Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...eventi aisnapoli
Gli eventi dell'AIS Napoli
    • dal 03 mag 2014 al 03 mag 2014 alle ore:09:30

      Dal 3 Maggio, “20 ANNI di DOC”, Auguri Campi Flegrei! Ciclo di appuntamenti in vigna con Ais Napoli e Malazè

      Mancano: 8 giorni e 18:31 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
    • dal 10 mag 2014 al 31 mag 2014 alle ore:09:00

      “Il Corpo del Vino”, corso di aggiornamento Ais Campania per sommelier a cura di Armando Castagno

      Mancano: 15 giorni e 18:01 ore.
  • Video

    Tags

    terredavino18-19-20 ottobre il Piemonte di Terredavino in show view ai Conad.
    I sommelier di Ais Napoli presentano il Barbera Rosso Fuoco da agricoltura biologica, lo spumante Molinera da Pinot Nero e La Luna e i Falò, rosso di alto lignaggio, tutti abbinati sapientemente a grandi specialità gastronomiche.

     

     

     

     

    Conad
    via Posillipo, 338,
    via Bernini, 74
    via Manzoni, 120/D,
    viale Colli Aminei, 665-677,
    via Falcone, 380
    via Cilea, 179

    espressoOggi, alla Stazione Leopolda di Firenze è stata presentata la guida ristoranti de L’Espresso.

    Si conferma al vertice (in solitario) L‘Osteria Francescana di Massimo Bottura con 19,75/20, seguita da Le Calandre di Massimiliano Alajmo, Piazza Duomo di Enrico Crippa e La Pergola di Heinz Beck con 19,5/20.

    Questi i premi speciali:

    Il pranzo dell’anno va allo chef del Povero Diavolo di Torriana, Piergiorgio Parini, mentre il Piatto dell’anno è firmarto Pino Cuttaia de La Madia di Licata (Agrigento) e il miglior Pasticcere dell’anno Domenico De Clemente de Il Palagio del Four Seasons a Firenze.
    Sono:
    Sommelier dell’anno: Angelo Di Costanzo, L’Olivo del Capri Palace a Capri (Napoli)
    Cantina dell’anno: Villa Maiella a Guardiagrele (Chieti)
    Maitre dell’anno: Carlo Pierato, Mistral a Bellagio (Como)
    Giovane dell’anno: Alessandro Dal Degan, La Tana di Asiago (Vicenza)
    Novità dell’anno: Locanda di Orta San Giulio (Novara)
    Performance dell’anno: Rossellinis di Palazzo Alvino a Ravello (Salerno)
    Caffè dell’anno: Antica Corona Reale di Cervere (Cuneo)
    Selezione vini internazionali: Perbellini a Isola Rizza (Verona)
    Qualità del made in Italy: Dal Pescatore a Canneto sull’Oglio (Mantova)
    Selezione di bollicine: Il Pagliaccio a Roma
    Alla Carriera: Le Colline Ciociare ad Acuto (Frosinone)
    Enotavole dell’anno: Antica Enoteca Guidi a Novara, Godenda di Padova e Taverna del Gusto di Piacenza.

    La regione dove si mangia meglio quest’anno è la Lombardia.

    Da segnalare il prestigioso riconoscimento di sommelier dell’anno assegnato al flegreo Angelo Di Costanzo, head sommelier presso il Capri Palace Hotel di Capri

    26 Ottobre, Aria di Vendemmia a Fattoria La Rivolta

    Pubblicato da aisnapoli il 17 - ottobre - 2013 Commenta

    Paolo-CotroneoSabato 26 ottobre vi aspettiamo a Fattoria La Rivolta per una divertente visita in azienda in una delle stagioni più affascinanti dell’anno, nello splendido e coloratissimo scenario della valle del Taburno. La visita inizia alle ore 11 con l’incontro con il produttore, Paolo Cotroneo. Seguirà la visita guidata del vigneto e della cantina con l’illustrazione di tutte le fasi di produzione. Dulcis in fundo, degustazione dei vini aziendali e di specialità tipiche del Taburno condite con il nostro olio Ortice.

    Vini in degustazione:
    Coda di Volpe Taburno Sannio DOP 2012
    Fiano Taburno Sannio DOC 2012 (Corona Vinibuoni d’Italia)
    Le Mongolfiere a San Bruno Aglianico del Taburno DOCG rosato 2012
    Piedirosso Taburno Sannio DOP 2012
    Aglianico del Taburno DOCG 2009 ( Tre Bicchieri 2014 e Super Tre Stelle Guida Veronelli 2014)

    Specialità gastronomiche in degustazione:
    Pecorini di Laticauda
    Soppressata di maialino del Taburno
    Trionfo di frittate di Luisa
    Fagioli cotti in terracotta nel camino

    Costo € 10.
    Fattoria La Rivolta
    Contrada Torrecuso (BN).
    Possibilità di parcheggio.

    PER INFO E PRENOTAZIONI:

    Paolo Cotroneo
    3483035535

    Valeria Vanacore
    Responsabile Comunicazione
    3292665331
    v.vanacore@fattorialarivolta.it

    Corsi e ricorsi storici: vino e argilla

    Pubblicato da aisnapoli il 17 - ottobre - 2013 Commenta

    ritorno all'argillaDi Marina Ciancaglini

    Un materiale naturale quello dell’argilla, che sin dall’antichità, ha avuto tra i vari usi anche quello di contenitore per il vino ma che nella storia enologica contemporanea si sta riaffermando sia come contenitore di affinamento, in sostituzione alle botti di legno, ma anche per la fermentazione. Della sperimentazione in cantina e delle caratteristiche dei vini prodotti in argilla si è parlato durante il convegno-degustazione “Ritorno all’argilla”, ospitato nella Tenuta Rubbia al Colle, a Suvereto, della famiglia Muratori, lo scorso 15 ottobre. In questa occasione si è voluto fare il punto sull’uso di questo materiale, usato sia come anfora sia con altre forme, le cui caratteristiche sono il controllo delle temperature, soprattutto se i contenitori vengono interrati, e dell’ossigenazione e soprattutto una minore caratterizzazione olfattiva rispetto al legno.
    I vini in degustazione, raccontati da Luca Gardini e introdotti dai produttori, con stili e provenienza geografica di diversa, hanno evidenziato uno stile di ricerca della qualità che non prescinde da una ricerca di naturalità, sia in vigna che in cantina.
    Note di degustazione:
    Caposonato – Vinicola Savese (Sava, Ta). Un Primitivo di Manduria prodotto dall’assemblaggio di due differentiPithos e Morei annate (’84 e 85), lasciato riposare sotto la terra per circa 30 anni nei “capasoni”, tradizionali contenitori in terracotta da 230 e 270 litri e imbottigliato nel 2012. Il vino è complesso, da meditazione, in continua evoluzione nel bicchiere, ha note di pepe, zenzero, confettura di prugne, man mano rivela sentori di tabacco da pipa e liquirizia. Il finale riporta una discreta acidità a bilanciamento di un attacco dolce.
    Pithos Rosso 2012 – Azienda Agricola Cos (Vittoria, Ra). Una delle aziende che fanno parte della rinascita dei vini siciliani produce questo blend di Nero d’Avola e Frappato, vinificato in anfora con lieviti indigeni. Una sperimentazione, quella dell’anfora, che ha raggiunto la sua 14° vendemmia, unita alle pratiche della viticoltura biodinamica. Pithos, vinificato in giare da 400 litri, si presenta al naso con una bella balsamiticità, richiamata in bocca da note salate e di cappero.
    Teroldego Morei 2010 – Foradori (Mezzolombardo, TN). Una grande donna del vino Elisabetta Foradori, che da anni lavora con le anfore, all’interno di un più ampio progetto di viticoltura biodinamica e di ricerca dell’espressività del terroir. Anche questo vino fermenta e si affina in giare. Un Teroldego elegante, com’è lo stile Foradori, che si esprime olfattivamente con piccoli frutti rossi e grafite, per svilupparsi sul palato con una vibrante acidità e freschezza.
    Barricoccio® 2010 – Tenuta Rubbia al Colle (Suvereto, Li). La tenuta toscana della famiglia Muratori ha messo in campo un Sangiovese in purezza affinato in barrique fatte completamente con l’argilla, ottenute dopo varie sperimentazioni, al fine di eliminare lo scambio tra vino e ossigeno (la “barrique” è rivestita di cera d’api, quindi impermeabile) e la cessione dei tannini del legno. Un vino mediterraneo, con note di timo e alloro ma anche floreali, in bocca è semplice e fresco.

    GG vino ott2013 programmaMAILIl vino non è un lusso ma “un piacere da imparare”.
    Al via il 28 ottobre 2013Vini di classe“, il primo corso per chi desidera avere un approccio tecnico e creativo con il nettare degli dei, organizzato in collaborazione con l’Ais Campania. La sala privè di Grangusto, il più raffinato polo enogastronomico partenopeo, apre agli appassionati di enologia e a coloro che vogliono affinare le tecniche di degustazione e la conoscenza del vino attraverso i maggiori esperti del settore.
    Il minicorso si svolgerà in 6 lezioni divise per argomento. Dai processi di maturazione e affinamento del vino all’utilizzo dei sensi, dalle caratteristiche delle uve alle differenze delle zone di produzione per concludere con l’abbinamento cibo-vino. Ogni lezione comprende la degustazione guidata di vini e spumanti italiani e stranieri. L’ultimo incontro poi sarà un appuntamento a sorpresa. Il gran finale infatti sarà una giornata all’interno di un’azienda vitivinicola, in cui sarà possibile toccare e vedere di persona i processi di lavorazione del vino o una cena di gala in cui verranno serviti solo i migliori vini presenti nell’enoteca di Grangusto ed esclusivamente selezionati per i partecipanti al corso.In occasione del gran finale verranno consegnati gli attestati di partecipazione.

    Di seguito il programma completo:

    1° lezione – Lunedì 28 ottobre, ore 19
    “Dal terreno alla bottiglia”
    Cenni sulla viticoltura e la vinificazione. Maturazione e affinamento del vino.
    § L’apertura della bottiglia
    Degustazione guidata di 2 vini
    (vino bianco e vino rosso)

    2° lezione – Lunedì 4 novembre, ore 19
    “La tecnica della degustazione, l’utilizzo dei sensi“. Parte Prima
    L’approccio ad un bicchiere di vino attraverso la Vista e l’Olfatto:
    l’aspetto e i profumi del vino.
    § I bicchieri
    Degustazione guidata di 2 vini (vino spumante metodo classico e vino bianco)

    3° lezione – Lunedì 11 novembre, ore 19
    “La tecnica della degustazione, l’utilizzo dei sensi”. Parte Seconda
    L’approccio ad un bicchiere di vino attraverso il Gusto: le sensazioni gusto-olfattive, tattili e retronasali
    § Le temperature di servizio dei vini.
    Degustazione guidata di 2 vini (vino rosso giovane e vino rosso maturo)

    4° lezione – 18 novembre, ore 19
    “L’enografia campana e nazionale”.
    Le zone di produzione.
    § La conservazione del vino.
    Degustazione guidata di 2 vini (vino campano e vino nazionale)

    5° lezione – 25 novembre, ore 19
    “Enogastronomia e Abbinamento cibo-vino”.
    La tecnica dell’abbinamento Cibo Vino.
    § La funzione del sommelier.
    Degustazione guidata di 2 vini (vino bianco e vino rosso)

    6° lezione – data da definire
    Visita in azienda e/o cena di gala (da definire a discrezione di Grangusto)
    con consegna attestati di partecipazione

    € 35 a lezione per un minimo di 6 lezioni
    Corso a numero chiuso per un minimo di 20 partecipanti

    Per info e prenotazioni 081.19376827 info@gran-gusto.it

    trebicchieri2014A Napoli i grandi vini d’Italia tutti in una sera. Domenica 20 ottobre, dalle ore 18 alle 23, Castello de Vita in via Manzoni, accoglie la grande degustazione dedicata ai Tre Bicchieri 2014, i migliori vini del Bel Paese secondo le valutazioni degli esperti del Gambero Rosso. È l’appuntamento del vino più atteso dell’autunno, l’evento più rappresentativo del Gambero Rosso che ogni anno dal 1988 celebra con un grande incontro degustazione l’uscita della Guida Vini dItalia. Organizzata dalla Città del gusto Napoli, la serata è un’occasione irripetibile per operatori ed eno-appassionati che potranno degustare circa 100 vini, insigniti dell’ambito riconoscimento dei Tre Bicchieri. Un viaggio olfattivo e gustativo alla scoperta del top dellenologia nazionale, dal Piemonte alla Sicilia, tra storici nomi e sorprendenti novità. Sono infatti tante le novità di questa edizione che vede il Friuli Venezia Giulia con 24 vini premiati e ben cinque new entry; l’Umbria in rimonta con tante etichette d’eccellenza, la Sardegna e naturalmente la Campania che quest’anno esprime l’eccellenza in tutte e cinque le province con venti vini premiati, dal Cilento all’Irpinia, dal Taburno alle terre del Pallagrello e del Falerno del Massico, all’isola di Ischia. Ad accompagnare la degustazione ci saranno alcuni prodotti selezionati tra cui le mozzarelle di bufala campana Dop del Consorzio di Tutela. Quello dei Tre Bicchieri è l’evento istituzionale e più rappresentativo del Gambero Rosso che ogni anno celebra l’uscita della guida Vini dItalia e chiama a raccolta il gotha del vino italiano. Per il terzo anno consecutivo, dopo il successo delle precedenti edizioni, la manifestazione si svolge a Napoli e questa volta in una location di fascino, sulla collina di Posillipo: Castello de Vita, dimora storica con giardini, corte e caratteristica torre merlata. La colonna sonora della serata è affidata come sempre ai Dj di Lunare Project con selezioni live di musica lunare. Tre Bicchieri 2014 sarà questanno aperto al pubblico tramite acquisto preventivo del biglietto di ingresso sul sito www.gamberorosso.it o prenotando il biglietto alla Città del gusto entro il 18 ottobre 2013 e pagando la sera del 20 alla degustazione L’evento è a posti limitati.

    Ingresso 40 euro. 30 euro ridotto per abbonati speciali. Costo riservato anche ai Soci, AIS, FISAR, e Cral Convenzionati con la Città del gusto

    Informazioni e prenotazioni: Napoli Tel. 081 19808900 – 902 -908 eventi.na@cittadelgusto.it

    I premi Speciali

    Rosso dell’Anno: Amarone della Valpolicella Cl. Calcarole ’09 – Guerrieri Rizzardi

    Bianco dell’Anno: A. A. Pinot Bianco Sirmian ’12 – Cantina Nals Margreid

    Bollicine dell’Anno: Alta Langa Brut Zero Cantina Maestra ’07 – Enrico Serafino

    Dolce dell’Anno: Orvieto Cl. Sup. Muffa Nobile Calcaia ’10 – Barberani Cantina dell’Anno: Colle Massari

    Le aziende presenti a Napoli

    Alois Argiolas Barberani Barone Pizzini Berlucchi & C. Bolzano Brancaia Cantina del Taburno Cantine del Notaio Castellare di Castellina Castello di Fonterutoli Castello di Monsanto Cavit Cisa Asinari dei Marchesi di Grésy Cogno Coletti Conti Colle Massari Conventino Cusumano Donnafugata Draga Falesco Favati Fazi Battaglia Felsina Ferghettina Ferrara Ferrari Feudi del Pisciotto Feudi di San Gregorio Feudo Maccari Fino Fontanavecchia Galardi Giorgi Girlan Grattamacco Guerrieri Rizzardi Jermann Lamole di Lamole Leone de Castris Librandi Lis Neris Lunae Bosoni Marion Masseria Felicia Masseria Li Veli Mastroberardino Monsupello Montevetrano Nals Margreid Nanni Copè Orma Piaggia Pieropan Pievalta Podversic Provenza – Cà Maiol Rallo Rivolta Rocca delle Macìe Rocca di Frassinello Ronco dei Tassi San Felice San Leonardo Sapaio Sardus Pater Sedilesu Sella&Mosca Serafino Sette Ponti Skerk Speri Surrau Tedeschi Terre del Principe Tiefenbrunner Tormaresca Umani Ronchi Velenosi Venica & Venica Vietti Walch

    Ufficio stampa Di Punto studio info@dipuntostudio.it tel. 081 681505


    Ciro Corona: Resistenza Anticamorra e Fondo Rustico “A. Lamberti”
    Nonostante il furto da 50.000 euro subito, si farà la vendemmia a mano il 16 e 17 ottobre, e avremo un nuovo trattore con l’aiuto delle persone, associazioni, e del Comune.

    20 Ottobre, Andar per Taurasi con l’azienda La Molara

    Pubblicato da aisnapoli il 15 - ottobre - 2013 Commenta

    Programma visita a La Molara