Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...corsi sommelier in partenza

Diversamente Bolle

ASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER Delegazione di Napoli

“Diversamente Bolle”

Assonanze tra il nobile e il bistrattato

Cena e degustazione Cantina della Volta Venerdì 27 Giugno, ore 21.00

Per info e prenotazioni: La Grotta Vineria

C.so Umberto I° n. 174 Casalnuovo di Napoli Tel. 081 5224718 cell. 3277199098

Ticket di partecipazione € 29,00 a.p.

è gradita la prenotazione e la massima puntualità

Presentazione dei vini e del territorio a cura di Ernesto Lamatta, degustatore Ais e di Tommaso Luongo, Delegato Ais Napoli. Preparazione dei piatti a cura dello Chef Antonio Esposito.

Vini degustazione

“ Il Mattaglio” Metodo Classico pas dosè 2011, pinot noir e chardonnay, sbocc. 2013,in Magnum

“Il Mattaglio” Metodo Classico brut 2011, pinot nero e chardonnay, sbocc.2012, in Magnum

Lambrusco rosè di Modena spumante d.o.c 2010 Metodo Classico, sbocc.. 2012, in Magnum

Lambrusco di Modena spumante brut, Metodo Classico 2010, sbocc. 2012, in Magnum

In abbinamento

Ordito di fagiolini con bignè al Grana Padano, fondente di pomodoro e aceto balsamico

Candele spezzate con piselli pancetta e caciotta

Petto di faraona in padella con patate “raganate”

Petali di pesche bianche del Vesuvio, su salsa di Lambrusco profumata

sommelier ais a VitignoitaliaASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER CAMPANIA

VITIGNOITALIA 2014 Edizione n° 10 | Napoli Castel dell’Ovo 8 > 10 giugno

Il più grande wine show del Centro Sud: tre giorni di degustazioni e workshop, più di 200 aziende vitivinicole, 15mila visitatori, 35 buyer internazionali.

Domenica 8 giugno, si apre a Castel dell’Ovo la decima edizione di Vitignoitalia, il Salone dei vini e dei Territori Vitivinicoli italiani, organizzato da Hamlet srl con il patrocinio e la collaborazione di Unioncamere Campania, Regione Campania – Assessorato all’Agricoltura e Assessorato alle Attività Produttive -, Comune di Napoli e Italian Trade Agency. Per tre giorni, fino a martedì 10 giugno, oltre 200 aziende vitivinicole, provenienti da tutta Italia, incontreranno pubblico e operatori del settore sia nazionali che esteri nelle sale del trecentesco castello sul lungomare di Napoli. Il traguardo dei 10 anni attesta la qualità del progetto e la sua posizione di leadership al Centro Sud Italia. Vitignoitalia, nato come Salone dei vini da vitigno autoctono e divenuto nel tempo Salone nazionale dei vini e dei territori vitivinicoli italiani, è ormai riconosciuto, da operatori, critica e produttori, come l’appuntamento enologico di riferimento dell’Italia centro meridionale. Dal 2012 gode del patrocinio morale di Unione Italiana Vini. Nei 3 giorni del Salone le aziende presentano le proprie produzioni a circa 15mila visitatori tra eno appassionati, ristoratori, enotecari, sommelier, giornalisti e buyers. Agli incontri con gli operatori economici esteri sono riservate le mattinate del Salone: a porte chiuse, le aziende vinicole incontrano in workshop one to one i buyer dei mercati a cui sono interessati. Tutti i workshop sono stati programmati e ottimizzati incrociando i dati tra domanda e offerta al fine di offrire concretezza ad ogni singolo incontro. In occasione del decennale e grazie alla preziosa collaborazione dell’Italian Trade Agency e dell’Assessorato alle Attività Produttive di Regione Campania, il numero dei buyer internazionali è stato incrementato per ulteriormente favorire l’espansione del vino italiano sui mercati esteri. Già da sabato 7 giugno saranno a Napoli 35 operatori del wine business provenienti da Belgio, Brasile, Canada, Danimarca, Francia, Giappone, Inghilterra, Messico, Norvegia, Olanda, Repubblica Ceca, Singapore, U.S.A.

Per il programma completo info su www.vitignoitalia.it | tel. 081 4104533

Domenica 8 e Lunedì 9 dalle 14 alle 21.30; Martedì 10 giugno: dalle 14 alle 20.30. Ingresso 20 euro con calice da degustazione.

Per i soci AIS Campania

Lunedi 9 ingresso 10 euro con calice di degustazione previa esibizione della tessera AIS 2014 o ricevuta di pagamento.

In ogni caso ai desk di Vitigno Italia ci sarà la lista di tutti i soci Ais campania in regola con la posizione associativa per l’anno corrente.

 

L’AIS Campania a Vitigno Italia

LUNEDI’ 9 GIUGNO a cura di Associazione Italiana Sommelier Campania

Ore 15.00 I cinque sensi del Monte Somma.

Degustazione multisensoriale di cinque vini accompagnata dal pianoforte e da cinque video a cura di Cantine Olivella con la partecipazione di Nicoletta Gargiulo presidente AIS Campania, Girolamo De Simone, Ferdinando De Simone. I partecipanti saranno coinvolti attraverso i cinque sensi in un viaggio che mescolando archeologia, musica e vino li condurrà attraverso sentieri affascinanti, misteriosi e sconosciuti. In degustazione: Lacrimabianco, Lacryma Christi del Vesuvio D.O.C. Bianco 2013, Emblema, Caprettone Vesuvio D.O.C. Bianco 2013, Katà, Catalanesca I.G.T. del Monte Somma Bianco 2013, Lacrimanero, Lacryma Christi del Vesuvio D.O.C. Rosso 2012, VIPT, Piedirosso Vesuvio D.O.C. Rosso 2012. Musiche composte ed eseguite da Girolamo De Simone. I video sono stati realizzati grazie alla preziosa collaborazione di Ferdinando De Simone, Paolo Principe, Vincenzo Ceriello, Raffaele Sodano e Antonio Coppola. A tutti i partecipanti sarà data in omaggio una copia di “jommelli granular”: il nuovo CD di Girolamo De Simone.

Ore 17.00 Top Wine Campania Degustazione Tre cornetti GOLD, i vini premiati dalla seconda edizione della Guida delle aziende vitivinicole campane dell’Assessorato all’Agricoltura della Regione Campania.

In degustazione: Sarno 1860 Fiano di Avellino Docg 2012 Tenuta Sarno, Vigna Cicogna Greco di Tufo Docg 2012 Benito Ferrara, Fiano di Avellino Docg 2012 Ist. Tecnico Agrario “F.De Sanctis”, Janare Cru Cantari Guardiolo Riserva Doc 2009 La Guardiense, Gelsonero Lacryma Christi del Vesuvio Doc 2011 Villa Dora, Bosco Faiano Taurasi Docg 2007 Bosco Faiano 2007 I Capitani, Opera Mia Taurasi Docg 2008 Tenuta Cavalier Pepe, Serpico Irpinia Doc Aglianico 2009 Feudi di San Gregorio, Vigna Claudia Campi Taurasini Irpinia Doc 2010 La Molara, Bosco Caldaia Solopaca Doc 2007 Antica Masseria Venditti.

Con Marco Starace, Consigliere nazionale AIS Italia, Maria Sarnataro, Vicepresidente Ais Campania e Franco De Luca, coordinatore per la didattica Ais campania

Ore 19.00 Top Wine Campania Degustazione Tre cornetti GOLD, i vini premiati dalla seconda edizione della Guida delle aziende vitivinicole campane dell’Assessorato all’Agricoltura della Regione Campania.

In degustazione: Exultet Fiano di Avellino Docg 2012 Quintodecimo, Fiorduva Costa d’Amalfi Doc 2012 Marisa Cuomo, Pietraincatenata Fiano Cilento Doc 2011 Luigi Maffini, Montevetrano Colli di Salerno Igp 2011 Montevetrano, Terra d’Eclano Aglianico Irpinia Doc 2010 Quinto-decimo, Kleos Aglianico Paestum Igp 2011 Luigi Maffini, Terra di Rivolta Aglianico del Taburno Doc Riserva 2010 Fattoria La Rivolta, Camarato Falerno del Massico Doc Riserva 2007 Villa Matilde, Campantuono Falerno del Massico Primitivo Doc 2007 Papa, Radici Taurasi Docg 2008 Mastroberardino.

Con Maria Grazia De Luca, Delegato AIS Benevento, Nevio Toti Delegato AIS Salerno e Annito Abate, degustatore ufficiale AIS Avellino

Per l’accesso ai laboratori AIS Campania è necessario accreditarsi direttamente presso Sala Megaride nella giornata del 9 giugno. Non è ammessa prenotazione.

DOMENICA 8, LUNEDI 9, MARTEDI 10 GIUGNO

Enoteca regionale Campania con banco d’assaggio a cura dei sommelier AIS Campania

MARTEDI 10 GIUGNO

a cura di Associazione Italiana Sommelier Campania

Ore 10.30. Focus Campania del Vino. Degustazione guidata dei territori vitivinicoli con approfondimento tematico: Irpinia e Campi Flegrei con Nicoletta Gargiulo Presidente Ais Campania e Tommaso Luongo Delegato Ais Napoli. Degustazione riservata a buyers e giornalisti accreditati.

 

tumblr_mcvnvnqkwc1qghk0qo1_500ASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER delegazione di Napoli

“WineSelfie – Che vino sei?”
#contest fotografico di Vitignoitalia e Ais Napoli

Faccia che hai, vino che trovi. Fotografati con il tuo vino del cuore e partecipa al contest giocoso indetto dall’Associazione Italiana Sommelier di Napoli in collaborazione con Vitignoitalia. WineSelfie è il nome del contest rivolto ai visitatori del Salone nato da un’idea di Tommaso Luongo e Franco De Luca con l’obiettivo di diffondere in maniera sempre più ampia la conoscenza del vino e delle sue principali caratteristiche organolettiche.
Partecipare è facile: da domenica 8 giugno fino a martedì 10 basterà scattare in una delle sale del Castel dell’Ovo un selfie (individuale o di gruppo) con uno dei vini presenti a Vitignoitalia cercando di interpretare con un’espressione del volto una tra le cinque caratteristiche sensoriali: brio, morbidezza, durezza, equilibrio e complessità. I vini da utilizzare per le foto dovranno essere scelti tra le cantine presenti al Salone del vino di Castel dell’Ovo. Le foto saranno valutate da una giuria e il vincitore sarà proclamato giovedì 12 giugno a partire dalle ore 12.00 sui siti ufficiali www.aisnapoli.it e www.vitignoitalia.it. In palio una cravatta o un foulard dedicati al mondo del vino prodotti in esclusiva dalla storica sartoria partenopea M. Cilento 1780. Calici stilizzati e bottiglie divengono motivi decorativi tessiti sulle pregiate sete, fiore all’occhiello della sartoria Cilento. Le cravatte sette pieghe e i foulard sono realizzati in diverse sfumature di colori e portano sul codino un motivo ricamato e la scritta “Napoli”.

REGOLAMENTO:
Art. 1 – Finalità. L’Associazione Italiana Sommelier di Napoli, indice il Premio “Wine Selfie- Che vino sei?″ #selfie contest. Scopo del Premio è promuovere la conoscenza del vino attraverso cinque principali caratteristiche organolettiche che dovranno essere “interpretate” dagli autoscatti dei partecipanti.
Il criterio di valutazione delle singole foto postate si basa sul legame tra il volto, o i volti, e il singolo vino associato che meglio rappresenterà l’abbinamento con la caratteristica sensoriale identificata (cinque categorie hashtag: #Brio #Morbidezza #Durezza #Equilibrio #Complessità)
Art. 2 – Periodo di validità.
Il contest avrà inizio domenica 8 giugno 2014 e si concluderà martedi 10 giugno 2014.
Art. 3 – Destinatari.
Possono partecipare tutti i visitatori di Vitignoitalia.
Art.4 – Modalità di partecipazione.
Si potrà partecipare, dall’8 giugno fino al 10 Giugno, secondo le seguenti modalità:
· pubblicando un tweet sull’account Twitter Ais Napoli utilizzando il tag @Ais Napoli, attraverso i propri dispositivi mobili;
· pubblicando un post sulla Official Page AIS Napoli di Facebook (https://www.facebook.com/pages/AIS-Napoli/161013423910645 );
· inviando il selfie via mail a info@aisnapoli.it
Le foto (vino e volto) dovranno essere postate in associazione ai seguenti hashtag: #Brio #Morbidezza #Durezza #Equilibrio #Complessità.

Ogni autore è personalmente responsabile dei contenuti dei selfie inviati. La partecipazione al premio implica la completa accettazione del presente regolamento, sollevando l’Ais Napoli, che lo ha indetto, da ogni responsabilità civile e penale nei confronti di terzi.
Art. 5 – Premi.
Saranno valutati gli autori dei migliori autoscatti in base alle cinque categorie hashtag: #Brio #Morbidezza #Durezza #Equilibrio #Complessità
Al vincitore verrà assegnato una cravatta o un foulard a tema vino messo a disposizione dalla storica Sartoria M. Cilento 1780. Il premio rientra fra quelli soggetti ad esclusione dagli adempimenti di legge e del D.P.R. 26.10.2011 e succ. modifiche).
Art. 6 – La Giuria.
a) A decretare i migliori selfie vi sarà una commissione composta da 3 membri:
Tommaso Luongo –Delegato di Napoli Associazione Italiana Sommelier
Maurizio Teti Vitignoitalia
Donatella Bernabò Silorata giornalista e ideatrice di Wine&Thecity.
b) La proclamazione dei vincitori avverrà il giorno 12 Giugno.
La Giuria, la cui decisione è inappellabile, è tenuta a redigere un verbale contenente le motivazioni dei premi assegnati.
Art. 7 – Criteri di valutazione.
La Giuria valuterà gli autoscatti inviati in base all’associazione tra volto e vino che meglio rappresenterà l’abbinamento con la caratteristica sensoriale identificata.
Art. 8– Modifiche.
La Segreteria del Premio si riserva di apportare modifiche a questo regolamento qualora si rendesse necessario e di darne puntualmente notizia attraverso la pubblicazione del documento aggiornato sul sito internet www.aisnapoli.it

[Credit Photo sevenyearriot.tumblr.com]

Che pizza!

Pubblicato da aisnapoli il 2 - giugno - 2014Versione PDF

i love pizza

Di Gennaro Miele
L’ espressione ‘’che pizza!’’ credo sia parecchio ingrata, sminuisce di molto il piacere che gustiamo ad ogni morso di uno dei cibi più rappresentativi della nostra tradizione, che ritroviamo presente in serate tra amici o nell’ intimità dei nostri sabato familiari.
Penso piuttosto alla pizza come ad un valore universale, nata nei vicoli di Napoli, desiderata da analfabeti scugnizzi, per i quali era l’unico libretto che valesse la pena di leggere. Da cibo di strada entra nei discorsi dei più raffinati gourmet.
Sono andato a scoprire tutto ciò scendendo verso Piazza Dante in una mattinata calda, osservando lo spazio cui dà le spalle un severo Alighieri, occupato da una tenda candida come un’ enorme fontana di farina in cui il sole sembra tuffarsi come un tuorlo.
Entrando in questo piccolo mondo nel cuore della città mi sono sentito lontano dai e dalla gente che si rincorreva frenetica da un lato all’ altro della strada.
pizza FestivalDentro quest’enorme ‘’impasto’’ trovo Gianluca Liccardo, che riesce ad accogliermi con un sorriso, e malgrado le continue richieste d’ attenzione dei collaboratori ed un cellulare che squillava senza sosta, mi spiega il senso della manifestazione.
Festeggiamo quest’anno, mi racconta, il trentesimo anniversario della fondazione della AVPN (Associazione Verace Pizza Napoletana), che annovera un numero di ben 500 affiliati sotto la propria insegna, nomi di storiche ed eccellenti pizzerie, che si contraddistinguono nel rispetto della scelta di ingredienti e di tradizionali tecniche di lievitazione.
Questo nostro valore culturale è stato protagonista di una serie di iniziative che lo ha portato in giro per il mondo, diffondendone i principi di qualità e spiegandoli a platee sempre differenti in cultura e suono della lingua. Immagino queste ‘’lezioni di cultura gastronomica’’ al pari del viaggio di un’ opera d’ arte unica, prestata a musei lontani e abituati finora a malfatte riproduzioni .
E proprio mentre il mio anfitrione mi congeda momentaneamente per organizzare dettagli dell’inaugurazione rifletto sul discorso del dialogo e mi accorgo che forse non a caso ci troviamo in questa piazza.
Davanti a me, imponente e marmoreo il padre della lingua che nel bene e nel male ha unito noi italiani, mentre accanto a me, chini su banchi di lavoro e con semplici e misurati gesti i Pizzaioli creano dischi che suonano una musica senza lingua, pura armonia di sapori, sinfonia senza tempo, un linguaggio che non ha bisogno di interpretazioni, perché comprensibile ovunque.
Immagino che il profumo arrivi fino al cielo e che inviti paralleli e meridiani che avvicinandosi creino due sole linee intersecate su di noi , facendomi sentire al centro del mondo, ma forse è solo l’ ombra di una nuvola solitaria.
laboratorio mani in pastaIl dibattito ‘’ricomincio da 30’’ viene moderato dal giornalista Luciano Pignataro, il filo conduttore è inevitabilmente l’internazionalità della pizza, lo si potrebbe quasi definire un brand frutto dell’esperienza di chi ci ha preceduto e da trasformare in un tesoro per le attuali e future generazioni, come opportunità pratiche di lavoro. Intendere tutto ciò come un discorso inesauribile nel tempo, continuum culturale da difendere.
Ad anticipare il brindisi a base di Franciacorta Contadi Castaldi c’è stata la premiazione di Enzo Coccia con ‘’La Notizia’’ come miglior pizzeria, affettuosamente e generosamente festeggiato dai suoi colleghi .
Numerose iniziative hanno coinvolto il pubblico nei giorni seguenti e tra queste dei laboratori didattici che hanno illustrato l’uso e la storia dell’impasto e di ingredienti come l’olio e di quello che veniva definito “oro rosso”, ovvero il nostro pomodoro dell’agro nocerino.
Laboratorio Ais NapoliL’ AIS Napoli ha contribuito con il prezioso dialogo svoltosi tra Tommaso Luongo ed il pubblico spiegando con semplicità e senza pretesti tecnici come trarre il maggior gusto sposando pizza e vino, le bollicine con i semplici ma raffinati aromi della pizza.
In quest’ esperienza ho visto i maestri pizzaioli esibirsi anche come campioni di simpatia in un torneo di calcetto, nel pomeriggio ancora assolato, lontani dai loro banchi trasformando la piazza in uno stadio dove con magliette contraddistinte da due diversi tipi di farina si sono sfidati a calcetto con tanto di premiazione finale.
Personalmente ho sempre pensato che il calcio sia una pizza ma che addirittura la pizza possa essere il calcio…
Questo nostro prodotto ha attraversato il mondo con l’ umiltà di un emigrante che portava con sé un bagaglio di speranza e di coraggio incontenibile dalle corde strette intorno alla sua valigia, l’ umiltà di chi non si arrende , capace di poter creare mondi nuovi. E dopo tanto viaggiare il nostro pizzaiolo è tornato a casa, mai stanco nella sua postura curva, e come a salutarlo , un raggio di sole clandestino trapassa la tenda, e lui battendo le mani al cielo , diffonde una fine nuvola di farina, soffice e leggera, nel quale sembra scomparire…
Sì… in fondo posso dire che questa manifestazione sia stata una pizza… ma di quella buona!

Foto Emanuele Di Cesare

30 Maggio, Si fa presto a dire Eccellenze!

Pubblicato da aisnapoli il 28 - maggio - 2014Versione PDF

Locandina Eccelenze Campane

Eccellenze Campane tra i protagonisti del Pizzafestival, la manifestazione internazionale, in programma dal 27 al 30 maggio, promossa per festeggiare i 30 anni dell’Associazione Verace Pizza Napoletana.
Con “Prêt-à-porter a Eccellenze Campane”, quattro giorni di eventi, incontri, appuntamenti dedicati alla pizza, il polo agroalimentare di via Brin, presieduto da Paolo Scudieri e diretto da Pasquale Buonocore, si farà testimonial della manifestazione. Grazie alla collaborazione della squadra di eccezione su cui può contare: Guglielmo Vuolo, uno dei più ammirati maestri iscritti alla Avpn, lo chef Antonio Tubelli, il pasticcere Pasquale Marigliano, il cuoco Luciano Di Meo e i fornai panuozzari Eugenio e Luca Manzi.
Chiusura dei festeggiamenti il 30 maggio (ore 20:30) con “Si fa presto a dire eccellenze!”. Guidati dalla giornalista gastronomica Monica Piscitelli, autrice della “Guida alle Migliori Pizzerie di Napoli e della Campania”, e dai sommelier Tommaso Luongo e Franco De Luca della delegazione di Napoli dell’Associazione Italiana Sommelier, il polo dedicato all’eccellenza enogastronomica regionale festeggia il compleanno della più antica Associazione di categoria dei pizzaioli napoletani.La pizza di Guglielmo Vuolo incontrerà le creazioni degli altri eccellenti per dar vita a quattro speciali e inedite pizze, abbinate a quattro vini scelti dalla cantina di Eccellenze Campane.
Panuozzo gragnanese, tartufo estivo, Mozzarella campana di Bufala campana, Minestra maritata al salto, carpaccio di vitello, Maccarunara del monsù. Sono alcuni degli ingredienti e delle preparazioni che incontreranno l’ineguagliabile impasto di Vuolo.
In alto i calici, poi, per l’arrivederci alla prossima edizione del Pizza Festival con l’anteprima del Mata, il nuovo Metodo Classico Rosè dei fratelli Maria Ida e Tani Avallone (Villa Matilde).
Siamo lieti di essere tra i protagonisti di questo evento. – spiega Paolo Scudieri, presidente di Eccellenze Campane – Festeggiamo insieme il compleanno di un’associazione che promuove e valorizza una delle tante eccellenze napoletane nel mondo. Il nostro polo è la casa comune di chi fa propria questa mission”.

In degustazione:
Panuozzo bites
Vuolo & F.lli Manzi

Maccaronara
pizza con sugna di Maiale Nero casertano, Provola di Bufala e Maccaroni al pecorino
Vuolo & Antonio Tubelli

Per una notte
pizza con rucola, Carpaccio di carne marinato e olio evo
Vuolo & Perol Carni

Bella stagione
pizza al Tartufo di Cogliano, julienne di Carciofo bianco di Pertosa, Provola di bufala, Tartufo vaporizzato e olio evo
Vuolo & Vuolo

30 e oltre. Dolce creazione
Vuolo & Pasquale Marigliano
Nel calice:
Astro Spumante Brut – Cantine Astroni
Gragnano– Iovine
Gelsorosa Lacryma Christi del Vesuvio Rosato – Villa Dora
Fiorduva Costa d’Amalfi Furore Bianco -Marisa Cuomo
Gelsobianco Passito – Villa Dora

Mata Spumante Rosè Metodo Classico – Villa Matilde
il brindisi finale
Posti limitati. Ticket partecipazione (entrée, 4 pizze e 4 vini in abbinamento): 25 euro.

Info e prenotazioni (obbligatorie): info@eccellenzecampane.it Tel: 0815636303
Eccellenze Campane – Via Brin, 69 – Napoli.

Champagne MOB “On the Sea” per Wine&Thecity

Pubblicato da aisnapoli il 24 - maggio - 2014Versione PDF

Champagne MOB “On the Sea”
A cura di Associazione Italiana Sommelier Delegazione di Napoli

Luogo, giorno e orari non si conoscono. Saranno svelati poco prima e solo a chi si sarà iscritto allo Champagne MOB. Cosa accadrà? In kayak con l’Associazione Kayak Napoli o in alternativa con una barca a motore si raggiungerà Antonio, l’ultimo pescatore di Marechiaro e il suo peschereccio. A bordo avrà luogo la degustazione di champagne con i sommelier dell’Ais Napoli in abbinamento ad una serie di assaggi preparati da Antonio.
Lo Champagne MOB è un’azione di degustazione di champagne “al buio” in luoghi diversi e originali, a cura di Tommaso Luongo, Delegato Ais Napoli.

I posti sono limitati. Per partecipare occorre inviare una mail a info@aisnapoli.it ovvero iscriversi alla pagina facebook ufficiale dell’AIS Napoli; qualche giorno prima del fatidico Champagne MOB un messaggio svelerà luogo, orario e ticket di partecipazione e (forse) gli champagne che saranno degustati.

Per iscriversi: info@aisnapoli.it official page su Facebook AIS NAPOLI

Pizzeria OlivaOliva&Bollicine In occasione della serata inaugurale del Pizzafestival 2014, il 27 maggio alle ore 20.30, gli Oliva brindano con i Franciacorta Docg firmati Contadi Castaldi abbinandoli ai fritti e alle pizze gourmet della “Pizzologia” Oliva Primavera Estate.

Tra un morso e un calice, i commenti del delegato dell’Ais Napoli Tommaso Luongo  (www.aisnapoli.it) e della giornalista enogastronomica Monica Piscitelli ( www.campaniachevai.it) ideatrice del work in progress “Gastronomi con la Sanità”.

POSTI LIMITATI. TICKET DI INGRESSO: 20 EURO che include gli assaggi di pizza e dei Franciacorta Docg Contadi Castaldi.

Prenotazioni e info: Tel: 081290037. INFO SULLA PIZZERIA OLIVA: www.pizzeriaoliva.it

In degustazione:

assaggi di Fritto Oliva

Pizza Costiera al profumo di limone di Procida con Fior di Latte artigianale e pepe nero

in abbinamento Contadi Castaldi Franciacorta Zero

Pizza Cetara Pomodoro San Marzano Dop, Pomodorino del Piennolo del Vesuvio Presidio Slow Food, alici di Cetara Presidio Slow Food, olive nere caiazzane e capperi di Salina

in abbinamento Contadi Castaldi Franciacorta Brut s.a.

Pizza Riggina  con Fior di Latte, Capicollo grecanico Azze Anca Presidio Slow Food, filetti di Carciofo violetto di Castellammare sott’olio, Olive infornate di Ferrandina Presidio Slow Food e pepe

in abbinamento Contadi Castaldi Franciacorta Rosé 2008

PIZZERIA OLIVA DA CONCETTINA AI TRE SANTI

Via Arena alla Sanità 7 bis Napoli

Tel: 081290037 E-mail: cirolv@hotmail.it Web: www.pizzeriaoliva.it

Champagne MOB

Di Roberta Porciello

Ci sta un francese, un veronese e un napoletano…no non vi voglio raccontare una barzelletta ma la “vera” novità di questo Vinitaly 2014. Non solo Vininternational e Vinitalybio, lunedì girando per i padiglioni non si parlava d’altro: il made in Naples, ideato da Tommaso Luongo e dall’Ais Napoli, ovvero lo Champagne MOB.

Come ogni Flash-Mob che si rispetti, luogo e orario viaggiano poco prima solo sui social…Ore 15:00Mangalica e Mozzarella un misterioso tweet  “ore 19 Piazza Erbe n.24, Tommaso”, il messaggio recitava più o meno così. Un solo indizio, una frase, con un “misterioso” punto di partenza: “Nel segno di EMME”. Arriviamo alla meta agognata e ci accoglie lo staff al gran completo dello Champagne Mob in felpa d’ordinanza, poi iniziamo a scoprire, poco alla volta, tutte le EMME della serata…M come Mozzarella, M come Magnum, M come Mangalica, perfino M come il pane tradizionale di Stefano Pagliuca  plasmato a forma di emme per l’occasione, ed infine M come il nostro grande presidente AIS Antonello Maietta.

the end!

Lo Champagne MOB sbarca nel cuore di Verona, per un viaggio nel terroir francese a colpi di magnum, in abbinamento con Mozzarella di Bufala Campana Dop e Prosciutto ungherese di Mangalica. E alla fine ci si ritrova tutti al Bloom Cafè sotto la statua della Madonna a Piazza Erbe, calici in mano pronti per brindare, abbiamo 6 champagne che ci aspettano.

La degustazione parte con lo champagne L’Accomplie di Savart  [80% PN e 20% CH], un sorso ricco e piacevole che coniuga con eleganza il frutto del Pinot Noir assieme alla freschezza agrumata dello Chardonnay. Poi il è il turno di un interessante BdB con lo champagne Bonnet-Gilmert brut cuvée Grand Cru [100% CH], una beva succosa dai toni agrumati intervallati da spunti gessosi. Si continua, a tambur battente, e si stappa Marie Noëlle Ledru, la Signora del Pinot nero con lo champagne Grand Cru Extra Brut, dall’intensa e lineare mineralità Ambonnay style che abbraccia con virilità una materia tanto soffice quanto importante. La serata è ancora lunga ed è il turno di Jean Vesselle Brut Reserve Grand Cru, [80% PN, 20% CH], mix esplosivo di naso “tutti frutti” e bocca cremosa. E mentre il nostro Charcutier, al secolo Salvatore Cautero, continua imperterrito ad affettare a mano il pregiato prosciutto di maiale pecora noi passiamo con nonchalance al quinto champagne con il R&L Legras Brut NV, un fragrante intreccio al naso di gesso, agrumi e frutta a polpa bianca con un’energica tensione gustativa sostenuta da guizzante acidità. Per l’ultimo “botto”, saliamo sulla Montagna di Reims con la maison Berèche & Fils e il Réserve Brut s.a. E’ questa una cuvée formata da Pinot Noir, Pinot Meunier e Chardonnay in ugual proporzione, grande energia e profondità, con un frutto carnoso e un finale decisamente sapido. “Chi beve e mangia bene, dorme bene, chi dorme bene, non pecca, chi non pecca va in paradiso. Perciò, se vogliamo andare in paradiso, beviamo e mangiamo in modo eccellente”…W gli Champagne MOB, W l’AIS e specialmente [sono di parte] l’AIS NAPOLI.

Gli eventi dell'AIS Napoli
    • Nessun evento da mostrare
  • Video

    Tags