnano

    Pubblicato da aisnapoli il 7 - settembre - 2017 1 Commento

    fb_img_1504095202800Festa della Pasta IGP di Gragnano, si apre domani
    Balli, show e buon cibo. 11 i pastifici del Consorzio

    Apre domani alle 19.00 “Pasta, amore e…pomodoro”, la festa organizzata dal Consorzio Pasta di Gragnano IGP con il patrocinio del Comune di Gragnano.
    Si parte, dal punto di vista gastronomico, con un grande classico della dieta Mediterranea, la pasta al pomodoro che sei grandi chef interpreteranno con le loro ricette che utilizzeranno i diversi formati di pasta a pomodori selezionati tra le migliori produzioni campane.
    Dalle 22 gli spettacoli. Si comincia con l’esibizione del comico fondamentalista napoletano Simone Schettino e a seguire, alle 23, l’attesissimo Sven Otten, il ballerino noto per lo spot della Tim che per la prima volta sarà in Campania.
    Veri protagonisti dell’evento saranno gli undici pastifici del Consorzio che animano l’economia stessa di Gragnano: La Fabbrica della Pasta, Il Mulino di Gragnano, Pastificio D’Aragona, Pastificio D’Aniello, Antiche Tradizioni di Gragnano, Il Re della Pasta, Pastificio Massa, Oro di Gragnano, Cooperativa Pastai Gragnanesi, Pastificio Di Martino, Pastificio Dei Campi.
    La produzione della pasta è pari a 10mila quintali al giorno per un fatturato totale di 250 milioni di euro. Un mercato prevalentemente estero se si considera che il 70% della produzione è destinato all’estero. E Gragnano rappresenta il 5% della forza lavoro del settore in Italia.

    19060000_426867284378505_2831168270509969833_n17, 18 e 19 Settembre c’è Ischia Safari, manifestazione giunta alla terza edizione, quest’anno con un significato in più: il sostegno delle vittime del terremoto del 21 agosto. Una parata di chef, maestri pizzaioli e pastry chef per un tour nei luoghi dei sapori ischitani. Sponsor dell’evento l’Associazione Italiana Sommelier che sarà presente con i suoi sommelier agli eventi del 18 e 19 Settembre.
    Il progetto ideato dagli Chef Nino di Costanzo Pasquale Palamaro punta ad accendere i riflettori sull’eccellenza dell’enogastronomia campana a livello nazionale, celebrata anche con il primato della Regione nel riconoscimento delle celebri stelle Michelin. Due amici, due chef con in comune l’attaccamento all’Isola di Ischia che li ha visti nascere, crescere e rendere omaggio alla loro terra attraverso la loro passione: la cucina.

    La tre giorni tra terra e mare, tra stelle e cucina, ha inizio domenica 17 settembre con il Professional Cooking Session al Centro Congressi del Regina Isabella. Alla presenza di oltre 300 operatori del settore dell’isola, rinomati chef stellati, ospiti della terza edizione di ISCHIA SAFARI, guideranno una sessione formativa, con dimostrazioni pratiche, sulle più attuali tecniche utilizzate in cucina.

    ISCHIA SAFARI prosegue poi lunedì 18 settembre con la Grande Festa con chef, pizzaioli e pasticceri nella suggestiva cornice di un parco termale di oltre 9 ettari adagiato nella splendida Baia di San Montano: il Negombo. Qui professionisti dell’arte culinaria metteranno al centro delle loro creazioni ingredienti di grande qualità: la migliore dispensa del patrimonio gastronomico italiano.

    L’iniziativa si conclude martedì 19 settembre con la consueta Cena di Gala, nell’incantevole cornice dell’Albergo della Regina Isabella, a bordo mare sotto un un romantico manto di stelle. La cena gourmet è realizzata grazie alla collaborazione di chef stellati che proporranno un menù esclusivo. Pino Cuttaia del ristorante La Madia, lo chef pasticcere Antonino Maresca, i fratelli Cerea del ristorante da Vittorio a Brusaporto e Salvatore Elefantedel ristorante L’Olivo del Capri Palace insieme ad altri insigni colleghi delizieranno i palati degli ospiti con le loro creazioni culinarie. Il ricavato della cena sarà destinato alla formazione di studenti meritevoli del settore della ristorazione. Nell’edizione 2016 i fondi sono stati destinati agli studenti dell’istituto alberghiero Telese di Ischia; quest’anno saranno destinati ad un istituto alberghiero umbro e al sostegno delle vittime del terremoto dello scorso 21 Agosto.

    FESTA AL NEGOMBO 18 Settembre ore 19.30 euro 45

    Presso il Parco Termale Negombo, con Chef, Pizzaioli e Pasticceri.

    Info e prenotazioni : www.ischiasafari.it

    Una location adatta a soddisfare l’ampia partecipazione di appassionati prevista. Un parco, di oltre nove ettari, adagiato nella splendida baia di San Montano: un lungo litorale di sabbia finissima, quattordici piscine e un giardino botanico ancorato alla tradizione contadina del luogo. Oltre 70 professionisti tra Chef, Pizzaioli e Maestri Pasticceri che metteranno, al centro delle loro creazioni, ingredienti di grande qualità, che rappresentano la migliore dispensa del nostro patrimonio gastronomico.

    Nell’edizione di quest’anno, la formula del buon gusto è:

    [(Tradizione + Territorio) x Ricerca] = Buongusto

    il Parco Termale Negombo si conferma la location ideale per ospitare tutti i protagonisti di Ischia Safari, Chef, Pastrychef, Pizzaioli e Artigiani del Gusto, in una serata dedicata alla scoperta dei sapori della tradizione. Preparazione di ricette gustose, pizza napoletana, prodotti di nicchia, degustazione dei migliori vini locali e nazionali.

    MASTER CLASS TRENTODOC 19 Settembre ore 16 euro 20

    Degustazione Trentodoc

    Trentodoc Bellaveder Brut Nature Riserva 2012
    Trentodoc Moser Brut Nature 2011
    Trentodoc Letrari Dosaggio Zero Riserva 2010
    Trentodoc Revì Paladino Riserva 2011
    Trentodoc Abate Nero Domini 2010
    Trentodoc Altemasi Riserva Graal 2009
    Trentodoc Rotari Flavio 2008
    Trentodoc Ferrari Riserva Lunelli 2008

    Posti limitati.
    Info e prenotazioni : www.ischiasafari.it

    Maurizio Filippi, migliore sommelier AIS 2016, guiderà una degustazione di TrentoDoc organizzata da AIS, Associazione Italiana Sommelier. TrentoDoc è uno pregiato spumante metodo classico di montagna, tra i migliori d’Italia, che nasce da uve coltivate fino ad un massimo di 800 m.s.l.m.. L’altitudine influisce positivamente sull’acidità, le escursioni termiche esaltano la varietà dei profumi rendendo lo spumante intrigante, subito riconoscibile come unico metodo classico di montagna. Il wine tasting è organizzato per martedì 19 Settembre alle ore 16 presso la Sala Azzurra de L’Albergo della Regina Isabella ed è rivolto a operatori e appassionati.

    Solo 40 i posti disponibili su prenotazione.

    GALA DINNER 19 Settembre ore 20.30 euro 200

    Info e prenotazioni : www.ischiasafari.it

    L’appuntamento è al ristorante Indaco del Regina Isabella dove vari Chef stellati collaboreranno alla creazione di un menù esclusivo, per un evento socialmente utile. Pino Cuttaia del ristorante La Madia, Antonino Maresca (chef pasticcere), i fratelli Cerea del ristorante da Vittorio a Brusaporto e Salvatore Elefante del ristorante L’Olivo del Capri Palace ed altri chef ancora prepareranno una cena gourmet, nella meravigliosa cornice de L’Albergo della Regina Isabella, a bordo mare e sotto un incantevole manto di stelle. Si svolgerà Martedì 19 Settembre, diventando nel tempo una consuetudine, al ristorante Indaco de L’Albergo della Regina Isabella che ospiterà in ogni edizione importanti interpreti della cucina d’autore. Rappresenta l’appuntamento ‘glamour’ dell’evento, una serata charity per sostenere il progetto Giovani in Cucina che l’Associazione Saperi e Sapori, organizzatrice di ISCHIA SAFARI, sostiene e promuove.

    14-17 Settembre, Kult – Karma oltre la birra

    Pubblicato da aisnapoli il 7 - settembre - 2017 Commenta

    locandina-kultPer il terzo anno consecutivo torna “Kult – Karma oltre la birra”,
    l’evento ufficiale del Birrificio Karma

    Kult è il luogo in cui potersi riunire con la propria famiglia o con gli amici per trascorrere serate all’insegna del divertimento e della spensieratezza; un’occasione per conoscere il mondo Karma, fatto di radici, memorie, fatica e amicizia. Un mondo che custodisce una famiglia.

    Sarà una grande festa con cibo territoriale, artigiani, musica, spettacoli, un’area giochi per i più piccoli e, ovviamente, la birra Karma, con ben 10 spine e la presentazione della birra vincitrice del concorso “Cerevisia 2017”.
    Quattro giornate, dal 14 al 17 settembre, in cui la birra scorrerà copiosamente, a partire dalle 19,30.
    Ogni giorno, a rotazione, saranno presenti stand gastronomici legati da un solo filo conduttore: il rispetto e la valorizzazione delle materie prime locali.
    Il birrificio farà da cornice a piatti classici sapientemente rivisitati, a fritti che parlano di tradizione, a carni grigliate da maestri indiscussi, a dolci che racchiudono passione e creatività.
    Per la prima volta sarà presente un’area completamente dedicata agli artigiani: risorse antiche depositarie di manualità, ingegno, creatività. Una bottega unica, dove saranno messi in risalto prodotti figli di tradizioni ultrasecolari, per incoraggiare una rivoluzione silenziosa, per favorire l’artigianato come prospettiva nuova di occupazione.
    Gli appassionati ritroveranno, come ogni anno, momenti di cultura brassicola, con degustazione di birre straniere e laboratori di abbinamento tra birra e cibo. Lo scopo è quello di regalare approfondimenti a chi è già competente e incuriosire chi ancora non conosce questo vivace mondo.

    Durante l’evento sarà possibile visitare l’impianto di produzione, la sala delle materie prime e i magazzini per capire come le birre Karma vengono create, filtrate e imbottigliate.
    Ogni serata sarà aperta dai laboratori tecnici. Prestigiosi i partner della kermesse, come Slowfood, Legambiente Geofilos, Unionbirrai, Kimbo, Club Amici del Sigaro.
    Ai bambini sarà riservata un’area attrezzata con gonfiabili e giochi, interamente sorvegliata dagli animatori per regalare una serata di tranquillità ai genitori e per coccolare i futuri cultori di birra artigianale.
    Infine, non mancherà un adeguato accompagnamento musicale: musica accuratamente scelta, leggera, frizzante e rigorosamente dal vivo come è viva la birra Karma!
    Un’ampia area parcheggio per auto, moto e camper accoglierà tutte le tipologie di viaggiatori.
    L’ingresso, come sempre, è gratuito.
    Il birrificio Karma diventerà per quattro giorni un luogo per tutti, dove vivere e assaporare momenti di lieta aggregazione… il “Kult” del mondo della birra artigianale.

    Birrificio Karma
    Via Marmaruolo – Alife (Caserta)
    Tel. 0823/918286
    www.birrakarma.com

    Contatti stampa:
    Daniela Marfisa 324/5921453 danielamarfisa@gmail.com
    Roberta Porciello 339/6483245 robertaporciello84@gmail.com

    8 settembre 2017 alle 14,30 c/o Università Federico II di Napoli
    Complesso dei SS. Marcellino e Festo

    Statistics and Wine Evaluation” (Chair: Francesca Bassi, SIS, University of Padova) – Plenary session of invited papers organised by SIS.
    Cragging: a promising algorithm for evaluating the multifaceted quality of Italian wine” (Eugenio Brentari, Marika Vezzoli, University of Brescia)

    Wine: chemistry, statistics or magic? The role of AIS sommeliers and of statistics in drafting the Guida Vitae” (Manuela Cornelii, AIS – Italian Association of Sommeliers)
    Public debate

    21371207_1939239989697013_132519621957536779_n