Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...corsi sommelier in partenza
Gli eventi dell'AIS Napoli
    • dal 09 dic 2016 al 09 dic 2016 alle ore:20:30

      9 Dicembre, Un “Angelo” a Melito…Si può fare!

      Mancano: 3 giorni e 13:48 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
  • Video

    Tags

    22 Maggio, LUNAROSSA. il Pomodoro campano risplende sul Golfo

    Pubblicato da aisnapoli il 18 - maggio - 2016 Commenta

    IMG_8989L’aperitivo promosso dalla giornalista enogastronomica Monica Piscitelli e dal sommelier Tommaso Luongo si tinge di rosso, con una serata dedicata al pomodoro eccellente campano in collaborazione con il Salone del vino VitignoItalia in programma al Castel dell’Ovo, dal 22 al 24 maggio. Un evento dedicato al pomodoro campano in una location mozzafiato sul mare del Golfo più bello del Mondo. La giornalista enogastronomica Monica Piscitelli e il sommelier Tommaso Luongo, ideatori dell’evento e promotori del progetto “Sommelier del Pomodoro©”, danno appuntamento il prossimo 22 maggio dalle ore 18,30 e fino alle 23 al Circolo Rari Nantes (Scogliera Santa Lucia 1 ) per “Lunarossa, il pomodoro risplende sul Golfo”. L’occasione fortunata è la giornata inaugurale di Vitigno Italia, alla sua XII edizione. Gli operatori, gli associati e food lovers sono invitati a partecipare ad una serata direttamente sul mare il cui tema è l’oro rosso campano per eccezione: il pomodoro. Ad interpretarlo, con lo speciale impasto iposodico all’acqua di mare, il Maestro pizzaiolo Guglielmo Vuolo, volto di Eccellenze Campane Mare, e ideatore della prima Carta dei pomodori d’Italia all’opera su una delle creazioni del maestro Stefano Ferrara sistemata a cielo aperto. Con lui il panificatore Stefano Pagliuca di Melito che proporrà una Bruschetta d’autore insieme alla cucina del Circolo Rari Nantes che ospita l’evento su invito. L’oro rosso è quello del Pomodorino di Corbara: I Sapori di Corbara di Carlo D’Amato, partner del progetto dedicato al pomodoro campano degli organizzatori che sarà illustrato durante l’aperitivo. E’ sempre di Carlo D’Amato il succo di pomodoro che sarà alla base dei cocktail “Sommelier del Pomodoro®” elaborati da un barman professionista dell’Aibes sezione Campania e che faranno il paio con il Piedirosso delle aziende vitivinicole del Consorzio di Tutela Vini Campi Flegrei, Ischia e Capri con cui si brinderà al tramonto ammirando il Golfo in compagnia dei sommelier dell’Ais Napoli.

    Ticket euro 10, posti limitati. Info: 081 764 6584 (Circolo Rari Nantes) – 3480063619 (Monica Piscitelli) – 335 6790897 (Tommaso Luongo). Accrediti stampa m.piscitelli@yahoo.com.

    20 Maggio, Napoli…a tutto DUBL da Calici e…

    Pubblicato da aisnapoli il 17 - maggio - 2016 Commenta

    LOCANDINA-CALICI E-20-5-2016-2

    DUBL NO STOP da Calici…e

    Una serata in compagnia di DUBL nelle versioni DUBL+, Rosato e Brut .

    Dalle 21 in compagnia di finger food, salumi e formaggi.

    Euro 15. Necessaria la prenotazione 348.2597055 cirasichenz@gmail.com

    CALICI E…

    Via Morosini nn.30-32

    IMG_20160427_192140di Fosca Tortorelli
    Un ospite di eccezione ci attende alla Taverna di Bacco, pizzeria di Rione Alto, che nasce nel 2005 sotto l’attenta guida di Salvatore de Rinaldi, coadiuvato dalla moglie Rosa e dal figlio Cristiano, il quale, ha voluto personalizzare il locale, inserendo un angolo paninoteca/birreria denominato B-Zone.
    Sin dal primo momento, oltre ad un attento studio sull’impasto dei Burger Buns americani, si è prestata particolare attenzione alla selezione di birre artigianali, puntando molto sulle diverse tipologie e selezionando in prima linea i prodotti del birrificio Baladin, vero e proprio riferimento del movimento brassicolo italiano. Cristiano ha cercato di differenziarsi dai classici Pub, realizzando dopo mesi di prove e di studio, il suo panino ideale, reso soffice e gustoso anche grazie all’uso delle ottime farine del Molino Dallagiovanna. Ha così organizzato una vera e propria carta dei panini, ciascuno con il dettaglio degli abbinamenti e delle possibili salse di accompagnamento.
    Questa nuova carta dei panini è stata presentata in anteprima alla stampa nella prima serata del 27 aprile, invitando Teo Musso – fondatore e mastro birraio del birrificio Baladin –in modo da rendere la serata ancor più significativa e speciale. La perfetta organizzazione è stata seguita e curata dalla giornalista enogastronomica Laura Gambacorta, che ha briosamente condotto la serata introducendo sia i “proprietari di casa” Salvatore e Cristiano e presentando Teo Musso, il mastro birraio piemontese.
    Un veloce aperitivo a base di mini Montanare e Focaccia Patanegra, ha preceduto i veri protagonisti della serata, tre dei panini presenti in carta presentati in versione mini per l’occasione, accompagnati da un contorno di patatine fritte sia, chips che stick, fresche e tagliate a mano.
    Ad ogni panino la sua birra, ed è così che il Saki, composto da battuta di pollo, pomodorino del piennolo, songino, crema di formaggio fresco è stato abbinato alla ISAAC Baladin, un classico intramontabile del birrificio, nata nel 1997 ed è stata tra le primissime birre artigianali in Italia e prende il nome dal figlio di Teo Musso, mentre il Classic, un hamburger di Black Angus, con insalata, pomodoro e glassa all’aceto balsamico, Bacon artigianale, Scamorza è stato abbino all’ IPA ZONE by Cristiano, birra, ideata da Cristiano stesso e prodotta presso il Birrificio Karma di Alvignano (Caserta). Infine il Teo un burger farcito con Hamburger di Fassone Piemontese, Radicchio Trevigiano, Formaggio di Bra, omaggio al mastro birrario e decisamente goloso, che si è perfettamente sposato con la SUPER BITTER Baladin, che fa un poco il verso alle birre amare perché amara non è, come ci spiega Teo. Già all’olfatto si esprime con note floreali, agrumate e resinose del luppolo americano Amarillo, mentre al gusto è apprezzabile il perfetto equilibrio tra dolce e amaro e il potere ripulente, davvero un bel prodotto perfettamente in sintonia con il carattere del panino proposto.
    Non poteva mancare una dolce conclusione e così, un cremoso Birramisù in vetro accompagnato dalla birra barricata, la Xyauyù Oro di Baladin ha deliziato il palato degli ospiti presenti
    Una serata diversa, estremamente piacevole e arricchita sia dal confronto con Teo Musso, colto e abile comunicatore e dalla simpatia travolgente, sia dall’energia positiva di Salvatore e Cristiano, che hanno dato valore e forza al territorio e a un prodotto da fast food; non solo per la cura e l’attenzione impiegate nella ricerca dell’impasto ideale per il morbido Burger Bun, ma soprattutto per la selezione accurata e non banale della materia prima, dando anche spazio a prodotti campani spesso poco usati, come la carne di bufala campana o la marmellata di aglianico.
    Non resta che ritornare per provare le diverse e intriganti proposte presenti in menù, divertendosi tra gustosi e insoliti panini e la vasta gamma di birre artigianali

    B-Zone – La Taverna di Bacco
    Via Sementini, 28/32 – Napoli
    tel. 081/5466119 – 081/0209646

    27 Maggio, Happy DAIS al Radici Resot di Mastroberardino

    Pubblicato da aisnapoli il 17 - maggio - 2016 Commenta

    happyDAIS_cover_eventoVENERDÌ 27 MAGGIO | ORE 18:30 START

    Radici Resort

    Località Piano Pantano, Contrada corpo di Cristo

    Mirabella Eclano (AV)

    www.radiciresort.com

    Prenotazione obbligatoriaemail info@aiscampania.it | tel. 0823 34.51.88

    Programma

    Speech introduttivo

    Antonello Maietta, Presidente Nazionale AIS

    Nicoletta Gargiulo, Presidente Regionale AIS

    Conclusioni Piero Mastroberadino

    Modera Annito Abate, Delegato AIS Avellino

    A seguire apertura banchi degustazione vini con buffet e DJ set

    I “cru” dell’annata 2015 e una “chicca vintage” in degustazione

    Morabianca Irpinia Falanghina DOC

    Radici Fiano di Avellino DOCG

    Novaserra Greco di Tufo DOCG

    Lacrimarosa Irpinia Rosato DOC

    Neroametà Bianco Campania IGT

    Redimore Irpinia Aglianico DOC

    Radici Taurasi DOCG

    Greco di Tufo DOCG Vintage 2007

    Il buffet

    Finger food

    polpettina di tacchino con pomodoro acido

    mousse di ricotta e noci

    caprese di pomodoro giallo e rosso

    13047930_1064290780294157_306094004748880301_o
    Primo modulo dell’Accademia delle Ali di Mercurio, a Torrecuso nel Centro del Gusto.
    Costo 420€ IVA compresa

    sommelier del pomodoroCONOSCERE IL POMODORO ATTRAVERSO LA DEGUSTAZIONE
    Appuntamento il 20 maggio a Eccellenze Campane Via Brin con un panel di professionisti per approfondire il tema Pomodoro Campano e con il “Guerrilla Pomodoro” per piccoli.

    In attesa del 22 maggio al Circolo Rari Nantes di Via Partenope a Napoli con il primo evento fuori salone con Vitigno Italia

    Pomodoro. Non c’è ingrediente della cucina italiana più popolare e immancabile. Cosa sarebbe di pizza e pasta senza di lui? Rossi o rosati, la gran maggioranza dei piatti della tavola italiana, lo prevedono. Mentre la nuova cucina italiana ne ha fatto il simbolo della rinnovata semplicità gastronomica. L’opportunità è offerta, nei territori più vocati alla sua produzione, dalla biodiversità che consegna al presente una varietà di pomodori, grandi, medi e piccoli., di qualità e per ogni uso.
    Ciascuno con una storia e con delle caratteristiche.
    Ma di tutto questo si parla pochissimo, mentre il pomodoro “figlio di terra madre ignota” avanza.
    Gli addetti al settore, che lo preparano e lo propongono a tavola, ne sanno quasi nulla, oltre il nome. E stentano a riconoscerlo. A tutto danno del consumatore finale o nella sua totale inconsapevolezza.
    Mentre sul vino, e in qualche modo sull’olio evo (sui formaggi, sui salumi, sull’acqua, sui distillati), un percorso di comunicazione e conoscenza si va compiendo, sul pomodoro, a dispetto della sua “rotondeggiante” centralità nulla è stato scritto.
    Anche la letteratura agronomica appare inadeguata. Men che mai esiste un precedente divulgativo di conoscenza delle caratteristiche olfattive e gustative del pomodoro.
    Si sono interrogati sull’argomento la giornalista enogastronomica Monica Piscitelli e il sommelier Ais Tommaso Luongo.
    Hanno interrogato cuochi, pizzaioli, agronomi, produttori di pomodoro e di lì hanno compreso la necessità di descrivere il pomodoro per gli addetti al settore e gli appassionati in modo da conoscerlo e meglio tutelarlo.
    Il pomodoro sarà, dal punto di vista tecnico, protagonista il giorno 20 maggio nel primo panel di degustazione alla cieca del Pomodoro Campano – organizzato dai due degustatori promotori del progetto “Sommelier del Pomodoro©“ - in programma a Eccellenze Campane su invito il giorno 20 prossimo.
    Partner del panel la stessa Eccellenze Campane, il maestro Pizzaiolo Guglielmo Vuolo e la azienda I Sapori di Corbara.
    Alla seduta panel, composto da 10 degustatori professionisti invitati a ragionare sul tema degustazione del pomodoro, seguirà un “Pomodoro Guerrilla” che simbolicamente consegnerà ad Eccellenze Campane, con la presenza di Paolo Scudieri presidente di Eccellenze Campane, le nuove piantine di pomodoro della campagna 2016 e che matureranno nei locali del Polo Gastronomico ma anche nelle sedi rispettive delle scuole delle associazioni invitate all’evento.
    A partecipare (dalle 16,00) saranno una delegazione di bambini delle scuole inferiori; dei “baby designers” del progetto della Casa dei Cristallini della Sanità, “Magnà ,gli Ingredienti giusti”; dei ragazzi della Bottega dei Semplici Pensieri che avvia alla formazione professionale in gastronomica piccoli e giovani affetti dalla sindrome di Down. Mentre il 22 maggio si darà vita, nell’ambito della prima giornata inaugurale di Vitigno Italia in programma a Napoli al Castel dell’Ovo, ad una serata fuori salone dal titolo “Lunarossa, il pomodoro risplende sul Golfo”. Un aperitivo con pizza e bruschette d’autore, una selezione di vini del Consorzio di Tutela Campi Flegrei, Ischia e Capri e i cocktail a base di pomodoro dell’Aibes Campania, che servirà ad accendere i riflettori sull’argomento.

    Info: 3480063619 (Monica Piscitelli)- 335 6790897 (Tommaso Luongo)

    23 maggio pizze fritte e baba`Il 23 maggio presso “’O Sfizio d’’a Notizia” di Napoli

    pizze fritte e babà con sei grandi artigiani del gusto

    e il professor Fabrizio Mangoni

    Pizze fritte e babà, due importanti simboli rispettivamente della cucina popolare e della pasticceria napoletana, saranno i protagonisti dell’evento organizzato dal Molino Dallagiovanna, in collaborazione con Laura Gambacorta, lunedì 23 maggio alle ore 20,00 presso “’O Sfizio d’’a Notizia”, l’ultimo locale nato in casa Coccia incentrato interamente su pizze fritte e ‘mpustarelle (panini realizzati con un’esclusiva miscela di farine).

    La serata dal titolo “Pizza fritta & Babà – Assaggiamo la storia di Napoli” vedrà la partecipazione del professore Fabrizio Mangoni, profondo conoscitore della storia della pasticceria napoletana e delle tradizioni gastronomiche partenopee, che condurrà gli ospiti alla scoperta delle origini di queste due amatissime specialità.

    Ben sei gli artigiani del gusto in azione durante la serata: due assi della pizza, Enzo Coccia ed Eduardo Ore, e quattro re della pasticceria: Sal De Riso, Ciro Scarpato, Salvatore Capparelli e Francesco Guida che proporranno quattro tipologie di babà: napoletano, del ‘700, Savarin e napoletano al bergamotto.

    Ad accompagnare sia le pizze sia i babà saranno i vini dell’azienda irpina Feudi di San Gregorio presente con DUBL Esse, DUBL Rosato e Privilegio Irpinia Fiano Passito DOC. Partner per l’acqua sarà Ferrarelle.

     

    Menu

    Montanarina con piennolo, friggitelli del Vesuvio, pecorino romano e pepe nero

    Murzillo con mortadella e pesto di pistacchio di Bronte

    Pizza fritta con ricotta di bufala e cicoli artigianali

    Pizza fritta con baccalà e scarola al vapore con capperi, pinoli, uva passa e olive nere di Gaeta

    Babà del ‘700

    Babà Savarin

    Babà napoletano

    Babà napoletano al bergamotto

     

    In abbinamento:

    DUBL Esse Feudi di San Gregorio

    DUBL Rosato Feudi di San Gregorio

    Privilegio Irpinia Fiano Passito DOC Feudi di San Gregorio

    Acqua Ferrarelle

     

    L’ingresso è solo su invito.

    Per richiedere l’invito: laugam@libero.it

    ’O Sfizio d’ ‘a Notizia

    Via Michelangelo da Caravaggio, 49/51

    Napoli

    Tel. 081 7148325

    Aperto solo la sera – Chiuso il lunedì

    Ufficio stampa evento

    Laura Gambacorta

    Mob. 349 2886327

    Email: laugam@libero.it

    Wine&Thecity 2016, Wine and San Gennaro

    Pubblicato da aisnapoli il 16 - maggio - 2016 Commenta

    Wine and San Gennaro” alla Basilica di San Gennaro Fuori le Mura con visita alle suggestive Catacombe per l’edizione 2016 di Wine&Thecity.

    Dalla sinergia tra campaniachevai.it di Monica Piscitelli e l’Associazione Italiana Sommelier delegazione di Napoli guidata da Tommaso Luongo.

    Con il Piedirosso del Consorzio di Tutela Vini Campi Flegrei, Ischia e Capri e i sommelier dell’AIS Napoli.

    In abbinamento la “frezzella” ultima creazione del pizzaiolo Ciro Oliva, della Pizzeria Oliva Concettina ai tre Santi di Via Arena alla Sanità

    Visita e degustazione contribuiscono ai progetti sul territorio rionale della Fondazione San Gennaro.

    Costo 15 euro. Info e prenotazioni tel 081 7443714 prenotazioni@catacombedinapoli.it.

    Si replica sabato 21 Maggio a partire dalle 18.

    Foto di Anna Ciotola e Consorzio di Tutela Vini Campi Flegrei, Ischia e Capri