Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...corsi sommelier in partenza
Gli eventi dell'AIS Napoli
    • dal 16 dic 2017 al 16 dic 2017 alle ore:19:00

      16 Dicembre, Gran Galà di Natale dell’Ais Campania al Royal Continental

      Mancano: 3 giorni e 06:58 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
  • Video

    Tags

    logo-2BaccalàRe

    Napoli, Lungomare Caracciolo
    18-21 maggio
    always on
    ore 12.00-24.00

    L’evento per chi ama e chi amerà il Baccalà

    Dal 18 al 21 maggio, il lungomare Caracciolo di Napoli accoglierà “BaccalàRe Street Event”: il primo festival dedicato al baccalà.Quattro giorni durante i quali sarà possibile degustare una delle pietanze più amate dagli napoletani, ma anche scoprirne tutti i valori nutrizionali.Sono, inoltre previsti seminari sulle origini, conservazione e preparazione del baccalà, con la partecipazione di chef stellati, il tutto condito con intrattenimento e musica live.

    L’apertura al pubblico è prevista per il giorno giovedì 18 maggio alle ore 12; il taglio del nastro, alla presenza del sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, avverrà invece, il 18 maggio, alle ore 20,00.

    Dalle ore 12 alle ore 24, per l’intera durata della kermesse i visitatori saranno intrattenuti da eventi, tavole rotonde, degustazioni di vini e formaggi, dj set e spettacoli per adulti e bambini.

    I migliori ristoratori napoletani, uniti dall’amore e dalla passione per il Baccalà, cucineranno per i visitatori piatti strepitosi, affiancati da Chef Stellati, del calibro di Francesco Sposito – doppia stella Michelin – e da Chef di livello internazionale come Raffaele Lenzi – già sous chef all’Hotel Armani, oggi al Berton al Lago – e Antonino Maresca, chef e pasticcere sorrentino, che per l’occasione preparerà un dolce al baccalà.

    Nel fitto programma sono previsti incontri, dibattiti e corsi specializzati per chi vorrà dilettarsi in cucina ed apprendere le origini, le tecniche, la diffusione e i metodi di conservazione del Baccalà, prodotto unico della cucina tradizionale napoletana. Il filetto di cuore di Baccalà, lo stesso utilizzato dallo Chef Cracco nelle sue ricette, diventerà il Re indiscusso nelle cucine del villaggio, situato sul lungomare, di questa prima edizione di ‘BaccalàRe’.

    I visitatori potranno inoltre partecipare a corsi di approccio al vino con il sommelier Tommaso Luongo, in collaborazione con l’Associazione Italiana Sommelier Napoli e il Consorzio di Tutela Vini del Vesuvio guidato dal presidente Ciro Giordano; e ancora degustazioni di formaggi con Salvatore Varrella di Onaf Napoli. Per un’estasi sensoriale senza precedenti. Sarà possibile per i bambini prendere parte a laboratori di cucina dal tema: ‘Dal contenuto al contenitore’, organizzati da Grespo e Accademia Mediterranea.

    Altissima la qualità dei prodotti che saranno serviti, considerata la platea dei ristoranti e dei marchi che hanno aderito all’evento. Per la prima edizione «BaccalàRe» schiera una squadra vincente e invidiabile: Baccalaria osteria e vineria con la sua bottega, Terrazza Calabritto, Crudorè, Gourmeet, Antica friggitoria-rosticceria Masardona, 12 Morsi, Napoli 1820, pizzeria Nanà, il ristorante Sancta Sanctorum, La cantina dei Lazzari, Piccerelle, il ristorante giapponese Roji Japan Fusion, ristorante San Pietro, Cuori di sfogliatella, Augustus. Saranno previsti menù per adulti e menù per bambini. Per gli adulti ci sarà anche la possibilità di scegliere la singola portata, per permettere agli amanti del baccalà di provare più pietanze cucinate dai diversi chef.

     

    Programma laboratori AIS Napoli

    Venerdi 19 Maggio ore 16 L’approccio al vino con Tommaso Luongo, delegato Ais Napoli

    In degustazione i vini del Consorzio di Tutela Vini del Vesuvio in abbinamento al “battilocchio” de La Masardona di Enzo Piccirillo e al baccalà alla napoletana secondo il disciplinare di Vincenzo Russo, chef di Baccalaria 

    Posti limitati. Info e prenotazioni: consorzio@vesuviodop.it

    Sabato 20 Maggio  ore 17 L’approccio al vino con Tommaso Luongo, delegato Ais Napoli

    In degustazione i vini del Consorzio di Tutela Vini del Vesuvio in abbinamento al “battilocchio” de La Masardona di Enzo Piccirillo e al baccalà alla napoletana secondo il disciplinare di Vincenzo Russo, chef di Baccalaria 

    Posti limitati. Info e prenotazioni: consorzio@vesuviodop.it

    Domenica 21 Maggio ore 17 L’approccio al vino con Tommaso Luongo, delegato Ais Napoli

    In degustazione i vini del Consorzio di Tutela Vini del Vesuvio in abbinamento al “battilocchio” de La Masardona di Enzo Piccirillo e al baccalà alla napoletana secondo il disciplinare di Vincenzo Russo, chef di Baccalaria 

    Posti limitati. Info e prenotazioni: consorzio@vesuviodop.it

    Programma Laboratori ONAF Napoli

    Venerdi 19 Maggio ore 17

    Degustazione di baccalà con fonduta di Provolone del Monaco Dop

    Posti limitati. Info e prenotazioni: napolicentro@onaf.it, Salvatore Varrella 3292040760, Renato Contillo 3332407526

    Sabato 20 Maggio  ore 16

    Degustazione di baccalà con scaglie di Pecorino Toscano Dop

    Posti limitati. Info e prenotazioni: napolicentro@onaf.it, Salvatore Varrella 3292040760, Renato Contillo 3332407526

    Domenica 21 Maggio ore 16

    Degustazione di baccalà con scaglie di Pecorino Toscano Dop

    Posti limitati. Info e prenotazioni: napolicentro@onaf.it, Salvatore Varrella 3292040760, Renato Contillo 3332407526

    San Pietro Bistrot del Mare a Torre del Greco

    Pubblicato da aisnapoli il 18 - maggio - 2017 Commenta

    san-pietro-terrazzaDi Marina Alaimo
    Torre del Greco sta vivendo un felice momento di rinascita. E’ nota per la lavorazione preziosa del corallo, per i cantieri navali, per il pescato che tutti i giorni arriva con i pescherecci nello storico porto, un posto molto frequentato e vivace. Una economia fiorente nel passato e, attualmente, in lenta ma graduale ripresa, ha favorito, assieme alla possibilità di reperire quotidianamente una buona materia prima, la nascita di una ristorazione specializzata nella cucina di mare più ricercata. Mariano e Antonio Panariello sono due giovani ristoratori che hanno conseguito un buon successo nei loro ristoranti di New York e Torre del Greco, il primo che si propone anche come pizzeria, e il secondo, Taverna ‘e mare, più elegante negli arredi, che offre invece solo cucina di mare oltre a una bellissima vista sul porto di Torre del Greco. Sempre attenti a quanto accade intorno, hanno colto l’esigenza di aprire un terzo locale che offrisse un format diverso, più attuale e disinvolto. Nasce così il San Pietro Bistrot del Mare, che si presenta con una proposta più informale nell’offerta del menù che punta moltissimo ai crudi di mare ed al pesce alla brace, avendo a disposizione una materia prima di altissima qualità e una certa esperienza in questo tipo di cucina. Qualche idea di bollicine e crudi per iniziare: O ‘B .. ‘lloc Ostriche e Bollicine; Cocktail di gamberi e Moscow Mule; Gran Crudo e sorbetto di sedano. la-grigliata-san-pietroPoi i fritti, non possono mancare ‘A Mazzamma, antica ricetta dei pescatori torresi con alici, baccalà, cicinielli, calamarelle e cozze. Poi i finger di baccalà fritto, la mozzarella in carrozza e tanto altro. I classici primi della costa del Vesuvio come gli spaghetti ai ricci di mare, i paccheri alla Belladonna con coccio, olive, capperi e pomodorino del Vesuvio, gli spaghetti agli scampi. Il pesce alla griglia viene preparato a vista e l’offerta cambia secondo l’umore del mare, ovvero in base al pescato che i pescherecci sbarcano sulla banchina del porto di Torre del Greco. Non poteva mancare la pizza, dice Mariano, vogliamo piacere a tutti, e dalla sala si vede il forno a legna in posizione sopraelevata. Gli arredi esaltano la piena apertura sul golfo di Napoli, con uno stile semplice e chic allo stesso tempo, in modo da realizzare un’atmosfera molto intima e accogliente, instaurando un continuo dialogo col mare che domina il tutto e incanta da qualsiasi punto del ristorante ci si accomodi. In cucina c’è lo chef Alfonso Manzi. La carta dei vini è ampia e dà la possibilità di scegliere anche vino al bicchiere.

    San Pietro bistrot del mare è in via Calastro 16 Torre del greco (NA). Te. 081 18909292

    alfamarmiDesign e cucina d’autore in scena nello showroom Alfa Marmi

    Happy hour con lo chef Eduardo Estatico per Wine&Thecity 10

    Giovedì 18 maggio, ore 18.00

    Giovedì 18 maggio, dalle ore 18 alle 21, nello show room Alfa Marmi alla Riviera di Chiaia  porta la cucina di Eduardo Estatico chef del Jk Place di Capri e i vini di Altogrado: design, cucina d’autore e vini d’eccellenza per presentare in anteprima le novità di punta della stagione della primavera-estate della storica storica azienda napoletana specializzata nella lavorazione e trasformazione di marmo e granito.
    Golden Radix, Spider Green, Cristallo Bianco e Wood White sono i quattro materiali esclusivi che arricchiscono la gamma dei prodotti di Alfa Marmi utilizzati per la progettazione e realizzazione di rivestimenti, pavimenti e bagni. Per l’occasione sarà presentato anche il brand veneto Antolini di cui Alfa Marmi è concessionario, un’azienda di fama internazionale che da oltre 50 anni sostiene lo sviluppo della lavorazione delle pietre naturali e delle nuove tecnologie, punto di riferimento per gli esperti di settore sempre alla ricerca di marmi, graniti e pietre naturali lavorate con stile ed eleganza.
    La serata pensata per accogliere solo 100 persone vedrà protagonista Eduardo Estatico, resident chef del J.K. Place di Capri che porterà a Napoli un assaggio della sua cucina raffinata e di territorio. In degustazione un tris di finger food: baccalà al vapore con carciofi, cioccolato bianco, mandarino tardivo; crocchè di genovere con provolone del Monaco, alloro e profumo di cannella; bocconcini di vitello orloff con asparagi, cipollotto e tartufo nero irpino. Nei calici i pregiati vini dell’azienda Altogrado: Altogrado Bianco blend di uve campane per l’80% Fiano e Altogrado Rosso blend di uve campane per l’80% Aglianico.

    Alfa Marmi
    Nel 1985 i coniugi Michele Allocca e Francesca Faravolo unirono le prime sillabe dei loro cognomi (Al-Fa) per dare il nome all’azienda già avviata negli anni Settanta specializzata nella lavorazione e trasformazione di marmi pregiati. Oggi come allora, il centro aziendale con i laboratori per il taglio, i magazzini per lo stoccaggio e la vendita delle lastre, ha sede a San Gennaro Vesuviano, in provincia di Napoli. Sul mercato da oltre 30 anni, Alfa Marmi è considerata una delle più importanti aziende del Sud Italia per la lavorazione e trasformazione di marmo e granito, punto di riferimento per la produzione di opere esclusive per qualsiasi ambiente. Il carattere familiare della gestione si è consolidato nel tempo con l’ingresso dei sei fratelli Allocca, figli di Francesca e Michele: Carmine, Giuseppe, Salvatore, Nunzio, Gabriele ed Elvira. Tutto il processo produttivo si svolge nei laboratori aziendali in cui lavorano oltre 70 dipendenti e addetti alle varie categorie produttive: macchinari all’avanguardia, moderne tecnologie, design e innovazione costituiscono le fondamenta della solidità dell’azienda Alfa Marmi.
    Alfa Marmi Riviera di Chiaia, 252 tel 081 408998 alfamarmi.it
    Ufficio stampa dipunto studio tel. 081 681505 www.dipuntostudio.it

    18 Maggio, Ovunque andrete alla Casina Pompeiana

    Pubblicato da aisnapoli il 15 - maggio - 2017 Commenta

    18222248_10211418060904776_3507108461819046539_n«Ovunque andrete, voi sarete una polis.» Questa espressione, da cui trae origine il titolo dello spettacolo, veniva riferita a quanti abbandonavano la madre patria per andare poi ad abitare i luoghi delle colonie. La madre patria era la Grecia, le colonie, invece l’Italia del sud, la Magna Grecia. Era una sorta di rassicurazione, una promessa, per dirla con Hannah Arendt. In scena cinque danzatori e un’attrice che raccontano l’avvenimento doloroso dell’approdo in una terra straniera, metaforica e reale; che si confrontano con l’esigenza della relazione con l’altro; che cercano risposte al problema di come essere con l’altro e costituire così una comunità di uomini liberi, nella consapevolezza che «nessun uomo è un’isola», che nessun uomo da solo basta a se stesso: «Non l’Uomo, ma gli uomini abitano questo pianeta. La pluralità è la legge della terra».

    Casina Pompeiana, Villa Comunale Riviera di Chiaia

    dalle 17.30 alle 20
    A fine spettacolo aperitivo solidale con i vini di Tenuta Sant’Agostino
    Servizio a cura dei Sommelier Ais Napoli

    19 Maggio, #molosanvincenzo con Cantine Astroni e Ais Napoli

    Pubblicato da aisnapoli il 15 - maggio - 2017 Commenta

    20235-800x535-500x334#molosanvincenzo
    Maggio Napoletano 2017
    Molo San Vincenzo
    19 maggio 2017

    Continua il viaggio dei “Friends of Molo San Vincenzo”, iniziato nel 2015, che puntano a riportare il molo più antico di Napoli nel corpo vivo della città, sia nella sua funzione portuale sia come spazio pubblico aperto alla comunità urbana.
    L’idea di fare del molo un bene comune per la città ha visto insieme architetti e psicologi al lavoro con workshop di progettazione collaborativa, visite guidate, concorsi fotografici, per ricreare un legame con il waterfront e la comunità napoletana.
    #molosanvincenzo è una nuova occasione per la condivisione di spazi ed emozioni insieme a performance artistiche e degustazioni enogastronomiche. Lasciatevi intrattenere dai nostri “Pazzarielli” napoletani, che vi guideranno all’assaggio di prodotti tipici della tradizione napoletana (con Sommelier AIS, Cantine Astroni, Enopanetteria “I Sapori della Tradizione”, Torrone La Provenzale) alla visione della mostra “Pollution, Restitution, Recreation” del “Sea Artist” Paolo Valerio.
    Il tutto sarà accompagnato da musica e spettacoli di danza live dell’Accademia Napoletana Danza di Stefania Calabrese e il Gruppo musicale “Lavori in corso” di UOSM29, Asl Na1 Centro.
    Non dimenticate di partecipare attivamente all’evento condividendo un vostro pensiero, gesto o emozione rispetto al Molo e alle sue potenzialità per la città.

    Evento gratuito.

    Per motivi di sicurezza l’accesso al Molo attraverso la Base Navale della Marina è consentito solo previa esibizione di documento di riconoscimento e controlli di sicurezza a persone e oggetti da parte delle Autorità competenti. Prenotazione obbligatoria fino ad esaurimento dei posti con email indirizzata a friendsmolosanvincenzo@gmail.com riportante nome, cognome e data di nascita di ogni persona.
    La prenotazione ha valore solo se è stata confermata via mail dallo staff FMSV.

    ACCEDERE AL MOLO FORNITI DI DOCUMENTO DI IDENTIFICAZIONE VALIDO.

    Si ringrazia il Quartier Generale della Marina Militare di Napoli per la collaborazione.

    Scarica qui il Programma locandina-maggio-napoletano-2017

    wc_gennaroesposito_noprezzoLe meraviglie del Pio Monte della Misericordia e l’alta cucina di Gennaro Esposito, Due Stelle Michelin della Torre del Saracino: una serata d’arte e cultura gastronomica, alla scoperta di uno dei tesori inestimabili della città. La Chiesa e la Quadreria del Pio Monte della Misericordia sono uno straordinario scrigno di meraviglie: dalla chiesa seicentesca a pianta ottagonale con il capolavoro di Michelangelo Merisi da Caravaggio, Le Sette opere di Misericordia, alla Quadreria che raccoglie dipinti e manufatti dal Settecento ai giorni nostri. Chef al Museo è un progetto Ferrarelle per Wine&Thecity.

    La serata rientra nei progetti a scopo sociale di Wine&Thecity: il ricavato sarà devoluto all’Associazione La Scintilla Onlus che opera all’interno del Pio Monte a favore dei ragazzi con disabilità psico-fisica. Si ringraziano pertanto gli sponsor che hanno sostenuto il progetto: Ferrarelle, L’Orto di Lucullo e I Sapori di Corbara, Azienda agricola San Salvatore 1988, Malafronte e Kimbo. E si ringraziano per il supporto tecnico e professionale Festeggiando Catering&Banqueting, l’Istituto Alberghiero Elena Di Savoia e i sommelier dell’Ais Delegazione di Napoli.

    Il Pio Monte della Misericordia è una delle più importanti e antiche istituzioni benefiche napoletane. Fondata nel 1602 da sette nobili napoletani, ha sede nello storico palazzo, progettato dal regio architetto Francesco Antonio Picchiatti, che nasconde al suo interno l’elegante chiesa barocca a pianta centrale. All’interno si possono ammirare, sull’altare maggiore la grande tela di Caravaggio le Sette Opere di Misericordia e nei successivi altari altri capolavori di pittura e scultura, come il dipinto di Battistello Caracciolo la Liberazione di San Pietro, che risulta essere tra le più alte testimonianze del naturalismo napoletano. Infine all’esterno sulla facciata principale dell’ingresso, le statue allegoriche di Andrea Falcone. Al primo piano, le suggestive sale dell’appartamento storico custodiscono la preziosa Quadreria con il considerevole nucleo di dipinti e bozzetti di Francesco De Mura, artista del ’700 napoletano; ed inoltre opere di insigni pittori italiani e stranieri dal Cinquecento all’Ottocento, tra cui Ribera, Giordano, Pitloo, Stanzione, Vaccaro, Fracanzano, Santafede, van Sommer

    15741143_1910806719147262_1746788112922172979_n24 Maggio…
    No, non vogliamo ricordare il mormorio del Piave; siamo nel 2017, a Napoli, più esattamente sopra i Camaldoli.
    Un bel posto, le Vigne di Parthenope, alle pendici del monte Prospetto, con vista che spazia sull’ampio litorale flegreo.
    Il 24 maggio prossimo, alle ore 18, IL diVINO FORMAGGIO ritorna, dopo qualche anno di assenza, e lo fa proprio lì, alle VIGNE di PARTHENOPE.
    Farà gli onori di casa la Delegazione ONAF di Napoli.La Delegazione ONAF di Cremona sarà l’ospite d’onore.
    Un evento in una serata unica, con visita alle vigne ed alle cantine e poi, degustazione di formaggi del nord, accoppiati a vini del sud.

    PROGRAMMA

    ore 18.00 Buffet di benvenuto, con stuzzicherie varie
    ore 18.30 Visita ai vigneti ed alla cantina
    ore 20.00 Degustazione guidata di 5 formaggi lombardi con abbinamento di 3 vini della casa
    ore 21.00 Apertura del buffet finale

    I vini:
    Falanghina dei Campi Flegrei – Piedirosso dei Campi Flegrei – Passito di Falanghina da uve stramature

    Relatori
    Daniele Bassi – Del. ONAF Cremona
    Salvatore Varrella – Del. ONAF Napoli
    Renato Contillo – Consigliere nazionale ONAF

    Contatti: salvatore.varrella@libero .it – napolicentro@onaf.it – cell.: 329 20 40 760 Quota di partecipazione: euro 6

    vinisalati13 maggio ore 18 Da Eccellenze Campane Mare L’acqua di mare
    Gli assaggi di Guglielmo Vuolo e Carlantonio Duro con l’acqua di mare 100%italiana e con i vini salati di Casa D’Ambra

    In occasione della X edizione di , un esclusivo evento ad Eccellenze Campane Mare, in Via Partenope 1/b, dedicato a riservadimare®, l’acqua di mare microbiologicamente pura prodotta da Steralmar® ed ai suoi usi. I “vini salati”, il tema, è declinato attraverso gli assaggi del Maestro Guglielmo Vuolo, il primo pizzaiolo a sperimentare per la pizza napoletana l’impasto all’acqua di mare, e dello chef Carlantonio Duro del Birstrot. In abbinamento I vini della cantina Casa D’Ambra serviti dai sommelier dell’Ais Napoli.

    Menù

    Bottoni fritti di impasto all’acqua di mare:
    - tartare di tonno
    - stracciata di bufala, alici di Menaica e pomodoro Fiascone di Tramonti

    Arepa alla marinara ripiena di pesce azzurro arrostito

    Paccheri ripieni di tartare alla pizzaiola cruda

    Acqua
    Calice di vino Ischia Forastera Euposìa

    Partner della serata è il Molino Caputo e le sue farine per pizza.

    Ticket euro 12,00.
    Posti limitati, per prenotazioni: info@eccellenzecampane.it – 081.5636303