Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...corsi sommelier in partenza
Gli eventi dell'AIS Napoli
    • Nessun evento da mostrare
  • Video

    Tags

    11 Dicembre, #Barolodamare da Cru…do rè con Ais Napoli

    Pubblicato da aisnapoli il 4 - dicembre - 2017 Commenta

    ASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER Delegazione di Napoli

    Cru…do rè in collaborazione con Ais Napoli

    presentano

    #BAROLODAMARE

    11 Dicembre Ore 20.30 Euro 60

    Cru…do rè 

    Piazza Vittoria, 11-12

    Infoe prenotazione: 0817645295 info@crudore.it 

    Prenotazione impegnativa e obbligatoria. Posti limitati 

    Barolo da mare

    Vendere ghiaccioli agli eschimesi, produrre riso nel deserto, incrociare un pinguino a via Caracciolo, leggere una recensione su tripadvisor onesta e non strumentale, oppure individuare un blogger enogastronomico modesto e moderato allo stesso tempo… ;-)

    Certe sfide sembrano impossibili, ma non per Ais Napoli!

    L’undici dicembre abbiamo organizzato un bel raduno di “pinguini” a piazza Vittoria; pochi, forse non troppo buoni, ma di certo pronti a osare con un abbinamento che, sulla carta, sembra davvero improponibile: 4 strepitosi Barolo, selezionati  fra i comuni più rappresentativi della denominazione, abbinati alla cucina creativa di mare di Gianni Lotti e raccontati da Franco De Luca e Tommaso Luongo.

    Il menu per i pinguini:

    Zuppetta di mare con cicerchie e fresella
    Fettuccella con soffritto di mare e scaglie di Parmigiano Reggiano 24 mesi
    Chateaubriand di tonno con friarielli
    Opera di cioccolato, coulis di lampone e prugna sciroppata

     I vini in abbinamento:

    Nebbiolo Rosè Dosaggio Zero Erpacrife  2013

    Barolo Parafada Palladino 2011 
    Barolo Rocche dell’Annunziata 2011 Renato Ratti 2011 
    Barolo Sorì Ginestra Conterno Fantino 2011 
    Barolo Sarmassa Brezza 2011 

    Barolo Chinato Diego Conterno

    Parte a Pozzuoli, Corso per assaggiatori di salumi con l’ONAS

    Pubblicato da aisnapoli il 4 - dicembre - 2017 Commenta

    24177030_10210677962133108_1810025228818284710_n

    Il caseificio Perrusio conquista l’ambito “Trofeo De Gennaro”

    Pubblicato da aisnapoli il 4 - dicembre - 2017 Commenta

    perrusioIl caseificio Perrusio conquista l’ambito “Trofeo De Gennaro”
    Ecco i produttori di eccellenza superiore del Provolone del Monaco Dop

    Qualità superiore certificata dall’Onaf. Due titoli su tre sono finiti al Caseificio Perrusio di Meta ed uno a Ruocco di Agerola. Questo il risultato finale della kermesse, organizzata dal Consorzio di Tutela Provolone del Monaco Dop, che ogni anno intende premiare le aziende che si sono messe in evidenza realizzando prodotti di qualità superiore all’eccellenza stessa rappresentata dal formaggio stagionato più famoso della regione Campania.
    Il caseificio Perrusio si è imposto nella categoria dei prodotti che vantano dai 6 agli otto mesi di stagionatura e in quella superiore ai dodici mesi. La leadership in questa categoria consente di sollevare l’ambito trofeo intitolato a “Fernando De Gennaro” Perrusio subentra così a Ruocco, che tiene comunque alta la scuola agerolese, imponendosi nella categoria dagli 8 ai 12 mesi.
    Con questo risultato si è conclusa anche la tappa di Vico Equense del tradizionale Gran Galà di fine anno. Prossima tappa a Sant’Agnello. Martedì 5 dicembre a partire dalle ore 16.30 appuntamento al Grand Hotel Parco del Sole di Sant’Agnello.
    Via Gerani 1, Sant’Agnello NA

    5 Dicembre, Natale in casa Pesce con i dolci della tradizione

    Pubblicato da aisnapoli il 4 - dicembre - 2017 Commenta

    5-dicembre-pasticceria-pesce-cassata-avellana-e-roccoco-alle-nociIl 5 dicembre alla pasticceria Pesce di Avella
    degustazione di cassata avellana e del nuovo roccocò alle noci

    Martedì 5 dicembre alle ore 20,30 presso la pasticceria Pesce di Avella “Natale in casa Pesce”, appuntamento con i dolci della tradizione natalizia. In degustazione accanto a diverse tipologie di panettoni e mustacciuoli ci saranno anche la ormai nota Cassata avellana e il nuovissimo Roccocò alle noci realizzati dal maestro pasticciere Pasquale Pesce, quarta generazione di una famiglia che porta avanti la nobile tradizione dolciaria da oltre 120 anni.
    A firmare la proposta salata della serata sarà, invece, lo chef Francesco Fusco del ristorante-orto Il Moera che delizierà gli ospiti con minestra maritata e spaghetti alle noci.
    In abbinamento ai piatti di Fusco e ai dolci di Pesce verranno serviti i vini dell’azienda irpina Antichi Coloni e i liquori della Distilleria Amato.

    Informazioni:
    Pasticceria Pesce
    Via Giacomo Leopardi, 33
    Avella
    Tel. 081 18495000

    Contatti stampa:
    Laura Gambacorta
    Mob. 349 2886327

    repanettone-2017RE PANETTONE® A NAPOLI
    25 Pasticcieri da tutta Italia per la III edizione partenopea della prima e più autorevole kermesse dedicata al Panettone artigianale
    Grand Hotel Parker’s 2 e 3 dicembre 2017

    Torna a Napoli, il 2 e il 3 dicembre, la prima e più autorevole kermesse italiana dedicata al Panettone artigianale: Re Panettone, idea e marchio registrato di Stanislao Porzio. Nei saloni dello storico Grand Hotel Parker’s (Corso Vittorio Emanuele 135) venticinque pasticcieri, provenienti da diverse regioni italiane, presenteranno al pubblico il proprio ventaglio di proposte: da panettone classico milanese a quelli più innovativi ma sempre nel rispetto del disciplinare di produzione. Saranno due giorni di esposizione, degustazioni e vendita (al prezzo bloccato di 25 euro al kg); ma anche di incontri e approfondimenti con i pasticcieri ed altri operatori del settore dolciario.

    I pasticcieri vengono selezionati secondo regole rigorose nei mesi precedenti la manifestazione: si richiede agli stessi di conformarsi alla filosofia “Tutto naturale, solo artigianale”; i pasticcieri si impegnano con una precisa sottoscrizione ad usare solo ingredienti naturali e ad evitare accuratamente gli additivi e i semilavorati. Tutti i panettoni presentati a RePanettone sono rigorosamente artigianali, realizzati senza ingredienti che ne prolunghino artificialmente la vita (i conservanti e i mono- e digliceridi utilizzati dall’industria), né semilavorati che ne facilitino la produzione artigianale, omogeneizzandone i sapori (lieviti disidratati e mix). A garanzia e tutela dei consumatori ogni anno, durante la manifestazione vengono estratti 3 panettoni per essere sottoposti alle analisi del DeFENS, Dipartimento di Scienze per gli Alimenti, la Nutrizione e l’Ambiente dell’Università degli Studi di Milano, una delle più prestigiose istituzioni scientifiche in materia.

    Le novità di questa terza edizione partenopea vanno nella direzione degli approfondimenti: dalle tecniche di preparazione all’abbinamento panettone-vino. Nella Sala Ferdinando dell’hotel sarà allestita una postazione con i forni di Moretti Forni per le Prove d’Artista e le preparazioni live di alcune ricette della pasticceria lievitata. Alla postazione si alterneranno alcuni pasticcieri in sessioni di circa 45 minuti per mostrare al pubblico tecniche di impastamento e cottura, piccoli segreti del mestiere e ricette. L’Associazione Italiana Sommelier – Delegazione di Napoli curerà tre laboratori di degustazione esplorando le diverse possibilità di abbinamento con il panettone sia tradizionale che innovativo: ogni laboratorio, riservato ad un numero di max 20 partecipanti, prevederà tre assaggi di panettoni diversi e tre vini in abbinamento (Sabato alle ore 17, Domenica alle ore 12 e alle 17. Prenotazione trenta minuti prima dell’inizio fino ad esaurimento posti). A cornice della degustazione di panettoni ci sarà anche quest’anno il Winebar curato dall’Associazione Italiana Sommelier Delegazione di Napoli e Wine&Thecity dove sarà possibile assaggiare un’ampia selezione di vini dolci, passiti e spumanti del Consorzio di Tutela dei Vini del Sannio e le grappe di Distilleria Marzadro.

    NAPOLI III Edizione

    Date: 2-3 dicembre 2017

    Orari: Sabato 2 dicembre dalle 11,00 alle 21,00 – Domenica 3 dicembre dalle 11,00 alle 19,00

    Sede: Grand Hotel Parker’s, Corso Vittorio Emanuele, 135

    Ingresso: libero.

    Sponsor: Molino Dallagiovanna; Moretti Forni; Giuso; DRG Systems, Ais Napoli, Wine&thecity, Istituto Alberghiero Elena di Savoia.

    Partner vendita online prodotti certificati: dolceitaliano.it

    Calice per la degustazione al Winebar: 5 euro per tre assaggi di vino.

     

     PROVE D’ARTISTA

    Con la collaborazione di Moretti Forni

    Sabato 2 dicembre

    ore 14,30: Panettone al piatto per la cena di Natale di Giorgia Grillo di Nero Vaniglia di Roma.

    ore 16,00: Fiori e ghiaccia per un Natale di zucchero di Aniello di Caprio di Lombardi Pasticcieri dal 1948 di Maddaloni (CE)

    ore 17,30: Come accompagnare il Panettone con Dolci Tentazioni di Mattia Ricci di Fornai Ricci di Montaquila (IS)

     

    Domenica 3 dicembre

    ore 11.30: Cottura del Panettone e decorazione tradizionale piemontese di Mauro Morandin di Pasticceria Morandin di Saint_Vincent (AO)

    ore 15,00: Come nasce il Panettone di Vincenzo Mennella di Pasticceria Mennella di Torre del Greco (NA)

     

    PROGRAMMA LABORATORI AIS

    A cura di Associazione Italiana Sommelier – delegazione di Napoli e Wine&Thecity

    Con i vini del Consorzio Tutela Vini del Sannio

    Sabato 2 dicembre ore 17,00

    Domenica 3 dicembre ore 12,00 e ore 17,00

    Per ogni laboratorio tre vini del Consorzio Tutela Vini del Sannio e tre assaggi di panettone: tradizionale, innovativo e salato. I tre panettoni innovativi saranno quelli dei tre vincitori del premio “Miglior panettone innovativo” del 2016: In Croissanteria, Italo Vezzoli di Carobbio degli Angeli (BG); Pasticceria Mennella di Torre del Greco (NA); Lombardi Pasticcieri dal 1948 di Maddaloni (CE). I tre panettoni tradizionali saranno di: Panificio Ascolese di San Valentino Torio (SA) che si è aggiudicato il primo posto nel Premio Pangiuso di quest’anno per la categoria Panettone Tradizionale; Pasticceria Morandin di Saint Vincent (AO) e Agriturismo La Paterna di Giavera del Montello (TV). I tre panettoni salati saranno di: Tenerità di Caserta; Forno Sammarco di San Marco in Lamis (FG); Fornai Ricci di Montaquila (IS). 

    La lista dei pasticcieri presenti (Scarica qui la lista di tutti-i-pasticcieri)

    Organizzazione:

    Amphibia di Stanislao Porzio e dipunto studio

    Per informazioni: 02 2048 0319, 349 8469 856

    Ufficio stampa Dipunto studio www.dipuntostudio.it – 081 681505.

    Cercasi parcheggio per il Corso di Sommelier

    Pubblicato da aisnapoli il 30 - novembre - 2017 Commenta

    Dopo aver appreso del secondo e imprevedibile sold out del corso sommelier di primo livello, a distanza di poche settimane, la nostra vignettista ufficiale ci ha voluto regalare questo simpatico schizzo…

    30-11-17_il-corso

    Vignetta di Emanuela Tortora

    No comment ;-)

    2 Dicembre, Amarone…Nobiltà dell’Ebbrezza a La Grotta Vineria

    Pubblicato da aisnapoli il 29 - novembre - 2017 Commenta

    ASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER Delegazione di Napoli

    La Grotta Vineria

    in collaborazione con AIS Napoli

    presenta

    23905743_10209175272053570_934292895836705634_n

    AMARONE… NoBilTà dell’ ebBrezZa

    Sabato 2 Dicembre ore 21.00 

    La Grotta Vineria Hostaria Grapperia

    C.so Umberto I° 174, Casalnuovo di Napoli

    Tel.0815224718 Cell. 3890039354

    Prezzo serata € 30.00 a p. è gradita la prenotazione

    Buffet

    Tortano napoletano

    Minestra di fagioli di Controne e guanciale

    Polpette al sugo e broccoli amari

    Bucatini e soffritto napoletano

    Stinchi di maiale, patate e mele

    Ricotta friulana affumicata e mosto cotto

    i vini

    Amarone della Valpolicella Classico d.o.c.g. 2011 TEDESCHI

     Amarone della Valpolicella Classico d.o.c.g. 2011 SARTORI

     Amarone della Valpolicella Classico d.o.c.g. 2011 VIVIANI

    2 Dicembre, Storie dal Rione Terra…racconti in movimento

    Pubblicato da aisnapoli il 29 - novembre - 2017 Commenta

    23754795_1971834079694934_177823378924700713_nSabato 2 dicembre 2017, dalle ore 9:00 alle 13:00, il Liceo Virgilio di Pozzuoli, nell’ambito delle Mattinate FAI d’Inverno, leggerà brani tratti da Storie dal Rione Terra di Gemma Russo, raccolta frutto di un anno di impegno della giornalista flegrea puteolana con la Pro Loco Pozzuoli al Percorso Archeologico del Rione Terra. L’incontro con chi ha vissuto direttamente o indirettamente la rocca tufacea ha dato vita ad una pubblicazione con storie che dipingono la natura bradisismica della terra, l’importanza archeologica e storica, la quotidianità che non c’è più, fatta di usi e i costumi, anche gastronomici.
    I ragazzi della V G, dislocati lungo le stradine della rocca, primo nucleo abitato della città di Pozzuoli, daranno vita a dei Racconti in Movimento tornando a far rivivere il borgo che, nel corso dei secoli, è stato teatro di eventi, storici e naturali, apportanti cambiamenti importanti nella stessa morfologia dei Campi Flegrei. Nonostante ciò, esso è sempre rimasto abitato, conservando al suo interno memoria dello scorrere dei secoli.
    Ad insediarsi per primi sulla rocca furono, probabilmente, un gruppo di esuli provenienti da Samo che fuggivano la tirannide di Policrate. Questi fondarono verso il 530 a.C. Dicerchia, di cui lo scavo archeologico non ha rivelato sostanziali resti. È stato dopo essere divenuta colonia romana, nel 194 a.C., che Pozzuoli e il Rione Terra conobbero il periodo di maggiore splendore. Puteoli divenne per secoli il porto di Roma, primato che conservò sino alla nascita del porto di Ostia e, comunque, fino alla fine dell’Impero Romano d’Occidente, avvenuta nel 476 d.C. Il nucleo abitativo fu ricostruito in seguito alla nascita del Monte Nuovo, avvenuta nel 1538, per volontà di Pedro Álvarez de Toledo, al tempo viceré di Napoli, che diede incentivi fiscali alla nobiltà e al clero se avessero scelto di costruire i propri palazzi sull’acropoli del Rione Terra. Fu così che la città romana divenne una specie di unitaria piattaforma su cui sono stati costruiti gli edifici seicenteschi, oggi in corso avanzato di restauro e abitati fino al 2 marzo 1970, data in cui la popolazione fu sottoposta ad evacuazione forzata a causa dell’intensificarsi del fenomeno del bradisismo.
    A dar voce a chi non vive più al Rione Terra saranno i giovani puteolani del Liceo Virgilio, rendendolo resiliente al cambiamento e offrendo al visitatore un punto di vista diverso, fatto di suggestioni semplici e autentiche di una quotidianità che non esiste più.