Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...eventi aisnapoli
Gli eventi dell'AIS Napoli
    • dal 30 ott 2015 al 18 giu 2016 alle ore:19:30

      Ais Campania, Master Borgogna con Armando Castagno:

      Mancano: 55 giorni e 04:16 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
  • Video

    Tags

    8 -12 Luglio ALTO FEST 2015 a Napoli

    Pubblicato da aisnapoli il 5 - luglio - 2015 Commenta

    dareluogo2

    ALTO FEST 2015

    Festival Internazionale d’Arti Performative Interventi Trasversali per DARE LUOGO ad una riqualificazione Umana / Urbana

    NAPOLI – V EDIZIONE

    8 – 12 luglio 2015

    Alto Fest is among Europe’s finest festivals honored with EFFE Label 2015-2016

    La V edizione di ALTO FEST – International Contemporary Live Arts for a Human/Urban Regeneration, si apre all’insegna del riconoscimento di Festival d’Europa, giunto da EFFE – Europe for Festivals Festivals for Europe, un’iniziativa dell’Unione Europea.! ! Alto Fest è un progetto culturale internazionale, orizzontale e generativo, che si innesta nel tessuto socio-urbano che lo ospita. Lo scopo del festival, sintetizzato dal motto “dare luogo”, consiste nell’attivare processi culturali partecipativi e promuovere così un’esperienza di rigenerazione umana ed urbana.Un processo svolto attraverso la sperimentazione di poetiche innovative, che ambiscono a coinvolgere, assieme ai luoghi, il sistema di relazioni che questi luoghi ospitano. Il Festival si svolge negli spazi privati donati spontaneamente dai cittadini (appartamenti, terrazzi,sotterranei, cortili, interi condomini, laboratori artigianali…).Selezionati tra oltre 250 proposte pervenute da 44 nazioni diverse, queste le presenze che animano il programma di Alto Fest:

    Aldo Riboni (IT), Ana Paula Santana (MEX), AntoninoTalamo (IT), Azul Teatro (IT), Bergen Convention (RU / DE), Charles Koroneho (CA / NZ), Claudio Menna (IT), Collettivonucleo34 (IT), C.ie du ciel et des épices (FR), Connor Maley (USA), Derviches A (FR / IT), Fabris | Mansour (IT / LB), Federica Terracina (FR / IT), Fen Chen (USA / CHN), Francesco Paolo de Siena (IT), Giuseppe Valentino (IT), Glnu Kirs (LB), Hui Chun Chen (NL / TW), Ilaria Abbiento (IT), Ivana Petito (IT), Katie Duck (NL), Luca Errico e l’Oceano Viola (IT), Ludovica Rambelli (IT), Marion Phillini (UK / IT / AU / CO), Niyar Theatre (IL /DE), ODC Ensemble (GR), Ohi Pezoume (GR), Opera retablO (CH), Paola Stella Minni (IT), Phoebe Zeitgeist (IT), Pietribiasi | Tedeschi (IT), Progetto Brockenhaus (CH / IT), Quesada|Cisneros (AR / MEX), Rea Zekkou (GR), Réplika Teatro (ES / PL), Roberto Corradino (IT), Rua Portalba (IT), Sandra Bozic (RS), Sara De Jesus Bento (PT), SU | SA (JP / IT), T.I.R. (IT), Toccata Studio (MY), Waas | Barletti (DE / IT)

    Il programma del festival accoglie tutte le espressioni dell’arte contemporanea, dal teatro alle arti visive, dalla danza alla musica, fino al cinema e alla scrittura, ospitando progettualità interdisciplinari, prodotte dal dialogo tra autori che sperimentano sinergie inedite, prassi ibride, la cui presenza oggi rende ALTO FEST crocevia di linguaggi diversificati e di estetiche sperimentali, portando a Napoli la voce della cultura contemporanea internazionale.

    Sono infatti 26 le nazioni coinvolte, con artisti e operatori culturali provenienti da Olanda,Canada, Nuova Zelanda, Messico, Francia, Spagna, UK, Grecia, Malesia, Israele, Argentina, Libano, Serbia, Svizzera, Germania, Giappone, Cina, USA, Australia, Colombia, Portogallo, Russia, Taiwan, Croazia, Repubblica Ceca, Italia. 44 progetti per 107 artisti e operatori culturali, 201 le repliche previste in 5 giorni, 9 le lingue che si parleranno. Più di 50 luoghi donati, disposti su 6 diverse municipalità. Tra cittadini, donatori di spazio e di ospitalità, associazioni e realtà creative del territorio, artisti, studiosi e componenti dell’organizzazione, il festival coinvolge nella sua realizzazione più di 300 persone.

    Fondamentale per la sua realizzazione è il dialogo con le ambasciate e le istituzioni culturali internazionali, volte a sostenere la mobilità degli artisti e ad ospitare operatori culturali e programmatori di festival e rassegne internazionali, per favorire la crescita e la promozione dei linguaggi artistici contemporanei internazionali. Sostengono la presenza dei rispettivi artisti l’ambasciata del Regno dei Paesi Bassi, di Spagna, Germania, Grecia, Israele, Croazia, il Prince Claus Fund for Culture and Development, l’EUnity. Alto Fest è inoltre patrocinato da Centro Ceco di Milano, l’Istituto Polacco di Roma, il Forum Austriaco di Cultura, L’Istituto Cervantes di Napoli.

    L’esperienza di ALTO FEST è accresciuta dalla preziosa collaborazione con Partner e Sostenitori d’eccezione, che ne completano la geografia, configurando un’offerta culturale differenziata e interdisciplinare, capace di valorizzare le differenze, riuscendo a coinvolgere un pubblico di ogni età, provenienza ed estrazione. L’Aeroporto Internazionale di Napoli e l’Ambasciata del Regno dei Paesi Bassi, si configurano come main partner di Alto Fest 2015, a cui si aggiunge il prezioso sostegno dell’Antica Pizzeria Gino Sorbillo al premio di produzione “Operappartamento”, assegnato agli svizzeri Opera retablO, quest’anno ospitato in residenza in casa Fiorellino. La compagnia fondata da Ledwina Costantini presenterà in anteprima, il 6 luglio alle 19:00, il primo studio di KőSZEG, liberamente ispirato all’opera di Ágota Kristóf. Sempre il 6 luglio alle 11:00 e alle 17:00 ci sarà un tour speciale lungo i luoghi di “Napoli Insolita e Segreta” guidato dallo stesso autore Valerio Ceva Grimaldi.

    L’ Aeroporto Internazionale di Napoli ospiterà in anteprima l’inaugurazione del Festival, il 7 luglio dalle 11:00 alle 13:00, accogliendo nei suoi spazi la performance “Icaro” a cura di Azul Teatro. Una collaborazione fondata su prospettive comuni: favorire ai cittadini l’accesso diretto all’offerta culturale internazionale, innescando un’azione di rigenerazione urbana/umana.

    L’Ambasciata del Regno dei Paesi Bassi, oltre a sostenere la presenza degli artisti olandesi, promuove e sostiene il progetto TEXTURE, a cura di Creactivitas. Un Laboratorio Internazionale di pratiche e visioni di rigenerazione urbana Culture-led e Performing Heritage, che si terrà il 7 luglio alle 17:30 presso il RIOT Studio, Palazzo Marigliano.!

    Il 12 luglio alle ore 11:00 il festival si avvia alla sua chiusura con un simposio a cura dell’Osservatorio Critico, coordinato da Silvi Mei, producer teatrale, web editor “Culture Teatrali”. A seguire gli ultimi interventi in programma e poi l’Afterfest.

    Un particolare fuori programma ci verrà offerto dalla OMM Orchestra Multietnica Mediterranea, che accoglierà gli spettatori di Alto Fest alle prove aperte della loro ultima opera.

    Il festival nasce a Napoli nel 2011, ideato e diretto da TeatrInGestAzione, organismo creativo intersoggettivo, guidato da Gesualdi | Trono, che da diversi anni si occupa di creare pratiche artistiche innovative che coinvolgono il territorio e gli artisti internazionali, puntando sulla partecipazione diretta dei cittadini ai processi culturali, innestando l’azione artistica nell’architettura socio-urbana ed umana in cui agisce.

    ALTO FEST è indipendente ed autofinanziato. Vive del dono di TeatrInGestAzione sotto forma di tempo, competenze e denaro (nella misura delle proprie possibilità), del dono dei cittadini che offrono spazio e accoglienza, degli artisti che condividono il tempo e lo spazio della propria opera, dei volontari, e di alcune progettualità sane locali, di professionisti e studiosi, e di operatori culturali, nazionali e internazionali, che offrono le proprie competenze e i propri strumenti intrecciando le proprie visioni con quelle del Festival.

    In particolare si ringraziano:

    Napoli Film Festival, la cui collaborazione ha dato vita fin dalla passata edizione alle Film in Residency, residenze creative per filmmaker internazionali, a cui quest’anno si aggiunge il supporto tecnico della Scuola di Cinema di Napoli.

    Dourgouti Island Hotel Project di Atene (GR), che curerà il progetto pedagogico per una mappatura foto-poetica dei luoghi di Alto Fest, promuovendo un gemellaggio tra gli studenti del sesto Istituto Superiore di Neos Kosmos (Atene – GR) e i ragazzi del Marano Spot Festival.

    Per le stampe si ringrazia Fuori Gamut.

    Enjinia, che permette agli spettatori di essere sempre aggiornati sugli interventi e i percorsi del festival, grazie allo sviluppo di un’applicazione mobile, scaricabile dal sito e sulla mappa, attraverso il QR Code.

    Un’attenzione particolare ai temi dell’ambiente si rileva nella collaborazione con Cleanap promotori del progetto Napoli Bike Sharing (www.bikesharingnapoli.it), grazie al quale lo spettatore potrà spostarsi con facilità e gratuitamente tra tutti gli interventi in programma.MappiNa, che ospiterà il progetto “Esposti” fino alla prossima edizione del festival, una mappatura degli studi d’artista presenti sul territorio di Napoli.

    Flegrea Foto e Raiworld production (in collaborazione con Pietro Menditto) raccoglieranno una documentazione fotografica e video.

    La startup toscana Partybag di Paolo Dallari, fornirà parte del service audio del festival.

    La compagnia aerea Aegean che garantisce i voli di alcuni artisti greci.

    Castello Ducale per il vino e la pasticceria Poppella per i fiocchi di neve.

    E ancora, il Decumani Hotel de Charme, Ipins, Re Mida, Freezu, Fineartlab, La Renaissance.

    E infine ringraziamo la Stanza del Gusto per aver accolto anche la conferenza stampa.! !

    … e tutti coloro che dal 2011 fanno di Alto Fest un continuo miracolo.

    Marino Palazzo Foglia – Napoli

    I donatori di luogo

    Lucia Conforto, Paola Silverii, Jennifer Mc Donough, Mario Avallone, Fabio Dattilo, Claudia Capelli, Pippo Pirozzi e i condomini di Palazzo Sanfelice, Valeria Scialò, Guido Acampa e Francesca Nicolais,Ilaria Vitellio e Arturo Maiolino, Valentina De Vita, Anna Di Natale, Adriano Corsetti, Daniela La Torraca e Claudio Liguori, Carolina Carli e Gennaro Urzi, Nicholas Evangelista, Renato del Autorimessa Cava di tufo, la Scuola di lingua dei segni Counselis, Floriana Fiorellino, Ilaria Abbiento e Francesco Manzo,l’Associazione Fantasmatica, Sergio Catello e Maurilia Monti, Anna Gesualdi e Giovanni Trono,Barbara Fumagalli e Johnny Grima, Don Giuseppe Cuomo, Francesco Orefice, Andrea Botte, Nunzia Castellano, Nunzia Ferro, Gaetano Pucino, Pina Malinconico, Ciro Oliva, Giuseppe Laudato, Lia Polcari, Mariarosaria Polcari, Marina Mosca, Paola Iaccarino Idelson, Silvana Tomei, Giovanna Franzese, Luca Lopez, Vincenzo Marino, Ciro Poppella, Oriana Esposito e Amalia Coletta, Marcello Merenda, Claudio Gargano e Claudia Barletta, Carlo Cremona e Marco Taglialatela, Giovanna Caldarella e Pasquale Nocerino, l’Aeroporto Internazionale di Napoli, Salvatore Petrillo, GiuseppeGiovinetti e Cinzia Baldassarre, la Famiglia Striano e Daniele Furia, Riccardo Abbruzzese, Giuseppe Musella e Giustino Catalano, Roberta Inarta e Carlo Picone, i condomini di via Mezzocannone 19, Franco e Salvatore del Garage Comune.

    Mozzarella di Bufala Campana DOP, quando il BUONO fa bene!

    Pubblicato da aisnapoli il 4 - luglio - 2015 Commenta

    MOZZARELLA DI BUFALA CAMPANA DOP,

    QUANDO IL BUONO FA BENE

     

     CONTENUTI LIMITATI DI SALE E LATTOSIO, PROPRIETA’ ANTIOSSIDANTI:

    PER IL MONDO MEDICO LA MOZZARELLA DI BUFALA CAMPANA DOP

    VERO SIMBOLO DI UN’ALIMENTAZIONE CHE CONIUGA GUSTO E BENESSERE

    images-11Una cornice prestigiosa come quella del Reale Yacht Club Canottieri Savoia di Napoli. E’ qui che, nell’ambito della bellissima iniziativa dedicata alla vele d’epoca, il Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana DOP ha deciso, venerdì 3 luglio, di presentare i risultati di tre diverse ricerche legate da un minimo comune denominatore: lo studio delle proprietà salutistiche di uno dei più importanti e apprezzati formaggi al mondo.

    “La nuova frontiera nel settore della scienza alimentare è quella di produrre alimenti salutari che mantengono la ricchezza e la complessità dei gusti tradizionali – ha spiegato Antonio Lucisano, Direttore del Consorzio – vale a dire lo studio relativo al modo in cui gli alimenti, oltre a nutrire, possano avere anche effetti positivi sul benessere dei consumatori. Noi eravamo persuasi delle proprietà benefiche della mozzarella di bufala campana ma di certo i risultati presentati forniscono un endorsement scientifico di valore assoluto. Il messaggio è ben preciso: il nostro prodotto non solo è buono ma può fare anche bene alla salute”.

    E in effetti il convegno, piacevolmente intervallato a delle mini degustazioni, ha fornito dati che non solo sfatano alcuni luoghi comuni ma aprono scenari interessanti per quanto riguarda il consumo della mozzarella di bufala. Sul palco dei relatori si sono succeduti il Professor Germano Mucchetti, Docente di Tecnologia Alimentari presso l’Università di Parma; il Professor Vito Domenico Corleto, Docente di Gastroenterologia presso l’Università La Sapienza di Roma; e per l’Università Federico II di Napoli il Professor Ettore Novellino docente di Chimica Farmaceutica e Tossicologica, e il Professor Gian Carlo Tenore, docente di Chimica e Tossicologia degli Alimenti.

    “E i dati emersi dai loro studi sono andati persino oltre le nostre aspettative – ha sottolineato Lucisano – La Mozzarella di Bufala Campana DOP, infatti, presenta un limitato contenuto di sale e noi tutti sappiamo come la comunità internazionale abbia alzato la soglia di attenzione su questo argomento. Abbiamo inoltre avuto conferma del fatto  che il nostro prodotto può molto spesso vantare un contenuto di lattosio addirittura inferiore a quello di prodotti proposti come “ad alta digeribilità”. A questo si aggiunge il fatto che, dagli studi presentati, risulta che durante la digestione della MBC si sviluppano dei peptidi che, agendo sulle cellule intestinali umane, esercitano un potente effetto antiossidante in grado di contrastare i radicali liberi e rigenerare la mucosa dell’apparato intestinale”.

    Insomma, la Mozzarella di Bufala Campana DOP risulterebbe quindi una sorta di panacea con il quid plus di essere buonissima: poco sale, poco lattosio, proprietà antiossidanti, in pratica la quadratura del cerchio per un’alimentazione sana e corretta.

    “In un momento come questo in cui il mondo lattiero-caseario è scosso dalla polemica sul latte in polvere – ha concluso il Presidente del Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana DOP, Domenico Raimondo – poter dire che il nostro prodotto, fatto con tutti i crismi, fa bene alla salute ci sembra un messaggio fortemente positivo per tutti i consumatori”.

    Ufficio stampa nazionale MGLOGOS tel. (+39) 06 45491984 06.45491985 info@mglogos.it  www.mglogos.it

    Ufficio stampa per la Campania DIPUNTO STUDIO tel. (+39) 081 681505 info@dipuntostudio.it www.dipuntostudio.it

     Quale miglior modo di festeggiare i primi 50 incredibili anni della più importante Associazione Sommelier in Italia se non con un grandioso banco di degustazione?

    E così ci apprestiamo a celebrare un compleanno storico a ricordo di uno dei più importanti momenti avvenuti nel mondo della cultura del vino negli ultimi decenni: la nascita dell’Associazione Italiana Sommelier, avvenuta proprio a Milano, il 7 Luglio 1965 alle ore 18.30 presso un notaio cittadino.
    Soci fondatori furono il prof. Gianfranco Botti, Jean Valenti, il dott. Leonardo Gerra ed Ernesto Rossi.
    I Soci AIS sparsi in tutta Italia sono oggi oltre 35 mila, un numero straordinario.

    Il 7 luglio 2015 apriremo quindi i festeggiamenti con un incredibile banco di degustazione che sarà seguito da altri momenti monografici durante il corso della giornata.

    Saranno presenti a questa bellissima giornata più di 140 aziende provenienti da tutta Italia, che hanno deciso di essere con noi per rivivere insieme quello storico momento e cominciare a pensare ai prossimi 50 splendidi anni ancora insieme.

     

    ANNULLO FILATELICO

    Dalle 11.00 alle 19.00 sarà presente una postazione mobile di Poste Italiane per l’annullo filatelico commemorativo dei 50 anni dell’AIS. L’operazione di timbratura avverrà soltanto in quel giorno, dopodiché il timbro verrà inviato a Roma al Museo Storico delle Poste. Il francobollo sarà in sequenza casuale uno dei 15 che compongono l’ultima emissione dedicata alle DOCG Italiane.

    Poste Italiane ha realizzato tre cartoline filateliche, che potranno essere acquistate il giorno stesso. Chi non potrà partecipare all’evento avrà comunque la possibilità di prenotare le cartoline all’indirizzo ais@aisitalia.it.

    Aziende presenti

    VALLE D’AOSTA
    Ottin

    PIEMONTE
    Antoniolo, Antoniotti, Barale, Braida Giacomo Bologna, Brovia, Castello di Neive, Cavallotto, Elio Perrone, Giacomo Fenocchio, La Scolca, La Spinetta, Le Piane, Malvirà, Nicola Bergaglio, Paolo Scavino, Pelissero, Prunotto, Sottimano, Tenute Sella, Travaglini

    LOMBARDIA
    Berlucchi, Bersi Serlini, Bruno Verdi, Ca’ del Bosco, Castello Bonomi, Caven, Chiara Ziliani, Ferghettina, Fratelli Berlucchi, Il Mosnel, Le Fracce, Le Marchesine, Monterossa, Nino Negri, Ricci Curbastro, SoloUva, Tenuta Roveglia, Villa Crespia

    VENETO
    Al Canevon, Allegrini, Astoria, Ca’ Lojera, Cavalchina, Cecchetto, Cesari, Fattori, Gamba, Maculan, Malibràn, Nino Franco, Roccolo Grassi, Romano Dal Forno, Tanorè, Vignalta, Villabella

    TRENTINO
    Endrizzi, Ferrari, Pisoni, Tenuta San Leonardo

    ALTO ADIGE
    Cantina di Andriano, Cantina di Terlano, Cantina di Termeno – Tramin, Cantina Nals Margreid, Elena Walch, Lorenz Martini, Tenuta Alois Lageder

    FRIULI VENEZIA GIULIA
    Borgo San Daniele, Collavini, Lis Neris, Livio Felluga, Livon, Petrucco, Ronco Blanchis, Schiopetto, Scubla, Vie di Romans, Villa Russiz, Volpe Pasini

    LIGURIA
    Bio Vio, Lvnae, Terre Bianche

    EMILIA ROMAGNA
    Drei Donà Tenuta La Palazza, Medici Ermete

    TOSCANA
    Baracchi, Boscarelli, Brancaia, Caiarossa, Capezzana, Castello Banfi, Castello di Volpaia, Col d’Orcia, Fattoria Le Pupille, I Balzini, Le Casalte, Marchesi Gondi, Monteverro, Ormanni, Piaggia, Podere Poggio Scalette, Podere Sapaio, Querciabella, Sangervasio, San Felice, Stefano Amerighi, Tenuta il Poggione, Tenuta Sette Ponti, Tenuta Vitereta, Tenute Folonari, Tenute Silvio Nardi

    UMBRIA
    Arnaldo Caprai, Falesco, Lungarotti, Sportoletti, Tenuta Bellafonte

    MARCHE
    Bucci, Il Pollenza, Mancini, Sartarelli, Umani Ronchi

    LAZIO
    Antiche Cantine Migliaccio, Merumalia, San Giovenale, Sergio Mottura

    ABRUZZO
    La Valentina

    CAMPANIA
    Casa D’Ambra, Marisa Cuomo, Montevetrano, Quintodecimo

    PUGLIA
    Agricole Vallone, Gianfranco Fino, Severino Garofano

    BASILICATA
    Basilisco, Cantine del Notaio, Elena Fucci

    CALABRIA
    Librandi

    SICILIA
    Alessandro di Camporeale, Florio, Passopisciaro, Tasca d’Almerita

    SARDEGNA
    Argiolas, Attilio Contini, Giovanni Battista Columbu, Sella & Mosca

     
    Per informazionieventi@aismilano.it

    Data
    Martedì 7 luglio 2015
    ore 15.30 – Apertura Banco di Assaggio
    ore 19.30 – Chiusura (accesso in sala sino alle 19.00)
    Sede
    Hotel The Westin Palace
    Piazza della Repubblica 20, Milano

    L’evento è riservato ai Soci AIS in regola con la quota associativa di AIS Nazionale e agli operatori del settore accreditati.

     

    SEMINARI

    Le sueguenti attività richiedono la prenotazione attraverso il sistema online di AIS Milano.

     

    16.00 – Seminario La Franciacorta

    16.00 – Seminario: I Bianchi della Campania

    18.15 – Seminario: La Mitteleuropa

    18.15 – Seminario: I Bianchi della Borgogna

    21.00 – Talk show con i protagonisti della storia di AIS – Verticale di Barbacarlo

    FlyerDrinkPink2015-thumbnailTorna a Napoli il 9 luglio il consueto appuntamento “I Drink Pink”, format consolidato per conoscere e gustare i migliori vini rosati selezionati .

    Rosa il vino che accoglierà i clienti appassionati della Città del gusto Napoli ed il pubblico napoletano in un abbraccio all’estate ed ai suoi tepori dando vita ad una suggestiva degustazione nello storico Palazzo Caracciolo di Napoli.

    Di seguito le aziende che hanno aderito:
    FERGHETTINA GUADO AL TASSO TORMARESCA FONTANAVECCHIA TERRE DEL PRINCIPE FATTORIA LA RIVOLTA EMÉRA CANTINE SANPAOLO FERRARI CITRA CANTINE PRODUTTORI BOLZANO LUNAE BOSONI TENUTA CAVALIER PEPE MARISA CUOMO F.LLI GIORGI PALAMA’ IGRECO TERRE DEL GUFO – MUZZILLO VINICOLA ZITO CANTINA GALLURA SILVIO CARTA VILLA RAIANO VILLA MATILDE
    A suggellare l’atmosfera di gran classe del wine party musica “da degustazione” selezionata dai Dj di Lunare Project per vivere il feeling dell’estate, del mare e delle emozioni in perfetta sintonia con il mood sofisticato ed elegante degli eventi firmati Città del gusto Napoli Gambero Rosso e Radio Yacht, la radio à porter dedicata agli spiriti liberi .

    Durante la serata inoltre l’evento potrà essere seguito in contemporanea su Facebook, Twitter ed Instagram attraverso immagini, parole e sensazioni della serata, tramite l’hashtag #idrinkpink
    Un evento da non perdere: dal vino al gusto, alla musica d’autore per la degustazione più glamour dell’estate napoletana.

    Drink Pink 2015
    Biglietto d’ingresso:
    intero €25,00 intero
    ridotto €20 (soci AIS, Slow Food e Cral convenzionati)

    EVENTO A POSTI LIMITATI
    E’ NECESSARIA LA PRENOTAZIONE

    Per info e prenotazioni:
    Tel. 0813119800
    cell 3381691727
    e-mail: napoli@cittadelgusto.it

    Facebook Fan Page: cittadelgustonapoli
    Twitter: Cittadelgusto Napoli
    Instagram: Città del gusto Napoli

    Roof&Sky e Sud Ristorante presentano
    Mediterraneo: essenza, azzurro, profumo, onda e sale
    viaggio di sei portate di Marianna Vitale e Michele Grande
    11334158_1611063809150666_2497206853933815760_o

    FY0_1708La pizza fritta di Guglielmo Vuolo a Villa Doria D’Angri per Il Viaggio dei sensi di Street events

    Il primo luglio, nell’ambito di Ricomincio da TRE e dell’ evento Il viaggio dei sensi, ideato e organizzato da Street Events – nato per offrire una panoramica sulle tematiche, sui progetti, sui prodotti e sulle soluzioni tecnologiche relative alla riqualificazione e alla valorizzazione del patrimonio materiale e immateriale dei siti storici napoletani – a Villa Doria d’Angri (Via Petrarca), dalle ore 16.00 alle 21.30, Eccellenze Campane, il polo dedicato alle produzioni agroalimentari di qualità della regione, offrirà agli ospiti una straordinaria occasione di degustazione della pizza fritta realizzata con acqua di mare.
    Una esclusiva del Maestro pizzaiolo napoletano Guglielmo Vuolo che propone questa novità anche nella pizzeria di Eccellenze Campane di Via Brin, realizzando solo pizze fatte con acqua di mare al posto del sale.

    Un intramontabile della tradizione napoletana, molto caro ai suoi ricordi familiari, si rinnova. Rotonda e a Calzone, in versione prêt-à-porter per la serata, la pizza fritta di Guglielmo Vuolo è farcita, secondo la ricetta più tradizionale, con ricotta di Bufala campana, Cicoli di maiale e pepe nero.

    L’impasto all’acqua del maestro napoletano è il frutto di una sperimentazione iniziata questo inverno con la collaborazione al Progetto Alimentare “ SALE, meglio poco…” dell’Università Popolare di Scienza degli Stili di Vita di Trani.  Si tratta di una pizza priva di sale, se non quello dell’acqua di mare purissima controllata e certificata prodotta e confezionata tutta in Italia da una ditta specializzata e ottenuta dopo una lunghissima sperimentazione sulla base di un protocollo d’intesa siglato con il Cnr.

    Per ottenere un impasto degno della sua antica tradizione familiare il maestro Vuolo realizza il suo impasto all’acqua di mare con una lunghissima lievitazione (oltre 20 ore), che consente di ottenere una pizza più leggera, digeribile che coniuga il benessere con il piacere del palato ed esalta il gusto autentico degli ingredienti che la farciscono.

     

    “Eccellenze Campane – ha dichiarato Paolo Scudieri – ha sostenuto il maestro Vuolo nell’uso dell’acqua di mare per la preparazione della pizza nella convinzione che le eccellenze agroalimentari devono essere valorizzate sempre nel loro forte e irrinunciabile legame con il territorio. Diamo con questo evento la possibilità a centinaia di persone di assaggiare questa straordinaria novità”

     

    Info stampa Vuolo: m.piscitelli@yahoo.com . Info stampa streetevents: Tel.  +39 3342890633 – ufficiostampa@streetevents

    Lino Scarallo inaugura il nuovo concept ristorativo di Ikea

    Pubblicato da aisnapoli il 1 - luglio - 2015 Commenta

    scarallo e la brigataDi Fosca Tortorelli

    Tre mesi di lavori e il ristorante di Ikea di Afragola si rinnova, puntando su una selezione molto più accurata sia dei prodotti gastronomici, sia delle attrezzature. Il nuovo concept, come ha illustrato Luigi Monda (customer manager Ikea), rientra nella strategia commerciale IKEA It starts with the food, che nel corso del biennio 2016/17 vedrà lo store concentrato sul macro tema del food, puntando oltre che al design low cost anche alle strumentazioni necessarie e ai prodotti per un consumo di un cibo più sano, da consumare in modo responsabile e sostenibile.

    Come ulteriore segno di rinnovamento, il 23 giugno, giorno prima dell’apertura ufficiale, è stato invitato Lino Scarallo, lo Chef stellato di Palazzo Petrucci di Napoli, che ha dedicato ai cuochi e allo staff di cucina IKEA una giornata formativa, elaborando piatti nuovi con i prodotti presenti nello store. Non solo abbinando in maniera diversa le preparazioni più classiche, ma spiegando alla brigata anche diverse tecniche di cottura.

    In questa giornata di anteprima a beneficiarne sono stati giornalisti e blogger, invitati per un pranzo-evento organizzato dallo staff IKEA in collaborazione con le giornaliste Valeria Grasso e Laura Gambacorta.

    Dopo aver visitato la rinnovata cucina è stato offerto un originale aperitivo in cui oltre alle classiche polpette di carne, sono state presentate due nuove versioni, quelle di pollo con salsa al rafano e le vegetariane con aringa marinata con carote e cipolle. E’ stato poi proposto un crostino di pane ai cereali con marmellata di mirtillo nero, aringa e aneto, un crackers al sesamo con formaggio erborinato e un finger di rostì di patate con marmellata di more artiche e salame d’alce, il tutto accompagnato con un drink di aperitivo a base succo di mirtillo rosso e prosecco.

    Questo connubio tra la cultura campana e quella svedese è proseguita anche a tavola, dove è stato servito un saporito salmone marinato con misticanza abbinato ad un sidro di pere, una porzione di pasta con zucchine, gamberi e cipolla croccante abbinata ad una birra scura Svedese doppio malto ed un gustosissimo trancio di salmone al profumo di bosco con broccoletti, abbinato al sidro di mele.

    Dolce conclusione la cheesecake ai mirtilli e un’acquavite speziata al cumino, anice e finocchio.

    Cose semplici e alla portata di tutti, ma che offrono la possibilità di giocare, come suggerito e dimostrato da Scarallo anche con prodotti nostrani, per elaborare ricette e accostamenti originali e innovativi.

    onaf-2Si è concluso il primo livello del Corso ONAF tenutosi a Napoli presso i locali di Sogni di Latte a via Kerbaker al Vomero con la cerimonia di investitura per 22 Assaggiatori di Formaggio. Dieci lezioni per conoscere, apprendere ed apprezzare il mondo dei formaggi tra odori, aromi, sapori e persistenze gustative; partendo dalla tecnica di degustazione, passando per gli aspetti chimici e microbiologici del latte fino a studiarne gli abbinamenti cibo-vino.
    Un percorso sensoriale arrivato al termine con una serata di degustazione tenutasi il 24 giugno presso Sapori e Dintorni di Via Alabardieri 8, dove i consiglieri nazionali Maria Sarnataro e Renato Contillo ed il direttore Salvatore Varrella hanno “investito” i neo Assaggiatori di formaggio. Uno dopo l’altro hanno ricevuto spille e diplomi con il monito trasmesso dal Presidente Onaf Pier Carlo Adami: “l’essere diventato Assaggiatore costituisce il primo traguardo nel passaggio fra il semplice estimatore e il conoscitore consapevole dei formaggi”. A seguire la cena degustazione organizzata dall’Onaf, a cura del resident chef Mario Loina, per finire con un dolce realizzato con gorgonzola, crema di formaggio, vin santo, miele e frutti di bosco.

    Nella medesima occasione si è proceduto al rinnovo delle cariche della Delegazione di Napoli che hanno portato il seguente risultat o: Delegato per il quadriennio 2015-2019 sarà Salvatore Varrella, Consiglieri Stefania Comes, Renato Contillo, Vincenzo Del Genio, Nicola Fiorillo.