Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...eventi aisnapoli
Gli eventi dell'AIS Napoli
    • dal 01 apr 2015 al 01 apr 2015 alle ore:

      1 Aprile, Parte Corso di Sommelier n.68 da Sebezia con l’AIS Napoli

      Mancano: 4 giorni e 05:44 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
  • Video

    Tags

    Da Masterchef alle Colonne 2Il 14 marzo a Le Colonne di Caserta arriva la finalista di Masterchef Amelia Falco

    ospite per una sera della stellata Rosanna Marziale

     

    Amelia Falco, una delle concorrenti più amate, se non la più amata, della quarta edizione di Masterchef Italia sceglie Le Colonne di Caserta, il ristorante della stellata Rosanna Marziale, per il suo primo evento dopo la fine del talent show. Se in occasione della finale la “Palla di mozzarella”, piatto cult della Marziale, è stata purtroppo fatale per la giovane concorrente di Piana di Monte Verna ha però segnato l’inizio di una bella amicizia con la grande chef di Caserta. Sabato 14 marzo alle ore 20,00 a Le Colonne Rosanna e Amelia si ritroveranno, infatti, fianco a fianco per una serata davvero esclusiva in cui, oltre alla “Palla di mozzarella” realizzata con la Mozzarella di Bufala Campana Dop del Consorzio di Tutela, sarà possibile assaggiare alcuni dei piatti che hanno segnato il brillante percorso di Amelia nell’ultima edizione di Mastechef Italia dove si è classificata al terzo posto. E come se non bastasse, la Falco nel corso della cena si cimenterà in diversi show cooking in sala.

    Partner per la pasta di Gragnano Igp sarà il Pastificio Di Martino mentre ad accompagnare i piatti delle due signore dei fornelli, accanto alle acque casertane Ferrarelle e Natia proposte nell’elegante bottiglia Platinum, saranno gli apprezzati vini dell’azienda toscana Marchesi de’ Frescobaldi che proporrà la collezione della Tenuta di Pomino.

     

    Menu

    Lasagna di pane e cipolla 
    Ispirato al piatto con il quale Amelia vince il quinto Pressure Test consecutivo

    Cialda di spaghetti alle ortiche, con burrata pugliese e spinacino fresco
    Ispirato al piatto realizzato da Amelia durante una Mistery Box in cui bisognava utilizzare gli spaghetti in maniera non convenzionale

     

    Il Paradiso in Terra

    Crema di fagioli cannellini e aglio sbianchito, bocconcini di pesce al lemongrass e cipolla caramellata

    Ispirato al piatto con il quale Amelia ha vinto la sua prima a Mistery Box ed ha fatto sentire Mr Bastianich in Paradiso

     

    Sapori del Sud

    Spaghettone al profumo di limone, risottato con aglio olio e acciughe, su fondutina di stracciatella, con bottarga di tonno rosso e pesto di prezzemolo

    Questo è il piatto con il quale Amelia ha superato le selezioni ed è riuscita ad entrare a MasterChef

     

    Palla di Mozzarella

    Mozzarella appena sciolta e farcita con spaghetti “Di Martino” alla crema di basilico impanata e fritta su una salsa di pomodorini del piennolo grigliati

    La colazione di Amelia

    Pancakes al profumo di agrumi e limoncello con crema pate à bomb al mascarpone e nocciole caramellate

    Ispirato ai pancakes realizzati da Amelia durante il Pressure Test “Continental

    In abbinamento:

    Pomino Leonia Brut 2011 Marchesi de’ Frescobaldi

    Pomino Benefizio Riserva 2012 Marchesi de’ Frescobaldi

    Pomino Pinot Nero Doc 2011 Marchesi de’ Frescobaldi

    Pomino Vinsanto Doc 2007 Marchesi de’ Frescobaldi

    Acqua Ferrarelle e Natia

     

    Ticket cena: euro 90,00 (vini inclusi)

    Info:

    Ristorante Le Colonne

    Viale Douhet

    Caserta

    www.lecolonnemarziale.it

    Tel. 0823 467494

    Ufficio stampa

    Laura Gambacorta

    Mob. 349 2886327

    Email: laugam@libero.it

     

    10385283_732562670197956_703926197344577268_nL’invito alla cena esclusiva che si terrà presso il Bistrò di Gourmeet è rivolto ai grandi appassionati dell’eccellenza in tavola e a quanti vogliano trascorrere una serata conviviale con gli esperti del settore. Ad attendervi, il menu a 4 mani del resident chef Mario Loina e di Mimmo de Simone, executive chef del Bikini Restaurant, ospite di questo primo lunedì.
    Non mancherà una selezione di vini in abbinamento a cura dei sommelier di Gourmeet.

    Regina indiscussa della serata: la pasta.

    Grazie al Pastificio dei Campi, scoprirete che i gioielli non sono solo da indossare!
    Lo speciale costo della cena è di 30 euro.

    Gourmeet Italia

    Via Alabardieri, 8, 80121 Napoli

    Info e prenotazioni: 081.7944131

    12 Marzo, Arte, vino e sorprese con Wine&Thecity

    Pubblicato da aisnapoli il 10 - marzo - 2015 Commenta

    11041954_1055062477843359_1927843764063925764_oGiovedì prossimo, 12 marzo, dalle 18.30 saremo da Voyage Pittoresque Factory per raccontarvi in anteprima qualche news di Wine&Thecity 2015.

    Ci sarà arte, buon vino, musica e anche qualche sorpresa. Vi aspettiamo numerosi!

    Esami-3Carissime e carissimi “quasi sommelier”,

    Siamo ormai giunti al fatidico giorno della prova scritta…

    Vi aspettiamo oggi, 10 Marzo 2015,  alle 19.45 in modo da iniziare puntuali (per una volta) alle 20.

    Portate con voi serenità e controllo delle emozioni e magari anche la valigetta con i bicchieri. ;-)

    L’ansia invece lasciatela a casa.

    In bocca al lupo (e al vino).

    Tommaso

    Un Angelo in Cantina…un po’ di Sannio al Quartum Store

    Pubblicato da aisnapoli il 10 - marzo - 2015 Commenta

    DSC_4356Di Roberta Porciello
    Ripartono le serate in bottaia, siamo al Quartum Store, tra Asprinio di Aversa e Rosato di Aglianico di Quartum Cantine De Criscio con una sorpresa sannita…c’è un Angelo in Cantina!

    Angelo d’Amico, chef di lunga esperienza italiana ed estera, porta al Quartum Store se stesso, la sua identità e la sua terra: il Sannio. Cinque portate griffate ristorante “Le Macine” Una Hotel Il Mulino in quel di Benevento; si parte con un “Cannolino di pane con ricotta mantecata ai 5 pepi e carciofi di Pietrelcina”, un gioco di sapori e consistenze e il carciofo come primo elemento e legame indissolubile con la sua terra, si prosegue con una “Vellutata di fagioli di Prata con pancotto di verza, caciotta di primo sale, lardo di maiale nero e tartufo nero del Titerno”, piatto favoloso, dal perfetto equilibrio di sensazioni gustative.DSC_4408 Seppur mai mangiato ha un quid di familiare, l’innovazione che viaggia a braccetto con la cultura enogastronomica e la tradizione; si conferma tale impostazione anche nel primo piatto “Carrati con pesto di broccoli, sgranata di salsiccia di Castelpoto e caciocavallo”, scoprire la salsiccia di Castelpoto, presidio SlowFood, lavorata mirabilmente insieme al pesto di broccoli su riduzione di zucca, è il massimo. “Agnello laticauda con mentuccia e pecorino, soffice di carote allo zenzero e juice ai capperi”, protagoniste  le carni della Macelleria Maddaloni, una famiglia che da generazioni lavora secondo i dettami della tradizione portando sulle tavole tagli e pezzi pregiati scegliendo sempre il Km 0. Ce ne parla con professionalità, passione e amore per il proprio lavoro Vittorio Maddaloni: un piatto incentrato sull’ Agnello laticauda, cucinato alla perfezione. Finiamo con i compimenti allo chef che ci saluta in dolcezza con una “Cassatina beneventana con salsa alle nocciole” in abbinamento l’Amaro Vivese.

    L’accoglienza e l’organizzazione della Famiglia di Criscio sempre impeccabili coadiuvati dalla giornalista gastronomica Laura Gambacorta…che non sbaglia un colpo!

    Casa Setaro e Villa Dora, La Terra…dei Vini

    Pubblicato da aisnapoli il 9 - marzo - 2015 Commenta

    Foto di Anna Ciotola

    Una…COCCIA d’olio

    Pubblicato da aisnapoli il 9 - marzo - 2015 Commenta

    Enzo CocciaDi Gennaro Miele

    Dallo stretto e lucente beccuccio l’olio scende come un filo elastico e dorato, ricco di luce, profumato con sfumature diverse secondo il frutto d’origine e tecniche di lavorazione, mentre un gesto delicato ne ricama un arabesco morbido sulla pizza.

    È questa una delle immagini della serata ‘’Olive Oil : the day after Report’’ con la quale si è conclusa una giornata all’ insegna della conoscenza di un prodotto italiano sinonimo di eccellenza, l’olio d’oliva, che ha stimolato, nell’evento della giornalista enogastronomica Laura Gambacorta, il confronto sull’argomento tra produttori, studiosi e consumatori.

    Location d’eccezione è stata La ‘’Pizzaria’’, tempio del gusto a Napoli di Enzo Coccia, artigiano da sempre attento alla diffusione del messaggio pizza e dei suoi ingredienti come elemento distintivo della cultura partenopea, utile chiave gastronomica che gli ha aperto le porte di culture diverse nel mondo.

    La degustazione di 5 pizze in abbinamento ad altrettanti diversi oli è stato un laboratorio didattico che ha permesso agli alimenti di esaltare vicendevolmente le proprie caratteristiche di tendenza dolce, aromaticità o piccantezza.

    Gli assaggi sono stati accompagnati dal Gragnano OTTOUVE di Salvatore Martusciello, occasione di fare un brindisi tutto campano, un vino che è viva reinterpretazione di una storica tradizione enologica.

    Affascinanti le spiegazioni sui diversi tipi di olio ad opera dei produttori cui è seguito l’annuncio di Enzo Coccia del progetto di un video per l’ EXPO’ 2015 sulla pizza napoletana girato a Capodimonte, al cui polo museale si è ulteriolmente legato creando la ‘’pizza Capodimonte’’ delle quali parte del ricavato delle vendite sarà devoluto al restauro delle opere del museo.La sala affollata de La Notizia

    Attenzione, coesione, progetto credo siano le parole da cui ripartire per una nuova sfida della qualità che un prodotto come l’olio italiano deve affrontare, lontano dalle etichette che indicano ‘’olive europee’’ .

    La complessità del suo gusto è frutto del territorio e del coraggio dei produttori, non è solo un condimento ma protagonista del risultato finale del sapore, alla stregua di un piccolo gesto che può cambiare un umore, una goccia di buon olio non può che migliorare il mondo gastronomico.

    Il Tastevin dei 50 anni dell’Associazione Italiana Sommelier

    Pubblicato da aisnapoli il 8 - marzo - 2015 Commenta

    Gerardo Sacco e il tastevinÈ in Calabria che si accende la fiaccola della passione, pronta a fare il giro d’Italia.
    Saranno 22 i delegati regionali, o meglio i tedofori, che la condurrano di regione in regione per giungere a Milano nel giorno della presentazione ufficiale di Expo 2015, previsto domenica 7 luglio.

    Ma di cosa si tratta?

    L’AIS, Associazione Italiana Sommelier, compie 50 anni, un traguardo che non avrebbe potuto non festeggiare con tutti i suoi figli, decidendo quindi di far loro visita e abbracciarli tutti simbolicamente attraverso questa speciale staffetta di tedofori.
    La Teda non può che essere rappresentata dal “Tastevin”, simbolo dei sommelier e strumento dell’arte della degustazione.

    L’opera in argento 925/000 cesellata e sbalzata interamente a mano è un’opera unica dell’artigiano orafo calabrese Gerardo Sacco.
    Essa riproduce un Tastevin di 800gr di metallo lunare e un diametro di 30 cm, con 22 bolle e perle, incavi propri del famoso strumento dei sommelier, che rappresentano i delegati italiani con al centro la riproduzione di Dioniso.

    L’opera verrà presentata dal Maestro Gerardo Sacco al “Calabria Wine Charme“, evento enogastronomico dedicato al connubio tra donne e vino, che si terrà domenica 8 marzo a Lamezia Terme a Palazzo Nicotera, dalle 18 alle 21.
    L’evento è promosso dai sommelier dell’ Associazione Italiana Sommelier Calabria in collaborazione con l’Associazione Le Donne del Vino e l’amministrazione del Comune Di Lamezia Terme.

    www.gerardosacco.com
    store.gerardosacco.com