Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...eventi aisnapoli

Malazè ricomincia dalla Fine del Mondo…

Pubblicato da aisnapoli il 20 - giugno - 2014Versione PDF

Rosario MatteraDi Mauro Illiano

L’angolo silente della pietra più calda della terra bacia il mare in un dove uguale solo a sé stesso. Mura di zolfo sovrastano le scogliere ed impediscono al vento di andare oltre il petto della riva. Un baluardo sovrasta l’orizzonte ergendosi a testimone unico del volo dei gabbiani, il faro di Miseno. Un folto gruppo di uomini e donne riempiono lo spazio di una collina. La passione addensa l’atmosfera, mentre il vino, il cibo e l’archeologia si contendono gli occhi degli astanti. Un’onda d’improvviso rompe il silenzio, è già tempo di ricominciare, è già tempo di riprogrammare, il magazzino di idee riapre…

Malazè, arrivato alla sua IX edizione inizia dalla fine, la fine del Mondo. La meravigliosa struttura della Cala Moresca, di per sé già in grado di evocare suggestive immagini del passato, diventa per un giorno Finis Terrae dei Campi Flegrei, punto d’arrivo dell’Anteprima di Malazè 2014, e punto di partenza della nuova avventura EnoArcheoGastronomica capitanata dalla mente e dal cuore di Rosario Mattera, ideatore di Malazè.

Giornalisti, ristoratori, cuochi ed in ogni modo addetti al mondo dell’eno-gastronomia e Marianna Vitaledintorni si sono riuniti Martedì 17 Giugno 2014 sul promontorio di Capo Miseno, dove Rosario, insieme a Rosanna Marziale (chef del ristorante Le Colonne di Caserta), Marianna Vitale (chef del ristorante Sud di Quarto), Gino Sorbillo, (titolare della storica pizzeria napoletana “Sorbillo” ai Tribunali) e Manuel Lombardi, (titolare dell’Agriturismo “Le Campestre” di Castel di Sasso), ha capitanato una tavola rotonda intitolata i “Buoni” della Campania, sotto l’attenta regia di Santa Di Salvo, giornalista di enogastronomia de “Il Mattino”.

Tanti gli argomenti all’ordine del giorno, incentrati fondamentalmente sullo sviluppo eno-gastronomico della terra flegrea da basarsi principalmente su una maggiore cooperazione di tutti gli addetti al settore, ed alle sinergie imprenditoriali da sostenere onde donare ai Campi Flegrei il posto che merita nel panorama culturale campano.

Scroscianti applausi ed accorati complimenti hanno traghettato i presenti dalla teoria alla pratica, ed un banchetto altisonante ha preso il posto delle pur lodevoli parole udite sin lì. Tanti, tantissimi i rappresentanti della terra flegrea presenti all’anteprima, sia per ciò che attiene il cibo ( Abraxas Osteria, La Bifora, La Bottega dei semplici pensieri, Aret o vico, Sciardac, La Catagna, Dolci Momenti, Il Rudere , Capu Blu, Locanda Santò, La Cucina di Ruggiero, La Marchesella, Antica Macelleria Fratelli De Gennaro, O Valjone, Nini, Il Tarantino, Coop. Lazzarelle, Fefe, Slow Food Campi Flegrei, nonché il Consorzio Mozzarella di Bufala, l’Associazione A.P.L. Panificatori Napoletani ), che per ciò che attiene in vino (presenti in degustazione i vini di tutte le aziende vinicole flegree, serviti dai sommelier dell’Associazione Italiana Sommelier Delegazione di Napoli).

Piccoli e grandi, caldi o freddi, cotti e crudi, sicuri capolavori del gusto hanno preso a esistere sui banchi d’assaggio dell’oramai sera flegrea.

L’angolo silente della pietra più calda della terra bacia il mare in un dove uguale solo a sé stesso, ora non si ode neanche un rumore, ma la cultura è stata tramandata, Malazè è già tornato..

Durante l’anteprima ho avuto modo di intervistare Rosario Mattera, ideatore di Malazè. Ecco a voi l’intervista:

Cosa si impara in 9 anni di Malazè?

Innanzitutto si impara a camminare sulle proprie gambe, contare solo sulle proprie forze. Poi, una volta resisi indipendenti, si impara a sostenere il territorio. Un territorio, quello flegreo, che ha delle straordinarie risorse, ma che raramente riesce a sfruttarle. Dietro ogni impresa di questo territorio c’è un uomo o una donna, spesso questi hanno gli stessi obiettivi e gli stessi interessi, con Malazè abbiamo cercato di creare un luogo di incontro per costruire insieme un percorso comune.

Malazè 2014, quali le principali novità?

Quest’anno, come facciamo da tempo, abbiamo continuato con la selezione di coloro che faranno parte di Malazè. Perché Malazè è un ideale, un credo da sostenere fermamente, non una moda. Inoltre quest’anno abbiamo dato una maggiore identità alla manifestazione, dividendo le iniziative per itinerari. Quanto alle grandi novità, abbiamo previsto una autonomizzazione dei ristoratori che ad oggi sono in Malazè; essi avranno una propria struttura organizzativa, che sarà in sintonia con Malazè, ma viaggerà, per così dire, su un binario dedicato. Inoltre quest’anno tre grandi eventi faranno parte del programma di Malazè: il Pozzuoli Wine&Jazz Festival, A Corto di Donne ed il Land Art

Qual è il sogno di Rosario Mattera per Malazè?

Il sogno lo svelerò oggi… si tratta di Malazè Foundation, una comunità locale in grado di inglobare Malazè! Sarà la casa di ogni attività culturale e sarà concentrata sul settore eno-archeo-gastronomico. Parteciperanno a questo ambizioso progetto il Centro CreActivitas dell’Università di Salerno ed Ettore De Lorenzo (giornalista RAI). E’ veramente un sogno, in questo modo Malazè non avrà più confini temporali, diventando, così, un evento infinito.

L’Ais Campania a Vitigno Italia su Sommelier TV

Pubblicato da aisnapoli il 19 - giugno - 2014Versione PDF


Servizio di Simone Savoia

Ecco la IX edizione di Malazè

Pubblicato da aisnapoli il 18 - giugno - 2014Versione PDF

malazè 2014Ecco la IX edizione di Malazè

Le anticipazioni dell’evento ArcheoEnoGastronomico dei Campi Flegrei
Dal 6 al 16 settembre: in 10 giorni oltre 100 iniziative per la valorizzazione
di Pozzuoli, Bacoli, Monte di Procida, Quarto, Procida e Napoli

E’ stata presentata ieri sera la IX edizione di Malazè, l’evento EnoArcheoGastronomico dei Campi Flegrei che si terra dal 6 al 16 settembre. All’anteprima all’Hotel Cala Moresca di Bacoli hanno partecipato oltre 150 giornalisti, food and wine blogger ed operatori del settore.

Rosario Mattera, ideatore ed organizzatore di Malazè ha svelato ai presenti alcune delle novità della prossima edizione di Malazè che si articolerà in 11 giorni che prevedono oltre quasi 100 iniziative.

Tra le novità della IX edizione l’individuazione di sei itinerari che aiuteranno gli enogastronauti ad apprezzare, insieme al vino e al cibo, l’enorme patrimonio storico e naturalistico dell’area flegrea: Neapolis (Bagnoli, Gaiola, Fuorigrotta, Agnano, Astroni), Puteoli (Rione Terra, Solfatara, Centro Storico, Via Celle, Cigliano, Campiglione, Montespina), Avernum (lago d’Averno, Monte Nuovo), Baiae (Bacoli, Baia, Miseno), Quartum (Quarto, via Consolare Campana), Mons et Prochyta (Monte di Procida e isola di Procida).

Di seguito alcune anticipazioni: “A cena con il commissario Ricciardi” con piatti degli anni ’30 e performance teatrale insieme allo scrittore Maurizio De Giovanni; presentazione “Phlegraios – l’ultimo segreto di San Paolo” di Marco Perillo; “Le onde della Legalità”,un’escursione in una Barca confiscata alla camorra, alla riscoperta delle bellezze dei Campi Flegrei e pasto d’eccezione con i prodotti di Libera Terra; “La cena della piccola pesca flegrea”: visita guidata con i pescatori per il riconoscimento delle specie ittiche del golfo; “VI Simposio dell’Ozio Creativo”: dialogo nelle terme, tra il serio e il faceto, in ozio creativo e leggerezza, sui miti antichi e moderni; “Il piedirosso che non ti aspetti”: laboratorio che mette a confronto areali diversi della Campania in luogo speciale: la Crypta della cappella di San Giuseppe a Pozzuoli; La seconda edizione de “La Grande Abbuffata”, concorso di cortometraggi a tema enogastronomico che si terrà alle Cantine Astroni, rassegna curata dallo storico del cinema Giuseppe Borrone ed organizzata dal Festival “A Corto di Donne”. Saranno presenti durante Malazè eventi legati a due importanti contest: Land Art e Pozzuoli Jazz Festival. La cena finale, “La cucina dei Semplici”, si terrà martedì 16 settembre e servirà a raccogliere fondi per il progetto “Tablet” per i ragazzi disabili dell’associazione “La Bottega dei Semplici pensieri”.

Inoltre sono in programma: “Malazè dei Piccoli al Giardino dell’orco” con Agrigiochiamo sul lago d’Averno, laboratori Slow Food e Slow Wine, laboratori dell’Associazione Italiana Sommelier, Cene in Vigna, Visite Narrate nei siti archeologici, Ciclo Wine Tour per le cantine.

Durante l’Anteprima si è tenuta una tavola rotonda moderata dalla giornalista de Il Mattino Santa Di Salvo con i “buoni” della Campania che hanno raccontato la loro esperienza. I testimonials di eccezione sono stati: Rosanna Marziale, chef del ristorante Le Colonne di Caserta e Stella Michelin; Marianna Vitale, chef del ristorante Sud di Quarto di Napoli e Stella Michelin; Gino Sorbillo, titolare della storica pizzeria napoletana “Sorbillo” ai Tribunali; Manuel Lombardi e titolare dell’Agriturismo “Le Campestre” di Castel di Sasso in provincia di Caserta.

Pozzuoli, 18 giugno 2014
ufficiostampa@cirobiondi.it
393.5861941

Siti di riferimento:
www.malaze.org
www.campiflegreiatavola.it

lux_intenebris_campaniachevai_aisnapoli

25 MAGGIO ROSSO&SAN GENNARO

Wine&Thecity entra in un luogo di rara suggestione e in collaborazione con l’ Associazione Italiana Sommelier Delegazione di Napoli propone una degustazione speciale, carica di emozioni. La serata, nell’ambito del ciclo di eventi Lux in Tenebris in programma dal 17 aprile al 2 agosto, è ideata da Ais Napoli e progetto “Gastronomi con la Sanità“, work in progressi ideato dalla giornalista enogastronomica Monica Piscitelli, ed offre la possibilità di vivere in orario serale la magia del sito paleocristiano e delle adiacenti Catacombe accompagnati da un eloquente rosso campano delle Cantine dell’Averno. Ad accompagnarlo i “Rossi bocconi” offerti dalla Pizzeria Oliva Concettina ai Tre Santi di Via Arena alla Sanità.

Cos’è Lux in tenebris

“Lux in tenebris”, ossia “luce nell’oscurità”, torna a far illuminare dopo il tramonto, fuori del consueto orario di visita, la Napoli delle catacombe, tra chiese antiche e nuove lungo le strade e i vicoli di Capodimonte e la Sanità. Fino ad agosto in tre siti – le catacombe di San Gennaro, la Basilica della Sanità e quella del Buon Consiglio – prenderanno vita eventi, visite serali e rappresentazioni teatrali a lume di candela e luci soffuse. La rassegna, con appuntamenti sia gratuiti che a pagamento (per questi prenotazioni al numero 081 744 3714) è organizzata dalla cooperativa sociale “La Paranza onlus” e dall’associazione “Essearte”, già promotori della fortunata iniziativa “Paleocontemporanea”, che lo scorso autunno, riscuotendo gran successo di pubblico, ha acceso i riflettori su più di cinquanta artisti contemporanei in luoghi storici e peculiari della città.

- Ticket degustazione guidata “Rosso&San Gennaro“, incluso ingresso alle Catacombe e donazione alla Fondazione San Gennaro: 15 euro

- Info e prenotazioni: tel.081.7443714 prenotazioni@catacombedinapoli.it

- 25 Maggio, due turni: ore 20:00 e ore 21:30.

Catacombe di San Gennaro Via Tondo di Capodimonte,13 Basilica del Buon Consiglio

Un sommelier a via Partenope per Campania Food and Wine

Pubblicato da aisnapoli il 11 - maggio - 2014Versione PDF

10171724_561905107255648_4727823463885051579_nDi Gennaro Miele
Quest’anno la manifestazione ”Campania food and wine’‘ è iniziata in un assolato pomeriggio di Maggio, la città di Napoli è stata costellata da un percorso che ha coinvolto i cinque sensi nell’esperienza del gusto, in questo assaggio di primo maggio, giorno di festa del lavoro celebrando quello di artigiani del buono in un percorso articolato tra storici ristoranti a stellati hotel fino ai nuovi capitani della gastronomia …l’ Ais Napoli mi ha coinvolto per quest’ esperienza meravigliosa presso la pizzeria ”Lievito madre al mare” di Gino Sorbillo in una location suggestiva come il nostro lungomare, gremito come era di volti e sorrisi, mosaico immateriale di voci, sfumato di dialetti diversi e lingue straniere, tutto impastato, passatemi il termine, in un panetto che ha voglia di lievitare come la sensazione di libertà e voglia di sperare nelle cose belle della vita.
Il sogno della famiglia Sorbillo, parte dal cuore di Napoli, dai Tribunali, tra palazzi alti e scuri, odorosi di storie, un sogno fatto di gesti concreti e quotidiani, di fatica ed esperienza, capitanato adesso dal carismatico Gino, che ha portato la sua attività sul mare, a respirare dinanzi ad un orizzonte fortemente vivo negli indescrivibili mutamenti della luce…
Ci ritroviamo qui, nel nostro spazio degustativo immersi in un salotto immenso e suggestivo come quello di via Partenope, nome della leggendaria sirena greca che perse qui il suo ultimo respiro d’amore, salotto non mondano, ma del mondo che lo attraversa con persone sorridenti che si avvicinano, chiacchierando tra loro e con il loro sommelier, sorseggiando un fresco Rosato Costa D’Amalfi della Cantina Marisa Cuomo, e chiedendo della terra da cui arriva quel raggio di tramonto versato nel bicchiere che di mare e sole sembra sapere, vino del colore del giorno destinato a divenire sera…
10330421_561985463914279_3576975206032129377_n-2Se le parole, i colori ed il tiepido soffio del vento di quella sera potessero essere imbottigliate, sarebbero il ricordo che sorseggerei con centellinata pazienza nelle sere dei lontani inverni.
Il vino scorre e le parole si perdono e la nostra enoavventura freme mentre non lontano, sulla collina di Posillipo, la terra ed il cielo sono uniti e confusi in un amore che si consuma nel buio, come quello di innamorati clandestini divisi di giorno dalla diversa materia di origine ma poi uniti nell’oblio, vestiti di solo silenzio… e provate ad immaginare adesso il vostro sommelier che va via, lasciando, si spera, un nuovo ricordo ed un nuovo sapore e con pensieri leggeri passeggia nella giovane notte con un papillon come nell’uomo in frac e con un bicchiere nella destra agitandolo mentre cerca di raccogliere il riflesso della luna di Mergellina tra le increspature del mare finito nel calice…

logo W&TCWine&Thecity® 2014| Conferenza stampa

Giovedì 15 maggio ore 11.00
Pan Palazzo delle Arti di Napoli | via dei Mille 60

Presentazione della VII edizione di Wine&Thecity® da fuori salone del vino a rassegna diffusa di creatività urbana in programma a Napoli da 16 al 28 maggio 2014.

Saluto di Nino Daniele Assessore alla Cultura e al Turismo Comune di Napoli

Interventi dei principali attori della rassegna che quest’anno mette in rete 115 indirizzi tra Chiaia e il Centro antico, 72 aziende vitivinicole e alcuni tra i più interessanti progetti culturali e imprenditoriali della città. Partecipano ADI Campania (Associazione per il Design Industriale), APEritivo Napoli, Ais Napoli (Associazione Italiana Sommelier delegazione di Napoli), Catacombe di Napoli coop sociale La Paranza, Centro di Musica Antica Fondazione Pietà dei Turchini, Datè, Cooking Division, Escargò, Istituto Alberghiero Vittorio Veneto di Napoli, Mappi-Na.it Mappa Alternativa di Napoli, Movimento Turismo del Vino della Campania, NapolinVespa, Pastificio dei Campi, Penguin Cafè Literary Agency, Spazio Tangram, Teatro Dissolto, Wunderkammer, Yelp Napoli.

Coordina Donatella Bernabò Silorata, giornalista e ideatrice di Wine&Thecity.

Wine&Thecity®
Col patrocinio di Provincia di Napoli | Comune di Napoli | Movimento Turismo del vino
Main sponsor: Pastificio dei Campi
Acqua ufficiale: Ferrarelle
Social media partner: Yelp Napoli | Mappi-na.it
E con il supporto di: Ais Napoli | Consorzio Mozzarella di Bufala Campana Dop | Cupiello | Movimento Turismo del Vino della Campania | La Pampa Relais

ufficio stampa dipuntostudio 081 681505
www.wineandthecity.it

tastevin sommelier AISConvocazione Assemblea ordinaria dei Soci
A TUTTI I SOCI DELL’ASSOCIAZIONE SOMMELIER CAMPANIA

La S.V., nella qualità di socio dell’ Associazione Sommelier Campania, è invitata a partecipare all’ Assemblea Ordinaria dei Soci che si terrà presso il Renaissance Naples Hotel Mediterraneo, Via Ponte di Tappia, 25, Napoli, in prima convocazione alle ore 6,30 del giorno 08/06/2014 e alle ore 11,00 del giorno 09/06/2014 in seconda convocazione, per discutere e deliberare sul seguente ordine del giorno:
1. Approvazione bilancio consuntivo al 31/12/2013
2. Approvazione bilancio preventivo 2014
3. Relazione del Presidente AIS Campania
4. Relazione dei Revisori Contabili
Si comunica che il bilancio al 31/12/2013 redatto dal C.D. è a disposizione dei soci presso la sede dell’Associazione.
In nessun caso sono ammesse deleghe.

IL PRESIDENTE AIS CAMPANIA
Nicoletta Gargiulo F/to

roll-up-2014Sesto Concorso Miglior aspirante sommelier istituti alberghieri della Campania – Pagani 7 maggio 2014 IPSSEOA TEN.MARCO PITTONI

L’iniziativa “Miglior Aspirante Sommelier Istituti Alberghieri della Campania”, (nelle scorse edizioni denominato Miglior Sommelier Junior Campania), è un concorso riservato agli allievi delle scuole alberghiere della Regione Campania.
Nasce nel 2009, su proposta dell’Associazione Italiana Sommelier Campania, con lo spirito di unire, in un confronto impegnativo e sfidante, proprio di un concorso, tutti gli istituti alberghieri della Campania, nell’ottica della crescita in un settore strategico per l’offerta turistica e la naturale vocazione della nostra regione.
Il concorso prevede prove selettive con test la mattina, un pranzo con prova di servizio e prove finali pratiche in presenza di pubblico.
I vincitori delle due categorie (allievi di qualifica del III anno ed allievi di post qualifica del IV e V anno) si aggiudicano una borsa di studio consistente nell’iscrizione gratuita ai tre corsi AIS (Introduzione alla degustazione, alla vitivinicoltura e al servizio del vino – Tecnica della degustazione – Tecnica dell’abbinamento cibo-vino) ed un attestato di merito.
Per gli allievi secondi e terzi classificati ex-aequo, oltre all’attestato di merito, verrà loro offerta una borsa di studio consistente nell’iscrizione gratuita al corso AIS di primo livello (Introduzione alla degustazione, alla vitivinicoltura e al servizio del vino – Tecnica della degustazione).
A tutti gli allievi degli istituti alberghieri partecipanti verrà consegnato, nel corso della cerimonia per la proclamazione dei vincitori, un attestato di partecipazione.

Già l’A.I.S. nazionale è impegnata da ben 26 anni in tal senso e, in occasione del concorso nazionale “Miglior Sommelier Junior”, tenutosi lo scorso mese di marzo a San Giustino Valdarno (AR) all’interno dell’incantevole Tenuta “Il Borro” di proprietà della famiglia Ferragamo, la nostra Regione, rappresentata dall’IPSAR “Rossi-Doria” di AVELLINO, con l’allieva Rosa Roca, ha conquistato il podio nazionale, classificandosi terza nella categoria “Under”.
Anche in occasione di questa ultima edizione, la CAMPANIA aggiunge quest’ultimo risultato ai prestigiosi successi già ottenuti con le vittorie degli istituti alberghieri di OTTAVIANO e ISCHIA (Ed. 2012, primi classificati in entranbe le categorie) e PAGANI (Ed. 2013, primo classificato categoria Under).

L’AIS già da tempo si rende disponibile ad offrire agli Istituti Alberghieri il “Progetto Sommellerie” appositamente studiato per gli allievi degli istituti alberghieri e strutturato in un corso di studi rivolto agli allievi di post qualifica (IV e V anno) per il raggiungimento della qualifica di sommelier e sommelier professionista.
La nostra 5a edizione regionale tenutasi lo scorso anno presso l’ISIS “Ferraris”” di Caserta ha registrato una continua e più diffusa partecipazione degli istituti alberghieri campani testimonianza dell’impegno profuso dall’AIS Campania ma soprattutto della sensibilità, sempre più crescente, dei dirigenti scolastici e dei docenti che, nell’aderire all’iniziativa, dimostrano di fatto la volontà di attuare le sinergie che sono e saranno sempre più necessarie tra il mondo della scuola ed il mondo delle associazioni di categoria al fine di “accompagnare”, sapientemente e con le giuste professionalità, gli allievi degli istituti alberghieri nel mondo del lavoro.
Il concorso regionale continua a svolgersi nelle consuete modalità e da quest’anno cambia denominazione, per la necessità di caratterizzare meglio l’iniziativa del concorso regionale da quella dello storico concorso nazionale giunto, quest’anno, alla sua XXVI edizione.

Il programma:
ore 8.30 – registrazione degli allievi candidati

ore 9.00 – saluto del Dirigente Scolastico IPSSEOA “Ten. Marco Pittoni” prof.ssa Rosanna Rosa e del Presidente Regionale A.I.S. Campania Nicoletta Gargiulo

Presentazione dei candidati di entrambi i gruppi e della giuria

ore 10.00 – prove selettive, test scritto e prove pratiche per entrambi i gruppi

ore 13.30 – pranzo con prova di servizio

ore 15.30 – prova finale pratica e pubblica per i finalisti di ciascun gruppo

ore 17.30 – proclamazione dei vincitori, consegna premi ed attestati di partecipazione

Gli istituti partecipanti :

IPSSEOA “DOMENICO REA” – NOCERA INFERIORE (SA)
IPSSAR “MANLIO ROSSI-DORIA” – AVELLINO
IPSEOA “TEN. MARCO PITTONI” – PAGANI (SA)
ISIS “GALILEO FERRARIS” – CASERTA
ISIS “LUIGI DE’ MEDICI” – OTTAVIANO (NA)
IPSAR “LE STREGHE – MARCO POLO” – BENEVENTO
IIS “ALDO MORO” – MONTESARCHIO (BN)
IPSAR “COLLE SANNITA” – MORCONE (BN)

Gli eventi dell'AIS Napoli
    • dal 18 dic 2014 al 18 dic 2014 alle ore:20:30

      18 Dicembre, Marcia di Natale da SUD con Ciao Vino e Ais Napoli

      Mancano: 10:02 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
    • dal 20 dic 2014 al 20 dic 2014 alle ore:21:00

      20 Dicembre, Champagne NO LIMITS con Laurent-Perrier e tombolata da Cru..do Rè e Ais Napoli

      Mancano: 2 giorni e 10:32 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
  • Video

    Tags