Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...eventi aisnapoli

10176181_306507142830413_6660779618327670187_nASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER Delegazione di Napoli

NapolinVespa Tour, Wine&Thecity e Ais Napoli

presentano

WINE&TheVespa, vintage tour alla scoperta delle vigne metropolitane

Partiremo da Piazza Trieste e Trento e, dopo un calice di benvenuto con lo spumante di Falanghina Flaegreo offerto dalle Cantine Federiciane, percorrendo il lungomare, ci trasferiremo sull’amena Posillipo dove, proprio in cima alla collina, di fronte a Capri, c’è il celebre ristorante Rosiello dal 1933 gestito con competenza e passione dalla famiglia Varriale. Passeggeremo nei quattro ettari di vigneto dell’Azienda agricola Varriale per scoprire una delle vigne più antiche e panoramiche della città.
Salvatore Varriale, sommelier e vignaiolo nonché padrone di casa, illustrerà le diverse viti coltivate, raccontandone storia e caratteristiche.
Accompagnati dai sommelier dell’Ais (Associazione Italiana Sommelier) di Napoli si degusteranno quindi i vini prodotti dall’azienda: il Piedirosso in purezza Doc, la Falanghina e il Rosato ottenuto da un blend di uve autoctone.

Riscopriremo i profumi ed i sapori della Campania Felix in un percorso che riporterà alla luce l’etimologia di Posillipo (dal greco: Pausilypon = pausa dagli affanni).

Saremo tutti passeggeri delle incantevoli vespe d’epoca di NapolinVespa Tour. Driver simpatici e cordiali si occuperanno della guida lasciandoci il piacere di un entusiasmante viaggio nel tempo in cui ripercorrere la storia degli antichi Casali di Posillipo.
Date: sabato 17 maggio | domenica 18 maggio | sabato 24 maggio | domenica 25 maggio

Orari: 10:00/12:30 – 16:00/18:30

Durata: 2 ore e 30 minuti circa

Pick-up e Drop-off: Piazza Trieste e Trento

Contributo di partecipazione: € 30,00

IL VESPA TOUR INCLUDE: Vespa d’epoca con driver, casco, sottocasco monouso, carburante, assicurazione, guida turistica, sommelier AIS, ingresso in vigna, degustazione.

N.B. Per partecipare a Wine&TheVespa è OBBLIGATORIA la PRENOTAZIONE scrivendo a info@napolinvespa.it o chiamando il (+39) 340.26.70.992

Non sarà possibile partecipare con veicoli propri e/o guidare le vespe

10151987_10203799936707223_146959807045483331_nDi Ernesto Colicino
Deliziosa serata quella dello scorso lunedi 14 aprile alla Trattoria dell’Oca, tenutasi in occasione della tradizionale cena di fine corso, organizzata dal direttore Tommaso Luongo congiuntamente a Gabriele Pollio, sommelier del corso. Singolare e divertente l’idea di suggerire a tutti i partecipanti, poi, di presentarsi ciascuno con almeno una bottiglia di vino a scelta. La trattoria dell’Oca è una gradevolissima location, le cui piccole salette dalle tinte calde, grazie ai colori pastello delle pareti e dai mobili in legno, sembrano donare un senso di casalingo abbraccio all’ospite. Nell’ultima di queste salette, occupata dall’allegra brigata di trenta e più anime dell’AIS, fa mostra di sè anche una buona selezione di bottiglie non banali, che induce a pensare che la proprietà dedica un’attenzione speciale all’offerta enologica (altro bonus). I futuri sommelier arrivano alla spicciolata, qualcuno anche con ritardi mostruosi… Nel frattempo vengono consegnate e assiepate le bottiglie (una addirittura coperta con carta stagnola….mah!): su un bancone i rossi, in un contenitore colmo di ghiaccio i bianchi e qualche vino dolce. Guido FuscoFranco De Luca, Ernesto Lamatta, Andrea Cerino, Gabriele e Tommaso, i professionisti del settore cominciano a scambiarsi battute e apprezzamenti per le scelte e ad indagare su chi abbia portato cosa. Anche se maggiore curiosità continua a destare la bottiglia “con la carta stagnola”…. Dopo più di un’ora e mezza di attesa di un paio di “studenti”, ancora non giunti sul posto e con un discreto languore sempre meno educatamente celato dal gruppo, il suddetto Direttore Tommaso decide di aprire le danze. Si comincia con l’apertura di un jeroboam di champagne Thienot, che ben si coniuga ad una fritturina all’italiana assolutamente non untuosa, corredata di cornetto di bresaola ripieno. Buona la prima. Si prosegue con seconda frittura di alici e calamari, sempre cucinati perfettamente. Comincia la “tracchiata” di bottiglie. Ovviamente si parte dai bianchi. Chi scrive ricorda un Sauvignon di Franz Haas, un 1607084_10203799937107233_8028296050245785419_nGewurtztraminer dell’Abbazia di Novacella, altri splendidi prodotti che vanno dalla Puglia, alla Campania, fino ad un piemontesissimo Blangé Arneis di Ceretto…. il trionfo di un’Italia unita almeno per una sera… Arrivano gli ospiti ritardatari. Continua il valzer dei calici (sempre troppo poco pieni!), aumenta il volume delle voci, si comincia a sentire qualche risata scomposta…. Nel frattempo qualcuno aveva pensato di togliere la carta stagnola dalla bottiglia e di stapparla per far ossigenare il suo contenuto e, vista l’età della “bimba” è stata una mossa saggia: trattavasi di Barbaresco di Gaja 1997 (‘o frato tuoio! – ndr). I maccheroncelli al sugo e un risottino mantecato al profumo di mare ci confermano l’iniziale sensazione che alla Trattoria dell’Oca si mangia proprio bene! Il roast beef con salsa di prugne porta inevitabilmente al clou della serata: i rossi…. Lo scrivente, a questo punto della serata, ha qualche black out di memoria (giustificato) sulla sequenza di bottiglie di calibro che vengono servite. Vale assolutamente la pena di citare almeno un superbo Barolo Spinetta 2007, un Barbaresco dei Produttori, mentre comincia ad essere portato ai nasi degli astanti, a mo’ di Santo Graal, il primo calice di Gaja, almeno per un primo esame olfattivo. Pare che convinca tutti della sua aura regale. Non è dato sapere se alla fine tutti abbiano degustato il Piemontesone in questione, anche se si parla di millilitri, ma a giudicare dalle facce, contente e sufficientemente eloquenti, sì. Ad ogni modo sarebbe occorso maggior tempo per la decantazione. Il vino si è mostrato un pò reticente. Con una pastiera “comm’a faceva mammà”, innaffiata da un Muffato della Sala 2005 e da uno Chateau Rieussec 2003, si chiude in bellezza la serata, lasciando a tutti un finale di bocca dolcissimo, in attesa di rivedersi ad ottobre per una nuova galoppata verso la meta.

Locandina Corso aggiornamento Sommelier

Trattoria dell'Oca

ASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER Delegazione di Napoli

“I FuoriCORSO

Cena di Fine Corso Primo Livello N.48

Hotel Renaissance

Trattoria dell’Oca

Via S.Teresa a Chiaia n.11 (angolo via Bausan)

Ticket di partecipazione: euro 25

Info e Prenotazioni: 3922675405 gabriele.pollio1@gmail.com

Vi aspettiamo, Lunedi 14 Aprile alle ore 20.00 presso la Trattoria dell’Oca, per una serata dedicata ai racconti dei momenti più singolari del Corso. I partecipanti potranno, come di consuetudine, proporre ai colleghi l’assaggio di un vino a loro caro che presenteranno nel corso della serata. Amici, sommelier, aspiranti sommelier, docenti e appassionati potranno intervenire. In apertura serviremo, giusto per calmare la sete, champagne Thienot in jeroboam (a proposito…avete studiato? quanti litri sono?)  per poi passare alla formula del BYOB (bring your own bottles).

Menù

Alici e calamaretti fritti

Bocconcini di provola fritti

Crocché di patate

Conetti di bresaola con ricotta di cestino

Risotto zucchine e taratufi

Lo Scarpariello

Arista in agrodolce con prugne

Pastiera

I FuoriCorso: incontri informali all’insegna della convivialità e del piacere di stare assieme recuperando un (in)sano rapporto con il vino. Durante i nostri corsi nascono, sulla base della comune passione per il mondo del vino, sincere e “trasversali” amicizie. Abbiamo voluto dare continuità a questi legami promuovendo questi appuntamenti in modo da consolidare i gruppi che spontaneamente si formano all’interno di ogni corso. La formula è quella della cena accompagnata dal BYOB (bring your own bottles) che consente attraverso la condivisione ed il confronto di fare qualche bella sorpresa etilica…

Corso di Sommelier n.56 in partenza

Pubblicato da aisnapoli il 24 - marzo - 2014Versione PDF

La prima lezione (del corso Sommelier) non si scorda mai…(T.L.) Foto di Paride Cimbalo

La grande famiglia dei sommelier Ais Napoli si allarga…

Pubblicato da aisnapoli il 22 - marzo - 2014Versione PDF

fiocchi-nascitaUn caloroso benvenuto ai 29 neo-sommelier del corso n.23 che oggi si sono diplomati presso l’Hotel Reinasssance Mediterraneo con i commissari Manuela Cornelii e Vincenzo Ricciardi.

Oggi con l’esame orale si è completato il vostro percorso formativo relativo al corso di sommelier dell’Ais: da stasera se ne apre un altro, molto più lungo, che vi accompagnerà per tutta la vostra vita…

Mi raccomando però, non fate “troppi danni” :-)

 

Ecco la lista, in rigoroso ordine alfabetico: Pietro Amato, Luca Bellettini, Pietro Cafasso, Luigi Campanile, Manuela Chiarolanza, Pietro De Fenzo, Roberta D’Emmanuele, Massimo Di Domenico, Pietro Elefante, Marco Fasciglione, Paolo Fasciglione, Renato Galli, Marco Lanza, Vitangelo Martino, Teresa Migliaccio, Maria Pesacane, Alessandro Pezzella, Antonio Polverino, Roberta Porciello, Serena Russo, Ciro Sannino, Stefano Sannino, Marina Savastano, Luca Sbrizzi, Domenico Scognamiglio, Catherine Emma Shaw, Agostino Tammaro, Mario Vela, Riccardo Zenone.

Che il (buon) Vino sia con voi…cari colleghi!

Tommaso Luongo

Chiuse le iscrizioni!

soldout1-2Abbiamo raggiunto il numero massimo di partecipanti al Corso di Primo Livello di qualificazione professionale N.58 per sommelier organizzato dall’Ais Napoli che inizierà il 18 Marzo  all’hotel Reinassance Mediterraneo. Ci dispiace per le persone interessate che stavolta non siamo riusciti ad accontentare. Tutti quelli che dovessero trovarsi nella spiacevole situazione di aver già versato il bonifico previsto per la partecipazione al corso di primo livello ma non sono riusciti ad iscriversi possono scegliere l’immediata restituzione del bonifico ovvero ritenersi già iscritti al prossimo corso che partirà tra Ottobre e Dicembre.

Ecco la lista degli iscritti. Ci vediamo martedì 18 Marzo (T.L.)

ABBRUZZESE RICCARDO, ALBANO SARNO GERARDO, ANDOLFI FRANCESCO, ANNUNZIATA CATERINA, APERGIS DIMITRI, AURINO ALESSIO, D’AVINO DANIELE, BELLINELLO, BENEDINI MARIO LUCIANO, BIONDI CRISTINA, BOCCIA MARIA CRISTINA, BOCCOLINO ANTONIO, BORDONE EVIRA, CAIAZZO STEFANIA, CHIANESE MICHELE, COLONNA SALVATORE, COPPOLA ANTONIO, COVINO MARIA , CRICUOLO GAETANO, CUCCURESE STEFANIA, D’ANGELO VERONICA, DE CHAM ISABELLA, DE FILIPPIS MIRCO, AMITRANO LUCA, AMITRANO GIORGIO,DE ROSA ANGELO, DI DONATO MARCO, DI PINTO GIUSEPPE, ELIA FABIANA, ESPOSITO MARIATERESA, ESPOSITO SIMONE, ETTARI DIEGO, FERRILLO ANGELA, FIORENTINO LIDIA, FIORENTINO LUCA, FORTE STANISLAO, GAMBARDELLA LUIGI, GENETIEMPO ANTONIO GENETIEMPO CINZIA, GIARRA ANTONELLA, GIERI ANNA, GRECO DAVID, LAUDIERO CARLO, GAMBARDELLA LUCIA, GRANATA GIULIANO, MANCINI LAURA, MATTERA CARMINE, NASTRI ANDREA, PALUMBO FEDERICA, PANARO AIDA, PETRONE ALESSANDRO, PETRONE FABIO, PICARDI MARTINA, RAZZINO VALENTINO, RICCIO GIOVANNI, SALOMONE LORENZO, SCIALO TOMMASO, SILENTI ROSANNA, WAGNER STEFEN, VENERUSO PASQUALE ANTONIO, VESPERE GIULIANA, VIGILANTE FRANCESCO

Gli esami non finiscono mai…

Pubblicato da aisnapoli il 3 - marzo - 2014Versione PDF

EsamiCari quasi-sommelier,
Basta con l’ansia e le ripetizioni notturne…Finalmente ci siamo:il giorno fatidico è arrivato!
Oggi, 3 marzo 2014, l’appuntamento è all’Hotel Renaissance Mediterraneo alle ore 19.30 per la fatidica prova scritta con degustazione. Puntuali, mi raccomando!
Portate con voi la “fida” valigetta con due bicchieri, due penne di colore diverso – così il grafico dell’Abbinamento Cibo-Vino viene meglio- buona volontà, pazienza e un po’ di fortuna…

In bocca al lupo! (T.L.)

Gli eventi dell'AIS Napoli
    • Nessun evento da mostrare
  • Video

    Tags