Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...corsi sommelier in partenza

maradonaDi Gabriele Pollio
Visionario. Ogni volta che c’è Teo Musso in ballo ricorre questa parola.
La senti da chi lo ha conosciuto, la leggi nella sua autobiografia e negli articoli di giornale che lo riguardano.
Io non lo conoscevo, sapevo tutto o quasi sulla sua storia professionale ma non lo avevo mai incontrato. Ero curioso però, molto curioso di capire perché tutti (ma proprio tutti tutti) restano affascinati da questo personaggio.
Ci serviva solo un’occasione. Teo è uno che viaggia molto ma che a Napoli non passa spesso (quasi mai a dire la verità!). “A volte vorrei fare tutto ma ancora non sono riuscito a sdoppiarmi”, con questa frase si è presentato appena salito in auto…aveva appena concluso una telefonata con Angelo Gaja! Sdoppiarsi quindi. Obiettivo audace ma, per uno che ha inventato la birra artigianale in Italia, immagino possibile.
Dicevo che ci serviva un’occasione, e allora abbiamo pensato di coinvolgerlo come docente nel corso di Sommelier della Birra di AIS Napoli. Chi meglio del creatore di tutto il mondo Baladin (birreria, birrificio, pub vari e chi più ne ha più ne metta) avrebbe potuto spiegare come si fa una birra? Ci è servito qualche mese di corteggiamento ma alla fine Teo è arrivato.
Il tragitto dall’albergo alla sede del corso (Babette a Fuorigrotta) dura mezz’ora abbondante. Il tempo sufficiente per capire davanti a chi mi trovo. A me non sembra visionario e basta. Sa perfettamente di cosa parla e sa perfettamente come trasferirti ogni piccola sfumatura di quello che pensa. Quando si assaggiano le sue birre si ha la netta sensazione che dentro ci sia un’idea precisa delle emozioni di chi l’ha creata. Visionario si ma anche perfezionista.
DSC_0016-2La serata corre via veloce. Non si ha mai la sensazione di assistere a una lezione, piuttosto sembra una chiacchierata tra amici (parecchi amici visto il numero di presenti al corso!). Teo racconta la sua storia e fa sembrare anche i momenti più difficili una continua opportunità che ha saputo cogliere.
Vuole bene alle sue birre e si vede, gli vuole bene come lo si vuole a dei figli.
Le racconta, non le degusta.
Si parte dalla Wayan e si passa alla Nora. Rispettivamente il nome della figlia e della madre dei suoi primi due bambini. Birre che di canonico non hanno quasi nulla. La Nora, per esempio, prevede l’utilizzo di resine etiopi in luogo del luppolo.
Passiamo poi a due extraterrestri. La Metodo Classico 2015 e la Xyauyu 2013. La prima prodotta secondo il metodo classico degli spumanti con tutto quello che ne consegue: 18 mesi sui lieviti, sboccatura e così via. Utilizzo di lieviti abituati a “lavorare” con i whisky torbati della Scozia e che riporta la torbatura nella birra.
La seconda la spiego con una frase di Teo: “Questa è la birra con cui ho convinto mio padre, contadino delle Langhe, a bere birra dopo 87 anni durante i quali aveva bevuto solo vino”. Siamo su un altro pianeta rispetto ai sentori delle birre terrestri. Niente gasatura, niente schiuma. Temperatura ambiente. Un barley wine “da divano”.
Visionario e perfezionista. Imprenditore di successo e genio sregolato. Insomma, il Maradona della birra. Ma non ditelo a lui…il calcio non gli piace.

ASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER Delegazione di Napoli

5431_10206964388982678_3696556035332239172_n
SOMMELIER DELLA BIRRA in 8 lezioni con l’AIS Napoli

Dal 14 Novembre da Babette – Via Caravaglios, 27 – Napoli
Euro 235. Info:3922675405 / 3356790897  gabriele.pollio1@gmail.com / tommasoluongo@yahoo.it

Riparte l’attesissimo PRIMO LIVELLO che sarà strutturato in 8 incontri più la visita in azienda.

“Sommelier della birra” è il nuovo percorso didattico proposto dalla delegazione napoletana dell’Associazione Italiana Sommelier: otto lezioni per imparare a degustare, abbinare e servire la birra. E’ prevista anche una “scuola” di spillatura con prova individuale.

Calendario delle lezioni


14.11.2016 (lunedì) Produzione con Teo Musso (Birrificio Baladin)

21.11.2016 (lunedì) Degustazione con Gabriele Pollio

28.11.2016 (lunedì) Stili birrai: Italia con Gabriele Pollio

05.12.2016 (lunedì) Stili birrai: Belgio con Gianluca Polini

12.12.2016 (lunedì) Stili birrai: Gran Bretagna e USA con Gianluca Polini

09.01.2017 (lunedì) Stili birrai: Germania con Andrea Camaschella

14.01.2017 (sabato) Visita in azienda

16.01.2017 (lunedì) Il servizio della birra con Ugo Torre

24.01.2017 (martedì) Abbinamento cibo-birra e cena didattica con Tommaso Luongo

Le lezioni si terranno al pub Babette in Via Caravaglios 27 – Napoli (zona Fuorigrotta), il lunedì (giorno di chiusura del locale) alle ore 20.00.
Ogni lezione sarà della durata di 2 ore e 30 minuti circa (divise tra teoria e pratica) con degustazione di 4 birre. Posti limitati.
Il prezzo del corso è di € 235 a persona ed è comprensivo di valigetta con 4 calici Teku da degustazione. Al termine del corso verrà rilasciato attestato di partecipazione.
La quota di iscrizione al corso è da versare alla sede regionale dell’AIS Campania con bonifico bancario indicando nella causale: “sommelier della birra e nominativo iscritto”.

ASSOCIAZIONE SOMMELIER CAMPANIA

IT 41 Z 05387 40260 000002464227

BANCA POPOLARE DELL’EMILIA ROMAGNA – SORRENTO

CAUSALE: Sommelier della Birra e Nominativo iscritto

Euro 235

ATTENZIONE: La data di versamento del bonifico per l’iscrizione al corso, in considerazione dell’elevato numero di persone che si sono dichiarate interessate, costituirà titolo preferenziale per la partecipazione al corso e comunque le iscrizioni saranno possibili soltanto fino al raggiungimento del numero massimo (40 persone) previsto per la formazione di una classe. Nel momento in cui si dovesse raggiungere questo numero verranno immediatamente chiuse le iscrizioni e ciò verrà pubblicato tempestivamente sul sito dell’ AIS Napoli.

kuaska-640x360-2‘t KI

BRASSIN PUBLIC CANTILLON CON KUASKA

11 – 14 Novembre 2016

Organizzazione a cura di ‘t Kuaska Instituut nelle persone di Lorenzo Dabove e Anna Borrelli.

Per informazioni kuaskainstituut@gmail.com o 3356562989

Programma del viaggio

1. Venerdì 11/11 arrivo a Bruxelles

• I vari partecipanti si recheranno direttamente in hotel dove verranno assegnate le camere a partire dalle ore 15:00, chi dovesse arrivare prima può comunque lasciare i bagagli;

• Alle ore 17:30, per coloro che sono già arrivati, appuntamento nella hall dell’hotel per partire con un Pub crawl in città (a seconda dei vari arrivi si raggiungerà Kuaska e il gruppo nei vari locali dell’itinerario

che sarà comunicato);

• Alle ore 20:00 appuntamento per tutti nella hall dell’hotel per recarsi a cena al ristorante Restobières, 9 rue des Renards 1000 Bruxelles (http://www.restobieres.eu), dal mitico chef Alain Fayt per menu di

vera cucina bruxellese (opzione menu di carne e di pesce) e birre ad hoc in abbinamento.

2. Sabato 12/11 Brassin Public Cantillon

• Kuaska guiderà tre visite in italiano alle 9:30, alle 11:30 e alle 14:30. Si consiglia per chi opterà per la prima visita, di fare colazione in hotel verso le 08:00-08.30 mentre chi opterà per la seconda e la terza di presentarsi da Cantillon, rue Gheude 56, almeno 15 minuti prima. (http://www.cantillon.be).

• Serata libera per tutti Kuaska fornirà ogni sorta di indicazione in merito a locali da non perdere.

3. Domenica 13/11 Westvleteren e De Dolle

• Dopo colazione alle ore 08:30 appuntamento nella hall per partire in autobus per raggiungere il caffè In De Vrede a Westvleteren dove consumeremo un light lunch per poi proseguire verso Esen dove alle 14:00 entreremo nell’universo di De Dolle Browers.

4. Lunedì 14/11 Rientro

• Dopo colazione e check-out in hotel, alle ore 09:30 appuntamento nella hall per la visita a Brasserie De La Senne, 565 Chausse de Gand Bruxelles. Al termine tutti liberi per un ultimo giro in città e rientrare in Italia nelle varie destinazioni.

Per informazioni chiamare il numero 3356562989 (Anna Borrelli) oppure inviare una mail a

borrelli.anna@gmail.com.

‘t KI

BRASSIN PUBLIC CANTILLON

CON KUASKA

11 – 14 Novembre 2016

Organizzazione a cura di ‘t Kuaska Instituut nelle persone di Lorenzo Dabove e Anna Borrelli. Per informazioni

kuaskainstituut@gmail.com o 3356562989

COSTI E CONDIZIONI

Costo del pacchetto HOTEL INCLUSO: Euro 430,00

Supplemento per singola Euro 135,00 (sono disponibili 4 camere per i primi 4 ospiti che eventualmente le richiederanno)

(Euro 230,00 al momento dell’iscrizione entro il 12 Settembre 2016 e saldo di Euro 200,00 tassativamente entro il 10 Ottobre 2016)

La quota comprende:

• Pernottamento 3 notti in doppia con colazione americana a buffet in albergo,

Bedford Hotel & Congress Centre ***, 135-

137 Rue du Midi B-1000 Brussels

(http://www.hotelbedford.be).

• La cena di venerdì 11/11 e il pranzo di domenica 13/11

• Autobus gran turismo per la giornata di domenica 13/11

• Ingressi da Cantillon, De Dolle e Brasserie De La Senne

• La guida ed i preziosi consigli di Kuaska.

La quota non comprende:

• Il viaggio in aereo A/R fino a Bruxelles, da un qualsiasi aeroporto.

• Il trasferimento da e per l’aeroporto di Bruxelles.

• L’assicurazione viaggio ed eventuale assicurazione medica.

• Tutto quanto non espressamente specificato

nella quota comprende.

Costo del pacchetto HOTEL ESCLUSO: Euro 240,00

Da versare in unica soluzione al momento dell’iscrizione entro il 10 Ottobre 2016

La quota comprende:

• La cena di venerdì 11/11 e il pranzo di domenica 13/11

• Autobus gran turismo per la giornata di domenica 13/11

• Ingressi da Cantillon, De Dolle e Brasserie De La Senne

• La guida ed i preziosi consigli di Kuaska.

La quota non comprende:

• Il viaggio in aereo A/R fino a Bruxelles, da un qualsiasi aeroporto.

• Il pernottamento in hotel

• Il trasferimento da e per l’aeroporto di Bruxelles.

• L’assicurazione viaggio ed eventuale assicurazione medica.

• Tutto quanto non espressamente specificato nella quota comprende

‘t KI

BRASSIN PUBLIC CANTILLON

CON KUASKA

11 – 14 Novembre 2016

Organizzazione a cura di ‘t Kuaska Instituut nelle persone di Lorenzo Dabove e Anna Borrelli. Per informazioni

kuaskainstituut@gmail.com o 3356562989

#sommelierdellabirra con Ais Napoli

Pubblicato da aisnapoli il 22 - aprile - 2016Versione PDF

Consegna degli attestati di partecipazione e lezione sull’abbinamento Cibo Birra per i partecipanti al corso di primo livello (turno pomeridiano e serale) di Sommelier della Birra con l’Associazione Italiana Sommelier Delegazione di Napoli.

Foto di Anna Ciotola e Manuela Papaccio

Disegni_60-2Di Gennaro Miele
Quando ancora il mondo delle vincite italiane era fatto di attesa pomeridiana e domenicale accanto alla radio, tredici era il numero capace di cambiare la vita di famiglie intere.
A suo modo la FamigliAis Napoli 13 lo ha fatto, quello degli anni trascorsi per incontrare Kuaska, al secolo Lorenzo Dabove, che da tanti anni mancava dalla città di Parthenope.
Il nostro anfitrione ha fatto dono alla Classe Prima B(irra) di un racconto, quella della sua vita e delle birre del Belgio, fatto di parole con le quali ha mostrato attraverso la rievocazione di immagini e gesti il solco nel quale ha deciso di seminare la sua vita, allo stesso modo dei campi di grano, raccogliendone esperienze e concentrandole in calici Teku.
Kuaska è un viaggiatore del mondo della birra, nella sua tappa da Babette dal suo bagaglio ha tirato fuori quello che più conta per chi macina km e ore di attesa per raggiungere un luogo, aneddoti e storie, nei quali il nucleo è stato la parola Lambic, lì c’è l’essenza del suo pensiero libero, come libera è questa birra da lieviti selezionati, intrisa della sola idea di cui è composta anche l’arte, istinto e tempo.
Informale nei gesti quanto nelle parole ci ha immerso nel suo mondo senza slide o formule, ciò che si beve è quello che hanno fatto le persone e loro sono state il punto focale del suo racconto, fatto di persone e affetto per le persone e momenti passati con loro.
Il tempo della serata si scioglie come l’ascolto di musica jazz, il comportamento del nostro oratore è simile ad un musicista come Stefano Bollani durante le sue performance sul palco, in bilico tra musica ed intrattenimento, aspetti che si rincorrono e sconfinano uno nell’altro, una cultura trasmessa e non ostentata.
La birra l’ho assaporata come un jazz, oro come i riflessi di tromba e sassofono, scura come i toni di Nina Simone e maltata, come la voce di Ella Fitzgerald.
Ho capito il motto provocatorio di Kuaska ‘’La Birra non esiste, esistono le Birre’’ ma forse ho capito anche un’altra cosa tra le righe degli appunti, a volte non esistono nemmeno le birre ma le persone che ne interpretano con rispetto la millenaria tradizione.

Foto di Anna Ciotola

SOLD-OUTSpiacenti ma siamo costretti a chiudere le iscrizioni anche per il turno pomeridiano del Corso Sommelier della Birra: abbiamo raggiunto il numero massimo di partecipanti. Si parte il 15 Febbraio alle ore 15 da Babette.
Questi i partecipanti del turno pomeridiano:

ALLEGRETTA ALESSANDRO
BAIANO FRANCESCO
BARBATO MAURIZIO
COPPOLA VALERIO
CORCIONE GRAZIANA
DE FRANCESCO MANUELA
DI SANTO ABELE
ESSE ANTONIO
FESTA GIUSEPPE
FISHEAGLE SRL
GUARINO IVAN
LEVA FRANCESCA
MARCO FRANCESCA
MASCOLO TOMMASO
RABESCO GIUSEPPE
ROCCO RENATO
RONGO EMILIO
SCHIANO ROBERTO
SEBASTIANO ROMANO
TAGLIALATELA FEDERICA
DE LUCA FRANCO
URSUMANDO STEFANIA
COSENTINO ANTONELLA
CALABRESE ALESSANDRA
DI PALMA AMEDEO
VITALE PAOLA
DI PORZIO LORELLA
DI PORZIO ROBERTA
CARIULO ALBERTO
ALBERO MARCO
LUONGO AZZURRA

BORRELLI GIANLUCA

Che il Luppolo sia con Voi.

#sommelierdellabirra: Commerzienrat Riegele Privat

Pubblicato da aisnapoli il 21 - gennaio - 2016Versione PDF

marchio-riegeleDi Gabriele Pollio

Una birra del birrificio Riegele di Augsburg che rispecchia perfettamente i rigorosi canoni bavaresi stabiliti dall’Editto della Purezza emanato dal duca Guglielmo IV di Baviera nel 1516.
E quindi: acqua (attinta direttamente dal pozzo profondo circa 220 metri collocato all’interno del birrificio), malto d’orzo e luppolo. Una lager di grande pulizia e bevibilità, che non teme il confronto con le più note sorelle di Monaco.
Ne presentiamo una degustazione sulla base della scheda di degustazione per la birra sviluppata dall’Associazione Italiana Sommelier di Napoli.
La schiuma è presente, abbastanza fine e persistente.
Il colore è giallo dorato.
Alla vista è abbastanza consistente e cristallina.
Al naso, considerata nella sua tipicità legata allo stile di produzione, è intensa e abbastanza complessa. Maltata, fragrante e con una leggera tostatura, per quanto riguarda i riconoscimenti olfattivi.Scheda Degustazione Birra
In bocca, il dolce del malto è molto percettibile, con l’amaro che diventa percettibile soprattutto nel finale, quasi a far da contrappunto gustativo.
La birra è equilibrata, abbastanza calda e con una frizzantezza media che non disturba affatto, anzi.
Di corpo, abbastanza intensa e persistente.
Il finale ci consegna una birra matura, di alta bevibilità; sicuramente aderente allo stile e dal flavour gradevole.

Con un corredo di 5,6 ° alcolici e 12 gradi Plato ce la immaginiamo abbinata a un goloso aperitivo a base di crostacei.

941039_1128390150506296_4213188024544957477_n

Ecco la lista dei partecipanti al corso Sommelier della Birra:
ALBANO LAURA, AVALLONE MARIA IDA, BALESTRIERI LILIANA, BARRELLA PASQUALE, BONETTI VALENTINA, CAPODACQUA MARCO, CATTANEO MARTA, CIOTOLA ANNA,  CONSTANTOPULOS DIMITRIOS,  CREMONESE TERESA, CUDINI GIOVANNI,  DE FAZIO VALENTINO,  DI CESARE TIZIANA, ELEFANTE VALERIO, ERMAN ELENA,  FUSCO GUIDO, GALATERI DI GENOLA URCIOLI FABIO,  GAMBARDELLA PAOLA,  GAROFANO FRANCESCO, GIANNO ADRIANA,  GIGANTE ANGELO,  GRAMAGLIA SANDRO,  IPPOLITI LAURA , LA MURA SEBASTIANO (+ 2 persone),  LO GIUDICE ROSA,  MIELE GENNARO,  MONTANINO DINO,  PAPACCIO MANUELA,  PASQUINO ROSSANA,  POLVERINO ANTONIO,  PORRICELLI PAOLO,  POTENZA FRANCESCO,  ROMANO LUCA,  SANGES ADRIANO,  SCARTACCINI MARIO,  SCOGNAMIGLIO GIOVANNI,  VOLPE PIERLUIGI

Restano esclusi e ci possono contattare (0823.345188) per la restituzione del bonifico o propendere per la partecipazione al turno pomeridiano delle 15 :

BORRELLI GIANLUCA, LA MARCA GIOVANNI (1974), LA MARCA GIOVANNI (1982), PELELLA ALESANDRO

Gli eventi dell'AIS Napoli
    • dal 21 mar 2019 al 21 mar 2019 alle ore:20:30

      21 Marzo, Cena-degustazione con Ca’ Nova da Cantina La Barbera

      Mancano: 2 giorni e 04:34 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
  • Video

    Tags