Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...eventi aisnapoli
Gli eventi dell'AIS Napoli
    • dal 03 set 2014 al 03 set 2014 alle ore:18:00

      3 Settembre Aspettando Malazè, L’impronta geologica del Piedirosso nei Campi Flegrei: per un’enologia consapevole

      Mancano: 6 giorni e 09:54 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
  • Video

    Tags

    27 Gennaio, Campanie Terre Merveilleus a Cultur.al Paris

    Pubblicato da aisnapoli il 13 - gennaio - 2014 Commenta

    1548021_232195270291685_1804832107_oLa soirée à laquelle vous êtes conviés débutera par une table ronde où les invités spéciaux, associations et journalistes oenogastronomiques parleront de culture alimentaire, filière courte et de qualité pour le développement de l’économie locale et où vous pourrez rencontrer les producteurs dont les produits seront ensuite sublimés par les talentueux chefs italiens qui orchestreront de suite un merveilleux dîner.
    Rendez-vous le 27 janvier 2014, à 19h00 au Restaurant au 7ème étage du Palais de l’UNESCO à Paris, Place de Fontenoy.
    Entrée strictement limitée et seulement sur réservation. (Lire les conditions de participation sur www.cultural.altervista.org)

    La potatura del Vigneto Didattico da Venditti | 26 gennaio 2014

    Pubblicato da aisnapoli il 13 - gennaio - 2014 2 Commenti

    VENDITTI POTATURA 2014 emailLa potatura del Vigneto Didattico da Venditti | 26 gennaio 2014

    Una buona potatura fa un’ottima vigna ed un eccellente vino.
    Il ciclo vegetativo della vite è preceduto dalla potatura. E’ il momento più importante perché da esso dipende la vegetazione, la durata della pianta, la produzione dell’anno in corso e dei successivi.
    Si esegue durante i mesi invernali, dopo la caduta delle foglie, quando la pianta a causa delle prime gelate, perde le foglie ed entra nella fase di riposo detta quiescenza o dormienza.
    Domenica 26 gennaio, per il terzo appuntamento, un gruppo di potatori, si ritroveranno presso l’Antica Masseria Venditti per la potatura del Vigneto Didattico. Dopo una breve introduzione conoscitiva sui principi fondamentali della potatura tenuta direttamente dal titolare-enologo-produttore Nicola Venditti, il gruppo procederà direttamente alla potatura del Vigneto Didattico, già protagonista di 7 vendemmie notturne “Raccolta e racconti di vino notturno”.
    I potatori saranno seguiti da alcuni esperti collaboratori aziendali che sorveglieranno le delicate operazioni. Verranno impiegate forbici manuali affidate ad ogni partecipante.
    Si interverrà su un vigneto, impiantato nel 2005, allevato con sistema di allevamento a cortina pendente e coltivato con il metodo dell’agricoltura biologica Reg. CEE 834/07.
    L’attenzione sarà rivolta ad ogni pianta con cura, vista l’età del vigneto per cui la neo-formazione del legno è più vulnerabile e delicata. Gli interventi di potatura saranno diversi in correlazione alla presenza delle venti varietà che hanno esigenze e comportamenti differenti che richiederanno maggiore attenzione da parte del potatore.
    I potatori poi si cimenteranno anche nella legatura delle viti con i salici. Antico metodo assolutamente naturale per sorreggere le viti durante l’anno di produzione.
    I sarmenti in seguito saranno trinciati tra i filari per contribuire alla concimazione organica della vigna.
    Seguirà nell’adiacente agriturismo Donna Lorenza il “pranzo di lavoro” fatto di specialità tradizionali locali.
    E, in attesa che la prossima vendemmia sia anch’essa un’ottima annata, i lavoranti stanchi per il “duro” lavoro brinderanno con i vini doc biologici di Venditti delle precedenti raccolte, Marraioli aglianico 2008, Vàndari falanghina 2012, Barbetta 2010, Bacalàt 2012, Bosco Caldaia 2007, … prosit!

    Terza potatura in collaborazione con Luciano Pignataro Wineblog
    Luciano Pignataro WineBlog
    prenotazioni
    info@lucianopignataro.it

    LOCANDINA BENANTIPrima verticale storica dell’Etna rosso Rovittello di Benanti a Napoli a Cap’alice.

    Il ciclo di incontri “Storie di vini e vigne “ all’enosteriatipicanapoletana Cap’alice il 23 gennaio ospiterà la prima verticale storica dell’Etna rosso Rovittello di Benanti. Antonio Benanti racconta la storia dell’azienda di famiglia affiancato da Marina Alaimo, collaboratrice per la guida Slow Wine, nella degustazione delle sette annate: 1996, 97, 2002, 03, 04, 05, 07. I vini dell’Etna sono molto apprezzati in tutta Italia e all’estero per il carattere marcatamente territoriale che sanno esprimere. L’azienda è dedita alla vitivinicoltura sul vulcano da circa venticinque anni, anche se in famiglia si è sempre fatto vino. Il suolo vulcanico e le spinte altitudini rendono particolarmente interessanti i vini dell’Etna che sanno esprimersi al massimo della qualità sia nella produzione di bianchi, da uve carricante, che rossi, da nerello cappuccio e nerello mascalese. A Viagrande, nella zona più vocata per la vitivinicolatura, la famiglia Benanti possiede venti ettari di vigneto nel quale sono protagonisti soprattutto i vecchi alberelli, tipici di quest’area. Rovittello è un rosso di grande personalità, da lungo invecchiamento, al quale il nerello cappuccio, allevato a 900 metri di altitudine, conferisce grandi profumi, struttura e timbro tannico; mentre il nerello cappuccio tinge il colore e stempra gli eccessi spigolosi. Il resto sarà interessante sentirlo raccontare da Antonio, ritornato alle radici vitivinicole di famiglia dopo un lungo periodo di studi e lavoro all’estero.
    Alla verticale seguiranno i piatti di Cap’alice in abbinamento al Rovittello di Benanti.
    Appuntamento alle ore 20. Costo della serata 30 €.
    Per informazioni e prenotazioni: tel. 081 19168992. mob. 3355339305
    Cap’alice è in via Bausan 28 m, Napoli.

    l'unione fa l'AISÈ iniziata in questi giorni la campagna di rinnovo delle iscrizioni all’Associazione Italiana Sommelier per il 2014, che terminerà il 28 febbraio.
    Tra i molteplici vantaggi, la novità sarà l’invio della Guida ai migliori vini d’Italia e della rivista trimestrale, realizzate da quest’anno interamente al nostro interno e rinnovate nella grafica e nei contenuti.
    I Soci AIS potranno inoltre accedere, a condizioni di assoluto privilegio, al prossimo Vinitaly dal 6 al 9 aprile 2014 e a tutti gli eventi e le degustazioni che l’Associazione Italiana Sommelier organizzerà sul territorio nazionale attraverso le Associazioni territoriali e all’estero con i Club AIS. Vivranno con noi da protagonisti la Giornata Nazionale della Cultura del Vino e dell’Olio, prevista per sabato 17 maggio 2014.
    L’opportunità maggiore sarà quella di poter condividere, con oltre 30.000 colleghi, una comune passione, uno stile di vita e l’orgoglio di appartenenza all’Associazione Italiana Sommelier, la più grande e qualificata organizzazione del vino nel mondo.
    È possibile rinnovare la quota scegliendo una delle seguenti modalità di pagamento:
    - Bollettino pre compilato allegato all’ultimo numero della rivista
    - Visitare la pagina Internet Rinnovi Online e seguire le istruzioni per effettuare il pagamento tramite Carta di Credito (escluso Diners Card e American Express)
    - C/c postale n. 58623208 intestato ad “Associazione Italiana Sommelier Viale Monza 9, 20125 Milano” – Indicare nella causale “Quota associativa 2014″
    - Bonifico presso “Banco Posta” intestato ad “Associazione Italiana Sommelier”
    IBAN: IT 83 K 07601 01600 000058623208 (aggiungere per versamenti dall’estero codice SWIFT: BPPIITRRXXX) – Indicare nella causale “Quota associativa 2014″
    - Bonifico bancario presso “Banca Prossima – Gruppo Intesa San Paolo” – P.za Paolo Ferrari 10 – 20121 Milano intestato ad “Associazione Italiana Sommelier”
    IBAN: IT 61 X 03359 01600 100000070370 (aggiungere per versamenti dall’estero codice SWIFT: BCITITMX) – Indicare nella causale “Quota associativa 2014″
    La quota associativa è di 80 euro.
    Il rinnovo dell’iscrizione entro e non oltre il termine previsto darà diritto al voto in Assemblea e nelle elezioni per il rinnovo degli organi sociali nazionali e regionali.

    Maria ApreaNoto come “One fire”, traduzione di “Nu fuoco!”, motto del suo patron Antonino, il Ristorante “La Torre” della famiglia Mazzola serve in tavola i sapori della penisola sorrentina strizzando l’occhio alla vicina Capri.
    Per preparare i suoi piatti, la regina della cucina, l’instancabile cuoca Maria Aprea, usufruisce di un mercato speciale, quello dei paraggi: il mare per il pesce fresco, i Monti Lattari per i formaggi e latticini vaccini, Gragnano per la pasta e Sorrento per i limoni e il famoso provolone.
    Partendo da questi ingredienti semplici e tradizionali, Maria realizza pietanze che vi lasciano a bocca aperta…giusto il tempo di riempirla con il prossimo boccone.
    PeRol CarniLa PeRoL Carni srl opera nel settore delle carni a 360°, dall’allevamento alla macellazione, dalla piccola macelleria alla distribuzione “porta a porta”. La tracciabilità dei prodotti copre non solo la lavorazione delle carni ma anche l’allevamento e la produzione agricola. Infatti, grazie ad un efficiente sistema di controllo interno delle materie prime, dei capi animali e del percorso in macello, è possibile risalire in ogni momento all’origine del prodotto. D’intesa con il Dipartimento di Medicina Veterinaria e Produzioni Animali dell’Università degli Studi di Napoli Federico II ha realizzato il 1° “Centro sperimentale per la lavorazione e la trasformazione delle carni e il miglioramento genetico”.
    La carne sarà sicura ed eccellente in Via Brin, 69.

    onafOnaf

    Organizzazione Nazionale Assaggiatori di Formaggio

    Giovedi 20 marzo 2014 avrà inizio un corso di 1° livello per assaggiatori di formaggi.

    Il corso prevede 10 lezioni di 2 ore dalle ore 20 alle 22, più un esame finale

    Ogni lezione è basata su una tecnica di assaggio di 3 formaggi più 1 ora di teoria sull’argomento in discussione.
    Al termine del corso, a tutti quelli che avranno superato l’esame, saranno consegnati: l’attestato di assaggiatore, il distintivo, la tessera di socio assaggiatore, e la firma nell’albo di assaggiatore di formaggi

    Il corso avrà inizio il 20/03/2014 alle ore 20 presso il ristorante “Rosiello” in via S. Strato (zona Posillipo).
    Il costo è di € 190 + € 60 (quota associativa)
    La quota associativa prevede l’abbonamento alla rivista del settore “Informa”
    Per informazioni, direttore del corso Salvatore Varrella salvatore.varrella@libero.it, 329-2040760 (dalle ore 15 alle ore 21)

    Il Programma del Corso

    20/03   Tecnica d’assaggio 1° Maria Sarnataro

    27/03    Tecnica d’assaggio 2°   Maria Sarnataro

    03/04   Il latte  Sergio Sacco

    10/04    La microbiologia          Angelo Melillo

    17/04    Cenni di tecnologia casearia     Renato contillo

    01/05    Formaggi pasta molle – Caprini            Gianmario Giuliano

    08/05   Formaggi pasta dura – Ovini     Leandro La Manna

    15/05    Formaggi a pasta filata Salvatore Varrella

    22/05    Cultura e normativa casearia    Mario Sanza

    20/05    Utilizzazione formaggi in cucina ed abbinamento vini  Gabriele Di Blasio

    concorso di cucina san remoAL FESTIVAL DI SANREMO,
    LA II EDIZIONE DEL CONCORSO DI CUCINA ITALIANA CON GUSTO MEDITERRANEO

    E’ in programma al Festival di Sanremo, esattamente al Palafiori nell’area Casa Sanremo, la II edizione del Concorso di Cucina Italiana con Gusto Mediterraneo. Progetto nato da un’idea di Luisa Del Sorbo della società By Tourist ed avviato in collaborazione con Il Gruppo Eventi di Vincenzo Russolillo, organizzatore di Casa Sanremo (area accoglienza Vip di Radio Italia e Rai del Festival di Sanremo), e Fofò Ferrriere, ristorAttore grande esperto del gusto e responsabile gastronomico del Gruppo Eventi.
    Un concorso che vedrà gli chef italiani presentare piatti che siano espressione del loro territorio di origine, raccontando la ricetta e presentando le tipicità delle diverse regioni d’Italia – spiega Luisa Del Sorbo, organizzatrice del concorso – la giuria del concorso è costituita da esperti del gusto, giornalisti di gastronomia rinomati e referenti delle guide ai ristoranti più importanti d’Italia. Inoltre ci saranno chef stellati affermati e riconosciuti come riferimenti in termini di conoscenza delle materie prime. Un grazie per l’organizzazione va soprattutto a Giuseppe Daddio e Aniello Di Caprio della Scuola di Cucina Professionale Dolce&Salato di Maddaloni, partner del concorso“.
    L’iscrizione al concorso è gratuita. La kermesse si svolgerà dal 18 al 21 febbraio, dalle ore 10 alle ore 12, dunque al Palafiori, durante il Festival di Sanremo e non mancheranno vip e cantanti inseriti in giuria, come quota “giuria popolare”.
    Il giorno 18 si sfideranno gli chef del Nord Italia, il 19 il centro Italia, il 20 gli chef del Sud Italia. Finalissima il 21. Durante la 4 giorni inoltre sarà protagonista indiscusso il pane di Gragnano, grazie alla Famiglia Malafronte, che dal 1906 continua ad essere un riferimento unico nel Sud Italia in termini di pane e lievitati. Per il Concorso di Cucina Italiana con Gusto Mediterraneo, i fratelli Malafronte faranno degustare quattro tipologie di pane, tipiche dei Monti Lattari (Gragnano in provincia di Napoli – Regione Campania), tra cui il rinomato Panuozzo.
    Per supportare il concorso - spiega il ristorAttore Fofò Ferriere – abbiamo creato una squadra in cucina, che possa coordinare tempi ai fornelli e di servizio e allo stesso tempo garantire l’utilizzo reale dei prodotti locali che saranno presentati nelle varie ricette. Una squadra coordinata da Ciro De Simone e Vittorio Imperati. Sarà mia preoccupazione dare delle informazioni su cultivar e novità in termini di ricerca in ambito del gusto, con supporto dei esperti di gastronomia e dei ricercatori del nostro marchio Dispensa Italiana, da anni ormai partner dell’Università Federico II di Napoli“.
    Scadenza Ultima per l’iscrizione al concorso è il 30 gennaio. In allegato il modulo di iscrizione CONCORSO SANREMO a inviare a info@gustomediterraneo.it