Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...eventi aisnapoli
Gli eventi dell'AIS Napoli
    • dal 13 ott 2014 al 13 ott 2014 alle ore:16:00

      Save the date: 13 Ottobre, Festival Franciacorta a Napoli

      Mancano: 12 giorni e 19:08 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
  • Video

    Tags

    Apericozza al tramonto con i Fantastici Quattro Cooking

    Pubblicato da aisnapoli il 16 - settembre - 2014 Commenta

    Four CookingDi Valeria Vanacore

    I Fantastici Quattro Cooking colpiscono ancora, e lo fanno a suon di cozze! Lunedì scorso, nell’ambito della nona edizione di Malazè, il trimarano Asteco e Cielo (Roof&Sky) a Bacoli è stato teatro di Apericozza, aperitivo al tramonto con protagonisti i gustosi mitili cucinati magistralmente da Michele Grande, Fabiana Scarica, Maurizio De Riggi e Giuseppe Di Martino. A coordinare la “sfida culinaria” dei quattro ci hanno pensato gli infallibili Laura GambacortaMichele Armano.

    Appena saliti sul trimarano, illuminato dalle luci infuocate dal meraviglioso tramonto bacolese, siamo stati accolti dacantine Quartum un particolarissimo quanto sorprendente Cicchetto di cozze firmato Michele Grande: cozze lasciate marinare in vodka liscia, succo di lime e tabasco verde.

    Proseguiamo con Evasione FeBMa, finger di Maurizio De Riggi con salsa fredda di pomodoro e fragola, cozza arrostita, spuma di bufala, nebulizzazione di frutto della passione, sale alla vaniglia e finocchietto, tutto maledettamente equilibrato, dalla salsa di pomodoro che ben si sposava alla dolcezza della fragola, alla spiccata acidità della spuma di bufala, fino alla croccantezza del finocchietto.

    A seguire le Cozze in verde di Fabiana Scarica: cialda di sesamo, guacamole, misticanza, cozze al sesamo, maionese, olio affumicato e pomodoro verde marinato, un finger esotico e afrodisiaco, dal gusto avvolgente, così come le Cozze ripiene con cipollotto e lampone su caponatina agrodolce (pomodoro, melanzana, pinoli, capperi e uvetta), firmato Giuseppe Di Martino.

    cozzaMa le sorprese non finiscono qui. Mentre salpiamo per il consueto giro del lago, ci viene servito un must di Michele Grande: la Frittatina di cozze e menta con pane croccante, dalla sorprendente semplicità e delicatezza. Continuiamo poi con le Cozza gratinata con pesto di fiori di zucchine e salsa di acciughe di Giuseppe Di Martino e Cozze gratinate con salsa all’aglio, concentrato di pomodoro, pesto di basilico e salicornia di Fabiana. Entrambi molto delicati.

    Sapore sicuramente più deciso per il mini panino alla carbonara di cozze di Maurizio: panino al latte nobile, tuorlo d’uovo bruciato, mousse di parmigiano reggiano, polvere di cozze e pancetta irpina. Una goduria assoluta, soprattutto dopo aver fatto la scarpetta con il tuorlo d’uovo annidato sul fondo del piattino!

    10672050_636990216414985_3283933849464152299_nConcludiamo la degustazione dei finger salati con il Grande Michele e la sua grande Tartare di tonno con cipollotto tritato, scorzetta di limone, olio e sale maldon, il tutto completato dall’immancabile cozza, stavolta sott’olio, e da una morbida crema al peperone verde.

    Ma la serata non è ancora terminata e, tra un bicchiere di Asprinio brut V.S.Q. Quartum e uno di Falanghina Campi Flegrei DOC Quartum, entrambi di Cantine Di Criscio, ci viene servita la Fantastic Pasta a 8 mani, frutto della collaborazione e dell’estro di tutti e quattro gli chef: mezzi paccheri con cozze, patate, fagiolini e pesto di basilico.

    Dulcis in fundo, Che fico, cremoso alla liquirizia con biscotto sbriciolato alla frutta secca, salsa di fico e fico ripieno di cremoso al finocchietto, e Sweet&Salad, cremoso all’olio extravergine d’oliva, frutta e verdure marinate con dressing di aceto di lampone e sale alla lavanda, il tutto completato con crostini di pane alla frutta secca.

    L’Apericozza giunge purtroppo al termine ma gli chef ci coccolano un’ultima volta con un assaggio di sfogliatelle calde, accompagnate dai distillati dell’Antica Distilleria Petrone, mentre ci rilassiamo lasciandoci cullare dalle dolci onde del Lago Miseno. Colpiti e affondati!

    16 settembre, La giornata del Solopaca Classico

    Pubblicato da aisnapoli il 16 - settembre - 2014 Commenta

    solopaca

    Palla al centro tra Real Piedirosso VS Atletico Fiano per Malazè

    Pubblicato da aisnapoli il 15 - settembre - 2014 Commenta

    Real PiedirossoDi Roberta Porciello
    Un 5 contro 5 dall’elevato tasso alcolico, per un’avvincente partita di calcetto tra il Real Piedirosso e l’ Atletico Fiano, i Campi Flegrei contro l’Irpinia, ovvero il rosso rubino dalle luminose trasparenze e dai tannini gentili contro il bianco elegante, raffinato e capace di invecchiare anche per molti anni. Abbiamo vissuto momenti dall’elevato tasso agonistico, con instancabili motivatori a bordo campo che hanno incessantemente sostenuto i loro beniamini. Grandi goal e piccole sviste arbitrali per il risultato finale di 12 a 8 per il Real Piedirosso, del tutto meritato [sono di parte, Nda]. Una10675574_10204730595210849_3848897022304087114_ngirandola di cambi che ha visto la prima squadra dei “veterani” lasciare il segno con il goal in acrobazia del delegato Tommaso Luongo, la devastante tripletta del bomber Franco De Luca e le reti di Federico Graziani (lo straniero), di Guido Fusco e del fuoriclasse Fabrizio Erbaggio, per poi far largo ai giovani, con i tre “Vincenzi” vincenti dell’enologia flegrea e non solo, Vincenzo Varchetta, Vincenzo Vivenzio e Vincenzo Di Meo che si sono alternati un goal dopo l’altro, mentre la difesa era ben guidata da Gabriele Pollio che proteggeva la porta presidiata dal “portierone” Gianluca Serpico. Che squadroni e che delegazioni AIS Napoli e Avellino per una grande Campania del Vino! Questo si che significa essere un’associazione!. All’interno del programma ricchissimo di Malazè 2014 abbiamo brindato flegreo con Astro di Cantine Astroni e abbiamo bevuto irpino con i fiano di Tenuta Sarno, Ciro Picariello, Feudo Apiano, Villa Raiano e Masseria Murata per finire con il rosso partenopeo il nostro piedirosso di Cantine Astroni e La Sibilla. Il tutto tra forme di formaggio del caseificio La Malvizza, pane cotto a legna e olio Ravece Feudo Apiano con  una golosa pasta e fagioli e cozze dello chef del Complesso I Damiani.

    Divertimento, buon vino, tifo e…. ABBIAMO VINTO NOI! :-P

    16 Settembre, La Notte della Cucina dei Semplici

    Pubblicato da aisnapoli il 15 - settembre - 2014 Commenta

    10697395_565199343607619_143106464444701725_oLA NOTTE DELLA CUCINA DEI SEMPLICI

    Quest’anno si terrà martedì 16 settembre (ore 20) la Festa Finale di Malazè: “La Notte della Cucina dei Semplici”. Al Castello di Arco Felice si terrà una cena di solidarietà a cura dell’associazione “La Bottega dei Semplici Pensieri” e di “Campi Flegrei a Tavola”.
    A cucinare e servire saranno i ragazzi down e lieve disabilità mentale, diplomati all’Istituto Alberghiero Petronio di Pozzuoli, dell’Associazione di volontariato “La Bottega dei Semplici Pensieri”. I giovani cucineranno con la supervisione degli chef dei Campi Flegrei e non solo…
    Sul loro giornale – ”Il Giornalino della Bottega” – scrivono: “La nostra speranza è di creare un filo conduttore tra voi e noi, ma soprattutto di testimoniarvi la capacità e la voglia di fare, la determinazione ad essere parte, al pari di altri e come gli altri, di questo mondo e della vita”.
    Organizzano: i ristoratori flegrei, Consorzio Tutela Vini dei Campi Flegrei, le Cantine dei Campi Flegrei, AIS Napoli, La Bottega dei Semplici Pensieri e Campi Flegrei a Tavola.
    L’intero incasso della serata sarà devoluto in beneficenza all’associazione “La Bottega dei Semplici Pensieri” per l’attivazione dei laboratori di cucina e di artigianato nella sede dell’associazione a Quarto.
    Serata con ticket minimo di partecipazione di € 20.
    Info e prenotazioni: 334.6538553 – www.labottegadeisemplicipensieri.it – labottegadeisemplicipensieri@live.com
    Complesso Il Castello – Via Montenuovo Licola Patria, 9 – Pozzuoli

    Organizzata da
    Ristoratori Flegrei
    Cons. Tutela dei Vini dei Campi Flegrei
    Le Cantine dei Campi Flegrei
    Associazione Italiana Sommelier Delegazione di Napoli
    Bottega Dei Semplici Pensieri con i ragazzi della Bottega e gli Chef Michele Pelliccia e Giuseppe Maggio.

    Il 15 settembre a Villa Domi di Napoli “Fermenti di fine estate”

    Pubblicato da aisnapoli il 14 - settembre - 2014 Commenta

    locandina A3 Fermenti di fine estateIl 15 settembre a Villa Domi di Napoli “Fermenti di fine estate”:
    panini d’autore, fritti, prodotti d’eccellenza e birre artigianali

    Panini d’autore firmati da tre chef, fritti di ogni genere, prodotti di eccellenza, pani, grissini, gelati e birre, tutti rigorosamente artigianali, dolci sopraffini, liquori e tanto altro per una serata di fine estate in una villa napoletana del ’700. Così Villa Domi saluta la stagione estiva che volge al termine con una serata in giardino dal titolo “Fermenti di fine estate”. L’evento, organizzato in collaborazione con la giornalista enogastronomica Laura Gambacorta, sarà suddiviso in due momenti, salato e dolce, e sarà strutturato a buffet per consentire di organizzare liberamente il proprio percorso degustativo.
    Protagonisti della prima parte della serata saranno gli chef napoletani Antonella Rossi di Napoli Mia, Gianluca D’Agostino del Veritas e Fabio Ometo del Donnanna che realizzeranno dei panini d’autore (impiegando i prodotti del panificio Malafronte di Gragnano e del Consorzio mozzarella di bufala campana Dop), il resident chef Raffaele Perna che proporrà il cuoppo con alici e il maestro Enzo Sannino della pizzeria Maria Marì di Giugliano che si cimenterà in tanti fritti di qualità. Formaggi piemontesi, salumi toscani, pomodori pachino e olive nere taggiasche delle collezioni gastronomiche di “Eccellenze di Paolo Esposito” arricchiranno il percorso salato accompagnato dalle pregiate birre artigianali di alcuni dei migliori birrifici italiani selezionati da Birralia.
    Alle ore 22,00 avrà inizio la fase dolce della serata con le graffette fritte di Luigi Iannone, pasticciere di Villa Domi, i gelati artigianali di Vanilla Ice di Caserta e gli assaggi di cioccolato biodinamico abbinati ai liquori dell’Antica Distilleria Petrone. Gran finale con la torta del maestro Sabatino Sirica dell’omonima pasticceria di San Giorgio a Cremano.

    Partners dell’evento:
    Consorzio Mozzarella di Bufala campana Dop, Panificio Malafronte, Eccellenze di Paolo Esposito, Carlo del Clat, Morandini de Castro, Pacari, Pachineat, Birralia, Decimoprimo, Retorto, Amiata, Turbacci, Ferrarelle e Antica Distilleria Petrone

    Menu
    Dalla A alla Z – Panino al mais con alici, cipolla, mozzarella di bufala campana Dop e zucca (Antonella Rossi)
    Panino ai cereali con mozzarella di bufala campana Dop affumicata e peperoni al gratin di bottarga (Gianluca D’Agostino)
    Kingamburg – Panino alla segale con gamburger al profumo di costiera, pomodorini marinati al basilico, mozzarella di bufala campana Dop e crema d’aglio dolce (Fabio Ometo)
    Pizze fritte, montanare e fritti vari (Enzo Sannino)
    Cuoppo di alici (Raffaele Perna, Villa Domi)
    Grissini stirati a mano e pane artigianale (Panificio Malafronte)
    Degustazione dei prodotti selezionati da Eccellenze di Paolo Esposito:
    Formaggi Carlo Del Clat
    Salumi toscani e olive nere taggiasche Morandini de Castro
    Pomodori Pachino Pachineat
    Cioccolato biodinamico Pacari
    Graffette calde (Luigi Iannone, Villa Domi)
    Gelati e sorbetto alla birra (Vanilla Ice)
    Torta finale (Pasticceria Sirica)

    Birre artigianali selezionate da Birralia:
    Karibu – Decimoprimo
    Morning Glory – Retorto
    Bastarda Rossa – Amiata
    Black – Turbacci

    Liquori Antica Distilleria Petrone
    Acqua Ferrarelle

    Ticket di partecipazione: 25 euro

    Ingresso solo su prenotazione

    Info, prenotazioni e contatti stampa:
    Laura Gambacorta
    Mob.349 2886327
    Email: laugam@libero.it

    Villa Domi
    Via Salita Scudillo 19/a – Napoli
    www.villadomi.it

    L’Una e un..Quartum

    Pubblicato da aisnapoli il 13 - settembre - 2014 Commenta

    20140904_231329_resizedDi Gennaro Miele
    L’Una e un Quartum…è questa l’ora in cui ho guardato l’orologio rendendomi conto di essermi perso nella cena spettacolo dal titolo “E le stelle stanno a guardare”, al Quartum Store, dove la nuova generazione della famiglia Di Criscio con tenacia prosegue il lavoro iniziato dal nonno Francesco, in questo territorio, parte integrante dei Campi Flegrei

    La serata è stata organizzata dalla giornalista enogastronomica Laura Gambacorta che con la sua energica passione ci ha condotto nel lavoro di questi ragazzi, raccontandoci della loro tenacia nell’affrontare un settore non sempre facile, ma nel quale un sogno può divenire scelta di vita e questa filo conduttore della storia di una famiglia.

    20140904_202745_resizedLa cena ha visto proporre le creazioni dello chef Francesco Fusco, patron de “Il Moera – Ristorante Orto” di Avella, coadiuvato anche da sua moglie Diana. I piatti sono stati espressione dei sapori del mare, dalla freschezza dei crudi all’elaborazione di una deliziosa tartare di tonno con burrata e frutto della passione, commistione di sapori e colori uniti come in un’armonia di arcobaleno, ma non da meno le sensazioni di un delicato risotto e di un’insalata di baccalà in due consistenze, sensazioni di tendenza dolce e sapidità che si fondevano come i diversi umori del mare.

    20140904_203243_resizedLa cena è stata accompagnata dai vini della nostra cantina ospite, spumante Asprinio brut ed un Campi Flrgrei Falanghina Doc, espressioni sincere del territorio, mentre il finale è stato affidato all’amaro Vivese accanto alla creazione della pasticceria Mennella, una Paris bret con crema di nocciola, un assaggio soffice e delicato.

    L’intervento artistico è stato affidato ai due noti artisti partenopei Patrizio Rispo e Maurizio Casagrande, che hanno coinvolto il pubblico con aneddoti legati alla loro professione ed al loro rapporto con la gastronomia, non ultimo la lettura di alcune ricette del libro ‘’un pasto al sole’’ di Rispo, che lega con la tipica elegante ironia l’esecuzione di ricette con una frizzante interpretazione delle stesse.

    Ho potuto condividere con loro le ore al tavolo scorgendo l’inesistente confine tra persona e personaggio, una continuità di carica umana senza porte di chiusura, mentre le ultime riflessioni di una piacevolissima serata si spegnevano sotto una luna morsa dalla notte.

    Tre quarti di luna ed un quartum in terra, un tutt’uno tra quello che ci ispira e quello che realizziamo.

    Qualcosa di… BUONO

    Pubblicato da aisnapoli il 12 - settembre - 2014 Commenta

    Salvatore Cautero foto di Luciano FuriaDi Gennaro Miele

    All’ imbocco di via Salvator Rosa c’ è una palazzo alto, scrostato di antica vernice rossa, circondato da una scala grigia appoggiata alla strada come un braccio, dalle finestre socchiuse sembra osservare una Napoli tormentata dalla pioggia di un anomalo luglio.
    Una strada questa, intrisa dalle immagini dei racconti di Giuseppe Marotta e dove forse un giovane Eduardo De Filippo scendeva pensoso con un manoscritto inedito sottobraccio, verso l’ oro di Napoli.

    Una pioggia stanca di appartenere alle nuvole cade pesante sulla città, sembra una tenda fatta di ritmi di gocce e scostando questo liquido sipario si riceve il premio per aver attraversato il temporale, entrando in Caseari Cautero.

    Questa è una bottega che troverete appena sotto il livello della strada che continua nella sua salita, un po’ nascosta agli occhi, come un frutto di sottobosco in penombra.

    Qui lavora Salvatore Cautero, un custode della ricerca del buono, che con la tenacia propria dei sognatori puri ha creato quello che è uno scrigno di perle gastronomiche nostrane e non solo, sguardo rivolto anche a prelibatezze d’Oltralpe, da una fine selezione di champagne a prosciutto mangalica, una sorta di stradario che indica vie secondarie e sconosciute ai lati di un’autostrada affollata da gusti banali e sempre uguali.

    Salvatore riesce a conquistare la vostra fedeltà con la sua competenza generosamente spiegata in parole semplici e familiari, fatte di racconti che ci conducono a scoprire un volto umano dei prodotti, con aneddoti e storie che hanno il suono dello scorrere di fiumi e il gusto di un viaggio in auto, su ponti che collegano il nostro mondo con la scoperta di qualcosa di nuovo.

    Salvatore Cautero foto di Luciano FuriaLa sua energia comunicativa lo ha spinto a creare momenti di incontro tra ricercate selezioni enogastronomiche ed un pubblico di amatori sempre più vasto, attimi di pura convivialità che vedono completata l’anima delle serate con gli spadellanti interventi di uno chef sensibile come Carlo Olivari, con la sua gastronomia itinerante tra tradizione ed innovazione, variazione elegante dello street-food.

    Si parla sempre di salotto buono della città ma credo che si debba uscire da questo concetto, da quelle quattro mura per entrare nelle strade e vivere questo rinnovato movimento del gusto, posizionando lì il nostro divano dove la gente vive e rivive se stessa ogni giorno, tra le vie di una Napoli eternamente calpestata ma mai abbastanza consumata da impedirti di andare via ma anche di tornare.

    Una cultura del buono quella che il nostro vuole diffondere, voglia di qualcosa che in fondo è nelle corde di ogniuno e come chiaramente il suo motto dice ”il buono si attrae”, ma vi dirò di più…crea dipendenza.

    BUONO lavoro Salvatore

    Foto di Luciano Furia

    Grill TerraceRenaissance Naples Hotel Mediterraneo

    16 e 25 settembre

    Cena barbecue vista mare al Renaissance Naples Hotel Mediterraneo. Si chiamano
    Grill Terrace” e sono le due serate a tema organizzata sul roof garden della
    struttura in via Ponte di Tappia. L’appuntamento è per il 16 ed il 25
    settembre.

    Menu barbecue con antipasto di verdure grigliate, grigliata mista di
    carne o di pesce, insalate e dolce e frutta dal buffet al costo di 35 euro a
    persona.

    Info e prenotazioni: reservations@mediterraneonapoli.com,
    081.7970001.