Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...corsi sommelier in partenza

ASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER CAMPANIA

VITIGNO ITALIA, XIII edizione, Castel dell’Ovo Napoli 

21/22/23 Maggio

Ritorna a Napoli il Salone dei Vini con degustazioni, focus e seminari tutti dedicati all’arte della produzione vinicola.

vitigno Italia

Torna a Napoli l’evento più atteso per tutti gli amanti del vino. La XIII edizione del Salone dei Vini e dei territori vitivinicoli italiani si terrà il 21-22 e 23 maggio in una delle location più ambite di Napoli: Castel dell’Ovo. 250 aziende e 1000 etichette per un evento unico, che la scorsa edizione ha registrato quasi 10.000 visitatori. Un percorso attraverso i mille sapori del vino, attraverso quelli che sono le migliori aziende vinicole d’Italia. La novità di questa edizione è il Napoli Wine Challenge, un concorso aperto a tutte le aziende che aderiscono alla manifestazione.

L’evento si terrà dal 21 al 23 maggio 2017, con i seguenti orari:

Domenica dalle 15:00 alle 22:00 / Lunedì dalle 15:00 alle 22:00 / Martedì dalle 15:00 alle 21:00

21 maggio: € 25 ingresso + calice | 22 e 23 maggio € 20 ingresso + calice;

– € 40,00 abbonamento per tre giorni

Nelle tre giornate della manifestazione, ci sarà uno sconto per i soci AIS: basterà presentarsi al Desk biglietteria con tessera associativa dell’anno in corso o ricevuta di pagamento per aver diritto, previo riconoscimento con documento d’identità, allo sconto di € 10,00 (ingresso + calice ).

 

Le attività dell’AIS CAMPANIA:

ENOTECA REGIONALE 21/22/23 Maggio

Banco d’assaggio dei vini campani che hanno aderito alla Guida Catalogo delle Aziende Vitivinicole e Vinicole della Regione Campania, Assessorato all’Agricoltura della Regione Campania. Servizio a cura dei sommelier dell’Ais Campania.

 

SALA DEGUSTAZIONI

Domenica 21 Maggio

Ore 19,00 – Il Tartufo Nero dell’Irpinia in abbinamento a una selezione di  vini campani dell’Enoteca Regionale.

Degustatore Franco De Luca, AIS Campania

Lunedì 22 Maggio 

Ore 15,00 – I Tre Cornetti Gold. Degustazione dei vini premiati dalla Guida Catalogo delle Aziende Vitivinicole e Vinicole della Regione Campania, Assessorato all’Agricoltura della Regione Campania in collaborazione con l’Associazione Italiana Sommelier Campania 

Degustatori: Nicoletta Gargiulo e Maria Sarnataro, AIS Campania 

Greco di Tufo docg 2015 “Vigna Cicogna” / Falanghina del Sannio doc Guardia Saframondi 2015 “Vigna Suprema”/ Paestum Igt Fiano 2015 “Kratos”/ Costa D’Amalfi doc Furore bianco 2014 “Fiorduva”/ Colli di Salerno igt Rosso  2011 “Borgo di Gete” / Taurasi docg 2010 “Spalatrone” / Colli di Salerno igt 2014 “Montevetrano”

 

Ore 17,00 I Tre Cornetti Gold. Degustazione dei vini premiati dalla Guida Catalogo delle Aziende Vitivinicole e Vinicole della Regione Campania, Assessorato all’Agricoltura della Regione Campania in collaborazione con l’Associazione Italiana Sommelier Campania

Degustatori: Tommaso Luongo e Franco De Luca, AIS Campania

Spumante Asprino d’Aversa doc Metodo classico “Priezza” / Irpinia doc Falanghina 2015 “Via del Campo” / Falanghina del Sannio doc 2015 “Fois” / Irpinia doc bianco 2015 “Campanaro” / Terre del Volturno igt Pallagrello nero 2012 “Ambruco” / Taurasi docg 2017 “Pago dei Fusi” / Aglianico del Taburno docg Riserva 2009  “Vigna Cataratte”

 

Ore 19,00 – I Tre Cornetti Gold. Degustazione dei vini premiati dalla Guida Catalogo delle Aziende Vitivinicole e Vinicole della Regione Campania, Assessorato all’Agricoltura della Regione Campania in collaborazione con l’Associazione Italiana Sommelier Campania

Degustatori: Tommaso Luongo e Franco De Luca, AIS Campania

Falanghina del Sannio doc 2016 “Janare”/ Fiano di Avellino docg 2016 / Taurasi docg riserva 2009 “Radici” / Falerno del  Massico Rosso doc 2012 / Lacryma Christi del Vesuvio doc bianco 2014 “Vigna del Vulcano” / Paestum Igt Aglianico 2013 “Gillo Dorfles”/ Aglianico del Taburno docg riserva 2013 “Terra di rivolta” 

Posti limitati. Prenotazione obbligatoria e impegnativa a info@aiscampania.it ovvero in loco presso il banco dell’Enoteca Regionale salvo disponibilità.

 

SALA CONFERENZE

Lunedì 22 Maggio 


Ore 15,00 Seminari di studi –“ Il Turismo del Vino come leva strategica del Valore del Comparto Vitivinicolo”.
Modera: Giuseppe Festa Direttore del corso di Perfezionamento Universitario e Aggiornamento Culturale in “Wine Business”, Università degli Studi di Salerno.
Saluti: Maurizio Teti, direttore Vitigno Italia
Introduzione ai lavori:
Filippo Diasco, Direttore Generale Politiche Agricole Alimentari e Forestali Regione Campania
Interventi:
Raffaele Ferraioli, Coordinatore Regione Campania “Citttà del Vino”
Maria Paola Sorrentino, Presidente Regionale Movimento Turismo Vino Campania
Tommaso Luongo, Ais Associazione Italiana Sommelier Campania, Delegazione di Napoli
Rosa Cecchi, Area marketing & Comunicazione, Consorzio Ismess (“Il Vino del Tuffatore”)
Giovanni Giuliano, Coordinatore Rete Imprese Vitivinicole “i vini del Principato”
Michelangelo Lurgi, Presidente “Rete Destinazione Sud”.
Conclude:
Corrado Martinangelo, esperto politiche Agroalimentari Italia- UE, Manager di rete.

Per il programma completo della manifestazione consultare il sito www.vitignoitalia.it

LOUNGE TOSCANO®

21/22/23 Maggio

Banco d’assaggio con degustazione di sigari italiani a cura del Club Amici del Toscano®

La Sigaraia: per vedere dal vivo come nasce un sigaro dalle abili mani della sigaraia.

LABORATORI

Domenica 21 Maggio 17.30 e 19.30

Il Sigaro Granduca di Toscana Cosimo I in abbinamento ai Ron Especiado. In collaborazione con Ex Salumeria

Lunedì 22 Maggio ore 17 -19

Degustazione di Birra CapatostaBirra BDSA Oak aged a cura dell’Associazione Brewclan homebrewers Ischia

Prenotazione in loco presso il desk della Lounge Toscano®

 

logo-2BaccalàRe

Napoli, Lungomare Caracciolo
18-21 maggio
always on
ore 12.00-24.00

L’evento per chi ama e chi amerà il Baccalà

Dal 18 al 21 maggio, il lungomare Caracciolo di Napoli accoglierà “BaccalàRe Street Event”: il primo festival dedicato al baccalà.Quattro giorni durante i quali sarà possibile degustare una delle pietanze più amate dagli napoletani, ma anche scoprirne tutti i valori nutrizionali.Sono, inoltre previsti seminari sulle origini, conservazione e preparazione del baccalà, con la partecipazione di chef stellati, il tutto condito con intrattenimento e musica live.

L’apertura al pubblico è prevista per il giorno giovedì 18 maggio alle ore 12; il taglio del nastro, alla presenza del sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, avverrà invece, il 18 maggio, alle ore 20,00.

Dalle ore 12 alle ore 24, per l’intera durata della kermesse i visitatori saranno intrattenuti da eventi, tavole rotonde, degustazioni di vini e formaggi, dj set e spettacoli per adulti e bambini.

I migliori ristoratori napoletani, uniti dall’amore e dalla passione per il Baccalà, cucineranno per i visitatori piatti strepitosi, affiancati da Chef Stellati, del calibro di Francesco Sposito – doppia stella Michelin – e da Chef di livello internazionale come Raffaele Lenzi – già sous chef all’Hotel Armani, oggi al Berton al Lago – e Antonino Maresca, chef e pasticcere sorrentino, che per l’occasione preparerà un dolce al baccalà.

Nel fitto programma sono previsti incontri, dibattiti e corsi specializzati per chi vorrà dilettarsi in cucina ed apprendere le origini, le tecniche, la diffusione e i metodi di conservazione del Baccalà, prodotto unico della cucina tradizionale napoletana. Il filetto di cuore di Baccalà, lo stesso utilizzato dallo Chef Cracco nelle sue ricette, diventerà il Re indiscusso nelle cucine del villaggio, situato sul lungomare, di questa prima edizione di ‘BaccalàRe’.

I visitatori potranno inoltre partecipare a corsi di approccio al vino con il sommelier Tommaso Luongo, in collaborazione con l’Associazione Italiana Sommelier Napoli e il Consorzio di Tutela Vini del Vesuvio guidato dal presidente Ciro Giordano; e ancora degustazioni di formaggi con Salvatore Varrella di Onaf Napoli. Per un’estasi sensoriale senza precedenti. Sarà possibile per i bambini prendere parte a laboratori di cucina dal tema: ‘Dal contenuto al contenitore’, organizzati da Grespo e Accademia Mediterranea.

Altissima la qualità dei prodotti che saranno serviti, considerata la platea dei ristoranti e dei marchi che hanno aderito all’evento. Per la prima edizione «BaccalàRe» schiera una squadra vincente e invidiabile: Baccalaria osteria e vineria con la sua bottega, Terrazza Calabritto, Crudorè, Gourmeet, Antica friggitoria-rosticceria Masardona, 12 Morsi, Napoli 1820, pizzeria Nanà, il ristorante Sancta Sanctorum, La cantina dei Lazzari, Piccerelle, il ristorante giapponese Roji Japan Fusion, ristorante San Pietro, Cuori di sfogliatella, Augustus. Saranno previsti menù per adulti e menù per bambini. Per gli adulti ci sarà anche la possibilità di scegliere la singola portata, per permettere agli amanti del baccalà di provare più pietanze cucinate dai diversi chef.

 

Programma laboratori AIS Napoli

Venerdi 19 Maggio ore 16 L’approccio al vino con Tommaso Luongo, delegato Ais Napoli

In degustazione i vini del Consorzio di Tutela Vini del Vesuvio in abbinamento al “battilocchio” de La Masardona di Enzo Piccirillo e al baccalà alla napoletana secondo il disciplinare di Vincenzo Russo, chef di Baccalaria 

Posti limitati. Info e prenotazioni: consorzio@vesuviodop.it

Sabato 20 Maggio  ore 17 L’approccio al vino con Tommaso Luongo, delegato Ais Napoli

In degustazione i vini del Consorzio di Tutela Vini del Vesuvio in abbinamento al “battilocchio” de La Masardona di Enzo Piccirillo e al baccalà alla napoletana secondo il disciplinare di Vincenzo Russo, chef di Baccalaria 

Posti limitati. Info e prenotazioni: consorzio@vesuviodop.it

Domenica 21 Maggio ore 17 L’approccio al vino con Tommaso Luongo, delegato Ais Napoli

In degustazione i vini del Consorzio di Tutela Vini del Vesuvio in abbinamento al “battilocchio” de La Masardona di Enzo Piccirillo e al baccalà alla napoletana secondo il disciplinare di Vincenzo Russo, chef di Baccalaria 

Posti limitati. Info e prenotazioni: consorzio@vesuviodop.it

Programma Laboratori ONAF Napoli

Venerdi 19 Maggio ore 17

Degustazione di baccalà con fonduta di Provolone del Monaco Dop

Posti limitati. Info e prenotazioni: napolicentro@onaf.it, Salvatore Varrella 3292040760, Renato Contillo 3332407526

Sabato 20 Maggio  ore 16

Degustazione di baccalà con scaglie di Pecorino Toscano Dop

Posti limitati. Info e prenotazioni: napolicentro@onaf.it, Salvatore Varrella 3292040760, Renato Contillo 3332407526

Domenica 21 Maggio ore 16

Degustazione di baccalà con scaglie di Pecorino Toscano Dop

Posti limitati. Info e prenotazioni: napolicentro@onaf.it, Salvatore Varrella 3292040760, Renato Contillo 3332407526

18425113_10211346188721702_769311592972318960_nDi Valeria Vanacore

La prima degustazione della decima edizione di Wine&TheCity, l’evento enologico più cool del panorama partenopeo degli ultimi anni, si è tenuta ieri sera da Gourmeet. La degustazione tecnica, che ha visto protagonisti tre vini di altrettante aziende del collio sloveno, è stata organizzata da Sarah Al Bukhari e guidata da Tommaso Luongo, delegato Ais Napoli, e Luigi Salvatore Scala, degustatore Ais. In abbinamento ai vini, i fingers food della resident chef Antonella Rossi.
Vini che si raccontano da sé, dalle note mineralissime, quasi salmastre, di grande bevibilità, parlano di un territorio in cui, tradizionalmente, la coltivazione della vite viene tramandata di generazione in generazione, da secoli. I produttori presenti alla serata, giovanissimi e in gamba, potano la vite dalla tenera età di cinque anni e, dal loro racconto, si evince la grande passione per il loro lavoro e la loro terra.
Il primo assaggio è la Rebula, la ribolla gialla dell’azienda Erzetic. Quasi trecento anni di storia e di lavoro, passati per ben cinque generazioni. Ci troviamo in un lembo di terra collinoso che non lascia spazio a macchinari pesanti. Tutto avviene manualmente, in un contatto diretto tra l’uomo e la natura circostante. Al naso risulta fine, elegante; con un timbro iniziale di fiorellini bianchi,  e la frutta a polpa gialla, croccante e fresca, a completare il quadro aromatico. Coerente anche in bocca. Freschissimo, di grande acidità, con un finale pulito di mandorla fresca. Estivo e stuzzicante. In abbinamento, gambero rosso scottato su crema di fave fresche e granella di pistacchio.
18301821_10211346170161238_5634985451511375741_nSi prosegue con la degustazione del secondo vino, uno Chardonnay dell’azienda Piro Winery. Ci spostiamo a Castel Dobra, al centro del Collio sloveno. Maggiore complessità al naso, frutta più matura, fiori gialli, frutta secca e un leggerissimo sentore di erba e di miele di castagno. Note più calde, quasi esotiche. Buona persistenza in bocca. Da riassaggiare tra qualche anno. In abbinamento baccalà con pancetta croccante su crema di piselli.
La degustazione si conclude con il friulano Jakot (palesemente tokay scritto al contrario) dell’azienda Čarga. Duecentocinquanta anni di storia, nella zona più alta del collio sloveno. Parliamo di vigneti terrazzati, con pendenze considerevoli, fino al 70%. Al naso grande mineralità, pietra bagnata, lievi note tostate e di zafferano. Buona acidità e, nel complesso, di buona bevibilità. In abbinamento marron glacè in porchetta, forse un po’ troppo azzardato.
La degustazione di collio sloveno si conclude da Gourmeet ma prosegue nel week end al Convento di San Domenico Maggiore, che ospita la Banca del Vino di Slow Food, per la prima volta a Napoli. Tutte le info su www.wineandthecity.it.
L’ebbrezza creativa continua…

Foto di Giancarlo de Luca

ASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER Delegazione di Napoli

Blind Vision di Annalaura Di Luggo e i Sensi del Vino

Istituto Colosimo #coltiviamoebbrezzacreativa #wineandthecity10

annalaura_199-nero-730x410

Wine&Thecity entra per la prima volta nell’Istituto Paolo Colosimo per non vedenti e ipovedenti di Napoli in occasione del progetto fotografico-performativo Blind Vision di Annalaura di Luggo, a cura di RaisaClavijo. Il pubblico sarà guidato lungo un suggestivo percorso espositivo che comprende l’installazione multimediale creata nel buio, l’opera tattile “Essence”, la mostra fotografica “A Journey of Light” e il documentario Blind Vision diretto da Nanni Zedda in scena nel teatro barocco dell’Istituto. La mostra è occasione per visitare un luogo denso di storia e sconosciuto ai più, fondato nel 1892.

A fine percorso i sommelier dell’Ais Napoli guidati da Tommaso Luongo condurranno una degustazione di vini dell’azienda Di Meo di Salza Irpina con l’aiuto dei ragazzi ospiti dell’istituto sollecitando i diversi sensi del vino.

10 Maggio

Dalle 17 alle 19 Istituto Colosimo, Via Santa Teresa degli Scalzi n.36

Visita guidata e degustazione

Ingresso gratuito, donazione a sostegno delle attività dell’istituto di min. 10 euro.

adiluggoart@gmail.com – tel. 342 0848384 www.ipsiapaolocolosimo.it

È consigliata la prenotazione perché l’accesso è consentito solo con tour guidati di gruppo con partenza alle 17 e alle 18.

ASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER Delegazione di Napoli

I Vini del Collio Sloveno da Gourmeet #coltiviamoebbrezzacreativa #wineandthecity10

visnjevik_erzetic_home_big650-1-730x410

Alla scoperta dei vini del Collio Sloveno e di un territorio di straordinaria bellezza, da sempre vocato alla produzione enologica.

Tre cantine e tre vini in degustazione abbinati ai finger food della chef Antonella Rossi.

A raccontare il Collio Sloveno, la terra di Brda, e a guidare la degustazione Tommaso Luongo e Luigi Scala.

Le aziende sono Piro Winery, la storica Čarga 1767 e Erzetič 1725 famosa per la maturazione dei vini nelle grandi anfore di argilla che vengono sepolte nel terreno secondo la vecchia tradizione.

In degustazione:

Jakot 2016 Čarga 1767

Rebula 2016 Erzetič 1725

Chardonnay 2016 Piro Winery

9 Maggio, ore 20 Gourmeet, via Alabardieri n.8 Ingresso 20 euro.

10% di sconto per i possessori della W&TC Card

Posti limitati, si consiglia la prenotazione

info@gourmeet.it tel 081 7944131- 366 3366654 www.gourmeet.it

ASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER Delegazione di Napoli

IPA vs. APA
UN VIAGGIO NEL MONDO DEI LUPPOLI!

Ipa vs.Apa
Giovedì 25 Maggio 2017 ore 20

Hotel Renaissance Mediterraneo
Via Ponte di Tappia, 25 Napoli

Euro 15. Info e prenotazioni: 3922675405 gabriele.pollio1@gmail.com/ 3356790897 tommasoluongo@yahoo.it

Dopo il successo della prima serata, continua il nostro viaggio alla scoperta della birra.

Ecco il secondo appuntamento per conoscere e approfondire i diversi stili brassicoli che popolano le carte dei ristoranti e dei pub.
Una serata dedicata alle birre che, dopo un periodo di oblio, stanno diventando delle vere e proprie star.
IPA e APA non sono dei codici incomprensibili ideati solo per confondervi al pub: sono due stili di birra dalla storia ultracentenaria che resisteranno, inossidabili,  anche all’effetto Brexit e al “ciclone” Trump…

Una serata ad alto tasso etilico, di aromi e di amaro… Che il luppolo sia con voi!

Queste le birre in degustazione:
1) Hammer Wave Runner
2) Anchor IPA
3) Brewdog Punk IPA
4) Founder IPA
5) Suburbia Birra Perugia
6) Jaipur IPA
7) St. Peters IPA
8) Mikkeller 1000 IBU

Degustazione guidata da Gabriele Pollio e Tommaso Luongo.

ayuntamiento-portadaQuest’anno il Concours Mondial de Bruxelles tornerà in Spagna, a Valladolid e provincia, nel cuore della regione Castiglia e León. Dopo Valencia, nel 2009, è la seconda volta che la Spagna accoglie questa prestigiosa manifestazione itinerante. Negli ultimi 10 anni il Concours Mondial de Bruxelles è diventato una delle più grandi vetrine che ha dato visibilità alla diversità del vino spagnolo.

Novemila ottanta (9.080) campioni registrati, quest’anno, al Concours Mondial de Bruxelles (CMB), una crescita media annua di oltre il 5% nel corso degli ultimi dieci anni (2007-2017). Questa progressione si spiega grazie a due importanti fenomeni: da un lato, l’affermarsi della produzione mondiale di vino, unitamente a una stabilità del consumo e a un aumento continuo dei volumi e dei valori , e dall’altro, la crescente notorietà del CMB e il valore riconosciuto delle sue medaglie.

Cinquanta paesi produttori di vino parteciperanno quest’anno al CMB. In ordine decrescente, rispetto alle iscrizioni, ecco i primi dieci: Francia, Spagna, Italia, Portogallo, Cile, Cina, Sud Africa, Bulgaria, Svizzera, Grecia e Slovacchia.
Secondo l’Organizzazione internazionale della Vigna e del Vino (OIV), l’Italia, la Francia e la Spagna sono le prime tre classificate, a livello europeo, per la produzione di vino nel 2016. Questo piazzamento si riflette nel numero di campioni iscritti al CMB dove i tre paesi figurano ai primi posti tra i paesi partecipanti.

La Francia rimane al primo posto tra i paesi partecipanti al CMB, nonostante una regressione nel 2016 – sia nella produzione che nel consumo di vino – rispetto al 2015 . La Spagna, paese ospite del concorso, occupa il secondo posto con un incremento di circa il 25% rispetto all’anno scorso.

La partecipazione cinese ha fatto un balzo del 112,5% rispetto al 2016, e di quasi il 250% dal 2015.
Le medaglie CMB sono molto ambite in Cina. “Prima di referenziare un vino, i distributori cinesi chiedono che ottenga un riconoscimento da parte di un concorso internazionale. Per i produttori è un modo di penetrare nuovi mercati, il che li incoraggia a partecipare”, ha affermato Thomas Costenoble, Direttore generale de CMB. La produzione e il consumo di vino della Cina progrediscono di pari passo. Secondo l’OIV, la superfice vitata cinese si piazza al secondo posto nel mondo, preceduta solo dalla Spagna.

Due nuovi paesi produttori partecipano per la prima volta al concorso nel 2017: l’Azerbaigian e l’Andorra.
Per due anni consecutivi, la Bulgaria ha prevalso tra i paesi dell’Europa dell’Est per numero di campioni iscritti. Quest’anno il paese ha perso due posti in classifica rispetto al 2016, anno in cui ha ospitato il concorso, tuttavia figura sempre tra i primi dieci paesi partecipanti, superando alcuni produttori ben più conosciuti.

Gli organizzatori del concorso sottolineano, inoltre, un picco di iscrizioni per i vini biologici e biodinamici, con un incremento di oltre l’80% negli ultimi tre anni.  Il Direttore del CMB, Thomas Costenoble, ritiene che questa progressione rifletta un forte interesse manifestato dai consumatori in favore dei due segmenti: “Da diversi anni, i consumatori si interessano maggiormente all’origine dei vini e ai metodi di produzione utilizzati, privilegiando in tal senso i prodotti biologici e locali. La nostra decisione di inserire una nuova categoria dedicata ai vini biologici e biodinamici tiene conto di questa evoluzione del mercato. Il primo trofeo “Vini bio” sarà attribuito quest’anno”.

I campioni iscritti al CMB 2017 saranno degustati da 320 giornalisti, buyer, enologi e sommelier provenienti da oltre 50 paesi nel mondo. La 24ª edizione del CMB si svolgerà dal 5 al 7 maggio 2017 a Valladolid, in Spagna.

Forte dei suoi 23 anni di esperienza, il CMB è l’unico concorso itinerante al mondo.

Un recente sondaggio informale, realizzato presso i degustatori, ha mostrato che i il CMB si distingue dalle altre competizioni per i suoi controlli post-concorso realizzati sui vini premiati.
Il CMB è, infatti, l’unico concorso enologico a realizzare questo controllo qualitativo.

Contatto: Valentina Phillips, valentina.phillips@vinopres.com
T: +32 2 533 27 66 | M: +32 478 21 27 3

Verislava Benova
Verislava.benova@vinopres.com
T: +3592 470 4731 | M: +35 9888 71 70 23

Corso di #sommelierdelrum n.3 in partenza dal 3 Maggio

Pubblicato da aisnapoli il 27 - aprile - 2017Versione PDF

Locandina Sommelier del RumASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER Delegazione di Napoli

Sommelier del Rum
Corso n.3

#Cinqueserate #20rum
20 rum, con cioccolato e sigaro TOSCANO®
Wine Bar Scagliola via San Pietro a Majella n.15
Euro 200. Info e prenotazioni: 081.459696 / 334.9698115
Posti limitati. In collaborazione con Wine Bar Scagliola e Velier

Un percorso finalizzato ad approfondire la conoscenza del principe “etilico” dei Caraibi, un distillato ricco di tradizioni e leggende che parla sempre e soltanto la lingua del suo luogo d’origine. Un viaggio che dura cinque serate, venti rum in degustazione con l’abbinamento di cioccolato e sigaro italiano.

3 Maggio Prima lezione ore 20.30
La distillazione, tra storia e leggende: una questione di alambicchi.
Lo stile inglese
In degustazione:
D’Aguiar’s Xtra Mature Demerara Rum
Antigua, English Arbour aged 5 years
Jamaica, Worthy Park Rum-Bar Gold
Trinidad Rum bottled in Scotland 2007
Relatore Gabriele Pollio

10 Maggio Seconda lezione ore 20.30
La tecnica di degustazione: aspetto visivo, olfattivo e gusto-olfattivo.
Lo stile francese o Agricòle
In degustazione:
Martinica, Depaz Vieux Plantation
Guadalupa, Karukera Reserve Speciale
Ile de la Réunion: Savanna Grande Arome 2002
Guyana francese: La Cayennaise
Relatore Gabriele Pollio

17 Maggio Terza lezione ore 20.30
Metodo e tecnica di abbinamento.
La stile spagnolo: la “mezcla” e il metodo solera
In degustazione:
Nicaragua, Ron Flor de Caña centenario 12 anni
Cuba, Ron Edmundo Dantes 15 anni
Panama, Ron Abuelo Añejo Reserva Especial
Repubblica Dominicana, Ron Columbus Añejo
L’abbinamento con il sigaro di tradizione italiana: il TOSCANO® ORIGINALE
L’arte del Tè.
Relatori Tommaso Luongo e Giuseppe Musella

24 Maggio Quarta lezione ore 20.30
Lo zucchero, le sue origini e le sue migrazioni
Cenni storici sul Rum
Il cacao, le sue origini e le sue migrazioni
In degustazione:
Lo stile ispanico: Ron Brugal 1888
Lo stile inglese (Navy Style): Pusser’s Nelson Blood 15 anni
Lo stile inglese (Demerara Style): Rum El Dorado 12 anni
Lo stile francese (Agricòle): Rhum Vieux Agricole Bally Piramide 7 ans d’age
L’abbinamento con il cioccolato Claudio Corallo.
Relatori Don Marcelo Barberis e Tommaso Luongo

31 Maggio Quinta Lezione ore 20.30
La Gargano Classification.
Alle origini del rum: Il “bianco”
In degustazione:
Philippines, Manila Rum Silver/Light, La Tondena
Thailandia, Rhum Chalong Bay
Il Pure Single Agricòle Rhum: Rhum Rhum 56°
Il pure Single Agricòle Rhum: Clairin Sajus Release 3.1
Relatori Daniele Biondi e Gabriele Pollio

Alla conclusione della quinta serata verrà rilasciato agli iscritti l’Attestato di Partecipazione “Sommelier del Rum

Gli eventi dell'AIS Napoli
    • Nessun evento da mostrare
  • Video

    Tags