Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...corsi sommelier in partenza

BANDO DI PARTECIPAZIONE

amorini_headerLa Direzione Generale delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali della Regione Campania in collaborazione con l’Associazione Italiana Sommelier (AIS) sezione Campania, ha pianificato la realizzazione della settima edizione (2019-20) della “Guida – Catalogo delle aziende vitivinicole e vinicole della Campania ”.

La Guida verrà redatta sulla base delle informazioni fornite dalle aziende partecipanti al bando, che inoltre forniranno alle Commissioni Degustatori AIS appositamente formate, due tipologie di vini e uno spumante, che saranno opportunamente resi anonimi prima delle operazioni di degustazione e valutazione.

I vini presentati dovranno essere DOP e IGP campani.

Si chiede, inoltre, di proporre in assaggio vini disponibili in commercio nell’anno 2019.

Il livello qualitativo dei vini sarà espresso dalle Commissioni competenti come di seguito:

1 CORNETTO (punti da 65 a 73centesimi)

2 CORNETTI (punti da 74 a 83 centesimi)

3 CORNETTI (punti da 84 a 93 centesimi)

3 CORNETTI GOLD (punti > 94 centesimi)

I vini con una valutazione al di sotto di 65 centesimi non saranno inseriti in Guida.

La partecipazione all’ iniziativa è riservata alle aziende vinicole e vitivinicole che hanno sede operativa in Campania, regolarmente iscritte alla CCIAA di competenza.

I vini valutati con i 3 CORNETTI GOLD saranno presentati ufficialmente al Vinitaly di Verona 2019.

Le imprese enoiche campane interessate a partecipare dovranno far pervenire, entro le ore 12,00 del 4 febbraio 2019, all’indirizzo e-mail: guidavinicampania@gmail.com la domanda di partecipazione debitamente firmata e datata, unitamente ai documenti/file di seguito specificati.

Ogni cantina campana può partecipare all’iniziativa proponendo un massimo di due vini più uno spumante

I campioni, in numero di 3 bottiglie per ciascuna delle due tipologie di vino prescelte e per lo spumante eventualmente proposto dovranno essere inviati alla sede dell’AIS Campania: Via Caduti di Nassirya, snc, Victoria Park, 81055 Santa Maria Capua Vetere (Ce) – tel 0823 345188 entro il 04/02/2018, avendo cura di indicare sul cartone la seguente dicitura “campioni per guida vini Campania 2019″.

La partecipazione alla Guida non comporta alcun onere finanziario a carico delle aziende.

Le imprese dovranno inviare a mezzo mail all’indirizzo guidavinicampania@gmail.com entro le ore 12,00 del 4 febbraio 2019 i seguenti documenti:

Domanda firmata;
Scheda tecnica compilata
Immagini delle etichette relative ai due vini presentati più eventuale etichetta spumante;
logo aziendale;
una foto (es. cantina, vigneto);
documento di identità.
Per la pubblicazione nella pagina di pertinenza all’interno della Guida, i file di cui ai punti 3 e 4, dovranno essere in formato vettoriale, mentre i file di cui al punto 5, dovranno essere in formato digitale (per es. JPG, TIF, ecc.).

istanza_guida_vini_2019

scheda_vini_2019

elezioni-suppletivenew#AisCampania

ELEZIONI SUPPLETIVE PER IL RINNOVO DEGLI ORGANI SOCIALI 2018-2022

Il Consiglio Nazionale dell’Associazione Italiana Sommelier, con delibera assunta all’unanimità in data 2 novembre 2018, ha indetto le elezioni suppletive per il rinnovo degli organi sociali regionali/territoriali 2018-2022 per il giorno 19 gennaio 2019 nelle seguenti Associazioni Regionali:

• CAMPANIA per l’elezione del Collegio dei Revisori Legali presso il Mediterranea Hotel, via Generale Clark, 54 – 84131 Salerno (SA).

I seggi rimarranno aperti ininterrottamente dalle 10,00 alle 20,00

Ore 10 Apertura seggi

Ore 11 Degustazione guidata “Il Barbaresco de  La Spinetta”

Ore 15 Degustazione guidata “Gli Spumanti di Contratto 1867″

Ore 18 Degustazione guidata “I vini della Loira”

Le degustazioni guidate sono gratuite previa prenotazione a info@aiscampania.it
Posti limitati.

#UniversoDiValori

19 Dicembre, Bollicine d’Italia 2018 al Renaissance

Pubblicato da aisnapoli il 14 - dicembre - 2018Versione PDF

48024987_2247768371924771_6538236952448073728_o

Bollicine d’Italia 2018
Le migliori bollicine italiane …aspettando il Natale
Napoli, Renaissance Naples Hotel Mediterraneo, 19 dicembre ore 19.00

Città del gusto Napoli Gambero Rosso in collaborazione con Renaissance Naples Hotel Mediterraneo, presentano il 19 dicembre 2018 “Bollicine d’Italia”, lo spumeggiante evento di Natale della Città del gusto.
Il Lounge Bar dell’Hotel Renaissance di Napoli ospiterà l’evento, dedicato alle più esclusive etichette nazionali. Situato nel cuore della città, il Renaissance Naples Hotel Mediterraneo dà il benvenuto ai suoi ospiti in un’atmosfera elegante e confortevole, sin dal 1958.
Sulla scia del grande successo delle serate Berebene e Tre Bicchieri del Gambero Rosso, Città del gusto Napoli accoglie gli estimatori del metodo classico e di quello charmat ad un grande evento di degustazione di spumanti delle più rinomate aziende italiane a brindare insieme alle festività ed al nuovo anno.
Un appuntamento atteso in cui sarà presente una selezione dell’enologia italiana alla scoperta di vitigni autoctoni e poco conosciuti; realtà vitivinicole tutte da conoscere.
Un evento esclusivo che vede le migliori aziende italiane da Nord a Sud che avranno modo di presentare e far conoscere i loro prodotti d’eccellenza; il grande pubblico sarà accolto nella suggestiva location al piano terra dall’installazione Animaled: centinaia di piccoli animaletti in fil di ferro, sapientemente modellati in maniera artigianale partendo da un chilometro di cavo elettrico e un migliaio di led luminosi, fornendo un’esperienza magica, completamente immersiva, capace di trasportare il fruitore in un’atmosfera onirica e sognante.
La serata chiude idealmente l’anno di eventi istituzionali della Città del gusto Napoli.
Un percorso di food tra dolce e salato, accompagnerà le bollicine italiane. Dai finger salati dell’Executive Chef Pasquale De Simone, alla Pasticceria Natalizia dei Maestri Giuseppe e Pasquale Bevilacqua della Pasticceria Mamma Grazia di Nocera Superiore (SA), padre e figlio che, con il loro Pandoro sono stati giudicati dal Gambero Rosso al terzo posto nella Top ten dei 20 migliori d’Italia in una classifica anche con un confronto con 7 grandi marchi.
Fra grani antichi e prodotti della tradizione, tutta la fragranza della panetteria La Fattoria degli Esposti di Napoli accompagnerà il pubblico in questo percorso multisensoriale di eccellenze con una selezione di pani, biscotti, freselle e tutti i loro prodotti di punta, frutto di una salda esperienza ispirata non solo ai sapori mediterranei ma anche alle novità gastronomiche.
E poi tanta dolcezza con un percorso di degustazione interamente firmato dalla prestigiosa azienda francese Valrhona con 3 esclusivi prodotti: Manjari 64% Puro Madagascar e Caraïbe 66% e Guanaja 70% Assemblaggio di Grand Cru collezione dei Mariage di Grand Cru, due evidenze concrete della ricchezza e della complementarietà dei cioccolati d’assemblaggio: Caraïbe cioccolato “femminile” e Guanaja “maschile”.
Per finire i Maestri campani dell’arte del torrone.
Le aziende aderenti ad oggi presentate ai banchi di assaggio curati dai produttori e dall’AIS Campania, garanzia di professionalità ed esperienza, sono le seguenti:
MANUELINA FAZIO BALTER LA FORTEZZA CALATRONI CANTINE FEDERICIANE MONTELEONE LA GUARDIENSE TENUTA CAVALIER PEPE CANTINA SOCIALE DI SOLOPACA FERGHETTINA CANTINA DI SANTA CROCE BIASIOTTO COLLAVINI

Bollicine d’Italia
Mercoledì 19 dicembre, dalle ore 19.00.
Napoli, Lounge Bar Renaissance Naples Hotel Mediterraneo
Prezzo del biglietto €25 intero, €20 ridotto (soci AIS )
Per informazioni e prenotazioni:
Città del gusto Napoli
tel. 0813119800/13 – 338.169.17.87
email eventi.na@cittadelgusto.it

23 Novembre, 50° DOC Rosso Piceno a Napoli con Ais Campania

Pubblicato da aisnapoli il 15 - novembre - 2018Versione PDF

locandina-ais-picenoIl Consorzio di Tutela Vini Piceno

in collaborazione con

Ais Campania

presenta

ROSSO PICENO DOC

23 Novembre 2018 ore 20

Hotel Royal Continental

Via Partenope nn.33/44

Euro 10 (Ingresso riservato ai soci AIS)

Info e prenotazioni: info@aiscampania

Una serata dedicata alla DOC Rosso Piceno in occasione dei festeggiamenti per il 50esimo anniversario.

La serata è riservata ai soli soci Ais con un contributo di 10€ p.p. e sarà articolata in una degustazione guidata di 8 vini:

1. Rosso Piceno superiore ORO De Angelis 2013
2. Rosso Piceno Nero di Vite Le Caniette 2010
3. Rosso Piceno Rusus Terra Fageto 2014
4. Rosso Piceno superiore Roggio del Filare Velenosi 2014
5. Rosso piceno Vigna Cacià Santa Liberata 2012
6. Rosso Piceno superiore Gotico Ciù Ciù 2015
7. Rosso Piceno superiore Vigna Messieri Cocci Grifoni 2011
8. Rosso Piceno superiore Picus Simone Capecci 2015

Banchi di assaggio con degustazione di prodotti tipici marchigiani e delle altre doc tutelate dal consorzio completeranno il quadro della manifestazione.

Per prenotazioni ed informazioni: info@aiscampania.it

AISCampania, un Universo di Valori.

Dal 22 Novembre a Capri da Yuu bar gallery con Ais Campania

Pubblicato da aisnapoli il 14 - novembre - 2018Versione PDF

diapositiva1

ASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER CAMPANIA

Presentazione della Guida/Catalogo delle Aziende vitivinicole e vinicole della Regione Campania 6° Edizione

Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa Traversa Pietrarsa – 80146 – Napoli

Venerdì 26 Ottobre Dalle ore 18

Nell’ambito della manifestazione Eruzioni del Gusto presso il Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa si terrà alle 18 di venerdì 26 Ottobre la presentazione della sesta edizione della Guida/Catalogo delle Aziende vitivinicole e vinicole della Regione Campania. Ci saranno i banchi d’assaggio a cura dell’Associazione Italiana Sommelier Campania e la possibilità di ritirare una copia della pubblicazione.

Orari e Ingressi della Manifestazione Eruzioni del Gusto:

VENERDÌ 26 OTTOBRE: dalle ore 10,00 alle ore 21,00
SABATO 27 OTTOBRE: dalle ore 10,00 alle ore 21,00
DOMENICA 28 OTTOBRE: dalle ore 10,00 alle ore 16,00
Biglietti: INTERO: 7,00 €
RIDOTTO: 5,00 € – Ragazzi dai 7 ai 18 anni

BAMBINI GRATIS 0-6 anni Info info@oronero.net

thumbnail-44

Il Programma di Venerdì 26 Ottobre

Ore.10.00 Apertura dedicata alle Istituzioni, giornalisti, scuole;

Ore 11.00/13.00 Degustazione dei prodotti tipici (DOP-IGT-IGP) e dei vini Campani a cura dei Consorzi di Tutela;

Ore 16.00 Apertura al pubblico e visita del Museo;

Ore 17.00

  • Degustazione dei prodotti tipici (DOP-IGT-IGP) e dei vini Campani a cura dei Consorzi di Tutela;
  • Degustazione dolci tipici Napoletani a cura dell’Associazione Pasticcieri Napoletani;

Ore 18.00

  • Presentazione della Guida/Catalogo delle Aziende vitivinicole e vinicole della Regione Campania 6° Edizione a cura della Regione Campania in collaborazione con AIS Associazione Italiana Sommelier Campania con successiva degustazione;
  • Degustazione Pizza Napoletana in tema “Vulcanico” a cura dell’Associazione Pizzaiuoli Napoletani APN;

Ore 18.30-19,15

  • Presidio Slow Food: l’Albicocca del Vesuvio (Crisommola)

Ore 21.00 In collaborazione con Villa Signorini – Events & Hotel : “A cena con i Vulcani” – Chef dal mondo in compagnia di Fofò Ferriere presentano il menù Oronero con i presidi Slow Food (su prenotazione);

Per il programma completo dei gg. 26, 27 e 28 Ottobre consultare il sito www.eruzionidelgusto.it

Un luogo d’incontro tra i popoli delle terre vulcaniche e non solo, dove discutere di tematiche legate ai cibi di qualità e alla loro tracciabilità, al legame con i territori, al rispetto dell’ambiente, alla sostenibilità. Ma anche un’occasione per contribuire a costruire una nuova consapevolezza della cultura alimentare, per celebrare attraverso il cibo, il sapere degli uomini, la cultura dei popoli, la loro diversità. E’ il filo rosso che animerà l’evento enogastronomico ‘Eruzioni del Gusto’, in programma dal 26 al 28 ottobre al Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa promosso da Oronero – dalle scritture del fuoco, associazione culturale che favorisce lo scambio culturale tra i popoli per lo sviluppo economico pacifico, ponendo centralità a quelli che vivono nelle aree vulcaniche del pianeta. Partendo dal Vesuvio, Oronero promuove l’incontro con altri popoli e tutte le possibili relazioni e le forme di simbiosi che nel corso del tempo essi hanno sviluppato con il vulcano. Nello specifico, promuove i valori, le peculiarità e la ricchezza ambientale delle terre vulcaniche e delle aree marine vulcaniche. Partendo dal Vesuvio e dall’Etna favorisce l’incontro con altri popoli e tutte le possibili relazioni e forme di simbiosi che nel corso del tempo hanno sviluppato con il vulcano. L’evento è patrocinato dal Ministero dei beni e delle attività culturali, dalla Regione Campania e da altre Regioni italiane, dalla Fondazione FS, da Slow Food condotta Vesuvio, da numerosi centri di ricerca scientifica e dipartimenti universitari tra cui il Dipartimento di Agraria della Federico II e vedrà per tre giorni confrontarsi in workshop e tavole rotonde docenti, esperti della Fondazione Dohrn per discutere di aree vulcaniche sommerse, rappresentanti dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno e di altri numerosi Centri di ricerca scientifica, dipartimenti universitari, rappresentanti delle Istituzioni e degli ordini professionali, urbanisti, architetti (l’istituto nazionale di architettura che patrocinia l’evento), archeologi per discutere dei territori e delle possibilità di sviluppo sostenibile, chef ed esperti culinari, giornalisti e food blogger che puntano a disegnare prospettive di sviluppo economico e turistico dei territori, a rilanciare le attività agricole tradizionali accanto a quelle innovative, a migliorare la qualità di vita nelle città.

‘’Un viaggio che parte dal Vesuvio, dai Campi Flegrei, da Ischia e attraversa tutta la Campania, e da qui passando dalla Sicilia e le terre vulcaniche d’Italia e del pianeta per promuovere la cultura dei luoghi. A partire dalle tematiche di cibo e vino si svilupperà un discorso volto a tracciare prospettive economiche e di sviluppo dei territori, del ruolo da affidare alle attività agricole, di rilancio del turismo’’ dice il presidente di Oronero Carmine Maione. Eruzioni del Gusto vedrà protagonisti cibo e vino, come espressione di vita e di identità, fonte di ricchezza e di conoscenza dei territori in cui vivere ma anche accogliere e condividere. Nella tre giorni un focus sarà rivolto alle eccellenze della fertilità vulcanica, la viticultura, i frutteti, l’artigianato tipico.

Il vino del Vesuvio sarà tra i protagonisti della tavola nella tre giorni a Pietrarsa. ‘’La nostra partecipazione all’evento si inserisce nelle attività istituzionali di promozione e valorizzazione della Dop Vesuvio. Già da qualche anno l’attenzione ai vini di suolo vulcanico a livello nazionale, ma anche mondiale, va amplificandosi in maniera esponenziale’’ dice Ciro Giordano, presidente del Consorzio Tutela Vini Vesuvio. Accanto al vino, anche l’oro rosso del Vesuvio: il piennolo, un ingrediente fondamentale della cucina napoletana e campana in generale. Oggi è un prodotto conosciuto ovunque in Italia, apprezzato in tutto il mondo. ‘’Il riconoscimento della dop e il rinnovato interesse commerciale verso tale prodotto ha rivitalizzato l’intero comparto’’ dice Cristina Leardi, presidente del Consorzio di tutela del pomodorino del piennolo del Vesuvio.

All’evento, anche grazie alla collaborazione con S.I. Impresa, l’azienda speciale della Camera di Commercio di Napoli, partecipano i Consorzi di tutela dei prodotti tipici dalla Mozzarella di Bufala Campana, Provolone del Monaco, dalla Colatura di Alici di Cetara al Pomodoro San Marzano, dai Limoni della Costa di Amalfi a quella sorrentina. E poi la collaborazione con Slow Food (condotte delle aree vulcaniche), offrendo agli esperti e al pubblico la possibilità di parlare e scoprire le eccellenze alimentari italiane che contribuiscono alla straordinarietà della Dieta Mediterranea, l’Associazione Italiana Sommelier, Aziende vitivinicole.

Ad affiancare Oronero nell’evento ‘Eruzioni del Gusto’ ci sono il Mibac, l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Regione Campania e Sicilia, Città Metropolitana di Napoli, il Comune di Napoli, i comuni vesuviani, l’Ente Parco Nazionale del Vesuvio, Enea, Izsm, Cnr, Dipartimento di Agraria dell’Università Federico II di Napoli, Autorità Portuale, Film Commission.

44171908_10214509982198140_6413713596995338240_n-2È stata presentata ieri mattina, a Palazzo Santa Lucia, la “Guida-catalogo delle aziende vitivinicole e vinicole della Campania 2018-2019”. Il volume, giunto alla sesta edizione, è stato realizzato dalla Regione Campania in collaborazione con la sezione campana dell’Associazione Italiana Sommelier (AIS). All’interno della pubblicazione sono presenti 180 aziende campane con oltre 400 tipologie di vino ed è destinata agli operatori della filiera enologica, nazionale ed estera, e ai numerosi appassionati di vino.

Stiamo lavorano da anni e a pieno ritmo – ha dichiarato il Presidente De Luca – per il definitivo rilancio del comparto enologico della Campania, facendo leva su tutti gli strumenti finanziari a disposizione con un obiettivo ben preciso: rafforzare la nostra presenza sui mercati nazionale e internazionale”.

Negli ultimi tempi – ha aggiunto il Presidente – si registra un significativo ritorno dei giovani all’agricoltura e, in particolare, al comparto enologico che appassiona centinaia di ragazzi e ragazze. Una scelta lungimirante, visto che la Campania, sebbene non possa essere annoverata tra i grandi produttori, ha registrato un incremento del 130% delle esportazioni nell’ultimo decennio a testimonianza che esiste un mercato pronto a recepire la nostra offerta di qualità”.

Rilanciare il comparto – ha concluso il Presidente – significa valorizzare i territori e la loro identità culturale, dare nuova linfa al turismo eno-gastronomico, contrastare il fenomeno dello spopolamento delle aree interne, insomma offrire un lavoro gratificante agli imprenditori di oggi e domani”.

La Guida-catologo – ha dichiarato Franco Alfieri, capo della segreteria del Presidente De Luca – è un prodotto editoriale che si rinnova di anno in anno, diventando sempre più rappresentativo della nostra offerta enologica. Due le novità di questa edizione: ogni azienda è rappresentata da due vini e, soprattutto, la presenza degli spumanti campani, la cui qualità è sempre più apprezzata su scala nazionale”.

La Guida-catalogo, realizzata anche in lingua inglese, sarà presentata e diffusa nei principali eventi fieristici in Italia e nel mondo cui la Regione Campania parteciperà con le aziende della filiera.

Questa pubblicazione – ha precisato Alfieri – è una delle azioni di una più articolata strategia regionale che considera il vino un ambasciatore formidabile dei nostri territori nel mondo. Occorre, dunque, valorizzare sempre più e meglio le nostre produzioni, soprattutto quelle di qualità, potenziando le sinergie con le altre istituzioni, pubbliche e private, che operano, a vario titolo, nel comparto. I tre protocolli d’intesa sottoscritti stamane con l’Associazione nazionale Città del Vino, i cinque comuni sanniti ed AIS Campania si muove proprio in questa direzione”.

Nel dettaglio, la Regione Campania ha sottoscritto i seguenti accordi: con l’Associazione nazionale Città del Vino, per mettere in campo una serie di azioni tra cui un piano strategico condiviso per la valorizzazione del patrimonio vitivinicolo regionale, in linea con i principi espressi dall’Osservatorio Nazionale del Paesaggio Rurale, e volto, attraverso l’innovazione, al miglioramento della competitività con il coinvolgimento delle associazioni di categoria e dell’intera filiera vitivinicola regionali;

con i comuni di Guardia Sanframondi (capofila), Castelvenere, Sant’Agata de’ Goti, Solopaca, Torrecuso e l’Associazione nazionale Città del Vino, per dare concreta ed efficace attuazione alla prestigiosa candidatura “Città Europea del Vino 2019” e, più in generale, per valorizzare la Valle del Vino del Sannio beneventano;

con la sezione campana dell’Associazione Italiana Sommelier (AIS), per la promozione e valorizzazione dei territori vitivinicoli e dei vini campani, soprattutto quelli a marchio.

Le intese sono state siglate dal Presidente Vincenzo De Luca, Floriano Zambon, presidente dell’Associazione nazionale “Città del Vino”, Floriano Panza, sindaco di Guardia Sanframondi e Nicoletta Gargiulo presidente dell’AIS Campania.

Sempre nel corso della conferenza, sono state premiate le 28 aziende campane insignite del massimo riconoscimento – tre cornetti d’oro – nella Guida-catalogo e i cui vini, insieme ad altri 100 che hanno ricevuto i tre cornetti come valutazione, saranno presentati dai sommelier dell’AIS nel corso del Merano Wine Festival, in programma dal 9 al 13 novembre, nello spazio Enoteca regionale e che accompagneranno i numerosi show-cooking organizzati durante la manifestazione.

Inoltre è stato presentato l’evento di degustazione dedicato alle oltre 400 tipologie di vino raccolte nella Guida-Catalogo, che si terrà il 26 ottobre nell’ambito della manifestazione “Eruzioni del gusto” in programma dal 26 al 28 ottobre al Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa.

https://www.facebook.com/pg/AIS-Napoli-161013423910645/photos/?tab=album&album_id=2428665277145437

Foto di Gabriella Imparato

 

banner-live-for-paestumUna cena unica e irripetibile, organizzata dal congresso internazionale di cucina d’autore LSDM, che avrà come protagoniste le star della gastronomia mondiale. È quanto andrà in scena lunedì 30 luglio all’ombra del magnifico Tempio di Nettuno con lo scopo di raccogliere fondi destinati a nuovi scavi stratigrafici all’interno del Parco Archeologico di Paestum, una delle perle artistiche dell’intero bacino del Mediterraneo.

A dare il proprio contributo ai fornelli saranno Massimo Bottura (Osteria Francescana di Modena), Heinz Reitbauer (Steirereck di Vienna) e Sven Elverfeld (Aqua at The Ritz-Carlton di Wolfsburg), chef pluristellati e ai vertici della The World’s 50 Best Restaurants. A completare la squadra Franco Pepe della pizzeria Pepe in Grani, pizzaiolo dalla fama globale, al primo posto della classifica 2017 della guida 50 Top Pizza, al quale sarà affidata l’apertura dei lavori.

La cucina del futuro è quella che a fianco dell’estetica ha una profonda etica – sottolinea Massimo Bottura, chef e patron dell’Osteria Francescana, primo ristorante al mondo per la The World’s 50 Best Restaurants – Il buono senza il bello fa infatti fatica ad esprimersi appieno. Scegliere i prodotti, le materie prime, essere a fianco di contadini, allevatori, pescatori e casari, significa dare il proprio contributo allo sviluppo di un territorio intero, aiutandolo a sopravvivere e a proiettarsi nel futuro. L’ingrediente più importante del cuoco del futuro sarà dunque la cultura, perché è solo la cultura a generare conoscenza e quindi senso di responsabilità. E oggi, così come accadeva un tempo nelle botteghe rinascimentali, abbiamo il dovere morale di trasmettere questi valori facendo formazione. Ma ciò che più conta a mio avviso è cercare di dare un risvolto sociale al lavoro dello chef. Esemplare sotto questo punto di vista, a favore di un uso consapevole del cibo e contro lo spreco alimentare, è il progetto dei Refettori, che ci vede raccogliere fondi e trasmettere le nostre conoscenze ai volontari che fanno da mangiare a chi non ha niente. Perché dopo aver ricevuto tanto è il momento di restituire. Vogliamo rendere visibile l’invisibile”.

Un’iniziativa dunque, quella di Paestum, che rafforza l’idea di come l’enogastronomia abbia assunto la duplice funzione di messaggio culturale e traino economico del Paese.

Sarà la serata più emozionante della nostra vita lavorativa – dichiarano Barbara Guerra e Albert Sapere, curatori di LSDM – perché in questi 11 anni, in tutte le attività e in qualsiasi parte del mondo in cui siamo stati con LSDM, abbiamo sempre affermato con forza e orgoglio che il cibo, prima di tutto, è cultura. Il cibo è cultura come è la pittura, la scultura e qualsiasi altra forma d’arte. E avere la possibilità di parlare di cibo in uno dei luoghi iconici del mondo della cultura classica, come Paestum, tra l’altro casa nostra, è sicuramente il coronamento di un sogno. A tal proposito volevamo ringraziare i tre chef e Pepe che in maniera completamente gratuita hanno subito aderito all’iniziativa ed il direttore del Parco Archeologico Gabriel Zuchtriegel che tanto sta facendo per Paestum sia per quanto concerne il versante scientifico che dal punto di vista della valorizzazione turistica, risorsa per l’economia di una intera Regione.

La donazione da devolvere direttamente al Parco Archeologico di Paestum, per essere invitati alla cena è completamente deducibile dalle tasse.

Per ricevere tutte le informazioni scrivere a: pae.fundraising@beniculturali.it.

Gli chef protagonisti partecipano all’iniziativa in forma gratuita al fine di sostenere il progetto di raccolta fondi. Collaborano alla serata l’AIS Campania e l’AMIRA Paestum.

Per la copertura dei costi logistici della serata si ringraziano le aziende:

Molino Caputo, Kimbo, Pastificio dei Campi, Solania, D’Amico, Fior D’Agerola, ADA Agency, San Salvatore 1988, Acqua Panna e S. Pellegrino, Consorzio del Prosecco DOP.

Gli eventi dell'AIS Napoli
    • Nessun evento da mostrare
  • Video

    Tags