Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...corsi sommelier in partenza
Gli eventi dell'AIS Napoli
    • dal 20 dic 2018 al 20 dic 2018 alle ore:20:30

      20 Dicembre, Tempo di Bolle…all’Enopanetteria

      Mancano: 5 giorni e 14:25 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
  • Video

    Tags

    13 Dicembre, Luciano Ciolfi da Cap’alice

    Pubblicato da aisnapoli il 5 - dicembre - 2018 Commenta

    nfdBrunello di Montalcino San Lorenzo in degustazione a Cap’alice con il produttore Luciano Ciolfi il 13 dicembre

    Il Brunello di Montalcino porta alto il nome del vino italiano nel mondo. E’ ormai da tempo sinonimo di vino di altissima qualità e simbolo di un territorio estremamente affascinante. Montalcino è un delizioso borgo del vino, ogni tratto di questo bellissimo paese è intriso della sua storia enologica ed è ben organizzato per l’accoglienza. L’enoturismo è l’altro grande motore che registra ogni anno numeri importanti di presenze nazionali ed estere, affiancato da una serie di eventi specializzati e attesissimi. Il Sangiovese è il re delle vigne in questo nobile areale di produzione. Proprio all’ingresso del borgo storico si estendono le vigne di Luciano Ciolfi, proprietario della cantina San Lorenzo. Il suo Brunello di Montalcino è ritenuto dalla critica di settore e dagli appassionati uno dei migliori. E’ ben noto che la fama di questo vino sia dovuto al fatto che in questa denominazione il sangiovese sappia mantenere la sua austerità con una certa eleganza. Sono proprio questi i tratti che esaltano i vini della cantina San Lorenzo, nella proprietà di famiglia dove i genitori e i nonni di Luciano praticavano una agricoltura e pastorizia povera. Luciano ha fortemente voluto che fosse la vigna a dominare i loro terreni ed il tempo gli ha dato ragione. Lavora secondo i principi di una agricoltura sostenibile, molto attenta all’ambiente ed a preservare l’identità territoriale dei vini. Il Ciolfi è un convinto vigneron della Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti e il suo banco di assaggio viene preso d’assalto agli eventi e fiere della federazione.

    Giovedì 13 dicembrealle ore 20,30 sarà a Napoli a Cap’alice per una degustazione di più annate condotta dalla giornalista Marina Alaimo. E’ in corso la quinta edizione di questo format divenuto un punto di riferimento in città per gli appassionati di vini autentici.

    Saranno in degustazione:Brunello di Montalcino 2008, 10, 13, 14, Brunello di Montalcino Riserva 2013 e Rosso di Montalcino 2016.

    Segue la cena con i piatti dell’oste Mario Lombardi.

    Per informazioni e prenotazioni 081 19168992

    Cap’alice l’enosteria tipica napoletana è in via Bausan 28 m/n Napoli

    7 Dicembre, Velvet… a La Grotta Hostaria

    Pubblicato da aisnapoli il 3 - dicembre - 2018 Commenta

    46893793_10211337924998542_4067108573593731072_n-2

    6 Dicembre, Cucina Povera & Champagne a La Locanda del Testardo

    Pubblicato da aisnapoli il 3 - dicembre - 2018 Commenta

    47386223_2215527298725840_6997624171937136640_n

    ASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER Delegazione di Napoli

    La Locanda del Testardo

    in collaborazione con AIS Napoli

    presenta

    CUCINA POVERA & CHAMPAGNE

    La Locanda del Testardo

    Via Lucullo n.100 Bacoli (Na)

    GIOVEDI 6 DICEMBRE 2018 ore 20.30

    Prezzo € 80 (Prezzo speciale riservato agli iscritti dell’A.I.S. € 70) Info e prenotazioni: 0818687701 3331545317

    Serata dedicata all’accostamento tra la “nobile” eleganza dello Champagne e la bontà degli ingredienti “poveri” che in cucina possono diventare una vera ricchezza.

    MENÙ

    Polpette di pane – Brodo di polpo e il suo tentacolo – Trippa al pomodoro nel panino al vapore

    Blanquette de Limoux Premiere Bullè Sieur d’Arques

    Minestra “Zitellata”

    Champagne Pinot Meunier Carte Blanche Lagille et Fils

    ‘Mazzamma’ croccante

    Champagne Assemblage Tradition Brut Paul Goerg

     Spaghetto con alici e formaggio dei poveri

    Champagne Chardonnay Blanc de Blancs Demiere Ansiot

    Tris di Braciola

    Champagne Premiere Cuvée Rosè Bruno Paillard

    Zuppa di Latte, pane e caffè

    14 Dicembre, Gran Galà di Natale a Palazzo Petrucci

    Pubblicato da aisnapoli il 3 - dicembre - 2018 Commenta

    47316560_10219255674929688_2730326717410312192_n#AisCampania

    Cari Soci,
    quest’anno il tradizionale incontro per gli auguri di Natale, organizzato dall’Ais Campania, si svolgerà nella splendida e suggestiva cornice di Posillipo, con la presenza di 3 chef stellati, grandi vini premiati dalla nostra guida #AisVitae e con ospite d’eccezione il nostro Presidente nazionale Antonello Maietta.

    Prenotazioni:
    Tramite email info@aiscampania.it indicando Nome e Cognome di ogni partecipante ed allegando copia bonifico bancario di €35 p.p. intestato ad Associazione Italiana Sommelier Campania IBAN: IT 41 Z 05387 40260 000002464227
    causale Galà di Natale 2018

    *Iniziativa riservata ai soci in regola con il pagamento della quota associativa annuale.

    ☎️ 0823 345188

    Attenzione: Posti Limitati.

    #UniversoDiValori

    peppe guidaLUXURIOUS: IL CALENDARIO FASHION&FOOD 2019 DEL FOTOGRAFO SALVIO PARISI

    Si chiama «Luxurious» il sesto capitolo del Calendario F&F, perché celebra a tinte forti l’eleganza austera, la voluttà degli orpelli e l’opulenza tout court.
    Tra lusso e lussuria: esattamente in quel mezzo si colloca il concetto sottile e volatile del gusto e del bello, più che il bon ton o l’estetica ufficiale.
    La moda e il cibo, la couture e il gourmet passano di fatto attraverso la sensualità e la percezione epicurea del bon vivre.
    E’ proprio in omaggio a questo senso visivo del fasto che nascono le dodici immagini del 2019. Ed ecco perchè il lunario è interamente girato al Palazzo San Teodoro di Napoli, una tra le più regali dimore gentilizie partenopee dell’VIII secolo, situata davanti alla Villa Comunale sulla Riviera di Chiaia a ridosso del lungomare.
    Sei, come sempre, gli eccellenti cucinieri campani testimoni del loro “mestiere” negli abiti dei grandi sarti nostrani, mentre la protagonista delle immagini in cui vengono ambientate le loro sei rispettive pietanze è Cristina Donadio, attrice di razza dal teatro al grande schermo, diretta da nomi come Corsicato, Squitieri, Pasquale Marrazzo, Liliana Cavani, Incerti, Sandro Dionisio o Edoardo De Angelis, approdata e apprezzata in tv con la serie Sky Gomorra nel 2016, interprete inequivocabile di una napoletanità coriacea e trasversale, eclettica e per molti versi inedita.
    Sulle pagine di F&F si muove tra una tavola imperiale 3.0 e un letto iper-design.
    Sei look di Roberta Bacarelli con scarpe Ernesto Esposito, borse Tramonatano, gioielli Alessandra Libonati e Bronx Colors cosmetics.
    Mise en place ultra moderne griffate Schoenhuber Franchi coi decori verdi frutta&verdura di Massimo Iodice per Flover o con trionfi di pesci, ostriche e astici da Itticheria e Mare di Lucullo oppure di carni fresche in bella vista da Luca Pastore.
    Complementi da interior contemporaneo di Riccio Caprese, Christofle, Kosta Boda, Yalos o Marioluca Giusti (per Interni d’Elite) convivono sulla tavola con le pietanze dedicate e gli svariati ingredienti d’eccellenza territoriale: pasta Gerardo di Nola, pomodori Così Com’è, oli Torretta, caseari La Perla del Mediterraneo, farine Caputo, i san marzano di Italiana Vera, le nocciole e creme Sodano o le delizie di Leopoldo.
    E naturalmente vini, birre, liquori e caffè d’alto rango: Strione di Cantine Astroni, Alta Fila e Intrico della vinicola Diana, champagne Quenardel, birre artigianali Kymè e Titanium, nucillo E’Curti, elisir Alma De Lux, amaro Nastro d’Oro e il caffè per eccellenza, Kimbo.
    Cartelle della tombola di un tempo per la tavola di Natale e carte napoletane sul letto ovale Pebble di Dorelan.
    Gennaio apre con la cuoca Imma Ferraro, caprese d’istanza a Torino: indossa un microabito in pelle nera di Marialaura Musollino Lallilab, abbinato a gioielli Libonati e una clutch di Giannotti. Franco Pepe, ambasciatore da Caiazzo della pizza italiana nel mondo, posa sornione in un look Kiton, mentre Salvatore Capparelli, pasticciere del centro storico di Napoli, siede in salotto con un abito sportivo di Isaia e sneaker De Cristofaro. Peppe Guida di Vico Equense annoda allo specchio una galla di Ugo Cilento (di cui sono anche i gemelli rigatone e san marzano), mentre Luciano Villani da Telese è vestito Rubinacci con sciarpone Pulcinella in cachemere e Fabio Pesticcio di Eboli indossa all’ingresso di Palazzo un doppiopetto e paltò in cachemere di Cesare Attolini.

    concept & photo / Salvio Parisi
    digital end & consulting / Simone Marigliano
    styling / Chicca Fusco
    make-up & hair / Clemente Oliva & Team Leo

    2 Dicembre, Berebene 2019 all’Hotel Royal Continental

    Pubblicato da aisnapoli il 1 - dicembre - 2018 Commenta

    thumbnail-56BEREBENE 2019
    I migliori vini premio qualità/prezzo Gambero Rosso
    Napoli, Hotel Royal Continental, 2 dicembre 2018 ore 19.00

    Domenica 2 dicembre, dalle ore 19.00
    Napoli, Hotel Royal Continental Ingresso Centro Congressi, via Partenope 44
    Prezzo del biglietto: Intero 25 €, Ridotto Soci AIS e Wine Club 20 €
    Prezzo del biglietto e della Masterclass delle ore 18.00: Intero 30 €, Ridotto Soci AIS e Wine Club 25 €

    Per informazioni e prenotazioni:
    Città del gusto Napoli
    Tel. 0813119800/13 – 338.169.17.87
    Email eventi.na@cittadelgusto.it

    Città del gusto Napoli Gambero Rosso celebra domenica 2 dicembre dalle ore 19.00, presso Hotel Royal Continental Ingresso Centro Congressi, storico hotel 4 stelle del lungomare di Napoli, i cui arredi sono stati progettati da Giò Ponti – l’uscita della 29° edizione della guida BEREBENE 2019 con una serata speciale dedicata alla migliore produzione italiana che merita di essere scoperta.

    La guida BEREBENE del Gambero Rosso continua a premiare le etichette con il miglior rapporto qualità/prezzo d’Italia, acquistabili in enoteca e presso la grande distribuzione. Sono oltre 800 le proposte segnalate quest’anno con l’obiettivo di diffondere la cultura di come sia sempre più facile reperire grandi vini a prezzi più che ragionevoli.
    La missione della guida è la divulgazione anche di piccole e piccolissime realtà che restituiscono il profilo di un’Italia enoica varia e interessante, tutta da degustare e conoscere.
    L’evento delle ore 19 sarà preceduto da una Masterclass dedicata agli addetti ai lavori ed al pubblico dei wine lover alle ore 18.00.
    La selezione degli “ottimi vini, sotto i tredici euro” sarà abbinata a specialità culinarie, pensate in un percorso tra dolce e salato per soddisfare occhi e palato con alcuni protagonisti importanti, selezionati sul territorio regionale e non solo, testimoni di una cucina tipica del mangiar bene.

    Sarà il giovane pizzaiolo Valentino Tafuri della pizzeria 3 voglie di Battipaglia (SA), pizzaiolo emergente guida Pizzerie d’Italia 2019 del Gambero Rosso, con la sua pizza nel ruoto cilentana, una pizza che “nasce dalla semplicità dei nostri nonni, per mano delle massaie cilentane”.
    Carlo Di Cristo, che riapre il 23 novembre Soulcrumbs, porta a BEREBENE 2019 il suo progetto sul pane e inebrierà la hall dell’Hotel Continental con le fragranze e gli aromi dei suoi lievitati. Non saranno solamente pani, ma anche una chiusura in dolcezza con il suo panettone.
    Ma non solo lievitati in purezza, anche un cuzzetiello croccante che conterrà la genovese preparata dallo chef Mauro Buonanno del Sartù Ristorante. Un “ristorante del territorio” con un orto da loro coltivato che fornisce prodotti non trattati e non coltivati in serra, prodotti che sono la base della loro cucina legata al territorio ed alla stagionalità.
    Sabatino Cillo presente all’evento allieterà i palati dei presenti con una gustosa selezione dei suoi salumi. Il Maestro delle carni, che conquista con il suo slogan “Non accettare carne dagli sconosciuti” porterà dalla sua Airola (BN) salumi della tradizione prodotti con materie prime accurate: una vera delizia per il palato!

    Le aziende aderenti ad oggi presentate ai banchi di assaggio curati dai produttori e dai sommelier dell’AIS Napoli, garanzia di professionalità ed esperienza, sono le seguenti:
    Umani Ronchi Colli di Castefranci I Favati Velenosi La pizzuta del Principe Antico Castello Ferghettina Cantine Astroni Cantine Federiciane Monteleone La Fortezza Pietraventosa Casa Setaro Romaldo Greco Tenuta I Fauri Tenute Fois Tenuta Scuotto Vestini Campagnano Cantine Lombardini Cantine Olivella Calatroni Cantina Tramin Fattoria La Rivolta Malena D’Antiche Terre Cantine del Notaio Donnachiara Terre Stregate Cantine De Mare Cantine Tora Sclavia La pietra di Tommasone Planeta Winery Kellerei St. Pauls – Cantina Produttori San Paolo Villa Matilde Azienda Vinicola Le CaseMatte Terredora Fontanavecchia La Guardiense

    La serata vedrà la partecipazione attiva degli allievi delle ultime classi dell’IPSEOA Petronio di Monteruscello (NA), istituto vicino agli eventi della Città del gusto Napoli. Gli alunni presenti all’evento partecipano al progetto di Alternanza Scuola Lavoro e mettono così in pratica la formazione d’aula, le competenze acquisite necessarie per il loro futuro.

     

     

    ASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER Delegazione di Napoli

    RE PANETTONE®

    I Laboratori dell’Ais Napoli

    Sabato 1 dicembre ore 18

    Domenica 2 dicembre ore 17

    Euro 5. info e prenotazione: 081 681505 / 3400659907

    Grand Hotel Parker’s

     Corso Vittorio Emanuele, 135

    napoli-re-panettone-2018

    Sabato 1 dicembre ore 18. Laboratorio “Il Panettone come si valuta e come si abbina“. A cura di Tommaso Luongo, Delegato Ais Napoli

    Cappiello, capo p. Michelangelo Cappiello, S. Maria Capua Vetere (CE)
    Panmustacciuolo.
    In abbinamento i vini del Consorzio Tutela Vini del Sannio

    Fornai Ricci, capo p. Mattia Ricci, Montaquila (IS)
    Panevo agli agrumi (lievitato all’olio extravergine d’oliva, con cubetti di scorza d’arancia, di limone e cedro canditi)
    In abbinamento vini del Consorzio Tutela Vini del Sannio

    De Vivo, capo p. Vincenzo Faiella, Pompei (NA)
    Pancetarese (con alici di Cetara, olive di Gaeta e capperi)
    In abbinamento Birra Cuore di Napoli American Pale Ale, Kbirr

    Domenica 2 dicembre ore 17. Laboratorio “Il Panettone come si valuta e come si abbina“. A cura di Tommaso Luongo, Delegato Ais Napoli

    La Fornarina, capo p. Federico Nicoletti, S. Elia Fiumerapido (FR)
    Lampone, zenzero e cioccolato bianco
    In abbinamento i vini del Consorzio Tutela Vini del Sannio

    Max, capo p. Massimo Toppi, Roma
    Panitozzo
    In abbinamento i vini del Consorzio Tutela Vini del Sannio

    Forno Vispi, capo p. Angelo Ghirelli, Gubbio (PG)
    Cacio e pepe
    In abbinamento Birra Natavot Red Strong Ale, Kbirr

    Torna a Napoli RE PANETTONE®, il tradizionale appuntamento con il grande lievitato delle feste per eccellenza: il 1 e 2 dicembre nei saloni dello storico Grand Hotel Parker’s al Corso Vittorio Emanuele, 135. Un goloso appuntamento per degustare, conoscere e acquistare i migliori panettoni artigianali d’Italia e della Campania. La formula prevede esposizione, tasting e mercato; ma anche momenti di approfondimento, show cooking e incontri con i pasticcieri.
    Giunta alla IV edizione, la kermesse è la costola napoletana dell’evento Re Panettone che dal 2008 si svolge a Milano da un’idea di Stanislao Porzio. I pasticcieri presenti a Napoli saranno 19 e da ogni parte d’Italia con una nutrita rappresentanza di campani, grandi interpreti del lievitato meneghino.
    Durante la due giorni sarà deciso il Premio Re Panettone® Napoli che viene assegnato ai migliori panettoni innovativi da una giuria di esperti addetti ai lavori e con la collaborazione degli studenti dell’Istituto Alberghiero Elena di Savoia di Napoli. Accanto al classico Panettone milanese sono infatti tante le proposte creative – sia dolci che salate – che ogni anno la manifestazione propone al grande pubblico.
    Accanto alla mostra mercato nella Sala Ferdinando dello storico hotel sarà allestita una postazione con i forni di Zanolli Forni per lo svolgimento delle Prove d’Artista e le preparazioni live di alcune chicche della pasticceria lievitata.
    A cornice della manifestazione ci sarà il Wine bar curato da Wine&Thecity e dall’Associazione Italiana Sommelier, Delegazione di Napoli, dove sarà possibile degustare, in abbinamento ai panettoni, una selezione di vini dolci, passiti e spumanti del Consorzio di Tutela dei Vini del Sannio e le grappe di Distilleria Marzadro.

    Si conferma come ogni anno la formula di ingresso libero alla kermesse con la possibilità di acquisto di panettone al prezzo bloccato di 25 euro al kg.

    NAPOLI IV Edizione

    Date: 1°-2 dicembre 2018

    Orari: Sabato 1 dicembre dalle 11,00 alle 21,00 – Domenica 2 dicembre dalle 11,00 alle 19,00

    Sede: Grand Hotel Parker’s, Corso Vittorio Emanuele, 135

    Ingresso: libero

    Prove d’Artista: Sabato ore 16,00 con Aniello di Caprio della Pasticceria Lombardi “La decorazione del panettone in cioccolato”; domenica ore 12,00 con Ciro Scarpato, Presidente dell’Associazione Pasticcieri Napoletani “I dolci natalizi napoletani ospiti a Re Panettone”; Domenica ore 15,00 con Vincenzo Mennella della Pasticceria Mennella “La mela annurca, omaggio della Campania al panettone”

    Laboratori AIS NAPOLI: Sabato ore 18,00; Domenica ore 17,00

    Sponsor:

    Molino Dallagiovanna

    Giuso

    Zanolli Forni

    DRG Systems

    Per informazioni: 02 2048 0319, 349 8469 856.

    Ufficio stampa Dipunto studio www.dipuntostudio.it – 081 681505.

    jiam-bake-01A Frattamaggiore (Na) arriva Jiam Bake, la croissenterie made in Campania.

    Qualcosa di veramente buono sta per arrivare a Frattamaggiore. Si tratta di Jiam Bake, una croissanterie nata dall’idea di due soci: Giuseppe Auriemma, della già nota hamburgeria frattese Blackburger, e Mauro Capuozzo, sostenuti dalle rispettive consorti Ilaria Capuozzo ed Angela Lanotte. Jiam, infatti, è l’acronimo dei loro nomi. Il 2 dicembre alle ore 19 si apriranno i battenti di questo nuovo locale che non sarà la solita cornetteria di notte. Dopo un lungo lavoro, si è arrivati alla volontà di creare dei prodotti che facessero la differenza. Il format prevede per il momento sette tipologie di bake: croissant di pasta sfoglia, cornetto ischitano, brioche zuccherata, brioche con tuppo, cornetto ai cereali, bomba fritta e conchiglia, tutti da farcire a proprio gusto, nella maniera classica oppure scegliendo i gusti special, farciti con le creme spalmabili Galamella, al cocco, alla nocciola e al cioccolato fondente, o con il pistacchiato di Casa Infante. Non mancheranno le proposte golose. Un’altra caratteristica saranno le bevande: cioccolata calda e caffè americano in vari gusti, serviti nel tipico bicchiere american style, i Bubble Tea, le bevande a base di tè nero e tè verde con le popping boba alla frutta che scoppiettano in bocca, e il Jiampuccino, una bevanda calda a base di latte alla nocciola, alla mandorla, al pistacchio e tanto altro. Tutto sarà da asporto, si farà il proprio ordine alla cassa e, una volta pronto, si riceverà il proprio vassoio. Il croissant di pasta sfoglia è in stile francese, burroso, ben sfogliato e croccante. Interessanti anche le altre tipologie di bake che saranno tutte da scoprire.
    Domenica 2 dicembre ci sarà un Open Day per far conoscere la croissanterie ai clienti e verranno regalati tanti gadget ai primi cento!

    Jiam Bake
    Corso Vittorio Emanuele 132, Frattamaggiore (Na)
    Tel. 3492768517
    Orari di apertura: Lun-Mer-Gio-Ven-Dom. dalle 19 alle 2
    Sabato dalle 19 alle 3
    Giorno di chiusura: Martedì