Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...corsi sommelier in partenza

diapositiva1ASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER

Delegazione di Napoli

Corso di Sommelier della Birra di Secondo Livello

Dal 22 Ottobre 2018 da Babette Via Caravaglios 27

Euro 350. Info: 3356790897 / tommasoluongo@yahoo.it

Sommelier della birra” è il percorso didattico proposto dalla delegazione napoletana dell’Associazione Italiana Sommelier.

Dopo aver affrontato le otto lezioni del primo livello per imparare a degustare, abbinare e servire la birra, nel secondo livello sono previste altre otto lezioni, esame compreso, per approfondire le tematiche relative all’abbinamento Cibo Birra, i difetti della birra, e un focus territoriale sugli stili birrai di Usa e Scandinavia.

Lunedì 22 Ottobre ore 20 - Tecnica della degustazione con Gabriele Pollio

Lunedì 29 Ottobre ore 20 - I difetti delle birre con Flavio Boero

Lunedì 5 Novembre ore 20 - Il cibo e la birra: contrapposizione e concordanza con Franco De Luca

Lunedì 12 Novembre ore 20 - Legislazione con Gabriele Pollio

Lunedì 19 Novembre ore 20 - Il cibo e la birra: esaltazione e categorie merceologiche con Tommaso Luongo

Martedì 27 Novembre ore 20 - Cena didattica con Tommaso Luongo e Franco De Luca

Giovedì 6 Dicembre ore 20 - Usa e Scandinavia con Lorenzo Dabove “Kuaska”

Giovedì 13 Dicembre ore 19 - Esame finale (scritto e orale).

Ogni lezione sarà della durata di 2 ore circa (divise tra teoria e pratica) con degustazione di 4 birre e l’assaggio di preparazioni gastronomiche. Il prezzo del corso è di € 350 a persona ed è comprensivo del libro di testo “Degustare le birre” di Randy Mosher. Posti limitati.

Al termine del corso verrà rilasciato attestato di Sommelier della Birra dell’Ais Campania

La quota di iscrizione al corso è da versare alla sede regionale dell’AIS Campania con bonifico bancario indicando nella causale: sommelier della birra più nominativo.

ASSOCIAZIONE SOMMELIER CAMPANIA

IT 41 Z 05387 40260 000002464227

BANCA POPOLARE DELL’EMILIA ROMAGNA – SORRENTO

Euro 350 Causale: sommelier birra + nominativo

Sommelier della Birra in 8 lezioni dal 5 Febbraio da Babette

Pubblicato da aisnapoli il 11 - dicembre - 2017Versione PDF

ASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER Delegazione di Napoli

SOMMELIER DELLA BIRRA in 8 lezioni

Dal 5 Febbraio 2018 da Babette Via Caravaglios 27

Euro 250. Info: 3922675405 / gabriele.pollio1@gmail.com  3356790897 / tommasoluongo@yahoo.it

diapositiva1

“Sommelier della birra” è il nuovo percorso didattico proposto dalla delegazione napoletana dell’Associazione Italiana Sommelier: otto lezioni per imparare a degustare, abbinare e servire la birra. E’ prevista anche una “scuola” di spillatura con prova individuale.

Il corso partirà il 5 Febbraio 2018 e sarà strutturato in 8 incontri più la visita in azienda.

Calendario delle lezioni
5.2.2018 (Lunedì) La Produzione con Alberto Mochetti (birrificio Okorei)
12.2.2018 (Lunedì) La Birra artigianale italiana con Teo Musso (Birrificio Baladin)
19.2.2018 (Lunedì) La degustazione della birra con Gabriele Pollio (AIS Napoli)
26.2.2018 (Lunedì) Stili birrai: Inghilterra e USA con Gianluca Polini (Pub Ottavo Nano)
5.3.2018 (Lunedì) Stili birrai: Germania e Repubblica Ceca con Gabriele Pollio (AIS Napoli)
17.3.2018 (Sabato. Ore 10) Il servizio della birra con Ugo Torre (Pub Babette)
19.03.2018 (Lunedì) Gli stili birrai: Belgio con Raffaele Papi (Delegato AIS Urbino Montefeltro)
24.03.2018 (Sabato. Ore 10) Visita in azienda con degustazione birre
27.03.2018 (Martedì) Abbinamento cibo-birra e cena didattica con Tommaso Luongo (Delegato AIS Napoli)
Le lezioni si terranno al pub Babette in Via Caravaglios 27 – Napoli (zona Fuorigrotta) e avranno inizio alle ore 20.

Ogni lezione sarà della durata di 2 ore circa (divise tra teoria e pratica) con degustazione di 4 birre. Posti limitati.
Il prezzo del corso è di € 250 a persona ed è comprensivo di valigetta con 4 calici Teku da degustazione. Al termine del corso verrà rilasciato attestato di partecipazione dell’Ais Campania

La quota di iscrizione al corso è da versare alla sede regionale dell’AIS Campania con bonifico bancario indicando nella causale: sommelier della birra più nominativo.

ASSOCIAZIONE SOMMELIER CAMPANIA
IT 41 Z 05387 40260 000002464227
BANCA POPOLARE DELL’EMILIA ROMAGNA – SORRENTO
Euro 250,00
Causale: sommelier birra + nominativo

9 Novembre, Non solo Oktoberfest al Renaissance Mediterraneo

Pubblicato da aisnapoli il 16 - ottobre - 2017Versione PDF

ASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER Delegazione di Napoli

Renaissance Mediterraneo Naples

In collaborazione con Ais Napoli

presenta

NON SOLO OKTOBERFEST

Oltre le lager c’è di più

Giovedì 9 Novembre 2017 ore 20 Euro 15

Hotel Renaissance Mediterraneo

Via Ponte di Tappia, 25 Napoli

Info e prenotazioni: 3922675405 gabriele.pollio1@gmail.com

3356790897 tommasoluongo@yahoo.it

OktoberfestRicominciano le serate ad alto tasso brassicolo dell’AIS Napoli!

Partiremo per un viaggio che attraverserà la Germania e i suoi principali stili brassicoli. Una serata contro i soliti luoghi comuni e durante la quale cercheremo di stupirvi con birre a dir poco introvabili.

E’ vero che tutte le birre tedesche sono chiare?

Cosa succede se si affumica il malto?

E’ possibile che esistano birre con aggiunta di sale marino?

A queste e ad altre domande cercheremo di dare risposta il 9 novembre.

Ci sarà da divertirsi… ;-)

Mahrs Bräu Ungespundet, Helles

Aecht Schlenkerla, Rauchbier

Uerige, Altbier

Original Ritterguts Brauhaus Hartmannsdorf, Gose

Früh Kölsch

Berliner Kindl, Berliner Weisse

Schneider Weisse Tap 7 Unser Original, Weizen

Kloster Andechser, Bock

E poi anche una tappa in Repubblica Ceca con Malastrana, Pils

Degustazione guidata da Gabriele Pollio e Tommaso Luongo

Che il Reinheitsgebot sia con voi!

E’ nato il Baladin Beer Garden

Pubblicato da aisnapoli il 26 - giugno - 2017Versione PDF

piozzo-grande-festa-il-21-giugno-apre-l-open-garden-baladin_articleimage

Il paradiso della birra esiste e si trova a Piozzo (Cn).

E’ nato il Baladin Beer Garden e noi #sommelierdellabirra l’abbiamo visto quando era ancora poco più di un’idea.

In bocca al lupo Teo!

Ci vedremo presto…molto presto. ;-)

Un vicino di casa speciale

Pubblicato da aisnapoli il 19 - gennaio - 2017Versione PDF

IMG_5930Di Marco Tramontano

A volte, passeggiando tra i vicoli e le strade di una città infinitamente grande e variegata come Napoli, capita di incontrare le persone più strane, le situazioni più incredibili, i personaggi più iconici del nostro folklore.
E poi, a volte, ma raramente, capita di incontrare folletti del nord Europa, pronti ad accoglierci e a condividere la loro vita e le loro idee.
E questo è davvero successo sabato, tra le case dell’entroterra napoletano, all’ombra, ma non troppo, di un Vesuvio silenzioso ed osservatore.
Beh, non è accaduto per caso, a dirla tutta. In fondo la gita mattutina, come se ne dovrebbero fare di più nel mondo dell’enogastronomia, ha portato un infreddolito gruppo di futuri sommelier della birra, nel microbirrificio Okorei, cooperativa di produzione e lavoro di Marigliano, come tappa del percorso di formazione organizzato dall’AIS Napoli.
Ad accoglierci, oltre ad un energico ed emozionato Alberto Mochetti, uno dei soci dell’azienda, c’erano piante di luppolo a fare da cornice all’insegna del Birrificio, un gatto con enormi occhi che… ma questa storia ve la racconto dopo.
Una volta entrati la curiosità di vedere una simile realtà è stata sostituita dalla voglia di saperne il più possibile sulla produzione della birra.
IMG_5956Ed è lì che tra magici e tecnologici strumenti moderni i nostri birrai hanno speso più di mille parole per raccontare come possano malto e acqua essere trasformati dal lievito in una delle bevande più amate del mondo. A volte, ma non sempre, in compagnia del verde luppolo.
Ed è andata così la mattinata, tra chiacchiere ed argomentazioni scientifiche, tra taralli e degustazioni informali che il nostro piccolo gruppo ha potuto saperne ancora di più su cosa voglia dire produrre la birra, con emozione e con passione, con forza e coscienza dei rischi sempre dietro l’angolo, tra temperature imprevedibili e lieviti capricciosi.
Ah il gatto, vero… so che non mi crederete, che darete la colpa agli effetti della bianca Beermana, della scozzese Tramalti, dell’Amarilla che strizza un occhio alle Ipa e della “biondissima” Nunenapils, ma io, nel frattempo, tra una foto e l’altra ho avuto la netta sensazione di scorgere un dispettoso diavoletto che provava a rubare le birre. Ed un gatto che, sornione e nero, la proteggeva per noi.
Ora, che sia vero o no ciò che vi ho detto, penso davvero che nel nostro territorio ci sia bisogno di più folletti che, certo, possono anche sbagliare talvolta, ma che provino a rischiare molto per portare sommessamente un po’ di coraggio e di orgoglio lì dove si è già detto molto ma fatto ancora troppo poco.

19 Dicembre, A Napoli con la birra Arka per il Centro Italia

Pubblicato da aisnapoli il 13 - dicembre - 2016Versione PDF

una birra al centroMurphy’s Law e Giuseppe Schisano
presentano
Una birra al Centro, evento dedicato alle popolazioni del Centro Italia colpite dal terremoto.

Per tutta la serata, e fino ad esaurimento fusti, spilleremo la Arka 8.16, birra brassata da 31 Birrifici italiani con luppolo italiano fresco. Il ricavato della vendita di ogni bicchiere di Arka 8.16 sarà interamente devoluto in beneficenza alle popolazioni colpite dal Terremoto. Il menu sarà a base di prodotti tipici del Centro Italia. Il costo del menù è di 18 €, la birra Arka 8.16 costerà 4,5 € ogni bicchiere 0,40.
Prenotate il vostro tavolo al 3392003355. Non mancate!

Menu

- Tagliere di Prosciutto di Norcia IGP, Mortadella di Campotosto, Pecorino di Norcia, Caciotta di Norcia . Salsa tartufata e Miele d’abbruzzo

- Arrosticini abruzzesi con bruschetta e olio abruzzese al peperoncino

- Panino all’amatriciana
Crema di Pecorino, Pomodori grigliati, Guanciale e Peperoncino

- Circerchiata Abruzzese

Murphy’s Law Birreria Artigianale

Via G. Merliani 160, 80128 Napoli

Lunedì 19 Dicembre ore 20.45

#INVIAGGIODATEO, Ais Napoli in tour: week end da Baladin

Pubblicato da aisnapoli il 8 - dicembre - 2016Versione PDF

ASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER Delegazione di Napoli

#INVIAGGIODATEO

AIS NAPOLI IN TOUR: WEEK END DA BALADIN

inviaggiodateo

AIS Napoli propone un week end tutto da vivere (e da bere) nell’universo Baladin. Ci aspettano due giorni intensi ad alto tasso brassicolo. Andremo nel cuore delle Langhe per incontrare Teo Musso, il padre della birra artigianale italiana che ci guiderà personalmente alla scoperta del suo birrificio e della prima sua creatura: la mitica birreria Le Baladin di Piozzo. I sommelier della birra del Corso n.4 che parteciperanno a #inviaggiodateo riceveranno l’attestato del primo livello durante la visita al birrificio.

Per info: Gabriele Pollio 392.2675405; Tommaso Luongo 335.6790897

PROGRAMMA

 SABATO 28 Gennaio

- Ore 7: partenza da Napoli

- Ore 17: arrivo previsto a Piozzo (CN)

- Ore 20: cena degustazione alla birreria Le Baladin

Pernottamento presso BVH HOTEL Via Fossano n.21 – Bene Vagienna (CN) secondo le sistemazioni assegnate

DOMENICA 29 Gennaio

- Ore 8 Colazione

- Ore 9.30: visita al birrificio Baladin accompagnati da Teo Musso

- Ore 12.30: pranzo (non incluso nella quota di partecipazione)

- Ore 14.30: partenza da Piozzo

- Ore 24: arrivo previsto a Napoli.

Quota di partecipazione: 150 € da versare all’Ais Campania con bonifico.

ASSOCIAZIONE SOMMELIER CAMPANIA

IT 41 Z 05387 40260 000002464227

BANCA POPOLARE DELL’EMILIA ROMAGNA – SORRENTO

CAUSALE: Viaggio Baladin

 

La quota include: viaggio in pullman Gran Turismo, cena alla birreria Le Baladin, pernottamento e prima colazione al, visita al nuovo birrificio Baladin.

Numero massimo di partecipanti: 50 Numero camere singole disponibili per il pernottamento: 10. Chi volesse alloggiare in camera singola dovrà verificarne la disponibilità prima del pagamento con gli organizzatori. La camera singola prevede un sovraccarico di prezzo pari a 15 €. Disponibilità di 4 camere triple.

maradonaDi Gabriele Pollio
Visionario. Ogni volta che c’è Teo Musso in ballo ricorre questa parola.
La senti da chi lo ha conosciuto, la leggi nella sua autobiografia e negli articoli di giornale che lo riguardano.
Io non lo conoscevo, sapevo tutto o quasi sulla sua storia professionale ma non lo avevo mai incontrato. Ero curioso però, molto curioso di capire perché tutti (ma proprio tutti tutti) restano affascinati da questo personaggio.
Ci serviva solo un’occasione. Teo è uno che viaggia molto ma che a Napoli non passa spesso (quasi mai a dire la verità!). “A volte vorrei fare tutto ma ancora non sono riuscito a sdoppiarmi”, con questa frase si è presentato appena salito in auto…aveva appena concluso una telefonata con Angelo Gaja! Sdoppiarsi quindi. Obiettivo audace ma, per uno che ha inventato la birra artigianale in Italia, immagino possibile.
Dicevo che ci serviva un’occasione, e allora abbiamo pensato di coinvolgerlo come docente nel corso di Sommelier della Birra di AIS Napoli. Chi meglio del creatore di tutto il mondo Baladin (birreria, birrificio, pub vari e chi più ne ha più ne metta) avrebbe potuto spiegare come si fa una birra? Ci è servito qualche mese di corteggiamento ma alla fine Teo è arrivato.
Il tragitto dall’albergo alla sede del corso (Babette a Fuorigrotta) dura mezz’ora abbondante. Il tempo sufficiente per capire davanti a chi mi trovo. A me non sembra visionario e basta. Sa perfettamente di cosa parla e sa perfettamente come trasferirti ogni piccola sfumatura di quello che pensa. Quando si assaggiano le sue birre si ha la netta sensazione che dentro ci sia un’idea precisa delle emozioni di chi l’ha creata. Visionario si ma anche perfezionista.
DSC_0016-2La serata corre via veloce. Non si ha mai la sensazione di assistere a una lezione, piuttosto sembra una chiacchierata tra amici (parecchi amici visto il numero di presenti al corso!). Teo racconta la sua storia e fa sembrare anche i momenti più difficili una continua opportunità che ha saputo cogliere.
Vuole bene alle sue birre e si vede, gli vuole bene come lo si vuole a dei figli.
Le racconta, non le degusta.
Si parte dalla Wayan e si passa alla Nora. Rispettivamente il nome della figlia e della madre dei suoi primi due bambini. Birre che di canonico non hanno quasi nulla. La Nora, per esempio, prevede l’utilizzo di resine etiopi in luogo del luppolo.
Passiamo poi a due extraterrestri. La Metodo Classico 2015 e la Xyauyu 2013. La prima prodotta secondo il metodo classico degli spumanti con tutto quello che ne consegue: 18 mesi sui lieviti, sboccatura e così via. Utilizzo di lieviti abituati a “lavorare” con i whisky torbati della Scozia e che riporta la torbatura nella birra.
La seconda la spiego con una frase di Teo: “Questa è la birra con cui ho convinto mio padre, contadino delle Langhe, a bere birra dopo 87 anni durante i quali aveva bevuto solo vino”. Siamo su un altro pianeta rispetto ai sentori delle birre terrestri. Niente gasatura, niente schiuma. Temperatura ambiente. Un barley wine “da divano”.
Visionario e perfezionista. Imprenditore di successo e genio sregolato. Insomma, il Maradona della birra. Ma non ditelo a lui…il calcio non gli piace.

Gli eventi dell'AIS Napoli
    • dal 18 ott 2018 al 18 ott 2018 alle ore:20:30

      18 Ottobre all’Enopanetteria, #Bevolution: lunga vita ai bianchi all’Enopanetteria

      Mancano: 1 giorno e 23:05 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
  • Video

    Tags