Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...corsi sommelier in partenza

Le Tre Stagioni di Giardini Arimei

Pubblicato da aisnapoli il 28 - maggio - 2012Versione PDF

La Delegazione di AIS Napoli, amici e clienti di Napoli ed Ischia, tutti assieme per il gioco delle 3 stagioni di Giardini Arimei. Le vendemmie di Settembre, Ottobre, Novembre e Dicembre alla cieca!

America’s Cup per il Santobono

Pubblicato da aisnapoli il 11 - aprile - 2012Versione PDF

Evento di raccolta fondi

Domenica 15 Aprile dalle ore 13,00

Presso Direzione Generale Ospedale Santobono-Pausilipon-Annunziata,

via della Croce Rossa 8, Napoli

La Direzione Generale dell’Azienda Ospedaliera Santobono-Pausilipon-Annunziata, apre le porte del suo cuore storico, l’antica sede dell’Ospedale Lina Ravaschieri, primo ospedale chirurgico pediatrico Italiano. L’occasione è la regata finale dell’America’s Cup, che si terrà domenica 15 Aprile, per la quale la Direzione Ospedaliera, in collaborazione con la Fondazione Santobono-Pausilipon e con la SOS Sostenitori Ospedale Santobono ONLUS, ha deciso di aprire le ampie terrazze che affacciano proprio sulla Rotonda Diaz, epicentro dell’evento americano, al pubblico. La finalità è di raccogliere fondi per la ristrutturazione del Pronto Soccorso del Santobono. La gara di solidarietà ha già coinvolto molti degli amici che ormai da anni sostengono l’ospedale.

Alle ore 13,00 infatti l’evento parte con le “stelle napoletane”, quelle Michelin, coinvolte da Guido e Teresa Ferraro: aperitivo e brunch che accompagneranno l’evento porteranno la firma degli chef Agostino Iacobucci e Lino Scarallo, di Gino Sorbillo, di Gianluca D’Agostino, della Dolciarte di Carmen Vecchioni, coadiuvati dai sommelier dell’AIS, Associazione Italiana Sommelier, delegazione di Napoli capitanata da Tommaso Luongo. Tante anche le aziende leader nella gastronomia in Campania che forniranno i loro prodotti: Cantine Astroni, vini Santacosta, Pietratorcia vini dell’isola d’Ischia, Ferrarelle, Mozzarella di Bufala Campana D.O.P.

Durante le gare dell’America’s Cup le terrazze della struttura saranno a disposizione del pubblico e saranno montati appositi cannocchiali e binocoli, oltre che un megaschermo per seguirle anche attraverso il commento dei media.

Il pomeriggio di gara e intrattenimento sarà poi arricchito di eventi culturali, come la presentazione del Libro “I Fiori diversi”, edito da Tilapia, scritto dal Antonio Tammaro e illustrato da Manuela Marazzi, che sarà anche la protagonista dell’esposizione dei suoi disegni del libro. Saranno proiettati poi i Docucart: i cartoni animati della storia di Napoli creati da Tilapia.

Altro appuntamento imperdibile durante l’evento, la visita guidata delle archeologhe di Neapolis Itinera alla scoperta della commuovente storia della fondazione dell’ospedale chirurgico pediatrico più antico d’Italia, che si deve all’amore della Duchessa Teresa Filangieri Ravaschieri che lo ha costruito in memoria della piccola figlia Lina Ravaschieri, deceduta in tenera età. Per la visita la Direzione dell’ospedale esporrà i tesori lasciati proprio dalla Duchessa e dai benefattori nel palazzo e aprirà l’antica cappelletta.

Per partecipare basta fare una donazione minima consigliata di € 30, e prenotare a info@sostenitorisantobono.it o al 392.0228600. I biglietti prenotati possono essere ritirati a via della Croce Rossa 8 nei giorni precedenti all’evento o il giorno stesso.

UFFICIO STAMPA

LAB Management e Emanuela Capuano

e.capuano@sostenitorisantobono.it

cell. 392.0228600

Buona Pasqua dall’Ais Napoli

Pubblicato da aisnapoli il 8 - aprile - 2012Versione PDF

Buona Pasqua a tutti Voi dall’Ais Napoli. (T.L.)

IL GRANDE JAZZ  A VILLA DIAMANTE, UN’ATMOSFERA ACCOGLIENTE, ELEGANTE E SUGGESTIVA

UNIVERSO SENSORIALE E NOTE ORGANOLETTICHE

DEGUSTAZIONI IN JAZZ : UNA NUOVA CHIAVE DI LETTURA DEL MONDO DEL VINO

 

Più che positivo il riscontro di pubblico agli eventi di intrattenimento enogastronomico che Campania Gold, Restaurant’s Consulting Startup & Developments, Food Event & Ideas, ha realizzato per Villa Diamante e D RESTAURANT, inaugurato il 24 gennaio2012  con la serata CHEF + CHEF .

Una formula vincente quella del sodalizio tra musica ed enogastronomia che, dopo aver esplorato il mondo della musica classica e di seguito quello della musica più squisitamente partenopea, si eleva ulteriormente  percorrendo le note Jazz della band “ Annita Vigilante 4et” che venerdì 2 marzo sarà protagonista della serata interamente dedicata al mondo della musica Jazz.

Cibo e vino viaggeranno sulle note della musica Jazz regalando un’esperienza enogastronomica multisensoriale, nel corso della quale quattro etichette della prestigiosa azienda VIGNA PIRONTI, espressione di un territorio alle falde del Vesuvio ricco di giacimenti enogastronomici, verranno accompagnate da uno standard jazz arrangiato per l’occasione dalla vocalist Annita Vigilante e dal suo trio, composto da Francesco Marziani al piano, Antonio Napolitano al contrabbasso e Giuseppe D’Alessandro alla batteria.

Una nuova chiave di lettura del mondo del vino, uno straordinario momento per scoprire le note organolettiche ma soprattutto un modo nuovo di raccontare l’universo sensoriale”, spiega l’avvocato Ciro Polliere, Presidente Campania Gold e mentore sapiente di questa nuova avventura enogastronomica di Villa Diamante il quale alla domanda perché si è scelto un’azienda del Vesuvio replica deciso “ La scelta di proporre etichette tipiche del territorio vesuviano rientra in una precisa strategia di Campania Gold volta a rivalutare le eccellenze enogastronomiche campane che rappresentano un’enorme risorsa troppo spesso sottovalutata e che meglio di ogni altra cosa rappresentano la nostra regione, sia in Italia che all’estero”. Cosa rappresenta il territorio per Campania Gold ? “Negli ultimi anni si è fatta sempre più strada la concezione del territorio come di un sistema complesso di forze che se coordinate in una unitarietà strategica sono in grado di trasformare la realtà e la percezione che questa suscit.Le produzioni d’eccellenza svolgono un ruolo determinante nell’equilibrio di mercato per le loro caratteristiche organolettiche di elevata qualità e per i forti connotati culturali che le legano al territorio di provenienza, alla cultura ed alle tradizioni della popolazione locale. In virtù di tale binomio, risultano chiara le potenzialità di sviluppo rurale insite nei prodotti tipici.” L’intento, quindi, è promuovere IL TERRITORIO, un territorio ricco di giacimenti enogastronomici attraverso la valorizzazione della ristorazione di qualità, attraverso la valorizzazione e la promozione delle produzioni vitivinicole ed agricole, delle attività agroalimentari e delle produzioni di specialità enogastronomiche.

La serata del 2 marzo apre così la sezione degli eventi CIBO & VINO che Villa Diamante dedicherà, con altre quattro serate a tema, al mondo dell’enogastronomia campana. La scelta dei vini e l’abbinamento dei brani sono stati affidati rispettivamente a Tommaso Luongo, responsabile dell’Associazione Italiana Sommelier Delegazione di Napoli,  partner delle tre serate jazz, e ad Annita Vigilante vocalist della band Annita Vigilante 4et, ai quali abbiamo rivolto alcune domande.

Tommaso come è nata questa partnership con Campania Gold e cosa pensa dell’idea di realizzare un sodalizio tra vino e jazz ?Ho sempre pensato che Il sommelier Ais debba essere in primo luogo un comunicatore e come tale sapersi confrontare con le nuove frontiere del linguaggio e della tecnica di degustazione. Diceva William Shakespeare che “la terra ha musica per coloro che ascoltano”. E che cos’è il vino se non la quintessenza liquida di un territorio? Vino e Musica Jazz si abbracciano in un matrimonio di sentimenti e di emozioni per la loro capacità di regalare vibrazioni positive coinvolgendo i sensi ed il vissuto di ognuno di noi. Quando Campania Gold ci ha proposto di supportare le serate di jazz organizzate a Villa Diamante esplorando la tematica dell’abbinamento vino e musica non potevamo di certo tirarci indietro! Quale è stata l’ispirazione nel proporre gli abbinamenti ai vini di Vigna Pironti ?Siamo andati alla ricerca del mood, ovvero dell’espressione più intima nascosta in ogni singolo vino per poter sviluppare un abbinamento in grado di sollecitare ed amplificare le percezioni gustative e l’armonia delle sensazioni”. Ci può anticipare qualcosa sul prossimo evento ?Sarà una sorpresa anche per noi, confidiamo nell’apporto creativo e negli spunti che la platea ci offrirà. Posso solo dire che sarà un’esperienza per certi versi insolita ma assai stimolante e divertente.

Ad Annita Vigilante, invece, abbiamo chiesto: Cosa pensa dell’idea di Campania Gold di realizzare un sodalizio tra jazz e vino ?  “La musica jazz crea sensazioni intense e coinvolgenti, è un genere musicale che va assaporato e richiede il suo tempo, caratteristiche comuni ad un buon vino, quindi credo che l’idea di esaltare questa assonanza sia molto interessante”. Cosa l’ha ispirata nel proporre gli abbinamenti musicali e cosa la lega agli artisti e ai brani scelti ?Mi sono state d’ispirazione le caratteristiche peculiari di ogni vino, ho quindi cercato standards che corrispondessero musicalmente alle emozioni evocate alla loro degustazione e scoprire questa “corrispondenza d’amorosi sensi” è stato molto divertente. Io credo che la musica ti sveli per ciò che sei, richiede talento, dedizione, coraggio e capacità di calarsi profondamente nelle emozioni, al fine di divenire tramite di esse per il pubblico, caratteristiche magistralmente presenti nei compositori dei brani che ho scelto, ovvero Berlin, Strayhorn, Gershwin e DeLugg. La passione che mi lega a questi artisti, ai loro capolavori ed al jazz in generale è stata sicuramente l’emozione principale che mi ha indotta a scegliere questi abbinamenti e son curiosa di scoprire quale sarà la reazione di pubblico ed esperti”. Ci può anticipare qualcosa sul prossimo evento? “Questa bella iniziativa è un dinamico work in progress che riserva sorprese e novità. Molto dipenderà dalla reazione del pubblico, quindi non svelo nulla e nel frattempo osservo con curiosità quello che accade, augurando a tutti buone note e buon vino”.

Campania Gold vi dà, quindi, appuntamento a venerdì 2 marzo alle ore 20.30 a Villa Diamante ricordando a tutti che Sabato 17 marzo e Venerdì 30 marzo, in compagnia della band “ Annita Vigilante 4et” ci saranno altri due percorsi Jazz in abbinamento con i vini di altre prestigiose aziende vitivinicole campane.

 

ABBINAMENTI VINO – JAZZ

Puntillo Lacryma Christi del Vesuvio rosso                        Irving Berlin  Blue skies

Carpino Lacryma Christi del Vesuvio Rosso           Billy Strayhorn Lush life

Cinereo Lacryma Christi del Vesuvio bianco           George Gershwin Summertime

Bocciarda Lacryma Christi del Vesuvio bianco        Milton DeLugg Orange coloured sky

ASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER Delegazione di Napoli

“I FUORICORSO”

Cena di Fine Corso Secondo Livello Hotel Renaissance.

Ticket di partecipazione: 25,00 euro

Agriturismo Esperia

via Panoramica 130, 80070 Monte di Procida (NA)

Prenotazioni e informazioni:

0818683474 – www.esperiagriturismo.it

info@esperiagriturismo.it

 Vi aspettiamo, venerdì 17 febbraio alle ore 20.00 presso l’Agriturismo Esperia  a Monte di Procida, (Na), in una serata dedicata ai racconti dei momenti più singolari del Corso. I partecipanti potranno, come di consuetudine, proporre ai colleghi l’assaggio di un vino a loro caro che presenteranno nel corso della serata. Amici, sommelier, aspiranti sommelier, docenti e appassionati potranno intervenire. In apertura è previsto l’Asprinio Brut di Grotta del Sole per poi passare alla formula del BYOB.

 

Menù

Formaggio di Fossa DOP di Sogliano del Rubicone, Provolone del

Monaco DOP, Caciocchiato Irpino di latte vaccino, Tomino Lucano di capra,

accompagnato da focacce calde e marmellata di arance

Millefoglie di melenzane e Polpettine di Manzo alla Pizzaiola

 

Scialatielli prezzemolati con Lardo di Colonnata e funghi Chiodini

 

Entrecôte di Angus al forno

con carciofi in padella e patate al forno

Cassata Napoletana al forno

Distallangolo con Armagnac, Cognac e Grappa

Caffè

I FuoriCorso: incontri informali all’insegna della convivialità e del piacere di stare assieme recuperando un (in)sano rapporto con il vino. Durante i nostri corsi nascono, sulla base della comune passione per il mondo del vino, sincere e “trasversali” amicizie. Abbiamo voluto dare continuità a questi legami promuovendo questi appuntamenti in modo da consolidare i gruppi che spontaneamente si formano all’interno di ogni corso. La formula è quella della cena accompagnata dal BYOB (bring your own bottles) che consente attraverso la condivisione ed il confronto di fare qualche bella sorpresa etilica…

Serata da D con presentazione alla stampa e all’Ais Napoli

Pubblicato da aisnapoli il 7 - gennaio - 2012Versione PDF

Serata da D… Si, davvero una serata con la D maiuscola quella di mercoledì sera al D RESTAURANT di Via Manzoni 131/b. Campania Gold ha avuto il piacere di presentare alla stampa di settore e all’AIS Napoli questa bellissima location inserita all’interno di Villa Diamante, Exclusive Home Banqueting. Ad accogliere gli ospiti ( tra cui i Golden Chef Lino Scarallo, Gianluca D’Agostino, Vincenzo Guarino, Antonio Tubelli, Luigi Tramontano e Roberto Allocca) in un raffinato ed elegante living, il maître Raffaele Vitiello: elegante, gentile, ma soprattutto profondo conoscitore delle materie prime del nostro territorio. Raffaele ha presentato agli ospiti la carta, sobria e raffinata, oltre che impreziosita da un piccolo brillante, (esplicito il richiamo al nome del ristorante, D come Diamante). La carta, ricca e impegnativa ma soprattutto ambiziosa, è divisa in due percorsi gastronomici: Territorio e Tradizione, Evasione e Innovazione. Per ogni percorso due menu degustazioni attentamente realizzati. Interessante la carte dei vini, 120 etichette. La serata si è aperta con due doppi finger di benvenuto dello chef Vincenzo Liberti, giovane talento animato da una forte passione per il territorio e per i sapori della tradizione. Vincenzo ha subito sposato in pieno la filosofia della proprietà: un solo comandamento I SAPORI. La passione per la cucina, il divertimento ed il senso di competizione fanno di lui un vero professionista. L’impressione percepita è stata quella di un “cuoco” attento e meticoloso che riesce a porre gli ingredienti giusti al posto giusto. I due antipasti, la parmigiana di melanzane e la mozzarella in carrozza, serviti in una impeccabile mise en place di Schonhuber Franchi, azienda leader del settore e partner di Campania Gold, hanno rievocato i sapori della migliore tradizione domenicale napoletana. Giusto equilibrio tra acidità del pomodoro e la melanzana, così come la mozzarella in carrozza, soffice ed elegante, davvero SAPORITA. A seguire una grande performance dello chef con pasta e patate con provola servita nella CACCAVELLA, il formato di pasta più grande al mondo realizzato e brevettato dalla Fabbrica della Pasta di Gragnano, un’azienda che da oltre 50 anni con uno scrupoloso ed attento controllo della qualità, dall’impasto alla lavorazione fino al confezionamento e all’etichettatura, garantisce un’efficiente genuinità del prodotto più consumato al mondo. Antonino Moccia, titolare dell’azienda e pastaio da tanti anni, testimonial della serata, ha presentato agli ospiti la vasta gamma di tipologie di pasta di loro produzione. Veniva poi servito un altro primo piatto degno di nota: Paccheri di Gragnano, salsa di cozze, fiorilli, pistilli di zafferano e provolone del monaco, ancora tanto territorio ma soprattutto grande eleganza nella presentazione. E poi dai monti Lattari direttamente al mare attraverso il Vesuvio con una zuppetta del golfo con pomodorini del piennolo di Casa Barone e croccante di patata. Napoli – Via Manzoni 131/b Telefono 081 575 6399 info@drestaurant.it – drestaurant.it Il dessert, sublime e delizioso, ha suggellato una cena dedicata al territorio: Pan soffice alle nocciole di Giffoni con pere al cioccolato. Attenti ed eleganti gli abbinamenti del vino, tre grandi aziende campane, inserite in carta hanno deliziato il palato degli ospiti. Feudi di San Gregorio con il DUBL di Greco, Vigna Pironti azienda giovane del Vesuvio con un Lacryma Christi bianco ed infine Clelia Romano con il Fiano di Avellino Colli di Lapio. A fine serata tutti ad ammirare l’incantevole panorama che si riesce a scorgere dalla terrazza della Villa, dalla collina di Posillipo a Punta Campanella, attraverso il fecondo ed imponente “Vesevo” e la penisola sorrentina, per giungere alla meravigliosa isola di Tiberio. Insomma, passione per la cucina, divertimento e competizione, ma soprattutto tanta emozione e Campania a trecentosessanta gradi: il posto giusto per scoprire il territorio e ritrovare i sapori della tradizione. Ufficio Comunicazione Campania Gold telefax 0818992907 www.campaniagold.it Percorsi di gusto

Buona Befana con Massimo Troisi. Auguri dall’Ais Napoli

Pubblicato da aisnapoli il 5 - gennaio - 2012Versione PDF

Il 2012 che verrà…Un violinista nella Metropolitana

Pubblicato da aisnapoli il 30 - dicembre - 2011Versione PDF

Se non abbiamo un momento per fermarci ed ascoltare uno dei migliori musicisti al mondo suonare la miglior musica mai scritta, quante altre cose ci stiamo perdendo? L’Augurio per il 2012 è quello di non perdere la vera bellezza che è intorno a noi… Tutto il resto può attendere! (T.L.) Buon Anno dall’Ais Napoli!

Un uomo si mise a sedere in una stazione della metro a Washington DC ed iniziò a suonare il violino; era un freddo mattino di gennaio. Suonò sei pezzi di Bach per circa 45 minuti.

Durante questo tempo, poiché era l’ora di punta, era stato calcolato che migliaia di persone sarebbero passate per la stazione, molte delle quali sulla strada per andare al lavoro.

Passarono 3 minuti ed un uomo di mezza età notò che c’era un musicista che suonava.

Rallentò il passo e si fermò per alcuni secondi e poi si affrettò per non essere in ritardo sulla tabella di marcia.

Alcuni minuti dopo, il violinista ricevette il primo dollaro di mancia: una donna tirò il denaro nella cassettina e senza neanche fermarsi continuò a camminare.

Pochi minuti dopo, qualcuno si appoggiò al muro per ascoltarlo, ma l’uomo guardò l’orologio e ricominciò a camminare. Quello che prestò maggior attenzione fu un bambino di 3 anni.

Sua madre lo tirava, ma il ragazzino si fermò a guardare il violinista.

Finalmente la madre lo tirò con decisione ed il bambino continuò a camminare girando la testa tutto il tempo. Questo comportamento fu ripetuto da diversi altri bambini.

Tutti i genitori, senza eccezione, li forzarono a muoversi.

Nei 45 minuti in cui il musicista suonò, solo 6 persone si fermarono e rimasero un momento.

Circa 20 gli diedero dei soldi, ma continuarono a camminare normalmente. Raccolse 32 dollari. Quando finì di suonare e tornò il silenzio, nessuno se ne accorse. Nessuno applaudì, ne’ ci fu alcun riconoscimento.

Nessuno lo sapeva ma il violinista era Joshua Bell, uno dei più grandi musicisti al mondo.

Suonò uno dei pezzi più complessi mai scritti, con un violino del valore di 3,5 milioni di dollari.

Due giorni prima che suonasse nella metro, Joshua Bell fece il tutto esaurito al teatro di Boston e i posti costavano una media di 100 dollari.

Questa è una storia vera. L’esecuzione di Joshua Bell in incognito nella stazione della metro fu organizzata dal quotidiano Washington Post come parte di un esperimento sociale sulla percezione, il gusto e le priorità delle persone. La domanda era: “In un ambiente comune ad un’ora inappropriata: percepiamo la bellezza? Ci fermiamo ad apprezzarla? Riconosciamo il talento in un contesto inaspettato?”.

Ecco una domanda su cui riflettere: “Se non abbiamo un momento per fermarci ed ascoltare uno dei migliori musicisti al mondo suonare la miglior musica mai scritta, quante altre cose ci stiamo perdendo?

Gli eventi dell'AIS Napoli
    • Nessun evento da mostrare
  • Video

    Tags