Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...corsi sommelier in partenza

ASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER Delegazione di Napoli

La Grotta Vineria

in collaborazione con AIS Napoli

presenta

23905743_10209175272053570_934292895836705634_n

AMARONE… NoBilTà dell’ ebBrezZa

Sabato 2 Dicembre ore 21.00 

La Grotta Vineria Hostaria Grapperia

C.so Umberto I° 174, Casalnuovo di Napoli

Tel.0815224718 Cell. 3890039354

Prezzo serata € 30.00 a p. è gradita la prenotazione

Buffet

Tortano napoletano

Minestra di fagioli di Controne e guanciale

Polpette al sugo e broccoli amari

Bucatini e soffritto napoletano

Stinchi di maiale, patate e mele

Ricotta friulana affumicata e mosto cotto

i vini

Amarone della Valpolicella Classico d.o.c.g. 2011 TEDESCHI

 Amarone della Valpolicella Classico d.o.c.g. 2011 SARTORI

 Amarone della Valpolicella Classico d.o.c.g. 2011 VIVIANI

dsc_9660Di Roberta Porciello

Appuntamento mensile da Cap’alice per Storie di vini e vigne, rassegna ideata da Marina Alaimo nel ristorantino di via Bausan.  Ospite il produttore Graziano Pra, con il suo Amarone della Valpolicella, declinato in una verticale dal 2006 al 2011. Di forte tradizione vignaiola la famiglia Pra “lavora” l’uva con grande passione; Graziano, patron e enologo dell’azienda vive la vigna quotidianamente e in piena armonia con la natura e nel rispetto dell’ambiente, puntando ad avere un buon frutto che possa portare nel bicchiere tutta la genuinità e le caratteristiche del territorio. Questa è stata la prima verticale del suo Amarone e scegliere di farla qui Napoli è un onore oltre che una grande sfida…sfida accettata e vinta in una serata dall’elevato tasso etilico e di grande soddisfazione grazie anche ai racconti di Graziano che hanno accompagnato la degustazione. La cantina Pra è conosciutissima per il Soave  e si è affacciata negli anni 80 al mondo dell’Amarone, ricercando uno stile che coniugasse la struttura e la rotondità, tradizionali di questo vino, con un’ottima bevibilità secondo un’interpretazione sicuramente più moderna e molto attuale. Corvinone, corvina veronese, rondinella e una piccola presenza di oseleta riescono a dare all’Amarone una calibrata verticalità, morbidezza e un tocco corroborante di acidità, oltre a una buona tannicità: tutte caratteristiche che ritroviamo nei sei bicchieri che mettono a confronto le sei differenti annate (2006, 2007, 2008, 2009, 2010, 2011).
Ottimo l’esordio con l’annata 2006 grazie anche a un andamento climatico regolare nel rispetto delle stagionalità: nel bicchiere si manifesta con eleganza svelando un cuore piacevole di amarene sotto spirito avvolto da sentori terziari, prima di spezie come il cardamomo e poi, in coda, di liquirizia. Snello ed energico grazie a una vivace freschezza.  Un’annata meno favorevole quella del 2007 e si vede nel bicchiere, senza trucco e senza inganno, un vino decisamente più chiuso e più cupo nelle sensazioni olfattive e con una  minore  dotazione acida e più astringenza al gusto. L’annata 2008 ha regalato una maggiore brillantezza, già nel colore con uno splendido rosso rubino; spicca la spalla acida al palato che rinfresca e rende più equilibrato il sorso che diventa più sinuoso in un finale caratterizzato dai rimandi di amarene sotto spirito e di cioccolato fondente. La 2009 si fa apprezzare per unadsc_9676 alcolicità ben proporzionata, sorretta da rifinita trama tannica con un centro bocca zuccherino e ben equilibrato. L’annata 2010, è stata annata un po’ più fresca, caratterizzata da sbalzi termici e una primavera dalle piogge abbondanti che hanno scolpito un vino che, pur nella sua gioventù, mostra personalità e carattere con tannini dai toni impetuosi e una bocca che ricorda, in prospettiva, la 2006 con un corpo piacevole che si accompagna a un sorso di sostanza.  Si chiude la verticale con la 2011, anche questa giovanile nella sua espressione olfattiva ma già compiuta nella sua fisionomia gustativa offrendo con fierezza la sua vibrante energia. Sei anni, sei vini che abbiamo goduto in un percorso che rappresenta appieno l’identità di un vino che richiede studio e attenzione giocando sul filo del rasoio con il  grado di appassimento delle uve, cercando di gestire al meglio l’esuberanza dell’alcol e controllando la sua evoluzione fino al bicchiere. Come sempre, ormai è tradizione, Mario Lombardi abbina alla degustazione due piatti ed un dolce, e anche questa volta ci siamo consolati con un sartù di riso e un medaglione di carne con composta di mirtilli: proposte dal sapore netto e deciso che ben si sposano con le annate più intense per un matrimonio d’amore. Godibile, energico, e con una piacevole complessità olfattiva, signori ecco l’Amarone di Graziano Pra.

2 Luglio, L’Amarone a La Grotta Hostaria di Casalnuovo

Pubblicato da aisnapoli il 26 - giugno - 2013Versione PDF

Locandina AmaroneMartedì 2 Luglio 2013 ore 20.30

Il grande gusto del piacevole amaro

L’Amarone… quando un vino diventa leggenda

Vini in degustazione

Az. Bertani ,“ Villa Arvedi” Amarone della Valpolicella D.O.C. Valpantena 2009

Az. F.lli Tedeschi,Amarone della Valpolicella D.O.C. Classico 2006

Az. Masi ,“Costasera”Amarone della Valpolicella D.O.C. Classico 2006

Az. Sartori,“Rerum” Recioto della Valpolicella Classico D.O.C.G. 2011

Degustazione guidata da Gianmario Giuliano, sommelier A.I.S

In collaborazione con l’Associazione italiana sommelier delegazione di Napoli

In abbinamento ai vini, le preparazioni dello chef Antonio Esposito

Ticket di partecipazione: € 28.00 a persona, è richiesta la prenotazione e la massima puntualità

La Grotta Vineria C.so Umberto I° n.174, tel.0815224718, cell. 3277199098

e-mail : lagrottavineria@libero.it

Gli eventi dell'AIS Napoli
    • dal 16 dic 2017 al 16 dic 2017 alle ore:19:00

      16 Dicembre, Gran Galà di Natale dell’Ais Campania al Royal Continental

      Mancano: 00:00 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
  • Video

    Tags