Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...corsi sommelier in partenza

snaphot 014-002Di Karen Phillips
Dopo 3 anni di Vineyard Hopping, ho voluto provare qualcosa di nuovo … e un po’diverso. Un modo per unire il mio amore per la fotografia e il vino in diretta, sotto lo stesso tetto. Un modo per condividere le mie esperienze nei vigneti con gli appassionati del vino . Un’istantanea di un territorio, si fa per dire …
Circa un mese fa, dopo un pomeriggio di relax sulla spiaggia con alcuni produttori di vino mi è venuta l’idea. Perché non una degustazione di vino / mostra fotografica /serata intima con gli amici che vogliono scavare più in profondità nel territorio. Il territorio dei Campi Flegrei.
snaphot 029-001Quattro cantine … quattro produttori, che hanno giocato un ruolo fondamentale nella mia crescita come blogger e alla fine come sommelier, sono stati più che felici di partecipare a questa avventura … La Sibilla, Grotta del Sole, Cantine Astroni, e Azienda Agricola Agnanum. Quando la data della degustazione si avvicinava, il nostro intento iniziale di condividere quattro vini è cresciuto, così come il nostro entusiasmo. Da parte mia, ho deciso di visitare nuovamente tutte e quattro le aziende vinicole e di scattare nuove foto di un territorio vario che non smette mai di stupirmi. Quattro cantine a 15/20 minuti l’una dall’altra. I diversi sistemi di allestimento, altitudini e suoli differenti, e le filosofie. Quattro cantine che erano disposte, ancora una volta, a rispondere alle mie domande, soddisfare la mia curiosità e, quando necessario, mi hanno permesso di stare del tempo da sola nei loro vigneti o in cantina dove mi potevo rilassare e sentire a casa.
snaphot 036-001Allora, il 24 luglio, una degustazione sold out, la prima degustazione a La Sibilla nella rinnovata Sala di deguastazione. Una stanza piena di amici ha contribuito a sciogliere i miei nervi e ho perfino introdotto me stessa, le cantine, i vini. In realtà, non avevo bisogno di dire molto, perché al mio fianco erano i miei 4 amici / enologi: Vincenzo di Meo (La Sibilla), Francesco Martusciello Jr (Grotta Del Sole), Gerardo Vernazzaro (Gerry) (Cantine Astroni) e Raffaele Moccia (Agnanum). Quattro amici che non ho potuto fare a meno di coinvolgere con un ricordo o due di come ci siamo incontrati, o con quello che abbiamo condiviso insieme in questi anni, ecc, ecc, ecc ..

E’ tempo di versare i vini .. a cominciare da Colle Imperatrice 2012 Cantine Astroni. Gerry ha parlato di questa annata calda mentre ho preso qualche appunto e osservato che in quel momento ha espresso un particolare salinità, una mineralità interessante. Ho ripensato alle mie varie visite.
Raffaele ha poi presentato la sua Falanghina 2011 Agnanum. Un colore giallo dorato grazie alla vendemmia tardiva (in ottobre). Il suo territorio, il suo suolo lunare, la sua snapshot ci ha consegnato tutto un vino che in quel particolare momento, a mio parere era morbido, piacevole, con un bella persistenza.
snaphot 042-001Francesco ha presentato il suo Coste di Cuma 2011 Grotta del Sole da vigneti che si siedono accanto alla casa di famiglia a Monteruscello. Questa riserva ha trascorso 6 mesi in barrique di legno, il tempo giusto per dare al vino quello che stavano cercando in quel dato momento, per quella annata. Abbiamo discusso di come non fosse facile giocare con il legno per i bianchi che sono così delicati, così meridionali. La mia fotografia istantanea di questo vino mi ha evidenziato aromi floreali che si sono ben abbinati con la salinità che ha colpito il mio palato.

Vincenzo, “padrone di casa” della serata, era quindi pronto per presentare il suo Cruna Delago 2011 La Sibilla. Vino della sua famiglia, cru dal vigneto di famiglia “Cruna del Lago” che circonda la cantina. Un vino che, in quel momento ha espresso la mineralità, figlia delle radici di un terreno che si affaccia sul Lago Fusaro … che gode della brezza del mare salato dei Campi Flegrei.
Poi … poi è arrivato il momento per, come Vincenzo ha detto, la degustazione clandestina … vini che sono stati aggiunti alla lista di vini proporzionalmente al nostro entusiasmo che è cresciuto nel corso delle settimane precedenti … il dopo festival .. the after party.
Cominciando con una anteprima di Agnanum Falanghina 2012, campione di vasca. Moccia ha spiegato che questo vino non era pronto, non era stata filtrato, non aveva riposato in bottiglia. In realtà non sarebbe stato a disposizione del pubblico almeno fino al prossimo ottobre… Questa istantanea ha dimostrato un promettente futuro… aspetteremo con (im)pazienza. :-) Assaggiando questo vino non ho potuto fare a meno di ripensare a novembre quando ho visitato Moccia nella sua cantina mentre decantava questo vino.
Poi l’opportunità esclusiva di provare di il Coste di Cuma 2007. Non ho potuto fare a meno di commuovermi quando Francesco ha spiegato che ha portato 3 bottiglie delle rimanenti 18 bottiglie della cantina solo per questa istantanea. Un snaphot che ha mostrato a tutti noi che questo vino, nonostante la sua età, aveva ancora un’acidità veramente interessante. Un segno sicuro del potenziale di invecchiamento futuro. E un mythbuster per chi ancora crede che la Falanghina debba essere bevuta giovane, entro un anno dalla vendemmia. E, per la cronaca, un’ottima evoluzione nel bicchiere nel prosieguo della serata, con l’innalzamento della temperatura di servizio.
snaphot 034-001Gerry era prossimo … pronto a presentare ancora una diversa interpretazione della Falanghina: Strione 2009 Cantine Astroni. Un vino su cui ha lavorato negli ultimi anni a Cantine Astroni (il primo ha visto la luce nel 2006). Una Falanghina con macerazione sulle bucce, che brillava nel bicchiere. Elegante al palato.
Vincenzo poi ha parlato della sua Domus Guilii 2009 La Sibilla, una Falanghina che lascia macerare per 5 mesi con le bucce, sur lies. Un giallo bellissimo accompagnato da affascinanti aromi speziati…
L’ultimo vino. Moccia con la Falanghina dei Campi Flegrei 2003. Un’ altra exclusive, questo vino non è disponibile nella sua cantina. Il vino perfetto per concludere la degstazione. Una Falanghina, nonostante la sua età, aveva ancora un aroma esagerato… maturo, ma non troppo. Sapido al palato. Siamo sicuri che ha 10 anni? Ho sorriso dentro, ripensando alle sfide di Moccia in vigna.
Ho pensato a tutte e quattro le aziende vinicole. Quattro diverse aziende vinicole, che per questa sera, hanno condiviso con me una fotografia di un territorio che ho chiamato casa per 20 anni. Ciascuno con il desiderio di raccontare il loro territorio in un ambiente informale, leggero e facile e con un buffet in giardino, dove erano esposte le mie foto. Uno o due bicchieri di spumante (Falanghina, ovviamente). Un momento o due per apprezzare e cominciare a capire il territorio.
Un’istantanea di un territorio …
Versione in Inglese

vignetoDi Roberta Porciello
Il tramonto che bacia il pendio della collina di Baia a picco sul lago Fusaro, nel cuore dei campi flegrei una azienda vinicola a conduzione familiare; Cantina La Sibilla ha aperto le sue porte, ospitando appassionati, aspiranti e sommelier per esaltare il territorio in una tavola rotonda con quattro cavalieri e i loro “bicchieri”. Accolti in modo informale da Vincenzo di Meo, enologo dell’azienda di famiglia, dal sorriso emozionato di Karen siamo pronti per un viaggio nel cuore della zona flegrea …il suo territorio, la sua terra, la sua espressione più caratterizzante: la Falanghina; passando dal vino, ai prodotti della terra, alla mostra fotografica a cura di Karen Phillips. Una passeggiata in vigna, salendo la 13 - 5collina sotto un pergolato traboccante di frutti, ascoltiamo con attenzione e interesse Vincenzo, dalle sue parole traspare voglia di raccontare il suo vigneto, entusiasmo ed energia. Arriviamo fino alla cantina storica, piccola chicca tra le case e resti romani abbracciati da coloratissime bougainville, una grotta romana con barrique e bottiglie che rappresentano la memoria storica dell’azienda. Si ritorna a tavola, nella nuovissima sala degustazione con davanti a noi il colpo d’occhio del lago Fusaro ed il sole che si adagia sulle sue coste. Iniziamo subito, con le papille gustative in attesa di scrutare differenze, assaporare e deliziarsi. I nostri protagonisti sono Cantine Astroni, Agnanum, Grotta del Sole e La Sibilla, o meglio Colle Imperatrice 2012 : “tradizionale” una certezza, un vino che centra perfettamente la sua dimensione territoriale; Agnanum 2011 “ammaliante”, un sorso tira l’altro, per un vino fresco, giovane e perfettamente armonico; Coste di Cuma 2011 “alternativa”, intensa e complessa per il suo passaggio in legno con una bella struttura e giusta acidità; per finire questi primo giro Cruna Delago 2011 “decisa” piena di 13 q- 1carattere e personalità ,potenzialità di un terroir straordinario. Finito il primo giro…ed ora…le chicche dei produttori dall’interessantissimo Strione 2009, la maturità di Coste di Cuma 2007 donata da un uso leggero ma sapiente del legno, intrigante al palato è Domus Giulii 2009 “l’esperimento” di Vincenzo di Meo, un bianco lungamente macerato ed affinato sulle fecce e per finire eleganza e finezza Agnanum 2003…non si può lasciare neanche una goccia nel bicchiere…sarebbe una eresia!. E dopo le fatiche della degustazione, sotto un pergolato, con luce diffusa avvolti delle immagini affascinati in bianco e nero delle quattro cantine protagoniste della serate, realizzare da Karen; la famiglia Di Meo ci delizia con un parmigiana di melanzane, peperoncini verdi ma specialmente un ottima pizza di cipolle…altro che bis. La serata termina tra bollicine e torta di grano integrale, nocciole e marmellate di fichi….Grazie a Cantina La Sibilla per ospitalità, a Karen per aver organizzato la bellissima serata ed ai 4 moschettieri!

Roof al largo

ASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER Delegazione di Napoli 

TERRITORI C a m p i F l e g r e i & F r a n c i a c o r t a al ROOF & SKY 

Pontile N.3 Lago di Miseno Bacoli (Na)

Info e prenotazioni 3332761608

Ticket di partecipazione € 40

L’appuntamento è per il 22 Luglio alle 21 a bordo del trimarano ormeggiato ai pontili del lungolago di Bacoli per poi salpare e raggiungere il centro del lago di Miseno e festeggiare insieme il matrimonio tra due territori del gusto: i sapori dei Campi Flegrei interpretati da Michele Grande e il Franciacorta di Cà del Bosco dalla Lombardia.

il Crudo secondo Michele

Insalata di Polipo Seppie e Cicerchie

Panino Alici fritte & Provola

Panino Fritta di Cozze & Zucchine

Genovese di Polpessa

Calamarata con Granchio Fellone

Parmigiana di Pesce Bandiera

Semifreddo di Ricotta con Torroncino alle Mandorle e polvere di Liquirizia

In abbinamento a Franciacorta Cuvèe Prestige Cà del Bosco

I Campi Flegrei per Festa a Vico 2013

Pubblicato da aisnapoli il 6 - giugno - 2013Versione PDF

Lunedi 3 Giugno al Nabilah “I Campi Flegrei per Festa a Vico 2013“. Cuochi stellati e giornalisti sono partiti da Vico Equense e sono approdati via mare al molo di Torregaveta. Gli operatori flegrei di Sud, Abraxas, La Bifora, Da Fefè, Capo Blu, Da Caliendo, A Ridosso, Nabilah, Il Messicano, Villa Vazia, La Cucina di Ruggiero, Sciardac, Il Gabbiano, Frudisi e  Il Paolanto hanno offerto un ricco buffet dedicato alla valorizzazione dei prodottici tipici dei campi ardenti. In abbinamento i vini delle cantine flegree: Grotta del Sole, Astroni, La Sibilla, Contrada Salandra, Cantine Di Criscio, Piscina Mirabilis, Cantine del Mare e Cantine Farro con un banco d’assaggio a cura dei sommelier dell’Ais Napoli guidati da Anna Ciotola, referente dei Campi Flegrei per la delegazione di Napoli dell’Associazione Italiana Sommelier.

Ais Napoli, Espressamente Napoletano – Campi Flegrei parte I

Pubblicato da aisnapoli il 10 - dicembre - 2012Versione PDF

ESPRESSAMENTE NAPOLETANO – Campi Flegrei parte I


Degustazioni di Mauro Illiano e Fosca Tortorelli

Ecco a voi le schede di “Espressamente Napoletano”, oggi è il tempo di sondare le tazzine dei Campi Flegrei.
E’ importante evidenziare che tutte le schede contenute in questo articolo ed in quelli che verranno saranno disponibili sulla Google Map posta nella colonna di destra della presente pagina, nonché sulla pagina iniziale del sito dell’Ais Napoli.
Buona lettura e buon caffè a tutti!

TAZZOMETRO
1 Tazzina = Deludente
2 Tazzine = Sufficiente
3 Tazzine = Discreto
4 Tazzine = Buono
5 Tazzine = Ottimo
+ = Equivale a mezzo punto

Bar: Chioschetto del lago – Via Lungolago 1 – Bacoli
Data di degustazione: 25/02/2012
Prezzo: 0,80 €
Miscela: Passalacqua
Colore: Marrone Mogano tendente al nocciola
Aroma: Tostatura accennata e fine
Densità: Tra il leggero e il medio
Acidità: Leggera, accennata
Sapore: Caramelloso, mediamente persistente
Tazzometro: 3 Tazzine
Opinione Bar: Posizione romantica, ambienti da villino in piena piazza, spazi angusti ma panoramici. Personale educato e di altri tempi.
M.I.

Bar: Miseno Cafè – Via Dragonara s.n. – Bacoli
Data di degustazione: 28/04/2012
Prezzo: 0,80 €
Miscela: I Borboni – Miscela blu
Colore: Marrone Bronzo
Aroma: Tostatura leggera e poco persistente
Densità: Tra il leggero e il medio
Acidità: Alta e leggermente pungente
Sapore: Tostatura netta
Tazzometro: 2 Tazzine
Opinione Bar: Posizione molto suggestiva on the beach. Gli ambienti, solo esterni, sono abbastanza ampi ed arredati con tavolini e sedie posti su una pedana lignea a far da pavimento alla spiaggia. Il bar in sé è un chiosco. Personale simpatico.
M.I.

Bar: Lino’s Coffee – Centro Commerciale Auchan, Via Santa Maria a Cubito – Giugliano
Data di degustazione: 12/02/2012
Prezzo: 0,90 €
Miscela: Lino’s Coffee – India Cherry
Colore: Marrone Bronzo compatto
Aroma: Tostatura fine, persistente, buona
Densità: Leggera
Acidità: Scarsa
Sapore: Caramello carico ma non longevo
Tazzometro: 3 Tazzine
Opinione Bar: Posizione invidiabile, spazi funzionali e moderni, arredati con colori scuri ma motivi suggestivi. Bancone prodigioso. Luce naturale discreta. Il personale non è sempre cortese. La scelta di caffè è interessante. Ci sono posti a sedere.
M.I.

Bar: Lino’s Coffee – Centro Commerciale Auchan, Via Santa Maria a Cubito – Giugliano
Data di degustazione: 21/04/2012
Prezzo: 5,00 €
Miscela: Lino’s Coffee – Kopi Luwak* – Indonesia
Colore: Marrone Camoscio/Solidago
Aroma: Caffettoso, finissimo e speziato
Densità: Leggera
Acidità: Perfettamente bilanciata ed avvolgente al palato
Sapore: Strepitosamente unico, con sentori di frutta e di cacao
Tazzometro: 5 Tazzine
Opinione Bar: Posizione invidiabile, spazi funzionali e moderni, arredati con colori scuri ma motivi suggestivi. Bancone prodigioso. Luce naturale discreta. Il personale è cortese. La scelta di caffè è interessante. Ci sono posti a sedere.
M.I.
*Il Kopi Luwak è un tipo di caffè prodotto con le bacche, ingerite, parzialmente digerite e defecate dallo zibetto delle palme comune. Il nome deriva dall’indonesiano Kopi, caffè, e Luwak, nome locale dello zibetto delle palme. La parte interna della bacca di caffè non viene digerita; tuttavia gli enzimi digestivi dello zibetto intaccano la parte esterna, eliminando parte delle proteine che conferiscono il sapore amaro. La caratteristica organolettica principale che distingue il Kopi Luwak consiste infatti in una minore percezione del gusto amaro. La produzione del Kopi Luwak, avviene nell’isola di Sumatra nell’arcipelago indonesiano. Il Kopi Luwak è inoltre il caffè più costoso al mondo: il suo prezzo è di circa 500 €/kg
Bar: Lino’s Coffee – Centro Commerciale Auchan, Via Santa Maria a Cubito – Giugliano
Data di degustazione: 30/11/2012
Prezzo: 0,90 €
Miscela: Lino’s Coffee – Congo, robusta 100%
Colore: Marrone Saddle brown con leggere striature nocciola
Aroma: Tostatura intensa con sentori di affumicatura
Densità: Piena
Acidità: Leggermente astringente
Sapore: Tostatura netta con sentori legnosi
Tazzometro: 3 Tazzine
Opinione Bar: Posizione invidiabile, spazi funzionali e moderni, arredati con colori scuri ma motivi suggestivi. Bancone prodigioso. Luce naturale discreta. Il personale è cortese. La scelta di caffè è interessante. Ci sono posti a sedere.
M.I. & F.T.

Bar: Lino’s Coffee – Centro Commerciale Auchan, Via Santa Maria a Cubito – Giugliano
Data di degustazione: 30/11/2012
Prezzo: 2,50 €
Miscela: Lino’s Coffee – Nepal arabica 100 %
Colore: Marrone Camoscio/Solidago
Aroma: Tostatura intensa, delicata con sentori erbacei
Densità: Leggera
Acidità: Potente
Sapore: Caffettoso con sentori di liquerizia e radice
Tazzometro: 4 Tazzine
Opinione Bar: Posizione invidiabile, spazi funzionali e moderni, arredati con colori scuri ma motivi suggestivi. Bancone prodigioso. Luce naturale discreta. Il personale è cortese. La scelta di caffè è interessante. Ci sono posti a sedere.
M.I. & F.T.


Bar: Première Cafè, Via Ripuaria 316 – Giugliano

Data di degustazione: 29/04/2012
Prezzo: 0,80 €
Miscela: Kenon
Colore: Marrone Rame
Aroma: Tostatura intensa e persistente
Densità: Piena
Acidità: Media, ben percettibile
Sapore: Tostatura con sentori di liquerizia
Tazzometro: 3 Tazzine
Opinione Bar: Bar posto internamente ad un hotel, con posizione discreta, spazi molto ampi, arredati in stile ex-moderno. I colori sono chiari. Enorme il bancone. Luce naturale buona. Il personale è cordiale. Ci sono posti a sedere sia interni che esterni.
M.I.

Bar: Food Court – Via Masullo 76 – Centro Commerciale Quarto Nuovo – Quarto
Data di degustazione: 04/03/2012
Prezzo: 0,90 €
Miscela: Toraldo
Colore: Marrone Ocra
Aroma: Tostatura fine, non molto persistente
Densità: Leggera/Media
Acidità: Blanda
Sapore: Tostatura poco intensa
Tazzometro: 2 Tazzine +
Opinione Bar: Posizione buona, l’arredamento è essenziale e tipico di un bar in-center con molto vetro a sostituire parti di legno. Il personale è nella media. Tavolini disponibili.
M.I.

Bar: Bar Gelo – Via Miliscola, 342 – Arcofelice, Pozzuoli
Data di degustazione: 21/01/2012
Prezzo: 0,80 €
Miscela: Kenon
Colore: Marrone Classico con chiazze Ocra nel centro
Aroma: Sentori di tostatura moderati
Densità: Discreta, non ancora pesante
Acidità: Finemente leggera
Sapore: Buono, con ben percettibile sentore di cioccolato
Tazzometro: 3 Tazzine
Opinione Bar: Ambiente rinnovato, con spazi ampi ed arredamento double face: classico all’interno e moderno nella sala esterna. Gestione familiare, barman cortesi e dall’ottima memoria visiva. Aperto fino a tardi. Sedute disponibili.
M.I.

Bar: Up & Down Coffee – Via Campi Flegrei, 80 – Arcofelice, Pozzuoli

Data di degustazione: 21/01/2012
Prezzo: 0,80 €
Miscela: Kenon
Colore: Marrone Tenné omogeneo
Aroma: Blando profumo di tostatura
Densità: Buona sebbene non memorabile
Acidità: Leggera, buona
Sapore: Discreto, eccessivi sentori di tostatura a discapito del frutto primario
Tazzometro: 3 Tazzine
Opinione Bar: Sala ampia ed accogliente, arredata in modo classico ed armonioso. Il personale è pronto, i barman sono estremamente abili nelle decorazioni dei caffè compositi. 24 h. Sedute interne ed esterne.
M.I.

Bar: Bhambaren – Vico S. Leonardo 4/6 – Pozzuoli
Data di degustazione: 28/01/2012
Prezzo: 0,70 €
Miscela: Toraldo
Colore: Marrone Rame
Aroma: Leggerissima tostatura
Densità: Buona, compatta
Acidità: Appena accennata, buona
Sapore: Gusto leggero di tostatura, poco persistente
Tazzometro: 3 Tazzine
Opinione Bar: Posizione nascosta, spazi asfittici, stile lounge. Personale giovane e gentile. Aperto fino a tardi. Tavolini interni disponibili.
M.I.

Bar: Maryclaude – Via Arcofelice 3 – Pozzuoli
Data di degustazione: 31/01/2012
Prezzo: 0,90 €
Miscela: Kenon
Colore: Marrone Tenne’ tendente al mogano
Aroma: Tostatura ben percettibile
Densità: Media, quasi piena
Acidità: Accentuata, pungente
Sapore: Prevalenza di tostatura sul resto
Tazzometro: 2 Tazzine
Opinione Bar: Posizione nascosta, sala inspiegabilmente enorme e moderna, personale cortese, barman giovani. Sedute in abbondanza.
M.I.

Bar: Del Giudice – Via Miliscola, 396 – Arcofelice, Pozzuoli
Data di degustazione: 04/02/2012
Prezzo: 0,80 €
Miscela: Lavazza
Colore: Marrone Ocra con striature chiare
Aroma: Di cioccolata, mediamente persistente
Densità: Buona, quasi piena
Acidità: Leggera, tendente alla media
Sapore: Tostatura abbinata al cioccolatoso, mediamente persistente
Tazzometro: 3 Tazzine +
Opinione Bar: Posizione centrale, ambienti caldi sebbene attempati, personale gentile e proprietà amabile. Luce ottima. Calendario con i Santi Patroni perennemente aggiornato. Tavoli in vetrina.
M.I.

ASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER Delegazione di Napoli
AIS NAPOLI a Malazè 2012
Click and Win(e)
Sei scatti in cerca d’identità
Caccia al tesoro itinerante nei vigneti storici dei Campi Flegrei
dall’8 al 18 Settembre 2012 nell’ambito della VII° edizione di Malazè
Montepremi di 36 bottiglie
Per iscriversi al concorso:
tommasoluongo@yahoo.it oppure info@aisnapoli.it
Seguite il concorso su www.aisnapoli.it o sulla nostra pagina Facebook

Sul sito http://www.aisnapoli.it saranno pubblicati nei prossimi giorni sei scatti fotografici “anonimi” che immortalano alcuni tra i vigneti più belli dei Campi Flegrei. Poi partirà la caccia al vigneto e vincerà il primo fra i partecipanti che riuscirà a risalire all’identità nascosta dei sei vigneti, pubblicando sulla pagina Facebook dell’Ais Napoli le singole foto dei vigneti in compagnia dei rispettivi produttori. (http://www.facebook.com/pages/AIS-Napoli/161013423910645)

Pronti alla caccia fotografica? In lizza un montepremi di 36 bottiglie messe a disposizione dai produttori flegrei coinvolti nella caccia al tesoro.

per maggiori dettagli clicca qui

ASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER Delegazione di Napoli
AIS NAPOLI a Malazè 2012
Click and Win(e)
Sei scatti in cerca d’identità
Caccia al tesoro itinerante nei vigneti storici dei Campi Flegrei
dall’8 al 18 Settembre 2012 nell’ambito della VII° edizione di Malazè
Montepremi di 36 bottiglie
Per iscriversi al concorso:
tommasoluongo@yahoo.it oppure info@aisnapoli.it
Seguite il concorso su www.aisnapoli.it o sulla nostra pagina Facebook

Clicca sulla foto per ingrandire

Sul sito http://www.aisnapoli.it saranno pubblicati nei prossimi giorni sei scatti fotografici “anonimi” che immortalano alcuni tra i vigneti più belli dei Campi Flegrei. Poi partirà la caccia al vigneto e vincerà il primo fra i partecipanti che riuscirà a risalire all’identità nascosta dei sei vigneti, pubblicando sulla pagina Facebook dell’Ais Napoli le singole foto dei vigneti in compagnia dei rispettivi produttori. (http://www.facebook.com/pages/AIS-Napoli/161013423910645)

Pronti alla caccia fotografica? In lizza un montepremi di 36 bottiglie messe a disposizione dai produttori flegrei coinvolti nella caccia al tesoro.

per maggiori dettagli clicca qui

ASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER Delegazione di Napoli
AIS NAPOLI a Malazè 2012
Click and Win(e)
Sei scatti in cerca d’identità
Caccia al tesoro itinerante nei vigneti storici dei Campi Flegrei
dall’8 al 18 Settembre 2012 nell’ambito della VII° edizione di Malazè
Montepremi di 36 bottiglie
Per iscriversi al concorso:
tommasoluongo@yahoo.it oppure info@aisnapoli.it
Seguite il concorso su www.aisnapoli.it o sulla nostra pagina Facebook

Sul sito http://www.aisnapoli.it saranno pubblicati nei prossimi giorni sei scatti fotografici “anonimi” che immortalano alcuni tra i vigneti più belli dei Campi Flegrei. Poi partirà la caccia al vigneto e vincerà il primo fra i partecipanti che riuscirà a risalire all’identità nascosta dei sei vigneti, pubblicando sulla pagina Facebook dell’Ais Napoli le singole foto dei vigneti in compagnia dei rispettivi produttori. (http://www.facebook.com/pages/AIS-Napoli/161013423910645)

Pronti alla caccia fotografica? In lizza un montepremi di 36 bottiglie messe a disposizione dai produttori flegrei coinvolti nella caccia al tesoro.

per maggiori dettagli clicca qui

Gli eventi dell'AIS Napoli
    • dal 21 nov 2018 al 21 nov 2018 alle ore:20:30

      21 Novembre, Le annate storiche di Terlano all’Enoteca Scagliola

      Mancano: 3 giorni e 18:07 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
  • Video

    Tags