Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...corsi sommelier in partenza

Wine&Thecity, dieci anni di ebbrezza creativa a Napoli

Pubblicato da aisnapoli il 22 - marzo - 2017Versione PDF

W&C_logo2017_ok

Dal 5 al 26 maggio la X edizione

#wineandthecity #ebbrezzacreativa

Napoli festeggia 10 anni di ebbrezza creativa: Wine&Thecity, rassegna diffusa e in movimento, celebra il suo decennale. Dal 5 al 26 maggio, circa cento luoghi della città si aprono alla più trasversale e gioiosa “festa mobile”: sono musei e palazzi storici, ma anche spazi privati, boutique e ristoranti, atelier di artisti e architetti, ipogei millenari, chiese barocche, alberghi e percorsi urbani. Una mappa estesa che tocca diversi quartieri della città: dalla collina di Posillipo a Spaccanapoli, dalle vie eleganti di Chiaia ai vicoli stretti del centro antico.

Si comincia il 5 maggio al MANN, il Museo Archeologico Nazionale di Napoli, che accoglierà il grande evento inaugurale e si prosegue per tre settimane tra happening, degustazioni, visite guidate, azioni d’arte, esposizioni di design, fino al gran finale del 26 maggio in piazza del Municipio: Forme uniche, uno spettacolo emozionante della Compagnia Il Posto Danza Verticale + Marco Castelli Small Ensemble. Il vino è il filo che unisce questa trama fitta e multiforme di appuntamenti, è l’ispirazione e il motore di tutto: circa cento cantine da tutta Italia partecipano ogni anno al progetto che gode del patrocinio del Movimento Turismo del Vino.

Le novità di questa X edizione sono numerose:
Dal 12 al 14 maggio, il Complesso monumentale di San Domenico Maggiore, nel cuore del centro antico, ospiterà l’Enoteca della Banca del Vino di Slow Food con una grande selezione di etichette provenienti da Pollenzo e i Laboratori di degustazione con vini proposti e selezionati dalla guida Slow Wine di Slow Food Editore.
Il 15 e il 23 maggio, “Uno chef al Museo”, in collaborazione con Ferrarelle, porta per la prima volta l’alta cucina di Gennaro Esposito Due Stelle Michelin e di Pasquale Palamaro Una Stella Michelin in due prestigiosi musei della città.
Il 20 e 21 maggio Wine&Thecity entra per la prima volta nelle stanze del Museo dell’Archivio Storico del Banco di Napoli accompagnando con il vino la visita al più grande archivio storico bancario del mondo.

Tra gli spazi inediti e mai toccati prima dalla manifestazione ci sono anche l’ex carcere minorile Filangieri, già Convento delle monache Cappuccinelle nel ‘600, e oggi spazio collettivo e bene comune con il progetto dello Scugnizzo Liberato, e la Chiesa dell’Arte della Seta nel centro antico.

Coltiviamo ebbrezza creativa, mettiamo in moto la città, andiamo alla scoperta di luoghi mai visti o semplicemente dimenticati. Siamo nomadi e trasversali, parliamo molti linguaggi. Ci piace la contaminazione, sovvertiamo gli stereotipi. Crediamo nella pluralità di voci e nel vino come espressione culturale” è il manifesto della rassegna che dal 2008 anima il maggio napoletano e che si reinventa ogni anno mettendo in rete circa 100 tra associazioni culturali, piccole imprese del territorio, artisti e designer configurandosi come una grande factory di produzione creativa.
Si rinnova il binomio vino e design anche per questa X edizione con le mostre “Crisalidi di Salvatore Aiello per ReLegno” e “Ultraceramica People and objects of the future” di ADI Delegazione campana.

Per la grande attenzione dedicata al design sin dalla prima edizione (con mostre, progetti site-specific e il Premio Convivium design istituito con Pastificio dei Campi) Wine&Thecity e il suo sistema di eventi diffuso sul territorio è candidato, per la categoria Exhibition Design, alla selezione ADI Design Index 2017, la pubblicazione che costituisce preselezione per la partecipazione al Premio Compasso d’Oro ADI 2018, il più antico e autorevole premio mondiale di design.

È in corso uno studio dell’Università della Campania Luigi Vanvitelli, Cattedra Strategie d’Impresa del Dipartimento di Economia, coordinata dal prof. Francesco Izzo, sui 10 anni di Wine&Thecity a Napoli: la storia, i numeri, la crescita sul territorio.

A two-week celebration of regional vino, with free wine tastings and cultural events in palaces, museums, boutiques and eateries throughout the city”, scrive la Lonely Planet consacrando la manifestazione a livello internazionale.

La X edizione di Wine&Thecity è realizzata con la collaborazione del Mann Museo Archeologico Nazionale Napoli, il patrocinio del Comune di Napoli e la collaborazione dell’Assessorato alla Cultura e Turismo; e con il fondamentale contributo di sponsor privati quali Aeroporto Internazionale di Napoli, Ferrarelle, Kimbo, Pastificio dei Campi, Motorvillage Napoli. Con il supporto di Ais Napoli, ANM, Grimaldi Lines, Panificio Malafronte Gragnano, ReLegno. E con il patrocinio di Movimento Turismo del Vino, Municipalità Chiaia San Ferdinando e Federalberghi Napoli. Sono media partner del progetto IgersNapoli, Napoli da Vivere e NeapoliSparita.

Wine&Thecity nasce da un’idea di Donatella Bernabò Silorata ed è un progetto indipendente dell’Associazione Wine&Thecity realizzato da un team tutto al femminile con il fondamentale supporto di sponsor privati e mecenati. La manifestazione è altresì sostenuta dal basso, attraverso la sottoscrizione della Wine&Thecity Card: con un contributo di 10 euro all’Associazione Wine&Thecity si diventa protagonisti del progetto e si partecipa alla produzione del calendario culturale della rassegna. Ai possessori della Wine&Thecity Card sono riservati sconti e agevolazioni in oltre 50 indirizzi della città per un anno intero.

Le menti, le braccia e il cuore di Wine&Thecity oggi:
Donatella Bernabò Silorata, Irene Bernabò Silorata, Giustina Purpo, Marina Martino, Claudia Colella, Paola Cotugno, Teresa Caniato, Francesca Belmonte, Carmen Cozzolino.

Ufficio stampa: dipuntostudio.it | 081 681505


paola cotugno
paolacotugno@gmail.com
cell. 348 8010997

soldout1-5-2Chiuse le iscrizioni!
Abbiamo raggiunto il numero massimo di partecipanti al Corso N.105 di Primo Livello di qualificazione professionale per sommelier organizzato dall’Associazione Italiana Sommelier Napoli che inizierà il 27 Febbraio all’hotel Reinassance Mediterraneo.
Ci dispiace per tutte le persone interessate che stavolta non siamo riusciti ad accontentare e che dovranno aspettare il prossimo corso che partirà tra Ottobre e Novembre 2017.
A breve pubblicheremo la lista definitiva degli iscritti al corso di Primo Livello N.105.

Per info: 349.2876717/335.6790897

Tommaso Luongo
Delegato Ais Napoli

21 Febbraio, A tavola con…Manuele Biava al Veritas

Pubblicato da aisnapoli il 12 - febbraio - 2017Versione PDF
Manuele Biava e Antonello MaiettaASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER Delegazione di Napoli
A Tavola con…
Manuele Biava 
21 Febbraio ore 20
Veritas Restaurant, Corso Vittorio Emanuele n.141 Napoli
Costo della serata 65 euro. Evento a numero chiuso.
info e prenotazioni 081 660585 info@veritasrestaurant.it
Il 21 febbraio alle ore 20,00 prende il via il ciclo di appuntamenti “A Tavola con…”
In questa prima serata farete conoscenza al “Veritas” con il Moscato di Scanzo e gli altri vini dell’azienda Biava .
A raccontarveli ci saranno il produttore Manuele Biava con Fosca Tortorelli, degustatrice ufficiale
Ais Napoli , che guideranno la serata.
Protagonisti indiscussi saranno il Moscato di Scanzo, vero e proprio fiore all’occhiello – nonché DOCG più piccola d’Italia – e gli altri vini dell’azienda Biava di Scanzorosciate (BG), che saranno abbinati alla raffinata cucina dello chef, neo stella Michelin, Gianluca D’Agostino
VINI
Ghibellino 2011 Biava.
Guelfo 2009 Biava
Moscato Di Scanzo D.O.C.G. 2012 e 2000
Giallo Passito
MENU
Sauté di frutti di mare con “pizza ‘e menesta”, mazzancolle e funghi pioppini
Linguine con seppia, indivia belga, pomodori del piennolo e pinoli
Scaloppa di foie gras con misticanza e frutta secca
Pera ripiena di ricotta al pepe rosa
L’azienda Agricola Biava è situata in quella che da sempre è considerata la culla del Moscato di Scanzo, con i vigneti che ricoprono la zona più alta del Monte Bastia, immediatamente sotto la Chiesetta che sovrasta la collina. La particolare formazione rocciosa detta “sass de luna” in cui affondano le radici, le vecchie viti e la superba esposizione al sole portano a una produzione estremamente ridotta ma che dà origine a un vino particolarmente ricco di aromi e di forza straordinaria.
Nella foto di Lorena Merlini: Manuele Biava con il Presidente Ais Antonello Maietta

medEATerranea

DIETA MEDITERRANEA, A NAPOLI L’ACCADEMIA PER STUDIARLA

Per l’inaugurazione show cooking degli chef stellati D’Agostino e De Vivo

Sarà inaugurata mercoledì 8 febbraio, alle ore 18, alla presenza del sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, del Presidente della Mostra d’Oltremare, Donatella Chiodo e del Consigliere delegato, Giuseppe Oliviero, l’Accademia enogastronomica Medeaterranea, che ha sede proprio all’interno del quartiere fieristico.

Si tratta di uno spazio polifunzionale esteso su 2mila metri quadri, di cui 500 di laboratori avanzatissimi, in grado di formare futuri operatori del settore (cuochi, pasticceri, pizzaioli, gelatieri, barman, sommelier, maitre, personale di back office), ma anche di garantire corsi specialistici di aggiornamento per tutti coloro che già operano nel settore sia a livello operativo che manageriale. Una particolare offerta didattica è poi rivolta agli appassionati del settore, alle aziende e agli stranieri che vogliano avvicinarsi al nostro patrimonio enogastronomico.

Con l’apertura dell’Accademia – spiega il Presidente, Massimiliano Quintiliani – sarà possibile studiare la cultura  e le scienze enogastronomiche  in linea con i dettami della Dieta Mediterranea, proprio nella regione in cui ha avuto origine, grazie ad Ancel Keys: nonostante la Campania ne sia culla, mancava un polo formativo di riferimento che ne permettesse l’approfondimento tecnico-scientifico oltre che pratico. Una vacatio che costringeva i nostri ragazzi, ma anche gli esperti provenienti da ogni parte del mondo, ad andare a studiare tali scienze, altrove”.

La nascita dell’Accademia è frutto dell’opera di un gruppo di giovani ricercatori e si fonda sulle risorse e sull’impegno di imprenditori del settore che credono che lo sviluppo dell’economia di mercato sia inscindibile da una attenta formazione affidata a professionisti seri. Tra i principali partner dell’iniziativa, Sire ricevimenti; Electrolux, Valle dell’Aquila.

All’inaugurazione, show cooking dedicati alla dieta mediterranea degli chef stellati Gianluca D’Agostino di Veritas e Giovanni De Vivo del Mosaico dell’hotel Terme Manzi di Ischia.

Seguono degustazioni a banchi d’assaggio con i vini del Consorzio Tutela Vini Campi Flegrei, Ischia e Capri a cura dei sommelier dell’Associazione Italiana Sommelier Delegazione di Napoli

Sabbie primitiveASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER NAPOLI
La Grotta Vineria in collaborazione con AIS Napoli
e con la partecipazione dell’Az. Agr. Felline di Manduria (Ta)

presentano

SABBIE PRIMITIVE
Venerdì 27 Gennaio 2017, ore 21.00

Ticket di partecipazione € 30.00 a p.

è gradita la prenotazione e la massima puntualità, per info e prenotazioni:
La Grotta Vineria Grapperia e Hostaria, C.so Umberto I° N. 174
Casalnuovo di Napoli tel. 0815224718—cell. 3890039354
Tel. 0815224718 Cell.3890039354

“Burlesque” Negroamaro brut rosè Az. Agr.Felline

“Felline” Primitivo 100% 2015, Az. Agr. Felline

“ Giravolta” Primitivo 100% 2013,Az. Agr. Felline

“Dunico” Primitivo 100% 2013, Az.Agr. Felline

In abbinamento ai vini le preparazioni dello Chef Antonio Esposito

 

Burrata leccese su crema di scarole, cialdina di Parmigiano, pomodorini confit e capperi fritti

Strozzapreti al ragù di anatra, porcini e petali di Ragusano D.O.P.

Bocconcino di magatello con riduzione al vino Primitivo e purè al rosmarino

Tortino caldo di mandorle e amaretti, salsina di pere e cioccolato amaro

Locandina Festival della Cucina NapoletanaFESTIVAL DELLA CUCINA NAPOLETANA

15.16.17 dicembre 2016 Primo Piano Ex Ristorante della Piscina

Mostra D’Oltremare Napoli 

Dalle 10.00 alle 20.00

Associazione Medeaterranea con il patrocinio del Comune di Napoli organizza nei giorni 15, 16 e 17 Dicembre un festival sui temi dell’enogastronomia partenopea che parte dalle valorizzazione della storia, della cultura e delle tradizioni alimentari del popolo napoletano.
Questa edizione, dal titolo “Pensare usando le mani”, porta alla ribalta gli aspetti legati alla preparazione di pietanze e, più in generale, la relazione tra la fisicità e la cultura che c’è dietro tutta la filiera. L’assaggio diviene, così, un momento di sintesi estrema in cui gli ospiti possono entrare in contatto, attraverso la vista, l’olfatto, il gusto, con l’enorme patrimonio culturale che ciascun piatto contiene, seguendo i precisi canoni della Dieta Mediterranea.
La manifestazione prevede la preparazione , degustazione e l’utilizzo di prodotti tipici dop igp e della filiera dell’agroalimentare di qualità della Regione Campania inseriti nel disciplinare delle produzioni tipiche nazionali, così come saranno presentate le pietanze con una rivisitazione della storicità del convivio napoletano dando lustro ed immagine alla tradizione delle preparazioni culinarie, con reinterpretazione della cucina classica in chiave moderna, anche con la partecipazione didattica di istiututi alberghieri e di associazioni ed enti del mondo Food Bio ;
· Laboratori di manipolazione experience food e non food aperti ad un numero limitato di persone tenuti da esperti e creativi di cucina e della manipolazione non food, su tematiche legate al cibo in chiave Dieta Mediterranea – patrimonio dell’Unesco .
· Design in tavola, una mostra che proporrà il lavoro di designer che studiano e sperimentano l’atto di mangiare e realizzano oggetti per migliorare e rendere più sostenibile e partecipata la convivialità della cucina. Primo tra tutti il connubio tra Porcellana di Capodimonte e Cibo, con il coinvolgimento di ricerche della Real Fabbrica di Capodimonte di Napoli attraverso l’istituto G. Caselli di Capodimonte con il Grespo – Gruppo di Ricerca e Studio della Porcellana – storicità della tradizione della porcellana di Capodimonte con manufatti conviviali della tradizione enogastronomica ed artistica, con un viaggio nel tempo, attraverso le varie e molteplici applicazioni artistiche degli ultimi due secoli.
Medeaterranea Food Experience, costola tecnico operativa dell’associazione, proporrà rappresentazioni di un’offerta gastronomica caratterizzata da una serie di postazioni artistico-culinarie, anche con un’esposizione fotografica di Food Igers che parlano di cucina
Sporcarsi le mani, infine, è la sezione dedicata alle esperienze dirette per adulti e bambini con laboratori, giochi, degustazioni educative e corsi pratici, ove si verranno a creare connubi tra la cultura gastronomica – manipolazione dell’impasto del pane- con la cultura storico artistica della manipolazione delle argille per la formazione dei manufatti contenitori degli alimenti

Il Programma
Giovedì 15 Dicembre 2016
10.00
Inaugurazione
Dalle 10.00 alle 20.00
Postazioni artistico culinarie della Dieta Mediterranea

Degustazione a tema
“Il pesce azzurro”
(11.00 – 11.40) (12.00 – 12.40)
(15.00 – 15.40) (16.00 – 16.40)

Laboratori di degustazione del vino
“Il vino nella tradizione napoletana”
A cura dell’AIS Napoli, Associazione Italiana Sommelier

Gragnano, Asprinio, Falanghina e Piedirosso

(11.00 – 11.40) (14.30 – 15.10)

In collaborazione con Salvatore Martusciello Vini di Persistenza e Masseria Campito
LABORATORI GRATUITI SU PRENOTAZIONE

Lab Food Experience “Sporcarsi le mani”
Le alici fresche ripiene – Laboratorio per bambini
Tenuto da esperti e tecnici del Medeaterranea Lab
Lab Food Experience “Creando con le mani”
La parmigiana di pesce bandiera – Laboratorio per adulti
Tenuto da esperti e tecnici del Medeaterranea Lab
Kera Lab “Sporcarsi le mani”
Manipolare l’argilla – Laboratorio per bambini
Tenuto da esperti e creativi della ceramica e della porcellana
con il supporto di Grespo (Gruppo di Ricerca e Studio della Porcellana
dell’Istituto per la porcellana e la ceramica di Capodimonte G. Caselli)
Kera Lab “Creando con le mani”
Dall’argilla al piatto – Laboratorio per adulti
Tenuto da esperti e creativi della ceramica e della porcellana
con il supporto di Grespo (Gruppo di Ricerca e Studio della Porcellana
dell’Istituto per la porcellana e la ceramica di Capodimonte G. Caselli)
13.30
Gran Buffet Mediterraneo
(su invito)

Venerdì 16 Dicembre 2016
Dalle 10.00 alle 20.00
Postazioni artistico culinarie della dieta mediterranea
Degustazione a tema
“Zuppe, verdure e ortaggi”
(11.00 – 11.40) (12.00 – 12.40)
(15.00 – 15.40) (16.00 – 16.40)

Laboratori di degustazione del vino
“Il vino nella tradizione napoletana”

Gragnano, Asprinio, Falanghina e Piedirosso

A cura dell’AIS Napoli, Associazione Italiana Sommelier Napoli 
(11.00 – 11.40) (14.30 – 15.10)

In collaborazione con Salvatore Martusciello Vini di Persistenza e Masseria Campito

LABORATORI GRATUITI SU PRENOTAZIONE
Lab Food Experience “Sporcarsi le mani”
Patate alla fornarina – Laboratorio per bambini
Tenuto da esperti e tecnici del Medeaterranea Lab
Lab Food Experience “Creando con le mani”
La pasta e patate – Laboratorio per adulti
Tenuto da esperti e tecnici del Medeaterranea Lab
Kera Lab “Sporcarsi le mani”
Manipolare l’argilla – Laboratorio per bambini
Tenuto da esperti e creativi della ceramica e della porcellana
con il supporto di Grespo (Gruppo di Ricerca e Studio della Porcellana
dell’Istituto per la porcellana e la ceramica di Capodimonte G. Caselli)
Kera Lab “Creando con le mani”
Dall’argilla al piatto – Laboratorio per adulti
Tenuto da esperti e creativi della ceramica e della porcellana
con il supporto di Grespo (Gruppo di Ricerca e Studio della Porcellana
dell’Istituto per la porcellana e la ceramica di Capodimonte G. Caselli)
13.30
Gran Buffet Del Convivio Napoletano
(su invito)

Sabato 17 Dicembre 2016
Dalle 10.00 alle 20.00
Postazioni artistico culinarie della dieta mediterranea
Degustazione a tema
“La cucina borbonica”
(11.00 – 11.40) (12.00 – 12.40)
(15.00 – 15.40) (16.00 – 16.40)

Laboratori di degustazione del vino
“Il vino nella tradizione napoletana”

Gragnano, Asprinio, Falanghina e Piedirosso

A cura dell’AIS Napoli, Associazione Italiana Sommelier

(11.00 – 11.40) (14.30 – 15.10)

In collaborazione con Salvatore Martusciello Vini di Persistenza e Masseria Campito

LABORATORI GRATUITI SU PRENOTAZIONE
Lab Food Experience “Sporcarsi le mani”
Piccoli gattò di patate – Laboratorio per bambini
Tenuto da esperti e tecnici del Medeaterranea Lab
Lab Food Experience “Creando con le mani”
Piccoli sartù di riso – Laboratorio per adulti
Tenuto da esperti e tecnici del Medeaterranea Lab
Kera Lab “Sporcarsi le mani”
Manipolare l’argilla – Laboratorio per bambini
Tenuto da esperti e creativi della ceramica e della porcellana
con il supporto di Grespo (Gruppo di Ricerca e Studio della Porcellana
dell’Istituto per la porcellana e la ceramica di Capodimonte G. Caselli)
Kera Lab “Creando con le mani”
Dall’argilla al piatto – Laboratorio per adulti
Tenuto da esperti e creativi della ceramica e della porcellana
con il supporto di Grespo (Gruppo di Ricerca e Studio della Porcellana
dell’Istituto per la porcellana e la ceramica di Capodimonte G. Caselli)
13.30
Gran Buffet Borbonico
(su invito)

ASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER Delegazione di Napoli

#LE BOLLICINE DI TOMB WINER#

Agriturismo Don Salvatore

Via Cappella 309, 80070 Monte di Procida (Na)

Il costo della serata è di € 55 a persona
Per info e prenotazioni 0815231452 -3299657837
km0flegreo@gmail.com

Martedi 13 dicembre alle ore 20.30.

L’Agriturismo Don Salvatore, in collaborazione con Associazione Italiana Sommelier Napoli sono lieti di invitarvi a prendere parte al game drink #LE BOLLICINE DI TOMB WINER# di martedi 13 dicembre, ore 20.30.

Ciascun ospite parteciperà a un sorteggio attraverso il quale verrà a lui assegnata un’etichetta tra quelle disponibili (champagne, franciacorta, prosecco e  spumante) e potrà degustarla a tavolo e condividerla con gli altri commensali.

Ovverossia ogni singolo partecipante estrarrà dal tradizionale panariello della tombola un numero che corrisponderà a una bottiglia “spumeggiante” con la quale accompagnerà la cena.

Ecco la lista delle etichette in sorteggio selezionate da Fabrizio Erbaggio (…sì è lui l’ideatore questo game drink):

Cin cin
Larga la foglia stretta la via…brindate alla vostra che intanto brindo alla mia! :-)

Cà del Bosco Franciacorta brut Cuvèe prestige, Cà del Bosco Franciacorta brut saten 2011, Altemasi Trento Doc riserva Graal 2007, Pierre Gimonnet Champagne cuvèe brut, Philippe Gonet  Champagne Le Mesnil, Giorgio Crudo Charmat Lungo, Fontanafredda Bolla ciao, Montesole Aglianico brut rosè, San Paolo aglianico Jacarando brut rosè, Ferrari Maximum brut, Berlucchi Franciacorta brut Rosè, Contadi Castaldi Franciacorta brut, soul Saten 2008, Carpineto Chardonnay spumante brut farnito, 1701 Franciacorta brut rosè, 1701 Franciacorta brut 1701, Abbazia di san gaudenzio spumante prestige, Bellenda Coldiluna brut rosè, Bortolomiol Treviso doc mìol, Bortolomiol Valdobbiadene superiore extra brut prior, Bellenda Valdobbiadene superiore extra dry docg miraval, Bellenda Valdobbiadene superiore Brut Docg san fermo, Villa raiano Ripa bassa fiano metodo classico brut, Dubl Falanghina brut, Dubl Greco brut, Bastianich Ribolla gialla Brut, Altemasi Trento brut doc Millesimato 2011, Bruno Paillard champagne premiere cuvèe, Brut Monsupello OIltrepò Pavese Brut millesimato pinot nero, 1701 Franciacorta Saten.

Questo invece il menù ideato dallo chef Luigi Colandrea.

Aperitivo di benvenuto

Sashimi di baccalà con scarola riccia capricciosa e salsa di papaccella napoletana

Antipasti
Magnatello di vitello marinato a secco, con piccola mirepoix di finocchio, cipolla rossa e arancio
Cor e’ stocc con verdure al vapore e brodo leggero all’olio nuovo

Primo piatto
Cappellacci ripieni di genovese napoletana con burro di bufala e salsa di friarielli

Secondo piatto
Variazione di coniglio

Dessert
Brownies alla nocciola con cremoso al lampone
Degustazione del panettone Don salvatore in abbinamento con Asti Spumante docg

#INVIAGGIODATEO, Ais Napoli in tour: week end da Baladin

Pubblicato da aisnapoli il 8 - dicembre - 2016Versione PDF

ASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER Delegazione di Napoli

#INVIAGGIODATEO

AIS NAPOLI IN TOUR: WEEK END DA BALADIN

inviaggiodateo

AIS Napoli propone un week end tutto da vivere (e da bere) nell’universo Baladin. Ci aspettano due giorni intensi ad alto tasso brassicolo. Andremo nel cuore delle Langhe per incontrare Teo Musso, il padre della birra artigianale italiana che ci guiderà personalmente alla scoperta del suo birrificio e della prima sua creatura: la mitica birreria Le Baladin di Piozzo. I sommelier della birra del Corso n.4 che parteciperanno a #inviaggiodateo riceveranno l’attestato del primo livello durante la visita al birrificio.

Per info: Gabriele Pollio 392.2675405; Tommaso Luongo 335.6790897

PROGRAMMA

 SABATO 28 Gennaio

- Ore 7: partenza da Napoli

- Ore 17: arrivo previsto a Piozzo (CN)

- Ore 20: cena degustazione alla birreria Le Baladin

Pernottamento presso BVH HOTEL Via Fossano n.21 – Bene Vagienna (CN) secondo le sistemazioni assegnate

DOMENICA 29 Gennaio

- Ore 8 Colazione

- Ore 9.30: visita al birrificio Baladin accompagnati da Teo Musso

- Ore 12.30: pranzo (non incluso nella quota di partecipazione)

- Ore 14.30: partenza da Piozzo

- Ore 24: arrivo previsto a Napoli.

Quota di partecipazione: 150 € da versare all’Ais Campania con bonifico.

ASSOCIAZIONE SOMMELIER CAMPANIA

IT 41 Z 05387 40260 000002464227

BANCA POPOLARE DELL’EMILIA ROMAGNA – SORRENTO

CAUSALE: Viaggio Baladin

 

La quota include: viaggio in pullman Gran Turismo, cena alla birreria Le Baladin, pernottamento e prima colazione al, visita al nuovo birrificio Baladin.

Numero massimo di partecipanti: 50 Numero camere singole disponibili per il pernottamento: 10. Chi volesse alloggiare in camera singola dovrà verificarne la disponibilità prima del pagamento con gli organizzatori. La camera singola prevede un sovraccarico di prezzo pari a 15 €. Disponibilità di 4 camere triple.

Gli eventi dell'AIS Napoli
    • dal 27 mar 2017 al 27 mar 2017 alle ore:15:00

      Campania – Salento Andata & Ritorno

      Mancano: 1 giorno e 10:39 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
    • dal 31 mar 2017 al 31 mar 2017 alle ore:20:00

      31 Marzo, ASTORIA si presenta: 30 anni, 40 ettari e 9 vini

      Mancano: 5 giorni e 15:39 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
    • dal 06 apr 2017 al 06 apr 2017 alle ore:20:00

      6 Aprile, Trappist-10, 10 birre per 10 birrifici trappisti all’Hotel Renaissance

      Mancano: 11 giorni e 15:39 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
  • Video

    Tags