Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...eventi aisnapoli
Gli eventi dell'AIS Napoli
    • dal 30 mag 2015 al 30 mag 2015 alle ore:08:30

      30 Maggio, La Terra dei…Vini in Molise con le aziende Claudio Cipressi e Cianfagna

      Mancano: 21:28 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
  • Video

    Tags

    11159545_956471077717854_4896626824800567477_nWine&Thecity Napoli sostiene quest’anno le attività della cooperativa LORSA MAGGIORE promuovendo una serata speciale che vedrà protagonisti i ragazzi del centro nelle vesti di aiutanti pizzaioli del maestro pizzaiolo Ciro Salvo 50 Kalò e di aspiranti sommelier con l’AIS Napoli.

    Vivi le emozioni con le luci di Napoli, le pizze di Ciro Salvo e i vini di Casa Setaro.

    SABATO 16 MAGGIO dalle 18 alle 20.30 si potrà conoscere La Gloriette e ascoltare i progetti de L’Orsa Maggiore
    Con il supporto di Molino Caputo e la collaborazione preziosa di Ciro Salvo 50 Kalò e Ais Napoli.

    Ingresso con degustazione: 10 euro
    Info e prenotazione: info@wineandthecity.it Tel. 081 681505

    Locandina-Ais-Campania-Olio-Vino1Palazzo Paolo V

    Corso Giuseppe Garibaldi, 147 – Benevento

    16 maggio 2015 ore 11

    Programma della giornata

    Presentazione della terza edizione della “Guida alle Aziende Vitivinicole e Vinicole della Campania” censita della Regione Campania in collaborazione con AIS Campania

    Interventi del dott. Luciano D’Aponte dell’Assessorato all’Agricoltura Regione Campania e della dr.ssa Maria Luisa Ambrosino di “Sportello Olio” – Dipartimento di Agraria Università di Napoli Federico II su “Si fa presto a dire Olio...” , come orientarsi per una scelta consapevole: prove pratiche di degustazione

    Seguirà la degustazione a banchi d’assaggio dei vini presenti nella guida.

    Siete tutti invitati!

    Presidente AIS Campania

    Nicoletta Gargiulo

    IGM-Antinori-e-MastroberardinoPiero Mastroberardino è il nuovo presidente dell’Istituto del vino italiano di qualità Grandi Marchi, l’associazione delle 19 firme icona del vino italiano guidata fino ad oggi, e per oltre 10 anni, da Piero Antinori. Il cambio di vertice è stato deciso oggi nel corso dell’assemblea dei soci che, con voto unanime, ha rinnovato il Consiglio di Amministrazione, espresso la nuova guida dell’Istituto e nominato Presidente Onorario Piero Antinori.

    L’istituto Grandi Marchi è stata tra le prime associazioni a dimostrare che nel settore del vino italiano è possibile fare squadra per agire congiuntamente sui mercati internazionali” Così Piero Antinori, presidente uscente dell’IGM, è intervenuto a conclusione dell’assemblea associativa. “In questi 11 anni – ha proseguito Antinori – abbiamo lavorato nel segno dell’unità virtuosa a beneficio di tutto il sistema vino, ancora troppo frammentato nella sua promozione globale. I Grandi Marchi non sono stati solo i portabandiera ma, in molti casi, i precursori del posizionamento del made in italy enologico sui mercati più strategici”.

    Per il nuovo presidente Piero Mastroberardino “L’Istituto Grandi Marchi rappresenta una case history di eccellenza: 19 top brand concorrenti tra loro, eppure capaci di sviluppare una straordinaria sinergia di storie familiari di successo. Ha tracciato la strada e rappresentato un modello per altre iniziative che si sono costituite di recente. L’Istituto continuerà ad operare con programmi specifici e con l’utilizzo di risorse interne, oltre che europee, per promuovere il vino italiano nel mondo”.

    Piero Mastroberardino.

    Classe 1966, Piero Mastroberardino si divide tra l’attività accademica (è professore ordinario in discipline manageriali all’Università di Foggia) e quella imprenditoriale che lo vede impegnato nell’omonima casa vinicola, la più antica della Campania con una storia lunga dieci generazioni, dove produce vini pregiati in terra d’Irpinia. Personalità eclettica, il nuovo presidente dell’Istituto Grandi Marchi è accreditato anche nel mondo dell’arte, come pittore e disegnatore, e in quello letterario (è di quest’anno la pubblicazione del suo ultimo romanzo “Giro di vite”).

    Istituto del Vino Grandi Marchi

    Le 19 cantine dell’Istituto Grandi Marchi (Alois Lageder, Argiolas, Biondi Santi Greppo, Ca’ del Bosco, Michele Chiarlo, Carpenè Malvolti, Donnafugata, Ambrogio e Giovanni Folonari Tenute, Gaja, Jermann, Lungarotti, Masi, Marchesi Antinori, Mastroberardino, Pio Cesare, Rivera, Tasca D’Almerita, Tenuta San Guido, Umani Ronchi) contribuiscono per il 7% del valore complessivo dell’export di vino imbottigliato. Dal 2004 – anno di nascita – al 2014 l’Istituto ha investito complessivamente circa 60 milioni di euro nella promozione del vino italiano di qualità (di cui circa 1/3 con il sostegno della promozione UE). L’Istituto Grandi Marchi è presente a Expo, nel padiglione “Vino, a taste of Italy”.

    18 Maggio, Dubl Face da 137A con Wine&Thecity

    Pubblicato da aisnapoli il 14 - maggio - 2015 Commenta

    DF_invito_okDUBL FACE
    trova il tuo doppio.

    In occasione dell’ottava edizione di Wine&Thecity il 137A presenta DUBL FACE. Carla Celestino, Valter Luca De Bartolomeis, Marialuisa Firpo, Carla Giusti, Carlo Manna e Ivan Turturiello hanno ideato un percorso fatto di riflessi e riflessioni, ispirato dal nome delle bollicine DUBL dei Feudi di San Gregorio. Il percorso sarà affrontato sotto gli effetti del vino…
    In una condizione di #ebbrezza la ragione avrà poche possibilità di nascondere verità e desideri e di celare il sé profondo…
    Un percorso per confessare se stessi agli altri?
    Scardinare le proprie certezze?
    Scoprire il proprio lato più oscuro?

    Siamo andati forse oltre il semplice gioco, per approdare ad un esperimento che potremmo definire di antropologia sociale?
    Venite a scoprirlo!

    Con il patrocinio di Associazione Italiana Sommelier Delegazione di Napoli

    137A
    corso Vittorio Emanuele 137a, 80121 Napoli

    Lunedì 18 maggio alle ore 19.00

    #dublface

    #dubl137a

    Nasce la Consulta Nazionale del Vino Italiano

    Pubblicato da aisnapoli il 14 - maggio - 2015 Commenta

    761_previewConoscere per sapere: il vino come istruzione e cultura
    Presentarsi uniti per rilanciare i valori e la cultura enologica del nostro Paese.

    È questa l’idea da cui nasce la Consulta Nazionale del Vino italiano, progetto che ha mosso ufficialmente i primi passi il 17 aprile 2015.

    A Roma si sono infatti riuniti, su iniziativa di Onav, i rappresentanti della maggiori associazioni del comparto vitivinicolo nazionale, allo scopo di riflettere su alcune tematiche di scottante attualità.

    La Consulta Nazionale Vino si propone di affrontare concretamente i problemi del settore a 360° divenendo, per il consumatore, un punto di riferimento per tutto ciò che concerne la conoscenza del mondo enologico ed al contempo, di essere elemento propositivo di interventi sul fondamentale tema dell’educazione al consumo.

    Grazie all’adesione al progetto di una larghissima rappresentanza di Associazioni tra cui : Onav, Agivi, Ais, Aspi, Associazione Nazionale Le Donne del Vino, Movimento Turismo del Vino, Fisar, Fivi e SlowFood, oggi sono dunque state gettate le basi di quello che sarà un lungo percorso di sensibilizzazione nei confronti delle Istituzioni e dei consumatori. Ognuna delle associazioni presenti ha infatti, per propria natura, diversi approcci e finalità. Fondamentale è perciò trovare un linguaggio ed uno scopo comune, che consenta di approntare un piano di lavoro ben definito, che possa essere sottoposto alle istituzioni.

    Il primo punto su cui si concentrerà il lavoro della Consulta sarà l’introduzione di una appropriata istruzione sulla vite e sul vino , sullo stile di alimentazione mediterraneo, in cui fondamentale è l’abbinamento cibo-vino, e sul valore del territorio vinicolo italiano, della sua storia e della sua gastronomia già nel percorso scolastico, come avviene in altri Paesi dell’Unione Europea.

    Di primaria importanza è infatti l’avvicinamento del consumatore al mondo del vino, alla sua storia millenaria e ai suoi valori perché solo attraverso la “conoscenza” si potrà dare nuovo respiro al comparto, valorizzando quella tipicità ed unicità del prodotto vino così strettamente legata al territorio e alla cultura del Gusto Italiano.

    La Consulta è aperta a nuove adesioni da parte di Associazioni ed Istituzioni e già in un futuro prossimo si prevede l’ampliamento dei partecipanti con alcune altre importanti presenze.

    © Associazione Italiana Sommelier (ed altri contributi)

    18 Maggio, Veritas Restaurant: Crimini&Cucina per Wine&Thecity

    Pubblicato da aisnapoli il 13 - maggio - 2015 Commenta

    11143202_1042747825758920_7692180072705388746_nLunedì 18 maggio, alle 20.30 il ristorante Veritas propone per Wine&Thecity un appuntamento all’insegna di suspense, cucina e letteratura.

    Viene presentato, in anteprima nazionale, il libro Delitto al pepe rosa di Brigitte Glaser, il primo di una serie di gialli culinari, editi da emons, che uniscono crimine e gastronomia nella brillante figura della cuoca-investigatrice Katharina Schweitzer; la protagonista si trova a dover risolvere una serie di delitti che avvengono in un famoso ristorante di Colonia, il cui chef ha costruito la sua fama partendo dall”ingrediente più comune ed umile che ci sia: la patata….
    Con l’autrice interviene Viktoria von Schirach, direttore editoriale emons.

    A seguire lo chef Gianluca d’Agostino conversa con la scrittrice Brigitte Glaser su finzione letteraria e realtà della cucina gastronomica. Il menu della serata porta in tavola alcune delle ricette contenute nel giallo, liberamente interpretate dallo chef e dalla brigata del Veritas.

    Pasta e patate con baccalà e tartufo
    Totani e patate
    Muffin di patate con salsa al cioccolato

    In abbinamento i vini di Casa Setaro.

    Ore 20.30 Ristorante Veritas, Corso Vittorio Emanuele 141

    Conversazione e cena attorno al romanzo Delitto al pepe rosa.

    Costo 35 Euro;

    info e prenotazione: 081660585

    Locandina Armando CastagnoASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER Delegazione di Napoli

    La Côte Chalonnaise vista da vicino

    A cura di Armando Castagno

    12 giugno 2015 ore 20.30 euro 75

    EnoPanetteria, I Sapori della Tradizione
    Corso Europa n.125 Melito di Napoli
    Info: 081.7117410

    In degustazione:

    Bouzeron Cuvée Axelle 2013 Domaine Michel Briday
    Mercurey Rouge 1er cru Les Naugues 2013 Domaine Paul & Marie Jacqueson
    Givry Rouge 1er cru Les Grands Prétans 2013 Domaine Mouton
    Mercurey Blanc La Brigadière 2013 Domaine François Raquillet
    Montagny 1er cru Les Coères 2013 Domaine Feuillat-Julliot
    Rully 1er cru Molesme 2013 Domaine Jean-Baptiste Ponsot
    Rully 1er cru Grésigny 2013 Domaine Vincent Dureuil-Janthial
    Givry Blanc 1er cru Creusot 2013 Domaine François Lumpp

    A seguire il tradizionale buffet di pizze di Stefano Pagliuca

    Prenotazione impegnativa con bonifico. Posti limitati.

    Banca Monte Dei Paschi di Siena Filiale di Frattamaggiore (Na)

    IBAN IT 60 U 01030 39890 000000095715 Causale: degustazione Armando Castagno

    Si raccomanda la massima puntualità.