Associazione Italiana Sommeliers

AIS – delegazione di Napoli

...corsi sommelier in partenza

L’Ais Campania a Vitigno Italia

Pubblicato da aisnapoli il 16 - maggio - 2019Versione PDF

vitignoitalia-2019ASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER Delegazione Campania

L’Ais Campania a Vitigno Italia

Castel dell’Ovo, via Eldorado 3, Napoli
Quando: domenica 19, lunedì 20 e martedì 21 maggio 2019
Orario: dalle ore 15.00 alle ore 22.00
Prezzi per non soci Ais: domenica € 30, lunedì e martedì € 25 (prevendita on-line domenica € 25, lunedì e martedì € 20) 

Prezzi per i soci AIS (in regola con la posizione associativa e previa esibizione della tessera): 

domenica € 15, lunedì € 15 e  martedì € 15

Si scaldano i motori per la XV edizione di VitignoItalia, il Salone dei vini e dei territori vitivinicoli italiani in programma a Napoli, da domenica 19 a martedì 21 maggio, all’interno di Castel dell’Ovo. Entrato nell’elenco delle kermesse a tema vino più importanti della Penisola, VitignoItalia quest’anno potrà vantare la partecipazione di ben 280 aziende vinicole provenienti dal Nord al Sud dello Stivale, per un totale di oltre 2.500 etichette presenti in degustazione, mettendo in evidenza l’alta qualità e la diversità del ricco panorama ampelografico nazionale.

A fare da capofila sarà la copiosa compagine campana, composta da circa 80 produttori, in rappresentanza di una regione sempre più sugli scudi dal punto di vista enologico, capace ogni anno di aggiungere nuove interessanti realtà a quelle storiche e affermate, alzando, di stagione in stagione, la propria asticella qualitativa, anche grazie all’impegno dell’assessorato all’Agricoltura della Regione Campania. Significativa, in particolare, la collaborazione con le Camere di commercio di Avellino e Benevento, che consentirà di avere sul posto 44 cantine (22 ciascuna) provenienti da due dei terroir più vocati d’Italia, ovvero l’Irpinia e il Sannio.

Una partecipazione folta e omogenea – sottolinea Maurizio Teti, direttore di VitignoItalia – che evidenzia il legame creato in questi anni tra la fiera e la base produttiva regionale. Liaison resa ancora più salda dall’intervento di istituzioni, come appunto le due Camere di commercio, che sulla nostra manifestazione puntano giudicandola un palcoscenico privilegiato per la promozione dei vini e delle aziende. A testimonianza di quanto detto, tra l’altro, vi è anche quest’anno la presenza di circa 35 buyer internazionali che, oltre a partecipare ai consueti B2B e walk around tasting in fiera, saranno ospiti di Educational Tour in Irpinia, nelle cantine cooperative del beneventano, nei territori del Vesuvio e dei Campi Flegrei”.

L’edizione 2019 – spiega Maurizio Tetirappresenta un traguardo storico e soprattutto un momento decisivo per sancire l’escalation che stiamo vivendo in questi ultimi anni. Di edizione in edizione, infatti, richiamiamo a Napoli un numero crescente di produttori, buyer, giornalisti ed esperti, sia dall’Italia che dall’estero, ma anche appassionati e semplici curiosi. Ciò a dimostrazione di un format vincente, capace di stare al passo con i tempi per intercettare i trend del settore, gli interessi e i gusti del pubblico di riferimento”.

Una continua evoluzione, dunque, che si affianca a un percorso orientato da sempre sulla qualità e sulla volontà di valorizzare il meglio del made in Italy enoico, legato indissolubilmente al piacere, alla cultura e agli affari. Proprio l’impronta business oriented e dal respiro internazionale, quest’anno, sarà caratterizzata dalla presenza di 35 buyer qualificati in arrivo da 20 Paesi, tra cui Usa, Cina, Russia, Hong Kong e Svezia, e di 5 giornalisti esteri, selezionati e invitati in collaborazione con l’Agenzia Ice”, aggiunge.

Si svolgerà nella giornata di apertura di VitignoItalia, domenica 19 maggio, la finalissima della terza edizione del ‘Napoli Wine Challenge’, che premierà i migliori vini in gara per ognuna delle cinque categorie previste (rossi, bianchi, rosati, spumanti e dolci). E, a proposito di Campania, proprio durante le giornate di VitignoItalia si svolgerà la competizione per l’assegnazione del titolo di ‘Miglior sommelier della Campania 2019’.

Una gara serrata che prevede, lunedì 20 maggio, alle ore 14,30, le prime selezioni (non aperte al pubblico) e, alle 17,30, le prove conclusive (aperte al pubblico), in cui i quattro concorrenti semifinalisti si sfideranno senza esclusioni di ‘calici’ per contendersi l’ambito titolo e l’assegno di 1.000 euro messo a disposizione dall’Associazione Italiana Sommelier Campania. La proclamazione del vincitore ci sarà alle ore 20.00 e si concluderà con la degustazione ‘Le sei anime del Sangiovese in Toscana’, guidata dal ‘Miglior Sommelier d’Italia 2018’, Simone Loguercio, assieme al neo eletto campione campano.

Proprio l’importanza del servizio sarà uno dei temi di forza di questa edizione. VitignoItalia infatti ospiterà ‘Emergente Sala’, la competizione annuale dedicata ai migliori maître e responsabili di sala under 30. L’appuntamento, ideato da Lorenza Vitali e Luigi Cremona, è divenuto un punto di riferimento per chi opera nel settore e si articola in molteplici eventi che durante l’anno coinvolgono diverse città italiane, selezionando i candidati che poi si affronteranno nella finalissima di Roma. Castel Dell’Ovo sarà, dunque, lo scenario di una delle tappe del contest per il quale i concorrenti si sfideranno tra prove sia pratiche che teoriche.

Le attività dell’Ais Campania a Vitigno Italia - Lunedì 20 Maggio

Sala S4, Castel dell’Ovo

Dalle 17.30

Concorso Miglior Sommelier della Campania Play Off e Finale.

Ore 20

Proclamazione e Degustazione Le Sei Anime del Sangiovese in Toscana guidata dal Miglior Sommelier d’Italia 2018 Simone Loguercio assieme al neo eletto campione campano.

In degustazione

Cotozzino Morellino di Scansano DOCG 2018 – Antonio Camillo
Vino Nobile di Montepulciano DOCG 2015 – Avignonesi
Santa Marta Montecucco Sangiovese DOC – Salustri
Carmione Carmignano DOCG 2016 – Pratesi
Borro del Diavolo Chianti Classico Riserva 2015 – Ormanni
Brunello di Montalcino DOCG 2013 – Le Ragnaie

É possibile effettuare le prenotazioni per assistere al concorso e alla  degustazione in loco, presso l’Enoteca Regionale curata dai sommelier dell’Ais Campania. Posti limitati.

 Lunedì 20 Maggio

Sala Degustazione Castel dell’Ovo 

Ore 15.00
Verticale Brunello di Montalcino Poggio San Polo Annate 2014-2013-2010-2008.
Con l’enologo Riccardo Fratton, Leonardo Vallone e Luciano Pignataro.

Ore 16.30
La Borgogna va a mare.
Il mondo di Olivier Leflaive.
Con l’enologo Frank Grux, Leonardo Vallone e Adele Elisabetta Granieri. Coordina Luciano Pignataro.

In degustazione
Champagne Valentin Leflaive Blanc de Blancs
Bourgogne  Chardonnay Les Setilles 2016
Chablis Mont de Tonnere 2016
Puligny Montrachet 2016
Corton Charlemagne 2014

Ore 18.00
Il Vino e il Mare. Pescato nostrano buono sano Mediterraneo.
Ti stuzzichiamo. La varietà dei prodotti ittici nella Dieta Mediterranea.Selezione da Enoteca Regionale.
Degustazione a cura di Tommaso Luongo, Maria Sarnataro.
Con i prodotti di Le delizie italiane: peperoni arrostiti, papaccelle ripiene al tonno, alici marinate, kepurp (kebab di polpo) di Ciro Salatiello

Ore 19.00

Selezione di vini bianchi 3 Cornetti Gold della Guida Catalogo dei Vini – Regione Campania e AIS Campania.
Degustazione a cura di Tommaso Luongo e Maria Sarnataro, Ais Campania
Con i prodotti di Le delizie italiane: peperoni arrostiti, papaccelle ripiene al tonno, alici marinate, kepurp (kebab di polpo) di Ciro Salatiello

Ore 20.00
Il Vino e il Mare. Pescato nostrano buono sano Mediterraneo.

Ti stuzzichiamo. Percorsi di gusto tra mare e vino. Selezione da Enoteca Regionale.
Degustazione a cura di Tommaso Luongo e Maria Sarnataro, Ais Campania
Con i prodotti di Le delizie italiane: peperoni arrostiti, papaccelle ripiene al tonno, alici marinate, kepurp (kebab di polpo) di Ciro Salatiello

É possibile effettuare le prenotazioni per le degustazioni in loco, presso l’Enoteca Regionale curata dai sommelier dell’Ais Campania. Posti limitati.

Altro importante contenuto verrà dall’Ordine degli architetti di Napoli, che ha deciso di fornire il proprio patrocinio alla manifestazione, sottolineando così la sinergia venutasi a creare tra progettisti e aziende vinicole. È ormai da diversi anni, infatti, che queste ultime si sono avvicinate al mondo del design, dall’interesse per le etichette firmate alla progettazione di cantine e spazi per la produzione e l’ospitalità. Anche architetti molto noti, a volte vere e proprie archistar, si sono cimentati in progettazioni per aziende vinicole di calibro internazionale. Al fine di rafforzare questo connubio, dunque, l’Ordine svolgerà un lavoro di sensibilizzazione all’interno della fiera, mettendo in mostra nei propri spazi alcuni casi studio di cantine d’autore.

Da quest’anno, inoltre, VitignoItalia guarda anche alla responsabilità sociale e alla sostenibilità in campo vitivinicolo e fa squadra con CsrMed, il Salone mediterraneo della responsabilità sociale, proprio con l’obiettivo di valorizzare l’impegno delle aziende aderenti alla manifestazione verso queste due tematiche, oggi fondamentali per il comparto. Due, in particolare, le iniziative che debutteranno nell’edizione di quest’anno nell’ambito del neo progetto PRess4Wine: il Premio VitignoItalia per l’innovazione responsabile, su cui si accenderanno i riflettori a chiusura della tre giorni con l’assegnazione dei riconoscimenti per le categorie Ambiente, Territorio e Capitale Umano, e il Premio speciale ‘Comunicare la responsabilità, la responsabilità di comunicare’.

Infine, molto appetibile per i tutti i winelover sarà la possibilità di acquistare online, al momento dell’assaggio, alcuni dei vini presenti grazie al media partner Enosocial. L’innovativa App per smartphone e tablet che consentirà agli appassionati di avere a casa, con un semplice clicknbuy, le etichette più apprezzate delle cantine aderenti all’iniziativa.

VitignoItalia si svolge con il patrocinio di Comune di Napoli, Unioncamere Campania, Ismea, Ordine degli architetti di Napoli e in collaborazione con Regione Campania, Camera commercio di Avellino, Camera di commercio di Benevento, Ice – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane.

27 Novembre, Anteprima Vitigno Italia all’Hotel Excelsior

Pubblicato da aisnapoli il 24 - novembre - 2017Versione PDF

locandina-anteprimaA NAPOLI, LUNEDÌ 27 NOVEMBRE DALLE ORE 17.00 ALLE 22.30,
PRESSO L’HOTEL EXCELSIOR, IN VIA PARTENOPE 48

ANTEPRIMA VITIGNOITALIA 2018:
GOLOSA PREVIEW PER IL SALONE DEI VINI E DEI TERRITORI VITIVINICOLI ITALIANI

PRESENTI OLTRE 100 AZIENDE DA TUTTA ITALIA
PER UN TOTALE DI CIRCA 600 ETICHETTE IN DEGUSTAZIONE.
NELLA “STANZA DEL GUSTO” LE ECCELLENZE GASTRONOMICHE DEL TERRITORIO.

ANTEPRIMA VITIGNOITALIA
Hotel Excelsior, Napoli – Via Partenope 48
Orario evento: dalle 17,00 alle 22,30
Ticket ingresso: € 15,00 (acquistabile online, o direttamente in albergo a partire dalle ore 16,30)
Ticket sommelier: € 10,00 (acquistabile soltanto in albergo con presentazione tessera dell’associazione di riferimento)
Ticket ridotto espositore: € 5,00 (valido soltanto per le aziende espositrici, acquistabile soltanto in albergo)
www.vitignoitalia.it – Tel 0814104533; segreteria@vitignoitalia.eu
Ufficio Stampa MG Logos – Tel 06/45491984; comunicazione@mglogos.it

Va in scena a Napoli l’attesa Anteprima di Vitignoitalia, il Salone dei Vini e dei Territori Vitivinicoli Italiani divenuto ormai uno degli appuntamenti enogastronomici di maggior rilevanza nel panorama nazionale. Lunedì 27 novembre, a partire dalle ore 17.00 e fino alle 22.30, le splendide sale dell’Hotel Excelsior – in via Partenope, 48 – ospiteranno oltre 100 aziende vitivinicole provenienti da tutta la Penisola, per un totale di circa 600 etichette in degustazione.

40 le cantine campane presenti, espressione di un’area sempre più vocata all’alta qualità e dove la biodiversità costituisce sicuramente un plus fondamentale. Ma ad essere rappresentate saranno ben 16 regioni del Bel Paese, per quella che si configura come una panoramica esaustiva, da Nord a Sud, del variegato vigneto Italia. I winelover napoletani, e non solo, non dovranno dunque attendere maggio, quando, dal 20 al 22 del mese, andrà in scena, come di consueto nella meravigliosa cornice di Castel dell’Ovo, la XIV edizione di Vitignoitalia.

Con la nostra Anteprima– commenta Maurizio Teti, direttore di Vitignoitalia – vogliamo dare “un assaggio” di quello che negli anni è divenuto un evento di importanza primaria per il mondo del vino, e ciò grazie ai risultati portati a casa in termini di numeri, contenuti tecnico-scientifici, vocazione al business, affluenza di pubblico appassionato e attenzione dei media. Vitignoitalia è un punto di riferimento non solo per il Centro-Sud, ma ha ormai una risonanza nazionale, come testimoniato anche dalla recente tappa romana, in occasione del Festival della Gastronomia. La presenza di importanti player di settore stranieri, come buyer e giornalisti, aggiunge inoltre quel respiro internazionale necessario a manifestazioni di questo genere. In tal senso ospiteremo anche per questa Anteprima alcuni nomi della stampa estera, provenienti da Svezia, Gran Bretagna,Danimarca, Estonia e Albania”.

E proprio ad alcuni degli operatori presenti sarà dedicata l’iniziativa che vede coinvolti, insieme a Vitignoitalia, il Pastificio di Martino e il Consorzio di tutela vini d’Irpinia. Presso il Sea Front infatti, l’innovativo concept store del Pastificio Di Martino situato in Piazza Municipio, si svolgerà una cena che vedrà la Pasta di Gragnano IGPin abbinamento a diverse etichette di Greco di Tufo DOCG, presentate dal Presidente del Consorzio Stefano Di Marzo. A questo primo appuntamento ne seguiranno altri due, in programma il 5 e il 12 dicembre, durante i quali saranno protagonisti, insieme alla pasta, le altre due denominazioni storiche dell’Irpinia, il Fiano di Avellino DOCG e il Taurasi DOCG.

Tornando nel vivo della manifestazione, sempre il Pastificio di Martino sarà uno dei protagonisti all’interno della stanza del gusto insieme ad altre eccellenze gastronomiche del territorio. A cominciare dalle prelibatezze selezionate da Sogni di Latte, la boutique del formaggio, presente a Napoli con vari punti vendita, che per l’occasione ha studiato anche abbinamenti ad hoc. Si prosegue poi con ostriche, crostacei e frutti di mare firmati Bixal – Galuperie dal Mondo. Nutrito il capitolo dolci, grazie a cioccolatini, biscotti e altre golosissime creazioni ad opera di Peccati di Capri, Picogrammo, Torta Pistocchi, Cioccolato Gallucci e Joyflor. Da provare i distillati e i vermouth di Skinos & Otto’s.

E se l’abbinamento cibo-vino si va sul classico, sicuramente più originale risulta essere quello in cui è la filosofia a fare da contraltare al nettare di Bacco. Ciò sarà possibile grazie alla presenza di un “personal winephilosophy” (la prof. Annalisa Di Nuzzo) che racconterà l’intreccio “divino” con la filosofia. Un’esperienza frutto della collaborazione tra Vitignoitalia e il Festival della Filosofia in Magna Grecia.

A fornire i calici più adeguati per la degustazione ci penserà il nuovo partner tecnico Vdg Glass.

Anteprima Vitignoitalia si svolge con il contributo di Regione Campania e Unioncamere Campania, con la collaborazione di ICE e il patrocinio del Comune di Napoli.

 

LOCANDINA_VITIGNOITALIA_2016-339x480

VITIGNOITALIA, XII Salone dei vini e dei territori vitivinicoli italiani

Castel dell’Ovo, via Eldorado 3, Napoli.

Domenica 22, lunedì 23 e martedì 24 maggio 2016

Domenica e lunedì dalle ore 15.00 alle ore 22.00; martedì dalle ore 15.00 alle ore 21.00

Per info sul programma consultare www.vitignoitalia.it – Tel 0814104533; segreteria@vitignoitalia.eu

 

Oltre 250 aziende, di cui circa 200 cantine e un totale di 1000 etichette, 5000 inviti ad operatori – tra ristoratori, chef, enotecari – ed una selezione di importanti buyer internazionali.

Sono questi i numeri grazie ai quali Napoli diventerà, da domenica 22 a martedì 24 maggio, la capitale dell’Italia del vino.

Vitignoitalia, Salone dei Vini e dei Territori Vitivinicoli Italiani giunto alla sua XII edizione, rappresenta infatti per numeri, importanza dei contenuti tecnico-scientifici, vocazione al business, affluenza di pubblico appassionato, attenzione dei media e cura dell’organizzazione, l’evento enoico di riferimento del Centro-Sud.

A fare la differenza la location: il magnifico Castel dell’Ovo, Patrimonio Unesco e da secoli simbolo della città e del Golfo di Napoli. Per l’occasione l’affascinante Castello sul Lungomare si trasformerà in uno splendido “salone atelier” dove andranno in scena degustazioni, workshop, interessanti convegni e seminari. Un viaggio, calice alla mano, attraversando dalle Alpi alla Sicilia l’intero vigneto Italia, così ricco di sapori, aromi e storie differenti. Nutrito anche il comparto food, con la presenza di alcune grandi eccellenze gastronomiche tricolori, tra le quali spicca il Pastificio Di Martino con il suo Pasta bar.

Tutti i soci dell’ASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER in regola con la quota di iscrizione per l’anno 2016 potranno accedere (previa esibizione della tessera o della ricevuta che attesta il pagamento) alla manifestazione con una riduzione sul biglietto di ingresso:Domenica 22/5 € 10 anzichè € 25 ; Lunedì e Martedi 23-24/5 € 10,00 anzichè € 20.

All’Ais Campania è affidata la gestione dell’Enoteca Regionale in collaborazione con l’Assessorato all’Agricoltura Regione Campania e il banco d’assaggio con i vini del Consorzio Tutela Campi Flegrei, Ischia e Capri per tutti e tre i giorni della manifestazione mentre la sala degustazione vedrà la presenza dei sommelier dell’Ais Campania Lunedi 23 Maggio con un ricco programma di attività:

 

Lunedi 23 MAGGIO PROGRAMMA SALA DEGUSTAZIONI

Per prenotazioni: info@aiscampania.it Posti limitati

 

Ore 15.30 LA CAMPANIA DEL VINO: i vini bianchi premiati con i Tre Cornetti GOLD

L’Assessorato all’Agricoltura della Regione Campania in collaborazione con l’Associazione Italiana Sommelier Campania, presenta la quarta edizione della “Guida – Catalogo delle aziende vitivinicole e vinicole della Campania “.
Degustazione dei vini bianchi premiati con i Tre Cornetti GOLD a cura di Associazione Italiana Sommelier Campania con Franco De Luca e Tommaso Luongo.

 

Ore 17.00 CANTINA DI TERLANO, degustazione delle annate storiche: Pinot Bianco 2002, Vorberg Pinot Bianco Riserva 2006, Vorberg Pinot Bianco Riserva 2008, Vorberg Pinot Bianco Riserva 2010.
Con Luciano Pignataro, giornalista de Il Mattino, Fabio Turchetti, giornalista de Il Messaggero e Tommaso Luongo.

 

Ore.19.00 VERTICALE DI GRECOMUSC’ delle Cantine Lonardo Contrade di Taurasi. Verticale di Grecomusc’ delle Cantine Lonardo e presentazione della nuova etichetta. In degustazione: 2014, 2013, 2012, 2011, 2010.
Con Sandro Lonardo, Marina Alaimo e Tommaso Luongo.
Il grecomusc,è un antico vitigno dell’areale di Taurasi, quasi scomparso fino a qualche anno fa. Sandro Lonardo, professore di storia e filosofia, di origini irpine, ha voluto salvare e rivalutare questo vitigno a bacca bianca partendo da vecchie viti a piede franco per poi, in collaborazione con il genetista Giancarlo Moschetti, sviluppare un piano di reimpianto dei cloni migliori al fine di dare un luminoso futuro al vitigno e al vino.

 

Ore 20.30 LA CAMPANIA DEL VINO: i vini rossi premiati con i Tre Cornetti GOLD
L’Assessorato all’Agricoltura della Regione Campania in collaborazione con l’Associazione Italiana Sommelier sezione Campania, presenta la quarta edizione della “Guida – Catalogo delle aziende vitivinicole e vinicole della Campania “.
Degustazione dei vini rossi premiati con i Tre Cornetti GOLD a cura di Associazione Italiana Sommelier Campania

 

unnamed (1)Bilancio positivo per VITIGNOITALIA
che conclude l’XI edizione con un incremento del + 35% di pubblico e raccoglie ampi consensi dagli espositori e dagli operatori del wine business.

Cala il sipario sull’XI edizione di Vitignoitalia, il Salone dei vini e dei territori vitivinicoli italiani che per tre giorni ha fatto di Castel dell’Ovo il castello del vino e delle eccellenze italiane. Sono state 150 le aziende italiane presenti con una propria postazione e più di 60 quelle campane rappresentate nell’Enoteca Regionale curata dall’Assessorato all’Agricoltura di Regione Campania.
Il primo numero significativo è quello dei visitatori: 14mila nei tre giorni del Salone, un significativo +35% rispetto al 2014. Molti gli operatori accreditati – enotecari, sommelier, food&beverage manager, ristoratori, distributori -; ma tanti anche i turisti, gli appassionati, i cosiddetti wine lovers che da anni mettono in agenda l’appuntamento a Castel dell’Ovo, occasione unica per poter incontrare i produttori e degustare più di 1500 vini.
Col patrocinio di Expò Milano 2015, Comune di Napoli e Napoli per Expò, Unione Italiana Vini e Movimento Turismo del Vino, e realizzato con la collaborazione di Regione Campania, ICE e Unioncamere Campania, Vitignoitalia si conferma il Salone di riferimento del Centro Sud Italia, vetrina e opportunità di business per le aziende del settore. , ha dichiarato Maurizio Teti, Direttore di Vitignoitalia. Obiettivo primario di questa edizione 2015 è stato favorire le opportunità di sviluppo sui mercati esteri e il contatto diretto con buyers internazionali, nonché agevolare i rapporti con l’estero delle Piccole e Medie Imprese.
Soddisfatte le aziende presenti per la prima volta a Vitignoitalia e a Napoli, che si conferma piazza importante e strategica per la promozione del vino italiano sui mercati della Penisola sorrentina, della Costa d’Amalfi, delle isole del Golfo e della stessa città. Ampia soddisfazione anche per gli incontri OneToOne con i buyers esteri che, come ogni anno, si sono svolti a porte chiuse nelle mattinate dell’evento: sono stati 25 i buyers internazionali accreditati.
48 i vini premiati in questa edizione nell’ambito del Premio Enologico Vitignoitalia che assegna Medaglia d’Argento, Medaglia d’Oro, Gran Medaglia d’Oro alle migliori produzioni tra quelle presenti al Salone, e i Premi Speciali “per il Territorio” e “Giovani” riservato ai giovani produttori. Il Gran Premio Vitignoitalia assegnato al vino che ha ottenuto il miglior punteggio assoluto è andato quest’anno al Laus Vitae Montepulciano d’Abruzzo 2009 di Citra Vini.
Più nutrita e di qualità anche la rappresentanza di aziende food presenti nella Sala Antro di Virgilio con il Pasta bar di Pastificio Di Martino, i pregiati salumi Levoni, i prodotti da forno dello storico forno Rescigno, i prodotti gastronomici della tradizione Norcina e vini di Renzini-Albea, le selezioni di salumi e formaggi della Salsamenteria Sarracino di Marano, i prodotti fine food Enimberg Group-Morandini De Castro, riso cereali e farina di Agricola Salera, i succhi di frutta di Kohl e l’olio di Frantoio Marsicani.

Foto di Discettatori Erranti

ufficio stampa dipunto studio tel./fax: 081 681505 www.dipuntostudio.it

24- 25-26 maggio, Vitigno Italia a Castel dell’Ovo

Pubblicato da aisnapoli il 23 - maggio - 2015Versione PDF

20309_10152730593585728_1888941537434349956_nVITIGNOITALIA

XI Salone dei vini e dei territori vitivinicoli italiani

Napoli, Castel dell’Ovo 24- 25-26 maggio

 

Vitignoitalia si aprirà domenica 24 maggio e prosegue fino a martedì 26 con il format consolidato delle precedenti edizioni: per tre giorni il Castel dell’Ovo, patrimonio Unesco sarà aperto al pubblico nel pomeriggio mentre le mattine sono riservate agli operatori esteri e alle contrattazioni OneToOne che si svolgono a porte chiuse nella Sala buyers del castello. Cinquemila gli operatori economici nazionali invitati e 25 i buyer internazionali accreditati.

Il calendario di appuntamenti è fitto tra convegni, presentazioni e degustazioni guidate. Tra le novità anche uno stand di Poste Italiane dove potrà essere apposto il timbro celebrativo dell’evento.

L’Immagine 2015 di Vitignoitalia è opera dell’artista Gennaro Regina che ha rappresentato il golfo di Napoli come golfo di vino con un calice di rosso che colma il cono del Vesuvio e un Castel dell’Ovo che assume la sagoma di una bottiglia distesa nel mare: un omaggio a Napoli che per tre giorni diventa capitale mediterranea del vino italiano.

Vitignoitalia è un progetto di Hamlet srl, realizzato con il patrocinio di Unione Italiana Vini e Movimento Turismo del Vino; con il patrocinio di Comune di Napoli e con la collaborazione di Unioncamere Campania, Assessorato all’Agricoltura di Regione Campania, ICE Italian Trade Agency.

 

Napoli – Castel dell’Ovo – 24, 25 e 26 Maggio 2015




Domenica 24 maggio h 14.00 – 21.30

Lunedi 25 maggio     h 14.00 – 21.30

Martedi  26 maggio  h 14.00 – 20.00 

Condizioni d’Ingresso

Domenica 24 Maggio ticket d’ingresso: € 20,00

(comprensivo del calice da degustazione Bormioli)

Lunedì 25 Maggio ticket d’ingresso: € 15,00

(comprensivo del calice da degustazione Bormioli)

Martedì 26 Maggio ticket d’ingresso: € 15,00

(comprensivo del calice da degustazione Bormioli)

Per tutte e tre le giornate dell’evento

per i soci AIS ticket d’ingresso € 10,00

con controllo aggiornamento iscrizione per l’anno 2015

(previa esibizione tessera o copia del bollettino di pagamento)

INFO www.vitignoitalia.it | tel. 081 4104533

 

L’AIS Campania a Vitigno Italia

Enoteca Regione Campania Vigna Felix

Domenica 24 maggio h 14.00 – 21.30

Lunedi 25 maggio     h 14.00 – 21.30

Martedi  26 maggio  h 14.00 – 20.00

 

Tutti i giorni h 18-19: Happy hour con i prodotti del Pescato Campano delle aziende Delfino, Di Lucia e Iasa in abbinamento ai bianchi e alle bollicine della selezione Enoteca Regione Campania Vigna Felix.

Servizio a cura dei sommelier dell’AIS Campania.

 

Programma Sala Degustazioni 25 Maggio

 

Ore 15.30 Lunedi 25 Maggio La Campania nel bicchiere

Degustazione dei vini premiati con i “3 Cornetti Gold” della III edizione della Guida – Catalogo delle aziende vitivinicole e vinicole della Campania.

A cura dell’Assessorato all’Agricoltura della Regione Campania in collaborazione con l’Associazione Italiana Sommelier (AIS) sezione Campania. A cura di Franco De Luca e Tommaso Luongo, AIS Campania.

Fiano di Avellino Docg 2013 Ex Cinere Resurgo Terredora

Greco di Tufo docg 2013 Giallo d’Arles Quintodecimo

Costa d’Amalfi doc furore bianco 2012 Fiorduva Marisa Cuomo

Falerno del massico doc Primitivo 2012 Conclave Gennaro Papa

 Aglianico del Taburno Doc Bue Apis 2008 Cantina del Taburno

Taurasi Docg riserva 2008 Loggia del Cavaliere Tenuta Cavalier Pepe

Info e prenotazioni: 333.6215990

 

h 17.30 Lunedi 25 Maggio La Campania nel bicchiere

Degustazione dei vini premiati con i “Tre Cornetti Gold” della III edizione della Guida – Catalogo delle aziende vitivinicole e vinicole della Campania.

A cura dell’Assessorato all’Agricoltura della Regione Campania in collaborazione con l’Associazione Italiana Sommelier (AIS) sezione Campania. A cura di Franco De Luca e Tommaso Luongo, AIS Campania.

Ischia doc biancolella 2013 Tenuta Frassitelli Casa D’Ambra

Fiano di Avellino docg 2013 Tenuta Sarno 1860

Greco di Tufo Docg Vigna Cicogna 2013 Benito Ferrara

Lacryma Christi del Vesuvio Doc rosso 2012 Gelsonero

Aglianico del Taburno docg riserva 2011 Terra di Rivolta Fattoria La Rivolta

Irpinia doc Aglianico 2010 Serpico Feudi di San Gregorio

Info e prenotazioni: 333.6215990

 

h 19.30 Lunedi 25 Maggio Bolle d’Italia unitevi…

La via italiana alle bollicine: un viaggio “effervescente” dalle Alpi alla Sicilia. Dulcis in fundo con la Dolce Bufala aversana presentata dallo Chef  Nino Cannavale con La Dolce Terra. A cura di Tommaso Luongo, Delegato AIS Napoli.

Millé Villa Crespia Franciacorta Brut Millesimo 2007

Monsupello Brut Pinot Nero Metodo Classico VSQ

Umani Ronchi Extra Brut Metodo Classico S.A.

Sumarè Tenute Rubino, IGT Salento Brut Metodo Classico da Susumaniello

Gaudensius Firriato, Etna Doc Spumante, Brut Metodo Classico da Nerello Mascalese

Petali Fazio, Erice Doc Spumante, Metodo Charmat Dolce da Moscato

Info e prenotazioni: 333.6215990

 

10407298_728857080528725_4577193828670167576_n100 aziende vinicole da tutta Italia e i panettoni del sole dei maestri pasticcieri campani

Martedì 2 dicembre ore 17 > 22.30

Martedì 2 dicembre, dalle ore 17.00, il Grand Hotel Excelsior di Napoli aprirà le porte alla tradizionale Anteprima di Vitignoitalia: cento aziende vitivinicole provenienti da tutta Italia presenteranno ad operatori ed eno appassionati le proprie produzioni nell’elegante Salone degli Specchi. I vini in degustazione, presentati dagli stessi produttori e dai sommelier, saranno più di cinquecento: nei calici vini altoatesini, toscani, veneti, marchigiani, campani e siciliani. La serata inaugura ufficialmente i lavori per la realizzazionedell’XI edizione di Vitignoitalia, il Salone dei Vini e dei Territori Vitivinicoli Italiani che si svolgerà dal 24 al 26 maggio 2015 nel trecentesco Castel dell’Ovo di Napoli con il patrocinio di Regione Campania, Comune di Napoli e Unioncamere Campania e ITA Italian Trade Agency. Il programma è ricco ed interessante con assaggi di prodotti tipici e degustazioni.

Ad arricchire l’offerta della serata ci saranno alcune eccellenze gastronomiche della Campania e italiane: un’intera sala dello storico hotel Excelsior sarà infatti dedicata al food di qualità in perfetto abbinamento con i vini in degustazione.

Inoltre, aspettando il Natale, uno spazio sarà riservato alla degustazione dei migliori panettoni artigianali dei maestri pasticcieri della Campania raccontati nel libro I Panettoni del Sole di Donatella Bernabò Silorata edito da Malvarosa edizioni, perfetto connubio con i passiti in esposizione.

Su prenotazione e a numero limitato ci sarà alle 17 l’appuntamento con la storica azienda ‘E Curti di Sant’Anastasia. Per la prima volta a Napoli in degustazione i cru di Nucillo ‘E Curti 2014: Vesuvio, Positano, Cilento, Alto Casertano e  Taurasi. Insieme al nucillo ‘E Curti sarà offerta la prima produzione del panettone artigianale di Rita Martino per Casa Santini.

 

Grand Hotel Excelsior, Via Partenope – Napoli

www.vitignoitalia.it – tel. 081 4104533

Orari: dalle 17,00 alle 22,30

Ticket di ingresso comprensivo di calice da degustazione: 15,00 euro.

Per i soci AIS in regola con la posizione associativa che presenteranno il tesserino o ricevuta di pagamento anno 2014: 10,00 euro

L’Ais Campania a Vitigno Italia su Sommelier TV

Pubblicato da aisnapoli il 19 - giugno - 2014Versione PDF


Servizio di Simone Savoia

Vitigno Italia 2014: Analisi Americana (The U.S. Report)

Pubblicato da aisnapoli il 17 - giugno - 2014Versione PDF

DSCN3263Di Mauro Illiano

Quando ci si ritrova a scrivere di un evento di grande popolarità e di grande impatto mediatico – qual è il Vitigno Italia – , si rischia di cadere nel banale. Tanto è stato detto in questi meravigliosi 10 anni di manifestazione, milioni le parole spese per tessere le lodi di questa kermesse dal sapore unico e dal fascino inarrivabile. Si è scritto di Wine & the City, evento apripista del Vitigno Italia, che ha visto quest’anno un successo clamoroso tra il pubblico, si è detto dei 200 espositori e dei focus su vino e cibo organizzati “in pancia” all’evento, si è detto della location più bella al mondo per ospitare una fiera del vino (il romanticissimo Castel dell’Ovo), si sono già spese innumerevoli parole sulla rilevantissima affluenza, anche di un pubblico straniero. Di questa edizione si sono evidenziate l’applicazione mobile “Smartwine” (un progetto Intuizioni Creative e Rete del DSCN3311Metirterraneo) che sfrutta la realtà aumentata, nonché l’irresistibile gioco alla ricerca del proprio profilo di bevitore intitolato  “The Impossible Wine Bottle Machine”, partorita dai co-workers del 137A di Napoli. Novità dunque, ma anche piacevoli conferme, come l’angolo del Vitigno dedicato al Sigaro Toscano, sapientemente spiegato, e generosamente offerto a coloro che si sono lasciati attrarre dalla scia di fumo proveniente da un angolo del castello.. Di assoluto gradimento tra il pubblico anche l’anima food dell’evento, gli stands del Pastificio Di Martino e dei salumi Levoni. Bacco, Tabacco, Salato ed ovviamente Dolce, con il mini laboratorietto di pasticceria allestito dall’oramai leggendario Sal De Riso, pasticciere dell’omonima pasticceria di Minori (Sa).

Americani a Vitigno ItaliaInsomma, considerato il tasso di gradimento di questo oramai irrinunciabile appuntamento della Napoli del bere, si è finiti per andare in over di passione e spendere tra le parole le più belle e lodevoli che il nostro lessico può offrire.

Non mi restava, dunque, che una sola via: lasciare che a parlarne fosse chi il Vitigno Italia lo viveva per la prima volta, con gli occhi di chi scopre un mondo nuovo. Un gruppo di giovani statunitensi appassionati di eno-gastronomia hanno rappresentato per me il nuovo inizio, la nuova pagina da scrivere, la dimensione originale di ciò che io, insieme a migliaia di napoletani, oramai vivo con imparziale trasporto. Ecco a voi il parere su questa X edizione del Vitigno Italia di Matthew Anderson, James Christopher Sylvan e Bryan Barletto.

Ecco il resoconto della lunga intervista ai miei amici americani:

Cosa rappresenta per voi il Vitigno Italia?

Matt: Il Vitigno Italia rappresenta un contenitore di vini italici in grado di dimostrare la diversità esistente nella penisola italiana attraverso le differenze di sapori e di essenze tra tutti vini presenti in fiera. Il Vitigno Italia insegna anche la passione delle “persone del vino”, che mettendo in mostra i propri vini si dimostrano fieri delle differenze esistenti tra la propria regione e la propria vigna al cospetto delle altre. Per me è stato come conoscere tutta l’Italia del vino in un solo giorno.

James C.: Un’occasione per apprezzare la passione, la conoscenza e la storia del vino italiano. Un’occasione per provare i più buoni vini della tua vita. Un’occasione per imparare l’importanza e la differenza esistente tra le diverse uve, le diverse regioni, i climi e le diverse altitudini

Bryan: Il Vitigno Italia è per me la conferma della specialità e dell’unicità dell’Italia. Una location incantevole come il Castel dell’Ovo, gente amichevole ed interessante e, ovviamente, vino eccellente! Il Vitigno combina tutte le cose che io amo di questo Paese …tranne che il cibo (mi piacerebbe se si facessero più degustazioni)

Cosa del Vitigno Italia ricorderete con maggiore piacere?

Matt: Quest’anno mi ricorderò del gran caldo! A parte di scherzi, mi ricorderò la varietà ed i diversi sapori. In particolar modo la mia mente terrà in evidenza la capacità di molti produttori di battersi per mettere in evidenza le peculiarità della propria zona vinicola e della capacità di trasmettere il “territorio” nel vino. Non dimenticherò quanto alcuni vini ricordassero i climi freschi, come altri fossero accostabili al mare. Insieme a mia moglie Eileen abbiamo fatto una lista dei vini più graditi, e penso proprio che viaggeremo per quelle vigne onde comprare alcune bottiglie da portare a casa negli USA.

James C.: Una delle cose che maggiormente mi è rimasta impressa è stata la varietà di vini provenienti, spesso, da zone vinicole lontanissime da Napoli. Una gran bella carrellata!

Bryan: Circa il vino, mi ricorderò dei vini del Trentino Alto Adige che non conoscevo prima. Ma, più di ogni altra cosa, mi ricorderò del bel tempo passato con gli amici, i nuovi ed i vecchi. Per il resto non saprei dire, dopo tutto ho bevuto un bel po’.

Perché un vostro conterraneo dovrebbe visitare il Vitigno Italia?

Matt: Perché ci sono due ragioni su tutte per visitare l’Italia: vedere ed assaggiare! Quale migliore occasione per provare così tanti prodotti realizzati con perizia in questo meraviglioso Paese? Aggiungerei che quest’anno ho apprezzato la maggiore presenza di espositori di prodotti gastronomici, anche se una maggiore possibilità di degustare del buon cibo insieme a così tanto buon vino renderebbe più completa l’esperienza. Immagino come sarebbe bello poter abbinare a quei vini del formaggio, dei salumi o del pane particolare..

James C.: Perché molti americani, anche associando l’Italia con il buon vino, non ne conoscono la reale potenzialità

Bryan: Gli altri americani dovrebbero andarci perché il Vitigno Italia insegna molto sulla la diversità del vino italiano. La conoscenza statunitense dei vini italiani è generalmente limitata ai grandi produttori ed i vitigni più esportati in America – Chianti, Barolo, Amarone ecc. –. Ma c’è molto altro da imparare ed assaggiare, ed il Vitigno ti apre le porte al nuovo. Un’ultima cosa…  se dovessi consigliare ad un altro americano una visita al Vitigno Italia, consiglierei Mauro come Cicerone!

Gli eventi dell'AIS Napoli
    • Nessun evento da mostrare
  • Video

    Tags