Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...eventi aisnapoli

pizzafestival_fotoOltre 400 locali in tutto il mondo a marchio Vera Pizza Napoletana ospiteranno, dal 27 al 30 maggio una kermesse “diffusa” , per i 30 anni dell’Avpn.

Quattro giornate per celebrare la pizza a Napoli e nel mondo, non solo degustandola ma accompagnandola con eventi culturali, musicali e gastronomici. E’ la prima edizione del Pizzafestival che l’Associazione Verace Pizza Napoletana (Avpn) lancia dal 27 al 30 maggio. In oltre 400 pizzerie associate a Napoli e all’estero si svolgeranno infatti eventi programmati, ma anche a sorpresa, legati alla tradizione della gastronomia napoletana e al bagaglio culturale della città stessa.
Per celebrare i trent’anni dell’associazione – spiega Antonio Pace, presidente dell’AVPN – proporremo una formula innovativa rispetto al passato, aggiungendo al piacere di mangiare una buona pizza napoletana rappresentazioni musicali, incontri e degustazioni che si svolgeranno all’interno delle pizzerie”. Un festival diffuso che verrà svelato nelle prossime settimane anche attraverso il sito web, già attivo, dedicato all’evento e che coinvolgerà le pizzerie a marchio vera pizza napoletana da Napoli a Varese, da Los Angeles a San Paolo.
Ma l’Avpn sta annunciando il Pizzafestival anche attraverso un Tour didattico e promozionale che è partito da Piazza del Plebiscito con laboratori per grandi e piccini sulla preparazione della pizza secondo i canoni della tradizione. Il tour continua alla Rotonda Diaz (dal 16 al 18 maggio), in via Toledo (il 23 maggio), Piazza degli Artisti (24 maggio) e Piazza del Gesù (25 maggio).
Esaurite le tappe di avvicinamento alle quattro giornate, ci sarà lunedì 26 maggio a Piazza Dante alle ore 10 un convegno dal titolo “Ricomincio da 30” in cui, esperti di gastronomia e marketing scruteranno il futuro del settore in particolare sui temi della preparazione e della commercializzazione della pizza. Piazza Dante ospiterà nei giorni della kermesse il Laboratorio della Pizza, un grande spazio in cui studiare e apprezzare le qualità della pizza napoletana e conoscere i prodotti della filiera agroalimentare e i corretti abbinamenti che contribuiscono alla fama internazionale del piatto.
Al Pizzafestival si accompagna una serie di iniziative collaterali a partire dal “Vera Pizza Napoletana Photo Awards”, il concorso fotografico che ha invitato gli appassionati della pizza a interpretare attraverso uno scatto la loro visione del tradizionale piatto napoletano.
Agli organizzatori sono giunti oltre 150 fotografie che una prima selezione, attraverso 9.000 voti sul web, ha ridotto a 49: questi scatti saranno ora al vaglio di una giuria presieduta dal fotografo Vittorio Sciosia e che conta, come special guest, Oliviero Toscani. Le 30 migliori fotografie verranno esposte a Piazza Dante nei giorni del Pizzafestival all’interno del Laboratorio della Pizza.
Ma alla manifestazione organizzata dall’Associazione Verace Pizza Napoletana, è legato anche un concorso che eleggerà la pizzeria dell’anno: da oggi fino al 21 maggio sarà possibile scegliere attraverso il sito pizzanapoletana.org il locale che più si distingue per: qualità della pizza, servizio ai clienti, ambiente e selezione degli ingredienti.
L’avvicinamento al Festival sarà scandito anche sul canale televisivo del Gambero Rosso che, a partire dal 26 maggio, dedica uno speciale in dieci puntate alla pizza napoletana: “Margherita e le sue sorelle”.

logo W&TCWine&Thecity® 2014| Conferenza stampa

Giovedì 15 maggio ore 11.00
Pan Palazzo delle Arti di Napoli | via dei Mille 60

Presentazione della VII edizione di Wine&Thecity® da fuori salone del vino a rassegna diffusa di creatività urbana in programma a Napoli da 16 al 28 maggio 2014.

Saluto di Nino Daniele Assessore alla Cultura e al Turismo Comune di Napoli

Interventi dei principali attori della rassegna che quest’anno mette in rete 115 indirizzi tra Chiaia e il Centro antico, 72 aziende vitivinicole e alcuni tra i più interessanti progetti culturali e imprenditoriali della città. Partecipano ADI Campania (Associazione per il Design Industriale), APEritivo Napoli, Ais Napoli (Associazione Italiana Sommelier delegazione di Napoli), Catacombe di Napoli coop sociale La Paranza, Centro di Musica Antica Fondazione Pietà dei Turchini, Datè, Cooking Division, Escargò, Istituto Alberghiero Vittorio Veneto di Napoli, Mappi-Na.it Mappa Alternativa di Napoli, Movimento Turismo del Vino della Campania, NapolinVespa, Pastificio dei Campi, Penguin Cafè Literary Agency, Spazio Tangram, Teatro Dissolto, Wunderkammer, Yelp Napoli.

Coordina Donatella Bernabò Silorata, giornalista e ideatrice di Wine&Thecity.

Wine&Thecity®
Col patrocinio di Provincia di Napoli | Comune di Napoli | Movimento Turismo del vino
Main sponsor: Pastificio dei Campi
Acqua ufficiale: Ferrarelle
Social media partner: Yelp Napoli | Mappi-na.it
E con il supporto di: Ais Napoli | Consorzio Mozzarella di Bufala Campana Dop | Cupiello | Movimento Turismo del Vino della Campania | La Pampa Relais

ufficio stampa dipuntostudio 081 681505
www.wineandthecity.it

Alla ricerca dei vigneti metropolitani di Napoli…

Pubblicato da aisnapoli il 22 - aprile - 2014Versione PDF

La nostra Wine Insider è andata alla ricerca di Vigneti Metropolitani…

Foto di Donatella Bernabò Silorata

Trattoria dell'Oca

ASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER Delegazione di Napoli

“I FuoriCORSO

Cena di Fine Corso Primo Livello N.48

Hotel Renaissance

Trattoria dell’Oca

Via S.Teresa a Chiaia n.11 (angolo via Bausan)

Ticket di partecipazione: euro 25

Info e Prenotazioni: 3922675405 gabriele.pollio1@gmail.com

Vi aspettiamo, Lunedi 14 Aprile alle ore 20.00 presso la Trattoria dell’Oca, per una serata dedicata ai racconti dei momenti più singolari del Corso. I partecipanti potranno, come di consuetudine, proporre ai colleghi l’assaggio di un vino a loro caro che presenteranno nel corso della serata. Amici, sommelier, aspiranti sommelier, docenti e appassionati potranno intervenire. In apertura serviremo, giusto per calmare la sete, champagne Thienot in jeroboam (a proposito…avete studiato? quanti litri sono?)  per poi passare alla formula del BYOB (bring your own bottles).

Menù

Alici e calamaretti fritti

Bocconcini di provola fritti

Crocché di patate

Conetti di bresaola con ricotta di cestino

Risotto zucchine e taratufi

Lo Scarpariello

Arista in agrodolce con prugne

Pastiera

I FuoriCorso: incontri informali all’insegna della convivialità e del piacere di stare assieme recuperando un (in)sano rapporto con il vino. Durante i nostri corsi nascono, sulla base della comune passione per il mondo del vino, sincere e “trasversali” amicizie. Abbiamo voluto dare continuità a questi legami promuovendo questi appuntamenti in modo da consolidare i gruppi che spontaneamente si formano all’interno di ogni corso. La formula è quella della cena accompagnata dal BYOB (bring your own bottles) che consente attraverso la condivisione ed il confronto di fare qualche bella sorpresa etilica…

Arriva Wine&thepics il Premio Fotografico di Wine&Thecity

Pubblicato da aisnapoli il 20 - marzo - 2014Versione PDF

wine and the picsArriva Wine&thepics il Premio Fotografico di Wine&Thecity
A cura di Michele del Vecchio| Tangram Eventi

Il vino sotto l’obiettivo! Dal 1 al 30 aprile 2014

Aspettando la VII edizione di Wine&Thecity, il fuori salone del vino in programma a Napoli dal 20 al 24 maggio 2014, nasce Wine&thepics, il Premio Fotografico intorno al tema del vino organizzato da Tangram Eventi in esclusiva per Wine&Thecity. Il premio, alla sua prima edizione, è rivolto a tutti i fotoamatori di tutte le età che possono partecipare gratuitamente con i loro scatti ispirati al “nettare degli Dei”.
Sul sito Wine&Thecity alla sezione dedicata al premio è possibile scaricare il “bando” e le “modalità di partecipazione”. Aderire è semplicissimo, basterà inviare dal 1 al 30 Aprile 2014 la propria foto ispirata al mondo del vino all’indirizzo email wine-and-the-pics@spazio.tangram.it unitamente al modulo di partecipazione debitamente compilato.
Il tema è ampio: il vino in tutte le sue declinazioni. Si può spaziare dal classico still life alle immagini più evocative legate all’ebbrezza e alla convivialità. Le foto saranno votate da una giuria popolare e da una giuria tecnica presieduta dal professor Raffaele Cercola e composta dai fotografi Mario Ferrara e Sergio Siano, dalla curatrice Federica Cerami, dalla gallerista Donatella Saccani, nel periodo compreso tra il 1 e l’8 Maggio.
Saranno assegnati 6 premi relativi a 4 categorie:
- Premio “Giuria Tecnica”. La Giuria di esperti selezionerà 12 foto che saranno oggetto di una mostra collettiva presso gli spazi della galleria Voyage Pittoresque Factory di Napoli durante i giorni di Wine&Thecity (20-24 maggio). Tra le 12 foto selezionate verranno scelti i 3 vincitori.
Il primo classificato riceverà una Nikon 1 V1 – prestigiosa compatta ad ottica intercambiabile, offerta da Nital S.p.A., distributore nazionale dei prodotti Nikon. Il secondo classificato riceverà un monopiede Manfrotto in alluminio 294 3 sezioni, offerto Foto Ema; il terzo classificato riceverà un Monopiede Manfrotto foto/video 394 in alluminio 4 sezioni, offerto da ASA Distribuzione.

- Premio “Giuria Popolare”: assegnato alla fotografia che avrà ottenuto il maggior numero di voti. In questa speciale classifica voteranno solo i partecipanti al concorso. Il premio un Fine Art Book offerto da Giclée Art.
- Premio “Giuria Facebook”: assegnato alla fotografia che avrà ottenuto il maggior numero di MI PIACE sulla pagina Facebook nella votazione pubblica. In premio un Fine Art Book offerto da Giclée Art.
- Premio “Wine&TheCity”: assegnato da Donatella Bernabò Silorata ideatrice di Wine&Thecity che sceglierà la foto che più esprime lo spirito di Wine&Thecity ovvero il vino e la città di Napoli, la contaminazione e la socialità. La fotografia vincitrice sarà pubblicata nel catalogo di “Wine&TheCity” dell’edizione 2015.
Per i premi si ringrazia per la collaborazione Nital S.p.A., distributore nazionale dei prodotti Nikon, Foto Center Club di Franco Carbone, Foto Ema, Asa Distribuzione e Giclée Art.

Wine&Thepics è organizzato da Tangram Eventi | Via Bonito 21/b | 80129 Napoli | www.spazio-tangram.it | info@spazio-tangram.it

Wine&Thecity | ufficio stampa e organizzazione Dipunto studio 081 681505

Locandina Il vino Naturale

LOCANDINA 2 PDF GAMBRINUSI luoghi del vino – Come bere un territorio – Il 5 Marzo al Gran Caffè Gambrinus Piero Mastroberardino racconta i vini dell’Irpinia.

Lo storico Gran Caffè Gambrinus di Napoli inaugura mercoledì 5 Marzo la serie di incontri “I luoghi del vino – Come bere un territorio” con Piero Mastroberardino che racconta l’Irpinia e i suoi vini. L’azienda Mastroberardino ha alle spalle 10 generazioni di produttori ed è presente in ben sessanta paesi nel mondo. Piero illustrerà al pubblico nella prestigiosa sala del Gambrinus, importante centro di cultura e del gusto in città, la storia imponente di questo territorio di produzione che raggruppa le tre docg campane, fiano di Avellino, greco di Tufo e Taurasi. Seguirà la degustazione del suo Fiano di Avellino 2013 e del Taurasi Radici 2008 guidata dalla wine writer Marina Alaimo. Lo chef Paolo Gramaglia del ristorante President sarà ospite speciale in questo incontro dove preparerà dei piatti in abbinamento ai vini Mastroberardino accompagnati da alcuni dei suoi pani dell’antica Pompei. Il Gambrinus mette a disposizione una interprete per gli ospiti stranieri.

Il costo della serata è di 30 €. Entrata ore 19.

Da Febbraio apre 50 KALO’, La Pizza di Ciro Salvo a Napoli

Pubblicato da aisnapoli il 22 - gennaio - 2014Versione PDF

50_kalo_logo_positivo_red50 KALO’, LA PIZZERIA DI CIRO SALVO A NAPOLI
Piazza Sannazaro, 201b

Da febbraio 2014

Ciro Salvo arriva a Napoli. 50 kalò è il nome della pizzeria che a febbraio 2014 apre in piazza Sannazaro, a pochi passi dal molo di Mergellina e dal lungomare, in una delle piazze più storiche e belle della città. La pizzeria nasce dalla radicale ristrutturazione dei locali che, per oltre mezzo secolo, hanno ospitato il ristorante Al Sarago.

Il progetto nasce da un’idea di Maurizio Cortese (www.corteseway.it) e dalla volontà di portare a Napoli uno dei più rappresentativi interpreti della autentica pizza napoletana: Ciro Salvo, maestro dell’impasto e appassionato cultore degli ingredienti che fanno della pizza un capolavoro indiscusso. Da qui la scelta del nome della pizzeria: 50 kalò, che racchiude in sé storia e tradizione e che, in una sola espressione, racconta il lavoro di Ciro Salvo. 50 Kalò, nel gergo non scritto usato da secoli dai pizzaioli, vuol dire “impasto buono”. I pizzaioli usano infatti dire kalò per indicare qualcosa di buono e skatà per dire cattivo; parole di origine greca (kalos in greco significa bello, buono) che nel corso dei secoli hanno incontrato le infinite sfumature di suoni e parole del dialetto partenopeo. Il 50 infatti nella cabala e nella smorfia partenopea è il pane e i pizzaioli sono maestri dell’arte bianca, si sa. 50 kalò è dunque l’impasto, il panetto buono, da cui nasce una pizza buona, condita con i migliori ingredienti.

Dall’esperienza di Maurizio Cortese è nato il menu di 50 Kalò basato su selezione delle materie prime, stagionalità e ricerca del buono: ecco allora l’olio extravergine d’oliva da agricoltura biologica de Le Peracciole, la tenuta agricola a Punta della Campanella del Don Alfonso 1890; i pomodorini del piennolo del Vesuvio dop; il pomodoro San Marzano Dop; il Fior di Latte di Agerola, la Mozzarella di bufala campana Dop ed altri latticini da caseifici selezionati; il raro Conciato Romano Predisio Slow Food; il Parmigiano Reggiano Dop 24 mesi di stagionatura; ed ancora la cipolla ramata di Montoro, l’aglio dell’Ufita, le acciughe di Cetara, i capperi di Salina, la ‘nduja artigianale di Spilinga.

L’obiettivo è offrire pizze della tradizione e pizze d’autore, buone, fatte come tradizione comanda, dove ogni passaggio – dall’impasto al forno, al condimento finale -, ogni più piccola scelta, è frutto di una ricerca attenta e di una passione antica. Dal menu che varierà con le stagioni, non mancheranno le pizze fritte, altra grande passione di Ciro Salvo.

Ciro Salvo, classe 1977, sin da piccolo con le mani in pasta, gioca con farine, acqua e pomodoro nella pizzeria del papà, aperta da sua nonna a Portici nel 1968. Nella pizzeria di famiglia si forma, impara a fare le fritture e poi il mestiere del fornaio. Si diploma nel 1996 e la passione per la pizza diventa la sua professione. L’esperienza di tre generazioni di pizzaioli si arricchisce di tanto studio, tecnica e ricerca per un prodotto eccellente. Il suo pallino è l’impasto. Ciro seleziona le farine, le sente tra le dita, le sceglie a basso tenore proteico. Aggiunge acqua, tanta acqua, fin quasi al limite della lavorabilità. Il risultato è un impasto unico, soffice, leggero, altamente digeribile e dal gusto sorprendente. Gli ingredienti di primissima qualità, scelti con cura quasi maniacale – dall’olio extravergine d’oliva ai migliori pomodori e latticini campani -, la meticolosità per ogni passaggio e il grande amore per il suo lavoro, rendono la sua pizza un prodotto incredibile. Nel luglio 2013 il Gambero Rosso gli dedica la copertina. Quando non è in pizzeria, Ciro insegna come docente nei corsi per aspiranti pizzaioli presso l’Associazione Verace Pizza Napoletana e presso la Città del Gusto Gambero Rosso di Roma. 50kalò a Napoli è la sua prima esperienza partenopea. www.cirosalvo.it

50 kalò | piazza Sannazaro, 201/B | Napoli | Tel. 081 19204667 | www.50kalò.it

ufficio stampa Dipunto studio
Tel. 081 681505
www.dipuntostudio.it

Gli eventi dell'AIS Napoli
    • dal 03 mar 2015 al 03 mar 2015 alle ore:20:00

      In partenza il 3 Marzo Corso Sommelier a Villa Posillipo nei Campi Flegrei

      Mancano: 4 giorni e 05:56 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
    • dal 01 apr 2015 al 01 apr 2015 alle ore:

      1 Aprile, Parte Corso di Sommelier n.68 da Sebezia con l’AIS Napoli

      Mancano: 32 giorni e 09:56 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
  • Video

    Tags