Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...corsi sommelier in partenza

Pausilypon: suggestioni all’imbrunire con l’Ais Napoli

Pubblicato da aisnapoli il 13 - settembre - 2013Versione PDF

Manifesto-Suggestioni_Autun

Pausilypon: suggestioni all’imbrunire

Itinerari storico-naturalistici tra musica e teatro nell’incanto

del Parco archeologico ambientale del Pausilypon al tramonto…

14 Settembre > 5 Ottobre 2013 – ore 17.00

Ingresso Grotta di Seiano – Discesa Coroglio 36 (Napoli)

 

Ritorna a partire dal 14 Settembre la Rassegna “Pausilypon: suggestioni all’imbrunire” nello splendido scenario del Parco archeologico ambientale del Pausilypon. Dopo il grande successo di pubblico e di critica ottenuto dalla IV Edizione della rassegna tenutasi nel mese di Maggio 2013, con oltre tremila presenze in 8 serate. Storia, natura, musica e teatro nuovamente insieme per il nuovo calendario autunnale dell’ormai consolidata rassegna del Pausilypon, curata dal Centro Studi Interdisciplinari Gaiola onlus, d’intesa con la Soprintendenza Speciale ai Beni Archeologici di Napoli e Pompei e con il Patrocinio del Comune di Napoli e Regione Campania. Sette nuovi appuntamenti arricchiti dalla presenza di ospiti internazionali quali la cantante e compositrice tunisina M’Barca Ben Taleb ed il regista olandese David Jentgens. Accanto a loro le melodie e la voce dell’avanguardia culturale del mondo teatrale e musicale napoletano con i Tricatiempo, Margherita Romeo, Elena Somma e Mariano Bellopede, solo per citarne alcuni. Proprio nel segno della valorizzazione e rispetto del sito archeologico-ambientale questa rassegna da 4 anni fa sua, l’imperativa scelta di non utilizzare allestimenti scenici, elettronici ed infrastrutturali che possano in qualunque modo alterare il fascino naturale del sito archeologico: un omaggio in punta di piedi alla straordinaria bellezza del Pausilypon, “il luogo dove finisce il dolore”, che ancora oggi restituisce intatta l’essenza stessa del suo nome.

Una percorso fuori dal comune, in cui la prima suggestione è data certamente dallo spettacolo delle antiche vestigia della villa imperiale del Pausilypon alla luce dell’imbrunire…
Ogni appuntamento sarà preceduto da una visita guidata al Parco Archeologico-Ambientale del Pausilypon che attraverso la suggestiva Grotta di Seiano accompagnerà gli ospiti fino all’incontro con gli artisti presso l’Odeion ed il Teatro dell’Antica Villa D’Otium di Publio Vedio Pollione.

Al termine di ogni serata buffet offerto da Cupiello Cultura del Gusto  con banco d’assaggio a cura dei sommelier dell’AIS Delegazione di Napoli

Modalità di partecipazione:

Per Informazioni telefonare al n° 0812403235 – 3285947790 tutti i giorni tranne il Lunedì dalle 10.00 alle 16.00 o via email: info@gaiola.org .
Ingresso: Grotta di Seiano in Discesa Coroglio 36.
Durata: circa 3 ore;
Orario: ingresso con Visita guidata dalle 16.30 alle 17.20. Dalle 17.20 alle 17.40 ingresso senza visita guidata.
Contributo: 12 €/p
Partecipazione fino ad esaurimento posti.

Calendario Autunno 2013

14 Settembre: “Echi mediterranei”

con Trio M’Barca Ben Taleb (voce e darbuka), Giosi Cincotti (fisarmonica e arrangiamenti), Arcangelo Caso (violoncello)

15 Settembre: “Il mio giorno speciale”

con Mariette Witteveen, Stefano Scognamiglio e quartetto d’archi. Regia di David Jentgens

21 Settembre: “Aiôn”

con “Tricatiempo”. Stefano Costanzo (batteria), Marco Pezzenati (vibrafono), Ron Grieco (contrabbasso), Davide Maria Viola (violoncello), Giuseppe Vietri (sassofono).

22 Settembre: “Fuochi

con Margherita Romeo, Angela Tamburrino, Antonella Raimondo, (compagnia LaeRTe) e Adriano Poledro (percussioni)

28 Settembre: “Tanitsufi”

con Marzouk Mejri (voce, nay, darbuka e bendir, flauti), Stefano Costanzo (batteria,percussioni,campane), Ron Grieco (contrabbasso).

29 Settembre: “V.È.R.D.I.”

con Orlando Cinque, Mariano Bellopede (piano) e Elena Somma (soprano). Regia Bruno Garofalo.

5 Ottobre: “Orichas”

con Orchestra Acustica del Pausilypon a cura di Francesco Capriello con la collaborazione di Paolo “Batà” Bianconcini.

Il video della precedente edizione:

L’Ais Napoli a Malazè 2013

Pubblicato da aisnapoli il 2 - settembre - 2013Versione PDF

malaze2013_conceptL’AIS Napoli a Malazè 2013

Tutto pronto per l’VIII edizione di Malazè, l’evento archeoenogastronomico dei Campi Flegrei. La manifestazione che coinvolge oltre cento soggetti tra associazioni, cooperative, ristoranti, produttori di vino e di prodotti tipici ed enti pubblici. Quest’anno le manifestazioni enogastronomiche e culturali si svolgeranno nei comuni di Pozzuoli, Quarto, Bacoli, Monte di Procida, Napoli, Giugliano e Procida.
Tanti gli eventi nel programma consultabile sul sito www.malaze.org in cui saranno protagoniste l’enogastronomia (degustazioni dei vini doc locali – falanghina e piedirosso – e dei piatti tipici), archeologia (visite teatralizzate), immersioni (visita alla Città Sommersa), escursioni a piedi, in barca e in bici (alla scoperta dei vulcani, dei laghi e dei sentieri), caccia al tesoro (per conoscere storia, arte e natura flegrea), attività per i bambini, fotografia, libri, tradizioni, musica, laboratori sul vino a cura dell’Associazione Italiana Sommelier di Napoli, iniziative Slow Food e solidarietà. Da quest’anno la MalazèCard offre il 15% di sconto sulle iniziative del circuito e dei premi come da regolamento sul sito.
Di seguito gli appuntamenti con l’Associzione Italiana Sommelier Delegazione di Napoli (www.aisnapoli.it)

“Notti gialle: sapori e jazz raccontano i romanzi di Carla Pisaniello Corona”
Sopra le Righe – Agenzia di comunicazione e promozione editoriale

7 Settembre ore 20.30
Cast Cafè, via Castello 50/b, Bacoli

Non sempre l’assassino è il maggiordomo…attraverso i sapori flegrei, accompagnati dalle note jazz di Diana Di Paolo, in un’ambientazione cult verranno riproposti brani e scenari dei romanzi di Carla Pisaniello CoronaLa Malerba…non muore mai” (Guida) e “Lo stato del cuore” (ilmiolibro.it). 
Degustazione a cura di Elena Erman, Ais Napoli

€ 30 (cena-buffet servito, spettacolo e bevande incluse)
€ 40 (cena-buffet servito, spettacolo, bevande incluse, libro)
Info e prenotazione obbligatoria: 328287946 – 3929287300 – scrivisopralerighe@gmail.com – info@castcafè.it

“Bacoli racconta… cucina, usi, storie e costumi!”

8 Settembre ore 19.00
Cast Cafè, via Castello 50/b, Bacoli
(Na) 

Sopra le Righe – Agenzia di comunicazione e promozione editoriale

Quali sono i piatti tipici flegrei e come si cucinano? Maria Rosaria Di Costanzo autrice del libro”Bacoli racconta” (Il punto di partenza editore) lo spiegherà durante la dimostrazione culinaria a cui seguiranno assaggi e un ricco aperitivo. Subito dopo spettacolo folkloristico: U ricietto. Degustazione a cura di Anna Ciotola, Ais Napoli con i vini dell’azienda Piscina Mirabile

€ 8
 Cast Cafè, via Castello 50/b, Bacoli
(Na)
Info e prenotazioni: 3283287946 – 3929287300 – scrivisopralerighe@gmail.com

Dal 9 al 13 Settembre

Kayak & Drink nella baia imperiale di Miseno con guida turistica autorizzata e sommelier AIS

Culturavventura e Associazione Italiana Sommelier

Canoa con guida turistica ufficiale in italiano e inglese. Relax e archeologia nella baia imperiale di Miseno con soste bagno, divertente briefing sulla pagayata.
La visita guidata include tutti i materiali tecnici e la degustazione con calice vino doc a fine percorso. La durata è di circa due ore e trenta.
Prima uscita dalle ore 16,00 alle ore 19,00. Seconda uscita dalle ore 19,00 alle ore 21,30 con tramonto, notturna, aperitivo con vino doc in spiaggia e volo lanterne.

Costo € 19 (quota, materiali, calice vino inclusi)
Info e prenotazione obbligatoria: 3394195725 – culturavventura@gmail.com

I Campi Flegrei visti dagli Astroni “retrospettiva e prospettive future”

12 Settembre ore 17.30
Cantine Astroni Via Sartania, 48 Napoli

Cantine Astroni in collaborazione con Luciano Pignataro WineBlog e l’Associazione italiana sommelier delegazione di Napoli il 12 Settembre presenta “I Campi Flegrei visti dagli Astroni: Retrospettive e Prospettive Future”, incontro di degustazione di annate storiche diverse di Falanghina e Piedirosso dei Campi Flegrei.
Luciano Pignataro, Tommaso Luongo (delegato AIS Napoli) e Gerardo Vernazzaro (enologo a Cantine Astroni), in un confronto dialettico approfondiranno le capacità di tenuta nel tempo dei vini da suolo vulcanico.
I vini in degustazione:
I Bianchi
• Falanghine Campi Flegrei DOC “Falangos” 2000 -03 -05 -06
• Falanghina Campi Flegrei DOC “Colle Imperatrice” 2007 -08 -09 -10 -11 -12
• “Strione” Falanghina del Cratere Astroni 2006 -07 -08 -09 -10
I Rossi
• Piedirosso Campi Flegrei DOC “Per è Palumm” 2001 -02 -03 -04 -05 -06
• Piedirosso Campi Flegrei DOC “Colle Rotondella” 2007 -08 -09 -10 -11 -12
• Piedirosso Campi Flegrei Atto a Riserva “Tenuta Camaldoli” 2011

A fine degustazione “Gusti Flegrei” cena buffet elaborata da ABRAXAS L’Osteria tra i due laghi.
A fare da cornice alla serata la mostra realizzata dall’artista Antonio Mele ” Immagini immaginate, i Campi Flegrei in acquaforte” venti incisioni all’acquaforte ispirate a venti luoghi dei Campi Flegrei. Un neo excursus visivo sulle tracce del Gran Tour.

Ingresso gratuito solo su invito
Info: Tel. +390815884182 Email: info@cantineastroni.com Sito: www.cantineastroni.com

Degustazione en plein air con shooting fotografico a Foglie di Amaltea

Venerdi 13 Settembre ore 17.30
Tenuta Foglie di Amaltea – Via Omero, Località La Sciarrera Bacoli (Na).


Degustazione en plein air con shooting fotografico presso la Tenuta Foglie di Amaltea di Grotta del Sole in collaborazione con l’Associazione Italiana Sommelier Delegazione di Napoli. Celebriamo nei bicchieri tra modelle, grandangolo e cavaletti, una bottiglia mito a venticinque anni dalla vendemmia con una dedica speciale alla memoria di Gennaro Martusciello. L’Asprinio d’Aversa Spumante Metodo Classico Extra Brut 1988 di Grotta del Sole sarà il protagonista liquido di un pic nic con degustazione guidata dal delegato AIS Napoli Tommaso Luongo e il meraviglioso sfondo del lago d’Averno che godremo dall’alto del vigneto della Tenuta Foglie di Amaltea, location d’eccezione per lo shooting fotografico all’imbrunire in collaborazione con il Reflex Club.

Partecipazione a inviti. Posti limitati.
Info: 3356790897 – info@aisnapoli.it

La Notte delle Bollicine Flegree da Roof & Sky con l’Ais Napoli

Lunedi 16 Settembre ore 20.30
Roof&Sky – Asteco e Cielo – Pontile n.3 Lago di Miseno Bacoli

L’appuntamento è sul trimarano ormeggiato ai pontili del lungolago di Bacoli per poi salpare e raggiungere il centro del lago di Miseno e festeggiare fino a notte fonda con le bollicine dei Campi Flegrei. Menu di crudità di mare e piatti tipici flegrei ad accompagnare la degustazione delle bollicine dei campi ardenti.

Costo € 25
Info e prenotazione obbligatoria e impegnativa: 3356790897 – info@aisnapoli.it

Te le do io le Bollicine…quinta edizione: le foto

Pubblicato da aisnapoli il 30 - luglio - 2013Versione PDF

Foto di Enzo Buono, Luigi Savino, Antonella Orsini

Vitigno Italia 2013 su Ais Napoli TV

Pubblicato da aisnapoli il 7 - giugno - 2013Versione PDF

Rassegna fotografica a suon di marcia di Radetzky dei tre giorni di Vitigno Italia 2013 a Napoli a Castel dell’Ovo

Foto di Pasquale Arcopinto

I Campi Flegrei per Festa a Vico 2013

Pubblicato da aisnapoli il 6 - giugno - 2013Versione PDF

Lunedi 3 Giugno al Nabilah “I Campi Flegrei per Festa a Vico 2013“. Cuochi stellati e giornalisti sono partiti da Vico Equense e sono approdati via mare al molo di Torregaveta. Gli operatori flegrei di Sud, Abraxas, La Bifora, Da Fefè, Capo Blu, Da Caliendo, A Ridosso, Nabilah, Il Messicano, Villa Vazia, La Cucina di Ruggiero, Sciardac, Il Gabbiano, Frudisi e  Il Paolanto hanno offerto un ricco buffet dedicato alla valorizzazione dei prodottici tipici dei campi ardenti. In abbinamento i vini delle cantine flegree: Grotta del Sole, Astroni, La Sibilla, Contrada Salandra, Cantine Di Criscio, Piscina Mirabilis, Cantine del Mare e Cantine Farro con un banco d’assaggio a cura dei sommelier dell’Ais Napoli guidati da Anna Ciotola, referente dei Campi Flegrei per la delegazione di Napoli dell’Associazione Italiana Sommelier.

Mission, il vino dell’isola di Fogo a Cabo Verde

Pubblicato da aisnapoli il 24 - maggio - 2013Versione PDF

a vinha e o vulcãoDi Luca Massimo Bolondi Il buon agire è come un virus, contagia il soggetto colpito e lo induce al buon agire. Quando Padre Ottavio Fasano ti parla, ed è un discorrere semplice e calmo, senti le parole farsi pietre e porsi l’una sull’altra e costruire, senti la zappa spingersi dalla curva della schiena fino alla terra e tracciare un solco, sai che in quel solco viene posta una pianta, che con l’aiuto della natura e dell’uomo darà frutto. La semplice durezza della vita, sull’isola di Fogo, aiuta a Ottaviochiarire cosa significa operare per il bene in questa terra, ovvero coinvolgere le idee e la fatica quotidiana verso la creazione del lavoro, verso l’investimento nel futuro, verso lo sviluppo del territorio. Cabo Verde è un paese povero e Fogo è una terra difficile, ricca perché vulcanica ma avara perché piove poco; una comunità dedita all’agricoltura, cioè alla sopravvivenza sulla terra ingrata; una povertà di mezzi di produzione da fare tremare le gambe ai migliori propositi. In questo contesto Padre Ottavio ha portato tutte le risorse finanziarie e tecniche e umane che con la forza trascinante del carisma è riuscito a unire, ha creato quasi dal nulla la vigna per sviluppare l’agricoltura, la casa vinicola per sviluppare l’industria, l’albergo per sviluppare il turismo, realizzando una integrazione coerente tra settori dell’economia, nel segno di imprese dalla forte base etica, che debbono sostenersi sulle proprie risorse pur essendo frutto della cooperazione. Così sono nati le attività vinha e baobabproduttive Vigna Maria Chaves, Adega di Monte Barro, Case del Sole. Vinha Maria Chaves ha trasformato 23 ettari di sassi e sterpi in un paesaggio di terra e filari di viti, esempio che i vicini potranno imitare, una vigna equatoriale sulle pendici di un vulcano attivo alto 2.400 metri. La genesi del nome è emblematica: Dona Maria era benestante e all’inizio del secolo XX costruì una grande casa tra i baobab, casa di ventiquattro stanze, e dove ci sono ventiquattro porte ci sono ventiquattro chiavi: ecco Maria Chaves. Adega di Monte Barro, alle porte della cittadina di São Filipe, capoluogo di Fogo, sorge su una spianata di duemila metri quadrati ed è il punto di riferimento produttivo per il vigneto isolano, una cantina che può lavorare 1.250.000 bottiglie l’anno e garantire il lavoro dei contadini, stabilità e prospettive per i giovani: produrre l’uva da vino con la certezza di poterla vendere. Case del Sole hanno sposato i declivi di un colle fuori São Filipe rendendoli un resort accogliente e attrezzato, in armonia con la natura del luogo, pronto a ricevere i visitatori che vorranno toccare con mano questo piccolo miracolo. Queste imprese sono destinate non solo a produrre valore dal lavoro ma anche profitti dasantaLuzia investire nei progetti di utilità sociale: il sostegno all’ospedale San Francesco di Assisi (l’unico dell’isola, una grande creatura di Padre Ottavio da lui avviata e poi donata al governo di Cabo Verde); il completamento della Casa della Madre e del Fanciullo a Santa Cruz, sulla vicina isola di Santiago, dove serve essere presenti a sostegno del futuro delle famiglie spezzate; l’Università enologica e agraria a São Filipe, per formare le risorse che condurranno le vigne e i frutteti caboverdiani di domani. Sguardo lungo, mani operose. Niente male, per un padre cappuccino settantasettenne che afferma di essere qualcosa solo grazie alle persone che riesce a coinvolgere. Ottavio non è voce solista: Anna Bonamico (ASDE Onlus) alle tastiere dell’amministrazione, Aldo Ollino (un gioiello di umiltà e dedizione) agli strumenti di vigna, Claudio Conterno (Conterno-Fantino, in Langa) alle barbatelle, Nicola Trabucco agronomo ed enologo (Caserta) e Paolo Peira enologo specialista in climi estremi (Roma) ai tamburi di acciaio e di legno, Bianca Roagna (AIS Piemonte) ai cristalli, Philip Gardin e VMC inauguraJan Rickewaert (CaboImpex) alle distribuzioni, Luca Massimo Bolondi (sommelier AIS Napoli) alle comunicazioni. L’orchestra parte in tournée per presentare un’opera frutto di anni di composizione. Il progetto nasce nel 2002, il governo offre il sito in comodato per cinquant’anni dal 2006, nel 2009 terminano i lavori di preparazione del terreno, segue la messa a dimora di 106.000 barbatelle e l’avviamento della vigna. Nel frattempo partono i lavori per realizzare la cantina, che viene terminata giusto in tempo per lavorarci la vendemmia 2012. Il 30 aprile 2013 i vini di Vinha Maria Chaves sono stati presentati alla presidenza della Repubblica e al governo del Paese, in un incontro senza cravatte né scorte: un giro in cantina, una sosta in bottaia, tutti sul piazzale al tramonto per il primo stappo ufficiale e la degustazione; una cerimonia semplice, un entusiasmo immenso ( http://videos.sapo.cv/r7wZ8HBY3FETTdCj9NER ). Chi direbbe mai che un arcipelago nel mezzo dell’oceano Atlantico, a metá strada fra il tropico del cancro e l’equatore, dove piove un mese all’anno, abitato dalla popolazione geneticamente più varia del mondo (UN World Genetic Survey 2013), possa dare vita a una famiglia di vini piacevoli e promettenti quanto una giovane creola?

Locandina CEBIO

A Napoli questo week end c’è CeBio!
Il 25 e 26 maggio la prima edizione della kermesse dedicata al benessere e all’alimentazione biologica, naturale e senza glutine.
Questo fine settimana presso la Mostra D’Oltremare di Napoli si svolgerà CeBio, evento incentrato sul benessere, sull’alimentazione biologica e sul mondo del cibo senza glutine, ideato e realizzato da Rossella Montagna (Planet Stand Creation), Stefano Silvestro (StudiossEventi) e Daniele Zanfardino (Ass. Accademia dello Spettacolo Mediterraneo) – in collaborazione con la Regione Campania, l’Unione Industriali Napoli e il Comune di Napoli (Assessorato allo Sport). La manifestazione si svolgerà contemporaneamente alla Fiera dello Sport (S.E.B.S.).
CeBio è strutturata in tre settori espositivi: “Alimentazione biologica & Gluten-Free, “Musicoterapia” (area espositiva riservata alla terapia musicale) e “ Gluten-Free , Alimentazione senza glutine”.
L’evento vuole essere occasione di riflessione e stimolo – a livello istituzionale, scientifico e divulgativo – sulle problematiche che il celiaco e la sua famiglia devono fronteggiare ogni giorno. Il programma della kermesse comprende tante iniziative: corsi di cucina, showcooking e divertenti laboratori ludico-didattici per grandi e piccini.
Da segnalare:
- il work lab “Mani in Pasta” nel corso del quale Cristina Basso (blog Deglutiamo con Cristina) effettuerà una dimostrazione pratica sulla lavorazione degli impasti senza glutine;
- il work lab “Il Lievito Madre” nel corso del quale Salvatore Kosta (blog La Pasta Madre) dimostrerà come preparare il pane e le brioche con la pasta madre;
- il work lab “Olio Biologico Evo”, organizzato dalla giornalista Monica Piscitelli (blog Campania che vai), un laboratorio incentrato sull’eccellenza dell’olio evo campano, nel corso del quale i partecipanti, guidati all’agronomo Vincenzo Coppola, potranno degustare quattro oli di differenti varietali e provenienze;
- i due “Work Pizza”, appuntamenti dedicati alla pizza d’autore ove saranno proposti due assaggi di pizza senza glutine e un vino selezionato per l’abbinamento. Accompagnati dai commenti di Monica Piscitelli, autrice della Guida alle Migliori Pizzerie di Napoli e della Campania, i pizzaioli Sabato Domenico Scola (ristorante pizzeria Anna, Agropoli) e Gaetano di Lorenzo (Umberto, Napoli) – entrambi soci dell’Associazione Verace Pizza Napoletana – sveleranno i segreti della pizza senza glutine, preparazione che richiede competenza tecnica ed esperienza. Utilizzeranno la farina senza glutine del Molino Caputo, i prodotti della Campania Felix e gli oli extravergine di oliva bio delle aziende Badevisco e Venditti. Tommaso Luongo, delegato dell’Ais Napoli, presenterà un vino campano in abbinamento alle pizze proposte;
- l’incontro “I Vini del Benessere”: guidati da Tommaso Luongo, sommelier masterclass, coloro che parteciperanno al laboratorio indagheranno sul ruolo fondamentale del vino nella relazione tra un’alimentazione sana e il benessere che ne deriva per l’organismo. Vini in Degustazione: Pietracalda Fiano di Avellino Docg 2011 Feudi di San Gregorio; Privo Campania Igt 2012 A.Le.Pa; Bosco Caldaia Solopaca Doc 2007 Antica Masseria Venditti;
- il work lab “Birra senza glutine”: Alfonso Del Forno, presidente dell’Associazione Degustatori Birra senza glutine e fondatore del portale Nonsologlutine.it, presenterà i dati dell’inchiesta effettuata per rilevare la quantità di glutine all’interno delle birre artigianali; seguirà la degustazione delle birre artigianali Glutenberg, vincitrici del World Beer Cup 2012 nella categoria delle birre gluten free;
- il laboratorio “Pizza in Tavola” con Marco Amoriello, gestore del locale “Pizzeria Dal Guappo” tre volte campione del mondo di pizza senza glutine;
- il work lab “Gioco e imparo con CeBio”, un percorso per piccoli e grandi finalizzato all’acquisizione di indizi che permettano di riconoscere la frutta di stagione; Giuseppe Orefice e Margherita Rizzuto (AgriGiochiamo), in collaborazione con la Masseria Giòsole di Capua, accompagneranno i partecipanti nel magico mondo di chi fa di un gran frutto un gran succo;
- lo show cooking “Al servizio del Gusto” a cura di Marco Scaglione, Chef pluripremiato che ha rivoluzionato il sapore dei cibi senza glutine.
L’evento sarà inaugurato dal Dott. Luigi Greco (Professore Ordinario di Pediatria alla Facoltà di Medicina dell’Università di Napoli Federico II, Vice Direttore del Dipartimento di Scienze Mediche Translazionali, Preside Associato della Facoltà di Medicina della Università di Gulu in Uganda), che relazionerà nel corso del convegno “Perché un’epidemia di intolleranza al glutine?”. A questo seguiranno altri importanti incontri, ovvero: “La Mente Musicale – Musisana” (convegno/stage sulla neuroscienza e le prospettive musico terapeutiche), “Lotta all’obesità infantile” (a cura dell’Assessore allo Sport Giuseppina Tommasielli), “Il lievito madre nell’alimentazione moderna” (a cura di Salvatore kosta), “Allenati con il cibo” (A cura della Dr.ssa Cristiana Di Giacomo), “L’alimentazione nello sportivo” (A cura della Dr.ssa Giovanna De Leo), “Intolleranze alimentari e test citogenetici nel miglioramento della prestazione sportiva” (A cura della Dr.ssa Cristiana Di Giacomo). Infine gli chef Antonio Arfè e Nicola Ricci (dell’Associazione Professionale Cuochi Italiani) e le cake designer Fantasie di Zucchero (Antonella Vitale) e Aloha Sweet Cake (Annalisa e Luisa) presenteranno piatti e dolci basati sulla corretta alimentazione ed adatti a intolleranti al glutine e al lattosio. Testimonial dell’evento sarà Michele Mirabella, noto conduttore della trasmissione “Buongiorno Elisir” in onda su Rai3.

Per essere sempre informati sulle novità del ricco programma di CeBio, visitate il sito www.cebio-celiacobiologico.com e il blog dedicato all’evento http://cebioceliacobiologicoblog.wordpress.com, con aggiornamenti e curiosità sul cibo biologico e sulla celiachia.

wine-and-the-city-napoli-2013Wine&TheSea, Evento OFF di Wine&Thecity

25 maggio 2013

 

Wine&Thecity arriva anche via mare: l’Associazione Italiana Sommelier Napoli, l’Associazione Kayak Napoli e CSI Gaiola Onlus per la prima volta insieme propongono per Wine&Thecity un ricco programma di itinerari tra terra e mare e cultura con degustazione dei vini delle vigne metropolitane partenopee e dei Campi Flegrei.

 

Itinerario 1. Alla scoperta della Pausilypon imperiale con il Battello Aquavision

Tra falesie di Tufo Giallo Napoletano, antiche vestigia romane e natura lussureggiante a bordo del battello dal fondo trasparente Aquavision nell’Area Marina Protetta Parco Sommerso di Gaiola dove a pochi metri di profondità giacciono i resti delle strutture marittime della villa d’otium del Pausilypon, sommerse a causa del bradisismo. Segue degustazione presso CeRD AMP Gaiola

Prenotazione obbligatoria; contributo 12 €/p -

Partenza: CeRD AMP Gaiola, Discesa (Cala S. Basilio), ore 10.30 – 12.30 sabato 18 e 25 Maggio

 

Itinerario 2: Con maschera e pinne a spasso nel tempo tra le Peschiere di Pollione

Visita Guidata in Snorkeling nell’Area Marina Protetta della Gaiola, alla scoperta del grandioso sistema di peschiere afferenti alla villa del Cavaliere romano Publio Vedio Pollione (I sec a.C.), tra storia e vita marina. Segue degustazione presso CeRD AMP Gaiola

Prenotazione obbligatoria; contributo 20 €/p (comprensivo di attrezzatura snorkeling completa) 

Partenza: CeRD AMP Gaiola, Discesa (Cala S. Basilio), ore 11.00 

 

Itinerario 3: Wild Posillipo con kayak e accompagnatore

Partendo da via Ferdinando Russo costeggiando i vigneti di Santo Strato dal mare, Villa Rosebery e l’antico borgo di Marechiaro. Si prosegue sino alla Gaiola e alla Baia di Trentaremi con le caratteristiche grotte di tufo e i resti della villa romana appartenuta all’Imperatore Augusto. Segue degustazione presso Giuseppone  a Mare.

Prenotazione obbligatoria; contributo 20 €/p

Partenza: Via Ferdinando Russo presso Ristorante “Giuseppone a mare”, ore 17 

 

“Pausilypon, Suggestioni all’imbrunire 2013”

Al termine delle escursioni via mare i singoli partecipanti potranno approfittare di “Pausilypon, Suggestioni all’Imbrunire 2013″, manifestazione giunta ormai alla quarta edizione che prevede itinerari esperienziali storico-naturalistici tra Musica e Teatro all’interno del Parco Archeologico ambientale del Pausilypon Il 25 Maggio è il turno di “Onde” con Ergio Valente (piano) e Beatrice Valente (voce e contrabbasso). Banco d’assaggio dei vini delle vigne metropolitane a cura dei sommelier dell’AIS Napoli e piccolo buffet offerto da Cupiello, la cultura del gusto. Per ogni ulteriore dettaglio www.gaiola.org/Suggestioni_Pausilypon_2013.htm

Prevendite abituali (www.etes.it); contributo 10 €/p

Partenza: Grotta di Seiano, Discesa Coroglio 36, ore 18.00 

 

Info e prenotazioni:

CSI Gaiola Onlus 0812403235 info@gaiola.org (Mar – Dom, ore 10.00 – 16.00)

Gli eventi dell'AIS Napoli
    • Nessun evento da mostrare
  • Video

    Tags