Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...eventi aisnapoli
Gli eventi dell'AIS Napoli
    • dal 30 set 2016 al 30 set 2016 alle ore:20:30

      30 Settembre, I vini di Tenuta Scuotto all’Enopanetteria

      Mancano: 5 giorni e 20:56 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
  • Video

    Tags

    19 Marzo, Si festeggia il papà a La Grotta con Ais Napoli

    Pubblicato da aisnapoli il 13 - marzo - 2016 Commenta

    peppe rea 12

    Buon compleanno #ischiadoc, 50 anni della DOC Ischia a Berlino

    Pubblicato da aisnapoli il 13 - marzo - 2016 Commenta

    12512487_10207343302853785_6848565358628910831_nIl 10 marzo a Berlino presso la prestigiosa sede dell’ambasciata Italiana nella raffinatissima Tiergarden 22 si è tenuta, davanti a trenta giornalisti del settore turistico e gastronomico, una degustazione delle varietà ampelografiche tipiche dell’isola d’Ischia che compongono la Doc Ischia.

    Sono sfilate in passerella, Ischia Bianco superiore, Forastera, Biancolella, Per’e’Palummo, Ischia Rosso.
    Ad accompagnare il viaggio nell’isola verde Marco Starace consigliere nazionale Ais e Tommaso Mascolo delegato di Ischia e Procida.
    La degustazione ha tenuto a battesimo, per la prima volta tutti insieme a Berlino, le aziende Cenatiempo, F.lli Muratori, D’Ambra Vini, La Pietra di Tommasone, Pietratorcia e Vini Antonio Mazzella.

    Particolare apprezzamento all’iniziativa è stato manifestato dal padrone di casa l’ambasciatore Pietro Benassi che auspica un ritorno per il prossimo anno delle nostre eccellenze; gli ospiti della kermesse sono stati messi a loro agio da un’accoglienza tutta partenopea che ha illustrato le bellezze dell’isola d’Ischia, fotografando il territorio con una mappatura precisa dei terreni sia vulcanici che tufacei e rilevando le diversità dei vini in base ai suoli, alle esposizioni, ai tipi di impianto e al metodo di trattamento delle uve in campo e in cantina.

    Sette i vini degustati: Ischia Bianco Superiore Cenatiempo Vini, Pietra Brox di F.lli Muratori, Biancolella Mazzella Vini, Biancolella La Pietra di Tommasone, Vigne di Janno Piro Pietratorcia, Ischia Rosso dedicato a Mario D’Ambra e Forastera di D’Ambra Vini.

    Sette cavalli di razza che hanno ammaliato gli ospiti italiani e stranieri presenti a questa elegante kermesse nata per festeggiare i 50 anni di quella che è la prima DOC Campana.

    Partner dell’iniziativa l’Enit Francoforte con la presenza del direttore Marco Montini, il Comune di Casamicciola Terme con il vicesindaco Giuseppe Silvitelli e Federalberghi Ischia e Penisola Sorrentina con Ermando Mennella e Antonio Iaccarino e Associazione Italiana Sommelier.

    LA degustazione dei vini è stato il momento clou della kermesse che ha preceduto la presentazione, dopo i saluti istituzionali da parte della regione Campania assessorato al Turismo, di un video su Pompei e sulle peculiarità turistiche della Campania.
    Andrea Di Meglio per l’ente bilaterale del Turismo campano ha presentato il libro “Campania, il potere della bellezza” , a seguire dopo la chiusura ed i saluti del Consigliere Nazionale Ais Marco Starace c’è stata la degustazione di prodotti tipici campani quale mozzarella di bufala, prosciutto di maialino nero casertano, pasta artigianale, risotto al profumo dei limoni della costiera e dolci della tradizione napoletana preparati dalla scuola alberghiera dell’Isola d’Ischia “Telese” mentre sala e cucina sono stati gestiti sapientemente dallo chef Antonio Stinga del ristorante la Buca di Bacco di Sorrento.
    Da parte degli ospiti e delle istituzioni si è percepito chiaramente che Ischia ha presentato uno degli eventi più belli della Fiera ITB 2016 che quest’anno insieme anche al Vinitaly compie 50 anni.

    GennaroAmitranoNuovi ristoranti. Il pupillo di Vissani sbarca sull’isola più bella del mondo

    GENNARO AMITRANO ‘NEW ENTRY’ A CAPRI

    SOLO 20 VENTI POSTI A DUE PASSI DALLA PIAZZETTA

    Carne e pesce del territorio campano, cucina italiana ‘pulita’ ma originale, riservatezza e tranquillità, e un menu alla portata di tutte le tasche

    Venerdì 11 marzo 2016, Gennaro Amitrano, chef nato a ‘Casa Vissani’, giovanissimo, 29 anni da Massalubrense (NA), apre il suo primo ristorante a pochi passi dalla piazzetta più famosa del mondo, uno dei luoghi simbolo di Capri, in via L’Abate 3. “Gennaro Amitrano” che presto diventerà famoso per aver aperto uno dei ristoranti più piccoli al mondo con soli 20 posti a sedere ha curato il locale in ogni dettaglio: dalle ceramiche dei piatti con le tonalità azzurre del mare di capri, alle pareti che sono impreziosite dalle tele d’autore con i colori rosso e bianco, fino al menù che si presenta semplice e al tempo stesso complesso come ama dire lo stesso Amitrano “I nostri clienti non avranno sorprese perché quello che ordineranno lo troveranno nel piatto. Noi non manipoliamo la materia prima e puntiamo a una cucina semplice e al tempo stesso raffinata. La nostra sarà una cucina italiana ‘pulita’, dove alla base ci sarà la qualità dei prodotti utilizzati”. Il menu propone piatti originali e particolari: pappa al pomodoro con scampi e germogli di basilico, spaghetti aglio olio e peperoncino con ricci e cacao e la quaglia con il cavolo nero. Il curriculum di Gennaro Amitrano, è da primo della classe, ha lavorato infatti con il maestro Alain Ducasse al Louis XV di Montecarlo ed inoltre conta oltre 200 partecipazioni televisive sempre al fianco del maestro pluristellato Gianfranco Vissani, con il quale ha lavorato in varie occasioni come chef alle aperture dei ristoranti ‘L’Altro Vissani’ a Baschi, Todi, Orvieto, Cortina e Capri.

    Il locale sarà aperto tutto l’anno sia a pranzo che a cena (una vera e propria novità per Capri che d’inverno sembra voler abbandonare le migliaia di turisti che l’affollano). Interessanti i prezzi: “Avremo un menù degustazione da 40 euro comprensivo di un calice di vino – spiega Amitrano – e una carta dei vini, curata da Gennaro Iorio, che ha preferito soprattutto produzioni autoctone, dando però spazio anche a etichette francesi e italiane. La particolarità della lista vini è che cambierà di volta in volta con il cambio del menù”. Tra i dessert sorprese e novità, ma a farla da padrone sarà il dolce principe della tradizione campana: il babà.

    Luogo riservato, tranquillo e di piccole dimensioni, il ristorante ha una cucina completamente a vista e consentirà al cliente di poter assistere a tutte le fasi di lavorazione dei prodotti e vedere all’opera chef Amitrano.

    Ristorante Gennaro Amitrano – Via L’Abate, 3– Tel. 0818378380- email info@gennaroamitrano.it

    Info

    Simonetta de Chiara Ruffo 3343195127

    simonettadechiara@gmail.com

    Gino Di Mare 339/8054110

    ginostarservice@gmail.com

    18 Marzo, Decima edizione del Concorso Extrabio

    Pubblicato da aisnapoli il 12 - marzo - 2016 Commenta


    extrabio-2016Presso i locali della Camera di Commercio di Napoli, al Corso Meridionale n. 58, venerdì 18 marzo 2016 alle ore 11.00, si terrà la cerimonia di premiazione dell X edizione del concorso Extrabio, riservato agli oli biologici della Campania.

    Siamo lieti di invitarLa ad approfittare di un’occasione unica: quella di mettere il naso e assaggiare i 50 oli extravergini biologici della Campania che sono stati selezionati per il Catalogo EXTRABIO 2016 -10a edizione.

    Dal Cilento alle colline salernitane, dalla costiera alle zone interne avellinesi e beneventane per salire su nelle Terre Aurunche: un’incredibile passerella di profumi e sensazioni che vi renderà orgogliosi del panorama varietale olivicolo campano e della grande competenza del nostri olivicoltori!

    Scarica qui il Programma Completo

    Scarica il

    12421277_10207039691248231_928293239_nMartedì 15 marzo a Villa Lucrezio torna l’appuntamento col Trofeo RistorAzione che riunisce chef, maitre, barman e sommelier
    In serata cena di gala a cura dell’Associazione Professionale Cuochi Provincia di Napoli

    Programma
    ore 10.00
    Secondo Trofeo “RistorAzione – La passione che unisce”
    con le Associazioni di categoria APCI, AMIRA, AIBES, FIB e AIS
    Chef, Maitre, Barman e Sommelier a confronto in una coinvolgente competizione
    Ingresso libero

    Ore 20,30
    Cena di gala
    realizzata dal Team Associazione Professionale Cuochi Provincia di Napoli
    Ingresso solo su prenotazione

    Menu
    Sfizioserie e prelibatezze campane
    Croccantino di gamberi e bufala su passatina di zucca napoletana al peperoncino
    Vellutata di ceci al rosmarino e polpo scottato con pane speziato
    Agnolotti farciti con friarielli e salsiccia napoletana con pomodorino giallo e provolone del monaco
    Risotto, radicchio, Taurasi e calamaretti
    Filetto di maialino al profumo di caffè, quenelle di mela annurca e bouquet di ortaggi invernali
    Coccole napoletane
    Orange Dessert

    In abbinamento:
    Cocktail Clementino
    Magners Irish Cider
    Addlestones Cloudy Cider
    Spuma 66 Cantine Mediterranee
    Falanghina Sannio Doc 2014 Cantine Mediterranee
    Lacryma Christi del Vesuvio rosso Doc 2014 Cantine Mediterranee
    Liquori Antica Distilleria Petrone

    Quota di partecipazione: € 25 (vini e liquori inclusi)

    Info e prenotazioni:
    Villa Lucrezio
    Via Tito Lucrezio Caro 40 Posillipo
    Napoli
    www.villalucrezio.it
    Tel. 081 5752013

    Contatti stampa:
    Laura Gambacorta
    mob. 349 2886327
    email: laugam@libero.it

    Un orto in bottaia: l’Irpinia incontra la zona flegrea

    Pubblicato da aisnapoli il 9 - marzo - 2016 Commenta

    IMG_20160226_225906Di Fosca Tortorelli

    Un orto in bottaia, è così che Il giovane chef Francesco Fusco, patron insieme alla moglie Diana del MOERA ristorante-orto di Avella, ha inaugurato la stagione del 2016 del ciclo di appuntamenti delle cene in bottaia presso il Quartum store di Quarto (Na).
    Dietro le quinte si cela una regia sempre attenta e briosa firmata ancora una volta, da Laura Gambacorta, giornalista ed organizzatrice di eventi di spessore.
    Una serata rilassata e familiare, contrassegnata da ingredienti semplici, ideati con gusto e personalità, e caratterizzata da intriganti incursioni irpine.
    Come preludio alla cena viene servita una crocchetta di patate, fonduta di caciocavallo e tartufo avellano, dove il sapore della patata avvolta da un guscio croccante incontra formaggio e tartufo, due prodotti che le danno forza e brio e che richiedono in soccorso lo spumeggiante Asprinio brut V.S.Q. Quartum.
    Di spessore è l’antipasto proposto, una Battuta di annecchia irpina, topinambur, nocciole e olive nere, dove il gioco di colori, sapori e consistenze regala un piatto contemporaneamente elegante e profondo, a cui viene abbinata la Falanghina Campi Flegrei Doc 2015 Quartum. Il primo piatto incarna in pieno i colori autunnali, Risotto con zucca, provola e rosmarino, dove il riso usato è un Carnaroli di ELLEBI SAS, azienda di San Paolo Bel Sito in provincia di Napoli, scelta obbligata vista la propensione dello chef per i risotti. Anche il secondo piatto è memorabile Baccalà, patata schiacciata,IMG_20160226_212511 emulsione al limone e aglio orsino, dove la scelta della materia prima è ottimale e la peculiarità dell’aglio orsino gli da uno spessore in più. Il giovane chef con passione e competenza illustra ai commensali la sua origine e le molteplici proprietà. Si tratta di una piantina officinale commestibile, Il cui nome sembra derivare proprio dal fatto che gli orsi, dopo il lungo letargo invernale, se ne cibano in grandi quantità per riprendere la carica di energia.
    A questa portata viene diversamente abbinata la Falanghina Barrique di acacia Campania Igt 2013 Quartum interessante esperimento delle Cantine Di Criscio, che viene raccontato da Francesca Di Criscio giovane e in gamba, patronne della struttura.
    Anche il dessert riporta la firma irpina, al tavolo arriva una cremosa Mousse di ricotta, nocciola, cioccolato e grano soffiato, a cui fa seguito il Rum Cayenne della Distilleria Amato di San Giuseppe Vesuviano, ulteriore segno distintivo dello spessore del territorio campano.
    Non resta che aspettare con curiosità il successivo appuntamento.

    10 Marzo, Happening del Fumo Lento alla Tabaccheria Stefanelli

    Pubblicato da aisnapoli il 8 - marzo - 2016 Commenta

    12821541_1030843896979982_8602706552078365316_nSi tratta del primo di un ciclo di appuntamenti mensili nati per condividere la passione che lega tutti gli appassionati cultori del fumo lento.
    Un’occasione di incontro e di confronto di idee, di impressioni sui prodotti presenti sul mercato, e di socializzazione.
    In ogni appuntamento verrà scelto e fumato un sigaro.
    La partecipazione agli incontri in tabaccheria è gratuita e si pagherà soltanto il costo del sigaro che si fumerà.
    In occasione del primo incontro verrà scelto il nome da dare al salottino e si parlerà di un evento prestigioso: “La Disfida di Barletta”, un momento pieno di fascino in cui due squadre finaliste si sfidano sui sigari cubani fumando alla cieca e rispondendo a 50 domande a risposta multipla sugli amati manufatti.

    I posti sono limitati (max 15).

    “Happening del fumo lento” alla Tabaccheria Stefanelli.
    Giovedi 10 Marzo ore 19
    Via Terracina, 395, 80125 Napoli
    Info e prenotazioni 081 593 6872

    Guida Vitae 2017…si prepara la terza edizione

    Pubblicato da aisnapoli il 8 - marzo - 2016 Commenta

    Guida Vitae 2017, si prepara la terza edizione del “librone” sui vini dell’Associazione Italiana Sommelier. Milano, 7 marzo 2016.
    Servizio di Simone Savoia.