Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...corsi sommelier in partenza
Gli eventi dell'AIS Napoli
    • Nessun evento da mostrare
  • Video

    Tags

    Il Respiro del Vino

    Pubblicato da aisnapoli il 2 - gennaio - 2017 Commenta

    15665905_1465131066832201_5264038274831388773_nDi Marta Cattaneo

    Il Respiro del Vino, di Luigi Moio, protagonista del brindisi di fine anno dell’Associazione Italiana Sommelier della Campania. Il volume è stato presentato nello splendido chiostro cinquecentesco di Palazzo Caracciolo in occasione della festa dell’Ais. Una cornice d’eccezione per un volume che racchiude oltre 20 anni di studi legati agli aspetti sensoriali, biochimici e tecnologici nascosti in un bicchiere di vino. Ad accompagnare il professore Moio nella presentazione, dopo i saluti di Nicoletta Gargiulo, presidente dell’Ais Campania, Tommaso Luongo, delegato di Napoli dell’Associazione Italiana Sommelier e Franco De Luca, responsabile della didattica dell’Ais. «Un vino senza profumi è una dose di alcol, quindi un vino morto», ha spiegato Luigi Moio, considerato senza dubbio uno dei massimi esperti di enologia italiana, ordinario all’Università di Napoli “Federico II”, presidente della commissione di enologia dell’Oiv, ma anche consulente di numerose cantine e produttore in prima persona.«Tutti i vini senza profumo si somigliano – spiega – è il profumo che dà vita al vino e, quindi, ne è il respiro. Il respiro è il fratello dell’olfatto, d’altra parte, mentre quando parliamo di vista, udito, gusto,tatto, possiamo chiudere gli occhi, le orecchie, possiamo non toccare un oggetto o possiamo non gustare un cibo, non possiamo non sentire un odore, perché dobbiamo respirare per vivere e senza profumi a noi non piace nulla. Sono gli odori che danno un senso al cibo e a tutto quello checi circonda. È per questo che il profumo è la parte più importante del vino».«Perché questo libro? – ha poi aggiunto Moio – La mia vita è la scienza, io sono uno studioso e in quasi 25 anni, ho sempre parlato di aromi con i miei ricercatori nei laboratori o ai convegni tecnici, siamo pochi e parliamo tra di noi.15589728_1465133820165259_6077292959866600564_nMa nel parlare di queste cose anche a pubblici più vasti, mi sono accorto che, anche quando mi rivolgo a non addetti ai lavori, ho sempre riscosso un grande successo in termini di attenzione. Da qui il desiderio di rivolgermi non solo agli studiosi, ma anche a un pubblico più vasto». È con questa premessa che prende corpo “Il respiro del vino”. «Senza dubbio si tratta di un trattato scientifico, supportato da studi, ricerche, articoli pubblicati su riviste scientifiche di settore, molte delle cose scritte sono prodotte dal mio gruppo di ricerca e dall’Università degli Studi di Napoli Federico II, ma io ho cercato di renderlo il più fruibile possibile arricchendolo anche con aneddoti e con una parte di narrazione importante e con i disegni che, nel volume, sono opera di Ada Natale, una bravissima illustratrice napoletana che ha saputo realizzare il corredo grafico del testo» conclude.Un libro unico nel suo genere perché affronta in maniera capillare e approfondita tutti gli aspetti legati agli aromi del vino, che aiuta nella degustazione e che, soprattutto, richiama alla memoria profumi che ormai credevamo fossero scomparsi o a cui non riuscivamo a dare un nome.

    Clicca qui per vedere tutte le foto della Cena degli Auguri dell’AIS Campania 

    abraxas-osteria-winebarLa Côte de Beaune da Abraxas: una questione di cuore

    La degustazione si svolgerà presso Abraxas Osteria, Via Scalandrone 15, Pozzuoli (Napoli)

    Giovedì 26 Gennaio 2017 alle ore 20,30

    Saremo ospiti ancora una volta in trasferta presso l’ Abraxas Osteria, sul lago di Lucrino a Pozzuoli, il ristorante di Nando Salemme, patron e grande intenditore di vini, per una cena con degustazione di 6 vini di Borgogna con un approfondimento particolare sulla Côte de Beaune.

    La degustazione sarà guidata da Armando Castagno, profondo conoscitore delle vigne e dei vini della magica Côte d’Or, giornalista, scrittore, relatore AIS e, in generale, uno dei comunicatori del vino più capaci e preparati in circolazione.

    6 Borgogna della Côte de Beaune di 6 Vignerons poco conosciuti in Italia in rappresentanza sia delle zone più famose sia di quelle meno battute. Occasione didattica, oltre che di piacere sensoriale, utile per approfondire la conoscenza sui vini e sui territori che da sempre conquistano i più grandi appassionati del vino ma che sono fucina di vini apprezzabili da tutti e per tutte le tasche.

    Bourgogne Aligoté 2013 Paul Pillot

    Beaune Les Blanches Fleurs 2014 Lamy Pillot

    Auxey Duresses 1er cru Climat du Val 2014 Vaudoisey Creusefond

    Pernand Vergelesses Les Cloux 2013 Rollin

    Corton Bressandes Grand Cru 2013 Poisot

    Meursault 1er Cru Le Poruzot Dessus 2014 Arnaud Tessier

    · Il menu proposto da Nando Salemme di Abraxas Osteria:

    crostini di alici con burro e pomodoro, tartara di carne con con uovo marinato, mozzarella di bufala impanata, salsiccia verza e castagne, casatiello;

    tagliatelle al ragù bianco di coniglio;

    involtini di carne di maiale con friarielli e provola;

    delizia al limone.

    · I partecipanti avranno diritto ad uno sconto del 5% sull’acquisto vini sul portale www.buongiornovino.com

    Costo della serata 53 € – Posti limitati

    Prenotazione obbligatoria tramite pagamento della quota di partecipazione direttamente online al seguente link

    http://www.buongiornovino.com/vini-campania/buongiornovino-26-gennaio-2017-la-cote-de-beaune-da-abraxas-osteria:-una-questione-di-cuore.html

    Si potrà accedere in sala presentando all’ingresso la ricevuta di prenotazione rilasciata dal sistema.

    Wine&Flight, Villa Matilde all’Aeroporto internazionale di Napoli

    Pubblicato da aisnapoli il 31 - dicembre - 2016 Commenta

    villa-matilde-veduta-vigneti-logoWine&Flight VILLA MATILDE ALL’AEROPORTO INTERNAZIONALE DI NAPOLI
    UN MESE DI DEGUSTAZIONI ED EVENTI SULLA CULTURA DEL VINO

    Per l’intero mese di Gennaio 2017 il Falerno del Massico di Villa Matilde sarà il grande protagonista di “Tradizione Italiana Cocktail Bar” all’Aeroporto Internazionale di Napoli.
    Wine&Flight è un mese per celebrare il vino più antico della Campania e d’Italia, elogiato dai più importanti critici internazionali, tra degustazioni guidate, reading e performance culinarie. L’iniziativa rientra nella programmazione di eventi promossi da Italian Food Tradition e Gesac – Aeroporto di Napoli nel Tradizione Italiana Cocktail Bar, il bar inaugurato un anno fa nel ground floor dell’Aeroporto dove sono protagoniste alcune delle più importanti aziende campane riunite nel consorzio Tradizione Italiana.
    Wine&Flight è aperto a tutti – passeggeri in transito, turisti, ma anche residenti – e nasce da un’idea di Villa Matilde Azienda, per far conoscere la storia dell’azienda e del vino Falerno riscoperto proprio grazie alla dedizione agli studi e alla ricerca di Francesco Paolo Avallone, fondatore di Villa Matilde.

    Il 9, il 16 e il 30 gennaio il Falerno del Massico sarà al centro di tre eventi speciali con altrettanti prestigiosi ospiti. Ma non solo. Per tutto il mese dalle ore 11.30 alle ore 15.00 si potrà approfondire conoscenza e tecniche di degustazione delle migliori selezioni di vini di Villa Matilde che raccontano l’identità forte della Campania Felix, dall’Ager Falernus, un’area della provincia di Caserta, sino alle province di Benevento e Avellino. Si avrà anche la possibilità di scoprire i vini della Tenuta Rocca dei Leoni, nel cuore del Sannio beneventano e Tenuta d’Altavilla, nel distretto delle Docg irpine, in provincia di Avellino con la guida di un Sommelier.
    Si inizia lunedì 9 gennaio alle ore 19.00 con la speciale performance culinaria dello chef neo stella Michelin Gianluca D’Agostino del ristorante Veritas di Napoli. In esclusiva per Villa Matilde, D’Agostino proporrà alcuni piatti in abbinamento al Falerno sia bianco che rosso, accompagnato da sonorità jazz live.

    Si prosegue lunedì 16 gennaio alle ore 19.00 con il reading sulle origini del Falerno a cura di Maria Luisa Firpo. Il Falerno decantato da Plinio, Ovidio e Marziale, tra storia e letteratura.
    Maria Luisa Firpo dal 2002 ha frequentato il corso quadriennale per attore e conduttore di gruppi del Teatro dell’Anima diretto da Dario Aquilina. Un’arpa farà da sottofondo musicale.

    Infine lunedì 30 gennaio dalle ore 19.00 alle 20.30 ci sarà la speciale performance gastronomica “Spume di vino, l’aperitivo è servito” con lo chef Carlo Olivari. Chef itinerante per scelta e vocazione, con la sua Cooking Division Olivari cucina in luoghi sempre diversi e alternativi. Per Wine&Flight condurrà una vera e propria lezione di cucina con dimostrazione live: tema della lezione è come realizzare un aperitivo in modo facile e gourmet con spume e crostini e tutti i vini “giusti” da abbinare.

    Per l’occasione, per tutto il mese di Gennaio, il “Tradizione Italiana Cocktail Bar” si veste dei colori del vino in un allestimento speciale di botti e bottiglie progettato dallo studio Pisani Morace : tutti i giorni della settimana dalle ore 11.30 alle ore 15.00 un sommelier di Villa Matilde sarà a disposizione per rispondere a quesiti e curiosità, per mostrare i giusti abbinamenti.

    Programma:

    Lunedì 9 gennaio dalle ore 19.00 Il vino è piacere del palato
    Performance culinaria e degustazione a cura di Gianluca D’Agostino, Stella Michelin del Veritas Restaurant di Napoli. Accompagnamento musicale jazz in abbinamento al Falerno di Villa Matilde.

    Lunedì 16 gennaio dalle ore 19.00 Il vino è storia
    Il Falerno decantato da Plinio, Ovidio e Marziale. Lettura performativa a cura di Maria Luisa Firpo e accompagnamento musicale (arpa) e degustazione commentata con il Falerno di Villa Matilde.

    Lunedì 30 gennaio dalle ore 19.00 Spume di vino
    Performance culinaria dello chef Carlo Olivari. Spume e crostini con la sac à poche: l’aperitivo è servito. Come preparare un aperitivo in modo facile e gourmand e quali vini abbinare. Accompagnamento musicale jazz e degustazione del Falerno di Villa Matilde.

    In occasione di “Wine&Flight di Villa Matilde” tutti gli ospiti potranno usufruire del parcheggio multipiano dell’Aeroporto alla speciale tariffa unica di 2 euro per tutta la durata di ciascuno degli eventi in programma.
    —————————————————————————————————————————–

    Il Falerno è la storia di Villa Matilde

    Alla fine degli anni Cinquanta, Francesco Paolo Avallone, avvocato e appassionato cultore di vini antichi, incuriosito dai racconti di Plinio, dai versi di Virgilio, di Marziale e di Orazio, tutti intorno al vinum falernum, inizia la ricerca di antichi ceppi di vite nella zona del Massico. Dopo anni di studi e letture, coadiuvato da un gruppo di ricercatori dell’Università di Agraria, Avallone ha trovato pochi ceppi sopravvissuti miracolosamente alla devastazione della filossera di fine Ottocento riportando in produzione il pregiato vino con l’etichetta Villa Matilde, in omaggio alla moglie.
    Oggi l’azienda, con sede a Cellole nell’antico Ager Falernum, è affidata ai figli Maria Ida e Salvatore che con dedizione esclusiva proseguono il sogno e il progetto del padre raccogliendone l’importante eredità e guardando ancora oltre: dal territorio del Massico si sono spinti sino alle province di Benevento e Avellino con nuove vigne, nuovi progetti e vini che raccontano l’identità forte della Campania Felix.

    Villa Matilde – S.S. Domitiana, 18 – 81030 Cellole (CE)
    tel. +39 0823.932 088
    www.villamatilde.it

    ufficio stampa dipunto studio 081 681505 www.dipuntostudio.it

    2 Gennaio, Un’esplosione di dolcezza a San Biagio dei Librai

    Pubblicato da aisnapoli il 31 - dicembre - 2016 Commenta

    SFOGLIACAMPANELLA apertaSfogliaCampanelle gratis per tutti

    Il 2 gennaio un’esplosione di dolcezza colpirà San Biagio dei Librai

    Apre Sfogliacampanella, primo store monoprodotto del famoso dolce 2 in 1 (il babà è nella sfogliatella!)

    Un’esplosione di dolcezza e napoletanità è programmata per lunedì 2 gennaio 2017 alle ore 19 in via San Biagio dei Librai 110 (Napoli). Apre “Sfogliacampanella”, il primo store in Italia esclusivamente dedicato al dolce 2 in 1 che ha già “ammaliato” i palati di migliaia di napoletani e non: una sfogliatella a forma di campana, isolata all’interno con uno strato “cioccolatoso”, farcita con una raffinata crema di ricotta e con il cuore di babà. Per ora queste le varianti ufficiali: cioccolato (fondente o bianco), pistacchio, arancia, panettone e caffè. Una sorpresa per il palato ad ogni morso, che si rivela gradualmente, strato dopo strato, e che ha dolcemente meravigliato chi l’ha provata ovunque: a Piazza Garibaldi (presso SfogliateLab, negozio cult della pasticceria napoletana), tra un treno e l’altro, e alle fiere a cui è stata presentata (persino a Milano!). Un prodotto esclusivo firmato Vincenzo Ferrieri (figlio di Salvatore, fondatore di SfogliateLab) che, per l’apertura del primo store, ha voluto come socio il nipote Antonio. La nuova sede ubicata nel cuore del centro storico partenopeo sarà un punto vendita “show cooking“, dove, in sostanza, si potrà scegliere al momento la variante da acquistare e provare, potendo anche usufruire di uno spazio dedicato in cui verrà mostrato, live, il procedimento per la realizzazione di queste dolcissime delizie. Infine è previsto un angolo bar in cui gustare un buon espresso napoletano.

      La sfogliatella La sfogliatella è nata intorno al 1600 nel monastero di Santa Rosa (ubicato in Campania, tra Furore e Conca dei Marini). La leggenda narra che una suora addetta alla cucina si accorse che era avanzata un po’ di semola cotta nel latte, così vi aggiunse un po’ di frutta secca, del liquore al limone e lo zucchero e realizzò un gustoso ripieno. Preparò quindi due sfoglie di pasta per contenerlo. Infine, per conferire al dolce un aspetto caratteristico, plasmò la sfoglia dandole la forma di un cappuccio di monaca e infornò il tutto. Nacque così la Santarosa, la cui ricetta fu tenuta segreta fino all’’800 quando una suora la rivelò al suo amante pasticciere.

    Sfogliatelab: il tempio della ristorazione easy a Napoli Una lunga tradizione di famiglia quella di Salvatore Ferrieri, che segna la nascita di un nuovo modo di intendere la gastronomia a Napoli e non solo. Il bisnonno gestiva un bar nella storica Via Foria, mentre il nonno era nel settore macelleria. Negli anni 70 i suoi genitori fondarono  “Gastronomia Tedesca”, antesignano del pub e primo locale a proporre a Napoli un food veloce ed insolito, come il panino con wurstel e crauti. Con la stessa dedizione e passione per la cucina Salvatore lavorò con il padre fi­n da quegli anni, per farsi poi promotore nel tempo di una gastronomia diversa, ma altrettanto ricercata. Si apre ad altri settori della cucina approdando con successo in quello della “ristorazione tuttotondo”, ovvero quella di SfogliateLab, che unisce i piatti della tradizione napoletana alla pizzeria e ad una straordinaria pasticceria artigianale.

    Sfogliacampanella Opening: 2 gennaio 2017, ore 19 via San Biagio dei Librai, 110 (Napoli) www.sfogliatelab.it FB: Sfogliatelab Tentazioni Partenopee Sfogliacampanella

    Gran Galà di Capodanno a Villa Volpicelli

    Pubblicato da aisnapoli il 28 - dicembre - 2016 Commenta

    15781400_751902978293300_7361272611328428822_nVilla Volpicelli sorge sul capo di Posillipo, a picco sul mare e dalle sue terrazze e giardini pensili si gode di un meraviglioso panorama del Golfo di Napoli.
    La villa turrita e merlata è una struttura geomorfica la cui edificazione risale ai primi anni del Seicento, su strutture e ruderi di epoca romana e torri di avvistamento del periodo aragonese.

    Delittuosamente presenta : il Gran Galà di Capodanno in una delle location più suggestive di Napoli: Villa Volpicelli. Aspetteremo l’ arrivo del nuovo anno con il LIVE SHOW di Mimì De Maio.

    After dinner party con dj set a cura di Valerio Viglione.

    Info & prenotazioni 3201513845

    29 Dicembre, I Grandi Vini del Giovedì da Calici…e con il Barolo

    Pubblicato da aisnapoli il 26 - dicembre - 2016 Commenta

    Associazione Italiana Sommelier Delegazione di Napoli

    I Grandi Vini del Giovedì da Calici…e

    Il Barolo

    barolo

    Giovedì 29 Dicembre ore 20.30

    Calici…e Via Morosini 30-32, 80125 Napoli

    Euro 35 posti limitati. Info 3482597055

    Prenotazione obbligatoria e impegnativa

    Prosegue la serie di incontri che hanno come tema le terre dei vini più importanti d’Italia e non solo.

    Vite colte è l’arte di coltivare la vite. 180 viticoltori che coltivano 300 ettari in Piemonte.

    Barolo 2012, 2011, e Barolo 2007 Riserva dell’azienda Vite colte saranno le annate protagoniste della degustazione.

    Chiusura della serata con un emozionante salto nel passato, la degustazione di Barolo Vietti 1971.

    Sigaro-Toscano-768x512Il Grand Hotel La Favorita di Sorrento ospiterà, il 28 dicembre, presso le sale dell’American Bar, un evento speciale dedicato al sigaro TOSCANO®.

    La serata prevede tre momenti. La prima parte, che avrà la durata di circa 20 minuti, vedrà una degustazione guidata, a cura di Tommaso Luongo e Paride Cimbalo, in abbinamento con le grappe della distilleria Nonino. I relatori del Club del Toscano porteranno per mano i partecipanti in un crescendo di sensazioni olfattive e gustative, proponendo una serie di informazioni e aneddoti sulle varie tipologie del sigaro TOSCANO® .

    Notizie utili per apprezzare il fumo lento, assaporare al meglio la grande tradizione italiana e approfondire la storia del famoso stortignaccolo, diventato icona del nostro Paese con la sua tipica forma biconica.

    Seguirà una cena a cura dello chef Marco Erminione, basata sulle tradizione delle feste e della Costiera sorrentina.

    A fine serata, verranno offerti i sigari più impegnativi, che verranno degustati nelle sale dell’American Bar.

    Per info: 081 878 2031

    Senza titolo

    Tabaccheria Sisimbro in via San Pasquale a Chiaia n.74

    Degustazione “fumosa” a cura di Aniello Buonincontro

    Flor de Las Antillas Robusto

    Oliva O Perfecto

     

    Champagne Henri Giraud Esprit Nature

    La Hechicera Fine Aged Rum

    Tè Lapsang Souchong Dammann Frères

    Abbinamento a cura di Tommaso Luongo, Delegato Ais Napoli

     

    27 Dicembre ore 18.30. Posti Limitati Info e prenotazioni: Anita Sisimbro 339.8050022