Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...corsi sommelier in partenza

50 Top Pizza, Pepe in Grani, Miglior pizzeria del mondo 2018

Pubblicato da aisnapoli il 27 - luglio - 2018Versione PDF

primi-50toppizza-e1532626941519SIMONE PADOAN (‘I TIGLI’, SAN BONIFACIO – VR) È IL PIZZAIOLO DELL’ANNO 

A GIANCARLO CASA (‘LA GATTA MANGIONA’, ROMA) IL PREMIO ALLA CARRIERA

LA MARGHERITA DI CIRO SALVO (‘50 KALÒ’, NAPOLI) È LA PIZZA DELL’ANNO

LA MIGLIOR PROPOSTA DEI FRITTI 2018 È DI ‘ISABELLA DE CHAM PIZZA FRITTA’ (NAPOLI)

MIGLIORE PIZZERIA NAPOLETANA FUORI DALL’ITALIA È ‘SPACCANAPOLI’ DI CHICAGO

 

50 TOP PIZZA

È ‘PEPE IN GRANI’ DI FRANCO PEPE

LA MIGLIORE PIZZERIA D’ITALIA E DEL MONDO DEL 2018

 

Il locale di Caiazzo (CE) bissa il successo della prima edizione

 piazzandosi al primo posto della più importante guida on-line di settore.

Seguono sul podio ‘I Masanielli’ di Francesco Martucci (Caserta) e ‘50 Kalò di Ciro Salvo’ (Napoli).

Nella top 50 comanda la Campania con 19 insegne,

seguono staccate, a quota 5, Lazio, Lombardia e Toscana.

20 i Premi Speciali, 8 gli importanti riconoscimenti internazionali a pizzerie di 5 continenti.

 

Franco Pepe concede il bis e la sua ‘Pepe in Grani’si conferma la migliore pizzeria d’Italia e del mondo. Il locale del maestro pizzaiolo di Caiazzo (CE), già sul gradino più alto del podio nel 2017, si aggiudica infatti la prima piazza anche nella nuova edizione di 50 Top Pizza, la prima e più importante guida on-line di settore firmata da Barbara Guerra Albert Sapere, curatori del congresso LSDM, e dal giornalista enogastronomico Luciano Pignataro.

L’annuncio è stato dato martedì 24 luglio al termine di una splendida serata che ha visto il coinvolgimento dell’intero movimento della pizza italiana e internazionale presso il Teatro Mercadante di Napoli. Sul palco sono saliti, in ordine crescente, tutti i pizzaioli presenti, con le proprie insegne, nelle prime 50 posizioni della classifica di 50 Top Pizzae per questo insigniti dei ‘5 forni’, simbolo che contrassegna il gotha della pizza mondiale. Un evento andato in scena al termine di un lungo countdown che quest’anno ha passato in rassegna, raddoppiando la cifra della scorsa edizione, ben 1.000 pizzerie da Nord a Sud dello Stivale. Sotto la lente di ingrandimento, oltre al prodotto, anche tutto ciò che a quest’ultimo ruota attorno, dal servizio all’arredamento, passando per le carte dei vini, delle birre e degli oli extravergine d’oliva. A giudicare, nel rispetto dell’anonimato e pagando il conto, 100 ispettori, coadiuvati, per la stesura del ranking finale, da una giuria di qualità composta da 20 esperti nazionali.

Sul podio, al fianco di Pepe, la pizzeria ‘I Masanielli’ di Francesco Martucci(Caserta) e ‘50 Kalò di Ciro Salvo’(Napoli). Tre i maestri pizzaioli a siglare una doppietta, cioè con due pizzerie nelle prime 50: Enzo Coccia, con ‘La Notizia 94’ (in 5^ posizione) e ‘La Notizia 53’ (8^), entrambe a Napoli; Gino Sorbillo, con ‘Gino Sorbillo ai Tribunali’ (6^) e ‘Lievito Madre al Duomo’ (12^), la prima a Napoli e la seconda a Milano; Stefano Callegari, con le romane ‘Sforno’ (16^) e ‘Tonda’ (22^). Netto, grazie alla presenza di 19 locali, il dominio della Campania nella top 50, seguita da lontano da Lazio, Lombardia e Toscana, a quota 5, poi Veneto ed Emilia Romagna (3), Piemonte, Abruzzo e Sicilia (2), Marche, Basilicata, Puglia e Sardegna (1).

“Una supremazia, quella della Campania, del tutto naturale e comprensibile– afferma Luciano Pignataro– dato che si tratta del luogo di nascita di un prodotto che da qui è partito alla conquista del mondo. Da sottolineare in particolar modo è il boom verificatosi negli ultimi anni nel casertano, territorio ormai di elezione della pizza di qualità al pari di Napoli. Ma a crescere in maniera esponenziale è l’intero movimento, testimoniato dal fatto che a essere rappresentate nella nostra top 50 sono ben 13 regioni del Paese”.

A ulteriore dimostrazione di ciò, la destinazione di molti Premi Speciali, a cominciare da quello di Pizzaiolo dell’anno, assegnato al veneto Simone Padoan. 20in totale i titoli conferiti, di seguito elencati.

Premio Olitalia Pizzaiolo dell’anno 2018:Simone Padoan– ‘I Tigli’, San Bonifacio (VR)

Premio Solania alla Carriera 2018Giancarlo Casa– ‘La Gatta Mangiona’, Roma

Premio Consorzio Tutela Provolone Valpadana Pizza dell’anno 2018‘Margherita’ di ‘50 Kalò di Ciro Salvo’– Napoli

Premio Olitalia Miglior Proposta dei Fritti 2018: Isabella De Cham Pizza Fritta’- Napoli

Premio Consorzio di Tutela Della DOC Prosecco Miglior Carta dei Vini 2018‘Grigoris’- Mestre (VE)

Premio Birrificio Valsugana Miglior Carta delle Birre 2018‘Framento’– Cagliari

Premio Birrificio Valsugana Miglior Carta degli Oli Extra Vergine d’Oliva 2018‘Francesco&Salvatore Salvo’- San Giorgio a Cremano (NA)

Premio Pastificio Di Martino Frittatina di Pasta dell’anno 2018‘Pizzeria Starita a Materdei’- Napoli

Premio D’Amico Miglior Asporto 2018‘La Masardona’- Napoli

Premio D’Amico Innovazione e Sostenibilità Ambientale 2018‘Percorsi Di Gusto’- L’Aquila

Premio Solania Identità Territoriale 2018:‘La Braciera’- Palermo

Premio Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana DOP Benemerito della Pizza 2018Antonio Pace e Antonio Mattozzi

Premio Pastificio Di Martino Migliore Comunicazione Web e Social 2018Vincenzo Capuano– ‘Pizzeria Vincenzo Capuano’, Napoli

Premio Pastificio Di Martino Valorizzazione del Made in Italy 2018‘Ribalta NYC’- New York

Premio Del Cuore S.Pellegrino 2018Gino Sorbillo– ‘Gino Sorbillo ai Tribunali’, Napoli

Premio De Nigris 1889 Pizza con Aceto Balsamico dell’anno 2018‘Pane e parmigiano, carpaccio di pomodori con aceto balsamico e culatello di Zibello’ di Simone Padoan– ‘I Tigli’, San Bonifacio (VR)

Premio De Nigris 1889 La Performance dell’anno 2018:Enzo Coccia– ‘Pizzaria La Notizia 94’, Napoli

Consegnati inoltre quelli già annunciati a:

Premio Consorzio Tutela Provolone Valpadana Pizzeria Novità dell’anno 2018‘I Masanielli’di Francesco Martucci – Caserta

Premio Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana DOP Giovane Pizzaiolo dell’anno 2018Cristiano Piccirillo– ‘La Masardona’, Napoli

Premio Consorzio di Tutela Della DOC Prosecco Miglior Servizio di Sala dell’anno 2018‘In Fucina’– Roma

Grande rilievo anche per gli 8 riconoscimenti internazionaliche hanno visto in lizza decine di indirizzi provenienti da 5 diversi continenti. Ecco i risultati:

Premio Olitalia Migliore Pizzeria in Asia 2018‘Ciak Concept’- Shop 265, 2F Cityplaza, Taikoo Shing – Hong Kong

Premio Solania Migliore Pizzeria in Giappone 2018‘Da Isa’- 1-28-9 Aobadai, Meguro 153-0042, Tokyo – Giappone

Premio Consorzio di Tutela della Doc Prosecco Migliore Pizzeria in Sud America 2018‘Pizzeria Guerrin’- AV. Corrientes 1368, Buenos Aires – Argentina

Premio Birrificio Valsugana Migliore pizzeria in Oceania 2018: ‘400 Gradi’- 99 Lygon Street Brunswick East, 3057 VIC Melbourne, Victoria – Australia

Premio D’Amico Migliore Pizzeria in Nord Europa 2018:              ‘Pizzeria Luca’– Lauttasaarentie 28, 00200 Helsinki – Finlandia

Premio De Nigris 1889 Migliore Pizzeria New York Style 2018‘Patsy’s Pizzeria’-2287 1st Avenue and East 117th Street, East Harlem, New York – USA

Premio Consorzio Tutela Provolone Valpadana Migliore Pizzeria Chicago Style 2018‘Lou Malnati’s Pizzeria’- 439 N Wells St, Chicago – USA

Premio Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana Dop Migliore Pizzeria Napoletana fuori dall’Italia 2018:       ‘Spaccanapoli’, 1769 W. Sunnyside Ave. Chicago – USA

“Quello di selezionare le pizzerie all’estero– sottolineano Barbara Guerra e Albert Sapere– è stato un lavoro non facile, ma riteniamo fondamentale, dato la popolarità assoluta raggiunta dalla pizza, premiare chi, anche fuori dai nostri confini, propone un prodotto di alta qualità. Anche in questo caso il livello medio è in forte ascesa e i pizzaioli italiani, o di origine italiana, sebbene continuino a rappresentare un baluardo e una garanzia sotto questo punto di vista, non sono più gli unici a possedere le giuste tecniche e conoscenze. Ci sono infatti colleghi nati a milioni di chilometri dall’Italia che propongono una pizza davvero ottima. E noi non possiamo che esserne felici”. 

 Ecco l’elenco delle pizzerie presenti dal 1^ al 50^ posto di 50 Top Pizza:

1               Pepe In Grani – Caiazzo (CE) – Campania

2               I Masanielli – Francesco Martucci – Caserta – Campania

3               50 Kalò di Ciro Salvo – Napoli – Campania

4               I Tigli – San Bonifacio (VR) – Veneto

5               Pizzaria La Notizia 94 – Napoli – Campania

6               Gino Sorbillo ai Tribunali – Napoli – Campania

7               La Gatta Mangiona – Roma – Lazio

8               Pizzaria La Notizia 53 – Napoli – Campania

9               Francesco&Salvatore Salvo – San Giorgio a Cremano (NA) – Campania

10            Pizzeria Starita a Materdei – Napoli – Campania

11            Concettina Ai Tre Santi – Napoli – Campania

12            Lievito Madre al Duomo – Milano – Lombardia

13            ’O Fiore Mio – Faenza (RA) – Emilia Romagna

14            Casa Vitiello – Caserta – Campania

15            Dry – Milano – Lombardia

16            Sforno – Roma – Lazio

17            Pizzeria Da Attilio – Napoli – Campania

18            Patrick Ricci – Terra, Grani, Esplorazioni              - San Mauro Torinese (TO) – Piemonte

19            L’Antica Pizzeria Da Michele – Napoli – Campania

20            Saporè – San Martino Buon Albergo (VR) – Veneto

21            Berberè – Castel Maggiore (BO) – Emilia Romagna

22            Tonda – Roma – Lazio

23            La Masardona – Napoli – Campania

24            Santarpia – Firenze – Toscana

25            10 Diego Vitagliano Pizzeria – Napoli – Campania

26            Grigoris                 - Mestre (VE) – Veneto

27            Le Follie di Romualdo – Firenze – Toscana

28            Piccola Piedigrotta – Reggio Emilia – Emilia Romagna

29            Seu Pizza Illuminati – Roma – Lazio

30            In Fucina – Roma – Lazio

31            Carlo Sammarco Pizzeria 2.0 – Aversa (CE) – Campania

32            La Sorgente Pizzeria – Guardiagrele (CH) – Abruzzo

33            Carmnella – Napoli – Campania

34            ’O Scugnizzo – Arezzo – Toscana

35            Pizzeria Apogeo – Pietrasanta (LU) – Toscana

36            Pizzeria Le Parùle – Ercolano (NA) – Campania

37            Fandango Racconti di Grani – Filiano (PZ) – Basilicata

38            Lievito 72 – Trani (BT) – Puglia

39            Da Zero – Milano – Lombardia

40            Osteria Pizzeria Per Bacco – La Morra (CN) – Piemonte

41            La Braciera – Palermo – Sicilia

42            Percorsi Di Gusto – L’Aquila – Abruzzo

43            Mistral dal 1959 – Palermo – Sicilia

44            Pizzeria Mamma Rosa – Ortezzano (FM) – Marche

45            I Masanielli – Sasà Martucci – Caserta – Campania

46            Enosteria Lipen – Triuggio (MB) – Lombardia

47            Marghe – Milano – Lombardia

48            Fresco Caracciolo – Napoli – Campania

49            Framento – Cagliari – Sardegna

50            La Divina Pizza – Firenze – Toscana

 

50 Top Pizza, prima guida online delle migliori pizzerie d’Italia e del mondo, è un progetto sostenuto da Consorzio della Mozzarella di Bufala Campana Dop, Consorzio di Tutela del Prosecco Doc, Consorzio di Tutela del Provolone Valpadana Dop, Pastificio di Martino, Olitalia, D’Amico, De Nigris 1889, Birrificio Valsugana, Solania, Acqua Panna e S. Pellegrino. 

24 Luglio, 50 TOP Pizza, Annunciazione!

Pubblicato da aisnapoli il 20 - luglio - 2018Versione PDF

banner-50-toppizza-napoli-2018A NAPOLI, MARTEDÌ 24 LUGLIO, PRESSO IL TEATRO MERCADANTE

50 TOP PIZZA:
LA GRAN FINALE
PER SCOPRIRE LA MIGLIORE PIZZERIA D’ITALIA E DEL MONDO DEL 2018

Ultimo atto della più importante guida on-line di settore con la premiazione
dei primi 50 locali classificati, la consegna di 20 premi speciali
e di 8 riconoscimenti internazionali alle pizzerie di 5 diversi continenti

Sale spasmodica l’attesa per scoprire la migliore pizzeria d’Italia e del mondo del 2018. Manca davvero poco infatti alla gran finale di 50 Top Pizza, in scena martedì 24 luglio presso il bellissimo Teatro Mercadante di Napoli (in Piazza Municipio, 46). Una serata davvero speciale per la pizza, durante la quale saranno svelati, e premiati, i primi 50 classificati della prima e più importante guida on-line di settore, il fortunato progetto editoriale che porta la firma di Barbara Guerra e Albert Sapere, curatori del congresso LSDM e del giornalista enogastronomico Luciano Pignataro.
Una seconda edizione che, dopo il grande successo del 2017, ha visto salire a 1.000 il numero di pizzerie recensite, con l’introduzione della legenda dei forni, da 1 a 5 scalando la vetta della classifica. E a essere premiati in quel di Napoli saranno i locali “top” tra le posizioni 50 e 11, con 4 forni, e quelli nella top ten, ovvero il gotha della pizza mondiale, con 5 forni. Saranno inoltre consegnati 20 premi speciali nonché 8 riconoscimenti internazionali a pizzerie provenienti da 5 diversi continenti. Ad essere rappresentate nella top 50 saranno ben 13 regioni d’Italia, a dimostrazione di un movimento in netta crescita qualitativa sull’intero territorio nazionale.
“Non mancheranno le sorprese – annunciano gli autori – tra new entry e locali che al contrario perderanno qualche posizione. Una serata che, sebbene il progetto sia giunto solo al secondo anno di vita, è già attesissima e per molti, pizzaioli, operatori del settore e appassionati, costituisce il momento clou dopo un anno di lavori. Noi vogliamo che sia la festa di un intero movimento e un giusto riconoscimento per chi opera con passione, studio, ricerca e voglia di migliorare di anno in anno. Se pensiamo che le pizzerie in Italia sono oltre 70.000, fino a 100.000 calcolando tutte le attività che servono pizza, essere tra le nostre 1.000 deve rappresentare un motivo di orgoglio; vedere poi la propria insegna tra le top 50 è quanto di meglio si possa desiderare. Ricordiamo che a essere valutato non è il solo prodotto, ma anche tutto ciò che gli gira attorno, dal servizio, alla carta dei vini e delle birre, passando per l’arredamento. A giudicare, nel rispetto dell’anonimato e pagando il conto, sono i nostri 100 ispettori, coadiuvati da quest’anno, per la stesura del ranking finale, da una giuria di qualità composta da 20 esperti nazionali.”
L’ingresso alla serata del 24 luglio è consentito esclusivamente su invito. La stampa può richiedere accredito entro e non oltre sabato 21 luglio scrivendo a redazione@50toppizza.com
50 Top Pizza, prima guida online delle migliori pizzerie d’Italia e del mondo, è un progetto sostenuto da Consorzio della Mozzarella di Bufala Campana Dop, Consorzio di Tutela del Prosecco Doc, Consorzio di Tutela del Provolone Valpadana Dop, Pastificio di Martino, Olitalia, D’Amico, De Nigris 1889, Birrificio Valsugana, Solania, Acqua Panna e S. Pellegrino.

Presentata a Milano 50 TOP PIZZA

Pubblicato da aisnapoli il 5 - maggio - 2018Versione PDF

i-curatori-albert-sapere-barbara-guerra-luciano-pignataroPRESENTATA A MILANO, PRESSO IL PARK HYATT,
LA SECONDA EDIZIONE DELLA PRIMA GUIDA ON LINE DEDICATA AI LOCALI DELLA BUONA PIZZA
50 TOP PIZZA:
PARTE IL CONTO ALLA ROVESCIA PER SCOPRIRE
LE MIGLIORI PIZZERIE D’ITALIA E DEL MONDO DEL 2018
Sale a 1.000 il numero di insegne recensite in tutta la Penisola.
Svelate le candidature estere:
dagli USA all’Oceania passando per il Sud America, il Nord Europa e l’Asia.
Il 6 giugno a Roma saranno resi noti i locali presenti dalla posizione 1.000 alla 151esima.
Gran finale a Napoli il 24 luglio per conoscere le top 50.

Parte da Milano il nuovo viaggio per scoprire le migliori pizzerie d’Italia e del mondo del 2018, grazie a 50 Top Pizza, la prima guida on line dedicata ai locali della “tonda” più amata dagli italiani, firmata da Albert Sapere e Barbara Guerra, curatori del congresso LSDM – Le Strade della Mozzarella, e dal giornalista enogastronomico Luciano Pignataro.
Una seconda edizione che, dopo il grande successo del 2017, vede salire da 500 a 1.000 il numero di insegne recensite in tutta la Penisola, dall’Alto Adige alla Sicilia. La classifica è stilata in forma anonima da 100 ispettori, sulla base della qualità, ma anche del servizio, della carta dei vini e delle birre, della ricerca e dell’arredamento. A questi si aggiunge una giuria di qualità composta da 20 esperti nazionali che hanno dato il loro contributo per la stesura del ranking finale.
Ripetiamo e miglioriamo il format valutativo utilizzato per la prima edizione – spiega Barbara Guerra – basato essenzialmente sulla qualità degli ispettori e sulla piena autonomia di giudizio. Le visite sono avvenute nel pieno rispetto dell’anonimato e pagando il conto, condizioni che garantiscono una valutazione quanto più oggettiva possibile”.
Diverse le altre novità presentate al Park Hyatt Milan: dal nuovo logo al rinnovato sito internet, www.50toppizza.com, per finire con la app, utilissima per avere, in tempo reale, le indicazioni per raggiungere le migliori pizzerie presenti in zona grazie alla geolocalizzazione (nuovo progetto grafico e nuovo sito a cura della nju:comunicazione; app 50 Top Pizza a cura della Bitdrome).
Svelate inoltre le candidature estere, che vedono 5 nomi in lizza per i premi corrispondenti a ben 8 categorie: Migliore Pizzeria in Asia, Migliore Pizzeria in Giappone, Migliore Pizzeria in Sud America, Migliore pizzeria in Oceania, Migliore Pizzeria in Nord Europa, Migliore Pizzeria New York Style, Migliore Pizzeria Chicago Style, Migliore Pizzeria Napoletana fuori dall’Italia.
Un progetto dal respiro quanto mai internazionale – sottolinea Luciano Pignataro – a testimonianza dell’impatto anche mediatico che caratterizza il mondo della pizza. Che rimane un patrimonio prettamente italiano, come dimostra anche il recente riconoscimento Unesco, ma che esercita un grandissimo fascino in tutti i continenti e che può contare su interpretazioni molto diverse tra loro ma, anche per questo, assai interessanti”.
50 Top Pizza farà poi tappa il 6 giugno a Roma, presso il Baglioni Hotel Regina, dove per l’occasione verranno resi noti i locali presenti dalla 1.000esima alla 151esima posizione. Due simbolici ex aequo: al 501esimo posto per le pizzerie comprese tra le posizioni 1.000 e 501; al 151esimo per quelle posizionate tra la 500 e la 151.
Dall’8 giugno prenderà il via il countdown sui social network per conoscere le pizzerie che vanno dalla 150esima alla 51esima posizione, in attesa di arrivare al gran finale in programma il 24 luglio a Napoli, al Teatro Mercadante, e scoprire così le top 50 pizzerie d’Italia.
Una lunga marcia di avvicinamento – dichiara Albert Sapere – per arrivare a Napoli, madre patria e vera capitale mondiale del prodotto più iconico delle tavole del Paese, dove andrà in scena una vera e propria ‘notte degli Oscar della pizza’.”
Il progetto 50 Top Pizza è sostenuto dalle aziende partner Consorzio della Mozzarella di Bufala Campana Dop, Consorzio di Tutela del Provolone Valpadana, Consorzio di Tutela del Prosecco Doc, Pastificio di Martino, Olitalia, D’Amico, Birrificio Valsugana, De Nigris 1889, Solania, Acqua Panna e S. Pellegrino.
Ecco l’elenco delle candidature estere:
Premio Olitalia Migliore Pizzeria in Asia
Ciak Concept – Shop 265, 2F Cityplaza, Taikoo Shing – Hong Kong
Peppina – 27/1 Sukhumvit 33, Bangkok – Thailandia
Pizzeria Mozza – 10 Bayfront Avenue Singapore
Pronto Pizza – Jalan Poppies I, Kuta – Bali
Pizza Chi – 085 Vườn Cam Hợp Giang, tp. Cao Bằng – Vietnam

Premio Solania Migliore Pizzeria in Giappone
Da Isa – 1-28-9 Aobadai, Meguro 153-0042, Tokyo – Giappone
Echi Ponte Vecchio – Nanba Parks F8 2-10-70 Nanbanaka Naniwa-, 541-0041 Osaka, Kita – Kansai – Giappone
Pizzeria Mamma – Okayama Prefecture, Okayama, Kita Ward, Tanaka 121 – 105, 700-0951 Okayama City – Okayama Prefecture – Giappone
Seirinkan – 2-6-4 Kamimeguro, Meguro 153-0051 – Prefettura di Tokyo – Giappone
Trattoria Pizzeria da Ciro al Borgo- 1-17-3 Honmachi, Akashi, Hyogo – Osaka – Giappone

Premio Consorzio di Tutela del Prosecco Doc Migliore Pizzeria in Sud America
Pizzeria Guerrin – AV. Corrientes 1368, Buenos Aires – Argentina
El Cuartito – Talcahuano 937, Ciudad de Buenos Aires – Argentina
Pizzería La Linterna – Av. Los Libertadores 311, San Isidro – Lima
O Forno – Av.Dom Pedro II, 1056 13320-241 Salto – Brasile
Bráz Pizzaria – Av. Érico Veríssimo, 46 Rio de Janeiro – Brasile

Premio Birrificio Valsugana Migliore pizzeria in Oceania
400 Gradi – 99 Lygon Street Brunswick East, 3057 VIC Melbourne, Victoria – Australia
Verace Pizzeria – 7 Khartoum Rd, 2113 Macquarie Park (Sydney) NSW – Australia
The Dolphin Hotel Dining Room – 412 Crown St. Surry Hills, NSW 2010 – Australia
Ombra 76 Bourke St, Melbourne, Victoria 3000 – Australia
La Disfida 109 Ramsay St, Haberfield, Ashfield – Australia

Premio D’Amico Migliore Pizzeria in Nord Europa
Villa Marina – Østre Strandgate 2A, 4611 Kristiansand – Norvegia
Pane Fresco – Klarabergsgatan, 50, 11121 Stoccolma – Svezia
Pizzeria Luca – Lauttasaarentie 28, 00200 Helsinki – Finlandia
Trattoria La Sultana – Eklandagatan 8 412 55 Göteborg – Svezia
Baest – Guldbergsgade 29, Copenhagen – Danimarca

Premio De Nigris 1889 Migliore Pizzeria New York Style
Roberta’s – 261 Moore Street, Bushwick, Brooklyn, New York – USA
Lombardi’s – 32 Spring St, New York – USA
Joe’s Pizza – 7 Carmine St, Greenwich Village, New York – USA
Patsy’s Pizzeria -2287 1st Avenue and East 117th Street, East Harlem, New York – USA
Di Fara Pizza 1424 Avenue J, Brooklyn, New York – USA

Premio Consorzio di Tutela del Provolone Valpadana Migliore Pizzeria Chicago Style
Giordano’s – 730 N Rush St, Chicago – USA
Gino’s East – 162 E Superior St, Chicago – USA
Lou Malnati’s Pizzeria – 439 N Wells St, Chicago – USA
The Art of Pizza – 3033 N Ashland Ave, Chicago – USA
Burt’s Place – 8541 Ferris Ave, Morton Grove – USA

Premio Consorzio della Mozzarella di Bufala Campana Dop Migliore Pizzeria Napoletana fuori dall’Italia
Spaccanapoli, 1769 W. Sunnyside Ave. Chicago – USA
Kestè West Village – 271 Bleecker St, New York – USA
Ribalta NYC – 48 E 12TH St, New York – USA
Pizza e Pazzi, 1182 St. Clair Ave West, Main, M6E 1B4, Toronto (Ontario) Ontario – Canada
Ristorante Cavallino, Ferrari World Abu Dhabi, 128717 Abu Dhabi – Emirati Arabi Uniti

Gli eventi dell'AIS Napoli
    • dal 18 ott 2018 al 18 ott 2018 alle ore:20:30

      18 Ottobre all’Enopanetteria, #Bevolution: lunga vita ai bianchi all’Enopanetteria

      Mancano: 2 giorni e 05:29 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
  • Video

    Tags