Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...eventi aisnapoli

Quelli della PRIMA B(irra)

Pubblicato da aisnapoli il 19 - febbraio - 2016Versione PDF

12734095_10208587876515597_6937629534482862886_n-2Di Gennaro Miele

L’amore per l’ approfondimento della conoscenza del mondo della sommellerie ha avuto quest’anno un San Valentino prorogato, infatti il 15 febbraio una nuova avventura è nata in casa dell’Ais Napoli, il battesimo del primo corso di Sommelier della Birra, il cui abbinamento a tavola con le pietanze più disparate sta rendendo la cugina birra, ovviamente nella sua accezione artigianale, complementare all’amato nettare di Bacco nella nostra curiosità di professionisti e non del settore.
Il primo giorno di ‘’scuola’’ come tutto il percorso di approfondimento, si tiene in quello che a ragione può ritenerzi uno dei templi del buon bere birra in quel di Napoli, Babette, locale del popolare e popoloso quartiere Fuorigrotta.
Il corso è stato tenuto a battesimo da Giuseppe Schisano, Mastro Birraio del Birrificio Sorrento, che allo stesso modo in cui si uniscono i quattro elementi essenziali di una birra ha creato un linguaggio fatto di passione e competenza tecnica capace di trasportare l’attenzione di tutti verso l’immagine di verdi luppoleti primaverili, di ricreare attraverso l’esame olfattivo le atmosfere dei maltifici dove i profumi ti circondano.
Un corso che porterà le emozioni degustative a viaggiare al di fuori dei filari tanto amati, creando nuove fantasie liquide fatte di luoghi e climi diversi, aromi di miele d’acacia e agrumi, frutta esotica e sentori di liquirizia che sono state come chiavi sensoriali che invitavano all’assaggio di una bevanda che ha radici profonde nel mediterraneo in zone dove le condizioni non le rendevano adatte alla coltivazione della vite.
Un nuovo viaggio parallelo a quello del vino, una nuova scuola di pensiero liquido nella Napoli che sonnecchiava nel lunedì sera ha avuto il suo inizio tra i tavoli di Babette, qui, dove spensierate sere nel fine settimana vengono spese, una nuova classe di appassionati alunni ha iniziato il suo inizio, la Prima B (irra).

Foto di Anna Ciotola

Corso SommelierASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER Delegazione di Napoli
Parte il Secondo Livello del Corso Ais n.68 per sommelier

Ogni MERCOLEDI a partire dal 16 Marzo alle ore 20.00 presso l’Hotel Mediterraneo Reinassance in via Nuova Ponte di Tappia, 25 Napoli.

Quindici lezioni per approfondire al meglio gli argomenti di Enografia Italiana ed Internazionale: un viaggio nelle grandi terre del vino d’Italia e del Mondo. La comunicazione sul vino, negli ultimi anni, ha fatto passi da gigante e l’Associazione Italiana Sommelier, a pieno titolo, ha contribuito e contribuisce a far crescere il movimento intorno al vino con la sua fondamentale opera di divulgazione. In oltre cinquant’anni di storia e di attività nel mondo enogastronomico l’Ais ha qualificato il vino nella ristorazione italiana, puntando decisamente all’innalzamento del livello generale di competenza degli addetti ai lavori, ed ha diffuso, con costante impegno ed entusiasmo, la cultura del vino e del cibo per tutti gli appassionati. La quota di iscrizione al corso è pari a 480 euro, da versare alla sede regionale dell’Ais Campania con bonifico bancario indicando nella causale il nominativo ed il corso di riferimento.

ASSOCIAZIONE SOMMELIER CAMPANIA
B.C.C. DI CASAGIOVE
IBAN: IT 13 K 08987 74840 000000330616 Euro 480
Causale: Nominativo + Secondo livello corso n.68
Informazioni: Segreteria Corso n.68 Elena Erman architettoerman@gmail.com 333.4556524

Segreteria AIS Campaniainfo@aiscampania.it 0823.345188 (ore ufficio)

ATTENZIONE: Si prega di avere attenzione nell’indicare esattamente la causale così come descritto.
Scarica qui il Calendario Secondo Livello

Vitae la Guida Vini diventa App

Pubblicato da aisnapoli il 10 - febbraio - 2016Versione PDF

App_Guida_Vitae_iOS_AndroidSbarca negli store virtuali iOS e Android la nuova App dedicata ai vini italiani, emanazione digitale del volume realizzato dall’Associazione Italiana Sommelier per i suoi Soci e il grande pubblico degli appassionati
Cercare un vino, un produttore, i vitigni o le denominazioni di una regione non è mai stato così semplice. Dal proprio smartphone, in pochi click si accede al database dei circa diecimila vini recensiti dai degustatori AIS; utilizzando le diverse chiavi di ricerca si possono inoltre applicare filtri (anche multipli) per circoscrivere i risultati secondo la denominazione, la regione di appartenenza, il colore, la tipologia, le uve, la valutazione AIS. Più semplicemente, digitando il nome di un vino o anche solo parte di esso, saranno visualizzate tutte le etichette presenti comprendenti quel nome. Si tratta di un’applicazione “nativa”, progettata per ottenere le migliori prestazioni anche sui cellulari non di ultimissima generazione, spesso in difficoltà con le app più innovative; il suo pregio è dato dalla possibilità di utilizzare lo strumento anche in modalità offline, evenienza tutt’altro che improbabile all’interno di cantine, ristoranti o magari tra i filari di una vigna in un’area con il segnale debole o assente.
Altro plus apprezzabile è il sistema di geolocalizzazione di tutti i produttori recensiti, che permette di visualizzare attraverso una finestra di Google Maps la posizione delle cantine circostanti, di contattarle direttamente per telefono, inviare una mail, accedere alle informazioni sui vini prodotti o addirittura attivare il navigatore per raggiungerle. Una funzione molto utile data l’ubicazione delle aziende vitivinicole spesso in luoghi lontani dalle strade principali.
Ciascun utente può selezionare e salvare una top-list, una cantina virtuale con le etichette preferite per una consultazione immediata o frequente, oppure accedere alle descrizioni organolettiche dei vini e all’abbinamento gastronomico, esattamente come riportato nel volume cartaceo.
Se la Guida dei Vini Vitae rappresenta l’impegno editoriale, culturale e didattico dell’Associazione Italiana Sommelier – commenta il Presidente nazionale dell’AIS Antonello Maietta – volto alla promozione, alla conoscenza, alla consapevolezza e alla sostenibilità del consumo dei vini e dei prodotti della nostra tradizione gastronomica, la realizzazione della App Vitae simboleggia il suo naturale completamento. Uno strumento semplice, versatile e di facile fruizione, che dilata enormemente le possibilità di consultazione della Guida, permettendone altresì un aggiornamento in divenire“.
Vitae è disponibile nelle versioni iOS e Android al costo di €7,99, che diventano 4,99 per i soci AIS, e comprende tutti i contenuti presenti nella Guida cartacea 2016. Dal prossimo anno saranno possibili gli aggiornamenti con i contenuti delle guide degli anni successivi.
L’App Vitae con le sue funzionalità e la sua praticità d’utilizzo si inserisce a buon titolo tra gli strumenti più efficienti e completi in tema enoico disponibili in rete, come confermano i primi dati sui download, superiori a ogni più ottimistica previsione.

#sommelierdellabirra: Commerzienrat Riegele Privat

Pubblicato da aisnapoli il 21 - gennaio - 2016Versione PDF

marchio-riegeleDi Gabriele Pollio

Una birra del birrificio Riegele di Augsburg che rispecchia perfettamente i rigorosi canoni bavaresi stabiliti dall’Editto della Purezza emanato dal duca Guglielmo IV di Baviera nel 1516.
E quindi: acqua (attinta direttamente dal pozzo profondo circa 220 metri collocato all’interno del birrificio), malto d’orzo e luppolo. Una lager di grande pulizia e bevibilità, che non teme il confronto con le più note sorelle di Monaco.
Ne presentiamo una degustazione sulla base della scheda di degustazione per la birra sviluppata dall’Associazione Italiana Sommelier di Napoli.
La schiuma è presente, abbastanza fine e persistente.
Il colore è giallo dorato.
Alla vista è abbastanza consistente e cristallina.
Al naso, considerata nella sua tipicità legata allo stile di produzione, è intensa e abbastanza complessa. Maltata, fragrante e con una leggera tostatura, per quanto riguarda i riconoscimenti olfattivi.Scheda Degustazione Birra
In bocca, il dolce del malto è molto percettibile, con l’amaro che diventa percettibile soprattutto nel finale, quasi a far da contrappunto gustativo.
La birra è equilibrata, abbastanza calda e con una frizzantezza media che non disturba affatto, anzi.
Di corpo, abbastanza intensa e persistente.
Il finale ci consegna una birra matura, di alta bevibilità; sicuramente aderente allo stile e dal flavour gradevole.

Con un corredo di 5,6 ° alcolici e 12 gradi Plato ce la immaginiamo abbinata a un goloso aperitivo a base di crostacei.

Vomero, via Bernini. Ci sta un avvocato, un commercialista, un vigile del fuoco e un corso da sommelier.

Sembra una barzelletta ma non lo è, anzi!

Accomunati da una passione, un’idea, un progetto…E’ nata GRANAFINE!

In bocca al lupo (e al vino) ragazzi!
Foto di Anna Ciotola

Un “corno” per l’Ingegnere

Pubblicato da aisnapoli il 13 - gennaio - 2016Versione PDF

foto-50A volte si commettono errori imperdonabili: come quello di citare, nel profilo aziendale dedicato alle Cantine Mustilli, nella sezione campana di Vitae 2016, il “compianto” ingegner Leonardo Mustilli che è vivo e vegeto.
Naturalmente nella versione digitale – attesa novità della Guida dell’Associazione Italiana Sommelier di quest’annol’errore è stato prontamente corretto: ma questa è un’altra storia, appunto digitale.
Non deve capitare ma può capitare, e testimonia proprio l’umanità di una Guida come la nostra che parla di uomini e donne; fatta da uomini e donne, per essere letta da uomini e donne.
Ringraziamo le deliziose e (soprattutto) comprensive Paola e Anna Chiara Mustilli che hanno accettato le nostre scuse con il sorriso sulle labbra ricordando come, da tradizione, queste notizie allungano la vita…e noi, a volerne rafforzare l’efficacia scaramantica, abbiamo fatto dono all’Ingegnere di un corno d’autore in una bellissima tinta color rosso aglianico per illuminare ancor di più le sue splendide cantine scavate nel tufo.

Tommaso Luongo
Referente regionale Guida Vitae

soldout1-5Spiacenti ma siamo costretti a chiudere le iscrizioni per il Corso Sommelier della Birra: abbiamo raggiunto il numero massimo di partecipanti.

Contiamo di verificare, a stretto giro, la disponibilità dei singoli relatori e di provare ad organizzare un secondo corso prima dell’estate per soddisfare le tante richieste ci che sono pervenute.

Che il Luppolo sia con Voi.

Un sommelier al Teatro San Carlo

Pubblicato da aisnapoli il 3 - gennaio - 2016Versione PDF

12390825_800761560036152_857263833434970716_nDi Angela Russo

Se tre anni fa, quando ancora frequentavo il primo livello del corso di sommelier AIS, mi avessero detto che un giorno, neanche troppo lontano, sarei stata scelta nell’ambito dell’Associazione per prestare servizio durante la prima della Carmen al Teatro San Carlo di Napoli, non vi avrei certamente creduto. A maggior ragione se questo servizio si sarebbe dovuto svolgere alla fine del primo atto, nel corso dell’aperitivo di gala,e per di più alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. A corredo, il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, l’onorevole Antonio Bassolino, il Ministro dei beni e delle attività culturali Dario Franceschini, assieme a un parterre altrettanto importante di personaggi di rilievo nello scenario politico italiano. 12141581_800761550036153_2920171230301186448_nChef d’eccezione il vesuviano Pietro Parisi, ribattezzato “cuoco contadino” per aver saputo dedicarsi con grande tecnica e passione alla preparazione dei prodotti della nostra terra, il quale ha deliziato tutti i presenti coi suoi famosi boccaccielli, sfiziosi finger food rigorosamente a km 0. In abbinamento i vini del consorzio tutela vini d’Irpinia che ho avuto l’onore di servire agli autorevoli ospiti della serata sotto la guida professionale ed esperta di Mariateresa Lanza, a sua volta sommelier e responsabile beverage degli eventi del teatro. Emozionante, a dir poco, l’ingresso dei politici nella saletta riservata. A costoro e alle loro elegantissime foto-49signore è stato servito un’altra eccellenza campana, il Caprettone spumante metodo classico di Casa Setaro. Ricorderò a lungo l’emozione provata nell’essere presente lì, in quella prestigiosa occasione. E ringrazio la mia associazione, che ha riposto fiducia in me affidandomi un servizio così delicato. L’Associazione Italiana Sommelier, di cui faccio parte da più di tre anni ormai, offre continuamente bellissime opportunità. E io, la mia, l’ho colta al volo!

Gli eventi dell'AIS Napoli
    • dal 30 ott 2015 al 18 giu 2016 alle ore:19:30

      Ais Campania, Master Borgogna con Armando Castagno:

      Mancano: 00:00 ore.
      Leggi maggiori dettagli »
  • Video

    Tags